SERIE C - GIRONE B
DICIASSETTESIMA GIORNATA
DOM. 1 DICEMBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 15

GUBBIO

0

PADOVA

0

DICIOTTESIMA GIORNATA
LUN. 9 DICEMBRE 2019
STADIO "RIVIERA DEL. PALME"
ORE 20:45

SAMBENED.-GUBBIO

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Vicenza
Carpi
Padova
Reggiana

Sudtirol
Feralpisalo
Piacenza
Sambenedettese
Virtus Verona
Modena
Triestina
Cesena
Vis Pesaro
Ravenna
Fermana
Arzignano Val.
Gubbio
Imolese
Rimini

Fano

39
35
33
32
32
29
28
25
24
23
23
21
18
18
17
15
15
14
12

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

DICIASSETTESIMA GIORNATA
DOM. 1 DICEMBRE 2019

Arzignano Valchiampo
Virtus Verona

1
1

Carpi
Triestina

1
0

Fano
Fermana

0
1

Feralpisalo
Cesena

2
2

Imolese
Sambenedettese

1
1

Modena
Vis Pesaro

3
1

Reggiana
Piacenza

2
2

Rimini
Ravenna

1
2

Sudtirol
Vicenza

0
1

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Morosini Sudtirol
Vano Carpi

11
8
8

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Sbaffo
Cesaretti
Munoz
Maini
Sorrentino
Zanoni

5
4
2
1
1
1

Scopri la nostra citta!

DICIOTTESIMA GIORNATA
DOM. 8 DICEMBRE 2019

Sambened.-Gubbio

Cesena-Fano

Fermana-Arzignano V.

Padova-Imolese

Piacenza-Rimini

Ravenna-Sudtirol

Triestina-Modena

Vicenza-Feralpisalo

Virtus Verona-Reggiana

Vis Pesaro-Carpi

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

30/10/2003
Gubbio: Urbani confermato presidente; Mencarelli è il nuovo vice

Dopo l'accordo firmato dagli sponsor (Barbetti e Colacem) avvenuto due settimane fa, da martedì sera è stato ufficializzato l'ingresso della nuova cordata nella società del Gubbio, capeggiata dall'impreditore Marco Fioriti. E' stato nominato un nuovo consiglio direttivo, ripartito in parti uguali con la vecchia e la nuova dirigenza: da una parte sono stati eletti Fioriti, Tomassini e Pannacci, che rappresentano i nuovi ingressi, e Moretti, Monacelli e Rueca, che facevano parte già della vecchia società. Come presidente è stato riconfermato Giovanni Urbani (nella foto), mentre come vice presidente è stato nominato Rodolfo Mencarelli. Per Mencarelli si tratta di un ritorno: ai tempi della serie C degli anni 80-90, ha ricoperto il ruolo di presidente della società eugubina in coppia con Giuseppe Vispi.

29/10/2003
Gubbio: Fabbri, lieve infortunio

Il portiere del Gubbio Fabio Fabbri ha subìto un leggero infortunio ad una mano. Ne da notizia il sito www.tuttogubbio.it, che riporta quanto segue: "Nel corso dell'allenamento di ieri, il portiere rossoblù ha riportato una microfrattura al secondo metacarpo della mano sinistra: Fabbri dovrà tenere il gesso per altri quattro giorni, ma ha ricevuto ampie garanzie da parte dei sanitari per un pronto recupero. Pertanto lo stesso giocatore si è mostrato fiducioso di poter riprendere gli allenamenti dalla prossima settimana e di essere in campo per la prossima trasferta del Gubbio a Montevarchi". Intanto, Emanuele Francioni, classe 1986, attaccante della Berretti del Gubbio, ha svolto un provino con il Brescia: il giovane calciatore era stato visionato dagli osservatori della squadra lombarda nei giorni scorsi. Infine, l'attaccante della Carrarese Mirco Di Fiandra (27 anni) ha riportato una lesione che ha interessato il collaterale interno del ginocchio sinistro: dovrà stare fermo per almeno quaranta giorni.

28/10/2003
Camborata: "Non dobbiamo perdere la fiducia"

Nella trasmissione "Fuorigioco" - in onda ogni martedì sera su Trg - ha partecipato Roberto Camborata. Il team manager rossoblù ha voluto precisare che la squadra ha tanta voglia di riscattare questo inizio di stagione non proprio esaltante: "I giocatori avevano avuto il permesso di stare a riposo fino a mercoledì mattina invece, per loro spontanea volontà, sono tornati a lavorare subito. Dopo la sconfitta di domenica scorsa, hanno voluto analizzare i problemi e gli errori in questo momento difficile. Con la Rosetana è stata una partita strana: il primo tempo abbiamo giocato con una mentalità sbagliata, mentre nella ripresa abbiamo avuto una grande reazione. Tutto questo, per certi versi, è inspiegabile. Prima andavamo in vantaggio e venivamo automaticamente raggiunti, mentre ora andiamo subito in svantaggio e non capiamo il perchè. Tutti all'inizio avevamo grandi aspettative, ma adesso dobbiamo ritrovare la giusta tranquillità perchè il campionato è lungo. Non dobbiamo avere paura e perdere la fiducia, sennò diventerà difficile tirarci fuori dai bassifondi della classifica". La rosa è incompleta? "In parte - ha risposto Camborata - potrebbe essere così. Maisto e Turchetta sono due giocatori che hanno ottime qualità tecniche ma sono giovani e hanno bisogno di crescere. Lo stesso discorso vale per Coresi che deve abituarsi al salto di categoria. Ma noi crediamo ancora in questa squadra". Cosa manca a questo Gubbio? "La continuità nei risultati e la vittoria soprattutto. Siamo rammaricati di avere dato un dispiacere ai tifosi ma questa squadra non merita i fischi. Fino ad ora abbiamo incontrato solo squadre che giocano in contropiede, mentre siamo sempre noi a fare la partita. Creiamo molto, significa che uno schema e un gioco c'è. Abbiamo degli attaccanti veloci ma al momento trovano difficoltà perchè gli avversari si chiudono ermeticamente".

28/10/2003
Gubbio decimato dal Giudice Sportivo

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Il Gubbio, a Montevarchi, dovrà fare a meno di ben tre giocatori: il terzino Antonazzo ha preso due giornate, mentre i centrocampisti Orocini e Lazzoni sono stati squalificati per un turno. L'attaccante nigeriano Garba del Fano è stato stoppato per due giornate. Per un turno, invece, sono stati appiedati i difensori Galeotti del Montevarchi e Niccolini del Fano. Sono stati squalificati per una giornata anche il difensore Fiumana e l'attaccante Rossi del Gualdo. Infine sono state multate le società di Bellaria e Gualdo per 350 euro.

27/10/2003
Fano: De Luca segna e si rompe un braccio

Singolare episodio è avvenuto nella partita giocata domenica scorsa tra Montevarchi e Fano, nel girone B della C/2. I marchigiani sono passati in vantaggio al 38' del primo tempo grazie ad un eurogol di Francesco De Luca (21 anni) che ha infilato la palla sotto l'incrocio dei pali. Lo stesso giocatore granata nell'esultanza per il gol, è inciampato su un cartellone pubblicitario e si è rotto l'avambraccio sinistro. Ulteriori accertamenti clinici avrebbero evidenziato la frattura di ulna e radio: lo sfortunato calciatore granata non potrà calcare per diverso tempo i campi di gioco.

26/10/2003
Il Gubbio, inguardabile nel primo tempo e ridotto in nove nella ripresa, cade in casa contro la Rosetana (0-1)

Nona giornata di campionato, il Gubbio affronta al "San Biagio" la Rosetana. Mister Cannito schiera fin dal primo minuto Orocini, dopo l'infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per oltre un mese. Scende in campo nella formazione iniziale anche Amadio, ristabilito dopo lo stiramento alla coscia. Assente il difensore De Pascale, squalificato. Il modulo rimane lo stesso, il 4-4-2: in difesa giocano Bruni e Giacometti centrali, Antonazzo sulla destra e Amadio sulla sinistra; a centrocampo giostrano in mezzo Sandreani e Lazzoni, Maisto si posiziona sulla destra, mentre Orocini viene dirottato sulla sinistra; Caracciolese e Cipolla formano il duo d'attacco. Inizia l'incontro. Il Gubbio che scende in campo nel primo tempo sembra la brutta copia di se stesso: una squadra abulica, priva di aggressività e di incisività. La Rosetana, dal canto suo, tiene bene il campo caparbiamente e cerca sporadicamente di rendersi pericoloso in contropiede. Le occasioni da segnalare, però, si contano sulla punta delle dita. Al 2' assist di Farias per Cossa che tira a rete, Fabbri è attento e agguanta la sfera. Al 6' Amadio dalla sinistra crossa in mezzo, Orocini dal limite tira in porta di precisione, la palla viene deviata in corner da un difensore abruzzese. Al 14' Maisto viene spinto in area ospite da Gagliarducci: il giocatore eugubino protesta invano, l'arbitro fa proseguire l'azione. Al 29' Orocini calcia in area una punizione, Bruni di testa gira a rete, la palla termina a lato. Passano i minuti e il Gubbio fatica a costruire un autentico pericolo per la porta difesa da Aiardi, che risulterà alla fine il migliore in campo dei suoi. Esposito, al 40' e al 42', cerca di sorprendere il portiere di casa Fabbri su punizione: l'estremo difensore eugubino è molto attento e in entrambi i casi riesce a parare le pericolose conclusioni a rete del centrocampista abruzzese. E' il preludio al gol che arriva al 43': Farias serve al limite Cossa che al volo spara un tiro potente e angolato che piega le mani del portiere Fabbri. Nulla può il portiere eugubino sul gran tiro di Cossa. Si chiude così il primo tempo con il Gubbio sotto di un gol: veramente inguardabile la squadra eugubina vista nella prima frazione di gioco. Nella ripresa la musica cambia: entra in campo un'altro Gubbio, più aggressivo e deciso a riequilibrare la partita. Mister Cannito effettua due sostituzioni in avvio di ripresa: al 46' entrano Berdini e Turchetta al posto di Caracciolese e Maisto. Le occasioni non mancano. Al 49' Turchetta crossa dalla destra, Lazzoni dal limite tira in porta, la palla viene respinta in area ospite forse con un braccio da un avversario. Al 51' Amadio conclude a rete una bella azione in velocità costruita da Turchetta e poi proseguita da Orocini e Cipolla: la palla termina di poco a lato. Al 57' Giacometti gira di testa a rete un assist di Orocini su punizione: il portiere Aiardi si supera deviando la palla in corner. Al 60' Cossa, uno dei migliori dei suoi, salta un avversario ma una volta entrato in area non inquadra la porta. Al 65' una punizione di Orocini ben calciata dal limite viene deviata in angolo da Aiardi. Al 75' Cipolla spreca una ghiotta occasione, lanciato a rete sul filo del fuorigioco da Lazzoni: il portiere Aiardi riesce a chiudere in extremis sull'attaccante eugubino. Al 76' Sandreani ci prova dalla distanza, il suo tiro però termina alto sopra la traversa. Cresce il nervosismo e il Gubbio rimane in nove per due falli di reazione ingenui nel giro di una manciata di minuti. Al 79' Antonazzo sembra prendere per i capelli Marinelli (anche se quest'ultimo accentua oltremodo la caduta) e l'arbitro lo manda anzitempo negli spogliatoi. Passa appena un minuto (80') e Orocini compie un fallo a gamba tesa su Bizzarri: il direttore di gara, a due passi dall'accaduto, estrae senza esitazioni il cartellino rosso. La partita finisce virtualmente qui, anche se all'84' Berdini (su assist smarcante di Cipolla) ha l'opportunità di realizzare il gol del pareggio: il portiere Aiardi è in giornata di grazia e dice ancora "no" agli avanti eugubini. Di lì a poco finisce l'incontro tra i fischi del pubblico del "San Biagio". Brutta battuta d'arresto per la squadra eugubina che sprofonda in piena zona playout. Sinceramente ci aspettavamo un Gubbio diverso contro la Rosetana, volenteroso e determinato alla ricerca del risultato pieno dopo la sconfitta immeritata subita a Forlì. Invece nel primo tempo i rossoblù hanno disputato la peggior partita degli ultimi tre anni: una squadra abulica, lenta, prevedibile e quasi mai incisiva in avanti. Nella ripresa, per carità, si è vista un'altra squadra ma non si può pretendere che giocando bene solo a tratti si può vincere una gara. Evidentemente c'è qualcosa che non funziona. E' sotto l'occhio di tutti che il problema principale di questa squadra è l'eccessiva difficoltà di tramutare in rete le occasioni create. In ogni partita se ne costruiscono tante, ma se ne sprecano altrettante. E poi se avviene, come è accaduto oggi nel primo tempo, che la squadra gioca senza determinazione e concentrazione, allora si accentuano ancora di più i problemi. E' una squadra che non riesce a mantenere una certa personalità per tutto l'arco dei novanta minuti. Ci sono troppi giocatori giovani che devono ancora maturare? Ci sono stati nuovi innesti che provengono dai dilettanti che trovano difficoltà per ambientarsi nel professionismo? Gli episodi quest'anno ci condannano più del dovuto rispetto agli anni passati? Può darsi, ma al momento la realtà dei fatti è la seguente: il Gubbio è in piena zona playout. Occorre una svolta, e soprattutto ci vorrebbe più cattiveria e una maggiore determinazione per ottenere a tutti i costi il risultato sul campo da parte della squadra, prima che venga risucchiata pericolosamente nei bassifondi della classifica. Il campionato domenica prossima osserverà un turno di riposo: potrebbe essere questo un periodo buono per ricaricare un ambiente che in questo momento sembra molto abbacchiato. E dopo la sosta, il Gubbio si recherà il 9 novembre a Montevarchi.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Maisto (46' Turchetta), Sandreani, Caracciolese (46' Berdini), Orocini, Cipolla. All. Cannito.
Rosetana: Aiardi, Marchetti, Marinelli, Sampino, Gagliarducci, Recchi, Cichella, De Feudis, Farias (74' Bizzarri), Esposito (86' Bresciani), Cossa. All. Ceccarini.
Rete: 43' Cossa (R).
Arbitro: Marzaloni di Rimini (Bianchi di Lucca e Fiore di Frosinone). Ammoniti: Lazzoni, Maisto e Cipolla (G); Esposito e Bizzarri (R). Espulsi: Antonazzo (G) al 79'; Orocini (G) all'80'. Spettatori: 1211.
I RISULTATI DELLA 9° GIORNATA:
Carrarese – Aglianese 2-1

6' Nappi (C), 42' Sordo (A), 78' Turati (C)
Castelnuovo – Grosseto 1-0
42' Pennucci (C)
Gualdo – Cuoiopelli Cappiano 1-0
53' Chisena (G)
Gubbio – Rosetana 0-1
43' Cossa (R)
Imolese – Sangiovannese 2-2
5' Belluomini (S), 18' Lovatin (I), 54' Borsa (I), 71' Baiano (S)
Montevarchi – Fano 1-1
39' De Luca (F), 51' Arcadio (M)
Ravenna – Bellaria Igea 0-0
San Marino – Sansovino 2-0

37' Pietranera (SM), 62' Procopio (SM) rig.
Tolentino – Forlì 2-3
15' Lantignotti (F), 55' Mammarella (T), 77' Sebastiani (F), 79' Tomassini (T) rig., 85' Bernardi (F)

25/10/2003
Calcio a 5: Real Gubbio ancora ko; Victoria Mocaiana travolgente in casa

Il Real Gubbio, in serie B, è stato sconfitto in trasferta dal Palextra Fano per 10-4: le reti dei rossoblù sono state realizzate da Nicchi (doppietta), Cacciamani e Alunno. La squadra allenata da Marco Bettelli rimane ferma in classifica a 3 punti. Ma sono trascorse appena cinque giornate, ancora c'è tutto il tempo per la matricola Real Gubbio di rifarsi e cercare di centrare l'unico obiettivo che rimane, la salvezza. Il Victoria Mocaiana invece, in serie C/1, ha battuto in casa per 8-4 la squadra del Disegnoceramica Orte. I gol dei rossoverdi sono stati realizzati da Urbani (tripletta), Ghiandoni e Beltrami (entrambi una doppietta ciascuno), e da Andrea Calzuola. La squadra allenata da Pierpaolo Mariotti si porta a quota 13 punti in classifica dopo sette giornate, con una partita ancora da disputare. Il Victoria Mocaiana, infatti, dovrà ripetere l'incontro (finito 4-4) con la Virtus Gualdo per un errore commesso dagli arbitri durante la gara. Il risultato non è stato omologato dalla Lega, perchè un giocatore gualdese è stato ammonito due volte e non è stato poi espulso.

25/10/2003
Domenica al "San Biagio" arriva la Rosetana: si inizia alle ore 14.30

Domenica il Gubbio giocherà in casa contro la Rosetana: per le ore 14.30 è previsto il fischio d'inizio. La squadra rossoblù dovrà fare a meno di De Pascale (squalificato per un turno). Per il resto sono tutti a disposizione del mister. Orocini e Amadio sono totalmente recuperati: entrambi potrebbero giocare fin dal primo minuto. La formazione, come di consueto, è top secret. Mister Cannito potrebbe far scendere in campo la stessa formazione di Forlì, ma è molto probabile che schieri fin dall'inizio Orocini, ormai recuperato dopo l'infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per oltre un mese. In tal caso, un esterno di centrocampo verrà dirottato in panchina: Turchetta, Maisto e Coresi sarebbero in ballottaggio per un posto. Anche Amadio potrebbe giocare dal primo minuto: è comunque sempre pronto Birolini a posizionarsi sulla fascia sinistra, per la concomitante assenza di De Pascale. In casa Rosetana, invece, sono tutti a disposizione del tecnico Antonio Ceccarini (ex giocatore rossoblù con Fiorindi in panchina). Il trainer della squadra abruzzese potrebbe utilizzare nell'undici iniziale l'esperto centrocampista De Feudis (ristabilito dopo l'infortunio alla tibia) e inserire un attaccante in più, Farias al fianco del bomber Bizzarri. Le probabili formazioni: GUBBIO: Fabbri, Antonazzo, Amadio (Birolini), Lazzoni, Bruni, Giacometti, Turchetta (Coresi), Sandreani, Caracciolese, Orocini (Maisto), Cipolla; ROSETANA: Aiardi, Marchetti, Marinelli, De Feudis, Gagliarducci, Recchi, Cossa, Bresciani, Farias, Esposito, Bizzarri.

24/10/2003
Rosetana: Cima è il nuovo diesse

La Rosetana ha scelto il nuovo direttore sportivo: si tratta di Luigi Cima, che prende il posto del partente Marco Scarpelloni. Cima era già stato alle dipendenze della Rosetana nella stagione 2001/02 e ricopriva lo stesso incarico.

23/10/2003
San Marino: ritorna a giocare all'Olimpico

Buone notizie in casa San Marino. La squadra biancazzurra potrà tornare a giocare nel suo stadio. Ne da notizia proprio il sito ufficiale della squadra del Titano (www.sanmarinocalcio.com) che riporta in sintesi: "E' giunto nel pomeriggio il provvedimento di liberatoria dell'area sportiva dell'impianto di Serravalle, danneggiata dal vento domenica 5 ottobre. Il documento in pratica consente l'accesso e l'utilizzo dell'impianto di Serravalle, con l'eccezione per la nuova tribuna. Il San Marino, quindi, tornerà a giocare all'Olimpico già da domenica prossima (ore 14.30 contro il Sansovino)". Intanto la Rosetana sta cercando un nuovo direttore sportivo dopo la separazione con Marco Scarpelloni: si fanno i nomi del giovane Di Giacinto e di Pulici (ex attaccante di Lazio e Torino). Nel frattempo, per la partita di domenica prossima al "San Biagio" tra Gubbio e Rosetana è stato designato il sig. Marzaloni di Rimini.

22/10/2003
Rosetana: divorzio con il d.s. Scarpelloni

I risultati poco positivi di queste ultime giornate della Rosetana hanno portato alla fine di ogni rapporto tra la società abruzzese e il direttore sportivo Marco Scarpelloni. Scarpelloni era arrivato in estate a Roseto, dopo l'esperienza avuta sempre come diesse la scorsa stagione nel Gualdo. Il tecnico Ceccarini, invece, al momento sembra rimanere al suo posto: per lui potrebbe essere cruciale la prossima partita di campionato al "San Biagio" contro il Gubbio. Intanto, insieme alla squadra del Sansovino, si allena da circa dieci giorni Anselmo Robbiati (33 anni), ex giocatore di Ancona, Fiorentina, Inter, Napoli e Perugia. La società del Sansovino sarebbe disposta a tesserare l'esperto attaccante, ma lui ha preferito prendere un periodo di riflessione. "Spadino" Robbiati, infatti, è molto richiesto sul mercato da diverse società di serie C e ancora non ha deciso con chi sistemarsi. Staremo a vedere come si svilupperà la vicenda.

21/10/2003
Berdini: "Non è un momento ottimale per noi, ma ci riprenderemo..."

Ospite della trasmissione "Fuorigioco", in onda ogni martedì sera su Trg, è intervenuto il giocatore rossoblù Steno Berdini. L'attaccante ha analizzato in questo modo la partita di Forlì: "E' arrivata la prima nostra sconfitta in questo campionato: altre squadre aspettavano con attesa questa bella notizia. Siamo partiti bene, poi è arrivato il rigore. Abbiamo provato a reagire, ci siamo ripresi ma abbiamo sprecato le occasioni create. Ho ripensato più volte al mio gol sbagliato, però è inutile rivangarci sopra. Quando uno entra a partita iniziata cerca sempre di sfruttare al meglio le occasioni che ha a disposizione, ma adesso la fortuna non gira dalla nostra parte. Non è sicuramante un momento ottimale per noi, ma dobbiamo guardare avanti con fiducia. Spero che questo sia il nostro peggiore momento, e sono sicuro che ci riprenderemo". Per ogni attaccante è importante segnare..."Al momento - ha affermato con rammarico Berdini - mi manca il gol, anche se come caratteristiche sono un giocatore che si muove negli spazi. Il 4-4-2 è il modulo su cui lavoriamo di più. Il tridente? Funziona se tutti i giocatori sono al top della condizione. Se saremmo riusciti a segnare, adesso avremmo potuto analizzare un'altra partita. Il dato che ci conforta è che in ogni gara creiamo molto".

21/10/2003
De Pascale squalificato per una giornata

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Il difensore del Gubbio Maurizio De Pascale, espulso a Forlì, è stato squalificato per una giornata: salterà quindi la prossima gara interna contro la Rosetana. Il Tolentino è stato decimato dal Giudice Sportivo: l'allenatore Vincenzo Mora non potrà guidare la propria squadra dalla panchina fino al 4 novembre; il centrocampista Gattari ha preso tre giornate; l'attaccante Nicolini, il centrocampista Barucca, e il capitano della squadra marchigiana Onorato sono stati stoppati per una giornata. L'attaccante Tarpani del Montevarchi è stato fermato per due turni. Per una giornata, invece, sono stati appiedati il centrocampista Epifani del Grosseto e il difensore Scugugia della Sangiovannese. Infine sono state multate le società del Fano (1250 euro) e del Montevarchi (750 euro).

20/10/2003
Boys Forlì: "Un abbraccio sincero alla Città dei Ceri"

Titolava proprio così un volantino degli Ultras del Forlì che circolava domenica allo stadio "Morgagni" prima della partita contro il Gubbio: "Un abbraccio sincero alla Città dei Ceri". Di seguito era riportato in sintesi quanto segue: "Arriva a Forlì il Gubbio e con loro i navigati Ultrà Gubbio 1980, dopo la partita della scorsa stagione al San Biagio è stata saldata una splendida amicizia con questi ragazzi, una amicizia di cui andiamo orgogliosi e fieri, che ci ha visto in visite reciproche da ambo le parti. Durante i playoff 2000-03 una rappresentanza di ultras forlivesi li ha accompagnati in tutte e quattro le partite e abbiamo avuto una accoglienza fraterna da tutta la città umbra, con attestati di stima e affetto". E così è avvenuto prima dell'inizio della partita con alcuni esponenti delle due tifoserie che hanno portato in campo i propri vessilli di appartenenza al vento. Il mondo ultras è sempre visto come portatore di violenza, invece, in questa occasione è avvenuto l'inverso. Il calcio andrebbe interpretato sempre in una certa maniera, come un gioco e un modo di aggregare i tifosi di ogni squadra nel segno del tifo e del rispetto reciproco, senza cadere in scene di insulti e violenza gratuita. Questo è il calcio che ci piacerebbe seguire sempre in ogni stadio.

19/10/2003
Lantignotti, prima su rigore e poi su punizione, castiga il Gubbio (2-0): a Forlì i rossoblù perdono l'imbattibilità

Ottava giornata di campionato, il Gubbio affronta al "Morgagni" il Forlì. I rossoblù devono fare a meno dell'infortunato Patrick Amadio (stiramento alla coscia). Ritorna a disposizione della squadra rossoblù Andrea Orocini che parte dalla panchina. Mister Cannito schiera la stessa formazione vincente della domenica precedente contro il Fano. Sugli spalti sono presenti un centinaio di tifosi eugubini che hanno seguito la propria squadra del cuore fino a Forlì. Prima della partita si consolida l'amicizia tra le due tifoserie: alcuni esponenti degli Ultrà Gubbio e Ultras di Forlì scendono in mezzo al campo e sventolano insieme le bandiere della propria squadra di appartenenza. La partita inizia al piccolo trotto, le squadre sembrano studiarsi a vicenda. Al 1' Baglieri dalla distanza prova un tiro, ma non centra lo specchio della porta. Gli risponde Sandreani al 6': la sua conclusione termina a lato. Ma al 13', nel primo vero affondo degno di nota del Forlì, il Gubbio si trova già sotto di un gol. Baglieri raccoglie in mezzo all'area un cross dalla destra e serve Bernardi: l'attaccante biancorosso viene toccato da Giacometti, per l'arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto trasforma il penalty Lantignotti che spiazza il portiere Fabbri. Il Gubbio, colpito a freddo, non ci sta e si porta a testa bassa in avanti alla ricerca del pareggio, ma non riesce a centrare la porta. Al 21' Cipolla lancia a rete Caracciolese, il centravanti eugubino supera in velocità due avversari, il portiere Sardini in uscita salva il pericolo. Al 22' Cipolla, dopo aver saltato un avversario, si porta sul fondo con la palla al piede, entra in area e serve in mezzo Coresi: il tornante rossoblù di prima intenzione insacca in rete. Il gol però viene annullato perchè, su segnalazione del collaboratore di linea, l'arbitro ha ravvisato che la palla aveva varcato la linea di fondo nel momento in cui Cipolla aveva effettuato l'assist per Coresi. Al 32' travolgente azione di Caracciolese sulla destra che crossa in mezzo, Cipolla viene anticipato di un soffio dalla difesa biancorossa che si salva in calcio d'angolo. Sugli sviluppi del corner calciato da Coresi, la difesa romagnola respinge come può una bella incornata ravvicinata di Antonazzo verso la porta. Al 40' scambio in velocità tra Caracciolese e Cipolla, quest'ultimo effettua un tiro da fuori area a rete, in tuffo il portiere di casa Sardini riesce a deviare la palla in angolo. Coresi calcia in mezzo il corner, sponda di Bruni di testa per Caracciolese che a sua volta incorna a rete: il portiere biancorosso Sardini compie un autentico miracolo riuscendo a deviare in tuffo la palla in corner. Finisce così il primo tempo sul punteggio di 1-0. Nella ripresa il Gubbio entra in campo voglioso di recuperare il risultato di svantaggio, ma evidentemente non è giornata e la palla non ne vuole sapere di entrare in rete. Al 46' cross teso di Coresi in area, Cipolla viene anticipato di un soffio dal portiere Sardini in angolo. Al 47' Coresi pennella in area una punizione, Maisto si gira bene e spara a botta sicura a rete, Sardini dice ancora no e devia la sfera in angolo. Al 54' prima sostituzione per il Gubbio: esce Maisto e subentra al suo posto Turchetta. Al 55' Maresi lancia a rete Bernardi, ma è prodigioso il recupero di Giacometti che riesce ad anticipare l'attaccante forlivese ormai solo davanti alla porta. Al 57' viene sostituito anche Coresi: mister Cannito fa entrare la terza punta Berdini. Al 62' Bernardi recupera un pallone al limite e smarca Baglieri che al volo tira in porta: il suo bel diagonale finisce di poco a lato. Capovolgimento di fronte: Turchetta serve in profondità proprio il neo entrato Berdini: gran botta dell'attaccante rossoblù da fuori area, Sardini è in grande spolvero e devia ancora la palla in angolo. Continua a portarsi in avanti la squadra rossoblù, ma non riesce a concretizzare a rete la mole di gioco che viene creata. Il Forlì è molto attento e caparbio, e al 77' si rende molto pericoloso con Lantignotti che su punizione colpisce il palo: se la palla fosse entrata in rete, sarebbe stato un gol da annullare: si trattava infatti di una punizione a due, invece il fantasista biancorosso ha calciato direttamente in porta. All'81' ultima sostituzione per il Gubbio: si rivede in campo Orocini dopo il lungo infortunio; esce dal campo Cipolla. E proprio Orocini, all'83', si rende protagonista: il centrocampista cerca la via della rete con un gran tiro da fuori area, la palla sbatte presumibilmente sulla mano di un difensore biancorosso appostato al limite dell'area. L'arbitro non si avvede di nulla e preferisce far proseguire l'azione. Poco dopo arriva il gol del raddoppio del Forlì: è l'84', l'esperto Lantignotti calcia alla perfezione una punizione dal limite: tiro di rara potenza e precisione del fantasista biancorosso che infila la sfera sotto l'incrocio dei pali. E' il gol del 2-0 che chiude definitivamente la gara. Non ci resta che segnalare l'espulsione di De Pascale al 90' per aver commesso, secondo l'arbitro, un fallo di reazione nei confronti di Rondina. Prima sconfitta per gli eugubini in questo campionato. Il campo di Forlì rimane un tabù per il sodalizio eugubino. Il risultato finale, in base a quello che si è visto per tutto l'arco dei novanta minuti, è sembrato troppo severo nei confronti dei rossoblù. Il Gubbio, infatti, dopo il gol subìto ha costruito alcune occasioni da rete ma non è riuscito a concretizzarle. E' mancata ancora una volta la giusta cattiveria e lucidità sotto porta. Inoltre, in avvio di gara, i rossoblù sono sembrati poco concentrati e determinati, e si sono fatti sorprendere immediatamente dall'avversario nel primo vero affondo offensivo. C'è da dire che la volontà di riequilibrare poi il risultato non è mancata, però è lampante che questa squadra per essere al top deve ancora crescere e maturare soprattutto sul piano della personalità. Tutto questo non mette in secondo piano i meriti di un Forlì che, invece, ha saputo gestire con esperienza la gara e ha avuto più cinismo sotto porta. La squadra romagnola è composta di giocatori esperti, come Lantignotti e Scarpato, che fanno la differenza e quest'oggi in campo lo hanno dimostrato in pieno. Il migliore dei rossoblù, secondo noi, è stato Antonazzo: il terzino ha giocato con grande autorevolezza nel suo ruolo e ha corso come un forsennato sulla fascia destra. Ma non ci dimentichiamo di Lazzoni: il centrocampista non si risparmia mai in mezzo al campo, cuore e agonismo sono le sue qualità. Anche Caracciolese si è dato un gran da fare: sa proteggere molto bene la palla e in progressione è stato a tratti incontenibile. Forse, l'unica sua pecca è stata quella di decentrarsi troppo in qualche circostanza ma, a dire il vero, oggi non è stato molto aiutato dai suoi compagni di reparto. Domenica prossima il Gubbio affronterà al "San Biagio" la Rosetana.
Forlì: Sardini, Minardi, Adani, Maresi, Fanani, Bellocchi (49' Gentilini), Lantignotti, Scarpato, Bernardi (75' Sebastiani), Ghetti, Baglieri (87' Rondina). All. Cotroneo.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, De Pascale, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi (57' Berdini), Sandreani, Caracciolese, Maisto (54' Turchetta), Cipolla (81' Orocini). All. Cannito.
Reti: 13' Lantignotti (F) rig., 84' Lantignotti (F).
Arbitro: Di Renzo di Ostia Lido (Longhi di Bolzano e Capizzi di Enna). Ammoniti: Sandreani (G); Lantignotti e Maresi (F). Espulsi: De Pascale (G) al 90'. Spettatori: 500 circa (un centinaio provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 8° GIORNATA:
Aglianese – Gualdo 2-0

29' Guerri (A), 87' Francini (A)
Bellaria Igea Marina – Carrarese 2-1
5' Agazzone (C), 18' Viroli (B), 26' Tosi (B)
Cuoiopelli Cappiano – Imolese 1-2
38' Ruscitti (C), 52' Polidori (I), 74' Schiavon (I) rig.
Fano – Ravenna 0-0
Forlì – Gubbio 2-0

13' Lantignotti (F) rig., 84' Lantignotti (F)
Grosseto – Tolentino 2-1
4' Tomassini (T), 12' Giglio (G), 39' Sardelli (G)
Rosetana – San Marino 0-1
78' Mauro (SM)
Sangiovannese – Montevarchi 1-0
14' Scugugia (S)
Sansovino – Castelnuovo 1-1
48' Fatone (S), 91' Fommei (C)

18/10/2003
Calcio a 5: Real Gubbio ko in casa; Victoria Mocaiana sconfitto a Terni

Il Real Gubbio, in serie B, è stato sconfitto in casa dalla squadra del Daewoo Montesicuro Ancona per 4-2. La partita è stata molto combattuta per tutto l'arco dei sessanta minuti, lasciando qualche strascico di nervosimo nel finale. Gli eugubini erano in vantaggio per 2-0, con le reti di Nicchi e di Bettelli. I rossoblù si sono fatti prima raggiungere e poi superare dalla squadra marchigiana. Forse, il Real Gubbio ha pagato l'inesperienza in un campionato difficile e ostico come quello della serie B. La squadra allenata da Marco Bettelli, in classifica rimane a 3 punti dopo 4 incontri giocati. Stessa sorte per il Victoria Mocaiana in serie C/1. La squadra rossoverde ha perso per 3-1 a Terni. La partita è stata dominata dagli eugubini per tutto l'arco dei sessanta minuti: dopo un primo tempo finito a reti bianche, nella ripresa i padroni di casa con due contropiedi hanno realizzato due gol. Ha accorciato le distanze Urbani, e dopo alcuni pali e traverse colpiti dalla squadra ospite, nel finale il Terni è riuscito a segnare il terzo gol che ha chiuso l'incontro. La matricola allenata da Pierpaolo Mariotti perde quindi l'imbattibilità e rimane a quota 10 punti, con una gara in meno ancora da disputare. Infatti, la partita giocata contro la Virtus Gualdo finita in parità (4-4) non è stata omologata. La Lega ha ravvisato che c'è stato un errore dell'arbitro che non aveva espulso un giocatore gualdese ammonito due volte e ha deciso che la gara verrà ripetuta in data ancora da definire.

18/10/2003
Domenica in trasferta a Forlì

Domenica il Gubbio affronterà al "Morgagni" il Forlì. I rossoblù dovranno fare a meno di Patrick Amadio, acciaccato: il terzino sinistro ha riportato uno stiramento alla coscia; se tutto va bene, il suo rientro potrebbe avvenire nella prossima gara interna contro la Rosetana. Andrea Orocini, invece, è ristabilito dopo l'infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi di calcio per oltre un mese: il centrocampista adesso è ritornato totalmente al servizio della squadra. Mister Cannito dovrebbe far scendere in campo la stessa formazione di domenica scorsa contro il Fano, ma niente è scontato. Infatti il mister potrebbe impiegare Orocini fin dal primo minuto, sacrificando un esterno di centrocampo che automaticamente sarà costretto a sedersi in panchina. Staremo a vedere. In casa Forlì, invece, l'allenatore Cotroneo non ha problemi di formazione e, con ogni probabilità, dovrebbe schierare il consueto modulo 3-4-1-2, con Lantignotti trequartista dietro le punte Baglieri e Bernardi. Le probabili formazioni: Sardini, Bellocchi, Adani, Bosi, Minardi, Scarpato, Poletti, Ghetti, Baglieri, Lantignotti, Bernardi; GUBBIO: Fabbri, Antonazzo, De Pascale, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi (Turchetta), Sandreani, Caracciolese, Maisto (Orocini), Cipolla.

17/10/2003
Cannito: "Dobbiamo ancora lavorare molto, ma siamo sulla buona strada"

Il mister del Gubbio Ruggiero Cannito, intervistato da Gubbiofans, si ritiene fiducioso e ottimista dopo la convincente prestazione contro il Fano: "Questa vittoria ha portato più sicurezza nei propri mezzi, un grande entusiasmo e tanta voglia di far bene. La squadra sta crescendo a livello fisico. Dobbiamo ancora lavorare molto, ma siamo sulla buona strada". Sono tutti disponibili? "Stanno tutti bene. Anche Orocini ha recuperato l'infortunio al ginocchio. L'unico ancora acciaccato è Amadio (stiramento a una coscia), però spero che nel giro di una settimana possa riprendere il regolare lavoro insieme alla squadra". E domenica si va a Forlì: "E' una squadra che proviene da una grande prestazione fornita a Castelnuovo, dove ha pareggiato e meritava di vincere. E' una formazione molto esperta con giocatori come Lantignotti, Baglieri e Bernardi, e che è partita per vincere il campionato. Quindi sarà una partita molto difficile per noi". La notizia più importante di queste ultime ore, è il rinnovo delle sponsorizzazioni da parte delle Cementerie Barbetti e Colacem: "Siamo molto felici perchè, dopo questo accordo, abbiamo visto i dirigenti più entusiasti e contenti. Tutto questo rende più sereni anche noi. Approfitto l'occasione per ringraziare la società per l'affetto che ha sempre trasmesso ai ragazzi e al sottoscritto, e questo entusiamo cercheremo di ricambiarlo fornendo delle ottime prestazioni".

17/10/2003
Gubbio: gli sponsor rinnovano l'accordo

Finalmente è arrivata la notizia tanto attesa in tutto l'ambiente rossoblù. Le Cementerie Barbetti e Colacem, infatti, hanno rinnovato la sponsorizzazione sia per quest'anno che per la prossima stagione. L'accordo è stato raggiunto e ufficializzato ieri, in tarda serata. Intanto il Forlì, prossimo avversario del Gubbio, ha ingaggiato un nuovo calciatore: si tratta del difensore Simone Airoldi, 33 anni. Il calciatore, nella stagione scorsa, aveva già indossato la maglia del Forlì (10 presenze e nessun gol realizzato). Il neo acquisto in passato ha giocato con la Spal (cinque stagioni tra C/1 e C/2), Atletico Catania e Giarre (sempre in C/1), e addirittura ha avuto una parentesi in serie B con Reggiana e Ancona.

16/10/2003
Trasferta di Forlì: è obbligatorio premunirsi di biglietto in prevendita

Chiunque tifoso eugubino intenzionato a seguire il Gubbio in trasferta a Forlì, dovrà munirsi di biglietto anticipatamente nei punti di prevendita. Queste sono le disposizioni di un nuovo decreto che è stato varato da circa un mese. D'ora in poi, infatti, qualsiasi tifoso che si troverà sprovvisto del tagliando e si recherà nel settore ospiti di qualsiasi stadio troverà il botteghino chiuso e sarà costretto, se vorrà vedere la partita, a comprare un biglietto di un altro settore. Pertanto si comunica che i biglietti per Forlì saranno in vendita nella sede sociale della Gubbio Calcio 1910 (via Parruccini) a partire da venerdì sera e potranno essere acquistati entro, e non oltre, sabato fino alle ore 18,30. Intanto il Gubbio, nel pomeriggio, ha disputato una partita amichevole contro il Fabriano. I rossoblù hanno sconfitto i marchigiani per 4-0: le reti sono state realizzate da Caracciolese, Turchetta (doppietta) e Birolini.

16/10/2003
Ex rossoblù: Bartolini e Marinelli, avanti a suon di gol...

Giocatori che vengono e giocatori che vanno, e che soprattutto si affermano lontano da Gubbio. Stiamo parlando di Enrico Bartolini e Diego Marinelli, due attaccanti che facevano parte della squadra eugubina nella scorsa stagione: sono pedine indispensabili per le loro rispettive squadre di appartenenza in questo inizio di campionato. Bartolini, 22 anni, gioca con il Grottammare in serie D. Domenica scorsa ha realizzato una doppietta (un destro preciso davanti al portiere e un bel diagonale a fil di palo) contro il Foligno. Con la squadra marchigiana, il giovane centravanti ha già realizzato diversi gol decisivi (sei reti in sei gare). Stesso discorso vale per Marinelli, 26 anni, in forza alla Fortis Spoleto (Eccellenza regionale). Contro l'Angelana, il giocatore fabrianese, ha siglato una tripletta e nella classifica dei marcatori è capocannoniere con 6 reti realizzate. Con lo Spoleto giocano al suo fianco altri ex giocatori rossoblù come Flavoni, Pugnitopo, Martinetti e Cerafischi, che è il trainer della squadra spoletina.

14/10/2003
Maisto: "E' stata una bella vittoria"

Nella trasmissione "Fuorigioco", in onda ogni martedì in prima serata su Trg , ha partecipato il calciatore rossoblù Vincenzo Maisto. Il centrocampista offensivo del Gubbio ha raccontato in questo modo il suo splendido gol in mezza rovesciata rifilato al Fano... "Ho preso il tempo all'avversario - ha dichiarato modestamente Maisto - ci ho provato e con l'aiuto della fortuna mi è andata bene". La partita Gubbio-Fano? "Abbiamo iniziato giocando subito bene, poi è arrivato questo gol del Fano che ci ha tagliato un po' le gambe. Però siamo stati molto bravi a reagire immediatamente, ci siamo ripresi dopo il gol di svantaggio e con grande forza di carattere abbiamo ribaltato il risultato. E' stata sicuramente la vittoria più bella". Il giovane giocatore napoletano ha fatto il punto della situazione dopo questa importante vittoria contro il Fano: "Dopo questo risultato siamo più tranquilli, anche perchè abbiamo sfatato il tabù del "San Biagio". Siamo un ottimo gruppo che ha tanta voglia di lavorare. Non ci resta che migliorare ancora per raggiungere la migliore condizione". E domenica si va a Forlì... "Cercheremo di fare come sempre la nostra partita e possibilmente cercheremo di portare a casa i tre punti".

14/10/2003
San Marino decimato dal Giudice Sportivo

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone dell'A.S. Gubbio Calcio 1910. Il Fano dovrà fare a meno per alcune partite di Marco Pelliccia: il tornante granata, espulso domenica scorsa a Gubbio, è stato squalificato per tre giornate. L'attaccante Fabio Moscelli del Ravenna, invece, è stato fermato per due turni. Decimato il San Marino che contro la Rosetana non potrà schierare ben quattro calciatori: i centrocampisti Bracaletti e Pagano, e i difensori Fortini e Lauro sono stati stoppati per una giornata. Non potranno giocare la prossima gara nemmeno Vitali (Tolentino), Parisi (Ravenna), Anselmi (Grosseto) e Tognozzi (Sangiovannese): sono stati tutti appiedati per un turno. Infine sono state multate le società di Tolentino (750 euro) e San Marino (400 euro).

14/10/2003
Forlì: arriva il portiere Di Leo

Il Forlì, prossimo avversario del Gubbio, si rinforza ingaggiando il portiere Filippo Di Leo, di 24 anni. Il neo arrivato, nella stagione 1999-00, ha indossato in serie C/2 la maglia del Faenza. Nei tre anni successivi, dal 2000 al 2003, ha giocato sempre in C/2 nelle file del Mantova. L'estremo difensore bolognese sarà il nuovo portiere di riserva del Forlì: nel caso in cui ci fosse bisogno, sostituirà il titolare Andrea Sardini.

12/10/2003
Il Gubbio sotto di un gol contro il Fano, ribalta con merito il risultato e vince la prima partita in casa (2-1)

Settima giornata di campionato, il Gubbio affronta al "San Biagio" il Fano. I rossoblù devono fare a meno dell'infortunato Patrick Amadio (contrattura muscolare). Anche Andrea Orocini non è al meglio delle condizioni e si siede in panchina: il centrocampista è in via di recupero per l'infortunio subìto al ginocchio. Mister Cannito ripropone il 4-4-2: in difesa giocano Antonazzo sulla fascia destra, Bruni e Giacometti al centro, e De Pascale sulla sinistra. A centrocampo Coresi si posiziona sulla destra, al centro ci sono Lazzoni e Sandreani, a sinistra si schiera Maisto. In attacco viene riconfermato il duo Caracciolese-Cipolla. Il Gubbio vuole conquistare la prima vittoria in casa in questo campionato, ma l'impresa si presenta ardua perchè la squadra ospite, sulle ali dell'entusiasmo, vuole a tutti i costi continuare la sua striscia positiva. Infatti la squadra marchigiana si trova in seconda posizione, reduce da due vittorie consecutive interne contro il Grosseto e Castelnuovo. Pronti e via: il Gubbio parte subito all'attacco. Al 1' Caracciolese dalla sinistra crossa in mezzo, Cipolla al volo tira a rete, la palla termina di poco a lato. All'8' si fa vedere in avanti il Fano: Garba spreca tutto tirando abbondantemente sopra la traversa. Al 10' una punizione di Caracciolese termina la sua corsa tra le braccia del portiere granata Orlandi: il tiro è potente ma centrale. Al 12' avviene la stessa cosa per gli ospiti: una punizione di Pierobon si spegne tra le braccia di Fabbri. Al 24' cross di Biagianti dalla sinistra, il nigeriano Garba di testa gira debolmente di testa a rete, Fabbri è attento e abbranca la fera. Al 25' stupenda azione sulla fascia destra di Coresi: il tornante eugubino porta a spasso cinque giocatori granata e serve con un passaggio filtrante Cipolla che si invola a rete: l'attaccante napoletano, una volta trovatosi solo davanti alla porta, calcia addosso al portiere ospite Orlandi in uscita alla disperata. Gol "mangiato" e come avviene nel calcio, gol subito. Al 30' il Fano va in vantaggio grazie a un perfetto schema scaturito da un calcio di punizione dal limite: Biagianti serve in area Garba che al volo smarca sulla sinistra Pelliccia: il tornante marchigiano, da posizione decentrata, inventa un tiro che si infila sotto l'incrocio dei pali. Il Gubbio non ci sta e cerca subito il pareggio. Al 34' una punizione di Cipolla non crea grossi pericoli al portiere Orlandi che senza grosse difficoltà abbranca la sfera. La squadra rossoblù cresce di tono e soprattutto i laterali di centrocampo (Maisto e Coresi) creano non poche difficoltà alla retroguardia ospite. Al 39' Caracciolese spara al volo in porta da fuori area, un difensore granata riesce a deviare il suo tiro in corner. Al 41', però, il Gubbio raccoglie i frutti sperati: Coresi dalla destra pennella un perfetto cross in mezzo all'area di rigore, Maisto stoppa la palla, si inarca in aria e in mezza rovesciata tira in porta: la sfera dopo aver colpito il palo si insacca in rete. Gran numero del giovane giocatore napoletano, un gol di pregevole fattura. Al 44' Biagianti cerca di sorprendere la difesa eugubina, ma il suo tiro termina sul fondo. Al 45' i rossoblù recriminano un rigore: Cipolla in piena area ospite controlla il pallone che si infrange sul braccio di Calanchi: l'attaccante rossoblù protesta, ma l'arbitro non è dello stesso avviso e fa proseguire l'azione. In questo modo si conclude il primo tempo sul punteggio di parità, 1-1. Nella ripresa il Gubbio entra in campo molto motivato, vuole la vittoria e chiude nella propria metà campo gli avversari. Al 47' i rossoblù vanno subito vicino al gol: Lazzoni serve al limite Cipolla, colpo di tacco smarcante dell'attaccante eugubino per Caracciolese: l'ex punta del Rutigliano spara a botta sicura a rete, il portiere ospite Orlandi compie un autentico miracolo deviando la palla in angolo. Al 49' Coresi mette in mezzo un corner ben tagliato, prima Caracciolese e poi De Pascale non riescono per un soffio di testa a deviare la palla in rete. Il Fano si chiude a riccio e le sortite in avanti si contano sulla punta delle dita: al 53' Brancaccio tira un corner in area, di testa Pelliccia non impensierisce più di tanto il portiere Fabbri che para senza grossi problemi. Doppio cambio in casa rossoblù: al 57' escono Coresi e uno stanco Cipolla, e al loro posto scendono in campo rispettivamente Turchetta e Berdini. Al 65' lo stesso Turchetta effettua un bel cross dalla destra in area, la difesa granata sventa in extremis il pericolo. Al 68' un tiro di punizione di Brancaccio spaventa i padroni di casa: il giovane calciatore granata spara una gran botta a rete, Fabbri compie un grande intervento togliendo la palla dal set e si salva in calcio d'angolo. Al 70' viene annullato in maniera dubbia un gol al Gubbio: Maisto lancia in area Caracciolese, la palla colpisce l'arbitro e termina sui piedi dell'attaccante eugubino che scatta sul filo del fuorigioco e deposita la palla in rete. Il direttore di gara, su segnalazione del suo collaboratore di linea, annulla il gol: il centravanti, secondo noi, era partito in posizione regolare. Ma il Gubbio spinge sull'acceleratore e trova il meritato vantaggio quattro minuti più tardi. E' il 74', il neo entrato Turchetta mette in mezzo un corner, la difesa ospite respinge come può la sfera fuori dall'area, Lazzoni raccoglie al volo la palla e la infila con una bella rasoiata in fondo al sacco. Esplode la gioia del centrocampista rossoblù: un gol meritato per un giocatore che in campo mette sempre l'anima. Passa appena un minuto e il Fano rimane in dieci: al 75' si fa espellere l'autore del gol granata Pelliccia, protagonista di un brutto gesto di reazione nei confronti di Maisto. L'arbitro, a due passi, non può far altro che estrarre il cartellino rosso nei confronti del giocatore marchigiano. Il Gubbio non si sente appagato, crea altre occasioni da rete e all'82' sfiora clamorosamente la terza segnatura: Caracciolese dalla destra crossa in area, il neo entrato Berdini svetta sopra tutti e di testa incorna a rete: la palla si stampa incredibilmente sulla traversa. E' un monologo rossoblù. All'84' il difensore del Fano Calanchi aggancia in area da dietro Berdini lanciato a rete: l'arbitro non se la sente di concedere il penalty. All'85' esce dal campo Maisto salutato dai scroscianti applausi del pubblico eugubino: subentra al suo posto Zebi. All'84' Lazzoni ruba palla a centrocampo e lancia in profondità proprio Zebi: il centrocampista supera un avversario, entra in area e tira a rete: il portiere Orlandi si salva di nuovo deviando la sfera in angolo. All'87' una punizione ben calciata da Turchetta sembra infilarsi in rete, ma l'estremo difensore granata Orlandi ci mette ancora una pezza e riesce in tuffo a deviare la palla in corner. Rimane il tempo di segnalare un nuovo episodio dubbio in area ospite: De Pascale, dopo una bella sgroppata sulla fascia sinistra, una volta entrato in area viene toccato da Niccolini: il difensore rossoblù recrimina invano. Dopo sei minuti di recupero finisce l'incontro. Il Gubbio riesce quindi a sfatare il tabù del proprio campo in questo campionato. La vittoria è senza dubbio meritata: dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, il Gubbio nella ripresa ha dominato l'incontro riuscendo a vincere una gara che poteva finire con un risultato più rotondo. Il Fano, invece, è stato sicuramente un avversario di tutto rispetto, ma francamente ci aspettavamo di più da una squadra che era seconda in classifica: nella ripresa gli ospiti non hanno quasi mai oltrepassato la metà campo. Forse è stato anche merito di un Gubbio che nel secondo tempo ha reso più fluida, ficcante e vivace la manovra, e ha costruito innumerevoli palle gol. Molto efficaci gli esterni di centrocampo: Coresi e Maisto a tratti sono stati incontenibili sulle fasce, e anche Turchetta è stato molto attivo una volta entrato in campo. In crescita è senza dubbio tutta la squadra: al momento, forse, manca ancora un po' più di concretezza in avanti: le occasioni si creano ma non vengono sfruttate tutte al meglio. Ci vorrebbe più cinismo sotto porta. Per il resto, la prova è risultata positiva soprattutto perchè la squadra ha saputo reagire bene al gol di svantaggio e in ogni ruolo, ogni giocatore, comincia a crescere a vista d'occhio. Il migliore in campo dei rossoblù, a nostro avviso, è stato Maisto: il laterale napoletano ha sciorinato una prestazione impeccabile: imprevedibili sono state le sue giocate e il suo gol è stato veramente stupendo (mezza rovesciata, palo e gol). Buona la prova anche di Coresi sulla destra: il giovane tornante è stato sempre ficcante e per uno che proviene dall'Eccellenza (lo scorso anno con il Foligno) non è poco. Non possono mancare all'appello i due mastini di centrocampo: il solito Sandreani, ormai ci siamo stancati di nominarlo, e Lazzoni, autore del gol della vittoria. Entrambi hanno fornito una grande prova di carattere e di agonismo. Sorprendente anche Antonazzo sulla destra: il giovane terzino sta crescendo a vista d'occhio. Domenica prossima il Gubbio affronterà in trasferta il Forlì, reduce dal pareggio esterno di Castelnuovo.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, De Pascale, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi (57' Turchetta), Sandreani, Caracciolese, Maisto (85' Zebi), Cipolla (57' Berdini). All. Cannito.
Fano: Orlandi, Calanchi, Pomante (47' Bonora), Vitali, Niccolini, Colombaretti, Pelliccia, Stefani, Pierobon (80' Pazzi), Biagianti (54' Brancaccio), Garba. All. Morganti.
Reti: 30' Pelliccia (F), 41' Maisto (G), 74' Lazzoni (G).
Arbitro: Di Cintio di Bergamo (Gabrielli di Prato e Caldini di Firenze). Ammoniti: Giacometti e Caracciolese (G); Niccolini, Stefani e Biagianti (F). Espulsi: 75' Pelliccia (F). Spettatori: 1833 (264 provenienti da Fano); incasso 12546 euro.
I RISULTATI DELLA 7° GIORNATA:
Carrarese – Rosetana 0-0
Castelnuovo – Forlì 0-0
Gualdo – Sansovino 4-2

1' Balducci (G), 22' Locatelli (G), 39' Bongiorni (S) rig., 62' Vespignani (S), 71' Balducci (G) 84' Rossi (G)
Gubbio – Fano 2-1
30' Pelliccia (F), 41' Maisto (G), 74' Lazzoni (G)
Imolese – Aglianese 0-0
Montevarchi – Grosseto 0-0
Ravenna – Cuoiopelli Cappiano 1-1

12' Graziani (C), 26' Moscelli (R)
San Marino – Sangiovannese 1-2
2' Pagano (SM) rig., 9' Baiano (Sa), 91' Scugugia (Sa)
Tolentino – Bellaria Igea Marina 0-0

11/10/2003
Calcio a 5: Victoria Mocaina vincente

Il Victoria Mocaiana, in serie C/1, ha sconfitto in casa il Casaglia per 6-3: le reti dei rossoverdi sono state realizzate da Urbani, Naticchi, Carubini, Olmi Stefano, Olmi Giorgio e Beltrami. La matricola eugubina, allenata da Pierpaolo Mariotti, si porta a 11 punti in classifica dopo cinque giornate. C'è da segnalare però che la partita di sabato scorso contro la Virtus Gualdo, conclusasi sul risultato di parità (4-4), non è stata ancora omologata. Infatti la società del Victoria Mocaiana ha fatto ricorso perchè durante lo svolgimento della gara un calciatore gualdese è stato ammonito due volte e non è stato poi allontanato dal rettangolo di gioco: la sentenza definitiva verrà resa nota nei prossimi giorni. In serie B, invece, il Real Gubbio ha osservato un turno di riposo: il campionato è fermo per la concomitante partita della Nazionale del calcio a 5. La squadra rossoblù riprenderà a giocare sabato prossimo alla "Polivalente" contro il Daewoo Montesicuro Ancona.

11/10/2003
Domenica, il temibile Fano al "San Biagio"

Domenica il Gubbio affronterà al "San Biagio" il Fano di mister Morganti. La squadra marchigiana si trova seconda in classifica, reduce da due vittorie casalinghe consecutive contro Grosseto e Castelnuovo. Il Gubbio dovrà fare a meno di Patrick Amadio: il difensore non è stato nemmeno convocato per una contrattura muscolare. Anche Andrea Orocini, dopo l'infortunio al ginocchio subito un mese fa, non è ancora al meglio delle condizioni: il centrocampista forse si siederà in panchina. Per il resto sono tutti a disposizione del mister. Cannito dovrebbe schierare la stessa formazione di Grosseto anche se nulla è scontato. Sugli esterni di centrocampo ci potrebbero essere delle sorprese: a destra sono in ballottaggio Coresi e Zebi, mentre sulla sinistra si giocheranno il posto Turchetta e Maisto; un'altra ipotesi sarebbe quella di Maisto sulla destra e Turchetta sulla sinistra. Il Fano, carico di entusiamo, non dovrebbe avere problemi di formazione anche se alcuni giocatori granata non sono in perfette condizioni. Vitali, Pomante, Colombaretti (colpiti dall'influenza in settimana), capitan D'Aloisio, De Luca e Pierobon (leggermente acciaccati) saranno regolarmente in campo. Le probabili formazioni: GUBBIO: Fabbri, Antonazzo, De Pascale, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Maisto, Sandreani, Caracciolese, Turchetta, Cipolla; FANO: Orlandi, Pomante, Calanchi, D'Aloisio, Pelliccia, Stefani, Vitali, Biagianti, Colombaretti, De Luca, Pierobon.

10/10/2003
Gubbio, record di abbonamenti

Ha superato ogni rosea previsione la vendita dei tagliandi di abbonamento per seguire la stagione sportiva dell'A.S. Gubbio 1910. Si sono abbonati ben 755 tifosi eugubini e rappresenta il record assoluto per la società rossoblù. Il record precedente era stato raggiunto nella scorsa stagione, quando vennero staccati 641 abbonamenti. Intanto, per la partita di domenica prossima al "San Biagio" Gubbio-Fano è stato designato l'arbitro Di Cintio di Bergamo.

10/10/2003
Gubbio: Giovanni Pascolini in Nazionale

Importante riconoscimento per il preparatore dei portieri del Gubbio Giovanni Pascolini. L'allenatore è stato chiamato a far parte dello staff tecnico della Nazionale Dilettanti Under 18. Pascolini, che per diversi anni ha difeso la porta del Gubbio a fine anni '80, ricoprirà il ruolo di allenatore in seconda e preparatore dei portieri al fianco del commissario tecnico Roberto Polverelli. Intanto è divenuta notizia sicura che il San Marino non disputerà il prossimo incontro in casa all'Olimpico di Serravalle: lo stadio, dopo il cedimento della copertura della tribuna, è ancora sotto sequestro della magistratura. La gara tra San Marino e Sangiovannese si giocherà quindi sul neutro di Bellaria (stadio "Enrico Nanni").

09/10/2003
Carrarese: ingaggiato Marco Nappi

La Carrarese ha ufficializzato il tesseramento di Marco Nappi, attaccante di 37 anni, la scorsa stagione nelle file del Savona in serie C/2. Nappi, nella sua lunga carriera, ha vestito la maglia di Atalanta, Brescia, Como, Genoa, Fiorentina, Ternana e Udinese. Il calciatore era nel mirino di altre società: Lucchese, Pistoiese e Sassuolo lo seguivano, ma ha preferito trasferirsi a Carrara per il buon rapporto che intercorre tra lui e il presidente della squadra toscana Fontanili. Il neo giocatore azzurro potrà essere schierato domenica prossima contro la Rosetana. Intanto il Castelnuovo dovrà fare a meno per almeno due settimane del suo capitano per un infortunio: il centrocampista Matteo Rossi (32 anni) è stato vittima di uno stiramento.

08/10/2003
San Marino: cede la copertura della tribuna

Un fatto imprevedibile ha scosso l'intero ambiente del San Marino Calcio. Il forte vento di questi giorni ha scoperchiato una parte della tribuna dello stadio "Olimpico" di Serravalle, dove gioca tutte le partite in casa il San Marino. La notizia è stata riportata dal Corriere di Romagna di oggi e in sintesi ha descritto così l'evento: "Proprio una domenica nera. Oltre alla sconfitta di Agliana, il San Marino è stato colpito anche sul proprio campo con la tribuna lato est completamente scoperchiata dal forte vento. Ora ci sarà il rischio di giocare domenica in campo neutro contro la Sangiovannese. "E' successo un fatto imponderabile - dice il patron biancazzurro De Biagi - Chi lo avrebbe mai detto che una tribuna nuova di sei mesi sarebbe stata scoperchiata da una folata di vento? Stiamo parlando di una tribuna che aveva un materiale completamente nuovo e non usato. La magistratura ha sequestrato lo stadio per fare i consueti rilievi solo per alcuni giorni. Diciamo che entro giovedì si saprà se domenica giocheremo in casa o meno, in caso contrario Rimini o Bellaria potrebbero essere le sedi più indicate per ospitare la nostra gara contro la Sangiovannese".

07/10/2003
De Pascale: "Noi vogliamo vincere: contro il Fano ce la metteremo tutta"

Ospite della trasmissione "Fuorigioco", in onda ogni martedì sera su Trg, è intervenuto il giocatore rossoblù Maurizio De Pascale. Il difensore ha analizzato in questo modo la partita di Grosseto: "E' stato emozionante sapere che eravamo in diretta televisiva su Raisat - ha esordito De Pascale - ma dopo appena un minuto di gioco non pensavamo più alle telecamere. Siamo andati a Grosseto per raccogliere più punti possibili e fare bella figura perchè avevamo diversi occhi puntati addosso. Nel primo tempo abbiamo giocato con la giusta cattiveria agonistica. Nella ripresa invece abbiamo concesso troppo all'avversario e ce ne siamo resi conto solo dopo il pareggio. Il Grosseto ha sfruttato al meglio una delle pochissime occasioni che gli sono capitate. Dovevamo stare più attenti e non lasciare solo in area davanti la porta il loro giocatore. Comunque abbiamo racimolato un buon pareggio su un campo difficile come quello di Grosseto". Il jolly difensivo eugubino ha sottolineato il fatto che per lui è stato un inizio di stagione travagliato: "Ho passato dei momenti assurdi, vittima di una serie di infortuni uno dietro l'altro. Ma adesso sembra che sia tutto passato". Domenica arriverà al "San Biagio" il lanciatissimo Fano... "Sarà una partita molto difficile - ha evidenziato De Pascale - contro un avversario da prendere con le molle. Ma noi vogliamo vincere e ce la metteremo tutta per riuscirci".

07/10/2003
Giudice Sportivo: squalificato il campo della Rosetana e del Ravenna

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. L'attaccante Francesco Masi del Cuoiopelli Cappiano è stato squalificato per due giornate. Per un turno, invece, sono stati appiedati il difensore Enrico Gutili del Montevarchi e il centrocampista Marco Morbidoni del Tolentino. Il Giudice Sportivo ha inoltre sanzionato la squalifica del campo per una gara effettiva alle società della Rosetana e Ravenna. Il provvedimento è scaturito dopo i fatti avvenuti durante la gara di domenica scorsa tra Rosetana e Ravenna: in tale circostanza l'arbitro è stato costretto a sospendere l'incontro per circa sei minuti per un'imprevista invasione di campo da parte di alcuni tifosi di entrambe le tifoserie che cercavano di venire a contatto. Infine la società del Fano è stata multata di 1750 euro.

06/10/2003
Posticipo: Grosseto e Gubbio si dividono la posta in palio (1-1)

Nel posticipo serale della sesta giornata di campionato, il Gubbio affronta in trasferta il Grosseto. La partita viene trasmessa in diretta sul canale satellitare della Rai. La squadra eugubina deve fare a meno dell'infortunato Orocini, anche se in via di guarigione. Anche Amadio non scende in campo dal primo minuto per un problema muscolare. Entrambi i calciatori si siedono in panchina. Mister Cannito mescola le carte e ripropone il 4-4-2. In difesa Antonazzo si posiziona sulla fascia destra, Giacometti e Bruni al centro, e sulla sinistra viene orientato De Pascale che gioca al posto dell'acciaccato Amadio. A centrocampo Zebi viene proposto sulla destra, Sandreani e Lazzoni in mezzo, e Maisto sulla sinistra (l'ex fiorentino Turchetta si siede in panchina: durante la settimana è stato febbricitante). In attacco giocano il duo Caracciolese-Cipolla. Nelle file del Grosseto ci sono diversi ex rossoblù: il centrocampista Epifani, l'attaccante Lisi che parte dalla panchina, e il neo allenatore Magrini (ex giocatore del Gubbio dal 1984 al 1988). Iniziano le ostilità. Il Gubbio sorprende la squadra di casa, chiude tutti gli spazi agli avanti grossetani e si propone in attacco con belle giocate in velocità. Al 4' Cipolla mette in mezzo un corner, Caracciolese viene anticipato di un soffio dal portiere toscano Marconato. Al 13' Zebi serve di testa Sandreani che da fuori area fa partire un gran tiro verso lo specchio della porta: la palla va fuori di poco deviata in corner da un provvidenziale tocco di un difensore biancorosso. I rossoblù costruiscono belle trame di gioco e al 16' raggiungono il meritato vantaggio: Sandreani pennella in mezzo all'area una punizione, sponda di Cipolla, splendida incornata di Caracciolese che infila la palla sotto il set. L'ex attaccante di Rutigliano sfoga tutta la sua gioia correndo sotto la curva dove sono presenti i tifosi eugubini e si toglie pure la maglia per esultare. Il Grosseto sembra stordito e non riesce a reagire. Il Gubbio continua a macinare gioco e si porta ancora in avanti alla ricerca del raddoppio. Al 21' Sandreani crossa in area, De Pascale viene anticipato in extremis da Machetti in calcio d'angolo. Al 23' siluro di Zebi dai trenta metri, la palla viene respinta con affanno dalla difesa toscana. I padroni di casa cercano timidamente di portarsi in avanti ma creano pochissimi pericoli alla porta difesa da Fabbri. Al 25' un tiro di Doardo dalla lunga distanza termina abbondantemente fuori. Al 29' Di Pietro calcia in area una punizione, Machetti di testa spedisce la sfera a lato. Al 31' sugli sviluppi di un corner calciato da Zebi, Sandreani tenta una conclusione a rete dalla lunga distanza, la palla però finisce alta sopra la traversa. Al 43' Ghizzani si gira dal limite dell'area e tira a rete, il tiro è velleitario e si spegne tra le braccia del portiere rossoblù Fabbri. Finisce così il primo tempo, con il Gubbio meritatamente in vantaggio per 1-0. Nella ripresa la partita cambia registro: il Grosseto cresce di tono e cerca con determinazione di raggiungere il pareggio. Il Gubbio, invece, arretra troppo il baricentro e soffre oltremodo il ritorno dei toscani. Al 47' Caracciolese tira direttamente in porta una punizione, la palla però va alta sopra la traversa. Al 58' millimetrica punizione di Epifani in area, Ghizzani gira al volo a rete, ma la difesa rossoblù riesce a sbrogliare il pericolo. Al 65' Di Pietro crossa in mezzo dalla sinistra, Bruni con una bella spaccata riesce ad anticipare in extremis Sardelli pronto a depositare la palla in rete. Al 68' Cipolla, direttamente da calcio piazzato, sfodera un gran tiro teso in porta: il portiere toscano Marconato tocca la palla quel tanto che basta per deviarla in corner. Il Gubbio si chiude troppo nella propria metà campo e al 70' i padroni di casa raggiungono il pareggio: corner del nuovo entrato Di Rita in area, sponda pregevole di Di Pietro per Machetti, il difensore biancorosso deposita la palla in rete da posizione ravvicinata. Ma da questo momento in poi la partita si spegne, il gioco diventa frammentario e non avvengono azioni degne di nota. C'è il tempo solo di segnalare la girandola di sostituzioni: prima Berdini sostituisce Caracciolese, poi tocca a Birolini subentrare al posto di Maisto, e a tempo scaduto esce Cipolla per Turchetta. Di lì a poco si conclude l'incontro: il pareggio è il risultato che rispecchia l'andamento della gara. Il Gubbio ha giocato meglio nel primo tempo; la ripresa è stata senza dubbio in favore del Grosseto. Nei primi quarantacinque minuti si è visto sicuramente un buon Gubbio: belle geometrie di gioco e tanta determinazione da parte della squadra eugubina. Caracciolese e Cipolla hanno messo in difficoltà diverse volte la retroguardia di un Grosseto che nella prima parte della gara è sembrato la brutta copia di se stesso. Nella ripresa, invece, la musica è cambiata con un Grosseto che ha spinto molto e ha raggiunto un giusto pareggio. Complice però è stato anche un Gubbio che è calato alla distanza, ha lasciato troppo le redini del gioco ai padroni di casa e come era inevitabile è sopraggiunto il pareggio. E proprio su questo aspetto, forse, c'è ancora da lavorare: in certi casi ci vorrebbe più cattiveria, concentrazione e determinazione per cercare di portare a casa i tre punti. Perchè la squadra rossoblù ha dimostrato che se gioca a calcio, per gli avversari diventa difficile fermarla. Se invece tira troppo i remi in barca, finisce sempre per subire il gol. Sicuramente ancora siamo all'inizio del campionato, alcuni giovani emergenti devono ancora immedesimarsi in questa nuova realtà del professionismo e altri giocatori non sono al meglio della condizione. Su questo siamo pienamente d'accordo. Ma certe pause, purtroppo, in questo torneo hanno già comportato lo sperpero di alcuni punti importanti: a Castelnuovo, contro il Bellaria, con il Tolentino e infine a Grosseto, il Gubbio è stato sempre racciuffato. Evidentemente la squadra deve ancora crescere e deve, soprattutto, dare continuità a certe prestazioni. Ritornando all'incontro di Grosseto, il migliore dei rossoblù è stato a nostro avviso Caracciolese: ha corso moltissimo, è stato ficcante quando ne ha avuto la possibilità (soprattutto nel primo tempo) e ha realizzato un gol da vero bomber; in crescita senza dubbio. Anche Cipolla ha dimostrato ancora una volta le sue doti: palla al piede è difficile fermarlo, le sue giocate con il suo sinistro vellutato sono imprevedibili per ogni avversario; si è reso pericoloso anche con una bella punizione deviata per un soffio dal portiere di casa. Segnaliamo anche la magistrale prestazione di Bruni: in difesa è davvero insuperabile, sempre puntuale e preciso negli interventi; autentico salvataggio è stato il suo anticipo in spaccata nella ripresa su Sardelli ormai a tu per tu con il portiere. Domenica prossima, il 12 ottobre, al "San Biagio" arriverà un'altra temibile squadra: il lanciatissimo Fano, dopo due vittorie casalinghe consecutive, sarà sicuramente una brutta gatta da pelare.
Grosseto
: Marconato, Machetti, Bogi, Epifani, Miano, Anselmi, Doardo (46' Di Rita), Fusi, Ghizzani (78' Lisi), Di Pietro (75' Greco), Sardelli. All. Magrini-Mancini.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, De Pascale, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Zebi, Sandreani, Caracciolese (78' Berdini), Maisto (80' Birolini), Cipolla (91' Turchetta). All. Cannito.
Rete: 16' Caracciolese (Gu), 70' Machetti (Gr).
Arbitro: Lena di Ciampino. Ammoniti: Machetti e Anselmi (Gr); De Pascale e Antonazzo (Gu). Spettatori 2000 circa (una trentina provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 6° GIORNATA:
Aglianese – San Marino 3-1

47' Andreotti (A), 78' Sarli (A) rig., 83' Sarli (A), 91' Lauro (SM)
Bellaria Igea Marina – Montevarchi 1-1
45' Roncarati (B), 88' Spagnoli (M)
Cuoiopelli Cappiano – Carrarese 3-2
19' Ruscitti (Cu), 24' Granito (Cu), 44' Ceciarini (Cu) aut., 81' Grassi (Cu), 90' Langone (Ca)
Fano – Castelnuovo 1-0
68' Garba (F)
Forlì – Imolese 2-2
8' Schiavon (I), 38' Schiavon (I) rig., 75' Sebastiani (F), 91' Lantignotti (F) rig.
Grosseto – Gubbio 1-1 lunedì ore 20.30
16' Caracciolese (Gu), 70' Machetti (Gr)

Rosetana – Ravenna 0-1
24' Moscelli (R)
Sangiovannese – Gualdo 0-0
Sansovino – Tolentino 2-1
79' Vespignani (S), 91' Luzi (S), 92' Ludovisi (T) rig.

05/10/2003
Lunedì sera, insidiosa trasferta a Grosseto

Il Gubbio, lunedì sera, affronterà in trasferta al "Comunale" il Grosseto. La partita verrà trasmessa in diretta televisiva su Raisat. Mister Cannito dovrà fare a meno ancora una volta di Orocini: il centrocampista, dopo l'infortunio subìto al ginocchio, è in via di guarigione ma ancora non può essere utilizzato appieno. Per il resto sono tutti a disposizione del mister, anche se qualche giocatore non è al meglio della condizione: ad esempio Amadio soffre di una fastidiosa pubalgia che si porta dietro da tempo e si sta curando per questo, ma come di consueto sarà regolarmente in campo. La formazione è top secret, anche se l'allenatore Cannito con ogni probabilità riproporrà il 4-4-2. E ci potrebbero essere delle sorprese, soprattutto sugli esterni di centrocampo: sulla destra ci sarebbero in ballottaggio Coresi e Zebi; sulla sinistra invece non è scontato che giochi dall'inizio l'ex fiorentino Turchetta, ma potrebbe essere riproposto il giovane Maisto. Anche in casa Grosseto, dopo il cambio dell'allenatore (l'arrivo dell'ex giocatore rossoblù Magrini al posto di Melotti), potrebbero esserci delle sorprese: infatti non è scontato che verrà schierato il consueto 4-4-2: Magrini potrebbe optare per un 4-3-1-2 (un trequartista dietro le punte), modulo molto caro al nuovo mister. Saranno assenti nella squadra biancorossa, quasi sicuramente, l'attaccante Giglio e il secondo portiere Tosti, entrambi acciaccati. Le probabili formazioni: GROSSETO: Marconato, Machetti, Bogi, Epifani, Anselmi, Miano, Fusi, Di Pietro, Ghizzani (Lisi), Doardo, Sardelli; GUBBIO: Fabbri, De Pascale (Antonazzo), Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi (Zebi), Sandreani, Caracciolese, Turchetta (Maisto), Cipolla.

04/10/2003
Calcio a 5: Real Gubbio cade a Forlì; Victoria Mocaiana raggiunto nel recupero

Il Real Gubbio, in serie B, è stato sconfitto in trasferta dal Forlì per 6-1: la rete degli eugubini è stata realizzata da Marco Bettelli. La squadra rossoblù ha giocato una partita sottotono contro un avversario di categoria. Per il Real Gubbio è un campionato tutto nuovo e da scoprire, e come neopromossa si deve ancora adattare al meglio in un torneo molto difficile da affrontare. Dopo tre giornate la squadra eugubina ha racimolato tre punti (una vittoria e due sconfitte). Il Victoria Mocaiana, in serie C/1, ha pareggiato per 4-4 tra le mura amiche contro la Virtus Gualdo: gli ospiti hanno raggiunto il pari nel sesto minuto di recupero. I gol della squadra rossoverde sono stati segnati da Beltrami e Carubini, entrambi autori di una doppietta ciascuno. La matricola Victoria Mocaiana, dopo quattro giornate, è ancora imbattuta: in classifica raggiunge quota 8 punti (due vittorie e due pareggi).

04/10/2003
Cannito: "Non abbiamo paura di nessuno"

Il mister del Gubbio Ruggiero Cannito, intervistato da Gubbiofans, commenta così il pareggio interno di domenica scorsa contro il Sansovino: "E' stata una partita dove abbiamo creato parecchie occasioni da gol, anche se non abbiamo avuto una grande fluidità di gioco. Potevamo tranquillamente vincere la gara. Ma questa è acqua passata e ora pensiamo alla prossima partita molto importante di Grosseto". Le condizioni di Orocini? "Sta migliorando ma ci vorrà ancora un po' di tempo prima di rivederlo dal primo minuto in campo. Sarà convocato per Grosseto, forse lo porterò in panchina, però al momento non è totalmente disponibile". Lunedì sera trasferta insidiosa a Grosseto: "E' una partita molto importante che verrà trasmessa su Raisat e proprio per questo motivo tutti i ragazzi hanno tanta voglia di mettersi in mostra. Cercheremo di fare risultato contro un'ottima squadra". Teme il Grosseto? "Speriamo che sia il Grosseto a temere il Gubbio. Come sempre noi rispettiamo gli avversari, ma non abbiamo paura mai di nessuno. La squadra biancorossa è una grossa realtà allestita per vincere il campionato e ha un tasso di esperienza maggiore rispetto a noi. Ma sono convinto che disputeremo questa partita con grande determinazione". Ci sarà Lisi, giocatore che è stato allenato dallo stesso Cannito a Rutigliano, e tra l'altro è anche un ex rossoblù: "E' un grande attaccante, ha fatto benissimo quando era a Rutigliano. Lo saluterò veramente con grande piacere".

03/10/2003
Grosseto: in panchina l'ex rossoblù Magrini

Dopo l'esonero in settimana dell'allenatore Melotti, il Grosseto ha scelto il suo sostituto: è Lamberto Magrini e lavorerà in coppia con Luciano Mancini, perchè al momento il tecnico non ha il patentino che consente di allenare le squadre che militano nei campionati professionistici. Per Magrini si tratta di un ritorno: ha già allenato la squadra maremmana in serie D nel finale di stagione 2000/01 e nel 2001/02, per poi essere stato esonerato dopo appena cinque giornate. Lamberto Magrini, tra l'altro, è una vecchia conoscenza del calcio eugubino: il nuovo tecnico biancorosso, infatti, ha indossato la maglia del Gubbio dal 1984 al 1988.

02/10/2003
Nuovo decreto: i biglietti per il settore ospiti venduti solo in prevendita

La Lega Nazionale professionisti di calcio di serie C ha disposto che, per tutte le partite della stagione in corso, è obbligatoria la prevendita dei biglietti per chi vuole andare in trasferta. Quindi, qualsiasi tifoso che si troverà sprovvisto del tagliando e si recherà nel settore ospiti di qualsiasi stadio troverà il botteghino chiuso e sarà costretto, se vorrà vedere la partita, a comprare un biglietto di un altro settore. Si tratta di un provvedimento che già viene adottato in serie A e B, e per le partite a rischio. Ma dopo i fatti avvenuti due settimane fa allo stadio "Partenio" di Avellino, questa normativa è stata estesa anche ai campionati di serie C. Quindi, qualunque tifoso che d'ora in poi vorrà seguire il Gubbio in trasferta dovrà munirsi di biglietto anticipatamente nei punti di prevendita. Si informa inoltre che, per la trasferta di lunedì sera a Grosseto, sono in vendita i biglietti presso la sede sociale della Gubbio Calcio 1910 al prezzo di 10 euro: sarà possibile acquistarli fino alle ore 12 di sabato mattina.

01/10/2003
Gubbio, ancora imbattuto nel girone

Dopo cinque giornate di campionato, l'unica squadra rimasta imbattuta del girone è il Gubbio. Tutte le altre squadre hanno perso almeno un incontro. C'era un'altra squadra che fino a domenica scorsa deteneva questo primato insieme a quella eugubina: era la neopromossa Bellaria, che è dovuta soccombere tra le mura amiche: il sorprendente Cuoiopelli Cappiano, un'altra neopromossa, ha sconfitto per 2-0 la squadra romagnola. Il miglior attacco è quello del San Marino e Castelnuovo: 9 reti segnate in 5 gare. La difesa meno perforata, al momento, è quella della Sangiovannese: solo due reti subite. Grosseto, Cuoiopelli Cappiano e San Marino sono i sodalizi che hanno ottenuto più vittorie (tre ciascuna). Il triste primato delle maggiori sconfitte, invece, appartiene al Montevarchi e alla Carrarese: 4 partite perse su 5. Intanto, per quanto riguarda il discorso allenatori, il Sansovino ha scelto il nuovo tecnico che sostituisce sulla panchina arancioblù De Petrillo, esonerato una settimana fa: si tratta di Iacobelli, un emergente.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 07.12.2019 ora 15:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 17 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Ravenna
Carpi
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Arzignano Valc.
Sudtirol
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Imolese

10320
9070
7040
6120
5400
5050
3420
3180
2180
2130
1790
1650
1510
1280
1120
1080
970
950
890
460

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy