SERIE C - GIRONE B
NONA GIORNATA
DOM. 13 OTTOBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE15

GUBBIO

1

CARPI

2

DECIMA GIORNATA
SAB. 19 OTTOBRE 2019
STADIO "DRUSO"
ORE15

SUDTIROL-GUBBIO

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Padova
Reggiana
Sambenedettese
Vicenza

Carpi
Piacenza
Sudtirol
Virtus Verona
Ravenna
Feralpisalo
Triestina
Fano
Cesena
Modena
Vis Pesaro
Fermana
Rimini
Gubbio
Imolese

Arzignano Valc.

22
19
18
18
17
17
16
13
13
12
10
10
10
10
8
8
7
6
5

5

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

NONA GIORNATA
DOM. 13 OTTOBRE 2019

Arzignano Valchiampo
Modena

1
1

Cesena
Sambenedettese

1
3

Fano
Rimini

0
0

Feralpisalo
Sudtirol

1
0

Fermana
Imolese

0
1

Padova
Ravenna

1
2

Piacenza
Vicenza

2
1

Reggiana
Triestina

3
1

Virtus Verona
Vis Pesaro

3
1

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Cernigoi Sambenedet.
Morosini Sudtirol
Vano Carpi
Granoche Triestina
Odogwu Virtus Verona

8
7
6
5
5
5

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Zanoni

3
3
1
1

Scopri la nostra citta!

DECIMA GIORNATA
DOM. 20 OTTOBRE 2019

Sudtirol-Gubbio

Carpi-Fano

Imolese-Feralpisalo

Modena-Fermana

Ravenna-Arzignano V.

Rimini-Cesena

Sambened.-Virt. Verona

Triestina-Padova

Vicenza-Reggiana

Vis Pesaro-Piacenza

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

31/10/2006
Sandreani: "Una sconfitta che ci serve da lezione. Troppe occasioni sciupate..."

Il Gubbio incassa la seconda sconfitta consecutiva, questa volta con la Cisco Roma, la prima al "Pietro Barbetti". Il commento di Alex Sandreani, il migliore in campo dei rossoblù: "È una sconfitta che ci serve da lezione. - afferma il centrocampista cantianese a Gubbiofans - La squadra va elogiata per lo spirito e per l'impegno, purtroppo è mancato solo il gol. La partita era stata interpretata nella maniera giusta, l'approccio è stato ottimo. Nel primo tempo ci sono state belle trame di gioco, abbiamo fatto intravedere la qualità di questo Gubbio. Purtroppo abbiamo sciupato le occasioni create. Non dimentichiamoci che davanti avevamo una squadra molto esperta, nel palleggio ha elementi di un'altra categoria. Nella ripresa, dopo il gol di Vicari, la voglia di reagire c'è stata ma è mancata la lucidità. La Cisco Roma ha dimostrato che con due azioni è andata in gol. E questo deve essere un motivo di insegnamento per noi". Dopo il gol degli ospiti c'è stato un calo vistoso nel Gubbio. Da che cosa è dovuto? "A Foligno, per esempio, abbiamo cercato con la foga di raggiungere il pari. Con la Cisco invece abbiamo cercato di giocare come nel primo tempo. Ma la bravura e l'esperienza dell'avversario hanno fatto la differenza. Non scordiamoci che è una squadra costruita per vincere il campionato". Pure la conduzione della terna arbitrale non vi ha aiutato di certo, vero? "Degli arbitri mi piace parlare poco. Purtroppo ha usato due pesi e due misure. Non è stato determinante negli episodi chiave, però diverse decisioni intraprese lasciano molto a desiderare. In particolar modo per quanto riguarda le ammonizioni e il gioco duro dei laziali. Sono molto rammaricato per la mia ammonizione: l'unico intervento che ho fatto in novanta minuti non era nemmeno da sanzionare con il cartellino giallo e mi farà saltare la partita di Ferrara". Di Canio come avversario? Come si è trovato di fronte a questo campione? "È un giocatore che ha dimostrato grande correttezza in campo. È stato un onore giocarci contro. È un calciatore indiscutibile e che ammiro da sempre. Ma in questa categoria non avrà vita facile perchè esiste una grande aggressività. E con noi ha sofferto, come del resto tutta la sua squadra". Il pubblico è giunto numeroso al Barbetti. Cosa manda a dire ai tifosi? "Sono dispiaciuto per il risultato. Soprattutto nel primo tempo il pubblico ci ha dato una grande mano e ci ha incitato. È stato il nostro dodicesimo uomo in campo. Ci ha caricato e si è visto. E alla fine, nonostante la sconfitta, la gente ci ha applaudito. Hanno notato che ci mettiamo sempre il massimo impegno". E adesso vi attende il posticipo serale a Ferrara contro una Spal che sta andando a mille. "È una partita molto difficile. - conclude Sandreani - La Spal è una grande squadra, al livello della Cisco Roma. Mi dispiace che non potrò esserci. Sarà una battaglia. C'è rammarico perchè in queste ultime due partite abbiamo raccolto meno di quanto abbiamo seminato. Ma andiamo avanti fiduciosi perchè la squadra c'è e il gruppo lotta. Sono tutte prerogative che piacciono alle gente di Gubbio. Stiamo con i piedi per terra e teniamo sempre in mente che bisogna salvarsi il prima possibile".

29/10/2006
Espugnato per la prima volta il "Barbetti": la Cisco Roma passa con Vicari (0-1)

La Cisco Roma di Paolo Di Canio (ex Lazio, Juventus e Milan) vince al "Pietro Barbetti". Il Gubbio, precedentemente, aveva centrato sempre il bottino pieno tra le mura amiche (quattro partite e quattro vittorie). Decide Vicari nella ripresa. Una gara piacevole (in particolar modo nel primo tempo) condizionata, purtroppo, dal comportamento indisponente del direttore di gara che ha surriscaldato gli animi dei numerosi sostenitori eugubini presenti sugli spalti del "Barbetti". Sia il presidente Fioriti, sia il tecnico Cuttone, a fine gara elogiano il pubblico eugubino per l'incitamento e non risparmiano critiche verso l'operato della terna arbitrale. Ma passiamo alla cronaca. Assenti Battistelli (infortunato) e Gaggiotti (squalificato). Recuperato in extremis Campo (si era infortunato in allenamento il sabato alla caviglia). Cambio tattico. Balestri affianca in attacco Marchi. In difesa ritorna Giacometti, con Tafani spostato a sinistra. Parte forte il Gubbio. Al 6`, sugli sviluppi di un fallo laterale di Tafani, la palla arriva in area, Balestri da pochi passi calcia debole addosso a Rossi. Al 7` Campo, su punizione dal limite, sfiora il montante. Al 12` Marchi, lanciato da Sandreani in area solo davanti alla porta, viene chiuso in uscita da Rossi. Al 21` ghiotta occasione per gli ospiti: Minopoli lancia in sospetto fuorigioco Vicari che solo davanti al portiere cerca un pallonetto: Pifarotti non si fa sorprendere e para. Al 27` Di Canio cerca il set con un tiro a parabola da fuori: la palla termina alta di poco. Al 30` Balestri serve Campo al limite dell'area: tiro al volo, palla che esce a fil di palo. Al 35` il Gubbio sfiora il gol: corner di Campo, Balestri di testa schiaccia a rete, sulla linea di porta si salva di schiena Bettini, a portiere oramai battuto. Ripresa. Al 53` lancio illuminante in profondità di Di Canio per Russo, tiro secco ma centrale, para Pifarotti. Ma al 58` la Cisco Roma sblocca il risultato: Minopoli lancia sul filo del fuorigioco Vicari, tiro radente e angolato, palla in fondo al sacco. Un gol che taglia le gambe alla truppa di Cuttone. Prima reazione del Gubbio al 70`: bolide da fuori di Fusseini, palla che sibila vicino al palo. Si chiude praticamente qui il match: la Cisco Roma vola al terzo posto e scavalca il Gubbio in classifica, che scivola in quinta posizione.
Gubbio: Pifarotti, Ercoli, Tafani, Lazzoni (90` Fata), Fiumana, Giacometti, Fusseini, Sandreani, Marchi, Campo (70` Di Bonito), Balestri (84` De Angelis). All. Cuttone.
Cisco Roma: Rossi, Teani, Bruno, Bettini, Cottini, Drascek, Vicari (90` Cini), Minopoli, Di Canio, Russo (70` Bagalini) (78` Santarelli), Costanzo. All. Di Chiara.
Rete: 58` Vicari (C).
Arbitro: Pinzani di Empoli (Martini e Manganelli di San Giovanni Valdarno). Ammoniti: Sandreani, Fiumana e Marchi (G); Cottini, Santarelli e Bettini (C). Spettatori: 1502 (685 abbonati); 54 provenienti da Roma.

I RISULTATI DELLA NONA GIORNATA:
Bellaria - Spal 2-4
12' Pippi (B), 52' Turone (S), 59' Semprini (S), 60' Pacini (B), 75' Bisso (S), 92' Sesa (S)
Boca San Lazzaro - Sansovino 1-1
61' Agostinelli (S), 63' Cicerchia (B)
Carrarese - Reggiana 1-1
28' Cingolani (R), 37' Biggi (C)
Castelnuovo - Cuoiocappiano 2-1
13' Micchi (Ca), 61' Nizzetto (Ca), 68' Granito (Cu)
Gubbio - Cisco Roma 0-1
58' Vicari (V)
Paganese - Rieti 1-1
25' Lai (R), 58' Corallo (P) rig.
Prato - Foligno 0-0
Rovigo - Poggibonsi 1-0
78' Salviato (R)
Viterbese - Giugliano 2-1
56' Cortese (V), 81' Poziello (G), 91' Farris (V) rig.

28/10/2006
Berretti Gubbio: ko a Rovigo; Calcio a cinque: Real Gubbio travolgente (7-0)

La Berretti rossoblù di Stefano Giammarioli cede di misura in trasferta a Rovigo (2-1). Per i rossoblù è andato a segno Fabio Fioriti. Campionato di serie C/1 di calcio a cinque. Il Real Gubbio di mister Palazzari travolge per 7-0 il Gadtch 2000. Tabellino: Real Gubbio: Petruzzi, Beltrami, Rogari, Casoli, Bagnoli, Nuti, Fumanti, Torcolini, Cecchetti A., Moretti, Esposito, Paciotti. All. Palazzari. Gadtch 2000: Fenton, Capasso, Rotoni, Fattori, Alunno, Ercolanoni, Mamusa, Paciotti, Garofoli, Cristofani, Nardoni, Petrocci, Saleppico. All. Boranga. Arbitri: Rizzo e Padricelli di Perugia. Reti: 6’ Cecchetti A., 23’ Torcolini, 26’ Beltrami, 4’st Fumanti, 15’st Beltrami, 24’st Cecchetti A., 26’st Moretti. Espulso: Rotoni al 9’st per doppia ammonizione.

28/10/2006
Zebi fa chiarezza: "Non ho fatto niente di male. Io amo Gubbio. È la mia città"

Dopo derby. Il risultato sul campo non ha lasciato motivi di recriminazione. Non si può dire allo stesso modo del post-derby per alcuni episodi, purtroppo, che non hanno a nulla a che vedere con il calcio. Moreno Zebi, coinvolto involontariamente nella vicenda, vuole fare una volta per tutte chiarezza. E lo fa tramite il nostro sito: "Innanzitutto - spiega il mediano eugubino a Gubbiofans - sono rimasto molto dispiaciuto per i cori rivolti verso Sant'Ubaldo. Personalmente sono rimasto amareggiato e mi hanno fatto molto male. Anche perchè il 15 maggio porto il cero di Sant'Ubaldo sulle mie spalle. Questo l'ho fatto capire alla tifoseria della squadra con cui gioco. Detto ciò, mi preme dire quanto segue. Tutti mi conoscono per il mio comportamento che ho sempre avuto verso la gente di Gubbio e tutto l'ambiente eugubino. Anche se da tre anni gioco ormai a Foligno, è rimasta sempre una stima reciproca. E devo ammettere che sono rimasto dispiaciuto per i cori rivolti contro di me. Ma soprattutto sono rimasto amareggiato per gli strascichi polemici che ne sono conseguiti, per le frasi che sono state dette su di me e per le cose che ho potuto leggere su internet. Non ho fatto nessun gesto irrispettoso nei confronti di nessuno. Tanto meno verso quei tifosi che seguono sempre il Gubbio e conosco bene. Se a fine partita, insieme ai miei compagni, ho esultato per la vittoria sotto la curva del Foligno, non penso che sia un motivo di non rispetto nei confronti del popolo eugubino. Questo succede normalmente nel calcio, come avviene a Gubbio quando la squadra vince. È normale che ci tenevo a fare bene in questa partita, soprattutto davanti a quella società con cui fino a tre anni fa ho giocato. E tutt'ora tifo per i colori rossoblù. Dovunque gioco, la prima telefonata che faccio dopo la partita è per sapere cosa ha fatto il Gubbio. Chiamo con frequenza Sandreani, Lazzoni e Giacometti, giocatori con cui esiste ancora una grande amicizia. Ci tengo andare in giro per Gubbio. È la mia città. Io amo Gubbio". A detta di alcuni tifosi eugubini, a dir la verità, sembra che ci sia stato uno scambio di persona. Si pensava che fosse stato Zebi a rivolgere un gesto poco ortodosso verso i supporters rossoblù. Invece il gesto sarebbe da attribuire ad un altro giocatore folignate. Conferma questa ipotesi? "Questo dimostra che non ho fatto nulla di inusuale. Ho la coscienza a posto e mi preme dirlo a tutto il popolo eugubino". Considerazioni finali: come redattori di Gubbiofans, conosciamo ormai da tempo Moreno Zebi. Abbiamo stima nei suoi confronti prima di tutto come uomo. Questa intervista ne è una conferma. Ci teneva a fare chiarezza verso una città in cui è cresciuto e che sente sua. Adesso gioca con il Foligno e lo sta facendo da vero combattente, come quando difendeva i colori rossoblù. Gioca con una maglia diversa, ma non la si può considerare una "colpa". Anzi, deve essere un motivo di soddisfazione in più per una città che è riuscita a sfornare dei calciatori validi, che hanno soprattutto un cuore e un'anima.

27/10/2006
Gubbio-Cisco Roma: arbitra Pinzani

Designato l'arbitro di Gubbio-Cisco Roma. È il sig. Riccardo Pinzani di Empoli, coadiuvato da Filippo Martini e Lorenzo Manganelli, entrambi di San Giovanni Valdarno. L'arbitro in questione, al terzo anno di esperienza serie C, ha già diretto i rossoblù nella stagione 2004-05 (in Gubbio-Bellaria 2-1: rete ospite di Improta; a segno poi De Angelis e Tresoldi dagli undici metri).

27/10/2006
De Angelis: "Sono contento per il rientro, ma molto dispiaciuto per la sconfitta..."

La partita di Foligno per i colori rossoblù è stata una parentesi amara e deve essere dimenticata in fretta. L'unica nota positiva proviene dal rientro di Gianluca De Angelis, dopo il lungo infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi di calcio dal marzo scorso. Come ha vissuto questo esordio? "Innanzitutto mi sembra doveroso esprimere un pensiero. - spiega l'attaccante napoletano a Gubbiofans - Mi è dispiaciuto molto per come sono andate le cose a Foligno e per come abbiamo perso. Ci è dispiaciuto soprattutto per i tifosi che ci hanno seguito numerosi e calorosi. Cercheremo di non deluderli più. Speriamo che già da domenica con la Cisco Roma ci sia un pronto riscatto. A livello personale sono contento. Dopo sette mesi finalmente sono tornato in campo, anche se per pochi minuti. Ho provato una bella sensazione. Mi auguro che da questo momento in poi possa dare un maggiore contributo a questa squadra". L'umore dopo la sconfitta di Foligno? "Siamo una squadra matura e di certo non ci può abbattere questo risultato. È ovvio: dobbiamo lavorare sugli errori commessi e dobbiamo cercare di non ripeterli più d'ora in avanti. Ma sono convinto che ci riprenderemo".

26/10/2006
Paganese: ingaggiato Gallo

Operazione di mercato in casa Paganese. La società campana decide di ingaggiare Francesco Gallo, 21 anni, ex Montenero (serie D). Si tratta di un portiere, nativo di Torre Annunziata, in provincia di Napoli.

25/10/2006
Gubbiofans, record di accessi...

Gubbiofans.it ha superato il record di accessi unici giornalieri lo scorso lunedì 23 ottobre (dopo il derby di Foligno). Il nostro sito è stato cliccato da ben 413 utenti diversi per un totale di 535 visite nel giro di sole 24 ore. Superato il precedente record ottenuto il 12 settembre 2005, all'indomani della sfida casalinga contro l'Ancona (0-1). Rimane intatto, invece, il record di pagine viste ottenuto con la Fiorentina in data 18 marzo 2003 (2416 pagine selezionate in un solo giorno). Gubbiofans in poco tempo è divenuto un punto di riferimento per coloro che ruotano nel mondo del calcio, tra i quali giornalisti, allenatori, calciatori, tifosi del Gubbio e non solo. Numerosi contatti provengono anche dall'estero, da diversi paesi europei, sudamericani e dagli Stati Uniti d'America, come Gaetano che ci manda e-mail a ripetizione dalla West Babylon di New York e salutiamo con grande affetto.

24/10/2006
Giudice Sportivo: Gaggiotti squalificato; Multe per le società di Foligno e Gubbio

Diramati i provvedimetni disciplinari. Il difensore Del Nero della Carrarese è stato squalificato per tre giornate. Il difensore Mundula del Rieti si prende due giornate. Stoppato per un turno Marco Gaggiotti: il centrocampista eugubino salta la sfida di domenica con la Cisco Roma. Per una gara sono stati appiedati inoltre Grassi (Castelnuovo), Artistico (Cisco Roma), Astarita (Giugliano), Sciannamè (Rovigo) e Lolli (Viterbese). Multate le società di Giugliano (1500 euro) e Paganese (600 euro). Ammende anche per le due società umbre dopo il derby. Il Foligno deve sborsare 500 euro ("propri sostenitori introducevano, accendevano e lanciavano sul terreno di gioco diversi bengala e un accendino"). La società del Gubbio invece deve pagare 300 euro ("propri sostenitori in campo avverso lanciavano sul terreno di gioco due aste in plastica"). Multa anche per la società della Carrarese (300 euro).

24/10/2006
Lettera di Liberazione Eugubina

Riceviamo e pubblichiamo una lettera inviata alle testate giornalistiche e all'emittente Trg. Di seguito il testo integrale: "Foligno chieda scusa. Durante la partita di calcio Foligno-Gubbio di domenica scorsa allo stadio “Blasone” si sono uditi vari sfottò e imprecazioni nei confronti del nostro patrono sant’Ubaldo. Offese inaccettabili oltre che demenziali da parte di una città che si dimostra così immatura e infantile da far accapponare la pelle! Se ne sono sentite di tutti i colori sul buon nome del nostro amato patrono, crediamo che non si possa paragonare una rievocazione storica quale è la Quintana di Foligno che si svolge da metà del ’900 con la fede religiosa più pura che copre la nostra festa dei Ceri in nome di sant’Ubaldo che ha radici nei secoli. Crediamo inoltre che la presidente della regione (ben nota è la partecipazione alla nostra festa della signora Lorenzetti) prenda posizione sulla vicenda presentando scuse e condanna del vile atto nei confronti della fede eugubina, città per la quale l’intera regione deve tenere massimo rispetto e tutela data l’importanza e la storia che Gubbio ha apportato fin ora all’intera Umbria. Non ci dimentichiamo inoltre delle testate giornalistiche umbre le quali hanno scritto un breve appunto sulla vicenda senza condanna alcuna ma sorvolando sulla questione come se si trattasse di un normale sfottò da partita di calcio che invece ha toccato nel più profondo la dignità di un’intera città. Pretendiamo risposte immediate dagli organi interpellati onde evitare manifestazioni di protesta svolte sotto qualsiasi forma". Documento firmato da Liberazione Eugubina.

24/10/2006
Ercoli: "Che amarezza! Mi dispiace tanto per i tifosi che ci hanno seguito in massa"

Brucia ancora la sconfitta nel derby di Foligno. Una partita che poteva e doveva prendere una piega diversa. E invece ecco il patatrac. Due disattenzioni difensive spianano la strada al Foligno. E il Gubbio non reagisce come ha sempre fatto. Tutta l'amarezza nelle parole di Angelo Ercoli: "Purtroppo alcuni episodi ci hanno condannato.- afferma il difensore eugubino a Gubbiofans - Il Foligno ne ha approfittato e ha saputo difendere il risultato fino alla fine. Il secondo gol poi ci ha tagliato le gambe. Da parte nostra, tra l'altro, è mancata una marcata reazione. Mi è dispiaciuto tantissimo per i tifosi. Da un po' di tempo non ci seguivano così in massa in trasferta. Ci hanno incitato sempre. Pure alla fine della partita ci hanno salutato nonostante la sconfitta. Ci sono stati sempre vicini. Ci fa piacere perchè anche nelle sconfitte bisogna ripartire. Speriamo solo che da domenica ci sia un'immediata riscossa". Partiamo proprio dai due gol incassati. In entrambi i casi c'è stata un'amnesia generale del reparto arretrato. È d'accordo? "Purtroppo il calcio è fatto anche di questi episodi. Tutto ci è stato a sfavore. Abbiamo incappato in una giornata no". Nelle precedenti partite il Gubbio ha avuto sempre delle reazioni veementi nella ripresa dopo un gol di svantaggio. Questa volta questa riscossa non c'è stata. Come mai? "Ripeto, è stata una giornata nera. Speriamo che sia la prima e l'ultima". Domenica arriva a Gubbio la Cisco Roma. Vedremo all'opera Di Canio al Barbetti: "Credo che sarà una bella partita. - conclude Ercoli - La Cisco è una squadra blasonata, formata da ottimi calciatori. Prevedo che domenica ci sarà un bello spettacolo al Barbetti di Gubbio".

22/10/2006
Il derby umbro va al Foligno: 2-0

Il derby umbro va al Foligno. È un campo stregato per il Gubbio che non vince a Foligno dal lontano 1987. Tradizione rispettata, quindi, con i falchetti che liquidano il Gubbio con un gol per tempo (a segno Noviello e Cavagna). Su entrambi i gol però la difesa eugubina si è fatta trovare impreparata. Due veri «regali» che hanno rotto gli equilibri di una partita abbastanza tesa, ma livellata. Sugli spalti 400 supporters eugubini, giunti a Foligno con tre pullman e diverse auto, hanno incitato per tutti i novanta minuti la propria squadra che, purtroppo, non regala a loro quella tanto aspirata e agognata vittoria. Passiamo alla cronaca. Assente Battistelli per il Gubbio per infortunio. Nel Foligno mancano Bonura (infortunato) e Turchi (squalificato). Parte bene il Gubbio. Al 1` Fusseini si lancia sulla sinistra, si accentra e calcia da fuori: Ripa si accartoccia e abbranca la sfera. Al 5` De Maio mette in mezzo dalla sinistra un cross, Gaggiotti per un soffio manca il tap-in vincente. Poco dopo lo stesso Gaggiotti spedisce alto un assist di Fusseini. Al 18` una punizione di Campo dal limite finisce a lato di poco. Subito dopo Pifarotti chiude in uscita su Cavagna, lanciato in area da Noviello. Al primo vero affondo il Foligno passa in vantaggio: è il 22`, Cavagna mette in area, svarione difensivo eugubino, ne approfitta Noviello che da due passi mette in rete. Prima reazione del Gubbio al 33`: cross di Fiumana, Tafani di testa mette di poco a lato. Al 47` del primo tempo Cavagna serve in area Falco che spara a rete, respinge Pifarotti, di testa Giorgi ribadisce in porta, ma è provvidenziale Fiumana che si salva di testa in angolo. Ripresa. Al 54` una punizione velenosa da fuori di Petterini termina di poco a lato, deviata in angolo dalla barriera. Corner di Manni, Falco di testa sfiora il montante. Al 69` Manni calcia direttamente in porta un corner, Pifarotti respinge con i pugni. Al 74` il Foligno raddoppia: Falco serve sulla trequarti Cavagna che si incunea in area e con un piatto radente fredda Pifarotti. Anche in questa circostanza, come nel primo gol, la difesa eugubina non è esente da colpe. All`87` De Angelis (appena entrato in campo, al rientro dal lungo infortunio) calcia in porta dalla distanza: il suo tiro termina di poco a lato. Finisce praticamente qui l`incontro. A fine partita i calciatori folignati festeggiano la vittoria davanti ai propri tifosi; i calciatori rossoblù invece escono mestamente dal rettangolo di gioco, delusi come il gran numero di sostenitori eugubini giunti al «Blasone». Note: i sani sfottò da entrambe le parti non sono mancati, come oramai avviene per tradizione. Peccato qualche coro rivolto contro Sant`Ubaldo, patrono di Gubbio, che non centra nulla con il calcio. C`è un detto che dice: «Scherza con i fanti, ma non con i Santi». Altri cori sono anche simpatici e fanno parte del folklore calcistico. In questo caso però c'è stata una caduta di stile e una mancanza di buon gusto. Un peccato, veramente.
Foligno: Ripa, Pencelli, Petterini, Segarelli, Bisello Ragno, Pazzi, Manni (88` Cavadenti), Zebi, Falco (85` Pirillo), Cavagna, Noviello (28` Giorgi). All. Pagliari.
Gubbio: Pifarotti, Tafani, De Maio (69` Di Bonito), Lazzoni, Fiumana, Ercoli, Gaggiotti (87` De Angelis), Sandreani, Marchi, Campo (59` Balestri), Fusseini. All. Cuttone.
Reti: 22` Noviello (F), 74` Cavagna (F).
Arbitro: Zega di Fermo (De Luca di Macerata e Toti di Pesaro). Ammoniti: Campo e Gaggiotti (G); Zebi, Segarelli e Cavagna (F). Spettatori: oltre 2000 (di cui 400 provenienti da Gubbio).

I RISULTATI DELLA OTTAVA GIORNATA:
Castelnuovo - Carrarese 1-0
45' Grassi (Cas)
Cisco Roma - Bellaria 1-0
92' Artistico (C)
Cuoiocappiano - Prato 1-1
6' Banchelli (C) rig., 39' Lorenzi (P)
Foligno - Gubbio 2-0
22' Noviello (F), 74' Cavagna (F)
Giugliano - Paganese 2-1
43' Scarpato (G), 51' Chigou (G), 58' Ibekwe (P)
Reggiana - Viterbese 2-2
7' Farris (V), 30' Ingiosi (V), 64' Carlet (R), 86' Foschini (R)
Rieti - Rovigo 0-2
51' Furlanetto (Ro) rig., 88' Antonelli (Ro)
Sansovino - Poggibonsi 0-0
Spal - Boca San Lazzaro 4-3
9' Longobardi (B), 43' Bisso (S), 43' Chomakov (B), 45' Giorgi (S), 54' Turone (S), 58' Paterna (B), 86' Semprini (S)

21/10/2006
Berretti: Gubbio, ko con il Venezia; Calcio a cinque: Real Gubbio corsaro in trasferta

La Berretti Gubbio di mister Stefano Giammarioli cede le armi al quotato Venezia. Il lagunari si impongono per 2-0.
Campionato di serie C/1 di calcio a cinque.
Il Real Gubbio sbanca per 4-2 il campo del Sugaroni. A segno per gli eugubini Andrea Cecchetti, Rogari e doppietta di Beltrami. La formazione scesa in campo del Real Gubbio 1998: Paciotti, Beltrami, Rogari, Radicchi, Bagnoli, Casoli, Fumanti, Torcolini, A.Cecchetti, Minelli, Batazzi, F.Cecchetti. All. Palazzari.

21/10/2006
Gubbio: tifosi in massa a Foligno

E' prevista una folta rappresentanza di sostenitori eugubini al "Blasone" di Foligno per assistere al derby. Volatizzati tutti i biglietti in prevendita (300) destinati per il settore ospiti. Si prevedono circa 400 supporters rossoblù al seguito. Allestiti tre pullman gremiti; gli altri sostenitori si recheranno a Foligno con diverse auto.

21/10/2006
Foligno-Gubbio: arbitra ancora Zega di Fermo; Spal-Gubbio: posticipata al lunedì

Designato l'arbitro di Foligno-Gubbio. Dirige il derby il sig. Andrea Zega di Fermo, coadiuvato dagli assistenti Davide De Luca di Macerata e Marco Toti di Pesaro. L'arbitro in questione (insieme al guardalinee De Luca) è lo stesso che ha diretto l'anno scorso Foligno-Gubbio (3-1). Derby che lasciò strascischi polemici a fine gara in casa rossoblù soprattutto per l'espulsione di Lazzoni (dopo appena trenta minuti di gioco) scaturita con un giocatore del Gubbio dolorante a terra dopo un duro scontro di gioco (Sandreani) e la conseguente mancanza di fair play di un calciatore folignate (Iacona). Posticipo serale: la partita Spal-Gubbio, in programma nella decima giornata, è stata posticipata alle ore 20:45 di lunedì 6 novembre 2006 e sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai Sat Sport. Intanto la Cisco Roma ingaggia un nuovo difensore: si tratta di Marco Teani, 26 anni, proveniente dall'Albinoleffe (serie B).

20/10/2006
Reggiana: ingaggiato Martinetti; Gubbio: sette gol al Cannara in amichevole

Rinforzo di mercato per la Reggiana. È stato ingaggiato Omar Martinetti, 35 anni, ex attaccante di Pistoiese, Viterbese, Ancona, Spal e Perugia. Il calciatore perugino ha firmato un contratto annuale. Battistelli, out nel derby: l'infortunio al terzino sinistro laziale si è rivelato più grave del previsto. Fermo ai box domenica scorsa contro il Giugliano, sarà costretto a saltare pure il match di Foligno. La diagnosi: rilevata una distrazione di primo grado al gemello mediale sinistro. Occorrono nuovi esami a cura del dottor Mario Ceccarelli per accertare in maniera definitiva l'entità dell'infortunio. Intanto il Gubbio ha effettuato una partita amichevole contro il Cannara (Eccellenza) di mister Roscini. I rossoblù, scesi in campo con le seconde linee, si sono imposti per 7-3. A segno Di Bonito, Fata e Giacometti; Balestri e De Angelis hanno realizzato una doppietta ciascuno. I gol del Cannara portano la firma di Meniconi, Pantaleoni e Gaggi. Riceviamo e pubblichiamo una e-mail che ci è giunta in redazione e su autorizzazione molto gradita dell'interessato la riportiamo integralmente di seguito: "Sono un tifoso del Gubbio da anni, anche se sono di Roma e romanista. Respirare però l'aria della C2 è un'altra cosa, specialmente quando il Gubbio è capolista. Seguo i colori rossoblù da quando giocavano Cacciatori e Zoppis, e continuo a seguirlo sempre con interesse febbrile. Vi faccio quindi il miglior in bocca al lupo e continuate sempre così, cazzuti e grintosi. Forza Gubbio! Andrea Massaccesi".

19/10/2006
Borrello: "Foligno-Gubbio? Credo che uscirà un pari; A Rieti? Non sarà facile..."

Ritorna in pista dopo la positiva esperienza di Gualdo Tadino della passata stagione. Roberto Borrello è stato chiamato proprio in questi giorni ad allenare il Rieti, per risollevare una squadra in piena crisi. "Siamo uomini di calcio, ci piace essere in campo e allenare - spiega l'ex tecnico gualdese a Gubbiofans - ma sappiamo benissimo che per noi allenatori ci sono dei momenti in cui si è costretti a stare fuori. Ovviamente pesa. Ma adesso ho avuto la possibilità di rimettermi in carreggiata, anche se la situazione non è per niente facile. Il Rieti è ultimo in classifica e c'è molto da lavorare. Ma c'è la convinzione di poter fare bene, però bisogna cambiare la mentalità di questi ragazzi". L'esperienza di Gualdo? Come la ricorda? "Abbiamo fatto un grande campionato. Dispiace per quello che è successo e soprattutto per come è andata a finire. Quando scompare una squadra è bruttissimo. Se avessi avuto la possibilità anche per quest'anno di poter proseguire quel lavoro, avrei sicuramente fatto bene. Tuttavia è stata un'esperienza che mi è servita molto". Proprio parlando di squadre umbre. È rimasto solo il derby Foligno-Gubbio. Come lo vede? "Dopo una bella partenza, il Foligno si è un po' arenato. Invece il Gubbio sta viaggiando a gonfie vele. Sono due belle squadre che possono lottare per il vertice fino alla fine secondo me. Sarà sicuramente una bella partita, anche se in un derby lo spettacolo può venire meno. Prevedo una partita molto equilibrata". Mancherà Turchi, giocatore che conosce molto bene visto che lo ha allenato a Gualdo. Detto ciò, chi sarà il match-winner? "Marchi del Gubbio sta facendo bene. Questo ragazzo è una vera rivelazione. Si sapeva che era un bravo giocatore, ma i continui infortuni lo avevano tenuto lontano dai campi di gioco. In questo momento però è sicuramente un'arma in più di questo Gubbio. L'assenza di Turchi per il Foligno è pesante. Questo giocatore è un lusso per la categoria. Però la squadra biancazzurra dispone di elementi validi che possono fare la differenza e ci sono attaccanti bravi che possono sostituire degnamente l'argentino". Un pronostico? "Può succedere di tutto. Credo che il Foligno abbia tanta rabbia in corpo perchè vuole riscattarsi e tornare a vincere. Del resto bisogna tenere in considerazione il fattore campo e il pubblico può dargli una mano. Però questo non significa niente e non è facile vincere. Per questo fare un pronostico per me è difficile". Ma proviamo a sbilanciarci. Come finirà? Sorride Borrello: "Beh, potrebbe finire in pareggio - dice - è il risultato più probabile. Però sia da una parte che dall'altra ci sono giocatori che possono risolvere la partita in qualsiasi momento".

18/10/2006
Rieti: esonerato Ferazzoli, ecco Borrello; Turchi squalificato per una giornata

Cambia la seconda panchina nel girone B della C/2. Il Rieti (fanalino di coda) esonera il mister Giuseppe Ferazzoli. Al suo posto è stato ingaggiato Roberto Borrello, 43 anni, tecnico del Gualdo nella passata stagione. Le decisioni del Giudice Sportivo. Sono stati squalificati per due giornate Buonocore del Giugliano e Petrongari del Rieti. Per un turno è stato fermato Turchi del Foligno che salta il derby con il Gubbio. Inoltre sono stati appiedati per una giornata Gagliarducci (Viterbese) e Varchetta (Giugliano). Multate le società di Giugliano (300 euro) e Gubbio (200). Pullman e biglietti per Foligno: in occasione del derby di domenica si stanno organizzando dei pullman sulla base di un pacchetto comprensivo di viaggio e biglietto di ingresso per un totale di 17 euro. Informazioni ed iscrizioni presso la segreteria della Gubbio Calcio annessa allo stadio "Pietro Barbetti". Si ricorda inoltre che, sulla base delle disposizioni in vigore, i biglietti per il settore ospiti potranno essere acquistati solamente in prevendita presso la sede della Società.

17/10/2006
Balestri: "Il mio gol? È solo fortuna. Il derby a Foligno? Mi piacerebbe segnare..."

Il Gubbio rifila il "poker" in casa. Quarta vittoria consecutiva al "Barbetti". I rossoblù, sotto di un gol, hanno la forza di reagire e nella ripresa ribaltano il risultato. Federico Balestri, appena subentrato, ha cambiato il volto della gara. "Direi che sono stato fortunato. - afferma con modestia l'attaccante pisano a Gubbiofans - La prima palla che ho toccato mi ha permesso di segnare. Non è stato per niente facile. Eravamo sotto di un gol contro una squadra giovane, ma che si è rivelata molto in gamba. Siamo primi in classifica, ma dobbiamo stare tranquilli. Dobbiamo arrivare quanto prima alla salvezza. E una volta raggiunta si può pensare a qualcos'altro". Dopo il bel gol da vero centravanti, Balestri ha eseguito un perfetto assist per la testa di Marchi che ha fatto una rete prodigiosa. Ettore sembrava sospeso in aria, vero? "Il difensore accanto a lui è saltato, ma Marchi è andato più su di un metro e mezzo. Incredibile. Ettore ha una grande elevazione, ha tempismo e sa colpire bene la palla di testa. Prevedo un grande futuro per questo calciatore. Tra me e lui esiste una buona convivenza. Possiamo giocare insieme. Sono sempre a disposizione del mister e spero di ritagliarmi sempre più spazio in questa squadra. E non dobbiamo dimenticare che fuori c'è ancora De Angelis. Voglio spendere due parole su di lui perchè è un giocatore importante che può essere determinante in queste categorie. Viene da un infortunio che io ho avuto e si soffre stare fuori. Ma deve stare tranquillo: tutto il gruppo lo sta aspettando e verrà il suo momento". Alla fine del primo tempo nessuno se lo sarebbe mai aspettato che il risultato sarebbe stato ribaltato. Cosa è successo? "Il Giugliano ci ha messo in difficoltà. Non riuscivamo a trovare sbocchi. Il gol poi ci ha tagliato le gambe. Nella ripresa il mister ha riassestato la squadra e il mio innesto ha portato bene. Il calore del pubblico è stato fondamentale, ci ha caricato tanto. È stato palpabile l'incitamento dei tifosi della gradinata e della curva all'unisono. Oltretutto ci terrei a sottolineare un fatto importante. La nostra forza è il gruppo. Merito quindi anche di Cuttone che ha saputo creare un grande spirito di gruppo. Appena sono arrivato a Gubbio mi sono ambientato fin da subito: mi sembrava di giocarci chissà da quanto tempo. Quando trovi dei ragazzi che sono disponibili e gioviali, tutto è più facile. C'è una sana rivalità che ti permette di dare il 100% pure negli allenamenti". E domenica c'è il derby con il Foligno: "Mi piacerebbe giocare e segnare - conclude Balestri - per andare ad esultare sotto il settore ospiti dove ci sono i nostri tifosi. Sarebbe bellissimo. Ci manca una vittoria in trasferta. Questa potrebbe essere la partita della verità. Dobbiamo capire dove possiamo arrivare veramente in questo campionato. Sarà un match molto difficile. Dovremo scendere in campo determinati perchè il Foligno ha il dente avvelenato dopo la sconfitta di Bellaria".

15/10/2006
Il Gubbio, sotto di un gol, brucia sulla "corsia" di sorpasso il Giugliano (2-1)

Il Gubbio fa di nuovo "bottino pieno" in casa. Quattro partite al "Pietro Barbetti" e altrettante vittorie. Gli uomini di Cuttone vanno sotto di un gol grazie ad un ottimo Giugliano nel primo tempo. Ma nella ripresa i rossoblù sono devastanti: entrano con il piglio giusto in campo e piegano con uno-due vincente la coriacea formazione campana allenata da Gargiulo. Il Gubbio mantiene così il primato in classifica. E domenica c'è l'atteso derby a Foligno. La cronaca. Assente Battistelli per infortunio (problema ad un polpaccio): al suo posto gioca De Maio. Al 2` De Maio calcia dalla distanza, De Marco abbranca la sfera. Al 10` da posizione decentrata Marchi spara sull'esterno della rete. Al 17` pallonetto velenoso da 40 metri di Chigou, Pifarotti con la punta delle dita devia la palla in corner. Al 32` corner di Campo, mischia in area, Gaggiotti calcia a botta sicura a rete, sulla linea di porta respinge Toscano che si salva in angolo. Sugli sviluppi del corner successivo, questa volta a metterci una pezza ci pensa il portiere ospite De Marco. Al 38` Campo prova un pallonetto dal limite, la palla sfiora l'incrocio. Nei minuti di recupero (47`) il Giugliano trova la rete del vantaggio con un eurogol: Toscano fa partire un gran tiro a girare dal limite che si insacca nel set. Ripresa. Entra Balestri e cambia la partita. Al 52` Fusseini dalla distanza calcia di poco a lato. E al 52` il Gubbio raggiunge il pari: Sandreani lancia in profondità Balestri che si libera di un avversario (Astarita), entra in area e di piatto infila la palla in rete. Al 62` arriva il raddoppio: gran lavoro sulla destra di un ispirato Balestri, spiovente millimetrico in area per la testa di Marchi: stacco imperioso del giovane attaccante eugubino, palla che sorprende il portiere ospite e si infila a mezza altezza in rete. Al 73` splendida rovesciata di Toscano in area verso la porta, risponde alla grande Pifarotti che in volo plastico devia la palla in corner. A cinque minuti dal termine brivido per i rossoblù: siluro da lontano di Mencarelli con palla che si stampa sul palo. Al minuto 88 prodigioso intervento di Pifarotti che devia da sotto la traversa un tiro volante del nuovo entrato Belleri.
Gubbio: Pifarotti, Tafani, De Maio, Lazzoni, Fiumana, Ercoli, Gaggiotti, Sandreani, Marchi (87` Di Bonito), Campo (52` Balestri), Fusseini. All. Cuttone.
Giugliano: De Marco, Flauto, Mencarelli, Toscano, Astarita, Varchetta, Scarpato (70` Alterio), Marzocchi, Chigou (85` Ragosta), Buonocore, Di Roberto (85` Belleri). All. Gargiulo.
Reti: 47`pt Toscano (Gi), 52` Balestri (Gu), 62` Marchi (Gu).
Arbitro: Vivenzi di Brescia (Perrotta di Tivoli e Caroti di Pontedera). Ammoniti: Lazzoni e Fiumana (Gu); Varchetta, Astarita e Toscano (Gi). Espulsi: 86` Buonocore (Gi). Spettatori: 1213 (682 abbonati); una ventina da Giugliano.
I RISULTATI DELLA SETTIMA GIORNATA:
Bellaria - Foligno 1-0
58' Mazzotti (B)
Boca San Lazzaro - Cisco Roma 1-1
8' Paterna (B), 49' Di Canio (C)
Carrarese - Prato 2-1
34' Buglio (C) rig., 55' Bongiorni (C), 91' Lorenzi (P)
Gubbio - Giugliano 2-1
47'pt Toscano (Gi), 52' Balestri (Gu), 62' Marchi (Gu)
Paganese - Reggiana 1-0
18' Fummo (P)
Poggibonsi - Spal 0-2
56' Sesa (S), 89' Gardella (S)
Rovigo - Castelnuovo 4-2
8' Gasparello (R), 15' Antonelli (R), 29' Micchi (C), 55' Pennucci (C), 82' Furlanetto (R) rig., 85' Gasparello (R)
Sansovino - Rieti 1-0
43' De Angelis (S)
Viterbese - Cuoiocappiano 1-1
55' Banchelli (C), 73' Chiavarini (V) rig.

14/10/2006
Berretti: Gubbio, 2-1 a Cesena; Calcio a cinque: Real Gubbio, 5-4 al Buskers

La Berretti di mister Stefano Giammarioli perde 2-1 a Cesena. Sconfitta immeritata contro la prima della classe. Per i rossoblù è andato a segno Bellucci. Campionato di serie C/1 di calcio a cinque. Il Real Gubbio batte per 5-4 il Buskers calcio a cinque. Tabellino: Real Gubbio 1998: Petruzzi, Beltrami, Rogari, Nuti, Torcolini, Batazzi, Fumanti, Batazzi, Cecchetti A, Moretti, Radicchi, Cecchetti F. All. Palazzari; Buskers: Trezza, Bizzarri, Canetti, Di Marco, Veschini, Falaschi, Comodi, Porticelli, Forti, Ciambottini, Amatucci, Merluzzo. All. Bazzurri. Arbitri: Bernardini di Foligno e Calzena di Città di Castello. Marcatori: 10' pt Falaschi (B), 27' pt Fumanti (RG), 29' pt Veschini(B), 3'st Fumanti (RG), 6' st Fumanti (RG), 10' st Amatucci (B), 11' st Cecchetti A. (RG), 12' st Veschini (B), 28' Cecchetti A. (RG). Ammoniti: A.Cecchetti (RG), Beltrami (RG), Canetti (B). Espulsi: 26' st Veschini (B), 31' st Nuti (RG).

13/10/2006
Gubbio-Giugliano: arbitra Vivenzi

Designato l'arbitro di Gubbio-Giugliano. Sarà il sig. Mauro Vivenzi di Brescia, coadiuvato dagli assistenti di linea Simona Perrotta di Tivoli e Federico Caroti di Pontedera. L'arbitro in questione, al secondo anno di esperienza in serie C, ha diretto i rossoblù la scorsa stagione nel novembre 2005 (Sassuolo-Gubbio 2-1; rete eugubina di Chafer).

12/10/2006
Gubbio: 4-2 al Bastia in amichevole

Test amichevole infrasettimanale per gli uomini di Cuttone. Il Gubbio ha battuto per 4-2 il Bastia (Eccellenza Umbra). Unico assente Battistelli per un problema al polpaccio, in dubbio per domenica prossima (al suo posto ha giocato De Maio). Nel primo tempo è stata schierata la stessa formazione di domenica scorsa a Prato; nella ripresa sono scese in campo tutte le seconde linee. A segno Marchi (45') di testa su cross di Campo. Pareggio momentaneo per i bastioli di Ubaldi (50'). In pochi minuti il Gubbio ristabilisce le distanze. Prima va a segno Balestri e poi De Angelis. Prima dello scadere trova il bersaglio ancora Balestri (doppietta personale) su punizione. Nei minuti di recupero arriva il secondo gol del Bastia che porta la firma di Paparelli.

12/10/2006
Abbonamenti: chiusura a quota 682

A.S. Gubbio 1910: si è conclusa in maniera ufficiale la campagna abbonamenti, stagione 2006-07. Vendute precisamente 682 tessere di abbonamento. Un dato, tutto sommato, rilevante se si considera il bacino d'utenza che ricopre la città dei Ceri. Gubbio è stata sempre prolifica in materia di abbonamenti, soprattutto nei campionati di serie C (non si è andato mai sotto le 450 unità). Il record assoluto, comunque sia, appartiene alla passata stagione, quando furono eseguiti ben 854 abbonamenti.

11/10/2006
Riceviamo e pubblichiamo: from Usa

Riceviamo e pubblichiamo un'email pervenuta in redazione dall'oltreoceano molto bella che abbiamo deciso di pubblicare: "Carissimi Eugubini, vi scrivo da West Babylon, New York, precisamente dal centro dell'isola di Long Island. Lo faccio con la felicita' di vedere la Città più più bella del Mondo prima in classifica. Complimenti per ciò che è stato portato a compimento ed auguri vivissimi per il futuro". Gaetano, che vive a New York, autore dell'e-mail sopra citata, ci fa sapere che ha dei cugini a Gubbio e ci segnala un loro sito web (International Soccer Academy) dove insegnano ai giovanissimi a diventare i campioni del futuro di calcio.

10/10/2006
Giudice Sportivo: stop per Turone e Perricone; multe per Spal e Foligno

Resi noti i provvedimenti disciplinari del Giudice Sportivo. Per una giornata è stato squalificato Turone della Spal e Perricone del Bellaria. Ammende per le società di Spal (di 500 euro) e Foligno (300 euro). Reggio Emilia: è in prova con la formazione granata l'attaccante Omar Martinetti, ex Pistoiese e Viterbese.

10/10/2006
Gaggiotti: "Il primato? Pensiamo alla salvezza. C'è più fiducia in noi giovani..."

Il Gubbio esce indenne dalla trasferta di Prato, prosegue la sua striscia positiva e conserva per il momento il primo posto in classifica. Il commento di Marco Gaggiotti, classe '86, tra i più positivi a Prato. "La partita era difficile, - afferma il giovane centrocampista eugubino a Gubbiofans - ma nella prima mezz'ora siamo stati noi a condurre il gioco. Nella ripresa invece c'è stato pressochè un totale equilibrio". Nel primo tempo, tuttavia, non vi sono mancate le occasioni per passare in vantaggio. Non è vero? "Abbiamo avuto tre opportunità, con Marchi, Sandreani e Fiumana. Se fossimo riusciti a sbloccare il risultato, sono sicuro che sarebbe stata un'altra partita, pazienza". Nella prima frazione di gioco avete reclamato pure una calcio di rigore per fallo di mani in area di Artipoli. A tutti sembrava evidente. Campo, protagonista nell'azione, ha detto che era rigore netto. Che giudizio si è fatto Gaggiotti? "Ero vicino e ho visto tutto. Campo ha fatto passare la palla sopra Artipoli e lui l'ha presa proprio con la mano. Il fallo è stato netto. Non so se era involontario o meno. Per me era calcio di rigore". Il Gubbio di quest'anno, sia in casa che fuori, cerca sempre di imporre il proprio gioco: "È giusto che sia così - dice - perchè gli altri si devono adeguare a noi e non viceversa. Da parte nostra cerchiamo di giocare sempre alla stessa maniera e vincere". Il merito di questo cambiamento di mentalità? "Abbiamo un ottimo gruppo e ti permette di fare i risultati. Ma ovviamente non passa in secondo piano la mano del tecnico". Quest'anno sembra arrivato anche l'anno della piena maturazione di tanti giovani eugubini come per l'appunto Gaggiotti, oltre a Marchi e Pifarotti. Come si spiega questa metamorfosi? "È una questione di fiducia. Quando senti l'appoggio dei compagni e dell'allenatore tutto ti resta più facile. Poi per un eugubino indossare questa maglia è tutto". Il primo posto in classifica. Può essere un peso? Oppure è uno stimolo? "Sicuramente è uno stimolo in più per andare avanti. Essere primi fa sempre piacere, ma noi guardiamo avanti. Pensiamo solo a fare quanto prima più punti possibili per raggiungere la salvezza". Domenica sarà ospite al Barbetti il Giugliano, squadra campana scorbutica da incontrare, con la quale i rossoblù non hanno mai giocato contro in campionato. "Tutte le partite sono difficili - conclude Gaggiotti - quindi bisogna dare sempre il massimo. Speriamo di mantenere questo passo in casa".

08/10/2006
Prato-Gubbio, risultato ad occhiali (0-0)

Finisce 0-0 al "Lungobisenzio" di Prato. La truppa di Cuttone ottiene un punto importante in trasferta in terra toscana e mantiene il primato solitario in classifica. Una partita equilibrata che ha riservato pochi sussulti, a parte un rigore reclamato da Campo e un legno colpito da Basilico. Il primo tempo però è stato sicuramente più brillante della ripresa. La cronaca. Al 19` Pifarotti respinge con tempestività in tuffo una punizione insidiosa di De Gori calciata dal limite. Al 22` Olivetti si fa rubare palla da Lazzoni sulla trequarti che lancia in profondità Marchi: l'attaccante eugubino si invola pericolosamente verso l'area biancazzurra, ma è provvidenziale l'intervento di Lamonica: la palla si perde tra le braccia del portiere Piovenzan. Al 25` Pifarotti è strepitoso: il portiere eugubino respinge d'istinto un colpo di testa molto ravvicinato di Girardi. Al 29` una punizione di Sandreani dal limite sibila di poco sopra il set. Al 36` ci prova Fiumana su calcio piazzato dalla lunga distanza: tiro forte e angolato, Piovenzan si distende in tuffo e con la punta delle dita riesce a deviare la palla in corner. Poco più tardi Campo protesta per un fallo di mani in area pratese di Artipoli: il tocco irregolare sembra evidente, ma l'arbitro non è dello stesso avviso e fa proseguire. Al 42` si rende pericoloso sulla sinistra Basilico che salta alcuni avversari in dribbling, entra in area ospite e scaglia in porta un tiro radente in diagonale: la palla colpisce il palo; sulla respinta Buonocunto, da pochi passi, non riesce a ribadirla in rete. Ripresa. In avvio bella combinazione De Gori-Girardi, tiro di quest'ultimo dal limite, palla che finisce di poco a lato. Al 60' spiovente dalla sinistra di Fusseini, stop in area e tiro al volo di sinistro di Campo: la palla termina di poco a lato. Da questo momento in poi non si segnala più nulla di rilevante fino alla fine.
Prato: Piovenzan, Galli, Grego, Paolucci, Lamonica, Artipoli, Olivetti (46' Fogaroli), Buonocunto (76' Caponi), Girardi (58' Lorenzi), De Gori, Basilico. All. Bisoli.
Gubbio: Pifarotti, Tafani, Battistelli, Lazzoni, Fiumana, Ercoli, Gaggiotti, Sandreani, Marchi (75' Balestri), Campo (69' Di Bonito), Fusseini. All. Cuttone.
Arbitro: Pizzi di Saronno. Ammoniti: Tafani, Sandreani, Lazzoni e Gaggiotti (G); De Gori (P). Spettatori: 650 circa (una quarantina provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA SESTA GIORNATA:
Carrarese - Rovigo 2-0
24' Giraldi (C), 70' Bongiorni (C)
Castelnuovo - Viterbese 2-1
43' Micchi (C) rig., 61' Micchi (C), 65' Ingiosi (V)
Cisco Roma - Sansovino 3-2

12' Ranalli (C), 35' Zacchei (S), 42' Pacciardi (S) aut., 73' Zacchei (S), 90' Bettini (C)
Cuoiocappiano - Paganese 0-1
2' Risi (P)
Foligno - Spal 0-0
Giugliano - Boca San Lazzaro 1-1
53' Evangelisti (B), 64' Alterio (G)
Prato - Gubbio 0-0
Reggiana - Poggibonsi 0-0
Rieti - Bellaria 1-1
32' Mazzotti (B), 50' Gentili (R)

07/10/2006
Berretti: Gubbio travolgente con il San Marino (4-0); Calcio a cinque: Real ko

La Berretti del Gubbio si sbarazza per 4-0 del San Marino. La formazione di mister Stefano Giammarioli è andata a segno con Bellucci, Fuduli (doppietta personale) e Rodio. Campionato di serie C/1 di calcio a cinque: il Real Gubbio perde per 3-1 a Todi. Per i rossoblù ha segnato Andrea Cecchetti. La formazione: Paciotti, Beltrami, Nuti, Rogari, Andrea Cecchetti, Francesco Cecchetti, Bagnoli, Radicchi, Fumanti, Casoli, Moretti. All. Palazzari.

06/10/2006
Prato-Gubbio: arbitra Pizzi

Designato l'arbitro di Prato-Gubbio. Sarà il sig. Alessandro Pizzi di Saronno. L'arbitro in questione, al secondo anno di esperienza in serie C, ha diretto il Gubbio lo scorso anno a Reggio Emilia. Finì 1-1 con reti di Coresi (12') per gli eugubini e per i padroni di casa pareggiò allo scadere (94') Fiumana, che ora veste la casacca rossoblù. In quella gara fu espulso in maniera discutibile Catalucci (84'): cartellino rosso che alla resa dei conti risultò decisivo ai fini del risultato finale.

05/10/2006
Gubbio e il primo posto, i precedenti...

Il Gubbio primo in classifica solitario. Chi se lo sarebbe mai aspettato? Nessuno. È vero, ancora siamo alla quinta giornata, il campionato è lungo e i ragazzi di Cuttone puntano quanto prima a salvarsi. Ma il primato solitario rende "ottimisti", anche se avverrà per una sola giornata! Perchè? L'ultima volta che il Gubbio era riuscito ad essere primo da solo in classifica tra i professionisti risale a 16 anni fa, precisamente nel lontano 30 dicembre 1990. Campionato di serie C/2, stagione '90-91. Al "San Biagio", stadio gremito, il Gubbio di mister Francesco Giorgini si impose per 2-0 contro il Viareggio: a segno Ulivi e Caruso. I rossoblù terminarono il campionato in quinta posizione, dietro Livorno, Viareggio, Massese e Alessandria (primo). Se torniamo ancora indietro nel tempo, il Gubbio riuscì a conquistare la vetta solitaria in classifica pure il 18 marzo 1990 nella stagione '89-90: fu espugnato il campo della Vis Pesaro per 1-0 (rete su rigore di Di Curzio, procurato da Baldinelli). Gli undici di Giorgini finirono il campionato in quinta posizione, dietro Trani, Chieti, Baracca Lugo e Fano (entrambe promosse in C/1). Pure nella stagione precedente ('88-89) il Gubbio riuscì a conquistare la vetta solitaria. Avvenne il 23 ottobre 1988. I rossoblù, allenati allora da Giampaolo Landi, sconfissero per 1-0 il Riccione davanti ai 4000 spettatori festanti del "San Biagio" con rete risolutiva di Moreno Morbiducci. E anche in quell'occasione, il Gubbio terminò il campionato tra le prime posizioni (sesto). Numeri, quindi, che strappano più di un "sorriso". Se invece, ritornando ai giorni nostri, ci guardiamo indietro e vogliamo vedere il Gubbio primo, ma in coabitazione con altre compagini, basta risalire alla stagione 2001-02. In panchina siedeva Marco Alessandrini. I rossoblù restarono primi per le prime tre giornate dopo tre vittorie consecutive (1-0 al Trento, 2-1 nel derby a Gualdo Tadino e 3-0 in casa con il Faenza). Insieme al Gubbio, occupavano la vetta della classifica Brescello e Rimini. Pure in quella stagione i rossoblù terminarono il campionato ai vertici della classifica. Se la matematica non è un'opinione...

04/10/2006
Gubbio: Rodio, due turni di squalifica (!); pullmann per la trasferta di Prato

Resi noti i provvedimenti disciplinari. È stato squalificato per due giornate il centrocampista rossoblù Gianmarco Rodio, espulso domenica scorsa contro il Castelnuovo, "perchè colpiva da tergo un avversario dopo che quest'ultimo aveva già giocato il pallone". Inflitti due turni pure alla punta Barbieri della Reggiana. Per una gara invece sono stati fermati Magnani (Rieti), Chomakov (Boca San Lazzaro), Noviello (Foligno), Diamanti (Prato) e Toscano (Giugliano). Ammende alle società di Prato (di 750 euro), Paganese (500) e Carrarese (200). Pullman per Prato: in vista della trasferta di Prato viene organizzato un pullman. Il prezzo del biglietto di andata e ritorno è di 10 euro; le iscrizioni si ricevono presso la sede dello stadio "Pietro Barbetti".

03/10/2006
Sandreani: "Il primo posto? È piacevole, ma non c'è da cullarsi sugli allori..."

Alex Sandreani sprizza felicità. E non potrebbe essere altrimenti. Il Gubbio, pur soffrendo nel finale, vince con merito sul Castelnuovo e si ritrova primo in classifica, da solo. Non succedeva da 16 anni nei professionisti. "Sono molto contento per quello che stiamo facendo - spiega il centrocampista cantianese a Gubbiofans - ma non c'è da cullarsi sugli allori. La categoria insegna. Fa piacere vivere una settimana al comando, però già sappiamo che da qui alla fine sarà una battaglia". Sandreani ha siglato un gran gol su punizione. Ricordava tanto quello segnato proprio al Castelnuovo nei playoff del 2003. "È vero - dice - assomiglia molto a quel gol. Ho provato una grande gioia, difficile da spiegare a parole. È andata bene. Altre volte sono stato meno fortunato". Pure Marchi ha segnato una rete di testa strepitosa: "Ettore ha fatto un gol eccezionale. È un ragazzo che sta dimostrando tutto il suo valore insieme ad altri. I giovani hanno sempre bisogno di tranquillità e fiducia". Il primato in classifica solitario. Non succedeva dalla stagione '90-91. Una sensazione strana, vero? "Significa che stiamo lavorando bene. Dobbiamo mantenere questo spirito di gruppo. In questa categoria fa la differenza. Chi vince è sempre il gruppo e la squadra, non le prime donne". C'è stato un grande incitamento da parte del pubblico. Contento? "Si nota uno spirito diverso da parte di tutti rispetto all'anno scorso quando i risultati stentavano a venire. La gente sta apprezzando l'impegno che mettiamo sempre in campo". Questo Gubbio dimostra di avere carattere. Preso un gol, non si dà mai per vinto. È così? "Abbiamo lavorato molto sotto questo aspetto. Non abbiamo abbassato la guardia, nè con la Reggiana, nè con il Castelnuovo. I risultati ci hanno dato ragione. Ma ancora c'è molto da lavorare". Non sono passate inosservate le urla di felicità dei calciatori rossoblù nello spogliatoio a fine partita. Mister Cuttone, però, in sala stampa, si è mostrato cauto e predica umiltà. "Ci siamo sfogati dopo una partita tirata e molto combattuta. - conclude Sandreani - È normale, le vittorie ti fanno gioire. L'umiltà è basilare per il nostro sport e a noi non manca di certo. Deve rimanere la nostra arma vincente. Perchè a partire già da domenica prossima ci aspetta una partita molto dura a Prato".

01/10/2006
Gubbio: 2-1 al Castelnuovo e va in testa...

Al "Pietro Barbetti" il Gubbio riesce a piegare il Castelnuovo e si ritrova incredibilmente in vetta alla classifica da solo (non succedeva dai tempi di Giorgini in panchina, stagione '90-91). È festa nello spogliatoio rossoblù dopo il triplice fischio finale. C'è tanta soddisfazione, ma allo stesso tempo regna una grande umiltà nelle dichiarazioni del dopo gara dei diretti protagonisti. L'obiettivo primario, non bisogna dimenticarcelo, è la salvezza e il campionato è ancora lungo. Però - vogliamo sottolineare - che questo Gubbio gioca veramente bene e ha meritato la vittoria, anche se ha sofferto nel finale dopo essere rimasto in dieci per una "discutibile" espulsione di Rodio. La cronaca. Assente Pifarotti, per i postumi dell`infortunio di domenica scorsa. Al 7` cross di Sandreani, Fusseini di testa mette a lato. Al 15` il Gubbio passa in vantaggio: Tafani pennella dalla destra un cross in area, Marchi si gira di testa: la palla a parabola si infila in rete nel set, dopo aver spizzicato la traversa. Splendida esecuzione aerea del giovane attaccante eugubino. Al 17` il Castelnuovo pareggia subito i conti: dal limite Nizzetto calcia una punizione radente che mette fuori causa la barriera e la palla si infila in rete sul primo palo. Al 27` punizione innocua del solito Nizzetto dalla lunga distanza, ma la palla colpisce il palo dopo essere rimbalzata a terra, complice una grave disattenzione difensiva rossoblù. Al 30` Campo di testa impegna Dazzi che abbranca la sfera. Al 40` una girata dal limite di Nizzetto impegna in tuffo Tosti. Ad inizio ripresa il Gubbio passa di nuovo in vantaggio. Corre il 48`, Sandreani calcia una punizione dal limite: tiro a girare che scavalca la barriera e la palla si infila a mezza altezza nell`angolino. Pregevole esecuzione balistica del centrocampista cantianese. Al 55` Campo dalla distanza calcia di poco a lato. Al 74` tiro volante di Grassi dal limite, palla di poco fuori. Al 75` viene espulso in modo "inspiegabile" Rodio per un fallo veniale su un avversario: cartellino rosso diretto. Il Gubbio, stringendo in denti, riesce a portare a casa l'intera posta in palio.
Gubbio: Tosti, Tafani, Battistelli, Lazzoni, Fiumana, Ercoli, Gaggiotti (67` Rodio), Sandreani, Marchi (80` Balestri), Campo (76` Fata), Fusseini. All. Cuttone.
Castelnuovo: Dazzi, Nincheri, Pennucci, Fommei, Fanani (55` Grassi), Cribari, Cipolli, Guerri (70` Filosi), Micchi, D`Andria (65` Sireno), Nizzetto. All. Tazzioli.
Reti: 15` Marchi (G), 17` Nizzetto (C), 48` Sandreani (G).
Arbitro: Candussio di Cervignano del Friuli (Paiusco di Vicenza e Caissutti di Udine). Ammoniti: Sandreani (G), Fanani (C). Espulsi: 75` Rodio (G). Spettatori: 1192 (di cui 667 abbonati).
I RISULTATI DELLA QUINTA GIORNATA:
Bellaria - Reggiana 2-3
18' Carlet (R), 46' pt Gozzi (R), 48' Pippi (B) rig., 79' Pippi (B), 89' Ruffini (R)
Boca San Lazzaro - Rieti 2-1
46' pt Chomakov (B) rig., 52' Chomakov (B) rig., 77' Gentile (R)
Gubbio - Castelnuovo 2-1
15' Marchi (G), 17' Nizzetto (C), 48' Sandreani (G)
Paganese - Foligno 2-1
32' Russo (P), 67' Turchi (F) rig., 89' Di Napoli (P)
Poggibonsi -Cuoiocappiano 0-0
Rovigo - Prato 2-1
59' Girardi (P), 68' Gasparello (R), 72' Rizzi (R)
Sansovino - Giugliano 0-1
51' Di Roberto (G)
Spal - Cisco Roma 0-0
Viterbese - Carrarese 1-0
90' Cortese (V)


[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 18.10.2019 ora 16:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 9 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Ravenna
Fermana
Rimini
Carpi
Vis Pesaro
Fano
Virtus Verona
Sudtirol
Gubbio
Feralpisalo
Arzignano Valc.
Imolese

10260
8630
7090
5950
5030
4750
3480
3250
1840
1800
1800
1780
1650
1280
980
980
890
830
560
520

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy