SERIE C - GIRONE B
SESTA GIORNATA
LUN. 2 OTTOBRE 2023
STADIO ADRIATICO
ORE 20:30

PESCARA

3

GUBBIO

2

SETTIMA GIORNATA
LUN. 9 OTTOBRE 2023
STADIO PIETRO BARBETTI
ORE 20:45

GUBBIO-CARRARESE

> Calendario completo: (vedi)

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA
GIRONE B SERIE C
2023-2024

Torres
Cesena
Carrarese
Pescara
Lucchese
Perugia
Gubbio

Arezzo
Olbia
Recanatese

Ancona
Pontedera

Juventus Ng
Spal
Pineto
Fermana
Rimini
Vis Pesaro
Sestri Levante
Virtus Entella

18
15
13
13

11

10
9

8
8

7

7
6
6

6
5

5
4

4
3
2

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

SESTA GIORNATA
DOM. 1 OTTOBRE 2023

Arezzo
Pontedera

1
1

Carrarese
Virtus Entella

2
0

Cesena
Rimini

5
2

Juventus Ng
Torres

0
1

Lucchese
Pineto

3
0

Olbia
Ancona

0
1

Perugia
Sestri Levante

1
0

Recanatese
Spal

1
0

Vis Pesaro
Fermana

2
2

Marcatori 2023-2024
Serie C - Girone B

Corazza Cesena
Shpendi Cesena
Scotto Torres
Gucci Arezzo
Cerri Juventus Ng
Lamesta Rimini

5
5
4
3
3
3

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2023-2024

Udoh
Di Massimo
Galeandro
Montevago

2
1
1
1

Scopri la nostra citta!

SETTIMA GIORNATA
DOM. 8 OTTOBRE 2023

Gubbio-Carrarese

Ancona-Vis Pesaro

Arezzo-Cesena

Fermana-Perugia

Pineto-Pontedera

Rimini-Recanatese

Sestri Lev.-Juventus Ng

Spal-Pescara

Torres-Lucchese

Virtus Entella-Olbia

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it


Gubbio, cosa rivelano... i numeri sull'inizio. Le foto

Sito browser aggiornati. Per altri browser: (vedi). Privacy e Cookie Policy (vedi). Tutti i risultati (link). Bilanci (vedi)

IN FOTO, MONTEVAGO E BROSCO A PESCARA.

La prima volta di tre gol subiti in una partita. Dopo 337' esatti finisce l'imbattibilità di Vettorel. Possesso: 53% biancazzurro; 47% rossoblù (e sei tiri contro cinque). Nel girone: Gubbio è all'ottavo posto come attacco. Prime sei giornate a confronto: -5 (punti) rispetto al 2022. Le foto di Pescara-Gubbio
A seguire tutti gli aggiornamenti e le news...

LE IMMAGINI SALIENTI: » LE FOTO DI PESCARA - GUBBIO

Questo sito usa cookie tecnici utilizzati al solo fine di erogare il servizio di funzionamento e di conseguenza non coinvolge terze parti come indicato nell'informativa estesa che riportiamo in questo link (» leggi tutto). In base alla nuova normativa con provvedimento n.231 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.163 del 9 luglio 2021
►• 03 OTTOBRE 2023
Il Pescara vince sul campo per 3 a 2 contro il Gubbio dopo una partita vibrante fino all'ultimo secondo. Ma cosa rivelano i numeri. Tiri in porta totali: 6 del Pescara contro i 5 del Gubbio. Possesso palla in favore dei ragazzi di Zeman pari al 53%, in risposta gli uomini di Braglia hanno avuto il possesso palla pari al 47%. Il Gubbio è caduto nella trappola del fuorigioco per otto volte, ma è stato molto efficace in due precise circostanze quando è stata elusa la trappola del fuorigioco nelle occasioni dei gol di Udoh e Di Massimo con degli assist verticali di Chierico e lo stesso Udoh. Il Pescara invece è finito in fuorigioco in quattro occasioni. A livello tattico entrambi gli allenatori hanno usato un modulo con una difesa a quattro: il collaudato 4-3-3 zemaniano per i biancazzurri mentre il trainer Braglia ha testato il 4-2-3-1, schieramento che aveva fatto la fortuna del Gubbio nelle prime giornate del torneo della passata stagione quando si trovava a +5 (di punti) rispetto ad oggi dopo sei giornate di campionato (attualmente a quota 9 punti, l'anno scorso si collocava a quota 14 punti); momentaneamente in questa annata è la prima volta che il tecnico toscano ha utilizzato questo preciso dispiegamento in campo. Altri numeri alla mano. É la prima volta che il Gubbio prende tre gol in una sola partita in questo campionato. Non succedeva da febbraio 2023 quando i rossoblù di Braglia vennero sconfitti per 3-1 al Mapei Stadium dalla Reggiana. L'imbattibilità di Vettorel si è stoppata dopo 337 minuti senza prendere gol. Un altro dato curioso riguarda il fronte avanzato. Il Gubbio è come un diesel, parte a rilento nella fase di approccio e ne risente in fase realizzativa. Infatti la statistica dice (per ora) che dei sei gol siglati in totale, solo uno è stato segnato nella prima frazione (a tempo scaduto, al 47esimo) peraltro su rigore trasformato da Montevago contro la Vis Pesaro. Il resto delle segnature si sono concentrate nella ripresa, soprattutto a cavallo tra il 51esimo e il 60esimo minuto: parliamo dei due gol di Udoh con il Pineto e col Pescara, della rete di Galeandro ad Ancona, e dell'autogol del portiere Perucchini su cross di Frey sempre con l'Ancona. Un'unica rete invece è stata segnata al 27' della ripresa, l'ultima realizzata a livello cronologico a Pescara con Di Massimo che aveva illuso tutta la truppa rossoblù all'Adriatico. La statistica si può completare dicendo che il Gubbio si trova al settimo posto in classifica con 9 punti conquistati (come dicevamo) frutto di due vittorie, tre pareggi ed una sconfitta (6 gol fatti e 5 subiti), 14 ammonizioni accumulate dopo sei giornate. Nel girone la squadra di Braglia è quella che ha segnato di meno rispetto alle prime otto classificate: solamente sei reti. Infatti comanda il Cesena (con 20 reti fatte), a seguire Pescara (12), Torres (11), Arezzo e Carrarese (9), Lucchese e Perugia (7). A pari merito con il Gubbio come reti realizzate c'è la Recanatese. La miglior difesa del campionato invece è quella della Lucchese: sorprendente con solo una rete incassata fino adesso. Segue la Torres (due gol subiti), poi al terzo posto il Gubbio (5 reti subite) a pari merito con il Perugia.        

►• 02 OTTOBRE 2023
Braglia: "Abbiamo fatto e disfatto da soli". Udoh: "Quanto brucia". Le foto di Pescara-Gubbio

Succede veramente di tutto in Pescara contro Gubbio. Segna Tunjov, rimonta dei rossoblù con Udoh e Di Massimo, controsorpasso dei biancazzurri con Squizzato e Morucci. Il Gubbio incassa la prima sconfitta stagionale. Le parole del trainer Piero Braglia: "Abbiamo perso una partita, abbiamo fatto e disfatto, è questo il succo della questione. Di cosa vogliamo parlare: dobbiamo prendercela solo con noi stessi. Abbiamo commesso tre errori e abbiamo preso tre gol. Inutile quindi che stiamo a parlare. Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, per questo motivo mi girano veramente tanto le balle. Noi possiamo anche diventare una squadra forte, ma tutte le volte ci incasiniamo la vita, voglio dire se ci incasiniamo da noi poi diventa davvero dura. Il modulo 4-2-3-1? Sì, perchè avevo già giocato così ai tempi della Juve Stabia contro Zeman e gli avevamo rotto le scatole. Vettorel? É un ragazzo che si è sempre comportato bene, in questa occasione un qualcosa ci ha messo anche lui e con tutta onestà è stato un peccato: è stata una giornata di no, ci può stare. I ragazzi sono molto dispiaciuti, però indietro non si torna e bisogna guardare la realtà. Udoh? Ha dimostrato che i problemi li fa venire agli altri e quindi è meglio farlo giocare. Adesso però dobbiamo ripartire dalla prestazione, siamo stati bene in campo, siamo stati ordinati, e adesso mi auguro solo che non avremo percussioni a livello morale perchè ho visto i ragazzi veramente a testa bassa". La parola passa all'attaccante King Udoh: "Avevamo reagito bene al gol subito. Nel secondo tempo abbiamo dominato. Però purtroppo parla il campo, infatti hanno vinto loro e ci brucia. Ho visto un Pescara che sa giocare bene palla a terra sia a centrocampo che in attacco: possiedono dei calciatori tecnici, nel complesso una bella squadra. Però anche noi giochiamo bene, il Gubbio c'è e lo abbiamo dimostrato in questa partita, perciò credo che daremo fastidio a tanti e adesso bisogna guardare solo avanti". Ma ecco le immagini del match tra Pescara e Gubbio. Fotoservizio grazie a Massimo Mucciante di Delfino Pescara 1936. Le immagini nel link (» vedi foto).

►• 02 OTTOBRE 2023
Succede di tutto all'Adriatico: sorpasso del Gubbio e controsorpasso del Pescara, è 3-2

Pescara contro Gubbio. La cronaca. Al 6' gran botta di sinistro dal limite di Tunjov ma trova in porta un Vettorel molto attento perchè vola sotto la traversa e con la mano destra tesa riesce a deviare la palla quel tanto che basta che finisce in calcio d'angolo. Al 26' passa il Pescara: rilancio di Vettorel che viene intercettato da De Marco a centrocampo che serve in profondità per Accornero che prova la girata in area, respinge Signorini, ma dal limite Tunjov carica il sinistro e fa partire al volo una saetta calibrata con la palla che si insacca rasoterra a fil di palo. Al 35' va via sulla destra Tunjov che con il sinistro pennella in area un pallone dove incorna Accornero, colpo di testa con la palla che sfila di poco a lato. Al 38' sugli sviluppi di una punizione calciata da Rosaia, dalla sinistra Spina pennella in area, sponda di Mercati di testa verso Di Massimo che prova il tiro di destro ravvicinato, ma Plizzari è reattivo e in tuffo intercetta la sfera. La ripresa. Al 2' va via sulla destra Tunjov, entra con una piroetta in area e serve al centro per Merola che prova al volo il tiro di sinistro ma la palla termina sul fondo. Al 15' il Gubbio trova il pareggio con due nuovi entrati: dalla trequarti Chierico lancia in profondità Udoh che elude la sorveglianza del fuorigioco, si invola in area e di destro deposita la sfera radente in fondo al sacco freddando in uscita Plizzari. Al 20' dalla trequarti uno scavetto di Rosaia in area verso Spina che prova il tiro ma viene murato da Plizzari e si salva con i guantoni. Al 27' il Gubbio trova anche il raddoppio quando Udoh lancia in porta Di Massimo che elude la sorveglianza del fuorigioco, si invola verso l'area e di sinistro insacca la sfera in rete. Ma il vantaggio dura poco perchè il Pescara trova un eurogol al 29': Merola lavora un bel pallone e lo scaraventa in area, respinge davanti alla porta con i pugni Vettorel, ma Squizzato calibra una sassata dal limite di destro e con un tiro al volo insacca la sfera sotto all'incrocio. Al 44' arriva il terzo gol del Pescara: lavora un bel pallone sulla sinsitra Tomassini, lo serve in mezzo per il terzino Moruzzi che fa partira un tiro di sinistro in diagonale con la palla che si insacca a fil di palo radente.     
Tabellino: Pescara - Gubbio (3-2):
Pescara (4-3-3): Plizzari; Pierno (37' st Floriani Mussolini), Brosco, Mesik, Moruzzi; Tunjov (37' st Aloi), Squizzato, De Marco; Merola (43' st Masala), Cuppone, Accornero (17' st Tomassini). A disp.: Ciocci, Milani, Di Pasquale, Vergani, Mora, Manu, Staver, Dagasso, Cangiano. All.: Zeman.
Gubbio (4-2-3-1): Vettorel; Morelli (1' st Frey), Signorini, Portanova, Mercadante; 
Rosaia, Mercati (7' st Chierico); Spina (28' st Pirrello), Bulevardi (17' st Casolari), Di Massimo; Montevago (7' st Udoh). A disp.: Greco, Tozzuolo, Corsinelli, Dimarco, Guerrini, Galeandro. All.: Braglia.
Arbitro: Galipo' di Firenze (Toce di Firenze e Parisi di Bari); quarto uomo: Traini di San Benedetto del Tronto.
Reti: 26' pt Tunjov (P), 15' st Udoh (G), 27' st Di Massimo (G), 29' st Squizzato (P), 44' st Moruzzi (P).
Ammoniti: Rosaia (G), Bulevardi (G), Mercadante (G), Squizzato (P). Angoli: 4-2. Recupero: 2' pt; 6' st. Spettatori: 5328 (dei quali 18 di Gubbio nel settore ospiti).

►• 30 SETTEMBRE 2023
Braglia: "Non ci sono vie di mezzo: con Zeman o fai una grande partita o prendi quattro gol"

Con il Gubbio che sarà impegnato nel posticipo a Pescara, parla in questo modo il tecnico rossoblù Piero Braglia: "Si sa benissimo come gioca Zeman e lo sta facendo da una vita: penso che sia uno dei migliori se non il migliore allenatore per come fa giocare le sue squadre e lo ha dimostrato in tutte le categorie. Noi ci adattiamo, ci arrangiamo e proviamo a fare quello che serve per la nostra squadra. Punto e basta. Noi abbiamo la fortuna che abbiamo dei ragazzi che lavorano e che si mettono a disposizione. Tuttavia dobbiamo sapere che quando si gioca contro Zeman ci sono due strade da prendere: o fai una grande partita o prendi quattro gol, non ci sono vie di mezzo. Sanno fare un bel calcio, quindi cercheremo di limitare i danni ma conta anche la qualità dei ragazzi. Mi ricordo che proprio Zeman con il Pescara aveva Insigne, Verratti e Immobile, ed era un piacere vederli all'opera. Ma pure adesso vedere il Pescara giocare con calciatori con caratteristiche diverse è stato un piacere perchè li ho visti all'opera a Perugia dove hanno fatto una grande partita. La squadra di Zeman tra l'altro è molto giovane, gioca con diversi ragazzi, per dire sono del 2003 e del 2004 e sono giovani bravi. Se devo fare dei nomi mi piacciono come calciatori Cuppone, ma soprattutto Merola perchè ha dimostrato di avere delle qualità nelle verticalizzazioni e riesce a fare giocare bene i suoi compagni di reparto in attacco. Tuttavia ce li abbiamo anche noi di giovani bravi. Però se vogliamo fare risultato bisogna alzare di molto il nostro livello. A livello tattico? Si stanno valutando diverse opzioni, vediamo quale sarà la soluzione migliore. Finora abbiamo provato una linea a tre oppure una linea a quattro in difesa. Nell'ultima partita contro la Vis Pesaro abbiamo usato il 4-4-2 perchè abbiamo cercato di fare un qualcosa di diverso soprattutto con Spina e Di Massimo sugli esterni, provando ad aprendoli e sovrapponendosi con i terzini. Un po' come fanno le squadre di Zeman, solo che in più lui ci butta pure la mezzala negli spazi. In ogni caso, al di là del modulo, credo che sia importante in particolar modo l'atteggiamento da mettere in campo. Se torna a disposizone Udoh? Sì, sta bene, perciò è nel gruppo".

►• 29 SETTEMBRE 2023
Verso il posticipo con il Pescara. Le incognite di modulo, interpreti, e il precedente in B

Verso la partita nel posticipo serale di lunedì contro il Pescara. Il Gubbio prosegue nell'avvicinamento al match conscio delle sue potenzialità ma allo stesso tempo è consapevole che l'incontro contro la formazione di Zeman sarà un banco di prova importante per il proseguo del campionato. É tutto da capire quale sarà il Gubbio che scenderà in campo in terra adriatica visto che il trainer Braglia ci aveva abituato in questo inizio di campionato ad un modulo con la difesa a tre utilizzando il 3-5-2, il 3-4-1-2 e il 3-4-2-1, mentre nell'ultimo match casalingo convincente contro la Vis Pesaro per la prima volta ha utilizzato uno schieramento con una difesa a quattro, ovvero il 4-4-2. Una strategia tattica, questa, che potrebbe essere riproposta a Pescara, ma non si escludono sorprese come spesso accade con il tecnico Braglia. Tuttavia è plausibile Vettorel in porta. Difesa a quattro con Morelli (o Frey), Signorini, Portanova e Mercadante. A centrocampo il duo centrale con Rosaia e Mercati, sugli esterni Spina e Di Massimo. Di punta il duo Galeandro e Montevago. Tuttavia rientra nel gruppo Udoh e, come dicevamo prima, tutto può avvenire sul prato dello stadio Adriatico. In casa Pescara l'allenatore Zdenek Zeman è pronto a confermare il modulo 4-3-3. Possibile undici iniziale. In porta Plizzari. Un probabile quartetto difensivo con Pierno, Brosco, Mesik e Milani (oppure Moruzzi). A centrocampo il trio Tunjov, Aloi e De Marco. Un tridente d'attacco con Merola, Cuppone e Accornero. L'ultimo precedente nei playoff il 4 maggio 2022 quando i rossoblù allenati da Torrente vennero estromessi dagli spareggi promozione dai biancazzurri allenati da Zauri dopo il pareggio per 2-2 allo stadio Adriatico: i rossoblù si trovavano in vantaggio per 2-0 con le reti Formiconi e Spalluto, poi la rimonta degli abruzzesi con i gol di Pompetti e Pontisso. In campionato venne fuori una sconfitta il 6 febbraio 2022: un 3-1 per il Pescara con le reti di Ierardi, momentaneo pari di Spalluto, poi in gol Clemenza e Ferrari. Gli ultimi precedenti contro Zeman in panchina sempre col Pescara: stiamo parlando del campionato di serie B, primo round allo stadio Adriatico, era il 19 novembre 2011, vittoria per 2-1 per i locali, in vantaggio gli abruzzesi con Balzano, pari momentaneo di Graffiedi su rigore, poi nella ripresa il timbro di Immobile con un eurogol di destro a freddare Donnarumma. Nel ritorno, il 28 aprile 2012, altra vittoria dei pescaresi al Barbetti con le reti di Sansovini e Insigne. Il programma delle giovanili. Sabato 30 settembre la Primavera 3 allenata da Davide Baiocco gioca in Puglia contro l'Audace Cerignola alle ore 15. Domenica 1 ottobre due appuntamenti a Fermo. L'Under 17 allenata da Federico Tafani gioca alle ore 15 contro i pari età della Fermana, mentre l'Under 15 allenata da Cristiano Della Vedova gioca alle ore 12 sempre con la Fermana.    

►• 27 SETTEMBRE 2023
Vettorel: "L'armonia del gruppo per la solidità. Sul reparto difensivo mi fido a occhi chiusi"

L'intervista. Parla il portiere Thomas Vettorel, classe 2000, da quest'anno difende la porta rossoblù, con il quale la società si è legato con un biennale. La porta è blindata da 311 minuti, che ne pensa proprio l'estremo difensore? "Siamo ancora all'inizio, ma senz'altro si cerca di fare il meglio. Posso solo aggiungere che con il reparto difensivo mi trovo benissimo, a partire dal capitano ai ragazzi più giovani. Ho trovato dei ragazzi speciali: Signorini, ma anche i vari Tozzuolo o Portanova. C'è un buon mix di gente esperta e giovane, e mi fido ad occhi chiusi con queste persone. Inoltre vedo una certa armonia e sintonia nel gruppo, questo ci aiuta ad avere più solidità". Di primo acchito, secondo lei, dove può arrivare questo Gubbio? "Noi giochiamo le partite provando a vincerle tutte. Si scende in campo per fare sempre il meglio possibile. Ma quello che succederà ce lo dirà solo il campo. Ma di sicuro c'è voglia di fare meglio dell'anno scorso in campionato cercando di centrare i playoff nella migliore posizione possibile". Lei ha avuto esperienze nel girone del sud e in quello centrale, quali differenze? "Nella pressione che ti viene data. Nel senso che nel girone meridionale è abbastanza risaputo che si vive con più pressione perchè si vive il calcio in maniera diversa. Perciò è sola questa la differenza. Ma quest'anno il girone B di sicuro è tra i più tosti di sempre con cinque o sei piazze che non c'entrano nulla con questa categoria e inoltre hanno una cornice di pubblico da categoria superiore". Come si trova con il neo preparatore dei portieri Christian Tosti? "Alla grande. Per me è un punto di riferimento. Sia io e Stefano Greco (un ragazzo eccezionale anche lui) ci troviamo molto bene: ci confrontiamo sempre e cerchiamo di migliorarci anche nei dettagli". Con il trainer Piero Braglia invece? "Sicuramente sa dare le motivazioni giuste per scendere in campo. É un uomo che ha vinto tanto, è un mister che ti dà tanta voglia di tirare fuori quella cattiveria in più e per adesso credo che sotto aspetto ci stiamo riuscendo al meglio". Dai social ci ha colpito molto una frase dove Vettorel soprattutto su instagram ripete spesso una parola («insieme»), in che senso? "Sì, certo. Io parlo di insieme perchè quando si perde, si pareggia o si vince lo si fa sempre insieme. Se vogliamo esaltare solo i singoli allora sarei andato a giocare a tennis. Il giudizio va dato sempre nell'insieme soprattutto nel calcio: ci si allena, si fa il ritiro e si pranza nel prepartita in gruppo con venticinque persone, e si va in campo tutti insieme. Per me il gruppo è tutto e mi sto trovando alla grande". Ora un impegno particolare: un Gubbio solido in difesa affronterà un Pescara votato all'attacco come ci insegnano tutte le squadre di Zeman, che match prevede? "Partita tosta. É risaputo che il calcio di Zeman è molto propositivo e molto offensivo. Faremo la nostra partita come sempre e cercheremo di dare il 100% come è nostra abitudine"

►• 26 SETTEMBRE 2023
Gubbio: undicesimo posto come abbonati nel girone. La cronistoria del numero di tessere

Una nuova statistica fresca fresca. Stavolta parliamo di spettatori. Abbiamo il dato aggiornato con la dovuta precisione del numero degli abbonati del girone B di serie C. Ecco cosa dicono i numeri. In pratica il Gubbio come piazza nella vendita delle tessere di abbonameno si colloca all'undicesimo posto nel raggruppamento centrale di terza serie. A fronte di una campagna abbonamenti estiva che ha portato 611 tessere sottoscritte in casa eugubina. Ma chi comanda il girone. La squadra che ha i tifosi più appassionati a sottoscrivere le tessere di abbonamento sono quelli del Cesena: ben 6.476 abbonati. Al secondo posto la Spal: a Ferrara sono state sottoscritte 4.437 tessere. Al terzo posto ancora una romagnola dopo quella di Cesena: il Rimini conquista il podio con 2.186 abbonamenti sottoscritti. In pratica comanda la regione Emilia Romagna. Al quarto posto una toscana: Arezzo ha portato 2.057 abbonati. Quinta posizione per l'Ancona con 2.000 abbonamenti. La prima umbra la troviamo al sesto posto: il Perugia con 1.742 abbonati. I grifoni sono tallonati dal Pescara con 1.497 abbonamenti. Quindi troviamo un'altra toscana all'ottavo posto: la Lucchese con 1.296 abbonati. Al nono posto una squadra sarda, la Torres di Sassari con 987 abbonamenti. Dopo l'Ancona, c'è un'altra marchigiana nella top ten della classifica: i tifosi della Fermana hanno sosttoscritto 721 abbonamenti. Così ecco che troviamo il Gubbio all'undicesimo posto: i supporters eugubini con 611 tessere di abbonamento. Poi a cascata Entella, Olbia, Carrarese e Pontedera, ma c'è anche da dire che i dati di quattro squadre come Juventus Ng, Pineto, Recanatese e Sestri Levante non sono pervenuti. Discorso a parte per la Vis Pesaro perchè la campagna abbonamenti è iniziata a settembre inoltrato per via del fatto che lo stadio 'Benelli' di Pesaro era in fase di ristrutturazione per il rifacimento del manto erboso e quindi finora ha dovuto giocare le partite casalinghe in quel di Recanati. Ma ecco di seguito la tabella completa (» leggi tutto). Ma in casa Gubbio come ci si è comportati rispetto al passato? C'è stato un aumento rispetto alle ultime stagioni: 611 tessere. Anche se nell'era Notari (presidente) il record resta quello della stagione 2016-2017 con Giuseppe Magi in panchina: erano state sottoscritte 657 tessere di abbonamento. Il record in terza serie rimane quello della stagione 2012-2013 con Sottil in panchina con 1.245 abbonati. A seguire la stagione 2013-2014 con 1.104 abbonamenti con Bucchi e poi Roselli in panchina. In serie B nella stagione 2011-2012 c'era stato il boom con 2.475 persone che avevano sottoscritto l'abbonamento. Colpiscono comunque altri dati: ai tempi della serie C2 (all'epoca era la quarta serie) la piazza di Gubbio aveva raggiunto anche 854 tessere di abbonamento (nella stagione 2005-2006). Tutta la cronistoria dettagliata degli abbonati a Gubbio dal 1986 ad oggi con la tabella particolareggiata stilata nel link (» leggi tutto).   

Rubrica di approfondimento - Gli articoli più letti e visionati del 2022: ► leggi tutto
  
•••••
Grafica, contenuto, elementi visivi del sito web è protetto da copyright dal momento del suo sviluppo. Il materiale utilizzato non deve essere usato in modo improprio senza citare la fonte

•••••

Privacy e cookie policy unificata per i visitatori di questo sito: » Leggi tutto

Ultimo aggiornamento - Last update
data 03.10.2023 ora 19:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

Copyright 2021
Aut. 22/2006 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 20/01/2006
Iscrizione Roc al numero 21309

Sito web dal 2001 - copyright 2023

PROVVED. n. 231 GAZZETTA UFFICIALE n.163 del 9 luglio 2021
ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Questo sito usa cookie tecnici utilizzati al solo fine di erogare il servizio per il suo funzionamento, pertanto non usa cookie di profilazione e non coinvolge terze parti come viene indicato nell'informativa estesa sopra indicata nel banner   

MAIN SPONSOR
(CLICK CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPAZIO BANNER E INFO:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2022/2023
Dopo 38 giornate:

Cesena
Reggiana
Rimini
Ancona
Siena
Torres
Fermana
Entella
Lucchese
Vis Pesaro
Gubbio
Carrarese
Alessandria
Olbia
Montevarchi
Recanatese
Fiorenzuola
Pontedera
Imolese
S.Donato Tav.

8800
6230
2980
2810
2560
2550
1260
1220
1180
1170
1040
1000
990
860
840
580
520
500
430
340

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2023/2024

Abruzzo (2)
Pescara, Pineto
Emilia-Romagna (3)
Cesena, Rimini, Spal
Liguria (2)
Sestri Levante , Virtus Entella
Marche (4)
Ancona, Fermana, Recanatese, Vis Pesaro
Piemonte (1)
Juventus Next Gen
Toscana (4)
Arezzo, Carrarese, Lucchese, Pontedera
Umbria (2)
Gubbio, Perugia
Sardegna (2)
Olbia, Torres

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy