SERIE C - GIRONE B
ULTIMA GIORNATA
DOM. 5 MAGGIO 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 15

GUBBIO

1

V.C. VERONA

0

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Pordenone
Triestina (-1)
Imolese
Feralpisalo

Monza
Sudtirol
Ravenna
Vicenza
Sambenedettese
Fermana
Ternana
Gubbio
Teramo
Albinoleffe
Vis Pesaro
Giana Erminio
Renate
Rimini
Virtus Verona

Fano

73
67
62
62
60
55
55
51
50
47
44
44
43
43
42
42
39
39
38

38

Primi Verdetti:

PORDENONE in serie B

TRIESTINA, IMOLESE, FERALPI, MONZA, SUDTIROL, RAVENNA, VICENZA, SAMB e FERMANA ai PLAYOFF

RIMINI e VIRTUS VERONA ai PLAYOUT

FANO in serie D

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

38ESIMA GIORNATA
DOM. 5 MAGGIO 2018

Albinoleffe
Vicenza

0
1

Fano
Triestina

1
0

Fermana
Sambenedettese

1
3

Feralpisalo
Pordenone

2
2

Giana Erminio
Vis Pesaro

3
3

Ravenna
Imolese

3
3

Rimini
Renate

0
0

Teramo
Ternana

0
0

Sudtirol
Monza

0
3

-

Marcatori 2018-2019
Serie C - Girone B

Granoche Triestina
Perna Giana Erminio
Lanini Imolese
Candellone Pordenone

17
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

De Silvestro
Casiraghi
Marchi
Chinellato
Plescia
Casoli
Battista
Campagnacci
Espeche
Maini
Malaccari
Schiaroli

8
7
5
4
3
2
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it


Addio a Galderisi. Borsino allenatori: ora è lotta a due

Sito per tutti i browser aggiornati. Per altri browser: (vedi). Privacy e Cookie Policy (vedi). Tutti i risultati (link).

IN FOTO, GALDERISI. AVVENTURA ALL'EPILOGO.

Le strade si separano dopo il summit tra società e il tecnico. Adesso per il Gubbio c'è una impennata di due tecnici con origini toscane: in pole Guidi e subito dopo Alvini. Scendono le quotazioni di altri pretendenti. Mentre Galderisi saluta tutti: "Un abbraccio a tutta la città, e dico che finchè c'è Notari..."
A seguire tutti gli aggioramenti e le news...

LE IMMAGINI DEL MATCH: » LE FOTO GUBBIO - VIRTUS VERONA

23 MAGGIO 2019
Quella sensazione era fondata. Ora è ufficiale. Le strade tra il Gubbio e Galderisi si separano. Come avvenne nel 2004. Arrivò a campionato in corso, ma a fine stagione non fu confermato: al suo posto nella stagione successiva fu scelto Ezio Castellucci. Nell'ultima stagione è arrivato a campionato in corso (dopo l'esonero di Sandreani dopo la sconfitta con il Renate del 25 novembre 2018), ma a giugno 2019 non rinnova. Perciò è addio, sancito dopo l'incontro che c'è stato tra le parti giovedì mattina (23 maggio). Adesso si deve iniziare di nuovo tutto daccapo. Nelle ultime due stagioni sono cambiati ben cinque allenatori. E adesso si aspetta il sesto. Bisognerà vedere chi sarà il prescelto. Diciamo che in questo preciso momento salgono le quotazioni di Federico Guidi, classe 1976, che finora ha avuto esperienze nel campo delle formazioni giovanili. A partire da Empoli, Fiorentina, mentre nelle ultime due annate ha guidato prima la Nazionale Under 20 e poi ultimamente gli Azzurri Under 19. Guidi è toscano è il suo modulo prediletto è il 4-3-3. Subito dietro in pole c'è Massimiliano Alvini, classe 1970, reduce tra i prof dalle esperienze di Albinoleffe, Pistoiese e Tuttocuio. Pure Alvini è toscano e il suo modulo prediletto invece è il 3-5-2. Secondo gli ultimi rumours ormai è una lotta tra questi due nomi. D'altronde il patron Notari sta cercando un tecnico giovane che faccia giocare anche dei giovani: ecco spiegato perchè è stato individuato Guidi come figura cardine per portare avanti questo progetto, in quanto è abituato a lavorare con i giovani. Tuttavia anche Alvini ha buone credenziali sotto questo aspetto. Attualmente è questo un borsino ragionato sulla chance dei candidati come allenatore. Perciò sono in ribasso sia le quotazioni per un ritorno di Magi e sia verso l'interessamento al trainer Marcolini che piace a molte pretendenti, tra le quali Vicenza, Siena e pure il Sudtirol (se Zanetti dovesse andare via da Bolzano). Chiaro che con un nuovo allenatore possono essere messi in discussione alcuni rinnovi con calciatori in scadenza. Stesso discorso vale per coloro che sono tornati in prestito alle squadre di appartenenza. Adesso, senza Galderisi, tutto può cambiare. Intanto lo stesso Giuseppe Galderisi lascia Gubbio con queste parole (con un comunicato stampa): "Al termine di una annata positiva in termini di risultati per la società e di un mio rilancio personale, abbiamo deciso comunque di salutarci, nel rispetto di una società che da subito deve programmare il futuro e delle mie ambizioni personali, che mi portano ad avere tempi più lunghi per attendere l'evoluzione di altre situazioni. L'abbraccio con il presidente Notari è stato il gesto che più racchiude il rapporto nato in questi mesi. Il mio abbraccio si estende a tutta la città e vorrei rassicurare gli eugubini sostenendo con convinzione che finché Notari sarà il presidente del Gubbio, ci sarà sempre il calcio ad alti livelli".
••••••
22 MAGGIO 2019
Playoff con brivido. Avanti Feralpisalò e Imolese. E adesso entra in gioco pure la Triestina

Primo turno playoff nazionali da brivido. Tuttavia due squadre del girone passano alla fase successiva. La Feralpisalò pareggia 2-2 a Catanzaro e passa il turno perchè all'andata si era imposta sui calabresi per 1-0. Vantaggio dei gardesani con Pesce, però poi è rimonta dei giallorossi prima con De Risio e poi raddoppio di Fischnaller. A ristabilire la parità ci pensa Legati ad un minuto dal termine. Assente l'ex eugubino Casoli nella formazione di Auteri che così viene eliminata. Altro incontro tirato in quel di Imola dove l'Imolese perde in casa per 3-1 con il Monza, ma passa il turno in virtù della vittoria per 3-1 al Brianteo di domenica scorsa. Risultato di parità, ma conta il miglior piazzamento in classifica della stessa Imolese perchè era testa di serie. Prima doppio vantaggio dei biancorossi nel primo tempo con le reti di D'Errico su rigore e Lepore, ma De Marchi a venti minuti dal termine fa tirare un sospiro di sollievo alla formazione guidata da Dionisi, e nel finale D'Errico segna il terzo gol ma non basta. Così il Monza esce dai playoff: l'ex Marchi si trovava in panchina in questo match ed è subentrato solamente nell'ultimo quarto d'ora di gioco. Pure nelle altre partite non si è scherzato. Il Catania dell'ex allenatore Sottil (e in campo gli ex Pisseri, Di Piazza e Marotta) ha raggiunto la qualificazione a nove minuti dal termine quando proprio Di Piazza pareggia e rende vano il gol che aveva segnato Lescano nel primo tempo per gli ospiti. All'andata era finita 1-1, con lo stesso risultato, perciò passano i siciliani per il miglior piazzamento (idem come l'Imolese). Passano il turno altre due toscane. Il Pisa batte per 2-1 la Carrarese, mentre l'Arezzo (in campo l'ex rossoblù Luciani) vince pure a Viterbo contro la Viterbese per 2-0. Così agli ottavi di finale ci saranno Imolese, Feralpisalò, Catania, Arezzo e Pisa, da adesso entreranno in gioco pure le seconde classificate di ogni girone: ovvero Piacenza, Triestina e Trapani. Totoallenatori. In partenza dal Sudtirol ci sarebbe il tecnico Zanetti che è finito nel mirino del Vicenza ma piace pure al Siena, così gli altoatesini stanno pensando a prendere l'allenatore Marcolini (ora è all'Albinoleffe) che piace anche al Gubbio. Così scrive Trivenetogoal.it e poi pure Tuttoc.com.
••••••
21 MAGGIO 2019
Tanta carne al fuoco. Rebus mercato allenatori. Sirene per Galderisi. Il Gubbio cerca altrove

Tanta carne al fuoco. E non si escludono colpi di scena. In attesa dell'incontro in settimana previsto tra l'allenatore Galderisi e il presidente Notari. Tanta carne al fuoco perchè arrivano notizie nuove, ovvio non da Gubbio (dove il silenzio ormai è predominante), ma da altrove. La notizia principale è che il trainer Giuseppe Galderisi, che sembrava finire al Padova, in realtà è appetito da altre realtà ed ora potrebbe vagliare diverse ipotesi. Infatti il tecnico salernitano è finito nel mirino adesso di due squadre lombarde: si parla di Feralpisalò e Monza. In verità è risaputo che Galderisi conosce bene il presidente Silvio Berlusconi ma anche Adriano Galliani dai tempi del Milan. Come dimostra anche quel cordiale saluto e abbraccio tra l'attuale amministratore delegato dei brianzoli Galliani e il tecnico rossoblù prima del match di campionato proprio a Monza. E curiosamente, proprio a Monza, Galderisi potrebbe così ritrovare l'attaccante Ettore Marchi, sul quale ha sempre espresso frasi con grandi elogi e stima. Ma c'è un'altra soluzione all'orizzonte. Ovvero ci sarebbe anche l'interessamento della Vis Pesaro (che coordina il mercato con la collaborazione con la Sampdoria): tra i vissini esiste la figura del diesse Claudio Crespini che conosce molto bene Giuseppe Galderisi perchè entrambi erano in rossoblù, cioè nell'esperienza eugubina datata 2004 (che fu condita con l'approdo ai playoff, poi persi in semifinale contro la Sangiovannese guidata allora da Maurizio Sarri). Ma c'è un'altra indicazione e riguarda pure il Gubbio. Infatti, a quanto pare, ora la società rossoblù si è già mossa per contattare una girandola di nomi di allenatori. Tra questi c'è stato pure Giuseppe Magi, che potrebbe concludere la sua esperienza alla Sambenedettese. Viene riportato in questo articolo dall'emittente Rtv San Marino (» leggi tutto). Non è una novità che in casa Gubbio è stato già contattato Massimiliano Alvini (ex Albinoleffe) e piace il giovane Federico Guidi, attuale allenatore della Nazionale Under 19. Sul taccuino figura anche il tecnico Michele Marcolini (ora è sulla panchina dell'Albinoleffe), ma difficilmente lascerà la società seriana. Durante la trasmissione «C Piace» condotta da Lorenzo Giardi su Rtv San Marino, era ospite lo stesso Giuseppe Magi che ha confessato: "Ma sì, ho sentito la dirigenza del Gubbio. Poco prima dei Ceri. Il Gubbio ha un discorso aperto con Galderisi, un allenatore che ha fatto molto bene, perchè subentrare in una squadra in difficoltà per portarla alla salvezza è sempre un risultato importante. Ma loro si stanno guardando già intorno, se non ci dovrebbero essere i presupposti per proseguire con Galderisi. Perciò hanno il piacere di fare pure una chiacchierata con me e dal sottoscritto ho dato la mia disponibilità. Fermo restando che fino a fine giugno sono un tesserato della Samb, perciò insieme con il diesse Fusco siamo in attesa pure degli sviluppi societari. Sto vagliando diverse possibilità dove poter lavorare, ma per Gubbio provo tanto affetto ed è una cosa non da poco conto".
••••••
20 MAGGIO 2019
L'editoriale. Dal "morso del lupo" e ripristinare l'effetto simpatia. Con cognizione di causa...

Lo scrivevamo esattamente un anno fa. Cioè: "Dal morso del lupo" e "Ripristinare l'effetto simpatia". Frase che resta sempre attualissima. Nulla è cambiato rispetto ad un anno fa. Una salvezza raggiunta al fotofinish come l'anno scorso. Due allenatori cambiati in questa stagione per arrivare all'obiettivo, l'anno scorso addirittura tre in corsa. Cinque allenatori in due stagioni. Scrivevamo anche un commento che tutt'oggi resta sibillino. Eccolo di seguito. Quando "si sente il morso del lupo" si deve fare attenzione: per la prossima stagione vanno evitati certi errori. Si parte da un presupposto. Essere umili nel lavoro, non pretendere di sapere tutto ed essere presuntuosi. Ognuno si prenda le proprie responsabilità. Ognuno svolga il suo ruolo senza prevaricare l'altro in maniera più aperta e trasparente possibile. Non creare false illusioni o inopportune aspettative. Comunicazione cristallina, limpida e comprensibile verso tutti (stampa, tifosi e non). Va tanto di moda il vocabolo "vogliamo il bene del Gubbio" o "il Gubbio è della città". Ma non deve restare sulla carta, deve portare i fatti. Cioè deve tornare l'effetto simpatia in una piazza che ha avuto un calo vertiginoso di spettatori in una stagione. Curiosamente, anche questo commento, torna di attualità. É bastato riavvolgere il nastro. Per rivedere e rispolverare certi concetti. Per questo motivo adesso è necessario programmare con le dovute accortezze. Per lavorare, per costruire, per progettare, servono prima di tutto delle basi e pure delle garanzie. Non si deve mai perdere la cognizione della realtà. Occorre volare basso. Occorre stare sempre con i piedi ben saldi per terra. Nel proporre dettagli costruttivi, noi veniamo tacciati talvolta di essere esagerati, dei pessimisti (o dei gufi), da costoro (per fortuna si contano sulla punta delle dita) che pensano solo al proprio orticino, ai propri interessi personali, sanno solo usare slealtà e invenzioni (deliberate) senza cognizione di causa. Verità nascoste che poi vengono sempre alla luce del sole. Però i veri conoscitori di calcio (che almeno si reputano tali), devono comprendere che solo attraverso la conoscenza di tutti i dettagli (comprese le critiche costruttive, che vanno analizzate profondamente e non insabbiate) riescono a realizzare un lavoro qualitativo, duraturo e perfettamente funzionale. Per questo motivo ribadiamo la necessità e la consapevolezza che al più presto venga pure ripristinata una comunicazione chiara e diretta verso la città, perchè poi si creano ambiguità e malintesi. In aggiunta, però, c'è da fare un'altra analisi concreta. Aver mantenuto la serie C, in un periodo di magra per tante società blasonate, è un fattore importante. Perciò va riconosciuto che il presidente Sauro Notari ci butta (per la Gubbio Calcio) tempo e denaro. Ci sono scadenze, degli impegni economici, si deve mantenere un budget per non sforare e quindi si cerca sempre di fare il passo non più lungo della gamba. E al momento attuale solamente Notari può portare avanti il progetto Gubbio Calcio. Altri imprenditori, al momento attuale, pronti a foraggiare il Gubbio non se ne vedono. Nemmeno con il binocolo. Questa è la realtà dei fatti. Questo va detto e precisato.
••••••
Privacy e cookie policy unificata per i visitatori di questo sito: » Leggi tutto

Ultimo aggiornamento - Last update
data 23.05.2019 ora 16:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 38 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Rimini
Monza
Pordenone
Vis Pesaro
Teramo
Ravenna
Sudtirol
Albinoleffe
Fermana
Fano
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Giana Erminio
Imolese
Renate

8070
4420
2550
2470
2120
2110
1790
1650
1630
1410
1000
1000
990
940
880
860
690
680
550
290

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy