SERIE C - GIRONE B
TRENTADUESIMA GIORNATA
DOM. 24 MARZO 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 14:30

GUBBIO

0

RENATE

0

TRENTATREESIMA GIORNATA
DOM. 31 MARZO 2019
STADIO "BRIANTEO"
ORE 14:30

MONZA-GUBBIO

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Pordenone
Triestina (-1)
Feralpisalo
Monza

Sudtirol
Imolese
Ravenna
Fermana
Vicenza
Sambenedettese
Teramo
Vis Pesaro
Ternana
Albinoleffe
Gubbio
Virtus Verona
Renate
Giana Erminio
Rimini

Fano

63
57
54
51
50
50
48
44
41
40
37
36
36
35
35
35
33
33
32

29

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

TRENTADUESIMA GIORNATA
DOM. 24 MARZO 2019

Fano
Feralpisalo

0
1

Fermana
Vis Pesaro

0
0

Giana Erminio
Teramo

1
2

Imolese
Monza

1
3

Ravenna
Albinoleffe

0
1

Sudtirol
Vicenza

2
2

Ternana
Pordenone

1
1

Triestina
Sambenedettese

4
0

VirtusVerona
Rimini

3
0

-

Marcatori 2018-2019
Serie C - Girone B

Granoche Triestina
Caracciolo Feralpisalo
Lanini Imolese
Perna Giana Erminio
Candellone Pordenone

13
12
11
11
11

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

De Silvestro
Marchi
Chinellato
Plescia
Casiraghi
Casoli
Battista
Campagnacci
Espeche
Malaccari
Schiaroli

6
5
3
3
2
2
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

TRENTATREESIMA GIORNATA
DOM. 31 MARZO 2019

Monza-Gubbio

Albinoleffe-Fermana

Feralpisalo-Giana Erminio

Imolese-Triestina

Pordenone-Sudtirol

Renate-Teramo

Rimini-Fano

Sambened.-V.Verona

Vicenza-Ternana

Vis Pesaro-Ravenna

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

30/09/2004
Mercato: un nuovo portiere a Viterbo

Nuovo arrivo alla Viterbo Calcio. Vestirà la maglia gialloblù Gioacchino
Cavaliere, portiere di 23 anni, proveniente dal Varese (di proprietà del Chievo Verona). Il giovane calciatore in passato ha vestito la maglia dell'Ascoli e Lucchese in C/1. A Viterbo dovrebbero arrivare anche due brasiliani, Sousa e Mancini, quest'ultimo fratello del più famoso calciatore che milita nella Roma del nuovo tecnico Del Neri. Intanto, il Gubbio ha effettuato un test amichevole infrasettimanale contro la squadra Berretti: 6-1 il punteggio finale. A segno Baciocchi (doppietta), Chafer, Radicchi, Maisto e Tresoldi.

29/09/2004
Ancona-Viterbo: recupero il 6 ottobre

La Lega di serie C ha reso noto che la gara Ancona-Viterbo, valevole per la prima giornata di campionato del girone B della C/2, verrà recuperata mercoledì 6 ottobre al "Del Conero" (ore 20,30). L'arbitro di Gubbio-San Marino sarà 
Baratta di Salerno (assistenti: Iannilli di Frosinone e Granara di Latina). Gli arbitri delle altre gare. Aglianese-Imolese: Alderuccio di Milano; Castel San Pietro-Fano: Branciforte di Nuoro; Cuoiopelli-Bellaria: Dattrino di Torino; Forlì-Lodigiani: Ferrandini di Sondrio; Gualdo-Ancona: Rubino di Salerno; Massese-Castelnuovo: Forconi di Aprilia; Montevarchi-Carrarese: Palazzino di Ciampino; Meli di Parma per Tolentino-Sansovino e infine Fugante di Macerata per Viterbo-Ravenna.

29/09/2004
"Lo sapevate che...?": la storia del tifo organizzato a Gubbio a partire dal 1980...

Continua il nostro appuntamento con la rubrica: "Lo sapevate che...?". Questa volta Gubbiofans racconta la storia del tifo organizzato a Gubbio, con la nascita degli Ultrà Gubbio nel 1980. Per farlo prendiamo spunto da alcuni articoli pubblicati in passato da "Supertifo", il quindicinale dedicato alle tifoserie d'Italia e dell'estero.
"La passione dei tifosi eugubini", titola l'articolo del 14 gennaio 2001, per poi proseguire, "Gli Ultrà Gubbio nascono nel 1980 sulle orme dei pionieristici Fighters. Il boom del tifo eugubino nella stagione 85/86. Anno '87: un'esodo scolpito nella memoria rossoblù è lo spareggio contro il Poggibonsi a Perugia, con la partecipazione di 15000 sostenitori eugubini in fermento. Epiche, in quegli anni, le partite contro Perugia e Ternana, al confronto delle quali gli ultras del Gubbio non hanno sfigurato. Nonostante la squadra scivoli poi in basso, gli ultrà continuavano a dimostrare una fede inossidabile, presentandosi numerosi anche nelle trasferte salvezza. Nel giro di pochi anni il ritorno in C2. E' motivo di orgoglio per i tifosi rossoblù la trasferta di Trieste, a ben 600 chilometri di distanza". Un altro articolo (17 gennaio 2003), dice: "Il Gubbio è sostenuto da una tifoseria di buon spessore. Il gruppo guida, gli Ultrà, hanno superato la soglia del ventennale. Non hanno i mezzi, la storia e il serbatoio di tifosi delle squadre più grandi, ma garantiscono presenza costante, passione e quel pizzico di umiltà che non guasta". Ricordando la trasferta di Firenze con 1000 tifosi rossoblù al seguito (articolo 25 febbrario 2003): "Tantissimi a Firenze: il Gubbio ha perso, ma i tifosi del Gubbio hanno animato lo spicchio degli ospiti per tutti i novanta minuti. Un tifo di stampo anni Settanta, passionale e colorato. Hanno lasciato il segno gli Ultrà Gubbio che a livello di C2 sono sempre validi, ma la loro massiccia presenza a Firenze forse è andata oltre le più ottimistiche previsioni. Hanno sfoderato un tifo molto bello a livello vocale e coreografico. E non hanno mai abbassato la voce neppure quando la squadra era sotto di due reti. Tra le tifoserie più compatte. Voto 7,5". Infine in un altro articolo (29 luglio 2003), si parla della finale playoff Gubbio-Rimini: "Cartoncini rosso-blù preparati dagli Ultrà Gubbio scaldano l'ambiente dello stadio "San Biagio". Il tifo eugubino non si spegne fino al 90' con il Rimini che ipoteca la C1. Nel ritorno buona partecipazione dei vivaci ultrà del Gubbio che ringraziano la squadra per la bella stagione". Ora è nato anche un nuovo gruppo, "Gubbio supporters": per maggiori informazioni e dettagli andare sul sito degli Inferociti...

28/09/2004
Giudice Sportivo: due turni a Bordacconi

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2.
Bordacconi del Ravenna è stato squalificato per due giornate. Per un turno è stato stoppato Fusco del Gualdo. Ammende per le società di Aglianese (1000 euro), Ravenna (500), Ancona (300) e Sansovino (250).

28/09/2004
Chafer: "Fatichiamo in attacco, ma siamo in crescita e possiamo fare solo meglio"

Daniel Alberto
Chafer analizza per Gubbiofans il pareggio di Bellaria, protagonista in due episodi importanti nella ripresa, prima per un possibile rigore non concesso nei suoi confronti e poi per una ghiotta occasione capitatagli solo davanti al portiere. "All'inizio abbiamo un po' sofferto - spiega l'attaccante argentino - il Bellaria attaccava e noi facevamo fatica a proporci in avanti. Poi abbiamo avuto due buone occasioni, prima con Maisto e poi con un colpo di testa mio. Nella ripresa è andata meglio e abbiamo fatto le cose migliori, ma non siamo riusciti a portare a casa i tre punti". Parliamo degli episodi clou avvenuti nella seconda frazione di gioco. Il presunto rigore? "Era molto evidente, anzi, direi abbastanza netto. Ero di spalle alla porta, mi sono girato e sono stato trattenuto vistosamente". E il gol mancato davanti al portiere? "E' stato molto bravo Lazzoni a lanciarmi in profondità. Ho tirato, il portiere si è tuffato e ha intercettato il pallone. Avevo poco spazio, non avevo tanta visione della porta e forse dovevo fare un pallonetto. Ma è stato un attimo, una questione di secondi e ho deciso di piazzare la palla sul primo palo: il portiere è stato molto bravo a prenderla". Un dato statistico: in tre gare di campionato il Gubbio ha segnato solo un gol. "Al momento facciamo fatica in attacco. Però piano piano la squadra sta crescendo e penso che non ci saranno problemi più avanti - assicura Chafer - e possiamo fare soltanto meglio". E domenica arriva a Gubbio il San Marino. "Sarà una partita dura, come del resto lo sono tutte in questo campionato. Che sia la volta buona e speriamo che arrivi la prima vittoria". 

27/09/2004
Posticipo: Imolese, poker al Gualdo (4-1)

Nel posticipo della terza giornata di campionato, l'Imolese liquida con un sorprendente 4-1 il Gualdo. I rossoblù di casa hanno praticamente chiuso la pratica nel primo tempo (3-0) con i gol di
Romanini (5'), Botteghi (15') e Del Sole (38'). Gli ospiti hanno fallito un rigore con Rossi al 28', respinto dal portiere locale Celeste, e al 55' sono rimasti anche in dieci per l'espulsione del capitano Fusco. Al 65' l'Imolese dilaga su rigore, trasformato da Botteghi. A tempo scaduto (91') il gol della bandiera di Turchi.

26/09/2004
Pari e patta tra Bellaria e Gubbio (0-0)

Terza giornata di campionato, il Gubbio gioca di nuovo in trasferta, dopo il derby perso dopo 29 anni al "Luzi" di Gualdo Tadino. Allo stadio "Enrico Nanni" si affrontano Bellaria e Gubbio. Assenti
Tresoldi (squalificato), Gaggiotti (influenzato), Coresi e Marchi (entrambi infortunati). Mister Castellucci ritorna al modulo 4-4-2 e ripropone dal primo minuto capitan Giacometti. Il primo tempo regala poche emozioni e in campo regna un grande equilibrio. Al 7' Liberti prova a sorprendere Fabbri che blocca la sfera. Al 10' risponde Maisto con un cross velenoso in area biancazzurra, il portiere Niosi si salva arpionando la sfera in due tempi. Al 21' Brighi serve alla perfezione in area ospite Marta che non inquadra lo specchio della porta. Al 25' Maisto pennella in mezzo una palla al bacio per la testa di Chafer: l'attaccante argentino non sfrutta al meglio il perfetto assist dello scugnizzo napoletano. Al 37' lo stesso Maisto crea scompiglio nella retroguardia biancazzurra, sguscia via in area di rigore e sfiora il palo con un bel diagonale radente. Al 38' Liberti serve Improta a due passi dalla porta, ma è tempestivo l'intervento di Fabbri che chiude in uscita. Al 43' Amaranti smarca con un passaggio filtrante l'attaccante romagnolo Joung che calcia prontamente in porta: Fabbri si supera e devia la sfera in angolo. Il primo tempo si conclude con un episodio dubbio in area romagnola: Sandreani viene spostato da Medri, ma l'arbitro fa proseguire l'azione. La ripresa si gioca sulla stessa falsa riga dei primi 45 minuti. La partita stenta a decollare, anche se rispetto alla prima frazione di gioco regala qualche emozione in più. Inizia il Gubbio al 46' con Maisto che invita a nozze Baciocchi con un perfetto assist in area biancazzurra: il bomber rossoblù non riesce per un soffio a girare la palla in rete, fallendo il tap-in vincente. Al 48' Liberti sfrutta una disattenzione difensiva, ruba palla sulla trequarti e serve il neoentrato Lantignotti che non ci pensa due volte e scarica un gran tiro in porta: nella circostanza è provvidenziale l'intervento di Aloisi che respinge la sfera. Al 55' Siniscalchi serve in mezzo un assist per la testa di Joung che gira a rete: Fabbri blocca senza grosse difficoltà. Al 57' fa il suo esordio in questo campionato in maglia rossoblù il terzino siciliano Panarello che sostituisce Baciocchi. Poco più tardi entra in campo anche Travaglione al posto di Montemurro. Al 65' viene negato un possibile rigore al Gubbio: l'argentino Chafer viene cinturato in area romagnola, ma niente di fatto. Lo stesso Chafer al 67', ben lanciato in area da Lazzoni, spreca una clamorosa occasione a due passi dalla porta, solo davanti al portiere. Nel finale forcing dei padroni di casa che cercano di portare a casa l'intera posta in palio, ben orchestrati dal perno di centrocampo Lantignotti (ex Milan), ma i rossoblù riescono a rendere innocue le folate offensive dei romagnoli. Passano i minuti e la partita si conclude sul punteggio di 0-0. Un giusto pareggio in una partita che ha regalato pochi sussulti, tranne la clamorosa occasione da gol capitata a metà ripresa sui piedi di Chafer che non è riuscito a insaccare la palla in rete a tu per tu solo davanti al portiere. Il Gubbio deve rimandare la prima vittoria stagionale (due punti su tre gare disputate in campionato). Un punto in trasferta che, comunque, fa muovere la classifica per gli uomini di mister Castellucci in vista della prossima gara tra le mura amiche: domenica 3 ottobre al "San Biagio" farà visita a Gubbio il San Marino.
Bellaria: Niosi, Amaranti, Siniscalchi, Stefani, Medri, Brighi, Viroli (46' Lantignotti), Marta, Liberti (77' Rossi), Improta, Joung (59' Girardi). All. Varrella.
Gubbio: Fabbri, Curcio, Amadio, Lazzoni, Aloisi, Giacometti, Maisto, Sandreani, Baciocchi (57' Panarello), Montemurro (63' Travaglione), Chafer. All. Castellucci.
Arbitro: Prato di Lecce. Ammoniti: Lazzoni e Amadio (G); Improta, Amaranti e Lantignotti (B). Spettatori: 400 circa.
I RISULTATI DELLA 3° GIORNATA:
Ancona - Cuoiopelli Cappiano 2-1
15' Ferraro (A), 20' Ferraro (A), 31' Granito (C)
Bellaria - Gubbio 0-0
Carrarese - Massese 0-0
Castelnuovo - Tolentino 4-3
21' Bartolini (T), 26' Luconi (C), 38' Biggi (C), 55' Pulzetti (C), 60' Luconi (C), 67' Prato (T), 92' Mammarella (T)
Cisco Lodigiani - Castel San Pietro 1-1

31' Banchelli (L), 56' Fiumana (C)
Fano - Viterbo 0-0
Imolese - Gualdo
(lunedì)
Ravenna - Forlì 0-1
52' Giunchi (F)
San Marino - Montevarchi 0-0
Sansovino - Aglianese 1-0
54' Tarpani (S)

25/09/2004
Mercato: altri due nuovi arrivi per l'Ancona

Si muove ancora sul mercato il nuovo Ancona allenato da Pierluigi
Frosio. Sono stati tesserati due centrocampisti, Mannucci (ex Viterbese) e Ghilardi proveniente dalla Pergolese. Anche l'Imolese ha ingaggiato un nuovo calciatore: dal Bari è stato prelevato il difensore Mastronardi. Intanto l'A.S. Gubbio calcio 1910 ha reso noto che da lunedì è possibile ritirare gli abbonamenti presso la sede (via Parruccini, stadio Polisportivo "San Biagio") presentandosi con il tagliando di prenotazione.

24/09/2004
Tante e-mail e visite al nostro sito

Gubbiofans è diventato piano piano un punto di riferimento non solo per i tifosi e gli sportivi del Gubbio e non, ma anche per i calciatori, esperti nel settore e perchè no, giornalisti della carta stampata che scrivono per quotidiani anche importanti. Gubbiofans riceve inoltre con frequenza numerose e-mail, da molte parti d'Italia e anche dall'estero, dai nostri affezionati navigatori che ci seguono constantemente. Di queste, come è avvenuto in passato, abbiamo deciso di pubblicarne una (con il consenso, è ovvio, del mittente) che ci ha spedito un giornalista che tra l'altro scrive anche per il quotidiano il "Corriere dello Sport-Stadio", nonchè conduttore di una trasmissione sportiva. "Complimenti per il sito - scrive il giornalista - a dir poco straordinario. Ho conosciuto questo sito per caso e vi giuro che ne ho visti pochi fatti così bene. L'archivio storico così dettagliato poi rappresenta la vera e propria chicca. Neanche in serie A ci sono squadre che hanno un sito così... Complimenti ancora!". Non può che farci piacere ricevere dei messaggi così. E pensare che è nato tutto per gioco, per una scommessa per meglio dire, senza alcun sostegno economico, ma solo tanta voglia di fare e passione. Il tutto grazie anche alla collaborazione di Gianfranco e Matteo Gavirati, che ci forniscono con puntualità le foto, e un ringraziamento va anche al web-designer (Weborange) che ci ha permesso di iniziare questa avventura tre anni fa, il 25 maggio 2001, in cui abbiamo raggiunto la bellezza di quasi 175000 accessi unici. Non ci resta che proseguire, cercando sempre di informare il modo più semplice e diretto, anche se svolgiamo ben altre attività. E' ovvio che non si può accontentare tutti e delle volte siamo stati oggetto anche di critiche, ma anche questo fa parte del gioco.

23/09/2004
Bellaria: De Falco è il nuovo diesse

Il prossimo avversario del Gubbio, il Bellaria, ha un nuovo direttore sportivo: si tratta di Franco
De Falco, 45 anni, ex collaboratore del Cesena. De Falco ha un passato illustre da calciatore: in serie A ha giocato con Cesena e Como; in B ha vestito le casacche di Reggiana e Triestina, dove in una stagione realizzò ben 25 reti reti in 31 partite. Intanto, per la partita Bellaria-Gubbio è stato designato l'arbitro Prato di Lecce (assistenti: Manganelli di San Giovanni Valdarno e Gambini di Lucca). Gli arbitri delle altre gare: Lodigiani-Castel San Pietro: Taverna di Taurianova; Ancona-Cuoiopelli: Valeri di Roma; Carrarese-Massese: Caristia di Siracusa; Fano-Viterbese: Manna di Isernia; Castelnuovo-Tolentino: Italiani di L'Aquila; Ravenna-Forlì: Lioce di Molfetta; San Marino-Montevarchi: Candussi di Cervignano; Imolese-Gualdo: Calvarese di Teramo; Sansovino-Aglianese: Russo di Nola.

22/09/2004
Grandi manovre per Ancona e Viterbo

Continuano inarrestabili le operazioni di mercato e di rinforzamento per Ancona e Viterbo. L'Ancona, allenata da Pieluigi
Frosio, dopo i tanti arrivi di questi giorni, ha prelevato dal Padova anche il centrocampista Segarelli e il difensore Moroni. Ingaggiato anche Berardi, un giovane centrocampista proveniente dal Bari. La neo nata Viterbo Calcio non è da meno. Prelevati tre giovani dal Brescia, il difensore Paganotto, il centrocampista Silvestri e la punta Franzoni. Pronto alla firma anche il forte centrocampista Faieta (ex Sora, Perugia e Teramo). La società laziale ottiene dal Bari il centrocampista Tursi e il difensore Armenise, mentre dall'Avellino è in arrivo Anderson e dal Latina l'attaccante Polani. Pronto a vestire la maglia gialloblù anche il tornante Iezzi dal Benevento (ex Gubbio), che sembrava destinato all'Ancona. Un altro nuovo volto è il centrocampista Paonessa, proveniente dal Crotone, ma il vero colpo di mercato è Sardelli (attaccante ex Grosseto). Si è mosso anche il Castel San Pietro che ha tesserato il difensore Maresi (ex Forlì).

21/09/2004
C/2 girone B: un solo squalificato

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Il Giudice Sportivo ha squalificato per una gara 
Dal Rio del Castel San Pietro: il centrocampista non potrà scendere in campo contro la Lodigiani nel prossimo turno. Ammende per le società di Ravenna (1200 euro) e Gualdo (750 euro).

21/09/2004
Sandreani: "Grande amarezza per il derby perso: non avete visto il vero Sandreani"

Alessandro
Sandreani, che è sempre stato un protagonista assoluto da quando veste la maglia rossoblù nei derby, un instancabile gregario del centrocampo eugubino, analizza per Gubbiofans la sconfitta di Gualdo Tadino: "Regna una grande amarezza - afferma con rammarico Sandreani - ma è proprio in questi momenti che dobbiamo mantenere la calma e star sereni. A livello tattico non abbiamo sbagliato nulla e abbiamo contenuto abbastanza bene una squadra blasonata come il Gualdo, ma purtroppo nell'unica palla pulita concessa all'avversario siamo stati puniti da un gran gol di Turchi a due minuti dalla fine. Gli episodi, questa volta, hanno dato ragione al Gualdo. Adesso abbiamo la necessità, fin da domenica, di fare punti. Da parte mia c'è anche il rammarico per avere incappato in una giornata sottotono. Mi è dispiaciuto molto e per questo chiedo scusa ai tifosi - afferma con modestia il centrocampista cantianese - perchè erano abituati a vedermi sempre decisivo in queste gare. Da domenica spero di ritornare il Sandreani che tutti conoscono". Il Gubbio non perdeva a Gualdo dal 1975: "Mi importa poco delle statistiche. Mi dispiace che abbiamo perso per tutto l'ambiente e in particolar modo per i tifosi di Gubbio che ci hanno seguito a Gualdo". E precisa: "Sono rimasto a Gubbio perchè ho ricevuto sempre tanto affetto e calore dai tifosi eugubini". Si poteva fare di più? "E' normale che dopo una partita persa si recrimina qualcosa. C'è stata poca lucidità da parte nostra, ma anche da parte loro, e forse potevamo fare di più in fase offensiva. Ma sul piano dell'impegno non c'è niente da rimproverare. In prospettiva sono fiducioso, perchè ancora siamo solo all'inizio". Ultima domanda: che cosa ne pensi del girone B a 20 squadre? "Penso solo a giocare a calcio e onorare questa maglia. E' stato assurdo, però, che a campionato iniziato non sapevamo ancora con chi giocare o meno".

21/09/2004
Ancona e Viterbo, numerosi arrivi

Le due squadre inserite a campionato in corso nel girone B stanno prendendo forma. La società dell'Ancona sta facendo le cose in grande. Sono arrivati il portiere
Di Quinzio dalla Rosetana e i difensori Castorina (ex Carrarese), Franchi (ex Samb), Gagliarducci (sempre dalla Rosetana) e Marcuz (ex L'Aquila). A centrocampo ci sono Chiarotto proveniente dal Varese, Coppola (ex Fiorenzuola), Scantamburlo (ex Mestre), il danese Fig (ex Padova) e Marchini, prelevato dal Lanciano. Ma il vero colpo è Vendrame (ex Arezzo). Come seconde punte due nomi eccellenti: Buonocore (ex Messina e Ternana) e Vecchiola (ex Atalanta, Genoa e Napoli). Ingaggiato anche il giovane attaccante Antenucci dal Giulianova. Sono arrivati inoltre tre calciatori dall'Ascoli: per iniziare due giovani, il centrocampista Carboni e il difensore Ciotti, e poi l'attaccante Ferraro (ex Vis Pesaro e Gubbio). Potrebbe vestire la maglia dorica un altro ex rossoblù, il tornante Iezzi. Il sogno nel cassetto è l'attaccante Veronese dello Spezia. A Viterbo, invece, sono arrivati il portiere Fimiani (ex Latina), l'attaccante nigeriano Ugali dal Monza e potrebbe essere ingaggiato un altro straniero, l'esterno sinistro brasiliano Branco Novaes del Rio Paranà. Prelevati due giovani, il difensore Isolini dal L'Aquila e il centrocampista Boldrini dal Perugia. In dirittura d'arrivo la trattaiva per l'attaccante Irvasi del Crotone e l'esterno destro Petrulli dell'Udinese. Il sogno proibito è il ritorno del bomber Scandurra.

19/09/2004
Il Gualdo fa suo il derby sul Gubbio (1-0): decide tutto Turchi a due minuti dalla fine 

Seconda giornata di campionato, è subito derby tra Gualdo e Gubbio. Una partita che in realtà, in campo, si è poi rivelata al di sotto delle aspettative rispetto i precedenti derby, giocata al piccolo trotto da entrambi le squadre. Si è vista una gara blanda, con poche emozioni, tipica di ogni inizio di campionato. In tono minore anche la presenza dei tifosi eugubini sugli spalti rispetto alle passate stagioni, che comunque vada si sono recati in 400 circa al "Luzi" di Gualdo Tadino. Ma andiamo per ordine e passiamo alla cronaca. I rossoblù devono fare a meno di
Tresoldi (squalificato), Coresi e Panarello (entrambi infortunati). Il capitano Giacometti viene dirottato in panchina. All'8' ci prova Di Lillo dalla distanza: il suo tiro radente termina di poco a lato. Gli risponde Baciocchi al 9' con un tiro dal limite che non inquadra lo specchio della porta. Al 24' Rossi spedisce alto, a pochi passi dalla porta, un invitante assist pennellato in area dal redivivo tornante gualdese Calcagno. Subito dopo, l'argentino Chafer impegna severamente il portiere gualdese Formica che si salva in tuffo in angolo. Al 27' viene annullato un gol di Rossi per off-side, servito in area da una punizione calciata da Campese. Si chiude così un primo tempo che regala al pubblico presente soltanto sbadigli. La ripresa inizia sulla stessa falsa riga dei primi 45 minuti. Al 54' un improvviso tiro dal limite di Rossi termina di poco a lato, a pochi centimetri dal palo. Al 55' il bomber rossoblù Baciocchi colpisce in pieno la traversa, ma l'arbitro ferma tutto per fuorigioco. Al 64' un indomito Calcagno pennella in mezzo un cross al bacio per la testa del nuovo entrato Farrugia che non riesce a trovare la via del gol. Al 67' l'attaccante rossoblù Chafer si intrufola pericolosamente in area biancorossa, ma è tempestivo l'intervento di Antonacci che salva in extremis in angolo. Al 72' un tiro in porta del nuovo entrato Montemurro finisce la sua corsa sul braccio di Antonacci in area biancorossa. L'arbitro, nell'occasione, giudica involontario il gesto del difensore gualdese, molto vicino all'azione. La partita sembra incanalarsi in un giusto e legittimo pareggio, ma nel finale di gara il Gualdo trova la zampata vincente per portare a casa l'intera posta in palio. Corre il minuto 88, il bomber gualdese Turchi raccoglie in piena area di rigore un assist millimetrico del nuovo entrato Campo, si gira da gran campione e con un colpo di fino deposita la palla in fondo all'angolino. E' ormai troppo tardi per i rossoblù recuperare il risultato. Anzi, proprio al 90' è proprio il Gualdo che sfiora il raddoppio con un gran tiro del giovane promettente Campo dal limite che fa la barba al palo. Finisce così il derby numero 43. Per quanto si è potuto vedere in campo sarebbe stato sicuramente più giusto un pareggio. A risolvere il derby è stato un colpo di genio del bomber italo-argentino Turchi, a due minuti dal termine. A dire il vero, però, soprattutto nei minuti finali il Gualdo ci ha creduto di più e la mossa di mister Bruniera di far entrare a partita in corso l'estroso fantasista Campo, scuola Torino, ha cambiato sicuramente le sorti della gara, propiziando il gol della vittoria dei padroni di casa. Questa volta a gioire nel derby è il Gualdo, che per lunghi anni non era mai riuscito a sconfiggere il Gubbio nelle gare ufficiali di campionato. In questa stagione si è sfatato il tabù: il Gualdo ha centrato due vittorie in due gare, prima in Coppa Italia ad agosto e adesso in campionato. E per questa volta tocca al Gubbio tornare a casa con una sconfitta sul groppone, con i tifosi che lasciano mestamente gli spalti del "Luzi" delusi e amareggiati. E domenica i rossoblù sono attesi da un'altra trasferta, in quel di Bellaria.
Gualdo: Formica, Antonacci, Bresciani, Campese, Baldini, Fusco, Calcagno, Di Lillo, Turchi, Sbaccanti (57' Farrugia), Rossi (82' Campo). All. Bruniera.
Gubbio: Fabbri, Ercoli (89' Gaggiotti), Tafani, Aloisi, Lazzoni, Amadio, Curcio, Sandreani, Baciocchi, Chafer (77' Marchi), Maisto (60' Montemurro). All. Castellucci.
Rete: 88' Turchi (Gua).
Arbitro: Crugliano di Crotone (Manzini di Verona e Ponziani di Avezzano). Ammoniti: Fusco, Bresciani e Di Lillo (Gua); Chafer, Ercoli e Maisto (Gub). Spettatori: 1700 circa (400 circa provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 2° GIORNATA:
Castel San Pietro - Carrarese 1-1
25' Bettini (Csp), 33' Koffi (Car)
Cisco Lodigiani - Sansovino 5-1

4' Memè (L), 6' Criniti (L), 9' Banchelli (L), 18' Tarpani (S), 29' Gioacchini (L), 70' Banchelli (L)
Fano - Aglianese 3-0
14' Garba (F), 76' D'Aloisio (F) rig., 78' Girardi (F)
Forlì - Ancona
(rinviata)
Gualdo - Gubbio 1-0
88' Turchi (Gua)
Massese - Imolese 1-0
33' Bischeri (M)
Montevarchi - Bellaria 0-0
Ravenna - Castelnuovo 1-3
11' Moscelli (R), 38' Biggi (C), 65' Luconi (C), 82' Magnani (C)
Tolentino - San Marino 1-0
31' Barucca (T)
Viterbo - Cuoiopelli Cappiano
(rinviata)

18/09/2004
Castellucci: "Girone a 20 squadre? Bisogna attenerci a chi comanda dall'alto..."

Nella consueta conferenza stampa di fine settimana dell'A.S. Gubbio 1910, il mister rossoblù Ezio
Castellucci ha parlato dell' allargamento del girone B a 20 squadre: "E' incredibile quello che è avvenuto - commenta il tecnico - ma noi dobbiamo attenerci alle decisioni che provengono dall'alto. E' logico che questi stravolgimenti e l'inserimento forzato di Ancona e Viterbo condizionano quelle società che partono con certe prerogative e certi presupposti. Sarebbe ora che si cominci a scindere la giustizia ordinaria da quella sportiva". Un accenno al derby di Gualdo che è imminente: "Un avversario vale l'altro - prosegue Castellucci - ogni partita va affrontata sempre alla stessa maniera. Dobbiamo essere concentrati al massimo alla ricerca della vittoria. E' ovvio che è un derby ed è sentito da parte tutti in modo diverso. Chi temo del Gualdo? Ho sempre avuto rispetto degli avversari ma non si deve mai temere nessuno. Ci siamo preparati al meglio per questa partita, poi sarà il campo a dare il verdetto finale".

17/09/2004
Viterbo: arrivano Boniperti e Sivori

Le due società, Ancona e Viterbo, riammesse nei professionisti e inserite nel girone B della C/2 si stanno muovendo in fretta e furia per allestire un organico di rispetto per la categoria, soprattutto partendo dall'assetto societario. Il Viterbo Calcio passa ai gruppi di Angelo
Venanzi (sarà il nuovo presidente) e di Alberto Gianni (ex proprietario della Ternana). Parte integrante saranno Giampaolo Boniperti e Nestor Sivori, figli degli ex campioni della Juve, con la collaborazione di Josè Altafini. Claudio Mossio (sempre ambiente Juventus) sarà il supervisore tecnico. L'allenatore è Carlo Susini. Nell'Ancona l'amministratore unico è Giampiero Schiavoni. Nello staff figura Felice Centofanti, con la stretta collaborazione di Ruben Buriani del Milan. In panchina c'è Pierluigi Frosio. Intanto per il derby tra Gualdo e Gubbio è stato designato il direttore di gara Crugliano di Crotone. Si informa inoltre che i biglietti del settore ospiti del "Luzi" costano 10 euro (ragazzi fino a 15 anni non pagano), in vendita fino a sabato (ore 18) in sede.

16/09/2004
Spagnolli: "Il derby? Finirà in pareggio"

Massimo
Spagnolli, da ex giocatore di Gubbio e Gualdo, per Gubbiofans presenta il derby di domenica al "Luzi". L'attaccante di Rovereto al momento gioca con l'Altoadige (C/2 girone A), dove militano l'ex fantasista gualdese Balducci e l'ex attaccante rossoblù Stefanelli. "Ci sono tutti presupposti per disputare un'ottima stagione - precisa Spagnolli - C'è stato un buon esordio in campionato (5-1 alla Pro Vercelli). Balducci? Si è integrato alla perfezione, un giocatore che fa sempre la differenza, ma per il momento è a riposo perchè acciaccato. Stefanelli? Si è già presentato con un buon biglietto da visita. All'esordio in campionato ha segnato una doppietta". Domenica Gualdo-Gubbio: che derby sarà? "Sarà come sempre una gara molto tirata - commenta Spagnolli - anche perchè esiste una grande rivalità tra le squadre e le tifoserie. Gli episodi saranno decisivi come è accaduto negli anni scorsi. I grandi spunti non mancheranno, come è avvenuto nell'ultimo derby con la vittoria del Gubbio condita da un'ottima prestazione a Gualdo". Un pronostico? "Credo che finirà in parità". Dei passati derby, il ricordo più bello? "Con la maglia rossoblù la splendida vittoria a Gualdo dello scorso aprile: è stata una soddisfazione immensa. Con la maglia biancorossa nel 2000-01 al San Biagio, nonostante abbiamo perso (2-1 ndr), è stata una bellissima partita su un campo impossibile inzuppato di pioggia". Gubbio e Gualdo dove arriveranno? "Hanno inserito nel girone B anche l'Ancona e il Viterbo, quindi è difficile dire adesso quale sia il reale valore delle due squadre umbre. Sono due società serie che hanno fatto molto bene negli ultimi anni e credo che faranno un campionato di vertice". L'allargamento del girone B a 20 squadre? "E' sbagliato che sia avvenuto tutto questo in campionato in corso. Non capisco come mai le società che non sono messe bene con i conti, alla fine riescono sempre a salvarsi. Sarà un campionato più lungo e anche a livello fisico molte squadre ne risentiranno. Allo stesso tempo, però, potrebbe essere un torneo più affascinante". Per concludere saluta tutto l'ambiente rossoblù: "Considero l'esperienza di Gubbio positiva, visto che abbiamo raggiunto i playoff. A livello personale avrei voluto dare di più, ma alcuni infortuni me l'hanno impedito. Faccio i migliori auguri a tutto l'ambiente, alla società e alla squadra, con l'auspicio che si disputi un grande campionato. Infine saluto con calore e affetto i miei ex compagni e la tifoseria eugubina". 

15/09/2004
E' ufficiale, girone B a 20 squadre: domenica si gioca a Gualdo Tadino

Dopo tutto il grande trambusto che attraversa il calcio di serie C, è accaduto quello che tutti temevano: a rimetterci è stato esclusivamente il girone B della C/2 che è stato allargato a 20 squadre. Sono state aggiunte alle 18 compagini già esistenti il
Viterbo Calcio (così si chiama adesso) e l' A.C. Ancona. Un campionato più lungo, quindi, che tutte le squadre dovranno affrontare (38 giornate anzichè 34), con conseguente stravolgimento del calendario. L'Ancona e il Viterbo calcio e le rispettive avversarie riposeranno nei prossimi due turni (le suddette partite saranno recuperate più avanti): la squadra marchigiana e quella laziale appena riammesse nei professionisti, così facendo, hanno ottenuto una deroga per non giocare due gare per potersi riorganizzare per questo campionato (per meglio dire, nel frattempo, hanno la possibilità di rinforzarsi...). Invariato, invece, il prossimo avversario del Gubbio: domenica 19 settembre i rossoblù si recheranno a Gualdo Tadino. La prevendita dei biglietti inizierà in sede non prima di venerdì, eccezionalmente per questa giornata dati i problemi che l'hanno preceduta (prezzo 10 euro per il settore ospiti). Il prossimo turno completo del girone B (seconda giornata) è il seguente: Castel San Pietro-Carrarese, Cisco Lodigiani-Sansovino, Fano-Aglianese, Forlì-Ancona (rinviata), Gualdo-Gubbio, Massese-Imolese, Montevarchi-Bellaria, Ravenna-Castelnuovo, Tolentino-San Marino e Viterbo-Cuoiopelli (rinviata).

14/09/2004
Giudice Sportivo: due turni per De Stefani

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari dopo la prima giornata di campionato. E' stato squalificato per una gara effettiva
Amato (allenatore in seconda dell'Imolese). Il difensore De Stefani del Forlì ha preso due giornate. Per un turno, invece, sono stati appiedati i centrocampisti Locatelli del Gualdo e Calzi del Montevarchi: entrambi i calciatori salteranno la partita di domenica prossima, ammesso che si giochi.

13/09/2004
Caos gironi serie C: si va verso lo sciopero

Il calcio di serie C è caduto nel pieno caos. Dopo che si è giocata la prima giornata di campionato, non si sa ancora ufficialmente come saranno composti definitivamente i gironi per la stagione 2004-05. Il problema nasce dal fatto che sono state riammesse in via ufficiale il Como in Serie C/1 e la Viterbese in C/2. Esiste poi la grana Ancona che dovrebbe essere inserita in C/2, anche se la società dorica avrebbe chiesto la riammissione in C/1. Tanti nodi da sciogliere, quindi, che la Lega di serie C non è riuscita ancora a tornarne a capo. Per il momento non è stato deciso nulla e il consiglio di Lega è stato rimandato e convocato per mercoledì per decidere sul da farsi. Che cosa si prospetta quindi? Un probabile stravolgimento sia dei gironi, alcuni dei quali potrebbero essere allargati a 19 squadre, che dei calendari. Aleggia anche un eventuale sciopero di tutte le società di serie C. E Gualdo-Gubbio si giocherà domenica o no? Per il momento rimane un grande punto interrogativo, con tutti i problemi che potrebbe comportare la preparazione di un derby a livello organizzativo. Questa partita potrebbe anche non giocarsi e il prossimo avversario del Gubbio potrebbe essere un'altra squadra. Ma nel caso invece si giochi a Gualdo si saprà non prima del fine settimana. Di certo, invece, c'è solo un fatto. Di questo passo lo sport più amato dagli italiani, senza certezze e regole ben precise, finirà alla deriva, con un costante allontanamento dei tifosi dagli stadi.

12/09/2004
Prima di campionato: al "San Biagio", il Gubbio riacciuffa il Montevarchi nel finale

Inizia con un pareggio l'avventura del Gubbio in questo campionato. Al "San Biagio" finisce 1-1 contro il Montevarchi. Potrebbe sembrare un mezzo passo falso per il Gubbio tra le mura amiche all'esordio, ma per come si erano messe le cose in campo è da considerare un punto guadagnato per gli uomini di mister
Castellucci. Ma andiamo per ordine. Assenze importanti tra le fila rossoblù: non ci sono gli squalificati Sandreani, Tafani e Tresoldi (quest'ultimo ne avrà per cinque giornate). Scende in campo fin da subito Ercoli in difesa e fa il suo esordio dal primo minuto il giovane Gnagni. Baciocchi parte dalla panchina. Un Montevarchi veloce e pimpante sorprende i padroni di casa in diverse circostanze. Al 6' è pericoloso con Virdis che impegna severamente il portiere rossoblù Fabbri. Al 22' il Gubbio potrebbe segnare ma Coresi, davanti alla porta, non sfrutta al meglio un passaggio filtrante di Chafer. Al 24' un tiro volante dal limite di Sala termina di poco a lato. E' il preludio al gol per gli ospiti che arriva poco dopo. Corre il 27', Virdis penetra in area eugubina come nel burro e insacca la palla in rete con un perfetto diagonale rasoterra. Mister Castellucci cambia immediamente due elementi: escono il giovane Gnagni e Coresi; al loro posto scendono in campo Travaglione e Baciocchi. Nel finale di tempo, però, è ancora il Montevarchi che si rende pericoloso in due circostanze: in un primo tempo lo scatenato Virdis, un giovane promettente ex Sampdoria, mette di poco a lato dal limite; poco dopo Calzi impegna Fabbri in tuffo. Nella ripresa scende in campo un Gubbio diverso, maggiormente volenteroso, alla ricerca perlomeno del pareggio. Al 52' Baciocchi costringe con un tiro radente dal limite il portiere toscano Conti a salvare in angolo. Al 65' i rossoblù sono anche sfortunati quando Giacometti, su un cross al bacio di Lazzoni in area ospite, colpisce in pieno il palo di testa a portiere ormai battuto. Subito dopo Fusi sfiora il gol del raddoppio per gli ospiti: è provvidenziale Fabbri che con un autentico miracolo devia in angolo una bordata del centrocampista toscano. Su un improvviso capovolgimento di fronte Baciocchi spara a botta sicura a rete, con il portiere ospite fuori causa, ma sulla linea di porta salva in extremis il difensore toscano Saraceno. Al 74' l'inarrestabile Virdis semina panico in area eugubina con un slalom vincente e tira in porta: un grande Fabbri gli dice ancora di no. All'82' il Montevarchi rimane in dieci per l'espulsione di Calzi (somma di ammonizioni). E all'85' il Gubbio trova la zampata vincente per riequilibrare la gara. Il neo entrato Amadio pennella un cross in area dalla sinistra, raccoglie la sfera Chafer e la indirizza in porta colpendo la traversa con un pallonetto, sulla ribattuta il più lesto di tutti è Baciocchi che di testa insacca la palla all'incrocio dei pali. Ormai è troppo tardi per raccogliere l'intera posta in palio per i rossoblù e di lì a poco finisce la gara. Pareggio tutto sommato giusto. Il Montevarchi ha sorpreso per il suo gioco veloce, arioso con un Virdis in grande spolvero: un giovane di cui ne sentiremo parlare. Il Gubbio è da rivedere meglio più avanti, a campionato in corso. L'assenza a centrocampo di Sandreani si fa sempre sentire. Per come si era messa la partita, è stato importante non perdere all'esordio. Come hanno sottolineato sia il diesse Frasca e sia il tecnico Castellucci a fine gara in sala stampa. E domenica il Gubbio è atteso nel derby di Gualdo Tadino, anche se questa gara non è certo che si giocherà visti i probabili stravolgimenti dei calendari dopo la riammissione dell'ultimo momento in C/2 dell'Ancona e della Viterbese. Per dovere di cronaca segnaliamo che al momento, perchè è un dato provvisorio, la campagna abbonamenti della Gubbio calcio ha raggiunto le 612 tessere.
Gubbio: Fabbri, Aloisi, Ercoli, Giacometti, Gnagni (35' Travaglione), Curcio, Coresi (35' Baciocchi), Lazzoni, Maisto, Chafer, Montemurro (69' Amadio). All. Castellucci.
Montevarchi: Conti, Erzaoruali, Saraceno, Calzi, Recchi, Bertoli (61' Redditi), Fusi, Virdis (84' De Gori), Gessa, El Kamch, Sala (84' Sorbini). All. Gallorini.
Reti: 27' Virdis (M), 85' Baciocchi (G).
Arbitro: Benedetti di Viterbo (Pacifico e Ronga di Salerno). Ammoniti: Giacometti e Gnagni (G); Calzi, Gessa e Sorbini (M). Espulso: 82' Calzi (M). Spettatori: 1143 (89 provenienti da Montevarchi).
I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA:
Aglianese - Ravenna 1-1
50' Ghiandi (A), 73' Anzalone (R)
Bellaria - Massese 1-2
21' Liberti (B), 81' Rossi (M), 88' Bonuccelli (M)
Carrarese - Tolentino 1-2
43' Onorato (T) rig., 54' Di Fiandra (C), 64' Maggi (T)
Castelnuovo - Castel San Pietro 3-1
7' Rizzioli (Cp), 49' Pulzetti (Ca), 83' Grassi (Ca) rig., 93' Luconi (Ca)
Cuoiopelli Cappiano - Gualdo 1-0
21' Granito (C)
Gubbio - Montevarchi 1-1
27' Virdis (M), 85' Baciocchi (G)
Imolese - Forlì 1-2
56' Calderoni (F), 77' Mambella (I), 91' Rondina (F)
San Marino - Lodigiani 0-1
21' D'Angelo (L)
Sansovino - Fano 1-1
88' Cantoro (S), 91' D'Aloisio (F) rig.

11/09/2004
C/2 girone B: le favorite secondo... "La Gazzetta dello Sport"

Il prestigioso e popolare quotidiano in rosa, "La Gazzetta dello Sport", ha stilato la griglia di partenza di tutte le squadre di serie C. Nel girone B ha messo in pole position la Lodigiani di mister
Dossena, la squadra che viene da tutti considerata la favorita principale per vincere il campionato. Al secondo posto il Gualdo del trainer Bruniera. A seguire, il San Marino ricopre la terza posizione, mentre il Ravenna si trova al quarto posto. La neopromossa Massese viene inserita subito dopo (quinta posizione) davanti al Gubbio che, secondo la Gazzetta, sarebbe la sesta forza del torneo. La settima posizione viene ricoperta dalla Carrarese. Chiude la classifica il Fano in ottava posizione. Tutto questo in attesa di probabili sconvolgimenti nel girone B. Infatti si sta profilando un caos gironi nella serie C. L'ultimo colpo di scena riguarda il Como e la Viterbese che sono state riammesse rispettivamente in C/1 e C/2. Anche l'Ancona potrebbe essere inserito in C/2. C'è il rischio quindi che il girone B della C/2 potrebbe essere allargato a 19 squadre per permettere a queste compagini di partecipare ai campionati loro assegnati, tutto condito con un prevedibile sconvolgimento dei calendari. Staremo a vedere come finirà questa vicenda.

11/09/2004
Berretti: il Gubbio di Sannipoli nel girone E

Sono stati varati i gironi dei campionati "Berretti". La squadra eugubina, allenata da Enrico
Sannipoli, è stata inserita nel girone E che comprende le seguenti squadre: Fano, Fermana, Foligno, Gualdo, Gubbio, Lodigiani, Perugia, Sambenedettese, San Marino, Sansovino, Siena, Sorianese, Tolentino e Vis Pesaro. Il campionato "Berretti" inizierà sabato 25 settembre. Si informa inoltre che è in via di ristrutturazione e rinnovamento il sito ufficiale della Gubbio calcio: per visitarlo basta cliccare sul banner presente in home-page a destra di questo sito.

10/09/2004
Abbonamenti: comunicato dell'As Gubbio

L'A.S. Gubbio Calcio 1910 comunica quanto segue: "
Per problemi tecnici di aggiornamento del programma da parte del Ministero delle Finanze, e quindi non dipendenti dalla nostra volontà, non è possibile stampare gli abbonamenti. Per la prima giornata di campionato tutti gli abbonati possono entrare allo stadio esibendo il tagliando di prenotazione. L'A.S. Gubbio Calcio 1910 si scusa per l'inconveniente".

10/09/2004
Nuova iniziativa: "Crea la mascotte"

L'A.S. Gubbio Calcio 1910 ha indetto un nuovo concorso, "Crea la mascotte del Gubbio", ed è aperto a tutti. Per partecipare basta far pervenire presso la società a mezzo posta (
via Parruccini, c/o stadio San Biagio) o depositando appositamente negli appositi contenitori presenti durante le partite casalinghe un disegno (a colori, su foglio A/4), scrivendoci anche il proprio nome, cognome, indirizzo e telefono, oltre al nome della mascotte che si è disegnata. Gli elaborati devono pervenire entro il 10 ottobre. Fra tutte le proposte, quella giudicata migliore verrà premiata con un kit completo di materiale sportivo dell'A.S. Gubbio Calcio 1910.

09/09/2004
Gubbio: i prezzi del "San Biagio"

Sono stati resi noti i prezzi dei tagliandi per accedere per tutta la stagione alle partite casalinghe del Gubbio al "San Biagio". Ecco i prezzi: Tribuna VIP
25 euro (ridotto 18), Poltroncina 12,50 euro (10 ridotto), Gradinata 12 euro (9 ridotto), Curva 8 euro (6 ridotto). Per il settore ospiti, infine, ci vorranno 10 euro. Per le donne un'unica tariffa a 8 euro valevole per tutti i settori tranne la Tribuna VIP. Per i ragazzi tra i 10 e 14 anni la tariffa è di 1 euro per tutti i settori tranne la Tribuna Vip come le donne.

09/09/2004
Gubbio: arbitra Benedetti di Viterbo

Nella prima giornata di campionato al "San Biagio" tra Gubbio e Montevarchi è stato designato
Benedetti di Viterbo. Gli altri arbitri che dirigeranno le altre gare del girone B della C/2: Aglianese-Ravenna: Taverna di Taurianova; Bellaria-Massese: Corletto di Castelfranco Veneto;
Carrarese-Tolentino: Morabito di Messina; Castelnuovo-Castel S. Pietro: Cammi di Reggio Emilia; Cuoiopelli-Gualdo: Musolino di Catania; Imolese-Forlì: Gentile di Termoli; San Marino-Lodigiani: Stallone di Foggia; Sansovino-Fano: La Mura di Nocera Inferiore.


08/09/2004
Mercato: Galliano al Castel San Pietro

Ultimi colpi di mercato prima dell'inizio del campionato per quanto riguarda i giocatori svincolati. Il Castel San Pietro ingaggia il terzino Cristian
Galliano, la scorsa stagione in forza nelle fila del Grosseto (ex Rimini e Benevento). La Cuoiopelli Cappiano tessera il centrocampista Gianluca Flamini (ex Livorno). Infine Gianluca Ricci, ex calciatore del Gubbio nella stagione 1988-89, giocherà con il Cervia (Eccellenza regionale romagnola).

08/09/2004
Campionato al via: il girone B ai raggi X

Domenica parte il campionato. Ai nastri di partenza ci sono diverse squadre che hanno le carte in regola per disputare un campionato di prestigio. La favorita numero uno è la Lodigiani, la squadra da battere. I laziali dispongono di un organico da categorie superiori con elementi del calibro di
Criniti (ex Perugia), Venturin (ex Lazio), Gioacchini (ex Salernitana), Banchelli (ex Fiorentina), Fanesi (ex Samb) e hanno ingaggiato Memè dal Gualdo: in panchina siede Beppe Dossena. A ruota segue il San Marino che si è rinforzato in difesa con Taccola (ex Inter), ma a far paura è il reparto offensivo con la coppia Pietranera (vice capocannoniere con 14 reti la scorsa stagione) e Pierobon (10 gol a Fano l'anno scorso). L'allenatore è Buglio (ex Aglianese e Valenzana). Non è da meno il Ravenna che ha prelevato Ballanti, BordacconiMussoni dal Rimini; sono arrivati anche Antonelli (ex Vis Pesaro) e Gennari (ex Sangiovannese). L'ex tecnico rossoblù Dal Fiume guida la panchina ravennate. Allo stesso piano il Gualdo che, nonostante la partenza importante di Balducci (Altoadige), da par suo ha ingaggiato l'italo-argentino Turchi dal Perugia, i difensori Baldini (ex Ancona) e Farina dal Cittadella, e ha prelevato alcuni giovani promettenti dal Torino. Sono rimasti inoltre giocatori importanti come Fusco, Calcagno, Di Lillo, Rossi e Chisena: in panchina Bruniera (ex Fermana). Matricola terribile è la neopromossa Massese che ha stravinto il campionato dei dilettanti e ha mantenuto un'intelaiatura di prim'ordine: su tutti Micchi (ex Rimini), Consumi e Garaffoni (ex Grosseto), il redivivo Bonuccelli e l'arrivo di Coppola dal Castelnuovo: il mister è Indiani (ex Grosseto e Poggibonsi). Per il resto c'è sempre il Forlì che ha preso Pizzi (ex Inter), il Castelnuovo che ha tenuto Biggi, la Carrarese che ha fatto lo stesso con Nappi (ex Fiorentina), il Fano che punta su tanti giovani (tra cui Dall'Ara, Chicco e Brancaccio) e ha tenuto D'Aloisio, Garba, Giorgetti e il tecnico Morganti. Tra le ripescate da tener d'occhio il Bellaria che si è rinforzato a centrocampo con Marta (ex Vis Pesaro), Brighi (ex Rimini) e Lantignotti (ex Milan): in panchina l'esperto Varrella; il Montevarchi punta su diversi giovani interessanti, tra cui Virdis proveniente dalla Sampdoria. Tra le outsider c'è il Gubbio. Il mercato rossoblù è ormai noto. Sono andati via diversi calciatori (Bruni, Cipolla, Antonazzo, De Pascale, Zebi, Turchetta, Ferrari, Iezzi, Orocini e Spagnolli) e ne sono arrivati altrettanti (Aloisi, Tresoldi, Chafer, Baciocchi, Ercoli, Tafani, Montemurro, Curcio, Panarello e Travaglione). E' nuovo anche l'allenatore, Castellucci (ex Cavese e Sora), mentre sono rimasti Fabbri, Giacometti, Lazzoni, Sandreani e Maisto. E ora sarà il campo a dare il responso finale. E domenica c'è subito un match di cartello, San Marino-Lodigiani.

07/09/2004
"Lo sapevate che...!": storie di altri tempi

Gubbiofans propone una nuova rubrica "
Lo sapevate che...!", con curiosità e aneddoti che hanno caratterizzato la storia del calcio eugubino. Cominciamo con quello che accadde nel lontano 9 giugno 1968: furono veramente curiosi e tutti da raccontare i fatti che si verificarono in questa gara, caratterizzata dalla pioggia battente che rendeva il terreno di gioco appena praticabile. Molti tifosi eugubini si erano portati a Spello per tifare a favore della squadra di casa contro l'Angelana che si trovava di un punto dietro al Gubbio, vittorioso nell'ultima giornata di campionato per 2-0 sul Gualdo. Nella ripresa, l'Angelana vinceva per 2-0 e constatato che ormai le speranze di pareggio erano minime e il Gubbio rischiava di vedersi superato in classifica proprio sul filo di lana, i tifosi rossoblù pensarono che l'unica possibilità di salvezza per la propria squadra era quella che l'arbitro sospendesse la partita per impraticabilità del campo. Decisero così di allagare il campo sportivo: lì vicino passava un piccolo corso d'acqua e i tifosi riuscirono a deviarne una parte. Fatto sta che a pochi minuti dalla fine l'arbitro fu costretto a sospendere la gara perchè il terreno era completamente allagato. La partita venne ripetuta il 16 giugno e si concluse in parità (0-0). Gubbio e Angelana si ritrovarono appaiate in testa alla classifica e dovettero disputare uno spareggio promozione. Il 23 giugno 1968 il Gubbio sconfisse per 2-0 l'Angelana a Marsciano, ma un'altra sorpresa aspettò dietro l'angolo i rossoblù: su reclamo dell'Angelana, venne analizzata la posizione di due giocatori impiegati dallo Spello nel recupero dell'ultima giornata: i due risultarono essere stati utilizzati da un'altra squadra ad inizio stagione e venne data gara persa allo Spello per 2-0. Morale della favola: il risultato dello spareggio non servì a nulla e a festeggiare furono quelli dell'Angelana. Un anno, il 1968, che viene ricordato anche per un infuocata partita di campionato sempre con l'Angelana: in quell'occasione il Gubbio si trovò in svantaggio per 1-0 su un rigore molto contestato dai giocatori eugubini. A pochi minuti dalla fine, all'ennesimo presunto torto arbitrale, un centinaio di tifosi eugubini entrarono in campo e l'arbitro fu costretto a sospendere la partita: in mezzo al caos ci scappò anche qualche colpo proibito verso il direttore di gara. Storie di altri tempi. Ma non è ancora finita... prossimamente sempre su Gubbiofans! (dal libro "Rossoblù" di Gianluca Sannipoli).

05/09/2004
Incontro della società con la stampa e i tifosi; Bedini: "Tutti uniti per il Gubbio"

Si è svolto un incontro conviviale presso il ristorante Bosone Garden tra la società eugubina, i giornalisti e i mezzi di informazione. Presente anche Gubbiofans. Il presidente Umberto
Bedini (nella foto) ha illustrato i programmi della società: "Abbiamo preso in mano una grande responsabilità - afferma l'ingegnere Bedini - Innanzitutto dobbiamo rimanere con i piedi per terra e mantenere i bilanci a posto, questo è il primo obiettivo che ci siamo prefissati. Poi vediamo se i risultati ci daranno ragione. E' stata formata una nuova società basata sulla fermezza e la trasparenza. Siamo tutti uniti per il bene del Gubbio. Il nostro obiettivo? E' raggiungere il prima possibile la salvezza, poi se strada facendo avremo la possibilità di puntare a qualcosa di più importante non ci tireremo assolutamente indietro. I playoff? Non mi piace mai fare proclami, ma con tutta sincerità credo che potrebbero essere alla nostra portata". In settimana è avvenuto anche un incontro tra la società e un gruppo di tifosi al ristorante San Benedetto: "E' stato un momento importante per spiegare concretamente il nostro progetto ai tifosi - spiega Filippo Barbetti, responsabile "pubbliche relazioni" - Bisogna attenerci al budget e non procedere in spese folli. In prospettiva esiste un progetto importante e ambizioso. Per il momento i risultati non ci stanno dando ragione (Coppa Italia ndr), ma soltanto alla fine della stagione si potranno tirare le somme. I tifosi tengono ai colori rossoblù e come al solito staranno vicino alla squadra. Noi stiamo facendo il possibile per accontentarli".

05/09/2004
Coppa Italia: pari tra Samb e Fermana

E' terminato il primo turno eliminatorio della Coppa Italia di serie C. L'ultimo incontro del girone L si è giocato al "Riviera della Palme" di San Benedetto del Tronto. E' finita in parità, 2-2 tra Sambenedettese e Fermana. Gli ospiti sono passati in vantaggio al 25' con
Bucchi. Nella ripresa la Samb ha raggiunto il pareggio al 61' con Chiurato. Nei minuti finali gli altri gol. I padroni di casa hanno trovato la forza di ribaltare il risultato con Gazzola (84') per poi essere riagguantati dai fermani per mezzo di Staffolani (88'). In virtù di questo risultato, la classifica finale del girone L è la seguente: Gualdo 12 punti, Tolentino 7, Gubbio e Fermana 4 e Sambenedettese 0. Il Gualdo accede al prossimo turno.

04/09/2004
Coppa Italia: Gualdo a punteggio pieno

Conclude nel migliore dei modi il Gualdo di mister
Bruniera il girone L di Coppa Italia (girone in cui milita anche il Gubbio). I biancorossi si qualificano al secondo turno a punteggio pieno (4 vittorie su 4 gare) sconfiggendo al "Luzi" di Gualdo Tadino per 3-1 il Tolentino: gli umbri sono andati a segno con Turchi (doppietta: 33' e 49') e Di Lillo (91'); il gol della bandiera dei marchigiani è stato realizzato da Melchiorri (80'). Intanto, una gradita sorpresa si è presentata prima degli allenamenti di venerdì pomeriggio al "San Biagio": ha fatto visita alla squadra rossoblù Giovanni Cipolla, estroso attaccante napoletano acquistato questa stagione dal Grosseto. E' venuto a salutare i "vecchi" amici e suoi ex compagni: un'ambiente - come ha ammesso lo stesso giocatore - a cui è rimasto ancora legato. Curiosità: lo Spezia di mister Alessandrini (ex tecnico rossoblù) ha affrontato in amichevole l'Inter: la partita è terminata sul punteggio di 1-1: i liguri sono passati in vantaggio con una rete di testa di un altro ex rossoblù, Antonio Rizzo, girato in prestito per un anno dalla Fiorentina allo Spezia.

03/09/2004
Mercato: un altro arrivo a Ravenna

Il calciomercato estivo è virtualmente chiuso. Ancora, però, ci sono alcuni giocatori svincolati che hanno la possibilità di accordarsi con le società interessate. E' il caso di Vito
Antonelli, centrocampista offensivo di 23 anni, che è stato ingaggiato dal Ravenna, una società che ha già messo a segno diversi colpi di mercato (come ad esempio quello di Bordacconi e Ballanti provenienti dal Rimini, e l'arrivo di Gennari dalla Sangiovannese). Antonelli nelle ultime tre stagioni ha vestito la casacca della Vis Pesaro (serie C/1); in precedenza aveva disputato una stagione con il Gualdo (2000-01). Anche in casa Fano ci potrebbe essere un nuovo acquisto: il centrocampista Massimiliano Barni (27 anni; ex Isernia e Chieti) si sta allenando da un po' di tempo con la squadra di mister Morganti, tra l'altro suo ex allenatore: a giorni la società marchigiana deciderà se tesserarlo o meno.

02/09/2004
Antonazzo: "Abbraccio tutta la tifoseria"

Angelo
Antonazzo va all'Ascoli (serie B) dove ha firmato un contratto triennale. Un'occasione da non perdere, avvenuta alla fine del calciomercato, come ammette lo stesso terzino pugliese a Gubbiofans: "E' stato il premio di un grande campionato che ho disputato con il Gubbio la scorsa stagione - precisa Antonazzo - I meriti sono di tutti: di me stesso, della società che mi ha permesso di lavorare bene e dei miei compagni che mi hanno fatto sentire sempre a mio agio. E infine ringrazio i tifosi che mi hanno sempre aiutato e incitato nella maniera giusta. L'unico rammarico che ho è il fatto che sono andato via con qualche strascico di polemica: a Gubbio ho tanti amici, mi sono trovato molto bene e verrò sicuramente a ritrovarli. Essere scelto da una squadra di serie B non capita tutti i giorni e non potevo rifiutare questa grande opportunità che mi si è presentata all'ultimo istante". L'Ascoli lo ha girato in prestito per un anno al Grosseto in C/1, dove ritrova l'ex Cipolla: "La gente di Grosseto già si è affezionata a Cipo, spero di fare altrettanto". Il ricordo più bello di Gubbio? "La grande cavalcata che ci ha permesso l'anno scorso di centrare i playoff e che meritavamo di vincerli". Tramite Gubbiofans manda un caloroso saluto ai tifosi eugubini: "Abbraccio tutta la tifoseria. Conosco tanti tifosi, ci ho parlato e mi sono rimasti dentro. Questa è stata la cosa più bella per me, un segno di riconoscenza che ho apprezzato tantissimo: sono andato via e in parecchi mi hanno chiamato. I tifosi devono stare tranquilli, la squadra c'è e sono sicuro che farà bene anche quest'anno. La società è sana e quindi punterà in alto. Poi se i tifosi continueranno a sostenere la squadra come hanno fatto l'anno scorso, state tranquilli che i risultati verranno".

01/09/2004
Coppa Italia: Gubbio, 3-0 alla Samb

Ultima gara per il Gubbio di mister
Castellucci nel girone L di Coppa Italia, prima dell'esordio in campionato che avverrà il 12 settembre. I rossoblù vincono per 3-0 al "Riviera delle Palme" contro la Sambenedettese. I marchigiani si presentano con una formazione ampiamente rimaneggiata, infoltita dai giocatori della squadra Berretti. Per il Gubbio è assente Lazzoni, squalificato. Gli eugubini passano in vantaggio al 4': pregevole azione personale di Maisto che entra in area da sinistra, si porta il pallone sul destro e insacca la palla in rete con un tiro fulmineo a girare. Nella ripresa, al 61', arriva il raddoppio con Chafer che, ben servito da Amadio, deposita la palla in fondo al sacco con un bel tiro radente. Chiude i conti Baciocchi, al 76', che di testa concretizza a rete un cross di Maisto. Alla fine della gara è stata presentata ai propri tifosi la nuova squadra della Sambenedettese del nuovo tecnico Ballardini (ex giovanili del Parma), salutata con una fiaccolata rosso e blù.
Sambenedettese: Di Dio, De Angelis, De Cesaris (82' Petrocchi), Silvestri, Scartozzi (75' Urbanelli), Taccucci, Curzi, Vitali, Gasparroni, Biondi (51' Labanti), Minotti. All. Simonato.
Gubbio: Fabbri, Aloisi, Ercoli, Giacometti, Curcio, Montemurro (53' Amadio), Maisto, Sandreani, Baciocchi, Chafer (67' Marchi), Coresi (59' Travaglione). All. Castellucci.
Arbitro: Rubino di Salerno. Reti: 4' Maisto (G), 61' Chafer (G), 76' Baciocchi (G).

01/09/2004
C/2 girone B: ultimi colpi di mercato

Si è concluso definitivamente il calcio mercato estivo. Ultimi colpi con il botto nel girone B della C/2. Scatenato il Ravenna che effettua due acquisti da novanta. La società romagnola ingaggia il forte centrocampista offensivo
Bordacconi (26 anni) proveniente dal Rimini. In maglia giallorossa giocherà anche l'attaccante Gennari (32 anni; ex Triestina), prelevato dalla Sangiovannese. Lo stesso Ravenna cede il promettente centrocampista Mingozzi (20 anni) al Perugia. Il Bellaria, dopo aver ottenuto dalla Juventus Brighi (21 anni; ex Rimini), prende anche il giovane difensore Siniscalchi dalla Salernitana e il portiere Finucci dal Ravenna. La Lodigiani tessera il centrocampista Magnani (27 anni) dalla Reggiana. Diversi volti nuovi a Tolentino: arrivano in maglia cremisi il giovane portiere Giambruno dalla Roma, i centrocampisti Maggi dal Bellaria (di proprietà del Frosinone) e Mercuri dalla Fermana, e infine l'attaccante Noviello dalla Lodigiani (nella scorsa stagione ha relizzato 14 reti con la maglia del Foligno). L'ex attaccante rossoblù Stefanelli è stato ceduto dalla Vigor Senigallia all'Altoadige.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 26.03.2019 ora 22:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 32 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Monza
Rimini
Pordenone
Teramo
Vis Pesaro
Ravenna
Fano
Sudtirol
Albinoleffe
Fermana
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Giana Erminio
Imolese
Renate

7940
4440
2610
2490
2060
2040
1650
1610
1600
1410
950
950
940
910
880
740
690
570
560
290

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy