GUBBIO 2022-2023
MERCATO:

CONFERMATI:

LAMANNA (d)
MIGLIORINI (d)
SIGNORINI (d)
REDOLFI (d)
TAZZER (d)
SAINZ MAZA (c)
CITTADINO (c)
BULEVARDI (c)
FRANCOFONTE (c)
ARENA (a)
SARAO (a)
DOUDOU MANGNI (a)

ACQUISTI (fine prestito):

FEDATO (a) Lucchese

TRATTATIVE:

VANO (a) Perugia
SECULIN (p) Spal
MANIERO (a) Avellino
CARRIERO (c) Avellino
ROSSETTI (c) Bari
LESCANO (a) Entella
GALLO (d) Lecce
D'ANGELO (c) Reggiana
VAZQUEZ (a) Catanzaro

CESSIONI:

FORMICONI (d) fine c.
MALACCARI (c) fine c.
GHIDOTTI (p) Fiorentina
RIGHETTI (d) Perugia
BONINI (d) Entella
DI NOIA (c) Perugia
FANTACCI (c) Empoli
SPALLUTO (a) Fiorentina
D'AMICO (a) Sampdoria

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA FINALE
2021-2022

Modena
Reggiana
Cesena
Virtus Entella
Pescara
AnconaMatelica
Gubbio
Lucchese
Olbia
Carrarese

Vis Pesaro
Montevarchi
Siena
Pontedera
Teramo
Viterbese
Imolese
Pistoiese
Fermana
Grosseto

88
86
67
65
65
57

52
50
45

45
45
45

44
43

42
39
37

36
35
30

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

Verdetti 2021-2022:

MODENA IN B
FPISTOIESE, FERMANA, GROSSETO IN D

-

Marcatori 2021-2022
Serie C - Girone B

Zamparo Reggiana
Rolfini Ancona Mat.
Ferrari Pescara
Magnaghi Pontedera
Lanini Reggiana
Faggioli Ancona Mat.
Volpicelli Viterbese 

18
18
17
16
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2021-2022

Spalluto
Cittadino
Bulevardi
Mangni
Sarao
Arena

Sainz Maza
D'Amico
Redolfi
Signorini
Malaccari
Bonini
Fantacci
Formiconi
Di Noia
Aurelio
Migliorini
Oukhadda

10
6
5
4
4
4
3
3
3
2
1
1
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it


Gubbio, spunta il nome di Marotta. Occhi su Bensaja  

Sito browser aggiornati. Per altri browser: (vedi). Privacy e Cookie Policy (vedi). Tutti i risultati (link). Bilanci (vedi)

IN FOTO, ALEX MAROTTA (Parlandodisport.it).

News che scuote il mercato e proviene da Modena: l'ex bomber napoletano finisce nel mirino. Fari puntati pure sulla mezzala della Lucchese. Da Avellino confermano le nostre indiscrezioni: l'interesse per D'Angelo. Tuttoc.com parla di 'riconoscenza' verso Torrente. L'ex rossoblù Casiraghi sposo
A seguire tutti gli aggiornamenti e le news...

LE IMMAGINI SALIENTI: » LE FOTO DI PESCARA - GUBBIO

Questo sito usa cookie tecnici utilizzati al solo fine di erogare il servizio di funzionamento mentre Google Analytics è anonimo e non coinvolge terze parti come indicato nell'informativa estesa che riportiamo in questo link (» leggi tutto). In base alla nuova normativa con provvedimento n.231 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.163 del 9 luglio 2021

• 25 GIUGNO 2022
La notizia clamorosa rimbalza direttamente da Modena. "Offerte in arrivo per Marotta e Ogunseye", titola 'il Resto del Carlino' e sull'attaccante napoletano si parla esplicitamente di un interessamento del Gubbio oltre che del Foggia. Notizia che viene data anche dalla 'Gazzetta di Modena' e sul caso si è interessato pure l'Avellino. Infatti, come scrive Tuttoavellino.it, la squadra irpina è finita sulle tracce di Alessandro Marotta, ma sul calciatore ci sono anche Gubbio e Foggia. Insomma, una news che scuote il mercato perchè in rossoblù si potrebbe profilare un clamoroso ritorno. Ovviamente sono rumours di mercato, ma questo dimostra che il Gubbio pensa in grande e punta ad allestire una squadra per il salto di categoria. Un'altra voce invece proviene da Lucca. Secondo i colleghi del portale web Gazzettalucchese.it, proprio il Gubbio è interessato alla mezzala Nicholas Bensaja, classe '95, che è legato ai rossoneri con un contratto fino a giugno 2023. Ma il centrocampista viene dato in uscita e ci sono alcune trattative in atto: oltre all'interessamento del Gubbio ci sarebbe anche quello di Novara, Viterbese e Casertana (che sta costruendo un team competitivo per risalire dalla serie D). Tutto ciò sta a dimostrare che il Gubbio è molto attivo sul mercato. Non solo, dalla terra campana confermano le nostre prime indiscrezioni: nel mirino ci sarebbe Sonny D'Angelo, il centrocampista palermitano, già allenato da Braglia all'Avellino e il diesse Mignemi ha condiviso con il calciatore l'esperienza alla Sicula Leonzio. Oltretutto confermano un interessamento verso il terzino sinistro Fabio Tito che è seguito con attenzione dal Gubbio di Braglia. Così scrive Ottopagine.it della sezione dello sport di Avellino. D'altronde anche l'editorialista di Tuttoc.com, Luca Esposito, si è interessato della vicenda Gubbio, scrivendo così: "Ora tocca al Gubbio ripartire da zero dopo l'esonero a sorpresa di Torrente: al mister ex Salernitana va riconosciuto di aver fatto benissimo con una rosa composta in maniera principale da giovani e che ha ben figurato ai playoff. Non il miracolo del 2010-2011, ovvio, ma un percorso che forse avrebbe meritato una maggiore riconoscenza e qualche chiamata da squadre blasonate". Evidentemente Tuttoc.com ha capito che c'è stata 'poca gratitudine' verso il tecnico di Cetara, con stile e modi poco lusinghieri. Breve news. Fiori d'arancio per l'ex fantasista dei rossoblù Daniele Casiraghi che, venerdì 24 giugno, ha sposato la dolce Elena Pozzi nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta a Concesa, frazione di Trezzo sull'Adda. Dopo la cerimonia festeggiamenti e banchetto al Castello di Clanezza di Ubiale Clanezza vicino Bergamo. Casiraghi è stato appena promosso in serie B con la maglia del Sudtirol grazie ai suoi 11 gol e 9 assist in 35 presenze. Ecco l'immagine (» vedi foto).     
•••••
• 23 GIUGNO 2022
Focus. Non servono proclami. Con la scissione dolorosa con Torrente si punta alla serie B!

Non servono i proclami. Non serve nascondersi. Non esistono alibi. Il Gubbio con Braglia parte in pole. Mister promozione accende la fantasia del popolo rossoblù. Così il Gubbio apre il nuovo ciclo e vuole essere protagonista con Piero Braglia, 67 anni, arrivato dopo il bienno ad Avellino, con alle spalle sei salti di categoria di cui quattro dalla serie C alla serie B. La costruzione dell'organico passa per la sinergia tra il presidente Sauro Notari, il confermato direttore sportivo Davide Carmine Mignemi e appunto Braglia. Sognare si può. Il Gubbio, dopo aver fatto un figurone ai playoff, non mette limiti alla provvidenza. Adesso tocca agli addetti ai lavori costruire una squadra ancora più competitiva che sappia lottare per il vertice e che sappia divertire il pubblico. A Gubbio, i tifosi cercano questo. Non piacciono le squadre sparagnine o che si chiudono, pretendono il bel gioco e i risultati. Per quanto riguarda la rosa arriverà un nuovo portiere. In vantaggio al momento c'è il polacco Lewandowski reduce dall'esperienza di Messina: il Gubbio sembra in vantaggio nel battere la concorrenza del Taranto. In difesa, oltre a tutti quelli sotto contratto come Tazzer (terzino destro), Signorini e Redolfi (il duo dei centrali), servono rinforzi. Serve un terzino destro di esperienza e il nome giusto potrebbe essere Silvestri dell'Avellino che può ricoprire tutti i ruoli del reparto arretrato: d'altronde il calciatore in forza alla squadra irpina ha rifiutato l'offerta della Turris in queste ultime ore, pertanto con Braglia che già lo conosce potrebbe trovare terreno fertile in rossoblù. Come terzino sinistro potrebbe essere utile Tito, in uscita anch'egli dall'Avellino. Tutte operazioni fattibili, dipenderà solo quanto vorrà spendere la proprietà per mantenere le ambizioni intatte. A centrocampo sotto contratto ci sono Cittadino, Bulevardi, Sainz Maza e proprio nelle ultime ore Francofonte è stato riscattato dalla Sampdoria. Ma serviranno altre pedine di rilievo per avere una rosa competitiva: i nomi che girano sono quelli di Rossetti del Bari (era in prestito al Teramo), Carriero e Aloi dell'Avellino, il sogno è il playmeker D'Angelo che è in forza alla Reggiana. In attacco l'organico è ridotto all'osso: gli unici confermati sono Arena e Doudou Mangni perchè Sarao è stato messo sul mercato (potrebbe tornare a Catania). I nomi più gettonati come papabili acquisti sono Lescano dell'Entella, Vazquez del Catanzaro, nelle ultime ore è rimbalzato il nome del serbo Milos Bocic del Pescara (era in prestito alla Pistoiese). Sicuramente usciranno altri nomi a sorpresa, il mercato è in piena evoluzione. C'è solo un punto fermo. Il Gubbio pensa in grande. Braglia è una garanzia in questo. Ora toccherà alla proprietà mettere mani al portafoglio e toccherà ai conduttori del mercato utilizzare questo denaro in modo appropriato per assecondare appieno il volere del tecnico di Cecina. Dopo la traumatica separazione con Torrente si apre un nuovo capitolo. Non più i playoff come obiettivo: con Braglia per ambire alla serie B.    
•••••
• 22 GIUGNO 2022
La mezzala Francofonte è tutta 'rossoblù'. Mentre sulla via di partenza Fedato e Lamanna

Ora c'è la notizia. Il centrocampista Nicolò Francofonte, che ha ben figurato in questa stagione, è diventato a tutti gli effetti un calciatore del Gubbio. Si sono verificate tutte le condizioni necessarie per fare scattare l'obbligo di riscatto. Così, la mezzala diventa totalmente dei rossoblù dopo il prestito con la Sampdoria. Per quanto riguarda invece Felice D'Amico, anch'egli era in prestito dai doriani, rientra al momento alla Sampdoria: al momento un rinnovo del prestito con il Gubbio è uno scenario non attuale ma non da escludere a priori. Così scrivono a Genova il portale informativo web dei doriani che porta il nome Sampdorianews.net. Ci sono novità anche per quanto riguarda l'attaccante Francesco Fedato che era parcheggiato in prestito alla Lucchese, ma dal 30 giugno rientrerà a Gubbio, società della quale è proprietaria del cartellino fino al 2024. É palese però che ora il Gubbio voglia trovargli un'altra sistemazione. Sulle sue tracce ci sarebbero due squadre. In primo luogo la Vis Pesaro, la quale adesso ha come allenatore Sassarini che lo ha avuto come calciatore ai tempi del Gozzano e piace ai vissini. Notizia rilanciata da 'il Resto del Carlino' di Pesaro e pure da Tuttoc.com. Tuttavia ci sarebbe un'altra pretendente a quanto pare: si parla di un forte interessamento del Potenza (che ha cambiato presidente con l'avvento di Donato Macchia) e adesso sperano che possa tornare a giocare nel girone meridionale. Il Potenza tra l'altro segue le orme anche di un altro attaccante, ex rossoblù: si tratta di Leonardo Candellone, reduce dall'esperienza di Pordenone (così scrive Antennasud.com). Sul fronte uscite invece si parla di un possibile partente: il terzino Francesco Lamanna cerca maggior spazio per la prossima stagione e potrebbe lasciare il club umbro. Il calciatore di Ivrea è sotto contratto con il Gubbio fino a giugno 2023, ma ci sarebbe l'interesse di Imolese e Pontedera (secondo il portale web Tuttomercatoweb.com). Ecco spiegato perchè il Gubbio cerca calciatori di peso sulle fasce laterali in difesa, visto che va in scadenza anche Giovanni Formiconi in quel ruolo ben definito, in quella casella resta solo Massimo Tazzer sotto contratto. Insomma ci sarà molto lavoro per il diesse Mignemi, in collaborazione stretta con il neo allenatore Piero Braglia, per costruire un organico che possa lottare per il vertice.      
•••••
• 21 GIUGNO 2022
Gubbio attivo: Vazquez nel mirino e il sogno è D'Angelo. Come terzino si pensa pure a Tito

Gubbio, quanti approcci e tentativi in corso per migliorare una rosa che sia competitiva per salire di categoria. Un nome nelle ultime ore è quello di un altro argentino (dopo quello di Lescano dove c'è una trattativa in atto per portarlo in rossoblù in cambio di Arena richiesto dall'Entella). Si tratta di Federico Nahuel Vazquez, classe '93, la scorsa stagione 34 presenze e 9 reti con la maglia del Catanzaro. Il calciatore sudamericano in passato ha vestito anche le casacche di Virtus Francavilla (in due stagioni 18 reti segnate) e Siracusa in serie C. Un centravanti puro che si era messo in luce in serie D nel 2017-2018 con il Troina quando andò a segno per 20 volte in 29 presenze. A Catanzaro è praticamente chiuso da un duo di attacco di rilievo formato da Biasci (che è fresco di rinnovo con i giallorossi) e Iemmello. Pertanto Vazquez, nonostante un contratto che lo lega al Catanzaro fino a giugno 2023, potrebbe essere girato altrove e potrebbe fare al caso del Gubbio che cerca una punta che garantisca rendimento e gol (come Lescano, appunto) per un campionato ambizioso e di vertice. Serve gente di qualità e di fisicità. Il sogno nel cassetto infatti è Sonny Santo D'Angelo, classe '95, la scorsa stagione alla Reggiana. Centrocampista, ruolo playmaker, è già conosciuto dallo staff del Gubbio: lo ha avuto il diesse Mignemi ai tempi della Sicula Leonzio e pure il tecnico Braglia ai tempi dell'Avellino. Il calciatore, che è originario di Palermo, ha avuto poco spazio nella stagione passata con Diana alla Reggiana, perciò può fare al caso del Gubbio perchè è un uomo di sicura affidabilità per chi già lo conosce per averlo allenato. É stato un punto fermo di Braglia nell'Avellino e giocava come mediano nel 3-4-3 (con 49 presenze e 9 reti segnate con la squadra irpina). Pertanto D'Angelo è nel mirino, anche se adesso dipenderà dalla Reggiana se privarsi o no del calciatore (in prestito o con un'altra formula), visto che è legato con la società granata fino a giugno 2024. Invece per quanto riguarda la difesa sembra tortuosa la pista che porta al giovane (ma forte) terzino sinistro Gallo del Lecce. Così adesso prende quota un'altra opzione, un calciatore già conosciuto da Braglia: si tratta di Fabio Tito, classe '93, l'anno scorso 31 presenze e due reti con la maglia dell'Avellino. Un terzino sinistro che in due stagioni in biancoverde ha collezionato 65 presenze e quattro reti, con esperienze in C anche con Vibonese, Andria e Casertana. Tante opzioni sul tavolo degli acquisti. Ma per vincere servono pedine pure costose ma di livello. Intanto la società eugubina comunica che sono espletate le procedure per l'iscrizione al campionato. É solo la premessa. Adesso si aspetta un mercato ricco di acquisti per ambire alla B.  
•••••
• 20 GIUGNO 2022
Trattative: Rossetti e l'argentino Lescano in cambio di Arena. Spalluto è il più richiesto 

Tiene banco il mercato inevitabilmente in questo periodo. Altra operazione in corso del Gubbio nel sud Italia. Secondo alcune indiscrezioni provenienti dalla Puglia, Bari e Gubbio sono al lavoro per il trasferimento di Matteo Rossetti in prestito ai rossoblù. II centrocampista piemontese, classe '98, l'anno scorso si trovava in prestito al Teramo (con 22 presenze). Secondo 'Sky Sport' la trattativa è ben avviata. Rossetti può giocare da mezzala, con esperienze in serie B con il Pordenone e, proprio due stagioni fa, si trovava ad Avellino, dove proviene il neo tecnico dei rossoblù Braglia. C'è tanta carne al fuoco perchè da più fronti si parla di un interessamento deciso verso Facundo Lescano, classe '96, che è un attaccante della Virtus Entella, 32 presenze e dieci reti segnate l'anno scorso con la maglia di Chiavari. Un calciatore interessante perchè nelle ultime tre stagioni è andato sempre in doppia cifra, sia con la Sambenedettese nel 2020-2021, sia alla Sicula Leonzio nel 2019-2020, e guarda caso era un giocatore che aveva già avuto il diesse Mignemi con la squadra di Lentini. Una notizia che rimbalza fortemente ad Avellino perchè anche la società irpina è interessata alla punta argentina: rilanciano la notizia 'Sport Avellino' e 'Tutto Avellino' oltre a 'Tutto C'. Siccome la Virtus Entella è interessata fortemente ad Alessandro Arena, in questo mercato tutto può succedere, anche se il Gubbio considera lo scugnizzo siciliano incedibile. Sul fronte entrate si sta parlando in maniera insistita dell'approdo di un nuovo portiere: la prima scelta Seculin è vicino al Modena, perciò in questi ultimi giorni è uscito il nome di Michal Lewandowski, classe 1996, reduce dall'esperienza con la maglia del Messina, chiusa con 51 reti incassate e otto inviolate in 34 match. Il portiere polacco si è messo in mostra soprattutto con la maglia del Teramo nella stagione 2020-2021 riuscendo infatti a raccogliere tredici 'clean sheet' e subendo 34 reti in 36 incontri. Ma da Taranto giunge notizia che la società pugliese si è fortemente interessata a Lewandowski, pertanto anche in questa trattativa c'è da battere un certa concorrenza. Ma siccome il Gubbio quest'anno sogna in grande, può 'primeggiare' sul mercato. Sul fronte uscite poche possibilità per confermare l'attaccante Samuele Spalluto tornato alla Fiorentina dopo il prestito in rossoblù: infatti c'è l'interesse di alcune squadre di serie B, oltre al Modena nelle ultime ore si è fatto sotto pure il Frosinone, tant'è che il Pescara ha praticamente lasciato perdere la pista dopo averlo chiesto ai viola. Perciò per Spalluto speranze al lumicino per trattenerlo.     
•••••
• 19 GIUGNO 2022
Il sogno: è Gallo del Lecce. Sarao verso Catania. Maniero: c'è interesse, ma costa troppo

Completato tutto lo staff tecnico e dirigenziale, ora tocca al mercato. Il diesse Mignemi e il tecnico Braglia sono impegnati per completare una squadra per ambire alla serie B. Alcune voci già girano, altri nomi potranno essere una sorpresa visto che le ambizioni quest'anno sono elevate. Una pista porta in terra salentina. Si parla di un possibile ritorno in rossoblù di Edgaras Dubickas, classe '98, del Lecce, rientrato dal prestito con il Piacenza dove ha realizzato 10 reti: l'attaccante lituano lo indicano come possibile obiettivo dei rossoblù, ma a Gubbio smentiscono l'interessamento. C'è un nome del Lecce (appena approdato in serie A) che viene accostato al Gubbio: è il terzino sinistro Antonino Gallo, 22enne, palermitano, l'anno scorso 26 presenze, un assist ed un gol con la squadra giallorossa in cadetteria. Gallo soprattutto viene considerato con strabordanti doti fisiche e in queste annate è migliorato a livello tecnico. D'altronde il diesse giallorosso Corvino deve costruire una rosa per la serie A, perciò dovrà piazzare alcune pedine altrove, pertanto il terzino palermitano potrebbe essere dirottato a fare le ossa nelle categorie inferiori, anche se il desiderio del ragazzo è quello di confrontarsi nella massima serie. Un'altra news proviene sempre dal sud, stavolta da Catania. Sulla lista delle cessioni per il Gubbio c'è il centravanti Manuel Sarao che non ha reso al massimo delle sue doti. In pratica, secondo quanto dicono nella città etnea, il 32enne Sarao, contrattualmente legato al Gubbio e che ha lasciato la sponda rossazzurra un anno fa, ha dato la propria disponibilità per tornare in Sicilia, anche in caso di serie D (così scrive Tuttocalciocatania.com). Una notizia invece proviene da Avellino: la società irpina voleva comprare come estremo difensore Seculin (che piace anche al Gubbio), ma è destinato a Modena in B (dovrà fare il vice di Gagno con Tesser), pertanto adesso sta pensando a Simone Ghidotti della Fiorentina, l'anno scorso a difendere proprio la porta dei rossoblù (così riporta 'Tutto Avellino'). Dalla Liguria insistono: Alessandro Arena è ancora nel mirino della Virtus Entella perchè vogliono un degno sostituto di Schenetti (scrive Genova Today), ma il toto fantasista riguarda pure Belloni della Lucchese e Deli della Cremonese. Ruolo centravanti: Riccardo Maniero è un reale obiettivo, ma l'ingaggio del calciatore dell'Avellino frena la trattativa: in poche parole, costa troppo. Riceviamo e pubblichiamo un'e-mail alla nostra redazione (a firma di Matteo Fedini): «Salve Direttore, è stato esonerato Torrente: questo ormai si sapeva da giorni, però mi è dispiaciuto leggerlo sul sito ufficiale. Vorrei far sentire la mia vicinanza al mister tramite Lei ed il sito Gubbiofans che Lei guida in maniera esemplare. Un esonero non meritato per l'impegno, i risultati e la professionalità dimostrata nei cinque anni trascorsi con noi. Questa situazione però non deve intaccare il nuovo allenatore Braglia ed i calciatori che dovremo sostenere per migliorare il risultato del campionato appena finito. Saluti e buon proseguimento». Ex rossoblù: l'Asd Branca 1969 (campionato di Eccellenza) comunica la riconferma di Luciano Ramacci nel ruolo di team manager (era stato team manager dei rossoblù fino a due stagioni fa). L'Umbria celebra le eccellenze del calcio: appuntamento ad Assisi (presso la Locanda del Cardinale) lunedì alle ore 21 con il 'Grande Galà del Calcio Umbro': presenze importanti e riconoscimenti per Corvino, Baroni, Parolo, Giorgio Bresciani, Massimo Cacciatori (riceverà il premio "Giancarlo Brugnoni" per il Gubbio), Marcel Vulpis e la partecipazione di Mancini (telecronista di Dazn).            
•••••
• 17 GIUGNO 2022
Ora è ufficiale: Torrente esonerato; Braglia neo allenatore (biennale). Senza scaramanzia

La società eugubina non è scaramantica. Il nuovo allenatore viene annunciato di 'Venerdì 17'. Per la precisione alle ore 18:50. Un comunicato che recita che Piero Braglia sarà il nuovo allenatore del Gubbio: il tecnico di Cecina ha sottoscritto un contratto biennale, insieme al suo vice Domenico De Simone e il preparatore atletico Vito Barberio. A completare lo staff ci sarà anche il preparatore dei portieri Giovanni Pascolini. Già girava in tarda mattinata la foto di una stretta di mano tra il presidente Notari e il neo allenatore Braglia su alcuni siti web giornalistici per l'imminente firma dell'allenatore toscano. Foto che anche questa volta, come quella dello scorso 9 giugno, è stata consegnata ad una ristretta cerchia di giornalisti. Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi diventeranno una prova. Un proverbio recita: "A volte bisogna fingersi fessi, ma solo per capire dove può arrivare la gente che pensa di essere furba". Ormai lo staff tecnico-dirigenziale è al completo. Pertanto sono confermati in toto anche per la prossima stagione il direttore generale Giuseppe Pannacci, il direttore sportivo Davide Carmelo Mignemi (che ha appena firmato un annuale), il team manager Massimiliano Lazzoni e l'addetto agli arbitri Massimiliano Grilli. Con Federico Mariotti che continua ad essere l'uomo di fiducia e il braccio destro del patron Sauro Notari. L'organigramma quindi è fatto. Adesso si dovrà pensare solo al mercato dove si aspettano gli acquisti con il botto perchè serviranno calciatori di qualità, quindi funzionali per il gioco di Braglia e per il tanto agognato salto di categoria: le ambizioni sono delineate, l'obiettivo è la serie B, dopo un settimo posto conquistato con Torrente nella stagione appena finita. La scelta di ingaggiare Braglia non lascia equivoci in tal senso. Contestualmente la società eugubina ha ufficializzato l'esonero del tecnico Vincenzo Torrente, che è avvenuto con un comunicato stampa alle ore 18:33 (diciassette minuti prima dell'annuncio di Braglia): "l'A.S. Gubbio 1910 comunica di aver sollevato dall'incarico il tecnico della prima squadra Vincenzo Torrente. La società ringrazia il signor Torrente per il lavoro svolto sino ad oggi, e per la grande professionalità e attaccamento dimostrati durante il periodo del suo incarico". La scelta di chiudere la guida con Torrente crea clamore a Genova sponda genoana (» leggi notizia). Insomma, il Gubbio ha deciso: si cambia pagina, un addio doloroso con un allenatore amato dal pubblico e dalla città. Ora spetta al nuovo corso regalare delle gioie ai tifosi e costruire una squadra degna per fare il salto in cadetteria.  
•••••
• 16 GIUGNO 2022
Vulpis: "Grande successo di share per la finale playoff. Nessuna riforma a breve, solo ipotesi"

Intervista esclusiva con il vice presidente vicario della Lega Pro, con delega dell'area marketing e commerciale, nonchè giornalista professionista di lunga esperienza. Abbiamo il piacere di parlare con Marcel Vulpis. Un grande exploit a livello di immagine per la serie C quest'anno, il culmine con la finale di ritorno dei playoff a Palermo in diretta su Rai Due. Un commento? "Siamo stati efficaci su alcuni aspetti principalmente: a livello organizzativo a partire dal segretario generale Emanuele Paolucci fino ad arrivare a tutta l'area eventi come Giovanni Marchi e tanti altri come Nadia Giannetti. Diverse le risorse che si sono occupate dell'organizzazione e la cerimonia finale. Inoltre c'è stato un aspetto televisivo: il presidente Ghirelli si è impegnato a portare a casa questo risultato non banale della finale su Rai Due. Non è un caso il milione e 560 mila di contatti tv, con picchi del 9% di share. La sfida è stata vinta grazie ad un promozione fatta nei giorni precedenti sui media nazionali, giornali sportivi, e sulla stampa nei territori di Padova, Palermo e tutta la Sicilia. Si è creata un'attenzione che non si vedeva da tempo, con visibilità su Sky Sport e su ElevenSports. Un racconto del gioco condito dalle emozioni, soprattutto nel post gara. Per la prima volta della storia di Eleven si è impegnata a fare tre ore e mezza di diretta che abbiamo coordinato con vari colleghi, tra cui Walter Astori. Dico che è stato un successo pazzesco per Eleven in streaming, ma anche per la Lega Pro stessa. Questa è stata una mia idea che ho deciso di attuare per questa finale. Abbiamo trasmesso emozioni al cuore dei tifosi, nel caso specifico ai palermitani, portando anche i calciatori ai microfoni. Il calcio per me è questo: riportare emozioni o dentro lo stadio o per chi non si può permettere di acquistare proprio un biglietto. Al centro di tutto ci deve essere sempre il tifoso, questo sport non ha senso se non esiste l'esaltazione massima della passione, della fede calcistica, un sinallagma che non è contrattuale ma è una relazione fideistica tra il tifoso e il club". E noi siamo totalmente d'accordo in questo. Un'altra domanda che prettamente riguarda i campionati: ci sono voci che dicono che ci sarà una riforma a breve e le squadre promosse in cadetteria potranno essere aumentate. Le risulta? "Probabilmente ci sono delle ipotesi allo studio e saranno oggetto di analisi nei prossimi mesi. Ma questo campionato partirà sempre con 60 clubs divisi in tre gironi. Qualsiasi innovazione deve passare da una serie di step procedurali. Una riforma che porta all'evoluzione del prodotto calcio che lo arricchisce è sempre ben accetto". Questo significa che il campionato 2022-2023 resterà come il precedente, se abbiamo capito bene, giusto? "Ma certamente, il campionato parte il 28 agosto, le iscrizioni vengono chiuse il 22 giugno perentoriamente. Sicuramente ci sono ipotesi supervalide, ma saranno valutate nel corso del campionato in ottica magari per la prossima stagione (2023-2024 ndr). Trovo difficile che si possa arrivare ad una riforma in pochi giorni". Lei diverse volte è stato a Gubbio, pure nei playoff contro la Lucchese. Un suo parere sull'ambiente eugubino? "Il presidente Sauro Notari, lo staff tecnico e il direttore generale Giuseppe Pannacci. Posso dire che ho trovato una società seria, assolutamente professionale, legata a livello identitario al territorio, che ha voglia di crescere. Questa squadra ha fatto i playoff e ci ha messo il cuore, con un allenatore giusto che cerca di portare a casa sempre il risultato. Una struttura amata dai tifosi e che ha voglia di fare bene in questo campionato". Lunedì sera sarà ospite al 'Gran Galà del Calcio Umbro' in programma ad Assisi dove ci saranno diverse personalità di spicco. Che ci può dire? "Assolutamente contento. Quando si riceve un premio si è felici perchè viene riconosciuta una vicinanza, un attaccamento e una dote. Al di là di ciò credo che nel caso specifico mi è stata riconosciuta una presenza nei territori che normalmente in precedenza altri vice presidenti in altre epoche difficilmente hanno avuto. Il presidente Ghirelli in questo lo è anche più di me. Lo affianco perchè credo che sia un lavoro proficuo: con il confronto con i dirigenti si cresce meglio, tutti insieme, per fare una Lega sempre più forte andando sui posti sempre in punta di piedi e con grande rispetto".
•••••
Grafica, contenuto, elementi visivi del sito web è protetto da copyright dal momento del suo sviluppo. Il materiale utilizzato non deve essere usato in modo improprio senza citare la fonte.
•••••
Privacy e cookie policy unificata per i visitatori di questo sito: » Leggi tutto

Ultimo aggiornamento - Last update
data 25.06.2022 ora 16:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

Copyright 2021
Aut. 22/2006 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 20/01/2006
Iscrizione Roc al numero 21309

Sito web dal 2001 - copyright 2022

PROVVED. n. 231 GAZZETTA UFFICIALE n.163 del 9 luglio 2021
ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Questo sito usa cookie tecnici utilizzati al solo fine di erogare il servizio per il suo funzionamento mentre Google Analytics è anonimo e non coinvolge terze parti come indicato nell'informativa estesa sopra   

MAIN SPONSOR
(CLICK CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPAZIO BANNER E INFO:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020
Dopo 27 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Carpi
Ravenna
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Sudtirol
Feralpisalo
Gubbio
Arzignano Valc.
Virtus Verona
Imolese

10150
9020
6850
6190
5210
5020
3160
3000
2090
1810
1770
1580
1520
1120
980
980
930
910
810
530

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2021/2022

Emilia-Romagna (4)
Cesena, Imolese, Modena, Reggiana
Abruzzo (2)
Pescara, Teramo
Liguria (1)
Virtus Entella
Marche (3)
Ancona-Matelica, Fermana, Viterbese
Lazio (1)
Viterbese
Toscana (6)
Aquila Montevarchi, Carrarese, Grosseto, Lucchese, Pontedera, Siena
Umbria (1)
Gubbio
Sardegna (1)
Olbia

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy