GUBBIO 2019-2020
Serie C - Mercato

ACQUISTI:

Cesaretti (a) Paganese
Bacchetti (d) Monopoli
Sbaffo (c/a) Albinoleffe
Zanoni (d) Atalanta
Cenciarelli (c) Viterbese
Konate (d) Fano
Rafa Munoz (d) Marbella
Filippini (d) Lazio
Zanellati (p) Torino
Ravaglia (p) Bologna
De Silvestro (a) rinnovo
Malaccari (c) rinnovo

SOTTO CONTRATTO:

Marchegiani (p)
Tofanari (d)
Schiaroli (d)
Maini (d)
Benedetti (c)
Conti (c)
Ricci (c)
Battista (a)
Tavernelli (a)

TRATTATIVE:

Hadziosmanovic (d) Samp
Bordin (c) Roma
Sarao (a) Monopoli
Bianchimano (a) Perugia
Danti (a) Virtus Verona

CESSIONI:

Casiraghi (c/a) Sudtirol
Chinellato (a) Lecco
Espeche (d) Reggiana
Cattaneo (c/a) Novara
Plescia (a) Renate
Pedrelli (d) Vis Pesaro
Battaiola (p) Fiorenzuola

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA 2018-2019

Pordenone
Triestina (-1)
Imolese
Feralpisalo

Monza
Sudtirol
Ravenna
Vicenza
Sambenedettese
Fermana
Ternana
Gubbio
Teramo
Albinoleffe
Vis Pesaro
Giana Erminio
Renate
Rimini
Virtus Verona

Fano

73
67
62
62
60
55
55
51
50
47
44
44
43
43
42
42
39
39
38

38

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

Verdetti:

Pordenone in serie B
Virtus Verona e Fano retrocesse in serie D

-

Marcatori 2018-2019
Lega Pro - Girone B

Granoche Triestina
Perna Giana Erminio
Lanini Imolese
Candellone Pordenone

17
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

De Silvestro
Casiraghi
Marchi
Chinellato
Plescia
Casoli
Battista
Campagnacci
Espeche
Maini
Malaccari
Schiaroli

8
7
5
4
3
2
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

Stagione 2009-2010: il racconto di Alessandro Marotta...

Marotta: "Quel cucchiaio al San Marino alla finale playoff? Volevo far vedere chi ero..."

Alessandro Marotta, classe '86, di Napoli. Marotta segnò su rigore il gol decisivo contro il Prato con la palla che passò sotto la pancia del portiere Pazzagli. Alex Marotta ricorda quel momento: "Era una gara fondamentale perchè vincendo di sicuro facevamo i playoff. Una partita tesa e pure molto sentita contro una squadra che era una nostra diretta concorrente. Quel rigore fu guadagnato da Anania. L'ho sentito molto quel rigore perchè era in palio un'intera stagione. Sono stato un po' frenetico e non l'ho calciato nel migliore dei modi ma la fortuna ha voluto che la palla passasse sotto la pancia del portiere e poi mi ricordo la corsa sotto la curva dei tifosi. Sono ricordi bellissimi. A me Gubbio mi è rimasta nel cuore. Gente simpatica, passionale, sempre sorridente, mi hanno fatto sentire come a casa, come a Napoli. L'unica cosa che mi dispiace è non averci giocato più contro, nè con la Lucchese, nè con il Bari l'anno scorso e nè quest'anno con la Cremonese. Anche se dovessi tornare da avversario, mi piacerebbe rivivere le emozioni del Pietro Barbetti e rivedere tutta quella gente che mi ha voluto bene". Però tanti tifosi ricordano quel rigore con il cucchiaio (alla Totti o alla Pirlo agli Europei) che Marotta ha segnato nella finale playoff a San Marino. Cosa ci può dire invece di quest'altro rigore? "Diciamo che durante il campionato ne avevo sbagliato uno contro il Poggibonsi. Ai playoff ne avevo sbagliato un altro a Fano. Mi era venuta all'orecchio questa voce che io non ero capace a calciare i rigori. Allora mi sono detto tra me e me: adesso faccio vedere a tutti come si tira un rigore e faccio vedere che ho degli attributi. Ero convinto di tirarlo in quel modo perchè ero convinto di segnare. Poi non posso mai dimenticare quella corsa sotto la tribuna di San Marino dove giocavamo in casa con tremila eugubini al seguito che continuavano a cantare e urlare il mio nome. Emozioni incredibili. Pensate: ancora oggi mi riguardo il dvd di quei momenti e mi viene ancora da piangere. Vi assicuro che non dico stupidaggini. Ci tenevo tanto a portare il Gubbio in serie C1. Ancora oggi mi sento con alcuni tifosi del Gubbio e tutti mi dicono che quell'anno è stato ancora più emozionante del secondo anche se poi il Gubbio salì in B. Forse perchè nessuno ci credeva mentre noi ci abbiamo creduto fino alla fine. Fu una grande festa che rimarrà nella storia di Gubbio". Ma quel trio d'attacco formato da Casoli, Marotta e Gomez Taleb non poteva fare comodo pure in serie B al Gubbio? "Credo proprio di sì, ma vorrei fare una premessa. L'anno in cui abbiamo vinto la C2, io ero intenzionato a restare a Gubbio perchè sapevo che rimaneva Gomez Taleb e Casoli voleva restare. Per alcuni motivi, sia economici che tecnici, poi non abbiamo trovato un accordo e la società non mi ha potuto accontentare. Per carità, poi il Gubbio fece bene pure in C1 e andò in serie B. Però sono convinto che con un trio del genere, il Gubbio adesso si troverebbe di nuovo nella cadetteria: in C2 avevamo un attacco veramente forte, eravamo affiatati e giocavamo a memoria: in pratica eravamo una cosa sola. Però poi ci siamo divisi tutti. L'anno scorso ho ritrovato Casoli a La Spezia e proprio lui spesso mi ha detto: pensa se rimanevamo... perchè nessuno di noi tre ha mai pensato di andare via da Gubbio". Ora è alla Cremonese: "Una società seria con un presidente che investe molto e con una organizzazione impressionante, poi c'è una squadra competitiva e l'obiettivo è vincere il campionato. Abbiamo perso solo una partita contro il Lecce però credo che possiamo fare meglio perchè abbiamo fatto solo due vittorie e cinque pareggi. Ma sicuramente entreremo nei playoff". A Cremona c'è l'ex rossoblù Marcel Buchel. Come sta andando? "É veramente forte. Lui l'anno scorso segnò proprio con il Bari e già mi piacque. Quest'anno è arrivato nell'ultimo giorno di mercato dopo l'infortunio di Baiocco. É un ragazzo del '91 e non pensavo che aveva tanta personalità e qualità: a mio avviso è un calciatore pronto per la serie B, tranquillamente. Non capisco come mai l'anno scorso non ha giocato sempre".

- inserito il 26 ottobre 2012 -

[torna]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 17.07.2019 ora 21:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 38 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Rimini
Monza
Pordenone
Vis Pesaro
Teramo
Ravenna
Sudtirol
Albinoleffe
Fermana
Fano
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Giana Erminio
Imolese
Renate

8070
4420
2550
2470
2120
2110
1790
1650
1630
1410
1000
1000
990
940
880
860
690
680
550
290

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy