SERIE C - GIRONE B
QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 17:30

GUBBIO

0

CESENA

2

SEDICESIMA GIORNATA
DOM. 24 NOVEMBRE 2019
STADIO "BRUNO BENELLI"
ORE 17:30

RAVENNA-GUBBIO

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Vicenza
Padova
Sudtirol
Reggiana

Carpi
Feralpisalo
Virtus Verona
Piacenza
Sambenedettese
Triestina
Modena
Vis Pesaro
Ravenna
Cesena
Gubbio
Fermana
Rimini
Arzignano Valc.
Imolese

Fano

30
29
29
27
26
25
23
23
21
19
17
15
14
14
13
13
12
11
11

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019

Carpi
Fermana

-
-

Fano
Piacenza

-
-

Feralpisalo
Padova

-
-

Imolese
Triestina

-
-

Modean
Virtus Verona

-
-

Reggiana
Vis Pesaro

-
-

Rimini
Arzignano Valchiampo

-
-

Sudtirol
Sambenedettese

-
-

Vicenza
Ravenna

-
-

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Cernigoi Sambenedet.
Vano Carpi
Scappini Reggiana
Morosini Sudtirol

9
7
7
7
7

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Sorrentino
Zanoni

4
4
1
1
1

Scopri la nostra citta!

SEDICESMA GIORNATA
DOM. 24 NOVEMBRE 2019

Ravenna-Gubbio

Cesena-Modena

Fermana-Reggiana

Padova-Rimini

Piacenza-Imolese

Sambened.-Feralpisalo

Triestina-Sudtirol

Vicenza-Fano

Virtus Verona-Carpi

Vis Pesaro-Arzignano V.

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

31/12/2007
Top 11: i migliori "undici" del girone B della C2

A poche ora dall'inizio del nuovo anno, ecco a voi la "Top Undici" del girone. Per intenderci, quei calciatori che si sono contraddistinti dall'inizio di campionato fino ad oggi. Immaginando un ipotetico modulo, il 3-4-3, la squadra dei "migliori" è la seguente. Tra i pali troviamo l'esperto Marcon ('70) del Portogruaro (ex Ancona, Chievo Verona, Vicenza e Piacenza). La sua porta è la meno perforata del girone. Trio difensivo. In evidenza Tafani ('81), ex Gubbio, quest'anno titolare indiscusso del San Marino. Si passa al centrale Madaschi ('82), austrialiano, ex Dundee United, autoritario. Si chiude il reparto arretrato con Stefani ('84), cresciuto nel Parma, sempre continuo tra le fila della Reggiana. Quartetto di centrocampo. Alla ribalta Concas ('86) della Carrarese (proveniente dalla Lucchese). Una vera promessa: è andato a segno pure sette volte. Si prosegue con l'esperienza di Alessi ('77) della Reggiana (una lunga militanza allo Spezia; ex Napoli e Torino): a bersaglio in sei circostanze. Classe e praticità: stiamo parlando di Cunico ('78) del Portogruaro. Ha segnato ben 8 reti. Un altro talento, Margarita ('85) del Teramo: ha fatto "centro" 7 volte; non a caso è inseguito da diversi club di categoria superiore e non è escluso che verrà ceduto a gennaio. Concludiamo con il trio d'attacco, che ha garantito 30 gol! Si incomincia con Longobardi ('82) del San Marino. Cresciuto nel Cesena, ha siglato 10 reti personali. Si continua con Bisso ('75) della Spal, anch'egli autore di 10 gol. Si termina con Berrettoni ('81) del Bassano (ex Crotone, Catania, Napoli e Perugia; cresciuto nella Lazio), 10 reti nel suo score, per chiudere un "trio delle meraviglie". Riepiloghiamo. Ecco la Top 11 (3-4-3): Marcon; Tafani, Madaschi, Stefani; Concas, Alessi, Cunico, Margarita; Longobardi, Bisso, Berrettoni. Davvero una formazione... super!

29/12/2007
Dal 1 gennaio 2008 apre il mercato invernale...

Tra pochi giorni apre il calciomercato di "riparazione" di gennaio. E cosa bolle in pentola? Molte squadre cambieranno poco, soprattutto quelle di testa che stanno facendo un campionato a sè. Ma questo non è scontato. Si è parlato di un possibile addio della punta Maniero, del Portogruaro, calciatore appetito da diverse società, ma non è escluso che potrebbe restare. Stesso discorso dicasi di Zaniolo della Carrarese, seguito da club blasonati, ma alla fine dovrebbe rimanere con gli apuani. In casa Gubbio invece "dovrebbe" rimanere tutto immutato. Ma il condizionale è d'obbligo. Il motivo? Non verrà effettuato nessun acquisto, se prima non ci sarà una cessione. Secondo alcune indiscrezioni, c'è l'ipotesi che dovrebbe andare via Tatomir. Per quanto riguarda invece il fronte societario, ci sarebbe una nuova cordata che prenderebbe le redini della società della Carrarese, per ora in mano al patron Maurizio Fontanili. Staremo a vedere, a breve. Non ci resta che aspettare per vedere i primi "botti" di mercato, dopo i botti di Capodanno.

28/12/2007
Gubbio, Giudice "pesante": mister Alessandrini, stop per due turni; Fiumana, out per una giornata

Provvedimenti disciplinari di "fine anno" dopo la diciannovesima giornata. A partire dal 2008, mister Alessandrini non potrà sedersi sulla panchina del Gubbio per due giornate. Motivazione: "Per comportamento offensivo verso un assistente arbitrale durante la gara (espulso)". Tra i calciatori invece, ha ottenuto la stessa punizione (stop di due turni), il difensore Rossi del Poggibonsi. Per un turno sono stati appiedati Pavesi (Bassano), Di Giorgio (Cuoiocappiano), Fiumana (Gubbio), Cuffa (Portogruaro), Layeni (Prato), Di Giulio (Rovigo), Longobardi (San Marino), Rovrena (Sansovino), Franchini (Spal), Voria (Teramo), Barsotti (Viareggio) e Lolli (Viterbese). Tutti provvedimenti da scontare a partire da gennaio 2008. Multate inoltre le società di Reggiana (1000 euro) e Bellaria (300 euro).

27/12/2007
Girone B della C2: statistiche di fine anno

Reggiana e Portogruaro a "braccetto" in testa alla classifica per un 2008 che riservi sogni di gloria. La regina delle vittorie è la squadra del Portogruaro (ne ha ottenute ben 12). Seguono Reggiana e Spal (11), e Bassano (10); quest'ultima con una partita in meno da giocare, come Carrarese, Giulianova, Gubbio, Viareggio e Viterbese. La Reggiana è la squadra che ha perso di meno (solo una sconfitta, nel derby con la Spal). Segue il Bassano con 2 sconfitte. L'attacco più prolifico è del Portogruaro: 37 reti segnate; una media di 1,9 gol a partita. È il record assoluto di tutti i gironi di serie C (dalla C1 alla C2). Tallona i veneti l'attacco della Spal (36), Reggiana (35) e Bassano (34). Il Portogruaro detiene anche il primato della difesa meno perforata: subìte solo 16 reti. La Reggiana è rimasta l'unica squadra imbattuta in casa e vanta una ottima media inglese (+3); seguono Bassano (+2), Portogruaro e Spal (+1). Tra le mura amiche il Portogruaro è la formazione che ha ottenuto più vittorie (8); in trasferta a farla da padrona è il Bassano (ben 6 vittorie ottenute). Il Bellaria è il "re" dei pari (10). La Carrarese invece non è affezionata ai pareggi (è avvenuto solo 3 volte). Passiamo ai numeri dolenti. La Sansovino è la squadra più battuta (11 sconfitte). Giulianova e Viterbese sono le compagini che hanno vinto di meno (solo in due circostanze). La difesa più perforata è quella del Rovigo (38 reti incassate). I veneti detengono la peggiore difesa di tutti i gironi di serie C. L'attacco meno redditizio è quello del Giulianova (10 reti segnate).

23/12/2007
Cuoiocappiano-Gubbio: un gol per tempo, 1-1

Bulla chiama, Gibbs risponde. Con un gol per tempo si chiude la pratica tra Cuoiocappiano e Gubbio al "Masini" di Santa Croce sull'Arno. Finale nervoso. Un irritato mister Alessandrini viene espulso dopo alcune decisioni arbitrali dubbie. Si infortuna pure Placentino dopo un fallo deciso di Agnorelli (si gira la caviglia dopo aver ricevuto una botta da tergo). La cronaca della partita. Assenti per il Gubbio gli squalificati Ercoli e Bellucci. Per la Cuoiocappiano invece mancano Mazzoli e Vettori, entrambi squalificati. Parte in avanti il Gubbio. All' 8' Placentino si libera in velocità di un avversario sulla fascia e mette in mezzo per Corallo, che però non riesce a sfruttare il prezioso assist. Di seguito arrivano due occasioni per i locali. Al 12' Groppioni è lesto a chiudere con tempestività su una conclusione a rete di Caciagli. Poco più tardi è Macelloni, di testa, a cercare il bersaglio, ma la palla termina di poco a lato. Ma sono gli ospiti che si rifanno pericolosi in area toscana. Al 19' Placentino cerca la deviazione a rete in spaccata, ma sulla linea di porta salva in extremis il difensore centrale Macelloni. Di conseguenza è Corallo a cercare la porta, ma questa volta è il portiere Conti a farsi trovare pronto e riesce a respingere la sfera. Intorno alla mezz'ora, in maniera inaspettata, arriva il gol locale. Scorre il 31', Bulla calcia a rete una rasoiata di destro dalla distanza (da venti metri circa dalla porta), pallone che rimbalza a terra e si infila inesorabilmente in rete, ingannando il portiere Groppioni. La reazione del Gubbio non si fa attendere. Ci prova il centravanti Corallo che però gira a rete di testa debolmente e Conti para senza problemi. Al 42' lo stesso Corallo ci prova su punizione: tiro teso che costringe Conti a distendersi in tuffo e respingere la sfera come può; sulla ribattuta risponde Sandreani che però calcia alto sopra la traversa. Termina così il primo tempo. Ripresa. Scompiglio in area eugubina al 55'. La punta Granito si fa molto pericolosa, ma Groppioni riesce a salvarsi respingendo la sfera. Scorrono i minuti e Alessandrini effettua una sostituzione (entra Gibbs al posto di Chiarotto al 65') che si rivelerà azzeccata. Siamo al 72': splendido colpo di tacco di Zacchei smarcante per Sandreani che entra in area e calcia prontamente a rete, Conti è strepitoso e in tuffo respinge la sfera; sulla ribattuta è ben appostato proprio il neo entrato Gibbs che non perdona e insacca di destro. Sul finire sono vibranti le proteste dei rossoblù per alcuni fuorigioco molto dubbi, fischiati prima a Gibbs lanciato a rete (in due occasioni) e a Genesio. Cresce il nervosismo, ne fa le spese mister Alessandrini che viene espulso. Allo scadere dell'incontro il Gubbio rimane pure in dieci per un fallo "duro" da parte di Agnorelli da tergo sulle gambe di Placentino che è costretto ad uscire anzitempo dal rettangolo di gioco. Incredibile: il calciatore toscano, nell'occasione, non solo non viene espulso, ma non viene nemmeno ammonito. Si chiude così l'anno 2007. Prossimo appuntamento nel 2008, dopo le festività natalizie. Auguri e Buone Feste a tutti!
Tabellino: Cuoiocappiano - Gubbio 1-1
Cuoiocappiano: Conti, Sales (78' Girometta), Michelotti, Stefani, Macelloni, Di Giorgio, Bulla (68' Lenzini), Agnorelli, Granito, Caciagli, Nieto (68' Vendrame). All. Iacobelli.
Gubbio: Groppioni, Anania, Varchetta, Marino, Fiumana (80' Orlando), Ballanti, Zacchei, Sandreani, Corallo (74' Genesio), Chiarotto (65' Gibbs), Placentino. All. Alessandrini.
Reti: 31' Bulla (C), 72' Gibbs (G).
Arbitro: Paoloemilio di Lanciano (Gambini di Lucca e Morelli di Barletta). Ammoniti: Bulla, Di Giorgio (C); Ballanti, Fiumana, Gibbs (G). Espulso: 85' mister Alessandrini (G). Spettatori: 400 circa.
Risultati della diciannovesima giornata:
Bellaria - Giulianova 2-0
70' Zanardo (B) rig., 84' D'Andria (B)
Carrarese - Prato 4-0
4' Del Nero (C), 41' Zaniolo (C), 43' Biggi (C), 62' Mussi (C)
Castelnuovo - Sansovino 5-0
33' Micchi (C), 37' Micchi (C) rig., 52' Falivena (C), 83' Caponi (C), 89' Falivena (C)
Cuoiocappiano - Gubbio 1-1
31' Bulla (C), 72' Gibbs (G)
Portogruaro - San Marino 2-0
3' Cunico (P), 91' Deinete (P)
Rovigo - Reggiana 0-3
42' Alessi (Re), 54' Stefani (Re), 64' Maschio (Re)
Teramo - Poggibonsi 2-1
9' Andreulli (T), 89' Momentè (T), 93' Porricelli (P)
Viareggio - Bassano 0-3
25' Fiale (V) aut., 38' Massoni (V) aut., 54' Lorenzini (B)
Viterbese - Spal 0-1
81' Agostinelli (S)

22/12/2007
Auguri di buone feste da Campo e da De Petrillo

Riceviamo e pubblichiamo. "Colgo l'occasione per salutare e fare i più sinceri auguri di Buon Natale, ed un felice 2008 pieno di successi, a tutta la società, ai componenti della squadra e agli amici della Gubbio calcio. Estendo gli auguri a tutti i tifosi Rossoblù, alla redazione di Gubbiofans, ed a tutta la città di Gubbio, che porto con affetto nel cuore. Massimo Campo". Alcuni giorni fa, sempre nella casella di posta elettronica di Gubbiofans.it era arrivata questa email: "Ciao Giancarlo, sfrutto le pagine del Vostro splendido sito per augurare a te e a tutti gli sportivi Eugubini un sereno Natale ed un Felice Anno Nuovo che li possa ripagare per la passione profusa. Con stima. Alessio De Petrillo". E noi, ovviamente, ringraziamo e ricambiamo i più sinceri auguri di Buone Feste ad entrambi a nome di tutti gli sportivi eugubini e a nome della città di Gubbio.

22/12/2007
Berretti: Gubbio, stop alla capolista Cittadella

Campionato nazionale Berretti. Ottimo punto esterno della formazione di mister Marco Montresor. Fermata la capolista Cittadella sullo 0-0, dopo una prestazione più che soddisfacente. In attesa di recuperare la partita Gubbio-Spal (rinviata per neve), il Gubbio sale a 23 punti in classifica, frutto di 6 vittorie, 5 pareggi e due sconfitte, dopo 13 gare disputate in campionato.

21/12/2007
Cuoiocappiano-Gubbio: arbitra Paoloemilio

Designato l'arbitro di Cuoiocappiano-Gubbio. Si tratta del sig. Fabio Paoloemilio di Lanciano. Assistenti di linea sono Adriano Gambini di Lucca e Stefano Morelli di Barletta. L'arbitro in questione, al secondo anno di esperienza in serie C, ha diretto i rossoblù la scorsa stagione in Sansovino-Gubbio 2-1 (rete di Fiumana).

19/12/2007
Mercato: Viterbese, Di Chiara è il neo allenatore; Giudice Sportivo: Pattuglia, stop di due turni

La Viterbese ha un nuovo allenatore. Dopo le dimissioni di Roberto Rambaudi avvenute la scorsa settimana, la società ha scelto il suo sostituto. Si tratta di Stefano Di Chiara (ex tecnico di Cisco Roma, Pistoiese, Taranto e Novara; ex calciatore di Lazio, Genoa, Lecce, Messina e Cagliari). Firma un contratto fino a giugno 2008. Provvedimenti disciplinari. Squalificato per due giornate il centrocampista Pattuglia della Sansovino. Per un turno sono stati appiedati Redomi (Castelnuovo), Mazzoli e Vettori (Cuoiocappiano), Di Chiara (Poggibonsi), Catellani (Reggiana), Procopio (Sansovino), Rossi (Spal) e Borgogni (Teramo). Nessuna ammenda alle società.

17/12/2007
Gubbio: cena di fine anno "Ai Cappuccini"

Presso il Park Hotel "Ai Cappuccini" si è svolta come di consueto la "Cena di Auguri" che si tiene ogni anno prima di Natale. La serata è stata organizzata dallo sponsor ufficiale di questa stagione, cementerie "Colacem", che insieme all'altro sponsor, cementerie "Aldo Barbetti", rappresentano le principali aziende cementiere cittadine, che si alternano di anno in anno sulla maglia rossoblù. Presente lo staff dirigenziale al completo, insieme ai tecnici e tutti i calciatori della prima squadra e del settore giovanile, oltre ai giornalisti e una frangia di tifosi. Ha parlato per primo il presidente Fioriti dicendo: "Siamo partiti molto male ad inizio stagione. Per fortuna, azzeccando alcuni cambiamenti in corsa, stiamo per venire fuori piano piano dal torpore iniziale. Merito del mister e dei suoi collaboratori. Questa piazza merita i maggiori successi". Mister Alessandrini, molto applaudito, ha risposto lusingato: "Ringrazio il presidente per le parole espresse. Ma ancora non abbiamo fatto nulla. C'è ancora tanto da migliorare. Questa maglia è storica e va onorata fino in fondo". Il diesse Bignone è di poche parole, ma è essenziale: "Non possiamo sbagliare. Nel girone di ritorno bisogna dare il meglio di noi stessi. Avevo lasciato Gubbio dieci anni fa quando c'era una società vincente. Spero che adesso, che sono ritornato, si riveda una squadra e una società vincente". Il commento di capitan Sandreani (applauditissimo): "Sappiamo che ogni partita va giocata come fosse una battaglia. Per l'orgoglio e per l'onore della maglia". Con l'auspicio che il 2008 sia ricco di maggiori soddisfazioni.

17/12/2007
Statistiche: Gubbio, la svolta dopo la quinta giornata: una media di 1,4 punti e 22 gol fatti...

Il Gubbio aveva proprio iniziato male la stagione. Zero punti dopo quattro giornate, zero gol fatti, sei gol subiti. Praticamente... un disastro! Ma dopo il primo punto ottenuto a Teramo (3-3, nella quinta giornata) la musica sembra essere cambiata. Da quel momento in poi infatti i rossoblù hanno totalizzato 18 punti in 13 partite (una media di 1,4 punti a gara), realizzando 22 gol (media di 1,7 gol a match), con la coppia Corallo e Placentino che sono andati 12 volte a bersaglio insieme (8 reti Corallo; 4 gol Placentino), e subendone 17. Approfondiamo la statistica e viene fuori un dato molto interessante. Ammettiamo che il campionato fosse iniziato la quinta giornata... i numeri sono davvero sorprendenti. Ecco di seguito cosa viene fuori. Il Gubbio sarebbe settimo in classifica a quota 18 punti, a soli 4 punti di distanza dai playoff. Stupefacente vero? Ecco come sarebbe la classifica al giro di boa (senza considerare ovviamente le partite giocate ieri, di cui tre sono state rimandate per neve). Classifica: in prima posizione troveremmo Spal e San Marino a 26 punti; secondo il Portogruaro con 25 punti; a seguire Bassano (23) e Reggiana (22) a completare la zona playoff. A due punti di distanza il Prato (20), a ruota segue il Teramo (19), poi il Gubbio in coabitazione con la Carrarese (18 punti). Più sotto Castelnuovo (17), Poggibonsi (16), Bellaria e Rovigo (15). Passiamo alla zona calda della classifica. Playout: Viareggio e Giulianova si troverebbero a quota 13 punti; Cuoiocappiano a 12 e Viterbese a 10 punti. Chiude il fanalino di coda Sansovino (soli 7 punti racimolati dalla quinta giornata in poi). Morale della favola. Senza quella brutta falsa partenza, tra l'altro del tutto inaspettata, il Gubbio adesso si ritroverebbe in una situazione ben diversa, in una posizione di medio alta classifica. Appare evidente che alcuni "cambiamenti" a campionato in corso hanno giovato. Ora occorre che la squadra mantenga le premesse e faccia più punti possibili. Anche se cresce il rammarico per un inizio di stagione "buttato al vento". Che serva da lezione per il futuro. Per il presente invece conta mantenere la massima determinazione. Per l'orgoglio di una città (che lo chiede) e per salvare una stagione nata male, anzi malissimo. (editoriale Direttore Gubbiofans.it)

16/12/2007
Risultati C2/B: vincono Portogruaro e Reggiana; rinviate le gare a Gubbio, Bassano e Giulianova

Dopo la gara del "Barbetti" Gubbio-Carrarese, anche le partite Bassano-Viterbese e Giulianova-Viareggio sono state rinviate per neve. La Reggiana e il Portogruaro mantengono il primato avendo battuto rispettivamente Cuoiocappiano e Prato. Vince anche la Spal, di misura.
Risultati della diciottesima giornata:
Bassano - Viterbese
rinviata per neve
Giulianova - Viareggio
rinviata per neve
Gubbio - Carrarese
rinviata per neve
Poggibonsi - Castelnuovo 1-1
2' Micchi (C), 20' Sadotti (P)
Prato - Portogruaro 2-3
16' Basilico (Pr), 18' Levacovich (Po), 44' Mortelliti (Po), 82' Ferrario (Pr), 86' Cunico (Po)
Reggiana - Cuoiocappiano 2-0
41' Pelatti (R), 45' Maschio (R)
San Marino - Rovigo 2-2
5' Sciani (R), 56' Di Giulio (R), 61' Evangelisti (S), 68' Carruezzo (S)
Sansovino - Bellaria 1-1
55' Chiavarini (B), 78' Terni (S)
Spal - Teramo 1-0
44' Mangoni (T) aut.

15/12/2007
Rinviata per neve Gubbio-Carrarese

La partita Gubbio-Carrarese, in programma domenica 16 dicembre, è stata rinviata per neve. Il manto erboso dello stadio "Barbetti" è ricoperto da almeno venti centimetri di neve che ha continuato a scendere copiosa. La gara verrà giocata a data da destinarsi.

14/12/2007
Viterbese: si dimette Rambaudi; Sansovino, preso Tardioli; Gubbio-Carrarese, arbitra Grazioli

La Sansovino ingaggia un nuovo portiere. Si tratta di Michele Tardioli ('70), esperto estremo difensore, ex Pescara, Sangiovannese, Perugia e Arezzo. Il portiere folignate in estate era stato inseguito dal Gubbio, ma poi non si fece più nulla. In casa Viterbese invece si è dimesso il tecnico Roberto Rambaudi. Designato l'arbitro di Gubbio-Carrarese. Si tratta del sig. Andrea Grazioli di Maniago. Assistenti di linea Gianluca Tiburzi e Francesco Passero di Roma. L'arbitro in questione, al terzo anno di esperienza in serie C, non ha mai diretto il Gubbio.

14/12/2007
Giro di boa: Gubbio, mai così male da quando è in C2; ma la coppia Corallo-Placentino funziona...

Al giro di boa si tracciano i primi bilanci. Dopo 17 giornate la formazione eugubina ha totalizzato 18 punti, 18 con Alessandrini (in 14 partite) e zero con Marino (in 3 gare). Lo stesso cammino lo aveva percorso la formazione di mister Castellucci (stagione 2005-06), quando aveva racimolato gli stessi punti (18) nelle medesime gare di andata (17). I rossoblù, dopo essere ritornati nei professionisti nel 1998, in altre annate hanno viaggiato senz'altro con andature più spedite. Il Gubbio si era comportato leggermente meglio nelle gestioni Dal Fiume e Donati: nelle stagioni 2000-01 e 1999-00, infatti, entrambi avevano totalizzato 19 punti alla fine del girone di andata. I rossoblù della stagione 2004-05 di Castellucci invece raggiunsero 22 punti. Segue a ruota la passata stagione quando vennero totalizzati 23 punti, 20 con Cuttone e 3 con De Petrillo. Più avanti troviamo il Gubbio di Acori del 1998-99 con 24 punti che tallona da vicino (un gradino più sopra) quello di Cannito nel 2003-04 (25 punti). Sopra la media l'andatura del Gubbio targato Alessandrini negli anni d'oro tra il 2001 e il 2003. Nel 2002-03 i rossoblù girarono a 27 punti, ma il record assoluto rimane quello della stagione 2001-02. Al giro di boa quel Gubbio conquistò la bellezza di 28 punti in 17 partite (media di 1,64 punti a gara). Tuttavia c'è da registrare un dato molto positivo. L'attacco rossoblù funziona. Bilancio attivo per la coppia gol Corallo-Placentino (12 gol sui 22 totali messi a segno dal Gubbio). Solo la coppia Clementi-Cipolla nel 2001-02 era riuscita a fare di meglio. Erano andati a segno per 13 volte insieme, sui 22 totali realizzati durante il corso delle gare di andata.

13/12/2007
Gubbio: Groppioni è il più presente all'andata

Federico Groppioni è il "re" in rossoblù nelle presenze.
Ha difeso la sua porta per tutti i 17 incontri disputati dal Gubbio nel girone di andata appena concluso. Groppioni è così il calciatore che ha collezionato più presenze (1530 minuti giocati, recuperi esclusi). Lo seguono a ruota Angelo Ercoli (1404 minuti e 17 presenze), Filippo Zacchei (1290 minuti; 16 presenze), Vanni Chiarotto (1266 minuti; 16 presenze) e Andrea Fiumana (1260 minuti; 14 presenze). Il portiere in seconda invece, Alessio Scarabattola, è l'elemento meno utilizzato. Non ha totalizzato nemmeno una presenza fino ad ora. Il calciatore più sostituito a partita in corso è Filippo Zacchei: è avvenuto in sette circostanze. La riserva più impiegata da mister Alessandrini risulta Luca Bellucci, subentrato ai compagni ben 8 otto volte su 17 partite.

13/12/2007
Giudice Sportivo: Ercoli squalificato per un turno

Provvedimenti disciplinari dopo il recupero. Il difensore eugubino Angelo Ercoli è stato fermato per un turno. Salta così la sfida di domenica contro la Carrarese. Stoppato per tre giornate l'attaccante Ingari della Reggiana. Per una gara sono stati appiedati Zanardo (Bellaria), Fusco e Morelli (Carrarese), Bruccini e Pennucci (Castelnuovo), Piva (Giulianova), Macchia e Stocco (Rovigo), Battistelli e Pacciarini (Sansovino), Foderaro (Viterbese). Nessuna ammenda alle società.

12/12/2007
Gubbio batte Bellaria 1-0 con un "super" Corallo

Gubbio-Bellaria decisa da Corallo. L'attaccante pugliese inventa un gol d'altri tempi a sei minuti dal termine. Rete capolavoro di testa in volo plastico con la palla che si è infilata nell'angolino. Ci è voluto questo colpo di classe del bomber leccese per domare un Bellaria ordinato, ben messo in campo da mister Fusi, dinamico e veloce palla a terra, mai domo, pur dopo aver subìto un'espulsione dopo il 21' di gioco (cartellino rosso per Zanardo).
La cronaca della partita. Assenti Ballanti e Bellucci per squalifica. Manca pure il difensore Cacioli per gli ospiti, squalificato. Avvio del Bellaria (8’) con un tiro da fuori del centrale difensivo Camillini che termina di poco alto sopra la traversa. Al 19’ tocca al Gubbio farsi vivo. Chiarotto corre sulla fascia sinistra e crossa in area, interviene in scivolata Zacchei, Spitoni è costretto a distendersi in tuffo e respingere come può la sfera. Al 21’ Bellaria in dieci: cartellino rosso per Zanardo, per un “gomito alto” nei confronti di Ercoli. Al 31’ conclusione dalla distanza di destro di Sandreani, palla che esce di poco fuori dai pali. Sale di tono il Gubbio. Al 35’ Zacchei proietta davanti alla porta Corallo, Spitoni si salva in uscita, tra le proteste del pubblico, per un presunto “contatto” tra portiere e centravanti rossoblù. Al 36’ lo stesso Corallo sfiora la traversa con una girata al volo di destro. Al 38’ Placentino impegna con un rasoterra di sinistro Spitoni in tuffo. Al 39’ è Corallo show con un tiro volante di destro dal limite che scheggia la parte esterna del palo. Il tempo si chiude con un diagonale al volo di D’Andria dal vertice sinistro che costringe Groppioni in tuffo a salvarsi in corner. Ripresa. In avvio Zacchei calcia dal vertice destro una punizione insidiosa in area ospite, Corallo per un non nulla manca il tap in vincente davanti a Spitoni che si accartoccia e para. All’ 11’ spiovente di Zacchei da destra, Corallo schiaccia a rete di testa, Spitoni si salva parando a terra. Al 26’ Zacchei, al limite, si porta la palla dal destro al piede sinistro e calcia a rete, Spitoni c’è e para. Al 33’ cross da destra di Ercoli, Corallo incorna a rete, Spitoni vola e si salva in angolo. Chiarotto calcia il corner in area, Marino schiaccia in porta di testa, palla che fa la barba al palo. Al 39’ la svolta con un eurogol di Corallo. Punizione di Chiarotto che calcia uno spiovente tagliato in area; come un fulmine si avventa sulla palla Corallo che si prodiga in tuffo incornando a rete: la sfera si insacca a fil di palo. Gol assolutamente… favoloso! Gol che vale il prezzo del biglietto. Scroscianti applausi del pubblico eugubino. E ora sotto con la Carrarese.
Tabellino: Gubbio-Bellaria 1-0
Gubbio: Groppioni, Anania (62’ Genesio), Varchetta, Marino, Fiumana, Ercoli, Zacchei (73’ Gibbs), Sandreani, Corallo (88’ Orlando), Chiarotto, Placentino. All. Alessandrini.
Bellaria: Spitoni, Lagnese, Camillini Ma., Tasso, Leonarduzzi, Camillini Mi., Montanari (58’ Zanardini), D’Andria (87’ Moretti), Zanardo, Brighi, Chiavarini. All. Fusi.
Rete: 84’ Corallo (G).
Arbitro: Cervellera di Taranto (Auriemma di Napoli e Izzo di Torre Annunziata). Ammoniti: Marino, Corallo, Ercoli (G); Chiavarini (B). Espulso: 21’ Zanardo (B). Spettatori: 975 (di cui 720 abbonati).

Risultati recupero della quattordicesima giornata:
Cuoiocappiano - Giulianova 0-0
Gubbio - Bellaria 1-0
84' Corallo (G)
Portogruaro - Carrarese 4-1
13' Maniero (P), 21' Concas (C), 27' Maniero (P), 44' Cunico (P) rig., 84' Favret (P)
Prato - Bassano 0-1
56' Cesca (B)
Reggiana - Viterbese 6-3
7' Pollini (V), 9' Ingari (R), 16' Ruffini (R), 40' Agodirin (V), 46' Agodirin (V), 49' Alessi (R), 64' Catellani (R), 81' Martinetti (R), 91' Ponzo (R)
Rovigo - Poggibonsi 0-1
48' Porricelli (P)
San Marino - Viareggio 1-0
51' Carruezzo (S)
Sansovino - Spal 0-3
21' Bisso (Sp), 62' Sesa (Sp), 92' Chadi (Sp)
Teramo - Castelnuovo 0-2
47' Balistreri (C), 58' Sireno (C)

12/12/2007
Gubbio-Bellaria: arbitra Cervellera di Taranto

Designato l'arbitro del recupero della quattordicesima giornata, Gubbio-Bellaria. Si tratta del sig. Angelo Cervellera di Taranto. Assistenti di linea sono Fabrizio Auriemma di Napoli e Francesco Paolo Izzo di Torre Annunziata. L'arbitro in questione, al primo anno di esperienza in serie C, non ha mai diretto il Gubbio.

11/12/2007
Gubbio: rigore dopo 1559', ma di rigore perisce...

I
l Gubbio e i rigori, una vita difficile! Per la prima volta in questa stagione, i rossoblù sono riusciti ad avere un rigore a favore. È successo a Tivoli contro la Viterbese, realizzato da Corallo. Finalmente... l'ultimo tiro dal dischetto risaliva addirittura alla passata stagione, da quel Gubbio-Sansovino (3-2; rigore siglato da Marchi). Per la precisazione non veniva assegnato un penalty a favore da 1559 minuti, un'infinità. Ma il Gubbio non scherza affatto con i rigori. Basti pensare che con la Viterbese ne ha incassati due in una sola partita, peraltro entrambi molto dubbi (riguardando le immagini televisive). Sta di fatto che il primo è stato fallito da Tiberi, mentre il secondo è stato decisivo per il risultato finale, trasformato poi dal dischetto da Piemontese che ha fissato il punteggio sul 3-2. Ma il Gubbio non è nuovo a simili record negativi. In una sola gara, sempre in questa stagione, è riuscito nell'impresa (assai poco invidiabile) di rimediare ben tre rigori a sfavore, assegnati tra l'altro nel giro di 44 minuti. È successo a Teramo lo scorso 23 settembre. La partita è finita 3-3; i tre rigori sono stati tutti trasformati da Margarita.

10/12/2007
Gubbio: Bellucci stop di due turni, Ballanti per una gara; il giovane Di Fabio in prova al Munchen 1860

I provvedimenti disciplinari. L'allenatore Iacobelli della Cuoiocappiano non potrà guidare la sua squadra dalla panchina per due turni. È stato fermato per tre giornate l'attaccante Ranalli del Giulianova. Stop di due turni invece per la punta eugubina Bellucci del Gubbio. Per una partita invece sono stati appiedati Cacioli (Bellaria), Falivena (Castelnuovo), Bulla (Cuoiocappiano), Ballanti (Gubbio), Gargiulo (Portogruaro), Maschio (Reggiana), Di Fatta e Quinto (Sansovino), Barbi, Bianchi e La Grotteria (Spal), Borgogni (Teramo), Reccolani (Viareggio) e Borghese (Viterbese). Multata la società della Cuoiocappiano per 1000 euro. Intanto la società eugubina comunica che un giovane promettente della formazione Allievi allenata da Tumiatti, il portiere Davide Di Fabio, classe '92, è stato chiamato in Germania, precisamente a Monaco di Baviera, per partecipare agli allenamenti e alle amichevoli con la formazione locale denominata Munchen 1860, la seconda squadra di Monaco dopo il Bayern Munchen. Un importante riconoscimento per il giovane calciatore, ma anche per il settore giovanile dell'A.S. Gubbio 1910.

09/12/2007
Incredibile Gubbio: cede al "fanalino" Viterbese

Incredibile. Il Gubbio di questa stagione ha abituato la platea eugubina a inaspettate sorprese. Dopo la bella vittoria di sette giorni fa con la capolista Bassano (rotondo 3-0), i rossoblù riescono nell'impresa anche di perdere con l'ultima in classifica, la Viterbese. Sul neutro di Tivoli finisce 3-2 in favore dei laziali, dopo una partita rocambolesca e alquanto accesa, a tal punto che nel finale il Gubbio rimane pure in nove, per l'espulsione di Ballanti e Bellucci. A segno Corallo (su rigore) e Placentino (di testa). La Viterbese si aggiudica l'incontro grazie ad un autogol di Anania, un gol da fuori area di Lolli e un rigore calciato da Piemontese ad un quarto d'ora dalla fine. I laziali hanno usufruito di un altro calcio di rigore nel primo tempo, fallito da Tiberi. I rossoblù invece hanno reclamato per un fallo di rigore allo scadere (presunto fallo di mani di Zazzetta). Insomma, gli episodi da raccontare non sono mancati. La cronaca della partita. Assenti Gibbs e Farina per infortunio. Marino, acciaccato, si siede in panchina. La partita parte subito in salita per il Gubbio. Scorre il minuto 8, punizione in favore dei laziali. Calcia direttamente in porta dalla distanza Pollini da posizione defilata, respinge come può con i pugni Groppioni, la palla carambola fortuitamente sul corpo di Anania e termina in rete. Un autentico autogol. Peggio di così non si poteva iniziare. I rossoblù però non demordono e le emozioni non mancano. Al 22' arriva un nuovo colpo di scena. L'ala Zacchei lancia in profondità Corallo che entra in area e si porta a tu per tu con il portiere Fimiani che lo mette giù in uscita. È calcio di rigore. Dal dischetto si appresta a calciare lo stesso Corallo che non perdona e insacca la palla in rete con un preciso rasoterra. Ma non è assolutamente finita quì. Passano pochi minuti, è il 25' e questa volta è la Viterbese ad usufruire di un calcio di rigore, sugli sviluppi di un corner, dopo un presunto contatto in area di Anania con Mannucci. La punta Tiberi calcia dal dischetto ma non inquadra la porta, con la palla che termina fuori a fil di palo. Pericolo scampato? Neanche per sogno. Il Gubbio è in vena di regali e intorno alla mezz'ora di gioco va di nuovo sotto. Infatti al 31', Lolli, approfittando di una corta respinta della retroguardia eugubina, calcia prontamente a rete dal limite con un bolide di destro e infila la palla in rete a mezza altezza alla destra del portiere. Prima della fine del primo si registra un'azione (39') impostata da Chiarotto che serve al limite Placentino: tiro secco di sinistro del calciatore canadese in diagonale che termina di poco fuori. Ripresa. Il Gubbio non ci sta, va subito in attacco e trova di nuovo il gol del pari. Scorre il 51': Corallo dalla trequarti serve sulla destra Zacchei, cross millimetrico in area dell'ala toscana, da posizione defilata Placentino anticipa tutti come un fulmine e di testa fredda Fimiani schiacciando la palla in rete. Il calciatore canadese si rende pericoloso anche otto minuti più tardi (59'). Tiro insidioso in diagonale di sinistro dal limite che esce di poco fuori dalla porta, a fil di palo. Al 67' Anania serve Placentino sulla fascia, cross a mezza altezza del canadese, raccoglie l'invito in area Corallo che al volo gira a rete, ma la palla sorvola di poco sopra il montante. Ma al 79' succede l'incredibile e la Viterbese ottiene un altro calcio di rigore, molto contestato a fine partita da mister Alessandrini, perchè a suo avviso c'era stato un episodio analogo per il Gubbio non ravvisato però dall'arbitro. In area tentativo di rovesciata di Piemontese, palla che colpisce il braccio di Ballanti, con i due calciatori che sono distanti nemmeno un metro l'uno dall'altro. Per l'arbitro non ci sono dubbi, è rigore. Dal dischetto il nuovo entrato Piemontese insacca nell'angolino. Nei minuti finali si surriscalda la partita. Il difensore ospite Ballanti viene espulso per un fallo da ultimo uomo su Piemontese (83'). Più tardi cartellino rosso per un altro rossoblù, l'attaccante Bellucci, per un presunto fallo a gioco fermo verso un avversario. Ma nonostante la doppia inferiorità numerica, a due minuti dal termine, Corallo si libera in area e di testa incorna verso il set, strepitosa è la risposta di Fimiani che riesce a deviare in maniera provvidenziale la palla in angolo. Alla fine il Gubbio ritorna a casa a mani vuote.
Tabellino: Viterbese - Gubbio 3-2
Viterbese: Fimiani, Armento, Zazzetta, Lolli, Borghese, Ingiosi, Agodirin Kolawole, Pollini, Tiberi (71' Piemontese), Di Gennaro (86' Caputi), Mannucci (80' Martin). All. Rambaudi.
Gubbio: Groppioni, Anania, Ballanti, Tatomir (70' Marino), Fiumana, Ercoli, Zacchei, Sandreani, Corallo, Chiarotto (85' Varchetta), Placentino (68' Bellucci). All. Alessandrini.
Reti: 8' Anania (G) autogol, 22' Corallo (G) rigore, 31' Lolli (V), 51' Placentino (G), 79' Piemontese (V) rigore.
Arbitro: Pagano di Torre Annunziata (Romei di Firenze e Arcangioli di Viareggio). Ammoniti: Borghese, Fimiani (V); Anania, Fiumana, Sandreani (G). Espulsi: 70' mister Rambaudi (V); 83' Ballanti (G); 86' Bellucci (G). Spettatori: 500 circa.
Risultati della diciassettesima giornata:
Bassano - Cuoiocappiano 1-0
70' Lorenzini (B)
Bellaria - Teramo 1-2
49' Borgogni (T), 58' Zanardo (B), 69' Marolda (T)
Carrarese - Rovigo 3-0
34' Biggi (C), 37' Concas (C), 49' Concas (C)
Castelnuovo - Prato 1-2
15' Basilico (P), 51' Basilico (P), 82' Balistreri (C) rig.
Giulianova - Sansovino 2-1
21' Procopio (S), 53' Croce (G), 74' Gerbino (G)
Poggibonsi - Reggiana 1-2
20' Langone (P), 32' Zini (R), 60' Ingari (R)
Spal - San Marino 1-2
30' Sesa (Sp), 38' Grassi (Sa), 53' Chiopris Gori (Sa)
Viareggio - Portogruaro 0-2
46' Maniero (P), 52' Mortelliti (P)
Viterbese - Gubbio 3-2
8' Anania (G) aut., 22' Corallo (G) rig., 31' Lolli (V), 51' Placentino (G), 79' Piemontese (V) rig.

08/12/2007
Berretti: il Foligno vince il derby con il Gubbio

Campionato nazionale Berretti. Il Foligno di mister Andrea Mosconi batte con merito per 2-0 il Gubbio. Reti decisive realizzate tutte nel primo tempo. A segno Fedeli (4') e Galluzzo (42'). La formazione di mister Marco Montresor rimane ancorata a quota 22 punti (terza in classifica), frutto di 6 vittorie, 4 pareggi e due sconfitte in 12 partite. Il Foligno invece sale a 19 punti.

08/12/2007
Fioriti: "La situazione del fisco è sotto controllo"

In base ai dati riportati dal "Corriere dello Sport - Stadio", su quanto devono in euro le società al fisco, come tra l'altro abbiamo descritto in maniera dettagliata in un precedente articolo sulle news del nostro sito, il presidente Marco Fioriti dell'A.S. Gubbio precisa: "Sono vecchi debiti fiscali, - dice - che ci siamo ritrovati e stiamo pagando regolarmente in maniera dilazionata. Niente di nuovo, lo sapevamo. Un debito di vecchia data che stiamo sanando, con una procedura già iniziata dallo scorso anno. Questi dati sono da bilancio e sono pubblici. Ma come ripeto stiamo regolarmente e gradualmente liquidando il tutto. È un onere che si è preso questa società e lo porterà fino in fondo. È garantito. Quindi niente di allarmante". Rassicura il patron Fioriti: "Tutto è regolare e sotto controllo".

07/12/2007
Viterbese-Gubbio: arbitra Pagano

Designato il direttore di gara di Viterbese-Gubbio. Si tratta del sig. Stefano Pagano di Torre Annunziata. I collaboratori di linea sono Massimiliano Romei di Firenze e Marlene Arcangioli di Viareggio. L'arbitro in questione, al terzo anno di esperienza in C, ha diretto il Gubbio due volte, la scorsa stagione: in Gubbio-Rovigo (2-0; gol di Campo e Marchi) e in Gubbio-Sansovino (finita 3-2; reti di Fiumana, Rodio e Marchi su rigore).

07/12/2007
Società e fisco: la situazione umbra e nel girone

Il quotidiano sportivo nazionale "Corriere dello Sport - Stadio" (pagina 12), riporta un ampio articolo con la lista completa di tutte le società, 193 club dalla A alla C, che devono al fisco la bellezza di 754 milioni di euro. C'è una tabella dettagliata divisa per regione e regione. In Umbria - secondo quanto riporta il quotidiano - la situazione è la seguente: il Perugia deve 88.046.770, 48 euro (ma si riferisce anche alla precedente gestione, di società escluse o fallite); seguono Foligno (con 334.941,48 euro), Gubbio (212.561,79 euro), Ternana (5.542,46 euro), Gualdo (soli 114,14 euro). Nel girone B della C2, in base a quanto riporta sempre il diffuso quotidiano, la situazione è questa. Chi sta meglio: Bassano, Portogruaro, Spal e Reggiana vantano di avere la cifra nulla pari a zero (0,00). Anche se viene rimarcato che la vecchia gestione della Reggiana sarebbe in debito di 12 miliardi e 587.338,88 euro. La società del Bellaria deve solo 81,79 euro; la Carrarese invece l'irrisoria cifra di 110,39 euro. Seguono: Poggibonsi (5.189,50 euro), Prato (5.354,48 euro), Sansovino (16.012, 73 euro), Castelnuovo (32.510,52 euro), Cuoiocappiano (30.920,42 euro). Più sotto la Viterbese (57.669,44 euro), anche se con la "vecchia" società deve ancora 2 miliardi e 667.641,79 euro. Di seguito è il turno del Gubbio (212.561,79 euro); poi il Viareggio (481.158,47 euro). Penultima è l'abruzzese Giulianova (917.353,05 euro). Fanalino di coda il Teramo con la cifra di 1.930.839,77 euro. Nella tabella non figura (forse per dimenticanza, o altro) la situazione inerente alle società di Rovigo e San Marino.

07/12/2007
Aria di tempesta in casa Sansovino e Viterbese

Tira una brutta aria in casa Sansovino. Il tutto è cominciato domenica scorsa prima della partita interna con la Viterbese. Una protesta dei tifosi toscani contro la società arancioblù, che è sfociata a fine partita con una contestazione vera e propria dopo la sconfitta con il fanalino di coda. La fiducia al tecnico Stefano Fiorucci rimane immutata. Nel frattempo però è stato rescisso il contratto con il centrocampista Emanuele Palermo (ex Guidonia). Sono sopraggiunte anche le dimissioni del direttore generale Ugo Vasarri. Nonostante sia arrivata la prima vittoria stagionale, pure a Viterbo aleggia un'aria pesante. Il presidente Lamberto Maggini ha sollevato dall'incarico Riccardo Bracaccia, allenatore in seconda. Secondo alcune indiscrezioni sembra vacillare anche la posizione del tecnico Roberto Rambaudi. In più c'è sempre il problema stadio. Si cerca di tornare a giocare al "Rocchi" di Viterbo per la gara del 23 dicembre (con la Spal), ma l'impianto (in restyling) al momento attuale sembra inadeguato e c'è il rischio che non passi l'esame della commissione di vigilanza.

06/12/2007
Viterbese-Gubbio: si gioca a Tivoli a porte aperte; Gubbio: rescissione di contratto con Capone

La partita di domenica prossima, Viterbese-Gubbio, a causa dell'indisponibilità dello stadio "Rocchi" di Viterbo, sarà disputata nell'impianto "Olindo Galli" di Tivoli, a porte aperte. Un campo che ricorda una sfida giocata nel lontano 1984, quando il Gubbio all'epoca disputava il campionato Interregionale, girone G, raggruppamento formato quasi esclusivamente da squadre laziali. Si giocò in data 28 ottobre 1984. Il Tivoli superò tra le mura amiche il Gubbio per 1-0. Fu decisiva una rete di Cordova su rigore, famoso ex terzino della Roma degli anni '70. Intanto la società eugubina ufficializza tramite comunicato stampa la rescissione consensuale del contratto con il difensore Alessandro Capone ('84), prelevato nel calciomercato estivo dalla Sestese.

05/12/2007
Gubbio, gol da "fuori": Placentino come Branco; flashback: Fusseini, Tresoldi, Travaglione, Orocini

La specialità del gol dalla lunga distanza. Una dote che solo in pochi possono permettersela. Sta di fatto che segnare da «lontano» è sempre spettacolare. Placentino domenica scorsa è stato fenomenale. Una punizione piazzata da oltre 30 metri dalla porta. Il calciatore canadese non ci ha pensato due volte. Ha calciato con grande potenza e precisione a tal punto che la palla, aiutata da uno strano effetto, si è infila dritta dritta all'incrocio. Straordinario. Placentino ha spiegato: "Calcio sempre con le ultime tre dita del piede di esterno e talvolta mi riesce l'impossibile". Sembra ricordare le parole di un famoso campione brasiliano, Branco, vero nome Claudio Ibrahim Vaz Leal, terzino sinistro del Genoa dei tempi d'oro di mister Bagnoli e campione del mondo con la sua nazionale nel 1994, specialista nei calci piazzati. Era celebre per i suoi tiri terrificanti che si infilavano nel set, molto simili a quel tiro calciato domenica scorsa contro il Bassano da Placentino di sinistro. Rimangono famose le parole di Branco, quando gli si chiedeva come faceva a calciare in questa maniera le sue punizioni dalla lunga distanza: "Semplice, - rispondeva il calciatore carioca - calcio forte con le ultime tre dita del piede sinistro di esterno all'altezza della valvola del pallone e il gioco è fatto". Semplice a parole, ma non nei fatti. Ma domenica, a fine partita, un'altra domanda è nata spontanea. Da quanto tempo il Gubbio non riusciva a segnare un gol dalla lunga distanza? Dilemma risolto. L'ultimo gol di una certa caratura fu realizzato il 7 maggio 2006. Si giocava Gubbio-Forlì (3-0). Doppietta di Lazzoni. A dieci minuti dal termine Abdullah Fusseini, centrocampista ghanese, fa partire un gran tiro di destro dai 25 metri con la palla che si infila all'incrocio. Ma si ricordano altre «bombe» da lontano. 16 gennaio 2005. Gubbio-Castel San Pietro (3-0). Doppietta iniziale di De Angelis. Allo scadere Roberto Travaglione scarica una bordata in porta da oltre 25 metri con la sfera che si infila precisa sotto la traversa. Nella stessa stagione (6 gennaio 2005) si ricorda anche una punizione risolutiva di Emanuele Tresoldi contro la Sansovino (1-0). Bolide di sinistro dell'ex atalantino su calcio piazzato dai 25 metri, palla che si insacca nel set. Per finire non si dimentica un eurogol di Andrea Orocini contro il Poggibonsi (3-1) datato 10 ottobre 2002. Una fiondata di controbalzo al volo di sinistro da oltre 30 metri di distanza dalla porta, con palla che prende un effetto strano e si incunea all'altezza dell'incrocio. Le altre reti di quella giornata furono siglate da Antonio Rizzo e Giovanni Cipolla.

04/12/2007
Squalificati: tre turni a Criniti, due a Berrettoni

Provvedimenti del Giudice Sportivo. Squalificata per tre giornate la punta Criniti della Viterbese. Per due turni è stato stoppato l'attaccante Berrettoni del Bassano. Per una gara sono stati fermati Zattarin (Bassano), Citterio e Micchi (Castelnuovo), Sicignano e Mussi (Carrarese), Agnorelli (Cuoiocappiano) e Garaffoni (Giulianova). Nessun ammenda invece alle società del girone.

04/12/2007
Placentino: "Il gol? Cerco di calciare sempre con le ultime tre dita... seguo l'esempio di mio padre"

Il Gubbio fa veramente una bella sorpresa al suo pubblico. Sconfigge la capolista Bassano con un risultato abbastanza rotondo. Diciamoci la verità. Nessuno se lo sarebbe mai aspettato. Cosa è successo? Lo spiega per Gubbiofans.it l'estroso Rocco Placentino, autore di un gol a dir poco «fantastico». "A mio avviso, - dice il calciatore canadese - il Bassano è venuto a Gubbio pensando di trovare come avversaria una pessima squadra. Invece abbiamo dimostrato sul campo di poter giocare alla pari. Anzi, alla fine abbiamo vinto per 3-0 con la prima in classifica. Vuol dire qualcosa, no? Purtroppo siamo una squadra che ha anche dei difetti. Ma quando siamo in giornata è difficile batterci, per chiunque". Beh, a questo punto ci deve raccontare il suo gol. Una «bomba» da oltre 30 metri di sinistro che si è infilata dritta all'incrocio. "Mi piace tirare in porta da tutte le parti. - spiega - Provo a calciare anche da posizioni difficili perchè per me niente è impossibile. Contro la Spal, ad esempio, ho tirato una punizione da posizione decentrata e quasi quasi faccio gol. In passato, sia a Gualdo Tadino, sia a Cava dei Tirreni, ho siglato dei gol di un certo livello. Diciamo che quello contro il Bassano è stato «spettacolare» perchè la palla è entrata proprio all'incrocio. Ma io ci provo sempre, da quando gioco a calcio, con le ultime tre dita del piede di esterno. Mi ha insegnato mio padre fin da piccolo a calciare così. Anche lui era mancino". Sì, ma vogliamo un voto sul suo gol: "Diciamo che è da 10, - risponde sorridendo - perchè sarà molto difficile fare centro di nuovo da questa distanza ragguardevole". Per la seconda volta in campionato ha giocato in coppia con Corallo. Come si trova? "È un calciatore di esperienza. È scaltro a tenere palla. Mi trovo bene. Quando si gioca insieme con uno bravo e sa fare gol, è sempre un piacere". Passiamo alla nota dolente. La classifica è tuttora deficitaria. A questo Gubbio manca la continuità. Non è giunto il momento di cambiare pagina? "Sono dell'idea che se facciamo le cose per bene, nel senso che manteniamo una certa concentrazione per tutti i novanta minuti e non sbagliamo come spesso è capitato l'approccio alla gara, abbiamo ancora tutto il tempo per fare delle belle cose in questo campionato. Quindi c'è da migliorare e parecchio, anche se contro il Bassano abbiamo disputato una gara perfetta. Adesso giochiamo contro la Viterbese. Non dobbiamo assolutamente cullarci. Dobbiamo mantenere la stessa voglia e determinazione. Solo così si può fare risultato".

02/12/2007
Il Gubbio che non ti aspetti: 3-0 al Bassano

Proprio vero: "il Gubbio che non ti aspetti". Piegata la capolista Bassano con un roboante 3-0. Un risultato maturato grazie a tre gol, tutti di pregevole fattura, che portano la firma di Fiumana (di testa) al 43', di Placentino (bomba da trenta metri) al 47' del primo tempo e di Corallo (di precisione) al 51'. Un Gubbio attento, concentrato, e allo stesso tempo ficcante, spietato al momento giusto. E il pubblico applaude candidamente (forse per la prima nella stagione). La cronaca di tutta la partita. Assenti Gibbs e Farina per infortunio. Per gli ospiti mancano Minardi e Zubin, infortunati. Passano appena 15 secondi. Botta da fuori di Corallo, Peresson c’è e para a braccia alzate. Al 12’ rilancio sbilenco di Groppioni, ne approfitta Berrettoni che arpiona la palla sulla trequarti e si invola solitario verso l’area di rigore. Il centravanti giallorosso tenta il pallonetto ma non trova il bersaglio: la palla sorvola sopra il montante. Al 26’ lancio illuminante di Pirri in profondità per Berrettoni, Groppioni è tempestivo in uscita e sventa il pericolo. Al 32’ destro al volo dal limite di Lorenzini, palla che sibila vicino all’incrocio. Negli ultimi minuti la partita si infiamma e succede di tutto. Al 42’ Chiarotto lancia in profondità Corallo, il centravanti pugliese calcia rasoterra a rete, miracolo di Peresson che in tuffo devìa la palla in corner. Si tratta del preludio al gol che nasce proprio dall’angolo. Scorre il 43’, calcia Chiarotto in area, Fiumana anticipa tutti di testa e infila la palla sul primo palo sotto la traversa. Il Gubbio non si ferma, attacca ancora. Al 45’ Placentino impegna severamente Peresson con un tiro dal limite. Al secondo minuto di recupero (47’) i rossoblù realizzano il raddoppio con un eurogol di Placentino. Punizione da oltre 30 metri: sventola di esterno sinistro del calciatore canadese, palla che si infila dritta dritta all’incrocio. Un gol da “applausi”. Così si chiude il primo tempo. Ripresa. La musica non cambia, il Gubbio spinge e triplica praticamente subito. Scorre il 4’. Imposta l’azione Zacchei che serve sulla destra Anania, cross teso in area, Corallo è in agguato, si gira e con un rasoterra calibrato di destro al volo infila la palla nell’angolino. Esplode il “Barbetti”. Tutto bello, sia l’azione, sia l’esecuzione a rete. Al 19’ si fa pericoloso il Bassano con Berrettoni: diagonale dal limite, palla che esce di poco a lato. Al 22’ invece è Lorenzini a farsi vivo con un colpo di testa con la sfera che sfiora il palo. Al 32’ Bassano in dieci: espulso Berrettoni per un gomito alto ai danni di Tatomir. Al 36’ il Gubbio fa di nuovo centro con Fiumana di piede, su punizione di Zacchei, ma l’arbitro annulla la rete per un presunto fuorigioco. Al 42’ punizione di Rondon, palla che scheggia il palo e termina fuori. Al 44’ bolide di Zacchei dal limite, Peresson si distende in tuffo e si salva in corner. La partita si chiude con un’altra conclusione a rete insidiosa di Zacchei, ma Peresson è ancora strepitoso e gli dice di nuovo di no. Finiscono le ostilità. Il Gubbio esce tra gli scroscianti applausi del pubblico eugubino. Dopo questa prestazione, diciamo noi, sono del tutto meritati. Domenica appuntamento in trasferta con la Viterbese.
Tabellino: Gubbio - Bassano 3-0
Gubbio: Groppioni, Anania, Ballanti, Marino (68’ Tatomir), Fiumana, Ercoli, Zacchei, Sandreani, Corallo (78’ Bellucci), Chiarotto, Placentino (86’ Varchetta). All. Alessandrini.
Bassano: Peresson, Basso (19’ Nichele), Benetti (55’ Beccia), Zattarin, Pavesi, Mazzoleni, Dalle Nogare, Pirri, Lorenzini, Berrettoni, La Canna (55’ Rondon). All. Glerean.
Reti: 43’ Fiumana (G), 47’pt Placentino (G), 51’ Corallo (G).
Arbitro: Colasanti di Siena (Romano di Pisa e Frollo di Firenze). Ammoniti: Ercoli, Fiumana, Placentino, Sandreani, Groppioni (G); Mazzoleni, Zattarin (B). Espulso: 79’ Berrettoni (B). Spettatori: 1129 (di cui 720 abbonati).

Risultati della sedicesima giornata:
Cuoiocappiano - Spal 2-3
11' La Grotteria (S), 48' Schiavon (S), 50' Michelotti (C), 53' Granito (C), 59' Sesa (S)
Gubbio - Bassano 3-0
43' Fiumana (G), 47'pt Placentino (G), 51' Corallo (G)
Portogruaro - Bellaria 1-0
92' Levacovich (P)
Prato - Giulianova 0-0
Reggiana - Castelnuovo 2-0
10' Martinetti (R), 15' Stefani (R)
Rovigo - Viareggio 1-0
29' Pietranera (R)
San Marino - Poggibonsi 2-0
42' Longobardi (S), 65' Longobardi (S)
Sansovino - Viterbese 0-1
52' Kolawole (V)
Teramo - Carrarese 0-0

01/12/2007
Berretti: Gubbio, ritorno alla vittoria (1-0)

Campionato nazionale Berretti. Il Gubbio batte tra le mura amiche per 1-0 il Bellaria. Rete decisiva al 65' di Bertinelli, lesto a tramutare in rete un'azione ficcante in contropiede. La formazione di mister Marco Montresor sale a quota 22 punti in classifica, frutto di 6 vittorie, 4 pareggi ed una sola sconfitta in 11 partite.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 17.11.2019 ora 19:30

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 14 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Ravenna
Carpi
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Arzignano Valc.
Sudtirol
Gubbio
Virtus Verona
Feralpisalo
Imolese

10240
9260
7270
6000
5490
4780
3530
3230
2330
2220
1970
1690
1540
1400
1210
1020
910
890
870
450

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy