SERIE C - GIRONE B
FASE PLAYOFF
LUN. 22 MAGGIO 2023
ST. COMUNALE-GASTONE
ORE 20:30

V.ENTELLA

3

GUBBIO

1

primo round
GIO. 18 MAGGIO 2023
STADIO PIETRO BARBETTI
GUBBIO - ENTELLA 2-0

> Calendario in pdf.: (vedi)

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA FINALE
2022-2023

Reggiana
Cesena
Entella
Carrarese
Gubbio
Pontedera
Ancona
Lucchese
Rimini
Recanatese
Siena (-6)
Fermana
Olbia
Fiorenzuola
Torres
Vis Pesaro
Alessandria
S. Donato Tav.
Imolese (-6)
Montevarchi

81
79
79
62

61
60
58
51
47

47

44
44

41
41

41
39
38

37
28
28

VERDETTI:
REGGIANA IN
SERIE B

MONTEVARCHI E IMOLESE IN SERIE D

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

38ESIMA GIORNATA
DOM. 23 APRILE 2023

Alessandria
Cesena

0
1

Lucchese
Olbia

2
0

Recanatese
Ancona

4
0

Reggiana
Imolese

2
2

Rimini
Montevarchi

1
1

S.Donato Tavarnelle
Fiorenzuola

1
0

Siena
Virtus Entella

1
2

Torres
Fermana

1
1

Vis Pesaro
Carrarese

1
0

Marcatori 2022-2023
Serie C - Girone B

Ragatzu Olbia
Corazza Cesena
Santini Rimini
Capello Carrarese
Sbaffo Recanatese

19
18
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2022-2023

Arena
Di Stefano
Vazquez
Bulevardi
Spina
Mbakogu
Toscano
Artistico
Semeraro
Morelli
Bonini
Bontà
Portanova
Redolfi

10
6
6
5
5
4
3
2
2
2
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Gubbiofans.it

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it


Ecco il borsino di chi rimane e chi può partire. Le foto

Sito browser aggiornati. Per altri browser: (vedi). Privacy e Cookie Policy (vedi). Tutti i risultati (link). Bilanci (vedi)

IN FOTO, ARENA, AL CENTRO DEL MERCATO.

Ci sarà da programmare una intera stagione. Diversi punti interrogativi. Sotto contratto ci saranno tredici calciatori, ma Arena sarà un reale oggetto di mercato. Fine prestito per sei, figurano Spina e Di Stefano. In scadenza infine vanno in tre, tra cui Redolfi. Il resoconto. Le foto di Entella-Gubbio
A seguire tutti gli aggiornamenti e le news...

LE IMMAGINI SALIENTI: » LE FOTO DI ENTELLA - GUBBIO 

Questo sito usa cookie tecnici utilizzati al solo fine di erogare il servizio di funzionamento e di conseguenza non coinvolge terze parti come indicato nell'informativa estesa che riportiamo in questo link (» leggi tutto). In base alla nuova normativa con provvedimento n.231 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.163 del 9 luglio 2021
►• 25 MAGGIO 2023
Con la chiusura del campionato e con l'estromissione dai playoff, si deve per forza cominciare adesso a pensare alla prossima stagione e ci saranno ancora diverse cosette da sistemare. Intanto, come già scritto in questi giorni, si dovrà sapere quale sarà il futuro di due figure cardine. In primis l'allenatore Piero Braglia che, tuttavia è ancora legato con un altro anno di contratto (fino a giugno 2024) con il club rossoblù, ma è altrettanto chiaro che tutto dipenderà dal colloquio chiarificatore che ha chiesto il trainer toscano con la proprietà per avere quelle garanzie minime per poter disputare un campionato ai vertici senza i mugugni e le problematiche che hanno caratterizzato il mercato di gennaio, situazioni che poi hanno influito sul proseguo del torneo. In secondo luogo, altra questione molto importante, c'è da definire la posizione del direttore sportivo Davide Mignemi che va in scadenza di contratto: anche in questo caso sarà decisivo l'incontro tra il diesse siciliano e la società. Per quanto riguarda i calciatori ci sono diverse situazioni da risolvere con tanti nodi da sciogliere. Partiamo da quei calciatori che saranno sotto contratto anche per la prossima stagione perchè la scorsa estate (con l'arrivo di Braglia) avevano firmato un biennale con il sodalizio eugubino: nell'ordine sono il portiere Di Gennaro, i difensori Portanova, Corsinelli, Semeraro e Morelli, i centrocampisti Bontà, Rosaia e Toscano, e l'attaccante Vazquez. Sotto contratto ci sono pure il difensore Signorini che ha prolungato con i rossoblù in questa stagione fino a giugno 2024. Il funambolo Arena aveva prolungato il contratto nella passata stagione per altri due anni, quindi andrà in scadenza sempre a giugno 2024, e lo stesso discorso è stato fatto per il centrocampista offensivo Bulevardi che quindi è legato al Gubbio per un altro anno. A gennaio aveva firmato un contratto fino a giugno 2024 invece il terzino sinistro Nicolao proveniente dal Foggia. In pratica ci sono tredici calciatori contrattualizzati con il Gubbio e di conseguenza sono utilizzabili anche per la prossima stagione. In prestito invece risultano gli attaccanti Spina (che è di proprietà del Crotone) e Di Stefano (di proprietà della Sampdoria), oltre al centrocampista Vitale (di proprietà del Monopoli, con la clausola di possibile riscatto per il Gubbio) e al difensore Bonini (di proprietà della Virtus Entella). Stesso discorso con una formula del prestito in scadenza per l'attaccante Arras (è del Siena) e per il difensore Dutu (destinato a ritornare alla Fiorentina). A fine contratto infine i difensori Redolfi e Tazzer, e il portiere Greco. 

►• 24 MAGGIO 2023
In futuro possibile girone di ferro con Spal, Perugia e Samp. Braglia e Mignemi in attesa

Il prossimo anno con ogni probabilità sarà un girone di ferro. L'ipotesi più plausibile è che il Gubbio continui nel girone B dove ci saranno la Spal e anche il derby con il Perugia. Nientemeno si parla che potrebbe finirci addirittura la Sampdoria. E perchè i rossoblù dovrebbero avere come avversario il team doriano? La squadra blucerchiata, oggi nella massima serie, è già retrocessa matematicamente in serie B e non potrà partecipare nemmeno al campionato cadetto per le evidenti difficoltà finanziarie. Come avvenne alcuni fa con la Fiorentina (all'epoca Florentia Viola e fu avversaria proprio del Gubbio), per l'appunto la Sampdoria potrebbe ripartire con una nuova società dalla serie D ma nello Statuto Federale (come fu concesso alla Fiorentina nel 2002) c'è un cavillo che riconosce uno sconto di una categoria a quelle compagini che hanno vinto almeno uno scudetto. Ecco dunque che il Gubbio potrebbe essere inserito con Carrarese, Lucchese, Pontedera, con il neopromosso Arezzo, oltre il Siena (se riescono a sanare la loro posizione): questo per quanto riguarda le avversarie toscane. Potrebbe essere inserita dalla Liguria la neopromossa Sestri Levante, oltre alla Sampdoria. Dalla regione Emilia Romagna invece troviamo la Spal, il Fiorenzuola e il Rimini. Di seguito le squadre marchigiane con Ancona, Fermana e Recanatese, poi le avversarie sarde che sono Olbia e Torres Sassari, infine la piemontese Alessandria. Non abbiamo inserito per ora Entella e Cesena che ancora si stanno giocando i playoff, ma non è escluso che entrambe ritorneranno in pista in serie C, una delle quali di queste compagini sicuramente. Quindi, come dicevamo, eccoci al Gubbio e il Perugia. Questo potrebbe essere il girone futuro se si manterranno gli stessi parametri della passata stagione, ovvero se per tutti i raggruppamenti di serie C si terrà conto dell'area territoriale geografica per via orizzontale: così facendo il Gubbio si ritroverebbe nel girone del Centro Italia. Se tutto sarà tutto come da copione ecco le nuove avversarie più blasonate. Il Perugia che è appena retrocesso dalla serie B e la squadra del patron Santopadre ritroverebbe il Gubbio dopo due sole annate, l'ultimo scontro ci fu nella stagione 2019-2020. L'ultima volta contro la Spal risale al magico campionato vinto da Torrente in panchina (con la cavalcata verso la B) nella stagione 2010-2011. E se ci fosse anche la Sampdoria? É già successo, nel campionato di serie B nella stagione 2011-2012. Insomma, è molto probabile un 'girone di ferro' e quindi la programmazione dovrà essere da subito ben chiara. Perchè ripetersi non è facile. Oltretutto se si vuole migliorare la posizione di quest'anno serviranno investimenti ancora più corposi. Dipenderà tutto da quali saranno i programmi societari: se si punta in alto oppure basta mantenere la categoria. Per questo motivo il tecnico Braglia attende lumi dalla proprietà. Mentre il diesse Mignemi attende la chiamata della società.  

►• 23 MAGGIO 2023
Focus playoff. Se il day after è troppo amaro. Da risolvere alcune frizioni: Braglia e società

Regna l'amarezza, è inevitabile. Dopo la gara vinta per 2-0 all'andata nessuno si sarebbe aspettato un epilogo così con la rimonta che è riuscita ai liguri dopo la prova opaca dell'andata. Purtroppo proprio nel return match sono venuti a galla i valori reali delle due compagini. Organico ampio, esperienza, caparbietà, furbizia e qualità abbinate ad una grande aggressività dei calciatori dell'Entella che non si era vista nel primo round giocato a Gubbio. Non è un caso che all'andata nessuna testa di serie era riuscita a vincere, però poi nella gara di ritorno hanno passato il turno proprio loro... le teste di serie. In alcune occasioni è avvenuto con dei ribaltoni roboanti, non solo quello subito dal Gubbio contro l'Entella, ma è stato eclatante l'exploit del Foggia che ha ribaltato il 4-1 dell'andata vincendo in casa al fotofinish per 3-0 spinto da un pubblico rossonero incredibile. Dicevamo, storia di una profonda delusione per il Gubbio. Tanta delusione, vero. Ma anche tanto orgoglio per una stagione superlativa. Il Gubbio ha chiuso il campionato al quinto posto e questo non va dimenticato. Ma è altrettanto vero che c'è una delusione da smaltire in fretta perchè qualcuno aveva sognato ad occhi aperti pensando a quella magica cavalcata del 2011 con Torrente in panchina, però quel qualcuno si è dimenticato che i miracoli avvengono raramente. Presto si passerà alla progettazione della prossima stagione. Però ci saranno molte questioni da chiarire come ha specificato il tecnico Pietro Braglia dopo il match di Chiavari. Forse, qualcuno, si era illuso troppo dopo il girone di andata dove la squadra andava a gonfie vele e si è pensato pure alla serie B. A gennaio il mercato è stato scarno e il Gubbio ha pagato dazio perdendo lo smalto e la brillantezza. Con ogni probabilità proprio in quel momento si è rotto qualcosa a livello di fiducia da parte del tecnico verso la proprietà. Da lì sono iniziati i presunti malumori. Dal quel preciso istante ci sarebbero frizioni tra la società e il tecnico toscano che è rimasto scontento di alcune scelte di mercato fatte nella sessione invernale, soprattutto sul fronte avanzato, dove la dirigenza rossoblù ha scelto di non intervenire. Nonostante il contratto fino al 2024, al termine della stagione, l'allenatore Piero Braglia potrebbe addirittura lasciare Gubbio. Ecco perchè sarà importante l'incontro prossimo tra le parti e da quel momento si capirà con precisione se il rapporto continuerà in maniera serena e con unità di intenti. Come ci sarà da definire pure la posizione del direttore sportivo Davide Mignemi in scadenza di contratto. Alcune curiosità dalle gare di ritorno dei playoff. Ecco il numero preciso degli spettatori (molto elevato) a livello cronologico: Pescara-Virtus Verona (9295 paganti); Vicenza-ProSesto (8306 paganti); Foggia-Cerignola (6212 paganti); Lecco-Ancona (4085 paganti); Entella-Gubbio (1714 paganti).    

►• 22 MAGGIO 2023
Braglia: "Voglio il colloquio col patron". Volpe: "Noi aggressivi". Le foto di Entella-Gubbio

L'avventura nei playoff finisce qui. Un avvio shock condiziona subito la partita perchè viene vanificato quanto di buono era stato costruito nella gara di andata con due reti incassate nei primi dieci minuti. Quasi immediata la rete di Merkaj che in diagonale sorprende Di Gennaro in uscita. Il raddoppio su punizione di Ramirez con una mattonella calibrata che ha tolto le ragnatele dal sette. Nella ripresa c'è anche il bis personale di uno scatenato Merkaj che segna il 3 a 0 trovando l'angolino basso dopo un assolo al limite. Rigore finale segnato da Vazquez a cinque minuti dal termine, ma ormai era troppo tardi. Un vero peccato. Una rimonta difficilmente pronosticabile. Purtroppo ha influito un approccio molle come del resto era già avvenuto in campionato contro le squadre più blasonate in trasferta (vedasi sconfitte di Cesena o a Reggio Emilia). Ma soprattutto è stato determinante l'organico più armonioso e robusto dell'Entella, in aggiunta alla caparbietà, alla esperienza e l'astuzia di calciatori di rango che sanno fare la differenza in certe competizioni. Ma tutto sommato è stato un campionato importante: il Gubbio ha fatto un'ottima stagione e da questa base si può ripartire. Le dichiarazioni. Il trainer Piero Braglia è stato sintetico: "Prendere un gol dopo appena tre minuti così non è facile da digerire. Ma c'è da dire che poteva esserci anche una espulsione nei confronti di Manzi per una gomitata su Spina. All'andata Morelli ha ricevuto il cartellino rosso per molto meno. Purtroppo certe situazioni possono fare la differenza alla resa dei conti. Ma siamo contenti lo stesso della stagione perchè penso che abbiamo fatto un'ottima annata. Se resto a Gubbio? Prima mi voglio incontrare con il presidente (Notari ndr) perchè bisogna chiarire diverse cose. Aspetto prima questo colloquio. Poi una volta che ci siamo chiariti, vi faremo sapere a tutti gli organi di stampa". L'allenatore dei liguri Gennaro Volpe invece ha specificato: "Volevamo partire forte con un approccio importante. Abbiamo puntato sull'aggressività in avvio e credo che abbia giovato perchè siamo riusciti nel nostro intento. Diciamo che la bella punizione di Ramirez ci ha spianato la strada. La gara è stata tirata. Per questo motivo faccio i complimenti al Gubbio: è una squadra competitiva, solida e ha disputato una ottima stagione". Ma ecco le immagini di Entella e Gubbio. Si ringrazia Nicolò Pagliettini della Virtus Entella Calcio. Nel link (» vedi foto).

Rubrica di approfondimento - Gli articoli più letti e visionati del 2022: ► leggi tutto
  
•••••
Grafica, contenuto, elementi visivi del sito web è protetto da copyright dal momento del suo sviluppo. Il materiale utilizzato non deve essere usato in modo improprio senza citare la fonte

•••••

Privacy e cookie policy unificata per i visitatori di questo sito: » Leggi tutto

Ultimo aggiornamento - Last update
data 25.05.2023 ora 22:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

Copyright 2021
Aut. 22/2006 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 20/01/2006
Iscrizione Roc al numero 21309

Sito web dal 2001 - copyright 2023

PROVVED. n. 231 GAZZETTA UFFICIALE n.163 del 9 luglio 2021
ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Questo sito usa cookie tecnici utilizzati al solo fine di erogare il servizio per il suo funzionamento, pertanto non usa cookie di profilazione e non coinvolge terze parti come viene indicato nell'informativa estesa sopra indicata nel banner   

MAIN SPONSOR
(CLICK CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPAZIO BANNER E INFO:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2022/2023
Dopo 38 giornate:

Cesena
Reggiana
Rimini
Ancona
Siena
Torres
Fermana
Entella
Lucchese
Vis Pesaro
Gubbio
Carrarese
Alessandria
Olbia
Montevarchi
Recanatese
Fiorenzuola
Pontedera
Imolese
S.Donato Tav.

8800
6230
2980
2810
2560
2550
1260
1220
1180
1170
1040
1000
990
860
840
580
520
500
430
340

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2022/2023

Emilia-Romagna (5)
Cesena, Fiorenzuola, Imolese, Reggiana, Rimini
Liguria (1)
Virtus Entella
Marche (4)
Ancona, Fermana, Recanatese, Vis Pesaro
Piemonte (1)
Alessandria
Toscana (6)
Aquila Montevarchi, Carrarese, Lucchese, Pontedera, San Donato Tavarnelle, Siena
Umbria (1)
Gubbio
Sardegna (2)
Olbia, Torres

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy