SERIE C - GIRONE B
QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 17:30

GUBBIO

0

CESENA

2

SEDICESIMA GIORNATA
DOM. 24 NOVEMBRE 2019
STADIO "BRUNO BENELLI"
ORE 17:30

RAVENNA-GUBBIO

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Vicenza
Sudtirol
Reggiana
Carpi

Padova
Feralpisalo
Piacenza
Virtus Verona
Sambenedettese
Modena
Triestina
Cesena
Vis Pesaro
Arzignano Valc.
Ravenna
Gubbio
Fermana
Rimini
Imolese

Fano

33
32
30
29
29
28
26
23
21
20
19
17
15
14
14
13
13
12
11

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019

Carpi
Fermana

4
0

Fano
Piacenza

2
4

Feralpisalo
Padova

1
0

Imolese
Triestina
rinviata

-
-

Modena
Virtus Verona

1
0

Reggiana
Vis Pesaro

2
1

Rimini
Arzignano Valchiampo

0
2

Sudtirol
Sambenedettese

3
0

Vicenza
Ravenna

1
0

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Morosini Sudtirol
Butic Cesena
Cernigoi Sambenedet.
Vano Carpi
Scappini Reggiana
Mazzocchi Sudtirol

10
8
7
7
7
7
7

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Sorrentino
Zanoni

4
4
1
1
1

Scopri la nostra citta!

SEDICESMA GIORNATA
DOM. 24 NOVEMBRE 2019

Ravenna-Gubbio

Cesena-Modena

Fermana-Reggiana

Padova-Rimini

Piacenza-Imolese

Sambened.-Feralpisalo

Triestina-Sudtirol

Vicenza-Fano

Virtus Verona-Carpi

Vis Pesaro-Arzignano V.

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

30/09/2003
Amadio: "La fortuna al momento non gira dalla nostra parte"

Nella trasmissione "Fuorigioco", in onda questa sera su Trg, ha partecipato il giocatore rossoblù Patrick Amadio. Il terzino di fascia sinistra ha commentato così la partita pareggiata con il Sansovino: "Abbiamo giocato tre partite in casa e abbiamo conseguito altrettanti pareggi. Per noi quella con il Sansovino è stata una mezza sconfitta. Forse abbiamo disputato sicuramente una gara al di sotto delle aspettative, ma noi ce l'abbiamo messa tutta. Davanti la porta abbiamo avuto 7-8 palle gol ma non siamo riusciti a segnare, siamo stati anche sfortunati". Il difensore esamina questo inizio di campionato della squadra rossoblù: "C'è da notare - precisa Amadio - che siamo l'unica squadra del girone che ancora non ha mai perso. Con il Bellaria non ci hanno dato due rigori, con il Tolentino ne abbiamo avuto uno contro discutibile e in più ci è stato annullato un gol regolare. E' evidente che al momento la fortuna non gira dalla nostra parte. Lavoriamo sodo ogni giorno per crescere e fare bene. Però, bisogna capire che è una squadra giovane e rispetto alla scorsa stagione ci sono nuovi giocatori: ci vuole tempo e pazienza per l'amalgama. Il gruppo c'è e siamo in crescita, il campionato è livellato e ancora non sono venuti fuori i reali valori di tutte le squadre". Lunedì sera il Gubbio giocherà a Grosseto...: "Sono convinto che disputeremo una grande partita. Sarà un incontro particolare, molti occhi saranno puntati su di noi per la diretta televisiva. Abbiamo tanta voglia di fare bene e cercheremo di fare la nostra gara".

30/09/2003
Gli squalificati del girone B della C/2

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Sono stati squalificati per una giornata l'attaccante Cristian Baglieri del Forlì, i difensori Mirko Garaffoni del Montevarchi e Alessandro Scarponi del Gualdo, e i centrocampisti Simone Batti dell'Imolese e Juri Barucca del Tolentino. Il Giudice Sportivo ha inflitto inoltre un'ammenda di 5000 euro al Grosseto.

29/09/2003
Grosseto: esonerato Melotti

Dopo appena cinque giornate di campionato, un'altra panchina salta nel girone B della C/2. Questa volta a farne le spese è l'allenatore del Grosseto Mauro Melotti, dopo la sconfitta esterna di Fano. "La società biancorossa - come riporta il sito ufficiale della squadra maremmana (usgrossetofc.com) - ringrazia il sig. Melotti per l'attività fino ad oggi svolta per l'U.S. Grosseto. Il sodalizio biancorosso comunicherà nei prossimi giorni il nominativo del nuovo tecnico; gli allenamenti saranno curati da Vincenzo Maiuri, "Senatore" dei calciatori grossetani". Si tratta del quarto esonero nel girone: il Montevarchi ha allontanato Filippi, il Ravenna Gadda e il Sansovino De Petrillo; la stessa sorte ora è toccata al tecnico del Grosseto. La squadra toscana, tra l'altro, sarà il prossimo avversario del Gubbio nel posticipo che si giocherà lunedì sera allo stadio "Comunale" di Grosseto.

28/09/2003
Gubbio, con il Sansovino solo uno 0-0 casalingo

Quinta giornata di campionato, il Gubbio affronta al "San Biagio" il Sansovino. La squadra rossoblù deve fare a meno di Andrea Orocini: il centrocampista deve ancora recuperare l'infortunio subito al ginocchio in Coppa a Pesaro (distrazione collaterale con interessamento delle fibre del menisco); se tutto va bene dovrebbe rientrare nella gara interna contro il Fano. Mister Cannito schiera a sorpresa il tridente in attacco: inserisce Berdini insieme al duo Caracciolese-Cipolla. A centrocampo giocano Lazzoni, Sandreani e Turchetta. In difesa Giacometti e Bruni si posizionano al centro, Antonazzo sulla destra e Amadio sulla sinistra. Inizia la partita e il Gubbio si porta in avanti alla ricerca del gol. All'11' una punizione tagliata di Sandreani viene scagliata in mezzo all'area ospite, di testa Cipolla non riesce ad inquadrare la porta. Capovolgimento di fronte: è il 12', Bongiorni si gira molto bene e dal limite calcia in porta, il suo tiro però sorvola la traversa. Al 14' duettano in velocità Berdini e Cipolla, quest'ultimo dalla sinistra crossa in mezzo, Turchetta al volo cerca la via della rete ma il suo tiro si spegne sul fondo. Al 18' Sandreani calcia una bella punizione in area, Antonazzo svetta sopra tutti e schiaccia di testa a rete: la palla termina di poco a lato. Al 19' grossa occasione per il Gubbio: Cipolla smarca in area Caracciolese, l'ex attaccante del Rutigliano davanti alla porta prova una conclusione a rete, il portiere ospite Benassi chiude lo specchio della porta e riesce a deviare la palla in corner. Al 21' cross millimetrico di Vespignani dalla sinistra, Bongiorni al volo spara a rete, la sua conclusione termina fuori. Al 26' lo stesso Bongiorni si trova solo davanti alla porta, il portiere Fabbri con un prodigioso intervento riesce a chiudere sull'attaccante toscano. Il Gubbio cerca con insistenza la via della rete sfruttando il potenziale offensivo che dispone in campo: gli attacchi però non danno i frutti sperati. Al 29' Lazzoni lancia a rete sul filo del fuorigioco Berdini che non riesce a concludere a rete per l'intervento in tackle di un difensore arancioblù; si impossessa della palla Caracciolese che tira prontamente in porta, in angolo salva il portiere ospite Benassi. Al 41' cross teso di Cipolla dalla sinistra, Bruni in tuffo incorna a botta sicura di testa a rete, il portiere Benassi si ritrova la palla tra i piedi e riesce con fortuna a deviarla in corner. Al 44' ci prova il Sansovino dalla distanza con un tiro di Vespignani, Fabbri è attento e para in tuffo. Al 45' Berdini semina due avversari e si invola verso l'area di rigore: l'attaccante tira a rete, ma in extremis sbroglia come può il pericolo un difensore ospite. Finisce così il primo tempo sul punteggio di 0-0: il Gubbio ha creato diverse palle gol ma non è riuscito a concretizzarle a rete. Nella ripresa la musica non cambia: il Gubbio però sembra poco lucido e poco incisivo soprattutto sotto porta; il Sansovino lotta con il coltello tra i denti e si dimostra vivo e reattivo in campo. Al 53' De Pascale sostituisce in campo Antonazzo. Al 58' cross in area di Amadio dalla sinistra, prima Caracciolese e poi Cipolla non riescono a deviare a rete l'invito del terzino rossoblù. Al 64' Sandreani pennella in area una punizione, De Pascale stacca sopra tutti e di testa schiacca a rete: la palla sfiora di pochissimo il palo. Al 66' Amadio, dopo l'ennesima sgroppata sulla fascia sinistra, crossa in area: Caracciolese riesce solo a spizzicare la palla di testa che termina sul fondo. Un minuto più tardi Berdini corre veloce sulla fascia destra e crossa in mezzo, Lazzoni a pochi passi dalla porta non riesce a depositare la palla in rete. Evidentemente non è giornata, la palla non vuole entrare. Al 77' entra in campo anche Coresi che subentra al posto di Turchetta. Al 78' lo stesso ex giocatore del Foligno è protagonista di un clamoroso episodio avvenuto davanti agli occhi dell'assistente dell'arbitro: un calciatore toscano colpisce in pieno viso Coresi che stramazza al suolo, sia per l'arbitro che per il collaboratore di linea invece non è avvenuto nulla...! Forcing finale del Gubbio che cerca il gol vittoria, ma la rete non arriva. All'80' Lazzoni ci prova dalla lunga distanza, il suo tiro termina alto sopra la traversa. All'86' Berdini, su assist di Cipolla, si gira bene in area e spara di prima intenzione a rete: il tiro è forte ma troppo centrale e si spegne tra le braccia di Benassi. Passano pochi minuti e arriva il triplice fischio finale. Il Gubbio in casa non riesce a vincere: sono infatti tre i pareggi consecutivi in questo campionato. I rossoblù ci hanno provato, hanno creato numerose palle gol ma al momento di concludere non sono riusciti, un po' per sfortuna e un po' per imprecisione, a buttare la palla in rete. Mister Cannito l'aveva tentate tutte fin dall'inizio schierando il tridente (Berdini-Caracciolese-Cipolla), ma evidentemente qualcosa non ha funzionato a dovere. Tutti e tre insieme, se dobbiamo dire la verità, non si sono mossi male in campo, anzi, ma è mancata sicuramente quella lucidità necessaria che servirebbe per essere più concreti sotto porta. Su questo aspetto c'è da migliorare ancora. Il centrocampo, schierato a tre, ha dovuto sopperire all'uomo in meno svolgendo un lavoro enorme e in certe circostanze ha sofferto oltre misura. La fortuna del Gubbio consiste di avere proprio in mezzo al campo due mastini come Sandreani e Lazzoni, ma oggi non è bastato. Ma il campionato è lungo e molto equilibrato, ci saranno ancora tante battaglie da affrontare e ogni avversario va affrontato con la giusta concentrazione, come lo ha dimostrato lo stesso Sansovino agguerrito più che mai. Il migliore dei rossoblù è stato sicuramente Sandreani: il centrocampista onnipresente in tutte le parti del campo si è dato un gran da fare, sempre preciso e tempestivo in ogni intervento. Anche Lazzoni, suo compagno di reparto, ha dovuto scorazzare molto: ma lui non si è tirato indietro, ormai si conosce molto bene il valore di questo giocatore. Segnaliamo comunque anche la prova positiva di Berdini: ha esordito dal primo minuto in questo campionato, ha cercato di velocizzare e rendere più pericoloso l'attacco eugubino, gli è mancato solo il gol. Nel prossimo turno il Gubbio affronterà in trasferta il Grosseto: la partita è stata posticipata a lunedì 6 ottobre e verrà trasmessa su Raisat a partite dalle ore 20,30.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo (53' De Pascale), Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Turchetta (78' Coresi), Sandreani, Caracciolese, Cipolla, Berdini. All. Cannito.
Sansovino: Benassi, Rossi, Pagliucoli, Marmorini, Viviani, Borghesi, Ruscio (66' Meacci), Borgogni (83' Reali) (85' Iozzia), Bongiorni, Luzi, Vespignani. All. Melzi.
Arbitro: Rubino di Salerno (Conca di Roma e Vitale di Frattamaggiore). Ammoniti: Bruni e Caracciolese (G); Viviani, Borghesi, Ruscio e Vespignani (S). Spettatori: 1382 (65 provenienti da Sansovino).
I RISULTATI DELLA 5° GIORNATA:
Bellaria – Cuoiopelli Cappiano 0-2

8' Granito (C), 68' Guidi (C) rig.
Carrarese – San Marino 0-2
61' Procopio (SM), 84' Pagano (SM)
Castelnuovo – Gualdo 2-2
28' Chisena (G), 61' Fommei (C), 64' Rossi (C), 71' Balducci (G)
Fano – Grosseto 2-1
34' Pierobon (F) rig., 42' Pomante (F), 44' Sardelli (G) rig.
Gubbio – Sansovino 0-0
Imolese – Rosetana 0-0
Montevarchi – Forlì 1-2

41' Lantignotti (F), 57' Spagnoli (M), 73' Scarpato (F)
Ravenna – Aglianese 0-0
Tolentino – Sangiovannese 1-0

34' Monti (T) rig.

27/09/2003
Calcio a 5: Real Gubbio perde in casa; Victoria Mocaiana, pari a Foligno

Il Real Gubbio, nella seconda giornata di campionato di serie B, è stato sconfitto in casa per 10-3. Dopo la bella vittoria di sabato scorso a Rimini, nella giornata odierna la squadra eugubina ha dovuto lasciare l'intera posta in palio all'Imola, che si è dimostrato avversario molto forte e di categoria. Il Real Gubbio, essendo una matricola alla sua prima esperienza in serie B, avrà tutto il tempo per dimostrare il suo valore per l'unico obbiettivo che è la salvezza, che sarebbe già di per sè un traguardo storico. Le reti dei rossoblù sono state realizzate da Alunno (doppietta) e Marco Bettelli. Buon punto strappato in trasferta, in serie C/1, dal Victoria Mocaiana che ha stoppato il Mounting Foligno tra le mura amiche. La partita, molto accesa e tirata fino alla fine, si è conclusa sul punteggio di 1-1: la rete del pareggio rossoverde è stata siglata da Urbani. La squadra allenata da Pierpaolo Mariotti rimane imbattutta dopo tre giornate e si porta a quota 7 punti.

27/09/2003
Gubbio, al "San Biagio" arriva il Sansovino

Domenica il Gubbio affronta in casa il Sansovino: il fischio d'inizio è previsto per le ore 15. Mister Cannito dovrà fare a meno di Andrea Orocini: il centrocampista, che si è infortunato in Coppa a Pesaro, non ha recuperato ancora l'infortunio al ginocchio (distrazione collaterale con interessamento delle fibre del menisco); se tutto va bene dovrebbe rientrare nella gara interna contro il Fano. Non farà parte del gruppo nemmeno Ettore Marchi: il giovane attaccante è in via di guarigione per l'infortunio alla coscia. Per il resto sono tutti a disposizione del mister. La formazione che scenderà in campo dovrebbe essere la stessa di Carrara, anche se ci potrebbero essere delle sorprese: non è escluso, infatti, che il mister schieri il tridente in attacco (Caracciolese centrale, supportato da Cipolla e Berdini). In casa Sansovino, invece, mancherà solo lo squalificato Fatone: il difensore dovrebbe essere sostituito da Borghesi. Nell'ambiente arancioblù, dopo l'esonero del tecnico De Petrillo avvenuto in settimana, si respira un clima pesante: la squadra toscana è alla ricerca del riscatto e al momento è stata affidata al preparatore atletico Melzi. Le probabili formazioni: GUBBIO: Fabbri, De Pascale, Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi (Berdini), Sandreani, Caracciolese, Turchetta, Cipolla; SANSOVINO: Iozzia, Benassi, Pagliucoli, Marmorini, Viviani, Borghesi, Ruscio, Meacci, Buongiorni, Gorgoni, Vespignani.

26/09/2003
Gubbio, sette gol in amichevole

Il Gubbio, nel pomeriggio di ieri, ha disputato una partita amichevole contro il Valfabbrica (squadra che milita nel campionato di prima categoria). I rossoblù si sono imposti per 7-1. Nel primo tempo sono andati a segno Bruni, Caracciolese e Berdini (doppietta); nella ripresa hanno arrotondato il risultato Amadio e Maisto (due gol). Nella squadra del Valfabbrica milita l'ex rossoblù Fabrizio Ciucarelli, estroso giocatore del Gubbio di fine anni '80 (dal 1984 al 1990). Per la partita di domenica prossima contro il Sansovino è stato designato Rubino di Salerno: l'arbitro in questione ha diretto la squadra eugubina nella scorsa stagione in quattro gare, a San Giovanni Valdarno (contro la Sangiovannese, risultato finale 1-1, gol di Cipolla), in trasferta a Savona (0-0), fuori casa a Fano (0-1, gol di Bruni) e al "San Biagio" contro il Forlì (0-0).

25/09/2003
Ex rossoblù: Rizzo, buon esordio in serie B

E' iniziato nel migliore dei modi il campionato con la Fiorentina per Antonio Rizzo (22 anni), giocatore che per due stagioni ha vestito la maglia rossoblù (dal 2001 al 2003). Il calciatore, durante la preparazione estiva, si era infortunato: il giovane terzino è dovuto stare fermo per circa un mese, ha stretto i denti e come un fulmine a ciel sereno è arrivato il suo momento. Il tecnico dei viola Cavasin, infatti, nel recupero della prima giornata (giocata martedì sera) della serie B l'ha inserito nella mischia fin dal primo minuto e non ha per niente sfigurato contro l'Atalanta, anzi. Ecco i giudizi che hanno riportato alcuni siti viola nei suoi confronti: Violanews.com :"Gioca con una forza incredibile sulla fascia destra"; Fiorentina.it: "E' una sorpresona quando lo si vede apparire nell'undici iniziale. Sgroppa sulla fascia come un forsennato, tanta grinta e tanta voglia". Come esordio, non male. Ma nel campionato cadetto, ci sono altri giocatori che hanno calcato i campi del girone B della C/2 e che si stanno affermando in maniera prorompente. In primis segnaliamo l'attaccante Davide Moscardelli (23 anni), la scorsa stagione autore di 15 reti con la Sangiovannese: con la maglia della Triestina ha già realizzato 5 reti in sole 4 gare. Un'altra vecchia conoscenza è Florian Myrtaj (28 anni), capocannoniere del girone B della C/2 nella stagione 2001-02 con 25 centri: il centravanti albanese è andato a segno 3 volte con la casacca del Verona. Per il momento, invece, Christian Riganò della Fiorentina ha segnato solo (si fa per dire) due reti: lo scorso anno in C/2 ne realizzò 30 con la maglia viola.

24/09/2003
Ravenna e Sansovino cambiano allenatore

Il girone B della C/2 è fatale per diversi allenatori: dopo appena quattro giornate sono già saltate tre panchine. Dopo il Montevarchi, anche Ravenna e Sansovino decidono di cambiare tecnico. Il Ravenna, dopo la sconfitta a Gualdo, allontana dal suo incarico l'allenatore Massimiliano Gadda. Al suo posto arriva l'esperto Osvaldo Iaconi (ex mister del Castel di Sangro in serie B). Stessa sorte per il tecnico Alessio De Petrillo del Sansovino dopo la sconfitta interna contro l'Imolese: per il momento la squadra è stata affidata al preparatore atletico Rinaldo Melzi. Si è dimesso anche il direttore sportivo della squadra toscana Nario Cardini. Per il sostituto sulla panchina arancioblù circolano i nomi di Tazzioli (ex Poggibonsi) e di Discepoli (ex Lucchese).

23/09/2003
Giacometti: "Non prima dell'inverno si vedrà chi è veramente il più forte"

Nella trasmissione "Fuorigioco", in onda ogni martedì sera su Trg, ha partecipato il giocatore rossoblù Alessandro Giacometti. Il capitano eugubino ha commentato così la partita giocata dal Gubbio a Carrara: "E' una vittoria molto importante, soprattutto a livello morale perchè ci permette di dimenticare i pareggi precedenti. Siamo ritornati a ridosso delle prime". Gli arbitraggi? "Dopo quello che ci è successo contro il Tolentino, è stato difficile restare calmi. Fortunatamente adesso è tutto passato. Domenica scorsa si è vista la differenza: con la Carrarese ci ha arbitrato un direttore di gara che da quattro anni calca i campi di serie C, mentre nelle gare precedenti abbiamo avuto degli esordienti". Il difensore esamina questo inizio di campionato della squadra rossoblù: "Diverse concomitanze non ci hanno permesso di racimolare quello che forse meritavamo. Un po' di disattenzioni difensive, l'attacco che non riusciva a concretizzare la mole di gioco e infine ci si sono aggiunti degli arbitraggi non all'altezza della situazione. Ma questa vittoria ci permette di tornare in carreggiata. Chi vincerà il campionato? I veri valori di tutte le squadre si vedranno non prima dell'inverno. E' un torneo molto equilibrato e non c'è più una squadra come la Fiorentina che ammazza il campionato. Comunque, a mio modo di vedere, considero molto forte il San Marino: arriverà fino in fondo ai vertici della classifica". Domenica al "San Biagio" arriva il Sansovino: "Bisogna dare continuità ai risultati e quindi cercheremo a tutti i costi di vincere. La vittoria cercheremo di dedicarla ai nostri tifosi perchè se lo meritano".

23/09/2003
Gli squalificati del girone B della C/2

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone dell'A.S. Gubbio 1910. Il Castelnuovo dovrà fare a meno per due giornate di Enzo Cavalcante: il centrocampista è stato squalificato per due giornate. Il difensore Riccardo Fatone del Sansovino è stato fermato per un turno: il calciatore salterà la gara di Gubbio. Sono stati appiedati per una giornata anche Ghizzani (Grosseto), Cellini (Montevarchi), Dall'Ara (Bellaria) e Nunziato (Rosetana). Infine sono state multate le società di Grosseto (per 300 euro) e Gualdo (200 euro).

23/09/2003
Alberti: non accetta Gubbio, va al Chieti e viene esonerato...

Storie di allenatori: non accettano alcune proposte, si fanno desiderare e poi vengono liquidati senza tanti scrupoli. E' la vicenda di Roberto Alberti. Il tecnico, quest'estate, era in procinto di sedersi sulla panchina del Gubbio. Dopo alcune trattative, ripensamenti e tentennamenti, l'allenatore Alberti aveva deciso di rinunciare alla proposta della società eugubina. Poi si scoprì il perchè: l'ex allenatore del Castel di Sangro accettò la proposta del Chieti, società di serie C/1 che in estate aveva costruito una squadra per lottare ai vertici della classifica. La società abruzzese puntava tutto su di lui: un tecnico emergente, che fa un buon calcio, su cui puntare a occhi chiusi. Ma poi succede sempre quello che non ti aspetti. Dopo appena quattro giornate il tecnico viene esonerato: la squadra teatina non raccoglie i frutti sperati, i risultati non arrivano e chi ne fa le spese è sempre per primo l'allenatore. Questo è il calcio. Ora al suo posto è stato chiamato Florimbi.

23/09/2003
Grosseto-Gubbio in notturna su Raisat

La prossima partita che il Gubbio giocherà in trasferta è stata posticipata al lunedì. Infatti, l'incontro Grosseto-Gubbio, valevole per la sesta giornata di campionato del girone B della C/2, sarà disputato in prima serata il 6 ottobre allo stadio "Comunale" di Grosseto. La gara verrà trasmessa in diretta sul canale satellitare della Rai a partire dalle ore 20,30.

21/09/2003
Il Gubbio espugna Carrara (0-2): Caracciolese realizza una doppietta

Quarta giornata di campionato, il Gubbio affronta allo stadio "dei Marmi" la Carrarese. Mister Cannito deve fare a meno dell'infortunato Orocini, in via di recupero per l'infortunio al ginocchio subìto a Pesaro in Coppa Italia. Scende in campo la stessa formazione schierata la domenica precedente contro il Tolentino: Fabbri tra i pali; in difesa giocano Bruni e Giacometti centrali, sulle fasce si posizionano sulla sinistra Amadio e sulla destra De Pascale; a centrocampo Sandreani e Lazzoni giocano in mezzo, Coresi fa l'ala destra mentre Turchetta gioca come tornante sinistro; in attacco il duo Caracciolese-Cipolla. Iniziano le ostilità. Al 3' il Gubbio crea subito un pericolo in avanti: un cross velenoso in mezzo all'area effettuato da Coresi non viene spedito in rete per un soffio dagli attaccanti rossoblù. Al 10' è la Carrarese che cerca di rendersi pericolosa in avanti: Micco però non riesce a concludere a rete un'azione offensiva della squadra toscana. Leggera supremazia della squadra eugubina in campo, ma le occasioni da gol sono davvero poche. Al 17' un cross dalla destra di Coresi in mezzo all'area, viene respinto senza grosse difficoltà dal giocatore azzurro Bellotti. Al 19' Turchetta prova un tiro da fuori area, la sua conclusione termina sul fondo. Ma intorno alla mezz'ora di gioco è la Carrarese che crea alcune occasioni in avanti. Al 25' Micco approfitta di un rimpallo e si invola verso l'area di rigore, De Pascale in extremis recupera sull'attaccante azzurro. Al 28' Magnani, lanciato a rete sul filo del fuorigioco, non riesce a concretizzare in porta una ghiotta opportunità. Al 34' Bellocchi dalla lunga distanza effettua un tiro che termina a lato. Al 46' la Carrarese sfiora la segnatura: uno-due tra Bellotti e Micco, quest'ultimo si trova solo davanti al portiere, Fabbri in uscita riesce a salvare in calcio d'angolo. Si chiude così il primo tempo sul punteggio di 0-0. Comincia la ripresa e il Gubbio trova subito il vantaggio. Al 51' Caracciolese, disorientando la difesa azzurra, intercetta alla perfezione in piena area di rigore un cross di Amadio e di testa insacca la palla in rete anticipando il portiere di casa Castagnone in uscita. I padroni di casa cercano di reagire, ma il Gubbio tiene bene il campo e rende vani gli attacchi dei padroni di casa. Al 58' Langone cerca la via del gol ma il suo tiro non crea gli effetti sperati. Al 62' è la volta di Micco che cerca di sorprendere la retroguardia eugubina, ma il suo tiro non inquadra la porta. Al 71' Bellotti dalla sinistra crossa in mezzo, Fabbri anticipa di un soffio Magnani che cerca la via della rete di testa. Al 72' primo avvicendamento nel Gubbio: esce dal campo Coresi e subentra al suo posto Zebi. Un minuto dopo entra in campo anche Berdini al posto di Cipolla. Al 75' Consumi lancia Magnani verso l'area ospite ma non riesce a concludere in porta. Al 77' il Gubbio raddoppia per mezzo di un'azione ben orchestrata in contropiede: il neoentrato Berdini serve in area Caracciolese, l'ex attaccante del Rutigliano non perdona e con un bel diagonale fredda ancora il portiere di casa Castagnone. I minuti scorrono veloci e i rossoblù effettuano l'ultima sostituzione all'80': Birolini sostituisce in campo l'attivo Turchetta. All'84' gran botta dalla distanza di Zebi, il portiere di casa Castagnone si salva deviando la palla in calcio d'angolo. Al 90' il Gubbio sfiora la terza segnatura: Berdini, su assist di Caracciolese, non riesce a deviare la palla in rete. Finisce così l'incontro sul punteggio di 2-0 a favore dei rossoblù. Importante vittoria della squadra eugubina in terra toscana. Il dato più positivo riguarda Caracciolese: l'attaccante si è finalmente sbloccato, ha realizzato una doppietta e ha dimostrato in campo tutte le sue potenzialità. Questa è, senza dubbio, la notizia migliore che serve a rinfrancare il morale di questo attaccante, ultimamente poco preciso sotto porta. Morale più alto anche per tutta la squadra: questo risultato positivo porterà sicuramente più serenità nell'ambiente per diversi motivi. Uno, perchè questa rappresenta la prima vittoria in questo campionato. Due, perchè la squadra in questa gara è riuscita a concretizzare le occasioni create e questo non può che far ben sperare per il futuro. Tre, perchè la squadra per la prima volta in questo campionato non ha subito una rete: evidentemente i meccanismi nella retroguardia stanno migliorando e con un po' più di accortezza si sta cercando di evitare errori che in altre circostanze sono risultati fatali. Quattro, perchè dopo i tanti episodi contestati per le decisioni arbitrali avvenuti nelle ultime due partite precedenti, prima con il Bellaria ma soprattutto con il Tolentino, il clima nello spogliatoio non era idilliaco: il gruppo, per carità, è sempre stato unito però certi avvenimenti sicuramente lasciano il segno, e non poco. Almeno per chi, come la pensiamo noi, vuole credere ancora in un sport "pulito" che si gioca esclusivamente in campo e che sia privo di "macchinazioni" che a lungo andare possono creare sospetti che non fanno assolutamente bene a nessuno. Il migliore in campo dei rossoblù è stato sicuramente Caracciolese: si è dato un gran da fare in avanti e ha messo a segno i due gol chiave della gara. Buona la prova anche di Turchetta che si è reso molto attivo sulla fascia sinistra. Da segnalare anche la prestazione di Berdini: l'ex giocatore del Senigallia appena è entrato in campo ha velocizzato il gioco e nella seconda rete si è reso protagonista servendo alla perfezione Caracciolese che ha depositato la palla in rete. Domenica il Gubbio giocherà al "San Biagio" contro il Sansovino.
Carrarese: Castagnone, Turati, Mandorlini (74' Verdini), Laner, Bonatti, Raggi (78' Valsuani), Langone, Consumi, Micco, Bellotti, Magnani. All. Baroni.
Gubbio: Fabbri, De Pascale, Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi (72' Zebi), Sandreani, Caracciolese, Turchetta (80' Birolini), Cipolla (73' Berdini). All. Cannito.
Reti: 51' Caracciolese (G), 77' Caracciolese (G).
Arbitro: Torella di Roma. Ammoniti: Bellotti (C) e Lazzoni (G). Spettatori: 1300 (una ventina provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 4° GIORNATA:
Aglianese - Grosseto 0-1
30' Sardelli (G)
Carrarese - Gubbio 0-2
51' Caracciolese (G), 77' Caracciolese (G)
Cuoiopelli Cappiano - Montevarchi 1-0
80' Guidi (C) rig.
Forlì - Bellaria Igea Marina 1-1
76' Tosi (B), 85' Sebastiani (F)
Gualdo - Ravenna 2-1
27' Farrugia (G), 31' Migliorini (R), 58' Rossi (G)
Sangiovannese - Rosetana 1-0
5' Morelli (S)
San Marino - Castelnuovo 3-2
58' Martelloni (C), 60' Pietranera (S), 67' Rossi (C) rig., 77' Mauro (S), 80' Pietranera (S)
Sansovino - Imolese 0-2
43' Schiavon (I), 65' Polidori (I)
Tolentino - Fano 2-2

15' Onorato (T) aut., 42' Pierobon (F), 77' Ludovisi (T), 92' Ludovisi (T)

20/09/2003
Calcio a 5: Real Gubbio esordio con vittoria; Victoria Mocaiana vince ancora

Non poteva iniziare meglio il campionato di serie B per il Real Gubbio, dopo la storica promozione della scorsa stagione. La squadra eugubina allenata da Marco Bettelli ha travolto fuori casa il Rimini con il punteggio di 6-2. Le reti dei rossoblù sono state realizzate da Fiorucci (tripletta), Cecchetti (doppietta) e dallo stesso Marco Bettelli. Nel prossimo turno, il Real Gubbio debutterà in casa contro l'Imola. Anche in C/1 la musica non cambia. La neopromossa Victoria Mocaiana, dopo due giornate, si trova a punteggio pieno. La squadra allenata da Pierpaolo Mariotti, infatti, ha vinto ancora sconfiggendo alla "Polivalente" l'Olympia Sangemini per 9-3: la "goleada" rossoverde porta la firma di Ghiandoni, Calzuola Fabrizio e Carubini, che hanno segnato tutti e tre una doppietta ciascuno; sono andati a segno anche Urbani, Beltrami e Olmi Giorgio.

20/09/2003
Gubbio: domenica trasferta a Carrara

Il Gubbio domenica affronterà allo stadio "Dei Marmi" la Carrarese. Mister Cannito dovrà fare a meno ancora dell'infortunato Orocini: il centrocampista sente ancora dolore al ginocchio e quindi non potrà essere utilizzato. Anche il giovane attaccante Marchi non parte con la comitiva rossoblù, per un risentimento muscolare alla coscia. Per il resto sono tutti a disposizione del mister. La formazione che scenderà in campo dovrebbe essere la stessa che ha giocato domenica scorsa contro il Tolentino. Ovviamente ci potrebbero essere delle variazioni soprattutto sulla fascia destra: in difesa il ballottaggio è tra De Pascale e Antonazzo; a centrocampo Maisto e Coresi si contendono il posto. La Carrarese, invece, non potrà contare sull'apporto del difensore Castorina e del centrocampista Agazzone, entrambi squalificati. Ma l'allenatore azzurro Baroni avrà la possibilità di schierare il nuovo acquisto Langone, esterno di centrocampo, ingaggiato in settimana dalla società toscana. Le probabili formazioni: CARRARESE: Castagnone, Turati, Raggi, Laner, Bonatti, Langone, Bellotti, Consumi, Micco, Verdini, Magnani; GUBBIO: Fabbri, De Pascale, Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi, Sandreani, Caracciolese, Turchetta, Cipolla.

19/09/2003
Cannito: "La squadra è in crescita"

Il mister del Gubbio Ruggiero Cannito, intervistato da Gubbiofans, commenta così la partita molto discussa di domenica scorsa contro il Tolentino: "Purtroppo ci è costata due punti e non solo per colpe nostre. La squadra è in crescita: abbiamo disputato una buona gara, questo è il dato più importante. La cosa più bella è aver visto esordire nel migliore dei modi un ragazzo (Coresi) che proviene dall'Eccellenza. Dell'arbitraggio sia io che i giocatori ne dobbiamo parlare il meno possibile. Semmai, se il problema sussiste, spetterà alla società muoversi a tal proposito. Comunque il nostro diesse Crespini si è fatto sentire in settimana a gran voce presso gli organi competenti. Non vogliamo un arbitro che ci favorisca ma vogliamo arbitraggi che siano più corretti possibili". Sono tutti disponibili? "Sono tutti a disposizione eccetto Orocini, che ancora non ha completamente recuperato l'infortunio al ginocchio". Domenica si va a Carrara: "Noi dobbiamo essere umili e affrontare con rispetto ogni avversario, però non abbiamo paura di nessuno. Siamo convinti che prima o poi arriverà la prima vittoria. Mi dispiace che fino ad ora, ogni volta che andiamo in vantaggio non riusciamo a portare a casa i tre punti. La prima vittoria cercheremo di dedicarla ai nostri tifosi che ci stanno seguendo dall'inizio con grande affetto e per questo motivo voglio veramente ringraziarli. Chiedo solo un po' di pazienza perchè siamo una squadra molto giovane e molti giocatori arrivano da categorie inferiori. Sono ragazzi che hanno bisogno di crescere, tutti noi stiamo cercando un'identità e di ridurre al minimo gli errori in difesa. Ci manca ancora un po' di concretezza in attacco e mi auguro che Caracciolese, che io conosco molto bene, si sblocchi al più presto: anche tre anni fa i primi tempi sbagliava molto sotto rete, poi una volta che si è sbloccato ha cominciato a fare tanti gol. Sono sicuro che farà lo stesso anche a Gubbio".

18/09/2003
Antonazzo e Berdini: "Siamo ancora più carichi di prima..."

Il Gubbio, domenica prossima, si appresta a giocare una insidiosa partita in trasferta contro la Carrarese. Insidiosa perchè, oltre ad essere un avversario ostico sul campo, la squadra azzurra ha il dente avvelenato per quello che è avvenuto domenica scorsa in quel di Fano: anche in questo caso l'arbitro è stato al centro dell'attenzione per il suo operato. Proprio per questo motivo Gubbiofans ha voluto tastare con mano il clima che tira nello spogliatoio rossoblù dopo la partita contestata di domenica scorsa contro il Tolentino. L'aria che si respira è quella di sempre: si continua a lavorare sodo ogni giorno con tranquillità e meticolosità sotto gli occhi vigili di mister Cannito e si pensa già alla partita prossima. Non solo, il gruppo si è cementato e non si è disgregato, dopo due pareggi consecutivi in casa e dopo le decisioni discutibili del direttore di gara che hanno caratterizzato questi due incontri. La risposta viene proprio dai giocatori. Berdini: "Gli arbitraggi ci hanno molto penalizzato in queste ultime gare ma non hanno scalfito la nostra voglia di fare. Più che arrabbiati siamo rammaricati, ma siamo ancora più carichi di prima e andiamo a Carrara per vincere". Dello stesso avviso è Antonazzo: "Questi ultimi episodi negativi, l'arbitraggio e il non raggiungimento della vittoria, hanno unito ancora di più il gruppo. Siamo fiduciosi, la squadra è in crescita. Al pubblico chiedo solo un po' di pazienza, soprattutto con i nuovi e con i più giovani, e vedrete che con il tempo verremo fuori e diremo la nostra in questo campionato".

17/09/2003
Montevarchi, esonerato l'allenatore: via Filippi, subentra Carrara

Il Montevarchi, dopo appena tre giornate, esonera il tecnico Luciano Filippi. La società montevarchina ha preso questa decisione dopo l'avvio non esaltante in questo campionato della squadra rossoblù, reduce da due sconfitte casalinghe (Tolentino e Aglianese) e un pareggio esterno (Gualdo). La squadra viene affidata all'allenatore in seconda Marco Carrara di 36 anni: in passato come calciatore ha giocato anche in serie B e ha vestito le casacche di Ancona, Arezzo, Fano, Messina, Padova, Reggina e Rimini. Calciomercato: la Carrarese ingaggia il centrocampista Vincenzo Langone (24 anni, ex Rondinella) che era in prova con la squadra azzurra. Il calciatore, che è un esterno di centrocampo e può giocare sia sulla fascia sinistra che su quella destra, potrà essere utilizzato già da domenica prossima contro il Gubbio.

16/09/2003
Bruni: "Il mio gol era regolare"

Nella trasmissione "Fuorigioco", andata in onda questa sera su Trg, ha partecipato il giocatore rossoblù Gionata Bruni. Il difensore è stato l'autore del gol, poi annullato dall'arbitro, nel finale di gara contro il Tolentino: "Non è successo praticamente niente - precisa Bruni - sono saltato di testa e ho insaccato in rete. Il gol era assolutamente regolare senza ombra di dubbio". Con l'ausilio delle immagini televisive si è potuto vedere, infatti, che il gol era legittimo: il difensore rossoblù svetta di testa indisturbato e non commette fallo su nessun avversario. Nessun giocatore del Tolentino protesta e addirittura si intravede che il guardalinee si dirige verso il centrocampo per assegnare la rete realizzata. Anche dalle riprese televisive, quindi, la motivazione dell'annullamento del gol rimane un mistero. Sempre con il supporto delle immagini si è potuto constatare in modo evidente che il rigore degli ospiti non c'era assolutamente. "Adesso - continua Bruni - pensiamo già alla prossima partita con la Carrarese che si presenta molto difficile. Incontremo una squadra che avrà il dente avvelenato perchè, come noi, ha avuto da recriminare molto domenica scorsa per l'operato del direttore di gara". Comunque il difensore è ancora ottimista: "Siamo solo alla terza di campionato e abbiamo racimolato solo tre punti, questo è vero. Siamo una squadra molto più giovane rispetto all'anno scorso e abbiamo bisogno di tempo per amalgamarci. Stiamo lavorando molto per migliorarci: il gruppo è buono e c'è tanta voglia di fare. A Carrara cercheremo di fare la partita e vincerla, perchè è questo il nostro credo e il pensiero del mister Cannito".

16/09/2003
Giudice Sportivo: multata la società del Gubbio per duemila euro

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. La società del Gubbio è stata multata per 2000 euro per "indebita presenza sul terreno di gioco di persone non autorizzate il cui allontanamento provocava breve ritardo sull'ora d'inizio; per lancio ripetuto di bottigliette anche piene, sassi, accendini, aste ed altri oggetti, senza colpire; per insistite volgari ingiurie e minacce verso addetti federali; al termine, si ripeteva un fitto lancio di oggetti in direzione degli ufficiali di gara, senza colpire; un gruppo di facinorosi successivamente dava luogo a manifestazioni di protesta e contestazione che ritardava l'abbandono dell'impianto da parte degli ufficiali di gara verso i quali erano lanciati sassi, mentre addetti della società rivolgevano all'arbitro ripetute frasi offensive". Nello stesso girone sono state multate anche le società del Cuoiopelli Cappiano e Rosetana per 500 euro. L'allenatore Massimo Morgia del San Marino è stato squalificato fino al 7 ottobre; il tecnico Romeo Azzali dell'Imolese non potrà sedersi in panchina fino al 23 settembre. Domenica prossima la Carrarese, contro il Gubbio, dovrà fare a meno di due giocatori: sono stati squalificati per due giornate il difensore Castorina e per un turno il centrocampista Agazzone. Gli altri squalificati: Ceccarelli del Bellaria prende tre giornate; Coppola del San Marino starà fermo due turni; Celeste (Imolese), Moscelli (Ravenna), Ghidini (Fano), Gemmi e Gutili (Montevarchi), e Bellocchi (Forlì) sono stati tutti appiedati per un turno.

15/09/2003
Serie C/2 girone B: arbitri nella bufera

Sono passate appena tre giornate di campionato e già affiorano polemiche a non finire nei confronti delle terne arbitrali. Per due giornate di seguito il Gubbio, contro il Bellaria e il Tolentino, ha recriminato molto per alcune decisioni arbitrali: i rossoblù, senza questi episodi sfavorevoli, si sarebbero dovuti posizionare in testa alla classifica e invece si ritrovano penultimi. Punti persi che alla fine del campionato potrebbero costar cari e non poco. Ma a quanto pare il problema è più generale e si sta allargando a macchia d'olio. Un'altra partita molto contestata è stata quella tra Fano e Carrarese, vinta per 2-1 dai padroni di casa grazie a due rigori, uno concesso a tempo scaduto. Soprattutto quest'ultimo episodio ha scatenato innumerevoli polemiche nello stanzone azzurro. L'allenatore toscano Baroni però ha voluto precisare quanto segue: «Certamente l'arbitro ha infastidito tutti, anche il Fano all'inizio, poi anche noi nei minuti di recupero - come riporta un quotidiano toscano - mettendo i fanesi in grado di pervenire alla vittoria, espellendo due nostri importanti elementi, rovinando il regolare percorso di gara sia a noi che a loro». Anche il San Marino trova occasione per lamentarsi: l'allenatore Morgia ha attaccato duramente l'arbitro dopo la partita persa a Ravenna, come ha riportato il Corriere dello Sport di oggi. Evidentemente qualcosa non funziona a dovere e forse sarebbe il caso che qualche organo di competenza intervenisse, anche perchè così facendo si potrebbero innescare malumori e sospetti che non fanno bene assolutamente al calcio e che potrebbero insidiare un torneo già insidiato sul piano della credibilità e della regolarità.

14/09/2003
Gubbio-Tolentino finisce 2-2 tra le proteste: dopo un dubbio rigore concesso agli ospiti, l'arbitro annulla inspiegabilmente un gol al Gubbio all'87'

Terza giornata di campionato, il Gubbio affronta al "San Biagio" il Tolentino. Presenti sugli spalti circa 1600 persone. Si comunica che la vendita degli abbonamenti ha raggiunto quota 732: superato il record della passata stagione, e ancora è un dato provvisorio. Ma torniamo a parlare di calcio giocato. La gara è stata caratterizzata da tanti episodi dubbi a sfavore del Gubbio che hanno lasciato non pochi strascichi polemici a fine gara nei confronti dell'operato dell'arbitro. Ma andiamo per ordine. Il Gubbio scende in campo senza l'infortunato Orocini. Mister Cannito schiera a centrocampo sulla fascia destra Coresi al posto di Maisto che si siede in panchina. Stessa sorte avviene in difesa: De Pascale gioca al posto di Antonazzo. Rientra il terzino sinistro Amadio, dopo aver scontato un turno di squalifica. Pronti e via. Il Gubbio parte all'attacco per sbloccare subito il risultato. Al 3' Cipolla calcia un corner a girare direttamente in porta, il portiere ospite Recchi con la punta delle dita toglie la palla dall'incrocio dei pali e si salva in calcio d'angolo. Ma al 4' il Gubbio passa in vantaggio: Lazzoni dalla sinistra crossa in mezzo, Cipolla di testa anticipa un incerto Recchi e la palla si infila in rete. Al 7' Caracciolese tira una punizione a rete ma respinge la barriera, riprende la palla Sandreani che spara di prima intenzione in porta, la sfera però termina alta. Passano solo quattro minuti e il Tolentino pareggia su rigore: Tomassini in piena area di rigore vola a terra contrastato da Bruni, per l'arbitro è calcio di rigore. Proteste a non finire dei giocatori rossoblù per questa decisione arbitrale che ha lasciato qualche dubbio: il fallo è sembrato veniale e che avviene innumerevoli volte nell'area di rigore. Onorato trasforma il penalty dal dischetto, è l'1-1. Palla al centro e si ricomincia. Al 22' ci prova Favi dalla distanza ma il suo tiro si spegne tra le braccia di Fabbri. Al 23' Cipolla serve Caracciolese, gran botta dell'ex attaccante del Rutigliano, respinge in extremis il giocatore ospite Onorato. Un minuto più tardi è Monti che si rende pericoloso in avanti: sbroglia il pericolo De Pascale. Il Gubbio si porta in avanti alla ricerca del vantaggio. Al 27' tiro-cross velenoso di Bruni indirizzato sotto la traversa, il portiere Recchi devia la palla in corner. Al 32' Coresi mette in mezzo un corner, di testa gira in porta De Pascale, Recchi è ben appostato e abbranca la sfera. Al 33' viene spinto in area di rigore ospite Bruni da Polizzano, l'arbitro fa proseguire l'azione: l'episodio assomiglia molto al rigore concesso al Tolentino, il direttore di gara però non è dello stesso avviso. Al 38' Amadio, dopo una bella percussione sulla fascia sinistra, crossa in mezzo, Caracciolese intercetta la palla, si gira bene e tira prontamente in porta, Recchi non si fa sorprendere parando la conclusione dell'attaccante rossoblù. Al 41' il Gubbio torna in vantaggio: Amadio crossa in mezzo dalla sinistra, Caracciolese di testa gira a rete, il portiere Recchi interviene quando la palla ha superato la linea porta. Il gol verrà poi attribuito a Cipolla che nel susseguirsi dell'azione ha calciato di nuovo in rete. Ma senza ombra di dubbio il gol è da attribuire a Caracciolese. Il Gubbio continua ad attaccare e al 47' del primo tempo sfiora la terza segnatura: passaggio smarcante di Coresi per De Pascale che crossa subito in mezzo. Caracciolese raccoglie l'invito e di testa incorna a rete, il portiere Recchi compie un autentico miracolo respingendo la palla in tuffo. Sulla ribattutta tira a botta sicura in posizione decentrata Lazzoni, la palla scheggia il palo. Finisce così il primo tempo. La ripresa inizia sulla stessa falsa riga dei primi 45 minuti. I rossoblù spingono sull'acceleratore alla ricerca del gol della sicurezza. Al 49' Lazzoni lancia in profondità Caracciolese che una volta entrato in area tira in porta, la palla però termina alta sopra la traversa. Un minuto più tardi è ancora protagonista Caracciolese che, su invito di Cipolla, cerca di inquadrare la porta di testa ma la palla termina di nuovo sul fondo. Al 57' Lazzoni calcia una punizione in area marchigiana, Bruni di testa spedisce la sfera di poco a lato. Al 61' penetrazione in area di Turchetta che salta due avversari in velocità ma nel momento in cui deve concludere a rete, spreca tutto spedendo la palla fuori. Al 67' il Tolentino trova il pareggio nell'unica azione in contropiede dei marchigiani nel secondo tempo. Il neoentrato Ludovisi crossa in mezzo, di testa Tomassini deposita la palla in rete. Il Gubbio non ci sta e si porta all'attacco alla ricerca del gol della vittoria. Al 70' De Pascale, su invito di Cipolla, gira a rete di testa: il portiere Recchi para senza grosse difficoltà. Al 73' entra in campo Birolini al posto di Coresi. Da questo momento in avanti cominciano a verificarsi degli episodi che lasceranno molto amaro in bocca ai sostenitori e all'intero team rossoblù. Al 77' Lazzoni lancia a rete Cipolla, l'arbitro ferma l'azione su segnalazione del guardalinee per un presunto fuorigioco che in realtà non esiste. All'85' viene spinto in area ospite Bruni da un difensore marchigiano, per l'arbitro è tutto regolare. All'87' il Gubbio segna: Bruni, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, svetta sopra tutti e di testa insacca la palla in rete. Nel momento in cui tutti i giocatori e i tifosi del Gubbio gioiscono per il gol che potrebbe rappresentare a questo punto la vittoria, succede quello che nessuno si aspetta. L'arbitro annulla la rete inspiegabilmente: sono vane le proteste dei giocatori eugubini che non riescono a spiegarsi il motivo dell'annullamento. Con l'ausilio delle immagini si è poi visto che il gol era assolutamente regolare. Finisce da lì a poco la gara sul risultato di parità. L'operato dell'arbitro sarà oggetto di pesanti contestazioni da parte del pubblico eugubino. In sala stampa il diesse Crespini, molto teso in volto, preferisce non parlare mentre l'allenatore Cannito ricorderà l'accaduto dicendo: "Sono due partite che ci tolgono qualcosa che avevamo ottenuto sul campo: due rigori netti domenica scorsa e ora un gol annullato che invece era regolare". Effettivamente, diciamo noi, sarebbe ora che la società eugubina intervenga e si faccia sentire. Anche perchè, continuando di questo passo, il campionato potrebbe essere "falsato": al Gubbio, dopo tre giornate, mancano sicuramente quattro punti. Sperando sempre nella buona fede dei direttori di gara e che tutti possono sbagliare, ci auguriamo che ci siano d'ora in avanti arbitraggi all'altezza e che siano equi in ogni decisione presa. Il migliore in campo dei rossoblù, a nostro avviso, è stato Amadio: sulla fascia sinistra è stato sempre pericoloso e ficcante. Buona la prova dell'onnipresente Sandreani, ma ormai non è più una novità. In crescita Caracciolese: corre molto e comincia ad inquadrare la porta; se migliora l'intesa con Cipolla ci sarà da divertire. Da rivedere un po' la difesa: è la quarta volta, prima in Coppa e poi in campionato, che la squadra rossoblù viene riacciuffata nella ripresa. Domenica il Gubbio giocherà in trasferta con la Carrarese.
Gubbio: Fabbri, De Pascale (86' Berdini), Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Coresi (73' Berdini), Sandreani, Caracciolese, Turchetta, Cipolla. All. Cannito.
Tolentino: Recchi, Morbidoni, Polizzano (61' Ludovisi), Monti, Favi, Onorato, Barucca, Prato (46' Rosa), Tomassini (85' Serangeli), Vitali, Fiorani. All. Mora.
Reti: 4' Cipolla (G), 12' Onorato (T) rig., 41' Caracciolese (G), 67' Tomassini (T).
Arbitro: Taverna di Taurianova (Ronga di Salerno e Buonocore di Castellammare di Stabia). Ammoniti: Lazzoni, Caracciolese e Turchetta (G); Morbidoni e Favi (T). Spettatori: 1372 (74 provenienti da Tolentino).
I RISULTATI DELLA 3° GIORNATA:
Bellaria Igea Marina – Sansovino 3-1

56' Viroli (B), 76' Buongiorni (S) rig., 81' Fabbri (B), 93' Castorina (B)
Castelnuovo – Sangiovannese 1-0
83' Cavalcante (C)
Fano – Carrarese 2-1
22' D'Aloisio (F) rig., 47’ pt Magnani (C), 93' D'Aloisio (F) rig.
Grosseto – Forlì 2-0
53' Sardelli (G), 65' Di Pietro (G)
Gubbio – Tolentino 2-2
4' Cipolla (G), 12' Onorato (T) rig., 41' Caracciolese (G), 67' Tomassini (T)
Imolese – Gualdo 0-1
13' Rossi (G)
Montevarchi – Aglianese 0-2
46' pt Sarli (A), 84' Sarli (A)
Ravenna – San Marino 2-1
45' Castiglione (R), 79' Iezzi (R), 84' Pietranera (SM)
Rosetana – Cuoiopelli Cappiano 2-1
18' Magnani (C), 33' Nunziato (R) rig., 85' Cossa (R)

13/09/2003
Calcio a 5: Victoria, debutto con vittoria

Il Victoria Mocaiana calcio a 5 debutta alla grande in serie C/1 vincendo a Norcia. I rossoverdi, allenati da Pierpaolo Mariotti, battono in trasferta per 7-4 i padroni di casa del Nursia. Le reti della squadra eugubina sono state realizzate da Perseu, Calzuola Andrea, Beltrami (doppietta) e Urbani (tripletta). Sabato prossimo, invece, esordirà il Real Gubbio nel campionato di serie B: la squadra allenata da Marco Bettelli inizierà il torneo in trasferta contro il Rimini.

13/09/2003
Si gioca di nuovo in casa, arriva il Tolentino: venduti 730 abbonamenti

Domenica al "San Biagio" il Gubbio affronta il Tolentino: appuntamento alle ore 16. I rossoblù potranno contare sull'apporto del terzino Amadio, che rientra dopo aver scontato un turno di squalifica. Potrà essere schierato anche De Pascale che ha recuperato totalmente il problema alla caviglia: probabilmente partirà dalla panchina per non essere rischiato subito. Assente sarà invece Orocini dopo l'infortunio avvenuto in settimana nella partita di Coppa Italia a Pesaro. Il centrocampista, che ha subito una leggera distrazione al ginocchio, si è allenato a parte in palestra sotto gli occhi vigili del preparatore atletico Ambruosi. Mister Cannito dovrebbe far scendere in campo la stessa formazione di domenica scorsa, con una sola variazione: Amadio giocherà in difesa sulla fascia sinistra al posto di Birolini che si siederà in panchina. Sugli esterni di centrocampo ci potrebbero essere delle novità: non è da escludere l'impiego di Coresi fin dall'inizio al posto di Maisto sulla destra. Abbonamenti: continua a procedere a pieno ritmo la vendita delle tessere per vedere il Gubbio in campionato. Sono stati venduti fino a questo momento circa 730 abbonamenti: superato il record della passata stagione, e ancora è un dato provvisorio. Le probabili formazioni: GUBBIO: Fabbri, Antonazzo, Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Maisto, Sandreani, Caracciolese, Turchetta, Cipolla; TOLENTINO: Domanico, Morbidoni, Mammarella, Onorato, Polizzano, Favi, Fiorani, Gattari, Monti, Vitali, Ludovisi.

13/09/2003
Orocini, ai box dopo l'infortunio

Andrea Orocini, infortunatosi dopo mezz'ora di gioco nella gara di Coppa Italia a Pesaro, dovrebbe stare a riposo per circa sette o dieci giorni. All'inizio è sembrato un infortunio serio. Accertamenti clinici, fortunatamente, hanno evidenziato che l'infortunio è meno grave del previsto. La risonanza magnetica sembra aver rilevato una leggera distrazione al ginocchio: il centrocampista, quindi, a questo punto non potrà essere schierato nella partita di domenica al "San Biagio" contro il Tolentino, ma dovrebbe essere certo il suo impiego per la trasferta di Carrara.

10/09/2003
Coppa Italia: Gubbio, pari a Pesaro (0-0)

Ultimo turno della prima fase di Coppa Italia. Il Gubbio pareggia al "Benelli" contro la Vis Pesaro. Mister Cannito ha fatto scendere in campo una formazione rimaneggiata, dando spazio alle seconde linee. La partita è stata senza infamia e senza lode. L'unica occasione degna di nota l'hanno avuta i rossoblù quando Berdini, su assist del giovane Marchi, ha girato debolmente di testa a rete. L'unica nota dolente rappresenta l'infortunio di Orocini avvenuto dopo circa mezz'ora di gara: il centrocampista è dovuto uscire anzitempo per la distorsione del ginocchio. Al momento non si conosce ancora l'entità dell'infortunio ma non dovrebbe essere niente di grave, almeno si spera. Formazione del Gubbio che è scesa in campo: Giustolisi, De Pascale, Birolini, Zebi, Bruni, Giacometti, Coresi (58' Maisto), Gnagni, Marchi (46' Caracciolese), Orocini (27' Amadio), Berdini. Nell'altro incontro del girone L, Gualdo e Tolentino hanno pareggiato per 1-1: i biancorossi di casa sono andati in vantaggio con Fiumana al 6'; i marchigiani hanno raggiunto il pareggio al 73' su rigore trasformato da Rosa. Ha osservato un turno di riposo il Fano. Il Tolentino, prossimo avversario del Gubbio in campionato, si qualifica alla seconda fase di Coppa Italia. Classifica finale: Tolentino 8 punti, Gubbio e Gualdo 6, Fano 3 e Vis Pesaro 2.

10/09/2003
Gli ex Clementi e Mattioli trovano squadra

Due ex giocatori rossoblù della scorsa stagione giocheranno nel Campionato Nazionale Dilettanti (serie D). Il terzino Fausto Mattioli (34 anni) è stato ingaggiato dal Val di Sangro: come allenatore trova un altro ex, Ettore Donati. Il "Cobra" Claudio Clementi (35 anni), invece, si è accasato a Montecchio Vicentina. Intanto, nel girone B della C/2, il Fano ha tesserato l'attaccante Cristian Pazzi (22 anni) proveniente dall'Arezzo: in passato ha vestito le casacche di Vis Pesaro (in C/1), Civitanovese e Tolentino. Lo stesso Fano ha in prova un altro attaccante: Massimiliano Sessolo (21 anni) proveniente dal Pordenone.

09/09/2003
Lazzoni: "Bisogna avere pazienza, ma c'erano due rigori per noi"

Nella trasmissione "Fuorigioco", che va in onda ogni martedì sera su Trg, ha partecipato il giocatore rossoblù Massimiliano Lazzoni. Il centrocampista ha commentato così il pareggio interno con il Bellaria: "Bisogna avere pazienza. I tifosi si aspettano molto da noi perchè veniamo da una finale playoff persa sul filo di lana e li capisco. Ma la squadra è stata cambiata di 5/11esimi, l'allenatore è nuovo e quindi c'è bisogno di tempo prima che tutto vada per il meglio. Oltretutto siamo stati sfortunati perchè l'arbitro non ci ha dato due rigori sacrosanti. Quello su Cipolla era molto evidente e l'ho visto bene perchè ero molto vicino all'azione". Con l'ausilio delle immagini televisive si è potuto vedere che anche quello precedente era netto (fallo di mano in piena area di rigore di un difensore biancazzurro su tiro di punizione di Orocini). "Inoltre - continua Lazzoni - non siamo stati capaci di chiudere la partita una volta che ci siamo trovati in vantaggio. Su questo aspetto bisogna sicuramente migliorare". Domenica al "San Biagio" arriva il Tolentino: "Bisogna stare attenti perchè è una squadra temibile. L'abbiamo già incontrata in Coppa Italia e sappiamo quanto vale. Tra l'altro, in quell'incontro, non disponeva di cinque elementi cardini. Ci aspettiamo un avversario forte e dovremo giocare al massimo delle nostre possibilità per ottenere i tre punti".
(Si ringrazia R. Filippetti)

09/09/2003
Multa di mille euro per il Gubbio

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Mano pesante del Giudice Sportivo nei confronti del Gubbio. La società eugubina è stata multata di 1000 euro per "lancio anche in direzione di un assistente arbitrale di bottigliette e monete una delle quali lo colpiva provocandogli momentaneo e modesto dolore; contro lo stesso ufficiale di gara erano anche gridate espressioni offensive". Ammende anche per le società di Grosseto e Forlì (1000 euro), Sangiovannese (750 euro) e Rosetana (200). Sono stati squalificati per due giornate Chisena del Gualdo e Rocchini del Montevarchi. Per un turno, invece, sono stati stoppati Cusini (Montevarchi), Cesari (Ravenna) e Pellacani (Cuiopelli Cappiano): salteranno tutti e tre la prossima gara di campionato.

07/09/2003
Un Gubbio non ancora al meglio viene raggiunto dal Bellaria (1-1): i rossoblù recriminano per un rigore non dato

Seconda giornata di campionato: il Gubbio debutta al "San Biagio", l'avversario di turno è il Bellaria. Buona presenza sugli spalti, oltre 1600 persone per la prima in casa: come inizio, non male. Inoltre si comunica che la vendita degli abbonamenti ha raggiunto quota 704: superato il record della passata stagione, e ancora è un dato provvisorio. Ma parliamo della partita. Il Gubbio scende in campo senza lo squalificato Amadio (rientrerà domenica prossima contro il Tolentino): al suo posto gioca sulla fascia sinistra Birolini. L'ultimo arrivato Orocini parte dalla panchina. Il Gubbio parte in avanti alla ricerca del gol. Al 6' Caracciolese viene messo giù in area da Salvigni, l'arbitro fa proseguire l'azione. Al 9' ci prova Turchetta dalla distanza ma il suo tiro si spegne tra le braccia del portiere ospite Spitoni. Al 12' bel fraseggio in velocità tra Cipolla e Caracciolese, quest'ultimo tira a rete ma la palla termina a lato di poco. Due minuti più tardi lo stesso Caracciolese salta il suo marcatore e tira in porta dal limite, la sua conclusione però termina sul fondo. Al 15' gran tiro dal limite di Sandreani, il portiere romagnolo Spitoni riesce con la punta delle dita a deviare la sfera in angolo. E' il preludio al gol. E' il 16', Caracciolese serve sulla destra al limite dell'area Cipolla, l'estroso attaccante inventa una rasoiata che si infila nell'angolino della porta difesa dall'incredulo portiere Spitoni. Al 20' reazione dei biancazzurri con Castorina che dal limite tira verso la porta: la palla sorvola di poco il montante. Al 23' è la volta di Cipolla che tenta di ripetersi dalla lunga distanza ma il suo tiro termina alto di un soffio. Il Gubbio tiene le redini del gioco pur non forzando troppo e in più di una circostanza potrebbe siglare il raddoppio. Al 30' azione personale di Cipolla in area romagnola, salta due avversari e calcia in porta da posizione decentrata: il suo tiro fa la barba al palo. Al 41' sugli sviluppi di un corner, Maisto fa partire un tiro velenoso dal limite, il portiere ospite Spitoni è pronto a parare in due tempi la sua conclusione. Al 43' Antonazzo dalla sinistra serve Maisto, l'esterno eugubino gira al volo a rete, la palla viene parata in tuffo da Spitoni. Un minuto più tardi è Cipolla che cerca la via della rete, il portiere Spitoni è ancora attento e intercetta la sua conclusione. Al 45' Bertozzi, su punizione, impegna il portiere rossoblù Fabbri. Finisce così il primo tempo sul punteggio di 1-0: il Gubbio chiude i primi 45 minuti in vantaggio meritatamente soprattutto perchè ha creato più palle gol degli ospiti senza poi tanto strafare. Nella ripresa la musica cambia, il Bellaria cresce di tono e crea qualche difficoltà ai padroni di casa. Ad inizio ripresa subentra Zebi al posto di Maisto. Al 49' azione personale di Caracciolese in area biancazzurra, salta in velocità il proprio marcatore e mette in mezzo: Cipolla non riesce a deviare la palla in rete. Al 50' bolide del terzino sinistro eugubino Birolini dalla distanza, la palla sfiora di poco l'incrocio dei pali. Il Bellaria cresce, spinge sull'acceleratore e si rende più pericoloso in avanti con l'innesto di Rossi e Biserna nella ripresa. Al 56' volèe di Castorina dal limite, il portiere Fabbri non si fa sorprendere e para in tuffo. Al 57' Longobardi raccoglie un bel invito su punizione di un compagno e gira a rete di testa: la palla termina a lato di poco. Al 59' una punizione calciata da Sandreani sfiora di poco l'incrocio dei pali. Al 62' Roncarati entra in area eugubina e spara a rete, a pochi passi dalla porta sventa il pericolo capitan Giacometti. I romagnoli al 68' raggiungono il pari: Roncarati, favorito da un rimpallo, serve in area il neoentrato Rossi: l'attaccante biancazzurro è il più lesto di tutti e deposita la palla in rete a pochi passi dalla porta. Al 70' seconda sostituzione per il Gubbio: esce Turchetta e subentra Orocini. Con l'innesto del centrocampista che detta i ritmi in mezzo al campo, la squadra eugubina riprende il pallino del gioco. Al 73' Caracciolese si gira bene e dal limite tira in porta: la palla termina di poco fuori. Il Gubbio cerca di ristabilire le distanze ma non riesce a trovare la via del gol. Ma all'84' i rossoblù recriminano molto per un episodio dubbio che avviene in area ospite: Orocini calcia una punizione a rete, un difensore romagnolo posiziato in barriera devia la sfera probabilmente con una mano. L'arbitro non vede nulla e fa proseguire l'azione: si scatena una insistente protesta nei confronti del direttore di gara che durerà per alcuni minuti. L'episodio lascerà strascichi di contestazione anche negli spogliatoi a fine gara. All'84' perfetto assist sulla destra di Orocini per Caracciolese che si invola verso l'area di rigore ospite: l'attaccante rossoblù spreca tutto tirando sopra la traversa. All'85' mister Cannito tenta l'ultima carta per portare a casa i tre punti inserendo Berdini al posto di Caracciolese. Al 90' avviene un altro episodio dubbio in area ospite: Cipolla viene "sgambettato" da un difensore ospite, ma anche in questo caso l'arbitro non se la sente di dare il calcio di rigore. Cipolla contesta non poco la decisione arbitarle. L'ultima occasione della partita avviene a tempo scaduto quando Castorina su punizione spedisce la palla di poco fuori. Triplico fischio finale e tutti negli spogliatoi. Il Gubbio, ancora una volta, viene raggiunto dall'avversario come era già accaduto a Castelnuovo e in Coppa Italia. I rossoblù sono sembrati ancora non in ottime condizioni (soprattutto nella ripresa), la squadra ha bisogno di tempo per crescere e di assemblare bene i meccanismi di mister Cannito. Ancora siamo alla seconda giornata e c'è tutto il tempo per migliorare: la squadra ha nuovi giocatori giovani che hanno sicuramente bisogno di maturare e avere la giusta tranquillità per migliorarsi. Il Bellaria, dal canto suo, ha fatto la sua partita e ci ha creduto fino alla fine raggiungendo il pareggio. L'unico rammarico riguarda gli episodi dubbi che sono avvenuti in area ospite nel finale di gara: un fallo di mano che a tutti è parso evidente di un difensore del Bellaria e un fallo su Cipolla al 90'. Episodi che sono stati menzionati a fine gara in sala stampa dal mister rossoblù Cannito e dal diesse Crespini. Entrambi all'unisono hanno dichiarato: "Non siamo ancora in ottime condizioni e ancora dobbiamo crescere molto. Però c'erano almeno due rigori a nostro favore che non ci sono stati concessi e si potevano dare". Il migliore in campo dei rossoblù, a nostro avviso, è stato ancora Sandreani: presente in tutte le parti del campo si è dato un gran da fare recuperando molti palloni sia in difesa che a centrocampo, e si è prodigato anche in avanti nel momento di impostare l'azione. Buona la prova anche di Cipolla: il gol è stata una sua magia e si è fatto vedere per le sue giocate che hanno disorientato in più di una circostanza gli avversari. Da sottolineare la prestazione di Orocini quando è subentrato a 15 dal termine: ha dettato i ritmi di gioco, ha servito invitanti palloni ai compagni e infine è sembrato a tutti più motivato e volenteroso della scorsa stagione. Questo dato fa ben sperare per il futuro, conoscendo le qualità tecniche di questo calciatore che sono indiscutibili. Domenica il Gubbio giocherà di nuovo in casa: al "San Biagio" arriverà il Tolentino.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, Birolini, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Maisto (46' Zebi), Sandreani, Caracciolese (85' Berdini), Turchetta (70' Orocini), Cipolla. All. Cannito.
Bellaria: Spitoni, Tosi, Bertozzi, Dall'Ara, Salvigni, Cicchetti, Valeri (54' Rossi), Viroli (78' Fabbri), Longobardi (65' Biserna), Roncarati, Castorina. All. Angelini.
Reti: 16' Cipolla (G), 68' Rossi (B).
Arbitro: Barletta di Bernalda (MT). Ammoniti: Bruni, Lazzoni e Sandreani (G); Bertozzi, Salvigni, Dall'Ara e Cicchetti (B). Spettatori: 1627 (40 provenienti da Bellaria Igea Marina).
I RISULTATI DELLA 2° GIORNATA:
Aglianese – Rosetana 0-0
Carrarese – Imolese 1-2

36' Polidori (I), 63' Negrini (I), 69' Sanguinetti (C)
Forlì – Ravenna 0-1
21' Moscelli (R)
Gualdo – Montevarchi 1-1
42' Balducci (G), 74' Panisson (M)
Gubbio – Bellaria Igea 1-1
16' Cipolla (G), 68' Rossi (B)
San Marino – Cuoiopelli 2-2
14' Lugnan (S), 46' pt Lugnan (S), 56' Gemignani (C), 78' Masi (C)
Sansovino – Fano 0-0
Sangiovannese – Grosseto 1-0

16' Baiano (S)
Tolentino – Castelnuovo 1-3
22' Fommei (C), 52' Onorato (T) rig., 63' Grassi (C), 89' Cavalcante (C)

06/09/2003
Gubbio: al "San Biagio" arriva il Bellaria

Domenica il Gubbio debutta al "San Biagio" contro il Bellaria: il fischio d'inizio è previsto per le ore 16. La squadra eugubina dovrà fare a meno dello squalificato Amadio: al suo posto dovrebbe giocare come terzino sinistro Birolini. L'ultimo arrivato Orocini, quasi sicuramente, partirà dalla panchina. De Pascale ha ancora un problema dalla caviglia: forse si siederà in panchina. Anche il Bellaria avrà uno squalificato: il mediano Ceccarelli non ci sarà. La squadra biancazzurra, però, potrà schierare gli ultimi acquisti Biserna (attaccante) e Libassi (difensore). Intanto, come avevamo già annunciato due giorni fa, la campagna abbonamenti procede a gonfie vele: secondo alcuni dati della società sono stati venduti fino a questo momento 660 tessere. Questo sarebbe il record assoluto della società eugubina e si punta a raggiungere quota settecento. Il record precedente era stato raggiunto nella scorsa stagione, quando vennero staccati 641 abbonamenti. Calciomercato: il Ravenna prende il centrocampista Giuseppe Castiglione (33 anni) dal Giulianova (ex Ancona, Avellino e Pistoiese in serie B). Le probabili formazioni: GUBBIO: Fabbri, Antonazzo, Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Maisto, Sandreani, Caracciolese, Turchetta, Cipolla; BELLARIA: Spitoni, Tosti, Cicchetti, Salvigni, Bertozzi, Libassi, Dall'Ara, Valeri, Roncarati, Longobardi, Castorina.

05/09/2003
Cannito: "Mi aspetto una grande prova dai ragazzi"

Il mister del Gubbio Ruggero Cannito commenta per Gubbiofans la partita pareggiata a Castelnuovo: "Ho visto un Gubbio in palla e molto determinato. Volevamo vincere e abbiamo creato molto. Alla fine penso che abbiamo ottenuto un buon punto, tenendo presente la forza del Castelnuovo". Sia in Coppa e in campionato si è verificato che si prendono sempre gol negli ultimi minuti: "Questo discorso va visto in maniera positiva. Innanzitutto non abbiamo mai perso, tenendo presente quanti giocatori nuovi sono stati inseriti in questa squadra e molti giovani provengono dalla serie D. Poi ci sono anche Maisto e Turchetta che hanno delle grandi prospettive, ma hanno bisogno di crescere in tranquillità. Il gol che abbiamo preso a Castelnuovo è stato un caso: sono stati bravi sia Biggi che Grassi a trasformare una delle poche occasioni avute dai toscani. Inoltre abbiamo sempre fatto gol e questo è un dato molto importante". Sono tutti disponibili? "Si, eccetto Amadio che è squalificato e anche De Pascale che ha un problema alla caviglia e non è ancora al meglio". Domenica debutto al "San Biagio": "Mi aspetto una grande prova dei ragazzi: vogliamo offrire una prestazione di carattere, di determinazione e soprattutto di gioco. Dobbiamo essere noi a dover trascinare il pubblico a seguirci sempre. Comunque trovo l'occasione per ringraziare proprio i tifosi per l'affetto e l'entusiasmo che ci fa sentire". Arriva il Bellaria: "Abbiamo avuto ottime referenze da questa formazione: è una squadra quadrata che lascia pochissimo all'avversario. Bisogna affrontarla con attenzione, determinazione e spirito di sacrificio".

04/09/2003
Verso il record di abbonamenti: tessere vendute anche fuori Gubbio

Procede a gonfie vele la vendita dei tagliandi di abbonamento per seguire la stagione sportiva dell'A.S. Gubbio 1910. Fino ad ora, secondo alcune indiscrezioni, si sono abbonati circa 660 tifosi eugubini e sarebbe il record assoluto per la società rossoblù. Il record precedente era stato raggiunto nella scorsa stagione, quando vennero staccati 641 abbonamenti. Il dato ufficiale, però, non sarà reso ufficiale prima della fine del mese. Infatti la campagna abbonamenti non è ancora conclusa e continuerà fino alla terza di campionato. Ma il dato curioso da segnalare è il fatto che si sono abbonati alcuni tifosi che non sono di Gubbio. Due coniugi di Perugia si sono abbonati alle Poltroncine vip. Un signore di Fossombrone ha rinnovato il proprio abbonamento in gradinata (da tre anni segue ininterrottamente le vicissitudini del Gubbio in casa perchè è "innamorato" di questa città e della squadra). Dulcis in fundo, un giovane ragazzo di Sesto Fiorentino ha seguito la squadra eugubina nella prima giornata a Castelnuovo: lo scorso anno ha voluto tifare Gubbio in ben venti partite, compresi i playoff.

03/09/2003
Zebi: "Segnare è stata per me una grande soddisfazione"

Nella trasmissione "Fuorigioco", in onda questa sera su Trg, ha partecipato il giocatore rossoblù Moreno Zebi. Il centrocampista è stato l'autore del gol del momentaneo vantaggio del Gubbio a Castelnuovo: "E' stata una grande soddisfazione per me segnare questa rete - esordisce Zebi - anche se purtroppo non ha dato i frutti sperati. Peccato per quel gol che abbiamo subito alla fine. Comunque abbiamo disputato una buona gara, anche se si deve fare di più. C'è da dire, inoltre, che è stato difficile giocare perchè il terreno di gioco era in condizioni pessime". Domenica al "San Biagio" arriva il Bellaria: "E' una squadra che ha destato una buona impressione domenica scorsa contro la Sangiovannese. Verrà sicuramente a Gubbio per fare la sua partita. Ma per noi si tratta della prima gara tra le mura amiche e vogliamo vincere davanti al nostro pubblico. Stiamo lavorando molto ogni giorno curando ogni particolare e cercheremo di dare il massimo per ottenere l'intera posta in palio". In un servizio andato in onda nella stessa trasmissione, il presidente Giovanni Urbani ha annunciato ufficialmente il potenziamento della società del Gubbio: "Finalmente è arrivato l'accordo nella tarda serata di ieri con la nuova cordata. La società, in questo modo, si è rafforzata dal punto di vista economico e abbiamo in serbo tante idee da mettere in pratica".

03/09/2003
Gubbio: ceduto Bartolini al Grottammare

Il diesse del Gubbio Claudio Crespini ha perfezionato nel tardo pomeriggio di oggi il passaggio dell'attaccante rossoblù Enrico Bartolini (22 anni) al Grottammare (serie D). Il calciatore si trasferisce alla squadra marchigiana con la formula del prestito. Il d.s. Crespini spiega questa ultima operazione di mercato: "Vogliamo puntare sul giovane Marchi (classe '85) come quarta punta, perchè è un giocatore valido e di talento. Bartolini abbiamo preferito cederlo in prestito e non venderlo definitivamente perchè è un giocatore che ha buone potenzialità: purtroppo a Gubbio la scorsa stagione non lo ha potuto dimostrare totalmente. A Grottammare avrà modo di giocare di più e maturare, in una squadra ambiziosa che punta a vincere il campionato di serie D".

03/09/2003
Sansovino, preso il centrocampista Meacci

Il Sansovino ingaggia il centrocampista Francesco Meacci (24 anni), che era in prova da un mese: il calciatore, ex Poggibonsi e Reggiana, potrebbe essere a disposizione per la partita di domenica prossima contro il Fano. Dietrofront in casa Carrarese: la Lega ha bloccato Bremec e la società azzurra ingaggia in extremis un nuovo portiere. La trattativa con il portiere uruguiano era già fatto ma al momento di depositare il contratto, la Lega ha riscontrato l'impossibilità per il giocatore di essere tesserato da una squadra italiana fino alla riapertura del mercato a gennaio. La società toscana è corsa subito ai ripari e ha tesserato il portiere Michele Castagnone (25 anni, la scorsa stagione 15 presenze in C/2 con l'Alessandria). Nel Fano, invece, è in prova l'attaccante Marcello Sansonetti (30 anni, ex Vastese).

02/09/2003
Amadio squalificato per una giornata

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Il difensore rossoblù Patrick Amadio, espulso durante la gara contro il Castelnuovo, è stato squalificato per una giornata: il terzino sinistro salterà il prossimo incontro al "San Biagio" contro il Bellaria. Domenica anche il Bellaria dovrà fare a meno di un calciatore: il mediano Giovanni Ceccarelli è stato fermato per un turno. Sono stati appiedati per una giornata anche il difensore Simone Tolaini del Castelnuovo e il centrocampista Roberto Prato del Tolentino: entrambi non potranno scendere in campo nella partita Tolentino-Castelnuovo. Nella seconda giornata non potrà giocare nemmeno il difensore Enrico Gutili del Montevarchi, anch'egli stoppato per un turno: salterà la trasferta di Gualdo. Nessuna ammenda, invece, è stata inflitta alle diciotto società del girone.

02/09/2003
Carrarese, serio infortunio a Vanstrattan

La Carrarese perde alla prima giornata il proprio portiere: Jess Vanstrattan (20 anni), durante la gara di domenica scorsa a Ravenna, si è infortunato al legamento del crociato del ginocchio destro. Per l'estremo difensore azzurro si prevedono cinque mesi di stop: il calciatore, che è di proprietà della Juventus e Verona, viene considerato un grande talento. La Carrarese corre ai ripari e riprende l'uruguaiano Nicolas Bremec (26 anni): il portiere sudamericano era sul punto di raggiungere Cosenza ma in seguito dell'infortunio del titolare Vanstrattan riapproda in maglia azzurra. Infine, il Sansovino potrebbe tesserare a breve il centrocampista Francesco Meacci (24 anni, la scorsa stagione al Poggibonsi) che è in prova da una ventina di giorni.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 21.11.2019 ora 21:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 15 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Ravenna
Carpi
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Arzignano Valc.
Sudtirol
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Imolese

10240
9160
7150
6050
5490
4780
3530
3230
2240
2220
1870
1690
1540
1330
1210
990
970
920
890
450

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy