GUBBIO 2017-2018
Serie C - Mercato

CONFERMATI:

Conti (c)
Burzigotti (d)
Ferri Marini (a)
Piccinni (d)
Croce (c)
Kalombo (d)
Valagussa (c)
Volpe (p)
Bergamini (c)

ACQUISTI:

De Silvestro (a) Siracusa
Turrin (p) Atalanta
Lo Porto (d) Tuttocuoio
Malaccari (c) Maceratese
Fontanesi (d) Sassuolo
Paolelli (d) Roma
Dierna (d) Viterbese
Cazzola (c/a) Fano
Ciccone (a) Cremonese
Fumanti (d) Carpi
Schiaroli (d) Ascoli

CESSIONI:

Ferretti (a) Trapani
Zanchi (d) Sudtirol

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA 2016-2017

Venezia
Parma
Pordenone
Padova
Reggiana
Gubbio
Sambened. (-1)
Feralpisalo
Albinoleffe
Bassano
Santarcang. (-2)
Sudtirol
Maceratese (-4)
Modena
Mantova

Teramo
Fano
Forli
Lumezzane
Ancona (-1)

80
70
66
66
59
58
55
53
52
51
50
47
46
44
41

40
39
37
34

31

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

Verdetti:

Venezia in serie B
Parma vince i playoff
Forli, Lumezzane e Ancona retrocesse in serie D

-

Marcatori 2016-2017
Lega Pro - Girone B

Mancuso Sambened.
Arma Pordenone
Calaio' Parma
Gliozzi Sudtirol
Altinier Padova

22
17
16
15
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2016-2017

Ferretti
Candellone
Casiraghi
Ferri Marini
Valagussa
Rinaldi
Marini
Conti
Musto
Romano
Zanchi

12
6
6
5
5
4
2
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it


Play, priorità Hamlili. Oppure l'alternativa è Sampietro

Sito per tutti i browser aggiornati. Per altri browser: (vedi). Privacy e Cookie Policy (vedi). Tutti i risultati (link).

IN FOTO, GIANLUCA SAMPIETRO A TARANTO.

C'è un piano due se il perno di centrocampo della Pistoiese non riuscirà a svincolarsi. Si pensa all'ex centrocampista di Taranto, Ancona e Pisa. Come un fulmine a ciel sereno: il vice presidente Filippo Barbetti si è dimesso. Ora cambia l'assetto societario. Parlano Giacomarro e Paolelli. Tutto nella news!
A seguire tutti gli aggiornamenti e le news...

LE IMMAGINI RITIRO: » FOTO LE IMMAGINI: » FOTO PRESENTAZIONE CORNACCHINI

20 LUGLIO 2017
Playmaker, cercansi. Lo ha specificato in maniera esplicita proprio l'allenatore dei rossoblù Giovanni Cornacchini nell'ultima intervista in conferenza stampa. La priorità resta Zaccaria Hamlili, classe '91, in forza alla Pistoiese, con cui è legato con un contratto fino a giugno 2018. Il mediano degli arancioni è stato allenato proprio da Cornacchini ad Ancona, in passato ha giocato pure con Forli ed Entella. La società toscana non è intenzionata a cederlo, tant'è che lo ha considerato un calciatore incedibile. Ma i problemi in casa Pistoiese non mancano: è slittata infatti la data del raduno perchè mancano un numero minimo di calciatori per andare in ritiro con il nuovo tecnico Paolo Indiani. Il calciatore inoltre sarebbe propenso a cambiare aria. La situazione quindi è ancora in fase di stallo. Se tutta l'operazione non dovrebbe sbloccarsi, è pronta già un'opzione. In alternativa si segue la pista che porta a Gianluca Sampietro, classe 1993, centrocampista centrale, che si è appena svincolato dal Taranto (18 presenze con i pugliesi la scorsa stagione). Un calciatore che l'allenatore Cornacchini conosce perchè lo ha già avuto ad Ancona, nella stagione 2014-2015 (30 presenze con i dorici). Il mediano genovese (è scuola Sampdoria) in passato ha vestito le casacche di Pro Patria (17 presenze nel 2015-2016), di Pisa (32 presenze nel 2013-2014) e del Portogruaro (28 presenze nel 2012-2013). Perciò Gianluca Sampietro rappresenta come figura con delle caratteristiche che può ricoprire quel perno centrale davanti alla difesa che risulta mancante al momento nello scacchiere di Cornacchini. Un calciatore su cui, nelle ultime ore, ha mostrato interesse pure la Sicula Leonzio, neopromossa in serie C. Intanto come un fulmine a ciel sereno giunge una notizia a livello societario. Il vicepresidente Filippo Barbetti si dimette dal suo incarico. Lo ha fatto tramite una lunga lettera comunicandolo direttamente alla società. Così l'assetto societario cambia: oltre al patron Sauro Notari, ci sono Rodolfo Mencarelli e Marco Fioriti, predecessore dell'attuale presidente. E secondo alcune indiscrezioni ci potrebbe essere un rientro: quello di Luciano Bedini che potrebbe ricoprire la carica di vicepresidente. Così Filippo Barbetti torna a seguire in toto il settore giovanile per quanto riguarda l'Atletico Gubbio: suo padre è Fernando (è stato pure presidente del Gubbio in passato) e suo nonno è Pietro (storico presidente del Gubbio a cui è stato intitolato lo stadio di Via Parruccini). Sulla vicenda è intervenuta l'A.S. Gubbio 1910 con un comunicato: "Le dimissioni di Barbetti sono all'esame della società che a breve deciderà il da farsi. Il presidente Notari, importante imprenditore locale, nonchè primo tifoso della squadra della propria città, comunica che prima di essere stato eletto presidente, con nessuna carica nei primi tre anni, stava contribuendo economicamente senza entrare in merito a scelte che spettavano a persone specifiche e addetti ai lavori, scelti dall'allora presidente e appoggiati in pieno dal sottoscritto. L'A.S. Gubbio 1910 vuole costruire, coinvolgere ed è disponibile a qualsiasi colloquio che possa essere migliorativo per la società, che appartiene alla città e non ad un singolo. Si sta repirando un'aria nuova e positiva, e tutti insieme si crescerà ancora". Nel frattempo parlano due calciatori. Il terzino destro Andrea Paolelli, classe 1997, ex Viterbese, dice: "Ho scelto Gubbio perchè è una piazza importante per la serie C. Pure il portiere Iannarilli me ne ha parlato molto bene. Poi ritrovo mister Cornacchini che già mi ha allenato l'anno scorso. L'anno scorso, per via di un infortunio, ho trovato poco spazio. Ma qua io cercherò di conquistarmi la maglia da titolare. Al primo impatto ho trovato un ottimo gruppo. Credo che si può creare qualcosa di importante". Il centrocampista Dario Giacomarro, classe 1995, afferma: "Per me giocare ancora con il Gubbio è importante. Sono contento. Cercheremo di fare meglio dell'anno scorso, ma credo che sia difficile. Ma l'obiettivo è sempre quello della salvezza. Abbiamo cambiato molto rispetto all'anno scorso, c'è un gruppo giovane ma è unito e sarà al servizio del mister".
••••••
19 LUGLIO 2017
Volpe: "Carpi? Non l'ho più sentiti. Turrin? Bel confronto". Lo Porto: "Ripetersi non è facile"

Si parte da Zoff. Ad un certo punto nel mercato estivo sembrava vestire un'altra maglia. C'èra infatti stato un forte interessamento da parte di una squadra di serie B nei confronti del portiere Giacomo Volpe. Lo stesso portiere piemontese, classe 1996, lo disse anche in un'intervista al nostro portale web lo scorso 26 giugno: "L'interesse del Carpi mi lusinga, hanno parlato con il mio procuratore. Ed io sarei contento se l'operazione andasse in porto". Poi in realtà non si è fatto più nulla. Infatti è cambiato lo staff nel club emiliano, non c'è più il tecnico Castori e l'estremo difensore rossoblù è rimasto così a Gubbio. Adesso è tornato a parlare Volpe e l'argomento è saltato fuori. Così ha risposto: "Devo dire che l'interesse del Carpi mi ha fatto piacere. Però poi non l'ho più sentiti e non so in verità cosa possa essere successo. Ora sono concentrato con il Gubbio, perciò penso solo ad allenarmi bene. Sono poi molto contento che sia rimasto il preparatore Giovanni Pascolini: con lui ho sempre lavorato bene e si può crescere ancora". Quest'anno gli farà concorrenza Turrin, un giovane prelevato dall'Atalanta, che ha già fatto capire che farà di tutto per conquistarsi il posto da titolare come lo aveva ottenuto nella scorsa stagione con il Forlì. Allora Volpe risponde così sull'argomento: "Alessandro Turrin devo dire che è un ottimo portiere: è bravo sia tra i pali che come persona. L'anno scorso lui, a differenza di me, è stato titolare tutta la stagione. Pertanto sono convinto che verrà fuori un bel confronto. E il nuovo allenatore Cornacchini? Mi ha destato una buona impressione". Tocca poi ad un nuovo volto, ovvero il terzino Alessio Lo Porto, anch'egli classe 1996, proveniente dalla Tuttocuoio: "Devo dire che provengo da una stagione positiva a livello personale, perciò mi aspetto una stagione positiva anche in questo anno con l'auspicio che questa nuova avventura mi possa fare crescere e migliorare. Il gruppo che ho trovato mi ha fatto una buona impressione. Le mie caratteristiche? Posso giocare sia a destra che a sinistra sulla fascia come terzino. Ma posso giocare pure in una difesa a cinque in una posizione un po' avanzata". Alla fine lo stesso Lo Porto conclude con un auspicio: "Spero che il Gubbio ripeta il campionato dell'anno scorso, però non sarà per niente facile". Mercato: il centrocampista Rosario Costantino, la scorsa stagione al Gubbio, arrivato in prestito dal Palermo, ha trovato adesso una nuova sistemazione: si trova in ritiro con il Fano del trainer Cuttone e verrà girato in prestito dalla società rosanero alla squadra granata. Fano che ha preso un altro giovane dal Palermo: Rosario Maddaloni, difensore centrale, classe 1998. L'italo-argentino Franco Ferrari, attaccante, seguito nella passata stagione dal Gubbio (poi passato alla Tuttocuoio), si sta accordando con la Pistoiese: arriverà in prestito dal Genoa. Il difensore Ramzi Aya (che si era accordato la scorsa estate con il Gubbio e poi aveva cambiato idea perchè aveva rinnovato con la Fidelis Andria), sta firmando con il Catania: con gli etnei arriva pure il talentuoso attaccante Silvio Merkaj, classe 1997, proveniente dal club umbro Castel del Piano. Ex rossoblù: l'attaccante Mattia Bortolussi, classe 1996, dopo l'ottima stagione passata al Sansepolcro in serie D, è stato ingaggiato in serie C dalla Lucchese. Domenica si giocherà la prima amichevole: si terrà al Pietro Barbetti con inizio alle ore 18 contro la Paganese. Resterà aperto solo il settore della Tribuna laterale al costo di 5 euro. Entrata omaggio invece per gli under 14. I biglietti possono essere acquistati direttamente ai botteghini dello stadio domenica 23 luglio.
••••••
18 LUGLIO 2017
Gubbio, il quadro completo: dal ritiro alle prossime strategie. Si lavora su tre nuovi nomi

Gubbio, quel che sarà nella prossima stagione. Un Gubbio totalmente rinnovato nello staff. Nuovo è il tecnico (Giovanni Cornacchini) come il vice (l'eugubino Renzo Tasso), nuovo il preparatore atletico (Luca Palazzari), l'unico confermato il preparatore dei portieri (Giovanni Pascolini). Nel ritiro sono stati aggregati 21 calciatori, in aggiunta altri giovani della Berretti. Ben dieci sono confermati, anche se tre elementi (sotto contratto) sono in fase di valutazione come possibili partenti: ci riferiamo a Burzigotti, Croce e Ferri Marini. Ma non è poi così escluso che alcuni di questi possano restare utili pure al neo tecnico rossoblù. Undici invece sono i volti nuovi, di cui uno è ancora in prova: si tratta di Cazzola, un classe '82, ma è un uomo di fiducia del mister e quindi la mancata firma per ora potrebbe essere solo una formalità. Il quadro. Partiamo dalla porta. Tasselli completati. Confermato tra i pali Volpe ('96), gli farà concorrenza Turrin ('97), prelevato dall'Atalanta. In difesa. Confermati il terzino Kalombo ('95) e il centrale Piccinni ('86). Nuovi volti sono sei: il centrale Dierna ('87) dalla Viterbese, un altro centrale è Fontanesi ('96) dal Sassuolo, poi due terzini, Lo Porto ('96) dalla Tuttocuoio e Paolelli ('97) che era a Viterbo (scuola Roma). In aggiunta sono tornati alla base Fumanti e Schiaroli (entrambi classe '98), dopo le esperienze rispettivamente a Carpi ed Ascoli. Si attende però un rinforzo per coprire l'uscita di Zanchi verso il Sudtirol: si sta stringendo l'operazione che porta al terzino sinistro Pedrelli che si trova alla Reggiana. Centrocampo. Quattro confermati: Conti ('98), Giacomarro ('95), Bergamini ('93) e poi Valagussa ('93). Di nuovo c'è Nicola Malaccari ('92) che proviene dalla Maceratese, un jolly che era stato già a Gubbio. Manca un playmaker di centrocampo. Si punta tutto su Hamlili della Pistoiese, in settimana dovrebbe arrivare la risposta definitiva: è la priorità, ma se salta l'operazione è già pronta una nuova opzione, con un calciatore conosciuto dalla stesso Cornacchini. Chiudiamo con l'attacco. Quel reparto dove si è cambiato di più. La situazione di Daniele Casiraghi ormai è diventata una telenovela: per ora non esistono notizie concrete. Tutto è in stand by. Il Gubbio attenderà ancora (aveva proposto un rinnovo con un contratto biennale), in attesa come si evolve la situazione. I nuovi volti sono in tre, tutti tre esterni sul fronte avanzato: Ciccone ('96) proveniente dalla Cremonese, De Silvestro ('93) dal Siracusa e Cazzola ('82) che giunge dal Fano. Manca il centravanti. Si cerca di chiudere con Marchi della Reggiana: l'accordo con il calciatore eugubino c'è già, ma manca ancora la liberatoria da parte della società granata. Ma l'operazione potrebbe sbloccarsi visto che la Reggiana ha preso in prestito Cianci dal Sassuolo e potrebbe chiudere con Ferrari dal Venezia. C'è pure Guidone, ma è finito nel mirino del Pisa. Dal calcio vero al fantacalcio. Come al solito in estate girano anche nomi che poi sono diventati irrangiungibili per il Gubbio. Ecco alcuni esempi: il difensore Marchizza dalla Roma è passato al Sassuolo (finirà in prestito all'Avellino) e il terzino De Santis dalla Roma è andato alla Virtus Entella. Oltre Cianci, già citato prima. Intanto parlano due rossoblù. Il nuovo portiere Alessandro Turrin afferma: "Sono consapevole di dovermela giocare con un portiere molto forte come Volpe: l'anno scorso a Forlì ero il titolare, quindi ci sarà un bel confronto. Le scelte le farà il mister, ma ho intuito che scenderà in campo chi merita". Tocca al centrocampista confermato Paolo Valagussa: "Contento della conferma. Si è cambiato molto, ma ho trovato un bel gruppo e ho la netta impressione che sia coeso come nella passata stagione". Sul neo allenatore Cornacchini, Valagussa dice la sua: "Ho trovato un allenatore preparato. Tuttavia sta usando dei metodi di lavoro diversi rispetto a quelli di Magi e a differenza di quest'ultimo vuole una squadra più aggressiva". Queste le parole. Poi toccherà ai fatti in campo.
••••••
17 LUGLIO 2017
Dierna: firma per un biennale. Cazzola in prova, ma...! Parlano Fontanesi, Conti e Rinaldi

Ultimo rinforzo in successione. L'ultimo convocato al ritiro che si sta svolgendo in sede. Si tratta del difensore centrale Emilio Dierna, classe 1987, proveniente dalla Viterbese. Con il Gubbio ha trovato già l'accordo e la firma sul contratto prevede un legame fino al 2019 (previsto un biennale). Un calciatore su cui il neo allenatore Cornacchini punta molto (con una buona stazza fisica, propenso inoltre a fare qualche gol): lo ha già allenato a Viterbo e con l'Ancona. Un altro calciatore, Umberto Cazzola, è un classe 1982, è un esterno e proviene dal Fano. Per ora il calciatore fanese si trova in prova durante la preparazione. Ma è un calciatore molto gradito all'allenatore, non solo perchè lo ha allenato, perciò a breve potrebbe arrivare la firma con il sodalizio rossoblù. Infatti viene considerato un uomo spogliatoio, una pedina che inoltre può coprire più ruoli e che sa calciare di destro e di sinistro: insomma, è un calciatore fondamentale per Cornacchini, a tutti gli effetti può considerarsi l'uomo di fiducia del mister. C'è chi arriva, ma c'è chi anche non ha rinnovato. Nello specifico trattiamo il caso di Michele Rinaldi che ha avuto un incontro con il Gubbio ma non è stato trovato l'accordo per un rinnovo. Il calciatore, sulla vicenda, vuole chiarire come è andata e dice la sua. Ecco le parole di Rinaldi rilasciate al nostro portale di informazione: "Volevo solo dichiarare che non c'è stato un accordo di massima tra me e la società. Tutto qua. Non ho chiesto chissà che cosa. Ho fatto la mia richiesta, come è giusto che sia, loro non me l'hanno fatta. Probabilmente avevano altri pensieri per la testa. Visto che poi hanno fatto un biennale ad un altro ragazzo. Non è per fare polemica, ci mancherebbe. In questi anni la società ha usato una strategia dove erano previsti dei biennali. A me è stato proposto solo un anno di rinnovo di contratto. Chiaramente mi aspettavo qualcosina di più. Poi il calcio va avanti. Le decisioni in fin dei conti aspettano alla società e quindi ne prende atto". Intanto hanno parlato altri calciatori che sono presenti nel ritiro alla corte di Cornacchini. Il difensore centrale Leonardo Fontanesi, classe 1996, un difensore centrale, proveniente dal Sassuolo, afferma: "L'anno scorso, per via di infortuni e problemi fisici, ho trovato poco spazio a Brescia. Pertanto vengo a Gubbio per maturare esperienza e quindi per avere la stagione del riscatto. Qui ho trovato gente disponibile e organizzazione. Lavoriamo molto sulla tattica e sulla fase difensiva. Il tecnico Cornacchini pretende il massimo da tutti". Tocca poi al confermato Massimo Conti, classe 1998, centrocampista: "Spero di trovare più spazio rispetto allo scorso anno. In squadra si è cambiato molto, ma piano piano ci stiamo conoscendo tutti. Cerchiamo di costruire un gruppo coeso. La partenza di Ferretti? Chiaro che ci mancherà, però i nuovi arrivati sono forti e non lo faranno rimpiangere". La foto durante l'intervista (» FOTO). La prima amichevole si terrà domenica 23 luglio (ore 18) contro la Paganese allo stadio Pietro Barbetti.
••••••
16 LUGLIO 2017
De Silvestro e Ciccone, le prime parole da rossoblù. Ecco le prime foto dal raduno in sede

Dalle foto del primo ritiro (» FOTO), a cura di Simone Grilli, alle prime parole di due nuovi arrivi alla corte del neo allenatore Cornacchini. Parlano due esterni di attacco, Elio De Silvestro, che è stato prelevato dal Siracusa, e Nicola Ciccone, arrivato in prestito dalla Cremonese. De Silvestro si è presentato così: "Ho fatto questa scelta perchè sono venuto a Gubbio con grande entusiasmo. Mi auguro che a livello personale sia un anno più che positivo. Del resto Gubbio è una piazza importante per la serie C. Per questo motivo credo che ci siano le credenziali per poter lavorare bene". Gli fa eco Ciccone che a Gubbio sta cercando il momento della riscossa. Infatti afferma: "Devo dire che fin da subito mi sono ambientato. Ho trovato inoltre una grande organizzazione societaria. Devo dire che mi ha pure colpito la bellezza dello stadio e la struttura in generale. Sono qui a Gubbio per riscattare e quindi rifarmi dalla stagione scorsa trascorsa a Messina. Giocai poco anche per via di un infortunio. Però adesso sono a disposizione del mister Cornacchini e darò tutto me stesso per metterlo in difficoltà nelle sue scelte e per mettermi in mostra". Curiosità: il fantasista Luca Cattaneo saluta Pordenone perchè va a giocare in serie B con il Brescia. L'oramai ex calciatore neroverde ha postato un messaggio scritto nei confronti della società friuliana per ringraziare gli anni trascorsi con i ramarri. Proprio il Pordenone è sulle tracce di un suo sostituto: le caratteristiche rispecchiano tutte quelle di Daniele Casiraghi, in scadenza con il Gubbio, con cui non si è presentato nel ritiro estivo nonostante l'offerta di rinnovo di un contratto biennale. Staremo ora a vedere come andrà finire la vicenda. Il terzino sinistro Andrea Zanchi lascia Gubbio per andare al Sudtirol. Precisazione sul contratto. L'ex laterale rossoblù ha firmato un biennale con opzione di riscatto per il terzo anno (un 2+1). La società sudtirolese è attiva sul mercato: ha preso il talento Costantino dalla Vis Pesaro e sta chiudendo per Vinetot, ex Lecce.
••••••
15 LUGLIO 2017
Parla Giovanni Cornacchini: "Rosa incompleta: serve un centravanti, un terzino e un play..."

Dopo il primo giorno di ritiro, arrivano le prime immagini dal campo erboso del Pietro Barbetti, nei veri primi passi di allenamento (» FOTO). Si vedono alcuni nuovi volti (Cazzola, Fontanesi, Paolelli, Lo Porto e Malaccari) oltre ai portieri (Volpe e Turrin), il tecnico Cornacchini al lavoro con il suo staff. E proprio l'allenatore dei rossoblù ha tenuto una conferenza stampa dopo il primo giorno di allenamento estivo: "Parto con grande entusiasmo e voglia di fare bene. Piazza che conosco, società seria, si può lavorare al meglio". Chiaro che si parte su un accenno sul mercato. Si parla di una rosa ancora non al completo: "Questo è vero, ma non è solo un problema nostro ma anche di tante società che sono già partite in questo periodo. Ma sono fiducioso. Confido infatti sull'operato del direttore sportivo Pannacci perchè sono convinto che saprà pescare bene". Tuttavia parla senza peli sulla lingua e dice cosa in concreto manca ancora a questa squadra per essere competitiva: "Lo dico espressamente: senza dubbio ci vuole ancora una punta centrale, un terzino sinistro e un centrocampista centrale". Chiaro il riferimento alla mancanza di un centravanti vero e proprio in rosa (si punta tutto su Ettore Marchi della Reggiana ma è un'operazione che ancora non ha visto la luce), si cerca di sostituire il partente Zanchi (si sta pensando a Pedrelli della Reggiana) e si punta ad un perno centrale di centrocampo (si pensava ad Hamlili ma c'è anche la pista Maimone). Ma non è tutto. Tiene banco anche la questione Daniele Casiraghi. Una telenovela che sembra ormai non avere fine. Il calciatore lombardo non si è presentato nel ritiro, nonostante la proposta di un rinnovo biennale. Ma Cornacchini confida ancora in un possibile arrivo in rosa. Afferma: "Mi auguro che resti e se decidesse di restare, sarei molto felice perchè è un calciatore che mi piace molto". Sull'ultimo arrivo in rosa, Umberto Cazzola, fanese, proprio come il tecnico, lo stesso Cornacchini precisa: "L'ho allenato due anni fa ad Ancona. Inoltre ci ho pure giocato insieme. Dico che è un calciatore con delle grandi qualità, con delle doti tecniche ma anche con doti a livello umano". Brevi news. L'ex portiere rossoblù Antonio Narciso si trasferisce dal Foggia alla Sicula Leonzio, neopromossa in C: è stato a Gubbio la scorsa annata.
••••••
Privacy e cookie policy unificata per i visitatori di questo sito: » Leggi tutto

Ultimo aggiornamento - Last update
data 20.07.2017 ora 22:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART. 122 DL 196/03; R. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2016/2017

Dopo 38 giornate:

Parma
Reggiana
Padova
Sambenedettese
Venezia
Modena
Mantova
Teramo
Fano
Ancona
Pordenone
Bassano
Gubbio
Forli
Maceratese
Feralpisalo
Albinoleffe
Sudtirol
Santarcangelo
Lumezzane

11660
7100
4170
3970
3060
2810
2200
2020
1820
1660
1440
1210
1170
970
960
850
710
640
630
360

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2016/2017

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (5)
Forli, Modena, Parma, Reggiana, Santarcangelo
Friuli (1)
Pordenone
Lombardia (4)
Albinoleffe, Feralpi Salo, Lumezzane, Mantova
Marche (4)
Ancona, Fano, Maceratese, Sambenedettese
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (3)
Bassano, Padova, Venezia

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy