LEGA PRO
GIRONE B - 2016/2017
31ESIMA GIORNATA
DOM. 26 MARZO 2017
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 16.30

GUBBIO

-

PARMA

-

32ESIMA GIORNATA
DOM. 2 APRILE 2017
STADIO "V. MAZZOLA"
ORE 16.30

SANTARCANGELO-GUBBIO

> Calendario in pdf: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Squadre

Venezia
Padova
Parma
Pordenone
Reggiana
Gubbio
Sambenedet.
Albinoleffe
Feralpisalo
Bassano
Santarcangelo
Maceratese (-2)
Sudtirol
Mantova
Forli

Modena
Fano
Lumezzane
Teramo
Ancona

67
59
57
54
52
47
45
43
42
40
39
37
32
31
30

29
29
28
27

24

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

31ESIMA GIORNATA
DOM. 26 MARZO 2017

Albinoleffe
Modena

-
-

Ancona
Sudtirol

-
-

Forli
Fano

-
-

Maceratese
Feralpisalo

-
-

Mantova
Teramo

-
-

Padova
Bassano

-
-

Pordenone
Lumezzane

-
-

Sambenedettese
Reggiana

-
-

Venezia
Santarcangelo

-
-

-

Marcatori 2016-2017
Lega Pro - Girone B

Mancuso Sambened.
Arma Pordenone
Calaio' Parma
Altinier Padova
Minesso Bassano
Gliozzi Sudtirol

19
14
12
11
10
10

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2016-2017

Ferretti
Candellone
Casiraghi
Valagussa
Ferri Marini
Rinaldi
Conti
Marini
Musto
Romano

9
6
5
4
4
3
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

32ESIMA GIORNATA
DOM. 2 APRILE 2017

Santarcangelo-Gubbio

Bassano-Albinoleffe

Fano-Mantova

Feralpisalo-Padova

Lumezzane-Ancona

Modena-Forli

Parma-Maceratese

Reggiana-Pordenone

Sudtirol-Venezia

Teramo-Sambenedet.

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it


Magi: "Un Gubbio ferito, ma ora ci mettiamo in gioco"

Sito per tutti i browser aggiornati. Per altri browser: (vedi). Privacy e Cookie Policy (vedi). Tutti i risultati (link).

IN FOTO, GIUSEPPE MAGI DOPO LA RIFINITURA.

L'allenatore rossoblù prima del match contro il Parma: "Vorrei rivedere un Gubbio sbarazzino con meno responsabilità sulle spalle. Abbiamo avuto un calo dovuto all'80% per un fattore psicologico. Ma con il Parma sarà una partita aperta". Lista dei 22 convocati: out Zanchi, Burzigotti e Otin Lafuente
A seguire tutti gli aggiornamenti e le news...

LE IMMAGINI DEL MATCH: » LE FOTO DI TERAMO - GUBBIO

25 MARZO 2017
Parla Giuseppe Magi dopo la rifinitura in vista della partita interna contro il Parma: "Ho visto un buon Gubbio in settimana. É un Gubbio ferito dopo la pesante sconfitta di Teramo. Ma la squadra si vuole mettere in gioco. Ho fiducia nei ragazzi e nel gruppo. Ma vorrei in campo una squadra più sbarazzina. Negli ultimi tempi abbiamo dato troppa importanza al risultato, la squadra si è sentita addosso troppa responsabilità. Ma non nego che in questo ultimo periodo c'è stato un calo: a mio avviso è dovuto per l'80% ad un fattore psicologico. Lo spiega il fatto che durante la settimana tutta la squadra riesce a reggere e quindi sopportare l'intenso carico di lavoro, e sa esprimersi a ritmi alti. La sconfitta con il Teramo? Una scoppola che ci servirà da lezione e in settimana ho voluto esprimere il sentimento di tutta la squadra. Ma da mercoledì in poi abbiamo pensato solo al Parma. Dobbiamo ritrovare la giusta umiltà, determinazione e grinta. Faremo la nostra partita. Sarà una partita aperta perchè entrambe le squadre vorranno vincere. Noi non vogliamo snaturare la nostra mentalità di gioco e sarà un piacere confrontarsi contro una grande squadra come il Parma. Credo che sarà una bella giornata di sport. Il modulo? Stavolta non mi sbottono, lo tengo per me e deciderò solo all'ultimo momento". Perciò c'è il nodo schieramento. Magi ha provato il 4-3-3 con il tridente Ferretti, Candellone e Ferri Marini, ma non è poi escluso che venga confermato il 4-3-1-2 con Casiraghi posizionato tra le linee a supporto del duo Ferretti e Ferri Marini (o Candellone). Per gli altri reparti sembra scontato l'impiego di Volpe in porta, difesa a quattro con Marini, Rinaldi, Piccinni e Petti, poi centrocampo a tre con Valagussa, Romano e Casiraghi (o Croce, se sarà 4-3-1-2). Convocati 22 calciatori: out Zanchi squalificato, Burzigotti che è infortunato, Monti e Otin Lafuente per scelta tecnica. Ma ecco tutta la lista: Bergamini, Candellone, Casiraghi, Conti, Costantino, Croce, Ferretti, Ferri Marini, Giacomarro, Kalombo, Lunetta, Marghi, Marini, Petti, Piccinni, Rinaldi, Romano, Stefanelli, Tavernelli, Valagussa, Volpe e Zandrini. In casa Parma invece ha parlato l'allenatore, Roberto D'Aversa, come spiega Parmacalcio1913.com: "Il nostro umore dopo gli ultimi risultati non è dei migliori. Abbiamo lavorato molto sotto l'aspetto psicologico: contro il Fano ci è mancata cattiveria e determinazione. Ma adesso affrontiamo un Gubbio che gioca molto bene a calcio. Arrivano da una sconfitta pesante e vorranno riscattarsi. Troveremo una squadra ferita. Ci sarà da lottare". Fischio d'inizio domenica alle ore 16:30 al Barbetti.
••••••
24 MARZO 2017
Verso il match contro il Parma: prove di 4-3-3 di Magi e i precedenti (pure su campo neutro)

Nella partita di andata finì 3-1. Vantaggio eugubino con Ferretti in avvio, poi cambia tutto e rimonta del Parma al Tardini: prima un autogol di Burzigotti, poi ad inizio ripresa uno-due nel giro di tre minuti di Calaiò e Nocciolini. In panchina c'era Apolloni, il presidente era Scala, con lo staff tecnico formato da Galassi e Minotti. Ora tutto è cambiato. C'è un altro allenatore: Roberto D'Aversa. C'è un altro direttore sportivo: Daniele Faggiano. E non c'è nemmeno più Nevio Scala che si era dimesso dopo l'esonero di Apolloni. La formazione emiliana proviene dalla sconfitta interna contro il Fano. Ducali che hanno un po' frenato la corsa nelle ultime tre giornate: una sconfitta e due pareggi. Mentre nelle restanti otto partite, nel girone di ritorno, avevano ottenuto ben sette vittorie ed un solo pari (nel big match giocato a Venezia). Gialloblù che si trovano in terza posizione in classifica: 16 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte (46 reti fatte e 30 subite). Il tecnico D'Aversa dovrebbe confermare il 4-3-3. Possibile undici. Bassi in porta. Difesa a quattro con Mazzocchi, Iacoponi, Lucarelli e Nunzella. Centrocampo a tre basato su Giorgino, Scozzarella e Scavone. In attacco probabile il tridente Scaglia, Calaiò e Baraye (o Nocciolini). L'ultima sfida casalinga riguarda il campionato di serie D della scorsa stagione. Partita di Poule Scudetto, si è giocato sul campo neutro di Sansepolcro (a porte chiuse): il Gubbio di Magi si era imposto per 2-1 sul Parma con le reti di Ferri Marini, Simonetti e gol vittoria di Crocetti nella ripresa. In casa rossoblù c'è il rientro di Ferretti che ha scontato un turno di squalifica. Il tecnico Magi in settimana ha provato anche il 4-3-3. Così in campo. Volpe in porta. Quartetto difensivo con Marini, Rinaldi, Piccinni e Petti. Trio di centrocampo basato su Valagussa, Romano e Casiraghi. In attacco il tridente Ferretti, Candellone e Ferri Marini. Ma non è escluso che venga confermato il 4-3-1-2. In tal caso reparto arretrato invariato. Trio di centrocampo con Valagussa, Romano e Croce (o Giacomarro). In avanti Casiraghi a giostrare tra le linee a supporto del duo di attacco Ferretti e Ferri Marini (o Candellone). Arbitrerà l'incontro il signor Niccolò Pagliardini di Arezzo. Gli assistenti sono Tommaso Diomaiuta di Albano Laziale e Riccardo Fabbro di Roma Due.
••••••
23 MARZO 2017
Candellone: "A Gubbio sto bene, la squadra mi valorizza e il tecnico Magi cura tutti i dettagli"

Curiosamente i calciatori non parlano a Gubbio, sono in "silenzio stampa", ma altrove non è la stessa cosa. E così ecco scovata un'intervista di Leonardo Candellone, attaccante rossoblù, in esclusiva per il portale Toronews.net dove dice: "A Gubbio mi sto trovando bene, non mi aspettavo di partire così forte e magari pensavo di metterci un po' di più per ambientarmi. Invece sono molto contento della scelta che ho fatto, penso che questa squadra e questo tecnico (Magi ndr) mi valorizzano al massimo. In che ruolo vengo adottato? Diciamo che dipende dal modulo. Se giochiamo con il 4-2-3-1 come un attaccante puro, se invece scendiamo in campo con il 4-4-2 tra i due attaccanti". Una piccola postilla: il Gubbio quest'anno ha giocato con il 4-3-3, con il 4-3-1-2 e con il 3-5-2. Tuttavia il giovane attaccante di proprietà del Torino prosegue dicendo: "Comunque non vengo più utilizzato sulla fascia, ma come punta centrale, ed è un ruolo che mi piace molto anche perchè gioco più vicino alla porta rispetto a prima". Alla domanda, come descrive il suo tecnico Magi, Candellone risponde così: "É davvero molto preparato: io venivo dagli insegnamenti di Longo che è stato fondamentale per me. Ma devo dire che ho trovato un altro ottimo mister: è preparatissimo su tutti i dettagli e cura al massimo ogni aspetto, le palle inattive e quant'altro. Anche a livello umano è una grande persona: davvero, sono contento della strada che ho preso". L'obiettivo sono i playoff? "Ad inizio anno l’obiettivo primario era senza dubbio quello di raggiungere la salvezza, poi una volta raggiunta abbiamo cominciato a giocare a mente più libera. Ora siamo in zona play off e quindi lottiamo per restare qui, poi vedremo. Sicuramente questa situazione ci porta a giocare queste ultime otto partite di campionato nel modo migliore possibile, ma lavorando e ragionando giorno dopo giorno: speriamo di essere magari fortunati nei play off e giocare alcune sfide cruciali in casa, ma prima dobbiamo pensare a mantenere la posizione. Questa categoria è molto difficile, in particolare modo questo girone è parecchio combattuto e il livello delle squadre è parecchio alto: non puoi mai permetterti di abbassare la guardia". Differenze dalla Primavera? "Penso che la differenza principale si noti soprattutto per quanto riguarda i ritmi: infatti sono più elevati a livello fisico, ma anche dal punto di vista mentale. Nonostante ciò sono molto contento di come sta andando questa prima stagione e penso che buona parte del merito vada anche al settore giovanile granata: il Toro ti prepara veramente bene, in modo valido". Ma ecco l'intervista integrale: (» leggi). Si ringrazia il collega Roberto Filippetti (grande tifoso granata) per la segnalazione di questo articolo.
••••••
22 MARZO 2017
Conti: "Ci sono dei ragazzi interessanti a Gubbio. Ma c'è gente competente e professionale"

Si è effettuato mercoledì pomeriggio il raduno al "Luciano Cambiotti" delle giovanili, alla presenza di Bruno Conti, responsabile per l'A.S. Roma Academy che da questa stagione è in collaborazione con l'Atletico Gubbio. Noi abbiamo parlato con Bruno Conti e ci ha fatto il punto: "Dopo il primo approccio avvenuto mesi fa, questa giornata è stata importante perchè in pratica c'è stato un primo raduno. C'è stato il modo di visionare dei ragazzi interessanti. E nella riunione tecnica abbiamo delineato la nostra metodologia di lavoro. In questi rapporti sono importanti anche le cose visive per insegnare tutto ai ragazzi". Già avete visto qualcosa su cui lavorarci sopra? "Ma certo. Abbiamo visto qualche ragazzo interessante da seguire: ne abbiamo individuati 4 o 5 veramente". Nomi non si fanno, giusto? "Nella maniera più assoluta, no". Mentre il rapporto con tutto lo staff eugubino, come sta proseguendo? "Direi stupendo. Con Fernando Barbetti c'è un rapporto da tanto tempo, segue il settore giovanile da anni ed è innamorato di questo: è una persona stupenda. Poi è bello lavorare con persone con una grande competenza come è Lucio Bove: d'altronde ha avuto esperienze anche all'Atalanta e quindi ha dei precedenti importanti. Collaborare con certe persone così professionali quando si tratta di Academy, è molto importante. Ma non solo per la Roma, ma anche per l'Atletico Gubbio. Ma questo settore va particolarmente incrementato. Oggi anche le società di serie A ricominciano a riscoprire il vivaio: è basilare lavorare con i giovani, e mi auguro che la famiglia Barbetti possa continuare a fare questo lavoro e noi cercheremo di dargli una mano". Tutto ciò implica che siete soddisfatti di questa nuova sinergia, vero? "Assolutamente sì. Questa è una società importante che segue i giovani, ti permette di fare anche degli scambi a livello di lavoro. Ma c'è anche competenza. Quando si parla di calcio sia con Fernando e Filippo Barbetti, sia con Lucio Bove, si parla veramente di calcio. E poi si parla di settore giovanile e per me è la cosa più bella". Un accenno sulla serie A: un giudizio sul campionato della Roma e la Juventus è veramente la più forte? "Per adesso sì, anche se il torneo non è finito. La Roma è sempre seconda e a mio avviso sta facendo un grande campionato. Purtroppo dispiace per l'uscita dalla Coppa Uefa. Ma adesso sarà importante giocare il ritorno in Coppa Italia contro la Lazio. Credo che Luciano Spalletti stia facendo un ottimo lavoro e adesso aspettiamo la fine del campionato. Solo in quel momento si possono dare dei giudizi". E nel calcio di oggi, esiste un calciatore alla Bruno Conti? "É difficile. Ma la mia più grande soddisfazione è aver visto un calciatore che è cresciuto nel settore giovanile che porta il nome di Alessandro Florenzi: sta facendo grandi cose, ci sta dando delle grandi soddisfazioni, anche se ora proviene da un brutto infortunio". La riunione tecnica (» vedi foto) è stata tenuta dall'allenatore giallorosso Mirko Manfrè con tutti gli allenatori dell'Atletico Gubbio. E alla riunione hanno partecipato anche l'allenatore della prima squadra (Magi), il suo staff tecnico (Pascolini, Cioffi e Negro) e il Ds Pannacci. Intanto il tecnico Giuseppe Magi torna sulla partita di Teramo e dice: "Questa sconfitta ci ha toccato nell'orgoglio e ci è servita da lezione. Dispiace molto a tutti noi aver subito una sconfitta così pesante. I tifosi vogliono che lottiamo su tutti i palloni e che onoriamo la gloriosa maglia rossoblù con grande determinazione: purtroppo non è accaduto domenica scorsa. Stiamo attraversando un periodo difficile della stagione. Per questo chiediamo l'aiuto di tutti e di tutto l'ambiente. Restiamo uniti perchè ne usciamo solo se siamo tutti insieme: squadra, società e tifosi. Abbiamo bisogno del sostegno dei tifosi rossoblù. Dico che da parte nostra metteremo tutto l'impegno possibile: con il Parma mi aspetto una grande prova di carattere contro un grande avversario".
••••••
Privacy e cookie policy unificata per i visitatori di questo sito: » Leggi tutto

Ultimo aggiornamento - Last update
data 25.03.2017 ora 14:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART. 122 DL 196/03; R. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2016/2017

Dopo 30 giornate:

Parma
Reggiana
Sambenedettese
Padova
Venezia
Modena
Mantova
Teramo
Fano
Ancona
Pordenone
Bassano
Gubbio
Maceratese
Forli
Feralpisalo
Albinoleffe
Santarcangelo
Sudtirol
Lumezzane

11750
7250
4220
3750
2970
2860
2130
1930
1830
1700
1440
1230
1190
1070
950
790
690
640
630
380

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2016/2017

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (5)
Forli, Modena, Parma, Reggiana, Santarcangelo
Friuli (1)
Pordenone
Lombardia (4)
Albinoleffe, Feralpi Salo, Lumezzane, Mantova
Marche (4)
Ancona, Fano, Maceratese, Sambenedettese
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (3)
Bassano, Padova, Venezia

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy