SERIE C - GIRONE B
20ESIMA GIORNATA
DOM. 24 GENNAIO 2021
STADIO ALBERTO BRAGLIA
ORE 12:30

MODENA

2

GUBBIO

0

21ESIMA GIORNATA
SAB. 30 GENNAIO 2021
STADIO PIETRO BARBETTI
ORE 15

GUBBIO-SAMBENED.

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA
2020-2021

Sudtirol
Modena
Perugia
Padova
Cesena
Sambenedettese
Mantova
Matelica
Virtus Verona
Feralpisalo

Triestina
Carpi
Gubbio
Fermana
Legnago Salus

Vis Pesaro
Fano
Imolese
Ravenna

Arezzo

40
39
37
37
35
33
32
31
29
29

29
24
23
22
21

18
16
16
14

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

20ESIMA GIORNATA
DOM. 24 GENNAIO 2021

Arezzo
Feralpisalo

2
3

Cesena
Virtus Verona

1
3

Fano
Perugia

0
0

Imolese
Padova

1
1

Legnago Salus
Vis Pesaro

2
1

Mantova
Fermana

1
0

Matelica
Triestina

3
2

Sambenedettese
Carpi

5
1

Sudtirol
Ravenna

2
1

-

Marcatori 2020-2021
Serie C - Girone B

Bortolussi Cesena
Ganz Mantova
Mokulu Ravenna
Guccione Mantova

12
10
10
9

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2020-2021

Gomez
Gerardi
Oukhadda
Sainz Maza
De Silvestro
Ferrini
Malaccari
Munoz
Pasquato
Signorini

6
3
2
2
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

21ESIMA GIORNATA
DOM. 31 GENNAIO 2021

Gubbio-Sambenedet.

Carpi-Mantova

Feralpisalo-Matelica

Fermana-Sudtirol

Padova-Fano

Perugia-Arezzo

Ravenna-Legnago S.

Triestina-Cesena

Virtus Verona-Imolese

Vis Pesaro-Modena

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it


Ecco Fedato. Probabile Onisa. E Gerardi (...). Le foto

Sito per tutti i browser aggiornati. Per altri browser: (vedi). Privacy e Cookie Policy (vedi). Tutti i risultati (link). Bilanci (vedi)

IN FOTO, FRANCESCO FEDATO, ATTACCANTE.

Si prepara il colpo per la punta già alla corte di Torrente in B con il Bari. Finora a Caserta e un bel curriculum alle spalle (Samp e Catania in A): pronto accordo fino al 2022. Gerardi ha le valigie pronte: la Cavese è in pole. Si pensa pure al play che è scuola Torino. Le foto di Modena-Gubbio
A seguire tutti gli aggiornamenti e le news...

LE IMMAGINI SALIENTI: » LE FOTO DI MODENA - GUBBIO

26 GENNAIO 2021
Cambiare ancora o lasciare le cose come stanno? In casa Gubbio l'interrogativo tiene banco. Però in queste ultime ore si stanno profilando dei risvolti clamorosi. Infatti sembra imminente l'arrivo di un nuovo attaccante: si tratta di Francesco Fedato, classe 1992, fondamentalmente un esterno offensivo. Lo ha avuto Torrente a Bari in serie B quando sfruttava il modulo 4-3-3, perciò è elemento molto gradito al tecnico di Cetara. L'anno scorso è stato compagno di squadra di Uggè al Gozzano. In B una lunga carriera con le casacche del Foggia, Carpi, Livorno e Modena, in A con Sampdoria e Catania. Il calciatore veneto si trova adesso alla Casertana dove ha totalizzato nove presenze ed un gol, e in questa fase di mercato era stato considerato in procinto a trasferirsi all'Avellino di Braglia. Sul piatto viene proposto un contratto di un anno e mezzo (fino a giugno 2022). A questo punto è sul piede di partenza l'attaccante Federico Gerardi (era arrivato appena lo scorso ottobre in rossoblù): si parla di un probabile passaggio incombente alla Cavese, anche se c'è stato un sondaggio sia del Carpi che della Virtus Francavilla, ma la squadra campana sembra in vantaggio per accaparrarsi il puntero friuliano. Insomma, un attaccante che viene, uno ne va via. In partenza c'è un altro elemento in mediana come Sdaigui (che è rientrato già alla Roma e potrebbe finire in prestito al Mantova) e per sostituirlo si sta pensando ad un calciatore scuola Torino: si tratta di Mihael Onisa, classe 2000, fino a questo momento in prestito alla Cavese dove non si è ritagliato troppo spazio (finora quattro presenze e 165' giocati con la maglia dei metelliani). La società granata vorrebbe girarlo altrove e si sta pensando proprio al Gubbio. Il calciatore rumeno è un centrocampista con caratteristiche da playmaker ma può essere utilizzato in più ruoli sulla mediana. Onisa fino ad un anno fa veniva considerato un autentico talento: in maglia granata con la Primavera allenata da Coppitelli si è messo in grande evidenza per caratteristiche tecniche, fisiche e caratteriali. Calciatore che può essere utile alla causa, soprattutto in questa fase molto delicata dove Linas Megelaitis è fuori causa per una pubalgia e non si capiscono quali sono i tempi di recupero: il playmaker lituano si sta curando fuori sede. Inoltre a livello di programmazione si presenta il nodo di quei tanti calciatori che andranno in scadenza a giugno. A partire dal già citato Megelaitis (sul quale ha messo gli occhi però il Cittadella), per arrivare al fantasista che è ricercato sul mercato come Pasquato, ma figurano anche Gomez, Malaccari, Ferrini, Uggè, per citarne alcuni. Senza dimenticare che lo stesso allenatore Torrente andrà in scadenza proprio a giugno.
•••••
25 GENNAIO 2021
Focus. A corto di soluzioni e un mercato strano. Gubbio è Gomez-dipendente. La falla: le sostituzioni

Non c'è stato verso di fermare il controllo del campo della formazione di casa, dopo un avvio in verità (nei primi dieci minuti) promettente. Modena forte e di qualità che dimostra la classifica che occupa. Le due azioni dei due gol meritano una menzione a parte: slalom e assist di Gerli con finalizzazione perfetta di Spagnoli; azione tutta di prima con lob di Sodinha per Prezioso che non ha lasciato scampo in diagonale. Ma c'è da fare una riflessione: Gomez Taleb è rimasto troppo solo, è mancato il supporto per lui. Poche palle realmente giocabili durante la partita, difatti non è presente nel tabellino dei marcatori e non è una casualità. Il Gubbio ci ha provato per almeno due volte nel primo tempo senza passare da quello che dovrebbe essere il suo terminale: difatti le occasioni le ha avute Sainz Maza ma non hanno sortito i frutti sperati. Diciamo che Sainz Maza ma soprattutto Pasquato è restato lontano da Gomez, come se non fosse al centro dei pensieri dei compagni. Non è per forza una cattiva notizia: a volte cambiare lo spartito (passando dal 4-3-1-2 al 4-3-2-1) e spaziare su tutto l'orizzonte è cosa buona e giusta. Tuttavia è un po' strano e un po' indicativo quanto successo a Modena. Solo un tiro in porta da parte dell'argentino nella ripresa, con palla che è terminata di poco fuori. É stato l'unico momento nel quale Pasquato lo ha servito a dovere nell'arco dei novanta minuti: troppo poco. Finora il Gubbio è stato spesso Juanito-dipendente: il 32% delle finalizzazioni portano la sua firma. Diciamo inoltre che spesso l'argentino ha tolto le castagne dal fuoco e per questo motivo va messo nelle condizioni di essere sfruttato per le sue qualità. Finora l'unico che ha mostrato un certo peso specifico in attacco (dietro, cioè, al sudamericano) a livello di realizzazione è stato Gerardi, ma da dopo Carpi (dove fece un gol da vero ariete d'area di rigore) non si è più visto e ultimamente viene utilizzato con il contagocce. Si parla pure di mercato. Infatti su Gerardi ci sono voci che lo vogliono come possibile partente in questa sessione di mercato e ci sarebbe addirittura un interesse del Carpi. Voci che potrebbero creare un disturbo a livello di rendimento. Come del resto sta avvenendo con Pasquato che da due partite a questa parte sembra più appannato del solito, visto che non è un mistero che è finito sotto la lente di ingrandimento di Sudtirol e Cosenza: il calciatore ha qualità indiscusse, ma è altrettanto vero che ultimamente sembra meno brillante e incisivo. Però non sono gli unici. Anche a centrocampo qualcuno comincia a rifiatare. Ma non è un problema di condizione atletica. Purtroppo viene a galla un altro problema che la scorsa estate fu evidenziato come un allarme. Diciamo che la squadra è a corto di cambi e nuove soluzioni. La differenza nella fase della partita tra Mignani e Torrente è stata quando si sono girati verso la panchina e hanno cercato l'uomo per cambiarla. Il Modena aveva in panchina Costantino, Tulissi o Monachello in attacco, in campo Sodinha, Scappini e Spagnoli. Mentre al Gubbio manca un vero centravanti di aiuto a Gomez. Solo De Silvestro e Pellegrini non bastano, inoltre hanno caratteristiche diverse. E purtroppo non è una novità. Lo dice un dato statistico. Il Gubbio non è mai riuscito a portare punti a casa grazie ad una sostituzione. Il dato impietoso recita zero. Lapalissiano.
•••••
24 GENNAIO 2021
Sainz Maza: "Guardare avanti". Torrente: "Abbiamo fatto poco stavolta". Le foto di Modena-Gubbio

Gubbio, si apre il ritorno con una sconfitta. Con la novità di Torrente che cambia il modulo utilizzando lo schema dell'albero di Natale. Ma il Modena si dimostra più forte e concreto, e porta a casa l'intera posta con due gol pregevoli di Spagnoli (di potenza) e di Prezioso (in diagonale). Rossoblù imbrigliati da una formazione modenese quadrata e compatta. Il trainer Vincenzo Torrente non cerca scuse e analizza con piena lucidità il match: "Eravamo partiti bene con un avvio promettente e con la bella occasione di Sainz Maza resa vana da una bella parata. Abbiamo preso gol e lì abbiamo commesso un errore: serviva infatti più pressione al portatore di palla. Ma il Modena nella ripresa ha trovato un altro bel gol. Da parte nostra c'è stata una reazione ma abbiamo fatto poco. Diciamo che i canarini si sono dimostrati concreti e si sanno difendere bene con ordine, molto bravi in fase difensiva e in attacco sono molto cinici. L'esordio di Serena? Positivo, visto che non giocava da diverso tempo ma ha bisogno di continuità. Sainz Maza con Pasquato sulla trequarti? Nel primo tempo questo nuovo atteggiamento ha funzionato, entrambi si sono scambiati le posizioni e siamo andati al tiro. Però poi il Modena è stato efficace a portare la partita dalla sua parte". Tocca allo spagnolo Miguel Sainz Maza: "Abbiamo creato delle situazioni contro un Modena da primato. Ci abbiamo provato, perciò dobbiamo guardare avanti. Io schierato sulla trequarti? Mi metto dove mi mette il mister, ma spesso ho giocato in passato sulla trequarti e mi trovai bene. L'occasione più bella per me il colpo di testa parato da Gagno, ma sono stato sbilanciato e credo che c'erano gli estremi per un rigore". Non soddisfatto il tecnico dei canarini Michele Mignani nonostante la vittoria: "Sapete che cerco la perfezione, ma non è possibile. Nel primo tempo ci siamo allungati troppo e abbiamo rischiato qualcosa. Meglio senz'altro nella ripresa, pure a livello di palleggio e gol di pregevole fattura. Pretendo più personalità e una gestione migliore a livello tecnico-tattico. Ma merito al Gubbio per il primo tempo che ha disputato". L'autore del secondo gol, Mario Prezioso: "Sul mio gol un ottimo lavoro di squadra. Tuttavia abbiamo trovato un Gubbio in salute. Ma dopo averla sbloccata l'abbiamo gestita da grande squadra e si poteva segnare ancora". Mentre Luca Castiglia infine è succinto: "Una grande prestazione di sostanza contro un Gubbio ostico". Ecco le immagini di Modena e Gubbio. Fotoservizio di Andrea Vignoli. Nel link a seguire (» vedi foto).
•••••
24 GENNAIO 2021
Modena di qualità, uno-due di Spagnoli e Prezioso (2-0). Gubbio, cambio modulo ad albero di Natale

Si è giocato il lunch match tra Modena e Gubbio. A sorpresa il trainer Torrente cambia modulo con lo schieramento a forma di albero di Natale (4-3-2-1). A centrocampo come mezzala esordio dal primo minuto per Serena. Sul fronte avanzato invece il duo di trequartisti è formato da Pasquato e Sainz Maza a supporto dell'unica punta centrale Gomez. La cronaca. Al 6' il Gubbio approfitta di un contropiede veloce dopo un avvio di palleggio costante del Modena: spiovente da destra a sinistra di Munoz per Oukhadda, apertura sulla fascia per Formiconi che rimette in mezzo in area, Sainz Maza in scivolata di destro sfiora il palo alla sinistra del portiere. All' 8' su spiovente da destra di Serena in area, Sainz Maza anticipa il suo diretto controllore e in tuffo di testa cerca l'angolino, ma Gagno di slancio salva tutto e respinge la sfera. Al 12' il Gubbio chiede un rigore quando Sainz Maza mette una palla in area da destra: la sfera colpisce il gomito destro attaccato al corpo di Pergreffi e l'arbitro fa proseguire tra le proteste dei rossoblù. Al 13' prima conclusione da fuori dei canarini, con Castiglia che cerca la botta centrale ma Cucchietti fa buona guardia. Al 19' pericolo quando Varutti da sinistra inventa uno spiovente in area e Cucchietti va a vuoto in uscita, ma Scappini in agguato non sfrutta la clamorosa chance. Al 25' va in vantaggio il Modena con un gol davvero bello: fa tutto Gerli che dalla trequarti porta a spasso Malaccari con un dribbling personale e poi serve un passaggio filtrante per Spagnoli che carica il destro sul breve (ma con Signorini che non tampona in area) e fa partire una saetta che si insacca sotto il sette alla destra del portiere. Al 33' una azione veloce con triangolazione Gomez, Formiconi, Sainz Maza: lo spagnolo fa partire un destro radente angolato, però viene smorzato in angolo da Zaro. Al 40' su lancio di Castiglia scatta sul filo del fuorigioco Spagnoli che serve un pallone invitante verso Scappini in area, ma il suo tiro sorvola di poco il montante. La ripresa. Al 12' il raddoppio del Modena: azione tutta in velocità con scambio tra Scappini e Sodinha che porge un assist filtrante per Prezioso che entra da destra in area e insacca di destro in diagonale la sfera nell'angolino basso. Al 17' proteste del Gubbio su una punizione calciata in area da Pasquato e si reclama per un presunto fallo di braccio di Sodinha in barriera. Al 19' è Pasquato che danza in area e serve Gomez che fa partire un diagonale di destro al volo con la palla che sfila di poco a lato. Al 30' l'occasione del tris dei locali quando Monachello serve in area solo davanti al portiere Davì, ma manca il tap in vincente. Al 40' è Cucchietti che con un balzo felino devia in corner da sotto la traversa un lob preciso di Castiglia da fuori area.
Tabellino: Modena - Gubbio (2-0):
Modena (4-3-1-2): Gagno; Bearzotti, Zaro, Pergreffi, Varutti (28' st Mattioli); Prezioso (19' st Muroni), Gerli, Castiglia; Sodinha (28' st Davi); Scappini (19' st Monachello), Spagnoli. A disp.: Narciso, Chiossi, De Santis, Ingegneri, Corradi, Abiuso, Tulissi, Costantino. All.: Mignani.
Gubbio (4-3-2-1): Cucchietti; Munoz (19' st De Silvestro), Uggè, Signorini, Formiconi; Serena (35' st Migliorelli), Malaccari, Oukhadda; Pasquato (35' st Pellegrini), Sainz Maza; Gomez. A disp.: Zamarion, Elisei, Cinaglia, Ferrini, Gaia, Gerardi. All.: Torrente.
Arbitro: Emmanuele di Pisa (Bertelli di Busto Arsizio e Ravera di Lodi); quarto uomo: Zufferli di Udine.
Reti: 25' pt Spagnoli (M), 12' st Prezioso (M).
Ammoniti: Formiconi (G), Prezioso (M), Gomez (G), Uggè (G). Angoli: 2-2. Recupero: 0' pt; 4' st. Note: gara a porte chiuse.
Risultati: Ventesima Giornata - Serie C- Girone B:
Arezzo - Feralpisalò
2-3
28' Piu (A), 40' Guerra (F), 44' Ceccarelli (F), 47' Arini (A), 79' Miracoli (F)
Cesena - Virtus Verona
1-3
20' Bortolussi (C), 39' Pittarello (V), 41' Arma (V), 92' Delcarro (V)
Fano - Perugia
0-0
Imolese - Padova
1-1
32' Della Latta (P), 67' Torrasi (I)
Legnago Salus - Vis Pesaro
2-1
20' Luppi (L) rig., 64' Grandolfo (L), 79' Marchi (V) rig.
Mantova - Fermana
1-0
62' Guccione (M)
Matelica - Triestina
3-2
25' Leonetti (M), 35' Magri (M), 46' Gomez (T), 67' Moretti (M), 87' Granoche (T) rig.
Modena - Gubbio
2-0
25' Spagnoli (M), 57' Prezioso (M)
Sambenedettese - Carpi
5-1
10' Mastour (C), 34' Cristini (S), 43' Lescano (S), 54' Angiulli (S), 64' Lescano (S), 87' Masini (S)
Sudtirol - Ravenna
2-1
15' Malomo (S), 45' Mokulu (R) rig., 60' Beccaro (S)
•••••
23 GENNAIO 2021
A Modena il lunch match. Torrente e futuro: "Un rinnovo? Piena disponibilità, ma non s'è ne parlato..."

Partita inedita a Modena perchè si gioca all'ora di pranzo. Il trainer Vincenzo Torrente alla vigilia del 'lunch match' si divide tra presente e futuro. Dice: "Ci aspetta una gara contro un Modena che lotta per vincere il campionato: avversaria di qualità, organizzata, che sa subire poco. Ma noi andremo a giocarcela con il rispetto ma senza paura. All'andata perdemmo ma ancora non eravamo una squadra commettendo delle ingenuità, adesso abbiamo una nostra identità. Diversi acciacchi, valuterò anche il rientro di De Silvestro e perciò deciderò all'ultimo". Questo è il presente. Ma visto che siamo a gennaio, già è tempo volendo di parlare di una programmazione a lungo termine. Quindi: Torrente ha già ricevuto una proposta di rinnovo? "No, per ora no. Con il presidente non ne abbiamo parlato. Ma da parte mia c'è la piena disponibilità. Poi vedremo cosa deciderà il presidente. Ora io sono concentrato sul campionato e sulle partite". Assente sicuro Megelaitis per un problema di pubalgia e infatti si sta curando fuori regione. É rientrato in gruppo l'attaccante De Silvestro venerdì scorso, difficilmente partirà dall'inizio. Mentre torna a piena disposizione il difensore Uggè, pertanto si rivedrà in coppia con Signorini come duo centrale. Perciò sono diversi i punti interrogativi. Soprattutto a centrocampo è probabile l'esordio dal primo minuto del nuovo acquisto Serena, che potrebbe fungere da mezzala destra in un trio composto con Malaccari playmaker (che è pronto a sostituire Megelaitis) e Oukhadda mezzala sinistra. Tutti i nodi tuttavia saranno sciolti solo all'ultimo. Convocati in venti per Modena: Cucchietti, Zamarion, Elisei, Cinaglia, Ferrini, Formiconi, Migliorelli, Munoz, Signorini, Uggè, Gaia, Malaccari, Oukhadda, Serena, Sainz Maza, Pasquato, De Silvestro, Gerardi, Gomez, e Pellegrini. Mentre risponde per le rime il tecnico dei canarini Michele Mignani, una breve dichiarazione piuttosto esplicita: "Il Gubbio è vero che era diverso, ma anche noi rispetto all'andata lo siamo perchè adesso siamo consapevoli nei nostri mezzi. Loro sono cresciuti molto con il lavoro e quindi bisogna stare attenti, ma noi abbiamo tutte le carte in regola per portare la gara dalla nostra parte". Ricordo speciale: l'indimenticabile Gigi Simoni che, insieme a Torrente e Giammarioli, fecero l'impresa a Gubbio a cavallo tra il 2009 e il 2011: il 22 gennaio avrebbe compiuto 82 anni, è recentemente scomparso (il 22 maggio 2020) e ha lasciato un vuoto incolmabile, tra la commozione di chi ha avuto modo di conoscerlo e di chi lo vide da vicino.
•••••
21 GENNAIO 2021
Lunardini: "Quel gol al Modena, il più bello. La rosa era forte ma inesperta. La piazza era da serie B"

In serie B quando si giocò Modena contro Gubbio terminò 1-1. A segno Lunardini e poi pareggiò il figlio d'arte De Vitis. Allora parliamo proprio con Francesco Lunardini che ci dice: "Ancora gioco a calcio a 36 anni nel campionato interno di San Marino, l'estate scorsa ho giocato un preliminare di Champions contro il Linfield (squadra nordirlandese con sede a Belfast). Al di là del calcio giocato, avendo acquisito una formazione da allenatore, ho aperto una scuola di tecnica individuale giovanile a Rimini per calciatori di cui ne vado fiero". Una scuola di tecnica denominata 'Lunardini Skills' presente sui social (su facebook, instagram e youtube), compreso un sito web ufficiale (www.lunardiniskills.it). Ma torniamo a quella partita datata 17 settembre 2011 e ci racconta: "Senz'altro bei ricordi. Feci un grande gol, di sicuro il più bello della mia carriera perchè non sono abituato ad andare a segno. Ricordo bene perchè conquistammo il primo punto in serie B dopo un avvio con quattro sconfitte di seguito. Facemmo una gara gagliarda con una squadra molto giovane". Purtroppo fu una stagione particolare in cadetteria: la squadra si era pure ripresa, poi però arrivò la retrocessione. L'ex centrocampista dei rossoblù commenta così: "Ancora oggi provo dispiacere. Ma dico questo perchè come piazza, come tifoseria e come società c'erano tutte le potenzialità per reggere la serie B. Abbiamo pagato alcuni errori di inesperienza. La rosa era di qualità perchè negli anni diversi calciatori hanno dimostrato di fare una bella carriera, però in quel momento in parecchi erano ancora acerbi. Poi quando abbiamo cambiato pagina con Apolloni come allenatore, ormai era un po' troppo tardi". Appunto vedere oggi Mario Rui giocarsi la finale di Supercoppa nel Napoli con la Juve, ma che effetto le fa? "Sicuramente il portoghese non mi stupisce affatto a livello tecnico perchè aveva già una qualità eccelsa, difettava solo per la sua statura fisica: diciamo che vederlo in serie A non me lo sarei aspettato, però negli anni si è meritato tutto alla grande. Per altri invece non mi stupisco: mi riferisco a Buchel con qualità enormi e lo stesso discorso vale per Ragatzu". A Gubbio è tornato il diesse Giammarioli, lei lo ha avuto in rossoblù. Un giudizio? "Personaggio importante per il Gubbio. Oltretutto in questi anni ha avuto delle esperienze lavorative fuori da Gubbio in palcoscenici importanti e credo che sia cresciuto ancora di molto come professionista. Perciò adesso credo che Giammarioli sia uno dei migliori direttori sportivi della categoria. Può solo fare del bene al Gubbio squadra". Curiosamente è tornato pure Torrente, quindi? "Certi amori non finiscono mai. Torrente fece una vera e propria impresa stratosferica portando il Gubbio in serie B dalla serie C2. É l'uomo giusto per la piazza e con l'ausilio di Giammarioli si può avere una rosa all'altezza per gli obiettivi prefissati". Domenica come finirà? "Il Modena è costruito per l'alta classifica, il Gubbio per stare tranquillo. Ma Torrente è efficace nel toccare le corde giuste per motivare questa squadra". Breve news. Una notizia di mercato. Gira voce di un interessamento verso la punta Claudio Santini del Padova. Dal Veneto ci dicono che in effetti l'attaccante fiorentino è in scadenza di contratto, ma la società patavina sarebbe pronta a vendere prima Jefferson (ma il brasiliano vorrebbe restare). Aggiungono che Santini sicuramente è stato sondato. Non è una novità che Torrente ha chiesto in questa finestra di mercato un difensore, un centrocampista e una punta. Notizie dal campo. Il lituano Linas Megelaitis va verso il forfait perchè si sta curando per una fastidiosa pubalgia: si sta riabilitando fuori regione. Verso il rientro probabile invece per l'attaccante De Silvestro e lo stesso discorso per il difensore Uggè.
••••••
Privacy e cookie policy unificata per i visitatori di questo sito: » Leggi tutto

Ultimo aggiornamento - Last update
data 26.01.2021 ora 20:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

Copyright 2020
Aut. 22/2006 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 20/01/2006
Iscrizione Roc al numero 21309

MAIN SPONSOR
(CLICK CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPAZIO BANNER E INFO:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 27 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Carpi
Ravenna
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Sudtirol
Feralpisalo
Gubbio
Arzignano Valc.
Virtus Verona
Imolese

10150
9020
6850
6190
5210
5020
3160
3000
2090
1810
1770
1580
1520
1120
980
980
930
910
810
530

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2020/2021

Emilia-Romagna (5)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Ravenna
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (2)
Feralpisalo, Mantova
Marche (5)
Fano, Fermana, Matelica, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Toscana (1)
Arezzo
Umbria (2)
Gubbio, Perugia
Veneto (3)
Legnago Salus, Padova, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy