SERIE C - GIRONE B
FASE PLAYOFF
MART. 22 MAGGIO 2024
STADIO PIETRO BARBETTI
ORE 20:30

GUBBIO

0

RIMINI

1

GUBBIO ELIMINATO AL PRIMO TURNO PLAYOFF 2024

  playoff di serie C:

Carrarese in serie B

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA FINALE
2023-2024

Cesena
Torres
Carrarese
Perugia
Gubbio
Pescara
Juventus Ng
Arezzo

Pontedera
Rimini
Spal
Lucchese
Pineto
Entella
Sestri Levante
Ancona
Vis Pesaro
Recanatese
Fermana
Olbia

96
75
73
63
59
55
54

53

52
50
49
45
45
45
44

42
39
38

31
26

VERDETTI:
CESENA E CARRARESE IN
SERIE B

VIS PESARO E RECANATESE AI PLAYOUT
FERMANA E OLBIA IN SERIE D

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

38ESIMA GIORNATA
DOM. 23 APRILE 2023

Marcatori 2023-2024
Serie C - Girone B

Shpendi Cesena
Morra Rimini
Merola Pescara
Guerra Juventus Ng

20
19
17
15

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2023-2024

Di Massimo
Udoh
Spina
Bernardotto
Chierico

Mercati
Galeandro
Montevago
Bulevardi
Bumbu
Corsinelli
Desogus
Di Gianni
Morelli

Pirrello
Rosaia
Tozzuolo

12
11
5
3
2
2
2
2
1
1
1
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Gubbiofans.it

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

GLI ARTICOLI PIU' LETTI DI GUBBIOFANS.IT NEL 2022 AL 2024:

►• 22 FEBBRAIO 2024
Dossier. Gubbio, gestione societaria: dati e dettagli (il grafico). Tutti i costi reali di bilancio

Come di consueto di questi periodi ogni anno affrontiamo la questione economica. Quanto costa una squadra di serie C e in particolare il Gubbio nello specifico a livello gestionale. Negli anni precedenti riguardavano la chiusura del bilancio dal 2022 al 2017. Adesso abbiamo un nuovo aggiornamento: quale è stato il bilancio di chiusura al 30 giugno 2023 della società A.S. Gubbio 1910. Andiamo nel dettaglio. Il costo del lavoro è stato di 2.004.548 euro. Il valore del fatturato invece è stato pari a 3.314.695 euro. Il tutto con incidenza pari al 60,47%. Spiegazione. L'incidenza in che cosa consiste: è quanto pesa il costo del lavoro (in altre parole stipendi, contributi e tfr sul volume complessivo dei ricavi, cioè delle entrate). In pratica il costo del lavoro quanto può incidere sul fatturato in percentuale. Il valore del fatturato invece si intendono tutto ciò che riguarda incassi, sponsor, pubblicità, contributi della Lega e valorizzazione dei prestiti. Invece il costo del lavoro è inteso come stipendi, ingaggi e il personale che ruota intorno al mondo del calcio. A conti fatti il costo del lavoro è lievitato rispetto all'anno precedente (2022) quando il Gubbio ha chiuso la stagione con Torrente in panchina con una spesa che è aumentata di 170.427 euro. Mentre il valore del fatturato è cresciuto di 325.765 euro. Stiamo parlando della chiusura del bilancio nella stagione passata quando il Gubbio guidato da Braglia aveva chiuso il torneo al quinto posto raggiungendo i playoff. A chiusura del bilancio a giugno 2023, quindi, viene evidenziato inoltre che c'è stato un incremento dei costi della produzione totale: a livello di numeri si è passati da 3.118.066 del 2022 a 3.565.946 in chiusura di bilancio a giugno 2023, cioè con un accrescimento di 447.880 euro. Per quanto riguarda la voce 'investimenti', la società precisa che «ha continuato a privilegiare la contrattualizzaione biennale per gli elementi più rappresentativi e di maggior talento per sviluppare un progetto pluriennale, nel caso si verificassero i presupposti, di ottenere plusvalenze interessanti nell'ottica di risultato di esercizio». Si evidenzia inoltre che con la cessione di Alessandro Arena alla società del Pisa ha «consentito la realizzazione di plusvalenze da cessione per 350.000 euro». In base a questi aggiornamenti, la stagione 2016-2017 (ai tempi di Magi in panchina per intenderci) risulta ancora oggi l'annata meno costosa con questa gestione societaria quando il costo del lavoro si attestava a quota 1.195.811 euro e il valore del fatturato era di 1.814.285 euro (oggi è praticamente quasi raddoppiato in euro). Cifre che si possono vedere in questo grafico dettagliato e completo che raccoglie tutti i dati a partire dai bilanci in chiusura della società dal 2017, basta cliccare nel link: (» vedi tutto). Tutti documenti che sono tra l'altro reperibili e scrutabili presso il Ccia di Perugia.

►• 17 NOVEMBRE 2022
Ingaggi serie C: il Gubbio spende quasi due milioni. Settimo nel girone, guida l'Entella
 
Questa volta lo scoop lo fa La Gazzetta dello Sport durante un'indagine sugli stipendi di serie C. Una bella e approfondita analisi sui costi sostenuti dai club relativamente agli ingaggi sportivi, staff tecnici e premi della stagione in corso (» vedi tabella). Il totale degli stipendi ammonta a 128.295.139 euro, con 97.378.141 euro sulla voce della parte fissa (cioè gli emolumenti che vanno versati con una scadenza regolare) e 30.916.998 euro relativi alla parte variabile. Nelle top nove del monte ingaggi ci sono tre squadre del girone B, ovvero Entella, Cesena (che si trovano attualmente in testa alla classifica proprio in campionato) e la Reggiana. Il Gubbio alloggia nella fascia dove si spendono quasi due milioni di euro e nel girone si colloca al settimo posto, dietro solamente alle tre elencate già prima, in aggiunta figurano Siena, Ancona e Alessandria. Leggi tabella completa (» vedi tutto). L'anno scorso invece il Gubbio si piazzava al dodicesimo posto nel girone con un monte ingaggi sicuramente inferiore perchè superava per poco un milione di euro (1.145.084 euro), come si può leggere nel grafico pubblicato lo scorso maggio (» vedi tutto). Immaginiamo a quanto potrebbe lievitare a questo punto il costo del lavoro (dove il monte ingaggi rappresenta solo una parte), perchè le cifre sono più ampie come si può leggere da questo grafico che riguardano i bilanci della società del Gubbio a partire da giugno 2017 fino a giugno 2021 (» leggi). Oltretutto bisogna aggiungere un particolare: nell'articolo di Nicola Binda viene specificato che non sono compresi nel conteggio gli incentivi all'esodo. In altre parole a volte si concede un incentivo ad una squadra che prende un giocatore in uscita oppure succede che una società concede una buonuscita al giocatore per rescindere un contratto. É una pratica molto diffusa, quindi quel monte stipendi aumenta considerevolmente. Ma da questa indagine viene fuori un altro dato molto importante che riguarda tutto il girone. A parte quelle società che si conoscono come Entella, Cesena e Reggiana che possono vantare di spendere cifre importanti per ambire alla serie B, il Gubbio si trova nella parte sinistra della classifica (pertanto le spese sostenute giustificano pure le ambizioni), mentre a seguire c'è il vuoto perchè ci sono ben nove società che spendono davvero poco, meno di un milione di euro. Impressiona il Fiorenzuola con un monte stipendi di appena 703.197 euro perchè si colloca al terzo posto in campionato (a 24 punti, attualmente sopra il Gubbio). E proprio da questa classifica scaturiscono i complimenti della Gazzetta che nota come, con un budget da ultime posizioni, i rossoneri stiano disputando una stagione assolutamente incredibile. Tuttavia sorprende anche la stessa Lucchese che con un monte ingaggi sotto un milione di euro si colloca al sesto posto in classifica. La più virtuosa del girone è il Montevarchi con un monte stipendi di appena 593.636 euro per affrontare la serie C.

• 08 SETTEMBRE 2022
Scoop. Novità in società da dicembre 2021. Nuova vicepresidente e un nuovo consigliere

Grande scoop. Grandi sono le novità in casa Gubbio. Rivoluzionato l'assetto societario del club. Il Gubbio cambia volto perchè cambiano altri ruoli all'interno del club. Non mancano di certo le sorprese. In sintesi è cambiato tutto dopo il consiglio di amministrazione del Gubbio da dicembre 2021. In pratica il presidente Sauro Notari detiene il 98,99% delle quote societarie, e la restante quota minima è ripartita tra piccoli soci. Notari è presidente dell'A.S. Gubbio 1910 dal 2014. A livello di cariche ci sono cinque amministratori. Il presidente del Consiglio d'Amministrazione è Sauro Notari, legale rappresentante della società con poteri di firma e responsabile della gestione. Tuttavia ci sono importanti cambiamenti perchè vengono nominate nuove cariche. La novità assoluta riguarda la carica di Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione: un nome totalmente nuovo nel panorama calcistico eugubino, si tratta di Katia Cernicchi. Questo incarico è fondamentale perchè Katia Cernicchi ha il potere di firma e legale rappresentante della società nel caso di impedimento del legale rappresentante Sauro Notari. Pertanto in caso di assenza del patron rossoblù ha poteri di firma. Il CdA ha avuto un mutamento in altri settori. Figurano tre consiglieri e anche in questo caso ci sono delle sorprese assolute. In primis Rodolfo Mencarelli non figura più dal novembre 2021 come vice presidente, ma viene nominato come consigliere. Il secondo consigliere invece è Marco Fioriti, ex presidente del Gubbio (in carica dal 2006 al 2014): nel periodo nel quale ricopriva la carica di presidente sono avvenute due promozioni di fila (dalla C2 alla serie B nel 2010 e nel 2011), nello staff tecnico figuravano il compianto Gigi Simoni (nel ruolo di direttore tecnico), il direttore sportivo Stefano Giammarioli e l'allenatore Vincenzo Torrente. La novità assoluta riguarda il terzo consigliere perchè anche in questo caso è una new entry (come la carica del nuovo Vice Presidente unico): si tratta di Michele Notari, tra l'altro ex difensore dei rossoblù nella rosa della prima squadra della stagione 2001-2002, all'epoca con Marco Alessandrini allenatore. Tutte cariche che sono operative da dicembre 2021 dicevamo. Tutte cariche che avranno scadenza fino approvazione del bilancio al 30 giugno 2024. Tutti i dati sono pubblici perchè accessibili alla Camera di Commercio (archiviazione del Cciaa di Perugia). .

[torna alla news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 22.06.2024 ora 16:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

Copyright 2021
Aut. 22/2006 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 20/01/2006
Iscrizione Roc al numero 21309

Sito web dal 2001 - copyright 2024

PROVVED. n. 231 GAZZETTA UFFICIALE n.163 del 9 luglio 2021
ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Questo sito usa cookie tecnici utilizzati al solo fine di erogare il servizio per il suo funzionamento, pertanto non usa cookie di profilazione e non coinvolge terze parti come viene indicato nell'informativa estesa sopra indicata nel banner   

MAIN SPONSOR
(CLICK CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPAZIO BANNER E INFO:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2023/2024
Dopo 38 giornate:

Cesena
Spal
Pescara
Ancona
Torres
Perugia
Arezzo
Rimini
Lucchese
Carrarese
Vis Pesaro
Entella
Gubbio
Fermana
Pineto
Olbia
Recanatese
Pontedera
Sestri Levante
Juventus Ng

10090
6510
4260
4170
3770
3600
3410
3320
2380
1570
1500
1430
1350
1300
970
860
650
610
580
110

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2023/2024

Abruzzo (2)
Pescara, Pineto
Emilia-Romagna (3)
Cesena, Rimini, Spal
Liguria (2)
Sestri Levante , Virtus Entella
Marche (4)
Ancona, Fermana, Recanatese, Vis Pesaro
Piemonte (1)
Juventus Next Gen
Toscana (4)
Arezzo, Carrarese, Lucchese, Pontedera
Umbria (2)
Gubbio, Perugia
Sardegna (2)
Olbia, Torres

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy