GUBBIO 2019-2020
Serie C - Mercato

ACQUISTI:

Cesaretti (a) Paganese
Bacchetti (d) Monopoli
Sbaffo (c/a) Albinoleffe
Zanoni (d) Atalanta
Cenciarelli (c) Viterbese
Konate (d) Fano
Rafa Munoz (d) Marbella
Filippini (d) Lazio
Zanellati (p) Torino
Ravaglia (p) Bologna
De Silvestro (a) rinnovo
Malaccari (c) rinnovo

SOTTO CONTRATTO:

Marchegiani (p)
Tofanari (d)
Schiaroli (d)
Maini (d)
Benedetti (c)
Conti (c)
Ricci (c)
Battista (a)
Tavernelli (a)

TRATTATIVE:

Hadziosmanovic (d) Samp
Garattoni (d) Crotone
Bordin (c) Roma
Sarao (a) Monopoli
Gondo (a) Rieti
Gori (a) Fiorentina

CESSIONI:

Casiraghi (c/a) Sudtirol
Chinellato (a) Lecco
Espeche (d) Reggiana
Cattaneo (c/a) Novara
Plescia (a) Renate
Pedrelli (d) Vis Pesaro
Battaiola (p) Fiorenzuola

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA 2018-2019

Pordenone
Triestina (-1)
Imolese
Feralpisalo

Monza
Sudtirol
Ravenna
Vicenza
Sambenedettese
Fermana
Ternana
Gubbio
Teramo
Albinoleffe
Vis Pesaro
Giana Erminio
Renate
Rimini
Virtus Verona

Fano

73
67
62
62
60
55
55
51
50
47
44
44
43
43
42
42
39
39
38

38

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

Verdetti:

Pordenone in serie B
Virtus Verona e Fano retrocesse in serie D

-

Marcatori 2018-2019
Lega Pro - Girone B

Granoche Triestina
Perna Giana Erminio
Lanini Imolese
Candellone Pordenone

17
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

De Silvestro
Casiraghi
Marchi
Chinellato
Plescia
Casoli
Battista
Campagnacci
Espeche
Maini
Malaccari
Schiaroli

8
7
5
4
3
2
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

29/04/2007
Il Gubbio conquista una sofferta vittoria contro la Sansovino

Servivano tre punti per la salvezza e tre punti sono arrivati al termine di una vera “battaglia” calcistica. La salvezza non è ancora matematica (manca un punto nelle ultime due giornate), ma sembra impossibile che la squadra eugubina non centri l'obiettivo di inizio stagione. Una gara decisa da bomber Ettore Marchi che con la freddezza di un vero campione ha saputo trasformare un calcio di rigore a dieci minuti dal termine. De Petrillo, che deve rinunciare agli infortunati Pifarotti, Gaggiotti, Battistelli e Tealdi, opta per una squadra a trazione anteriore con Campo a supporto delle due punte. Sull'altra sponda Fabris, deve fare a meno di De Angelis, Grassi e Baldo e schiera una formazione che possa colpire in contropiede, con Garba unica punta vera. La prima azione degna di cronaca coincide con il gol del Gubbio: al 5' punizione velenosa di Fiumana dai 25 metri, deviazione fortuita della barriera che beffa l'estremo difensore Scotti. Il Gubbio cresce e nel giro di 14' minuti (fra il 7' e il 21') sfiora il gol per ben tre volte: prima Marchi, poi con Campo ed infine con Fiumana che impegna su punizione Scotti. La Sansovino? Torna a farsi pericolosa dalle parti di Tosti al 23' con Gai che lascia partire un bolide di prima intenzione che sorvola di poco la traversa. Al 24' il Gubbio perde Boldrini (problemi ad un ginocchio, e trasportato all'ospedale per le visite) e De Petrillo inserisce Rodio. Ma sono ancora gli eugubini a sfiorare il gol con due tiri di Campo: il primo al 30' da dentro l'area e il secondo (32') dal limite, ma in entrambe le occasioni la mira non è delle migliori. Nel momento migliore del Gubbio, la Sansovino trova un uno - due micidiale che fa male al Gubbio: è il 36' quando Garba trova il pareggio con una conclusione al volo da dentro l'area su cross di Nolè che beffa Tosti. Non passa nemmeno un minuto e gli arancio neri raddoppiano ancora una volta con Garba che sfrutta al meglio un cross dalla destra di Borgogni, abile a rubare la palla a De Maio, e di prima intenzione beffa ancora una volta Tosti. La prima frazione si chiude qui fra qualche fischio del pubblico. La ripresa è una girandola di emozioni: al 6' Borgogni sfiora il 3 a 1 con una conclusione che fa la barba al palo, mentre al 15' arriva il meritato pareggio rossoblu: Campo apre per Sandreani che mette in mezzo un pallone d'oro a Rodio che tutto solo può battere l'incolpevole Scotti. Il Gubbio prende coraggio e rischia davvero poco in fase difensiva; la partita si accende e al 37' su cross dalla destra di Marchi, Di Bonito (entrato poco prima al posto di Campo) viene messo giù da Quondammateo; per il direttore è calcio di rigore: dal dischetto va Marchi che spiazza Scotti. L'ultimo brivido arriva al 49' quando Tosti non esce benissimo e mette i brividi a tutto il Pietro Barbetti. (Si ringrazia Valentino Cesarini).
Gubbio: Tosti, Ercoli, De Maio, Lazzoni, Giacometti, Fiumana, Boldrini (24' pt Rodio), Sandreani, Marchi (45' st Tafani), Campo (32' st Di Bonito), Balestri. All. De Petrillo.
Sansovino: Scotti, Quondamatteo (38' st Olivieri), Nolè, Pacciardi, Viviani, Briganti, Zacchei (27' st Marmorini), Camillucci, Garba, Borgogni, Gai. All. Fabris.
Reti: 5' pt Fiumana (G), 36' pt Garba (S), 37' pt Garba (S), 15' st Rodio (G), 37' st Marchi (G) su rigore.
Arbitro: Pagano di Torre Annunziata.
Ammoniti: Rodio (G), Olivieri (S) dalla panchina, Lazzoni (G), Quondamatteo (S), Pacciardi (S), Tosti (G). Spettatori: 1020 per un incasso di 6164 euro. Note: Il pallone della gara è stato offerto dalla famiglia Matteucci in ricordo del figlio Mirko grande tifoso rosso-blù.

26/04/2007
La squadra del Gubbio in ritiro

Dirigenti, tecnici e giocatori al fine di preparare al meglio l’incontro di domenica con il Sansovino, decisivo ai fini della conquista della salvezza, hanno deciso di vivere insieme le ore della vigilia riprendendo la strada del “ritiro” già percorsa per Carrara, Rieti e Poggibonsi. La squadra pertanto si trasferirà da domani pomeriggio, venerdì 27 aprile, dopo l’allenamento al “Pietro Barbetti” presso il Camino Vecchio di Fossato di Vico; sabato mattina sosterrà l’allenamento presso il campo sportivo di Fossato di Vico. Il ritorno a Gubbio avverà domenica poco prima della partita.

25/04/2007
Giudice Sportivo: tutti i provvedimenti

I provvedimenti disciplinari. Squalificati per due giornate i difensori Ferri della Cisco Roma e Panizzolo del Prato. Per un turno sono stati appiedati Toscano (Giugliano), Giannusa (Carrarese), Locatelli (Viterbese), Perricone e Rossi (Bellaria), Macelloni (Cuoiocappiano), Fogaroli (Prato), Guastalvino (Foligno), Ragatzu (Poggibonsi), Barbieri e Contadini (Reggiana). Nessuna ammenda alle società. Rieti, cambio in panchina: Roberto Borrello non è più l'allenatore del Rieti. Al suo posto è stato richiamato Giuseppe Ferazzoli (era stato esonerato dopo appena sette turni del girone di andata).

24/04/2007
Giacometti: "Un mattone in più verso la salvezza. Ora ci serve il passo decisivo..."

Il Gubbio a piccoli passi percorre la strada che lo deve condurre alla salvezza. A Poggibonsi è venuto fuori un pari che muove la classifica. Il capitano Alessandro Giacometti, vero baluardo della difesa eugubina, il migliore in terra senese, dice per Gubbiofans: "Punto importante ma non determinante, - spiega il capitano eugubino - tuttavia abbiamo messo un buon mattone verso la costruzione della nostra salvezza. Alle spalle abbiamo lasciato ben sei squadre. Questo è quello che conta. Speriamo che contro la Sansovino arrivi il passo decisivo". Risultato positivo a Poggibonsi, senza dubbio, però manca un rigore... "Chi ha avuto modo di rivedere le immagini televisive concorderà che il rigore c'era. - prosegue Giacometti - Purtroppo in questa stagione abbiamo subìto diversi torti. Ormai non bisogna farci più caso. Sappiamo che dobbiamo puntare solo ed esclusivamente sulle nostre forze per raggiungere il nostro obiettivo". Si, ma certi torti arbitrali alla fine pesano. Vero? "Diciamo che ci hanno complicato il nostro cammino. Ma noi non cerchiamo alibi. Certe decisioni arbitrali vanno associate alle prestazioni altalenanti della squadra. Anche se è vero che da gennaio in poi abbiamo racimolato ben poco rispetto a quanto seminato". Cosa vi è mancato in questa stagione? "Una certa costanza nei risultati. Se il Gubbio ha centrato solo una vittoria fuori casa e non è riuscito mai a vincere due partite di fila, un motivo ci deve pur essere. Il tutto influisce a livello morale". Questa stagione può essere paragonabile al passato? "Per certi aspetti è simile a quella del 1999-2000 quando in panchina c'era Donati e a tre giornate dalla fine arrivò Dal Fiume. Fu veramente un'annata tribolata e incerta, caratterizzata tra l'altro da infortuni e squalifiche. Per fortuna l'esito finale fu positivo. Speriamo che si ripeta". In certe circostanze, cosa si deve fare per venirne fuori? "Con l'acqua alla gola bisogna avere assolutamente convinzione nei propri mezzi e la massima concentrazione. Nelle ultime due gare con Rieti e Poggibonsi ci siamo riusciti. Non ci resta che continuare sulla stessa strada".

22/04/2007
Poggibonsi-Gubbio a reti bianche (0-0)

Il Gubbio esce indenne dallo "Stefano Lotti" di Poggibonsi. Un punto importante, oltre che meritato, anche se sul risultato finale pesa un rigore non concesso ai danni di Balestri, come è avvenuto nell'ultimo incontro esterno di Carrara, in una partita che ha regalato poche emozioni in una giornata soleggiata e afosa. La cronaca. Assenti per il Gubbio Battistelli, Marano, Tealdi (infortunati), Marchi e Venditti (squalificati). Al 4' corner di Santoni, Ragatzu di testa schiaccia a lato. Al 6' spiovente dalla sinistra di Tondo, sponda di Ragatzu, Porricelli per un soffio manca il tap in vincente. Al 13' apertura smarcante di Boldrini per Gaggiotti, tiro improvviso, Tondo salva in extremis. Al 15' un tiro di Campo dal limite termina alto. Al 37' Dall'Ara tenta la conclusione a rete direttamente su punizione, palla che sorvola sopra la traversa. Al 40' Campo lancia Balestri che si libera e si dirige in porta, tempestiva è la chiusura di Zahalka. Al 44' punizione insidiosa dal limite di Ragatzu, palla che termina a lato a fil di palo. Ripresa. Al 54' Ragatzu si ritrova solo davanti alla porta, ma l'arbitro ferma tutto per un presunto fallo della punta giallorossa su Fiumana, tra le proteste dei calciatori toscani. Al 59' Balestri cerca il bersaglio di testa, Zahalka sventa il pericolo in presa plastica. Al 68' l'episodio citato che avviene in area giallorossa: Boldrini in serpentina semina alcuni avversari sulla sinistra, apertura sulla destra per Campo che serve in area Balestri: l'attaccante pisano si libera di Machetti che gli taglia la strada e lo mette giù. Rigore? Sta di fatto che l'arbitro fa proseguire, tra le vibranti proteste degli eugubini. Al 91' brivido in area rossoblù: rasoiata di Bifini, Tosti respinge ma non trattiene, si impossessa del pallone Porricelli che viene atterrato dall'estremo difensore tifernate. Ma l'azione è viziata da un fuorigioco, su segnalazione del guardalinee. Triplice fischio, è 0-0.
Poggibonsi: Zahalka, Perrotta (71' Schenone), Tondo, Dall'Ara, Peruzzi, Machetti, Rulli (77' Mugnai), Di Chiara, Porricelli, Ragatzu (59' Bifini), Santoni. All. Fusci.
Gubbio: Tosti, Ercoli, De Maio, Lazzoni, Fiumana, Giacometti, Gaggiotti (19' Rodio), Sandreani, Balestri, Campo (75' Di Bonito), Boldrini. All. De Petrillo.
Arbitro: Bellè di Reggio Calabria (Falanga di Torre del Greco e Masuccio di Ariano Irpino). Ammoniti: Ragatzu, Di Chiara (P); Rodio, Campo, Lazzoni (G). Spettatori: 400 circa (una trentina da Gubbio nel settore ospiti).
I RISULTATI DELLA 31° GIORNATA:
Bellaria - Rovigo 0-0
Boca S. Lazzaro - Cuoiocappiano 1-1
38' Pasino (B), 44' Lenzini (C)
Cisco Roma - Viterbese 1-1
13' Cini (C), 16' Farris (V) rig.
Foligno - Castelnuovo 1-0
93' Turchi (F)
Giugliano - Reggiana 0-0
Poggibonsi - Gubbio 0-0
Rieti - Prato 1-2
38' Diamanti (P), 45' Sanguinetti (R), 54' Diamanti (P)
Sansovino - Carrarese 2-1
8' Marzeglia (C), 48' Viviani (S), 88' Sottili (S)
Spal - Paganese 3-0
9' Sesa (S), 82' Bisso (S), 86' Agostinelli (S) rig.

21/04/2007
Berretti: Gubbio, ko con la Spal; Calcio a cinque: Virtus Gualdo-Real Gubbio 5-3

La Berretti Gubbio cede il passo alla Spal (4-0) nell'ultima giornata della stagione. Gli emiliani sono andati a segno con De Angelis, Tralli (rigore), Laurenti e Donato. Campionato di serie C/1 di calcio a cinque. La Virtus Gualdo si aggiudica il derby con il Real Gubbio per 5-3. La formazione gualdese, allenata dall'eugubino Marco Bettelli, è andata a segno con Pascolini, Giorgio Cacciamani, Maddaleni e doppietta di Picchi. I gol dei rossoblù portano la firma di Giacomo Cacciamani e Cecchetti, autore quest'ultimo di una doppietta.

20/04/2007
Poggibonsi-Gubbio: arbitra Bellè

Designato il direttore di gara di domenica al "Lotti" di Poggibonsi. Si tratta del sig. Bellè di Reggio Calabria (sarà coadiuvato da Falanga di Torre del Greco e Masuccio di Ariano Irpino). L'arbitro in questione, al primo anno di esperienza in serie C, non ha mai diretto il Gubbio in campionato.

20/04/2007
Foligno: con il turbo... nelle ultime 6 gare; Gubbio: 4 punti da tenere a distanza...

Mancano appena 360 minuti alla fine del campionato. Per il momento, però, non ci sono verdetti e nessuna certezza. In vetta alla classifica la fa da padrone il Foligno, ampiamente favorito in questa fase finale della stagione. Lo dicono i numeri che sono "allucinanti": negli ultimi sei incontri disputati, la formazione guidata da mister Pagliari ha totalizzato la bellezza di 16 punti (un'enormità) conquistando cinque vittorie (di fila) e un pareggio (quello di domenica scorsa a Reggio Emilia). E domenica sarà ospite al "Blasone" il Castelnuovo. La Cisco Roma, invece, è in discesa e sembra di trovarsi in una situazione di grande difficoltà. La batosta di Pagani ha lasciato il segno. Ne ha fatto le spese il tecnico Fratena; squadra affidata al vice Rizzolo. Con un piede nei playoff Paganese, Reggiana e Spal. Occhio di riguardo però a chi segue. Castelnuovo e Rovigo (anche se in declino) sono vicine e stanno in agguato. La situazione sembra più complicata nella zona bassa della classifica. Il Gubbio, distanziato di quattro punti dalla zona calda dei playout, non può permettersi di fare passi falsi e non c'è da scherzare nelle ultime quattro partite cruciali di campionato. Poggibonsi, Sansovino, Boca San Lazzaro e Bellaria promettono battaglia. Per evitare i playout sarà grande lotta, Rieti e Carrarese incluse. Il miglior attacco è della Paganese (48 gol fatti); la migliore difesa è del Foligno (20 reti subite). Il peggior attacco è della Carrarese (solo 19 reti fatte); la difesa più perforata invece è del fanalino di coda Giugliano (51 gol incassati).

19/04/2007
Gubbio: venerdì in ritiro a Sigillo

La società del Gubbio comunica quanto segue: "In occasione della ripresa della preparazione, considerata la delicatezza e l'importanza della trasferta in programma domenica prossima a Poggibonsi, tutte le componenti dirigenziali e tecniche hanno deciso di vivere insieme anche le ore dell'antivigilia. Da qui la decisione di un giorno di ritiro, ancora al "Dominus" di Sigillo. Trasferimento nel pomeriggio di venerdì per il centro appenninico, allenamento del sabato mattina presso l'impianto comunale di Sigillo. Poi ritorno a Gubbio e partenza per Poggibonsi".

18/04/2007
Cisco Roma: via Fratena, guida a Rizzolo; Gubbio: Petrignani stop di tre turni...

La Cisco Roma cambia di nuovo timoniere. Esonerato il tecnico Fabio Fratena, subentrato a stagione in corso a Stefano Di Chiara. La squadra capitolina è stata affidata al vice allenatore Antonio Rizzolo. I provvedimenti disciplinari. Il vice allenatore del Gubbio Roberto Petrignani è stato stoppato per tre giornate per "essere indebitamente entrato sul terreno di gioco raggiungendo un calciatore della squadra avversaria e colpendolo con entrambi le mani al volto, suscitando la reazione degli altri calciatori (espulso)". Per una giornata è stato squalificato l'attaccante eugubino Ettore Marchi (salta la trasferta di Poggibonsi). Per un turno sono stati fermati il trainer del Castelnuovo Tazzioli, il vice allenatore del Bellaria Andreatini e il vice allenatore del Rieti Bianchetti. Per una gara sono stati appiedati i seguenti calciatori: Bettini e Cottini (Cisco Roma), Di Giulio (Boca San Lazzaro), Del Nero e Cadenazzi (Carrarese), Rossini A. (Castelnuovo), Collini (Cuoiocappiano), Sacenti (Foligno), Flauto e Mencarelli (Giugliano), Scarpa (Paganese), Martinetti e Rossini S. (Reggiana), Onesti (Rieti), Olivieri (Sansovino), Servidei (Spal) e Fimiani (Viterbese). Ammenda alla società della Reggiana di 400 euro. Ex rossoblù: esonerato Giuseppe Galderisi, tecnico dell'Avellino (compagine irpina seconda in classifica nel girone B della C/1). Squadra momentaneamente affidata al tecnico in seconda Vincenzo Marino, in attesa che arrivi Giovanni Vavassori (ex Atalanta).

17/04/2007
Ercoli: "Tre punti importanti: per una volta possiamo dire che ci è andata bene..."

Il Gubbio ce l'ha fatta. Erano due mesi che non riusciva più a centrare la vittoria. Tre punti salutari anche se sofferti contro un Rieti volenteroso e arcigno. Angelo Ercoli, eugubino purosangue, dice la sua per Gubbiofans: "È stata una vittoria estremamente importante per il morale - spiega il difensore rossoblù - e per la classifica. Nelle ultime partite avevamo racimolato molto meno di quanto seminato. Qualche volta ci abbiamo messo del nostro, ma in altre occasioni siamo stati veramente sfortunati. Per non parlare di tante decisioni arbitrali sfavorevoli che ci hanno tirato in ballo spesso e volentieri. Al di là di tutto era troppo importante vincere. Mancano quattro giornate alla fine e speriamo di centrare al più presto questa benedetta salvezza". La partita con il Rieti era molto delicata. Si è notato in modo chiaro che regnava una certa tensione in campo. "In effetti - continua Ercoli - c'era tanta voglia di centrare il bottino pieno. Per fortuna alla fine è andato tutto bene". È successo tutto nella ripresa. Oseremo dire, di tutto... "Si è iniziato con il gol di Boldrini - racconta - scaturito tra l'altro da un errore di un avversario. Michele è stato caparbio a intercettare la palla e infilarla nel set. Una disattenzione fatale da parte di tutti noi ha poi permesso al Rieti di pareggiare. C'è stato l'episodio del rigore non dato su Marchi. Secondo me questo rigore era molto più evidente di quello poi concesso nel finale ai danni di Boldrini. Per la prima volta possiamo dire che siamo noi a gioire per un rigore concesso al 90'... spesse volte e volentieri invece abbiamo avuto molto da recriminare!". Allo scadere è avvenuto il putiferio. Un bruttissimo fallo di Onesti ai danni proprio di Ercoli ha scatenato una rissa. "Ho ricevuto una botta incredibile - spiega a chiari lettere Ercoli - il mio avversario si è proprio disinteressato del pallone e mi ha colpito in pieno. Tuttora ho la coscia gonfia poco sopra l'altezza del ginocchio. Per fortuna mi sono accorto che veniva contro di me e sono riuscito ad alzare la gamba per evitare il contatto, altrimenti non so come sarebbe andata a finire. Di sicuro mi sarei fatto veramente male. Espulsione giusta e sacrosanta". E adesso trasferta insidiosa a Poggibonsi su un campo da sempre ostico per il Gubbio: "Faremo come sempre la nostra partita - conclude Ercoli - con la speranza che si faccia di nuovo risultato. Occorre rimanere tranquilli e lavorare".

15/04/2007
Il Gubbio piega il Rieti al 90' (2-1)

Gubbio-Rieti, una partita dai due volti. Primo tempo scialbo, ripresa in crescendo e un finale incandescente. Si decide tutto negli ultimi venti minuti. Boldrini sblocca il risultato (70') con una perla personale, pareggio del Rieti con Lai (83') e allo scadere succede di tutto: al 90' Boldrini si procura un rigore (dopo tanti torti arbitrali: era ora!) trasformato da Marchi. Da questo momento in poi succede il «putiferio» con mega rissa finale... ma andiamo per ordine e passiamo alla cronaca. Sono assenti nel Gubbio Balestri (squalificato), Campo, Tafani, Tealdi e Battistelli (infortunati). Lazzoni viene dirottato in panchina: al suo posto gioca Rodio. Al 1' Gaggiotti salta in dribbling alcuni avversari, con successivo tiro radente dal limite che termina di poco a lato. Al 6' Sanguinetti gira di testa sopra la traversa una punizione pennellata di Frasca. Al 10' Marchi conclude a rete sfiorando di testa la traversa, nonostante la trattenuta vistosa per la maglia da parte di Mundula. Al 20' azione in velocità sull'asse Di Bonito-Marchi-Sandreani, tiro secco di quest'ultimo dal limite, intercetta la sfera a terra Groppioni. Al 43' missile su punizione di Frasca: palla che sibila vicino all'incrocio. Si conclude praticamente qui un primo tempo avaro di emozioni. La ripresa si apre con un tiro telefonato di Gaggiotti su assist di Boldrini. Al 48' ci prova De Maio da posizione decentrata, ma la palla termina sull'esterno della rete. Al 58' brivido in area eugubina: Frasca pennella un cross per la testa di Gentile che incorna da pochi passi a rete: strepitoso intervento di Tosti che in volo da sotto la traversa devia in corner. Sale di tono il Gubbio. Al 66' Sandreani, su calcio piazzato, costringe agli straordinari Groppioni che si salva con i pugni in angolo. Al 68' Marchi stramazza al suolo dopo un intervento di un difensore reatino: l'arbitro punisce l'attaccante eugubino con il cartellino giallo tra le vibranti proteste dei calciatori rossoblù. E al 70' il Gubbio raccoglie i frutti sperati: capolavoro di Boldrini che ruba palla ad un avversario in area e da posizione decentrata fa partire un gran destro liftato che si insacca nel set. Gol di pregevole fattura. Ma il Gubbio è in vena di regali e al minuto 83 il Rieti pareggia: spiovente da destra di Melara che mette fuori causa tutta la retroguardia eugubina: il neo entrato Lai, praticamente indisturbato, insacca senza pietà in rete di testa. Imperdonabile disattenzione difensiva eugubina. Ma il Gubbio non demorde e al 90' Boldrini (il migliore) si procura un rigore, messo giù in area dal portiere Groppioni. Episodio che deve essere rivisto alla moviola e che scatena le proteste dei reatini. Dal dischetto Marchi non perdona insaccando sotto la traversa. Il Rieti si innervosisce e al 92' Onesti si rende protagonista di un'entrata molto brutta sulle gambe di Ercoli. Cartellino rosso inevitabile che scatena una furibonda rissa vicino alla panchina reatina. Ne fanno le spese Petrignani (secondo allenatore del Gubbio) e Bianchetti (secondo allenatore del Rieti) che vengono espulsi dall'arbitro. Nemmeno dopo il triplice fischio finale non si placano gli animi. Il Gubbio domenica affronta in trasferta il Poggibonsi.
Gubbio: Tosti, Ercoli, De Maio, Rodio, Fiumana, Giacometti, Di Bonito (60' Lazzoni), Sandreani, Marchi, Gaggiotti (94' Orlando), Boldrini. All. De Petrillo.
Rieti: Groppioni, Balzano, Frasca, Di Francia, Rivolta (79' Lai), Mundula, Melara (87' Mazzei), Gentile, Sanguinetti, Ippoliti (73' Cacciatore), Onesti. All. Borrello.
Reti: 70' Boldrini (G), 83' Lai (R), 90' Marchi (G) rigore.
Arbitro: Prato di Lecce (Evangelista di Avellino e Auriemma di Napoli). Ammoniti: Boldrini, Rodio e Marchi (G); Frasca e Gentile (R). Espulsi: 92' Onesti (R); 93' viceallenatore Bianchetti (R); 93' viceallenatore Petrignani (G). Spettatori: 1066 (685 abbonati), di cui 30 da Rieti.

I RISULTATI DELLA 30° GIORNATA:
Boca San Lazzaro - Poggibonsi 3-0
5' Nicoletti (B), 12' Paterna (B), 88' Paterna (B)
Carrarese - Cuoiocappiano 1-1
7' Graziani (Cu), 29' Buglio (Ca)
Castelnuovo - Prato 2-1
51' Girardi (P), 58' Micchi (C) rig., 71' Grassi (C)
Gubbio - Rieti 2-1
70' Boldrini (G), 83' Lai (R), 90' Marchi (G) rig.
Paganese - Cisco Roma 4-2
7' Corallo (P), 21' Izzo (P), 35' Ibekwe (P), 67' Di Canio (C), 69' Cini (C), 91' Guarro (P)
Reggiana - Foligno 0-0
Rovigo - Giugliano 2-1
29' Furlanetto (R) rig., 64' Rizzi (P), 74' Stocco (R) aut.
Sansovino - Spal 1-1
20' Sesa (S) rig., 64' Borgogni (S)
Viterbese - Bellaria 1-1
43' Di Iorio (V), 88' Gomez (B)

14/04/2007
Berretti Gubbio: ko a Bellaria (1-0)

La Berretti Gubbio cede il passo di misura con il Bellaria. I padroni di casa si aggiudicano il match grazie al gol di Aruci realizzato subito in avvio di gioco.

13/04/2007
Gubbio-Rieti: arbitra Prato di Lecce

Designato l'arbitro di Gubbio-Rieti. Si tratta del sig. Paolo Prato di Lecce. Sarà coadiuvato dagli assistenti Evangelista di Avellino e Auriemma di Napoli. L'arbitro in questione, al quarto anno di esperienza in serie C, ha diretto il Gubbio in due occasioni, nella stagione 2004-05: il primo incontro è datato 26 settembre 2004 (Bellaria-Gubbio 0-0); il 3 aprile 2005 il secondo match (Gubbio-Castelnuovo 2-1). Ex rossoblù: il difensore Antonio Rizzo, ex Gubbio e Fiorentina, ha prolungato il contratto (biennale) con il Perugia in C/1.

13/04/2007
Gubbio-Rieti: un ricordo che vale la B...

Corsi e ricorsi storici. Domenica è in programma Gubbio-Rieti. Ma pochi sanno che le due squadre furono avversarie addirittura nel campionato cadetto: nel 1947, al termine di una splendida volata, il Gubbio venne promosso per la prima volta nella sua storia calcistica in serie B. Un trionfo per il presidente Virgilio Cocchi, per i giocatori (quasi tutti eugubini) e per i tifosi di Gubbio; senza dimenticare ovviamente il "grande" Guido Masetti, allora allenatore e portiere rossoblù (ex estremo difensore della Roma e della Nazionale Azzurra). Una grande impresa che è rimasta storica. La stagione 1947-48 rimane tuttora un riconoscimento indelebile per l'A.S. Gubbio nata nel lontano 1910, anche se l'impatto con la serie B fu molto duro. Nel corso della stagione ci furono tre allenatori diversi: si partì con Battistoni (ex giocatore del Genoa), si proseguì con Aggradi e si terminò con Gay. Le avversarie erano di tutto rispetto, quasi tutte fuori della portata del Gubbio. Stiamo parlando del Palermo, Pisa, Lecce, Empoli, Pescara, Siena, Ancona, e le due squadre umbre Perugia e Ternana. E c'era anche il Rieti. E il Gubbio in data 22 aprile 1948 riuscì a vincere in trasferta proprio contro il Rieti per 2-0 con le reti di Bertuzzi e Tugnoli. All'andata invece (16 novembre 1947), la partita giocata a Gubbio terminò 2-2: gol rossoblù di Tugnoli e Bertuzzi; reatini a segno con Pallavicini e Chiaretti. Curiosità: nei derby con il Perugia e la Ternana, la "legge" del mitico vecchio stadio «San Benedetto» è stata sempre rispettata. Il Gubbio si impose per 2-1 contro il Perugia (doppietta di Tugnoli); all'andata invece finì 3-0 per i grifoni. I rossoblù vinsero l'incontro casalingo pure contro la Ternana per 1-0 (gol di Gambini); nel ritorno a Terni invece i rossoverdi travolsero la formazione eugubina per 4-0. A fine stagione il Gubbio ritornò in serie C, insieme a Ternana, Perugia e per l'appunto Rieti. Il campionato fu vinto dal Palermo (davanti al Pisa) e fu promosso in serie A.

12/04/2007
Gubbio: nel weekend di nuovo in ritiro a Sigillo; Comunicato della società ai tifosi

In vista della partita interna con il Rieti, la squadra del Gubbio ha preso la decisione di intraprendere di nuovo la strada del ritiro che si farà a Sigillo. Da venerdì la truppa di De Petrillo alloggerà ai piedi del Monte Cucco, presso l'hotel "Dominus". Allenamenti nell'impianto di Sigillo. La società eugubina intanto, tramite un comunicato, invita la tifoseria a stare vicino alla squadra in questo momento delicato, per evitare il rischio dei playout: "Il campionato si avvia alla parte più interessante e al contempo cruciale dell’intera stagione calcistica. La nostra squadra, dopo un buon inizio, ha trovato lungo il percorso delle difficoltà cui l’intero staff dirigenziale e tecnico, ha fatto fronte dando sempre dimostrazione di unità di intenti e volontà nel perseguire quegli obiettivi prefissati alla vigilia del torneo. Soprattutto in questo momento dovrà essere determinante l’apporto e la fiducia della tifoseria e dell’intera Città, per rafforzare e rendere più vivo e sincero il senso di appartenenza ai colori rosso blù. Per questo contiamo fermamente che i risultati sportivi di queste ultime cinque giornate possano avere come protagonista assoluto il dodicesimo giocatore in campo: il nostro pubblico. Ora e sempre Forza Gubbio! A.S. Gubbio 1910".

11/04/2007
Tegola sul Gubbio: squalifiche severe...

Il Giudice Sportivo lascia il segno e non ci va leggero nei confronti del Gubbio. Inibito a svolgere ogni attività in seno alla Figc fino al 24 aprile 2007 il presidente Marco Fioriti per "comportamento offensivo verso un assistente arbitrale durante la gara" contro la Carrarese. Squalificato per due giornate il portiere Alessandro Venditti per "comportamento offensivo verso un assistente arbitrale". Stoppato per un turno l'attaccante Federico Balestri per "condotta scorretta verso un avversario e per proteste verso l'arbitro". Gli altri provvedimenti nel girone. Fermati per una gara Gallotti e Scarpato (Carrarese), Belleri (Giugliano), Cordisco (Viterbese), Ouchene (Prato), Vettori e Sabatini (Cuoiocappiano), Manni (Foligno), Rossi (Rovigo), Turone (Spal), Dall'Ara (Poggibonsi), Mazzotti e Suprani (Bellaria). Nessuna ammenda alle società. Ex rossoblù: esonerato il tecnico Ezio Castellucci. Il trainer laziale non è più l'allenatore del Melfi (serie C/2 girone C); al suo posto è stato chiamato Carmine Pugliese (ex Vigor Lamezia e Martinafranca). Nella formazione lucana militano tre ex giocatori rossoblù, per la precisione Chafer, De Angelis e Fusseini.

10/04/2007
Pascolini: "In totale emergenza centrato il pari ma... con gli arbitri siamo in credito!"

Il Gubbio esce indenne da Carrara, in vista del primo match clou interno con il Rieti. Un pareggio ottenuto con una squadra scesa in campo con gli uomini contati, decimata da infortuni e squalifiche. Ma a distanza di giorni fa discutere la conduzione arbitrale. Giovanni Pascolini, preparatore dei portieri del Gubbio, analizza per Gubbiofans la partita contro la Carrarese e fa il punto della situazione. "Ci siamo trovati in totale emergenza - incalza Pascolini - e in aggiunta, dopo appena venti minuti, Balestri ha accusato un problema alla spalla e ha dovuto subire un'infiltrazione. Tenendo in considerazione tutti questi aspetti ci avrei messo la firma per ottenere almeno un punto. Ma visto e considerato quello che è avvenuto poi in campo c'è abbastanza da recriminare. L'arbitro su alcune decisioni ha lasciato a desiderare. Il rigore non concesso nel finale parla da solo. Sono anni e anni che non mi capitava di vedere una cosa del genere. Quest'anno tra rigori non dati e quelli tolti, ci sentiamo veramente penalizzati. E con due punti in più ottenuti a Carrara avremmo affrontato la prossima partita con più serenità. Peccato". In effetti il rigore non concesso lascia molte perplessità. Ma il Gubbio non è nuovo a questi episodi, vero? "Quest'anno c'è molto da discutere. Il rigore di Carrara ha quasi del clamoroso. Ma mi viene in mente pure il rigore prima concesso e poi tolto dal guardalinee contro il Foligno. Senza dimenticare tante altre decisioni molto discutibili che avrebbero dovuto essere gestite in modo differente. A Carrara ad esempio Balestri è stato preso di mira dall'inizio. Falli evidenti non fischiati su di lui. È stato ammonito. Il fallo di rigore non concesso è stato ai suoi danni. E alla fine è stato anche espulso. Episodi che fanno riflettere". Dal lato della sua esperienza, pure sui campi di C/1, è capitato altre volte di trovarsi di fronte una situazione così sfavorevole? "Direi di no. Anche se alla fine tra episodi contro e a favore c'è stato sempre un sostanziale pareggio. Ma ora posso dire che, arrivati questo a punto, il Gubbio è sicuramente in credito". Oltre agli arbitraggi, cosa è mancato al Gubbio quest'anno? E quanto hanno inciso i ripetuti infortuni e le squalifiche? "Basta guardare la partita di Carrara. Mancavano sette titolari su otto elementi assenti dell'organico. In panchina c'era quasi l'intera Berretti. Quindi gli infortuni e le squalifiche incidono. Del resto se ci troviamo in questa posizione degli errori sono stati fatti sicuramente. Anche se è vero che nel calcio è facile parlare di mercato, di strategie e di tattica. Ma quando si va in campo le cose cambiano e non sempre il tutto va per il verso giusto. La situazione è delicata e quindi ci vuole la massima determinazione per uscirne fuori senza contraccolpi". Il Gubbio è distante due punti dai playout. Ci sarà da lottare fino alla fine a cominciare da domenica con il Rieti. "Abbiamo cinque spareggi - conclude Pascolini - e bisogna assolutamente vincere con il Rieti. Domenica sera forse si potrebbe delineare meglio la classifica per evitare i playout".

07/04/2007
Un Gubbio decimato esce indenne da Carrara (0-0): negato ancora un rigore...

Il Gubbio, ridotto all'osso, offre una prova tenace e riesce nell'impresa di non farsi sopraffare dai padroni di casa della Carrarese. Un risultato (quasi) insperato alla vigilia, tenendo in considerazione le numerose defezioni (assenti ben otto giocatori). Tuttavia la zona play out rimane distante solo due punti. Ma la partita, come è successo spesse volte in questa stagione, ha lasciato tanti strascichi polemici. Indice puntato contro la direzione della terna arbitrale. A sessanta secondi dal termine il «fatto» che fa ancora molto discutere. Il Gubbio protesta per un rigore non concesso ai danni di Balestri, l'ennesimo in questa disgraziata stagione. Le immagini televisive dimostreranno che era un rigore a dir poco netto! Ne fanno le spese due calciatori, espulsi (Balestri e Venditti); pure il presidente Fioriti viene allontanato dal direttore di gara. Con la gestione De Petrillo, da ben 13 giornate per l'esattezza, il Gubbio non ha mai avuto un rigore a favore. Un dato statistico strano e davvero singolare. Ma passiamo alla cronaca della partita. Gubbio in emergenza. Mancano ben otto giocatori: Battistelli, Campo, Marano, Tealdi e Tafani sono infortunati; capitan Giacometti, Lazzoni e Sandreani invece sono squalificati. Sulla panchina rossoblù sono presenti cinque giocatori della formazione Berretti: Bellafante, Caranci, Cerbella, Lucesoli e Moscetti. Formazione inedita con l'inserimento del giovane Orlando al centro della difesa. Boldrini viene accentrato a centrocampo al fianco del propulsore Rodio. Si registrano poche emozioni nella prima frazione di gioco. Prima azione degna di nota al 12' con Buglio che ci prova dalla distanza, Tosti para senza grandi difficoltà. Al 20' risponde Marchi con un tiro da fuori, intercetta in tuffo Grilli. Al 25' punizione insidiosa di Buglio dal limite, Tosti riesce a deviare con i pugni in angolo. Il primo tempo si chiude con Gaggiotti che si fa pericoloso a tu per tu con il portiere locale, ma l'arbitro ferma tutto per un presunto fuorigioco. Nella ripresa non si registra praticamente nulla fino a quando si arriva al 65'. Il terzino Gallotti anticipa in calcio d'angolo Balestri, ma sullo slancio effettua un fallo deciso sulle gambe della punta pisana. L'arbitro si accorge di tutto ed estrae il cartellino rosso nei confronti del difensore apuano. Il Gubbio prende coraggio e sfiora il gol al 71': Gaggiotti fa partire un tiro filtrante su punizione da fuori, il portiere Grilli è prodigioso e si salva respingendo la sfera. All'84' sugli sviluppi di un calcio piazzato di Buglio, il difensore Gemignani di testa sfiora il montante. Due minuti più tardi (86') Di Bonito serve Marchi che vince un rimpallo e spara prontamente a rete: la palla sibila vicino al set. Nel finale l'episodio incriminato che scaturisce le vibranti proteste nel clan rossoblù. Minuto 89: Gaggiotti serve Balestri in area che evita due avversari e al momento del tiro viene messo giù in maniera plateale da Scarpato. Tutti quanti, giocatori carrarini compresi, si aspettano il fischio dell'arbitro che invece non arriva. Il Gubbio si innervosisce. Poco più tardi ne fa le spese proprio Balestri, espulso. Poi è il turno del portiere Venditti e del presidente Fioriti che si trovavano entrambi in panchina. La partita si chiude con una rasoiata di Boldrini che termina di poco a lato.
Carrarese: Grilli, Gallotti, Cadenazzi, Scarpato, Gemignani, Del Nero, Salvetti (46' Mordagà), Giannusa (76' Rinaldi), Bongiorni (67' Tedeschi), Buglio, Biggi. All. Mariani.
Gubbio: Tosti, Ercoli, De Maio, Rodio, Orlando, Fiumana, Gaggiotti, Boldrini, Marchi, Di Bonito, Balestri. All. De Petrillo.
Arbitro: Barbiero di Vicenza. Espulso: 65' Gallotti (C); 89' Balestri e Venditti (G). Ammoniti: Scarpato, Rinaldi e Del Nero (C); De Maio, Gaggiotti e Balestri (G). Spettatori: 800 circa (una trentina provenienti da Gubbio nel settore ospiti).
I RISULTATI DELLA 29° GIORNATA:
Bellaria -Boca San Lazzaro 5-1
18' Paterna (Bo), 24' Schettino (Be), 44' Pippi (Be), 56' Pippi (Be) rig., 90' Pippi (Be), 92' Pippi (Be)
Carrarese - Gubbio 0-0
Castelnuovo - Reggiana 1-1
41' Barbieri (R) rig., 58' Vaira (C)
Cuoiocappiano - Sansovino 1-0
61' Collini (C)
Foligno - Poggibonsi 1-0
77' Turchi (F)
Giugliano - Cisco Roma 2-2
18' Russo (C), 37' Di Roberto (G) rig., 48' Famiano (G), 54' Ranalli (C)
Prato - Viterbese 0-1
57' Di Iorio (V)
Rieti - Spal 1-1
34' Schiavon (S), 74' D'Agostino (R) rig.
Rovigo - Paganese 1-1
28' Rizzi (R), 32' Vicedomini (P)

06/04/2007
Gubbio: convocati sei baby della Berretti; Carrarese-Gubbio: arbitra Barbiero

Gubbio in emergenza. A Carrara mancano otto elementi. L'organico è ridotto ai minimi termini (sono solo 13 i calciatori a disposizione). Convocati sei giovani della formazione Berretti: sono partiti con il gruppo della prima squadra Antonini, Bellafante, Caranci, Cerbella, Lucesoli e Moscetti. Nel frattempo è stato designato il direttore di gara di Carrarese-Gubbio. Si tratta del sig. Barbiero di Vicenza. L'arbitro in questione, al primo anno di esperienza in serie C, ha diretto il Gubbio una sola volta, in trasferta, prima di Natale, in Bellaria-Gubbio (0-1, gol di Rodio).

05/04/2007
Crisi Gubbio: punti, risultati, infortuni e squalifiche: i conti non ritornano...

Gubbio, un campionato dai numeri strani e preoccupanti. L'avvio di stagione faceva ben sperare. Nelle prime sette giornate la formazione eugubina aveva totalizzato la bellezza di 14 punti (una media di 2 punti a gara), tanto da meritarsi il primo posto in classifica. Poi, all'improvviso, il tracollo. Nelle restanti 21 giornate infatti sono stati racimolati la miseria di 18 punti per una media di 0,9 punti a partita. Numeri che non lasciano scampo, da retrocessione. Con la gestione Cuttone, nel girone di andata (a partire dalla prima giornata fino alla sedicesima) sono stati raccolti 20 punti (una media di 1,25 punti a partita). Con l'arrivo di mister De Petrillo dalla diciassettesima giornata fino ad oggi sono stati ottenuti 12 punti in 12 partite (media di un punto a partita). Il cammino adesso si fa veramente difficile. Due soli punti distanziano il Gubbio dalle sabbie mobili dei play out. Come "ciliegina" sulla torta di una stagione alquanto "disgraziata" non poteva mancare l'infinità di infortuni che ha colpito in maniera sistematica diversi elementi della rosa rossoblù. E sabato, contro la Carrarese, non c'è da stare allegri. Sono assenti per questo scontro diretto ben otto calciatori, tra squalificati (Giacometti, Lazzoni e Sandreani) e infortunati (Battistelli, Campo, Marano, Tafani e Tealdi). Forse è stato stabilito un nuovo record della sfortuna. Nel calcio, si sa, nulla è scontato. Ci sono stagioni in cui ti va tutto per il verso giusto, cresce l'entusiasmo e di conseguenza arrivano i risultati (anche quelli insperati). Ci sono stagioni invece che va tutto storto, e questa è una di quelle. Certo... non tutto è da attribuire al "fato". Quando non si ottengono i risultati qualche problema c'è e va affrontato per evitare al minimo gli errori commessi. C'è solo da rimboccarsi le maniche e pedalare. Forza e carattere. C'è in ballo la salvezza... di 9 anni di C/2!

04/04/2007
Disciplinare: stop per Sandreani e Lazzoni; Capitolo infortuni: out Tafani e Campo

Gubbio decimato contro la Carrarese. Sono stati stoppati per una giornata i propulsori di centrocampo Lazzoni e Sandreani. Ma non è tutto. Dopo le squalifiche bisogna fare i conti con gli infortuni. Fuori causa Tafani: un'ecografia effettuata alla gamba sinistra ha rilevato uno stiramento al bicipite femorale di un centimetro. Stessa sorte per Campo per una distrazione muscolare. Tutti giocatori che salteranno la trasferta di Carrara oltre a capitan Giacometti (da scontare l'ultima giornata di squalifica), Marano, Battistelli e Tealdi (infortunati). Tutti i provvedimenti disciplinari nel girone. Fermato per una gara il tecnico Carrara del Bellaria. Per due turni sono stati squalificati i calciatori Grieco del Bellaria e Dionisi del Rieti. Per una giornata sono stati appiedati Diamanti, Ghidotti e Paolucci, tutti e tre del Prato. Idem per il Rieti (stop per Mundula, Frasca e Ippoliti) e per la Viterbese (out Lolli, Giunchi e Guglielmelli). Bloccati per una gara pure Annoni (Reggiana), Pencelli (Foligno), Pardini (Carrarese), Cipolli e Nincheri (Castelnuovo), Machetti e Schenone (Poggibonsi), Dal Degan (Rovigo), Elia (Spal), Marmorini e Zacchei (Sansovino). Ammenda salata alla società della Cisco Roma: 5000 euro da versare. Multa per il Poggibonsi pari a 500 euro.

03/04/2007
Fioriti: "Ora più che mai dobbiamo fare quadrato. Società, squadra e tifosi..."

La preoccupante sconfitta di Pagani (un 4-0 che non ammette repliche) ha comportato una drastica decisione da parte della società eugubina. Squadra in ritiro che ha avuto inizio a Sigillo e poi da giovedì sera tutti a Viareggio, prima della delicata sfida di Carrara di sabato. Un provvedimento che viene spiegato a chiare lettere dal presidente Marco Fioriti intervistato da Gubbiofans: "Stiamo attraversando un momento abbastanza delicato. - incalza il primo dirigente rossoblù - I risultati sono chiaramente deficitari e quindi siamo stati costretti a prendere questa decisione. La squadra, insieme a tutti noi, deve rimanere unita e compatta. È necessario che lavori con tutta la tranquillità possibile e che ritrovi la giusta concentrazione. Sabato ci aspetta una partita molto importante e voglio vedere una squadra che sappia esprimere tutto il suo potenziale". Senza dubbio si è creata una situazione poco piacevole. I playout adesso, complice la pesante sconfitta di Pagani, sono distanti solo due punti. Preoccupato? "Preoccupati no, ma non dobbiamo sottovalutare la situazione. Con la Paganese abbiamo subito una sconfitta pesante che ci sta tutta e ci allarma. Però siamo consapevoli che abbiamo tutti i mezzi per venire fuori da questo momento delicato e speriamo di farlo quanto prima. Abbiamo sei finali da giocare con sei dirette concorrenti. Per evitare i playout non ci possiamo permettere più passi falsi". Se lo sarebbe mai aspettato che il Gubbio si ritrovasse in un momento così critico a poche giornate dal termine? "Penso che nessuno se lo aspettava. Ad inizio stagione sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire. D'altronde la riduzione del budget ci ha portato ad allestire una squadra con una rosa un po' risicata di calciatori. È anche vero che siamo stati pure in testa alla classifica per qualche giornata. Quindi ritrovarsi a sei giornate dalla fine vicini alle sabbie mobili dei playout non è facilmente digeribile". Se ritornasse indietro rifarebbe tutto ciò quello che ha fatto? Nel calcio mercato riparatore di gennaio rifarebbe le stesse scelte? "Purtroppo con i sè e con i mà non si va da nessuna parte. Se abbiamo fatto degli errori ovviamente li abbiamo commessi sempre in buona fede e per fare il meglio che potessimo per il Gubbio. Questo è chiaro. In questo ultimo periodo tra infortuni e squalifiche a catena, diversi calciatori sono venuti a mancare. Il mister si è ritrovato sempre con un organico abbastanza risicato. Ma adesso non ci resta da fare che pensare positivo per uscire quanto prima dal tunnel". Ultima domanda. La tifoseria eugubina in giro è abbastanza amareggiata. Cosa manda a dire? "Che noi siamo sicuramente più dispiaciuti di loro. I tifosi sono encomiabili e si sono comportati sempre in maniera straordinaria. Per questo dico che adesso più che mai noi tutti (società e squadra) abbiamo bisogno del loro apporto e ci devono stare ancora più vicino. Ho avuto modo di colloquiare con la squadra nel ritiro a Sigillo per oltre un'ora. Ci siamo parlati, confrontati e pure i calciatori sono consapevoli della difficoltà del momento. Ripeto, ci aspettano sei finali e servono i dovuti attributi. L'obiettivo dichiarato ad inizio stagione della salvezza rimane invariato. Per ottenerlo dobbiamo lottare fino alla fine e bisogna farlo tutti insieme".

02/04/2007
Post Pagani: Gubbio in ritiro...

Dopo la "pesante" sconfitta rimediata contro la Paganese (sonoro 4-0), la società eugubina ha deciso di mandare la squadra in ritiro. Si comincia lunedì con la truppa che alloggia a Sigillo fino a giovedì sera, quando è prevista la partenza per Viareggio. Il Gubbio si allenerà in Versilia fino a sabato; poi il trasferimento a Carrara per la partita Carrarese-Gubbio.

01/04/2007
Paganese "senza fronzoli": 4-0 al Gubbio

Tutti sapevano che sarebbe stato un campo difficile quello di Pagani e così è stato. Il Gubbio esce con le «ossa rotte» dallo stadio "Marcello Torre" e adesso si fa veramente dura... la zona calda dei playout si trova dietro l'angolo, a sole due lunghezze di distanza. Nelle ultime cinque giornate la formazione di De Petrillo ha raccolto la miseria di due punti. Un dato chiaramente sconfortante e il calendario non aiuta affatto. Infatti il Gubbio domenica prossima dovrà giocare di nuovo fuori casa, a Carrara, contro una diretta concorrente per la lotta alla salvezza, tra l'altro reduce dalla bella vittoria esterna ottenuta a Ferrara contro la Spal. Come dicevano, i campani si aggiudicano l'incontro con un roboante 4-0 grazie ai gol di Ibekwe (doppietta), Librizzi e Scarpa. La cronaca. Assenti tra i rossoblù capitan Giacometti (squalificato), Battistelli e Tealdi (infortunati). Al 5' si fa pericoloso Boldrini, Petrocco non si fa sorprendere e intercetta la sfera. Al 10' rispondono i padroni di casa con un pallonetto dal limite di Librizzi che sorvola di poco sopra il montante. Un minuto più tardi la Paganese si porta in vantaggio: Scarpa lancia in profondità Ibekwe che si intrufola dentro l'area, elude l'estremo difensore rossoblù Tosti e insacca in rete. I campani insistono e al 15' sfiorano in modo clamoroso il raddoppio: spiovente di De Sanzo, colpo di testa perentorio di Corallo, palla che colpisce in pieno la traversa. Il Gubbio fa fatica a rialzarsi; la Paganese è attenta e si fa pericolosa con ficcanti ripartenze. Al 32' tiro fulmineo dalla distanza di Tricarico, la sfera lambisce di poco il montante. Al 38' Gambi serve in contropiede Ibekwe che salta in velocità due avversari, penetra in area e a tu a tu con il portiere ospite spara incredibilmente alto. Nei minuti di recupero del primo tempo (46') il Gubbio sfiora il gol del pareggio: Boldrini fa partire un gran tiro ad incrociare, il portiere campano Petrocco compie un autentico miracolo respingendo la sfera. Capovolgimento di fronte e arriva la doccia gelata: Scarpa lancia Librizzi che sfrutta al meglio la palla ricevuta, aspetta il momento giusto e da pochi passi fredda senza pietà Tosti con un diagonale che si insacca a fil di palo. Gol mancato, gol subìto. La «dura» legge del calcio. Si chiude qui la prima frazione di gioco. Nella ripresa la musica non cambia e la Paganese dilaga. Al 55' doppio passo di uno scatenato Ibekwe che dal vertice sinistro scaglia un tiro preciso che si insacca sotto l'incrocio. Doppietta personale per la punta nigeriana. I rossoblù cercano qualche timida sortita in avanti, invano. Al 73' Balestri effettua una bella conclusione a rete, il portiere locale Petrocco è in grande giornata e compie un prodigioso intervento. Al 76' Corallo di testa, su assist di Serrapica, impegna Tosti in presa plastica. Nei minuti finali (80') arriva la quaterna. Questa volta va a bersaglio Scarpa con una prodezza su punizione: tiro a girare calibrato dal limite che prima accarezza la parte bassa della traversa e poi si insacca in rete. Finisce qui l'incontro. La Paganese cala il poker.
Paganese: Petrocco, Fumai, Gambi (71' Caponigro), Serrapica, Esposito, De Sanzo, Scarpa, Tricarico, Corallo, Librizzi (77' Fummo), Ibekwe (73' Guarro). All. Palumbo.
Gubbio: Tosti, Tafani, De Maio, Lazzoni (67' Di Bonito), Ercoli, Fiumana, Rodio, Sandreani, Marchi, Boldrini, Balestri (79' Campo). All. De Petrillo.
Reti: 11' Ibekwe (P), 46'pt Librizzi (P), 55' Ibekwe (P), 80' Scarpa (P).
Arbitro: Del Giovane di Albano Laziale. Ammoniti: Lazzoni, Sandreani e Fiumana (G). Spettatori: 2000 circa (una decina da Gubbio nel settore ospiti).
I RISULTATI DELLA 28° GIORNATA:
Boca San Lazzaro - Prato 4-1
9' Paterna (B), 30' Paterna (B), 39' Paterna (B), 47' Silva Reis (P), 62' Evangelisti (B)
Cisco Roma - Castelnuovo 1-0
21' Russo (Ci)
Foligno - Giugliano 2-0
10' Turchi (F), 49' Turchi (F)
Paganese - Gubbio 4-0
11' Ibekwe (P), 46'pt Librizzi (P), 55' Ibekwe (P), 80' Scarpa (P)
Poggibonsi - Rieti 3-2
21' Ragatzu (P), 23' Porricelli (P), 34' Zarineh (R), 48' Melara (R), 83' Bifini (P) rig.
Reggiana - Cuoiocappiano 1-1
8' Collini (C), 64' Cingolani (R)
Sansovino - Bellaria 2-4
31' Grieco (B), 44' Pippi (B), 46' Jidayi (B), 62' Boldo (S), 68' Pippi (B), 92' De Angelis (S)
Spal - Carrarese 0-1
88' Giannusa (C)
Viterbese - Rovigo 1-0
74' Dal Degan (R) aut.


[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 23.07.2019 ora 22:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 38 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Rimini
Monza
Pordenone
Vis Pesaro
Teramo
Ravenna
Sudtirol
Albinoleffe
Fermana
Fano
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Giana Erminio
Imolese
Renate

8070
4420
2550
2470
2120
2110
1790
1650
1630
1410
1000
1000
990
940
880
860
690
680
550
290

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy