SERIE C - GIRONE B
DECIMA GIORNATA
SAB. 19 OTTOBRE 2019
STADIO "DRUSO"
ORE15

SUDTIROL

3

GUBBIO

0

UNDICESIMA GIORNATA
MERC. 23 OTTOBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE18:30

GUBBIO-IMOLESE

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Padova
Vicenza
Carpi
Reggiana

Sudtirol
Sambenedettese
Piacenza
Virtus Verona
Feralpisalo
Ravenna
Triestina
Vis Pesaro
Cesena
Modena
Fano
Fermana
Rimini
Arzignano Valc.
Gubbio

Imolese

22
21
20
19
19
18
17
16
15
13
13
11
11
11
10
9
8
8
6

5

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

DECIMA GIORNATA
DOM. 20 OTTOBRE 2019

Carpi
Fano

2
0

Imolese
Feralpisalo

0
1

Modena
Fermana

1
1

Ravenna
Arzignano Valchiampo

1
2

Rimini
Cesena

1
1

Sambenedettese
Virtus Verona

1
2

Triestina
Padova

2
0

Vicenza
Reggiana

1
0

Vis Pesaro
Piacenza

1
0

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Cernigoi Sambenedet.
Morosini Sudtirol
Odogwu Virtus Verona

8
7
6
6

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Zanoni

3
3
1
1

Scopri la nostra citta!

UNDICESMA GIORNATA
MERC. 23 OTTOBRE 2019

Gubbio-Imolese

Arzignano Val.- Vicenza

Carpi-Modena

Cesena-Sudtirol

Fano-Vis Pesaro

Feralpisalò-Piacenza

Fermana-Triestina

Padova-Sambenedet.

Reggina-Rimini

Virtus Verona-Ravenna

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

31/12/2002
Tifosi rossoblù, Capodanno in Sardegna

Si chiude l'anno e ne comincia uno nuovo all'insegna dell'amicizia. Alcuni esponenti degli Ultrà Gubbio 1980 festeggeranno Capodanno in Sardegna, e precisamente a Tempio Pausania. I tifosi eugubini saranno in compagnia di alcuni rappresentanti del tifo organizzato locale (Tempio Pausania) e saranno presenti anche quelli di Sassari (il gruppo UTS). Le tre tifoserie hanno pensato di passare insieme l'ultimo dell'anno per consolidare un'amicizia che esiste ormai da alcuni anni.

30/12/2002
Girone di andata: i primi bilanci

Nel girone B della C/2 si è concluso il girone di andata e si possono già stilare le prime statistiche. Fiorentina, Rimini e Forlì sono le squadre che hanno ottenuto più vittorie: si sono aggiudicate l'intera posta in palio in 9 partite su 17. Da notare, però, che la Fiorentina non è riuscita mai a vincere uno scontro diretto. Le squadre che hanno subito meno sconfitte (solo 3) sono cinque: Fiorentina, Rimini, Sangiovannese, Aglianese e Grosseto (il Gubbio è subito dietro con 4 sconfitte in coabitazione con Forlì e San Marino). Il Rimini per 12 gare consecutive non ha mai perso. Il campo dell'Aglianese è ancora imbattutto: in 8 gare la squadra toscana non ha subito sconfitte. L'attacco più prolifico è quello della Fiorentina (ben 25 gol fatti): il Gubbio si trova in seconda posizione insieme all'Aglianese con 22 reti relizzate. Le difese meno battute sono quelle di Rimini e Forlì (solo 8 gol subiti): i forlivesi hanno incassato solo 3 reti in trasferta, mentre il Rimini appena 2 gol in casa. Il Forlì si aggiudica altri due primati: la squadra romagnola è andata sempre a segno per 9 gare consecutive e per altrettante 6 partite non ha incassato nemmeno una rete. Il Castelnuovo per 3 gare consecutive non è andato mai in rete, mentre il Fano per 5 partite di seguito ha sempre subito dei gol. Il Brescello, invece, è la squadra che ha vinto di meno (solo 2 come l'Imolese) e che ha perso di più (11 volte come il Fano). L'Imolese è la compagine che ha ottenuto più pareggi (9), mentre il Fano ha concluso in parità una gara solo in 3 occasioni. Il Brescello ha la difesa più battuta (28 reti subite, di cui 16 in casa), il Fano l'attacco più sterile (7 gol fatti, uno solo in trasferta).

29/12/2002
Il Sassuolo ingaggia l'esperto Giandebiaggi

Colpo di calciomercato del Sassuolo. La società neroverde ingaggia il forte centrocampista Marco Giandebiaggi, di 33 anni, la scorsa stagione ha giocato con il Cosenza in serie B. Giandebiaggi vanta diverse presenze in serie A (139) con le casacche di Cremonese e Verona. Il Sassuolo cerca anche un attaccante e un centrocampista: è sulle tracce di Gabbriellini dell'Imolese e di Antonioli del Rimini. Il Fano, dopo il mancato accordo con Giandebiaggi che si è accasato a Sassuolo, prende il mediano Danilo Stefani (23 anni) dall'Acireale. La squadra marchigiana cerca altri rinforzi e si fanno già dei nomi: sono quelli del difensore Ballanti del Rimini, del centrocampista Redavid del Crotone (ex giocatore rossoblù nella stagione 2000-01) e dell'attaccante Pierobon del San Marino. In partenza da Fano, invece, ci sono il difensore Sugoni (Morro D'Oro), il centrocampista Santinelli (Massalombarda) e l'attaccante Roncarati che dovrebbe andare alla Cavese. Il Grosseto ingaggia il centrocampista Diego Di Chiara (21 anni) dal Taranto. Il Rimini è sulle tracce di un nuovo attaccante: piacciono molto Soncin della Samb, Frisenda del Giulianova e Campologhi del Siena. In partenza ci sarebbe quindi la punta Micchi che è corteggiato dal Castelnuovo e dall'Altoadige. L'altra punta del Rimini Luconi è richiesto dal Sassuolo e dal San Marino, anche se difficilmente la società biancorossa si priverà del forte attaccante.

28/12/2002
Alessandrini: "Bisogna ritenerci soddisfatti in un girone così difficile"

Il mister del Gubbio Marco Alessandrini analizza per noi il girone di andata dei rossoblù: "Pur in mezzo a diverse difficoltà penso che bisogna ritenerci soddisfatti. Non è mai facile ripetersi a certi livelli, diciamo che il Gubbio da un anno e mezzo a questa parte è sempre nei quartieri alti della classifica, e poi non bisogna dimenticare anche il budget che spende il Gubbio e quello che spendono altre società. Aldilà di questi aspetti, penso che con l'ultima vittoria abbiamo una classifica soddisfacente anche se ancora manca tutto il girone di ritorno". Cosa si aspetta e si augura per il girone di ritorno: "Di dare continuità al nostro lavoro. Sarei molto contento se riuscissimo a mantenere la marcia che abbiamo fatto nell'andata. Non è facile perchè il campionato è difficilissimo e lo stiamo verificando in ogni gara, però l'atteggiamento nostro è quello di provarci, di avere convinzione, di credere in noi stessi e di giocarcela ogni domenica come abbiamo sempre fatto. Noi dobbiamo onorare i nostri tifosi e la nostra società mettendoci il massimo impegno ogni partita". Chi vincerà il campionato?: "E' una sfida tra Fiorentina e Rimini, per blasone e per organico, sono al di sopra della media. La squadra viola può inoltre contare su un pubblico da serie A". Qual'è stato il giocatore rossoblù che lo ha sorpreso di più fino a questo momento?: "Non è mia consuetudine fare dei nomi, perchè bisogna ringraziare tutti i giocatori se siamo lì in classifica, però con tutta onestà penso che un plauso particolare se lo merita Sandreani: è un ragazzo che sta dimostrando nel primo anno di professionismo di avere quell'umiltà e quelle qualità che possono essere utili a qualsiasi squadra".

27/12/2002
Giovanili rossoblù al giro di boa

E' finito il girone d'andata, non solo per la prima squadra, ma anche per le giovanili rossoblù. La "Berretti" allenata da Cavicchi lo ha chiuso alla grande sconfiggendo in trasferta il Teramo (1-2) con le reti di Tassi e Radicchi. La squadra eugubina si trova in quinta posizione dietro a Castel di Sangro, Perugia, Giulianova e Pescara, e deve recuperare ancora una gara: Marchi e Radicchi sono i giocatori che hanno realizzato più reti per i rossoblù (5 gol a testa). Gli "Allievi" allenati da Francioni, invece, si trovano a metà classifica in un girone dove l'unica squadra che rappresenta una società di C/2 è proprio quella eugubina: sono presenti le blasonate Lazio, Perugia e Roma della serie A, mentre per la serie cadetta ci sono squadre come Ascoli, Siena e Ternana. Il girone di andata si è concluso con un importante risultato: i giovani rossoblù sono riusciti a pareggiare a Roma contro la Lazio (1-1). Il capocanniere della squadra eugubina è Gaggiotti (7 gol), autore della rete che ha permesso al Gubbio di pareggiare con la Lazio.

27/12/2002
L'Imolese cambia allenatore

L'Imolese, dopo l'esonero in settimana del tecnico Salvatore Bianchetti, ufficializza il nuovo allenatore: si tratta di Cristiano Bergodi, 38 anni, lo scorso anno sulla panchina dello Spoleto (ex giocatore di Lazio e Pescara). Per quanto riguarda il mercato, invece, la Fiorentina mette a segno due colpi: arrivano a rinforzare ulteriormente la squadra viola gli esperti calciatori Baronchelli e Maspero. Giuseppe Baronchelli è un difensore di 31 anni e proviene dal Catania: il calciatore si sta allenando già con la squadra gigliata. Riccardo Maspero è un centrocampista di 32 anni ed è di proprietà del Torino: l'accordo tra il calciatore granata e la società viola già c'è, manca solo la firma sul contratto. Maspero in precedenza ha vestito in serie A le casacche di Cremonese, Lecce, Perugia, Sampdoria e Vicenza. Anche il Fano, nel mercato di riparazione di gennaio, potrebbe ingaggiare un calciatore di spicco: la società marchigiana sarebbe sulle tracce del regista Marco Giandebiaggi, di 33 anni, la scorsa stagione in serie B con il Cosenza (ex giocatore in serie A del Verona).

26/12/2002
Rizzo tra i migliori under 23 del girone

Il difensore rossoblù Antonio Rizzo risulta uno dei migliori giocatori under 23 del girone B della C/2. In base ad un concorso istituito e pubblicato dal sito www.violanews.com, alla fine del girone di andata, il giovane calciatore rossoblù (classe '81) si colloca al secondo posto totalizzando 37 punti: è preceduto di un solo punto dal difensore del Rimini Stefano Di Fiordio (classe '80) che ha ottenuto 38 punti. In terza posizione troviamo il centrocampista del Forlì Davide Poletti con 34 punti. Occupa la quarta posizione il laterale sinistro Ekye Bismark (Aglianese) con 33 punti, mentre il centrocampista Giuseppe De Feudis (San Marino) è quinto con 30 punti. Viene stilata anche la miglior formazione Under 23, schierando un ipotetico 4-4-2: in porta Bagnacani (Castel di Sangro); in difesa Rizzo (Gubbio), Di Fiordio (Rimini), La Bruna (Montevarchi) e Bismark (Aglianese); a centrocampo Poletti (Forlì), De Feudis (San Marino), Pacini (Poggibonsi) e Moro (Sangiovannese); in attacco Moscardelli (Sangiovannese) e Ghidini (Imolese). Infine, lo stesso sito, dà i voti alle squadre del girone ai vertici della classifica: il Forlì è solitario al primo posto con il voto 7,5; seguono Aglianese, Fiorentina e Rimini (2°) con il voto 7; Gubbio e Grosseto in terza posizione con il voto 6,5; San Marino (4°) con il voto 6.

24/12/2002
Cipolla squalificato per due giornate

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Mano pesante del Giudice Sportivo nei confronti del Gubbio che dovrà fare a meno le prossime due gare di una pedina fondamentale nel reparto avanzato. Infatti l'attaccante Giovanni Cipolla è stato squalificato per due giornate: salterà quindi la trasferta di Savona e la partita in casa contro il Castel di Sangro. L'allenatore Cuttone del Gualdo è stato fermato fino al 7 gennaio. Non potranno giocare la prossima partita di campionato, in programma il 5 gennaio, i calciatori La Bruna (Montevarchi), Lauro (San Marino), Ferrari (Brescello), Mengoni (Castel di Sangro), Grassi (Castelnuovo), Fanani (Poggibonsi), Di Fiandra (Sangiovannese), Barsotti (Sassuolo), Bianconi (Grosseto) e Memè (Gualdo): sono stati appiedati tutti per un turno.

24/12/2002
Il Castel di Sangro vicino al fallimento

La società del Castel di Sangro si avvia verso lo scioglimento. Nei giorni scorsi la Covisoc, dopo una visita ispettiva negli uffici della società, aveva accertato un mancato pagamento di contributi per 800 mila euro risalenti alle ultime stagioni, e aveva intimato alla società giallorossa di ripianare il debito entro breve tempo. Invece l'assemblea dei soci di ieri non ha dato esito positivo, anzi, c'è stata una rottura tra le parti che nei giorni scorsi sembravano aver raggiunto un'intesa per il salvataggio della società. Nel caso in cui non venisse raggiunto un accordo in extremis, il Castel di Sangro rischia l'esclusione dall'attuale campionato, con la conseguente retrocessione della squadra. Intanto l'Imolese, dopo la sconfitta subita a Brescello, è destinata a cambiare allenatore. L'esonero del tecnico Salvatore Bianchetti sembra ormai inevitabile: nulla è ancora ufficiale, ma la volontà della società rossoblù sarebbe questa dopo il consiglio d'amministrazione che si è tenuto ieri. Tra i possibili sostituti, si fanno già alcuni nomi: sono quelli di Poli, di Ficcadenti e di Cabrini.

22/12/2002
Un grande Gubbio supera l'Aglianese (1-0)

Ultima giornata di campionato di andata, il Gubbio affronta al "San Biagio" la temibile Aglianese. Mister Alessandrini deve fare a meno dell'infortunato Clementi (sciatalgia): il tecnico rossoblù fa giocare di punta Cipolla supportato sul fronte d'attacco da Bochu e rientra dal primo minuto Orocini a centrocampo. Il Gubbio vuole chiudere nel migliore dei modi l'anno e cerca di vincere, pur sapendo di avere davanti una formazione molto difficile da affrontare. Inizia la gara. I rossoblù partono subito forte alla ricerca del vantaggio, i toscani vengono sorpresi dall'aggressività dell'avversario e stentano a costruire una trama di gioco pericolosa in avanti. Al 5' primo episodio dubbio in area ospite: Cipolla salta Gemignani ed appena entrato in area di rigore viene toccato sul piede d'appoggio dal difensore toscano, l'arbitro preferisce far continuare l'azione. Dieci minuti più tardi nuovo episodio contestato dai rossoblù in area ospite: contatto di Scugugia su Cipolla, l'arbitro fa proseguire. Sugli sviluppi della stessa azione Lazzoni prova un tiro da fuori, il portiere Lippi si accartoccia e abbranca la sfera. Al 17' bella sgaloppata di Mattioli che prova un tiro dalla distanza, la palla termina a lato. Al 18' Rossi serve Graziani che tira in porta dal limite dell'area, para senza grosse difficoltà il portiere rossoblù Fabbri. Al 22' Panisson pennella in mezzo un corner, Lazzoni gira a rete, salva a pochi passi dalla porta il difensore Scugugia che spedisce di nuovo la palla in angolo. Un minuto più tardi, è il 23', ennesimo episodio dubbio in area toscana: Cipolla viene affossato dal difensore Specchia, l'arbitro non vede nulla e non concede il penalty. L'episodio viene molto contestato dai giocatori e dal pubblico rossoblù. Al 26' ci prova Orocini su punizione da quaranta metri ma il suo tiro va fuori. In campo si vede solo la squadra eugubina, mentre l'Aglianese sembra frastornata e subisce gli attacchi dei padroni di casa, e per fermarli ricorre spesse volte al gioco falloso. Al 29' il Gubbio raggiunge il meritato vantaggio: gran tiro da fuori area di Sandreani direttamente in porta, il portiere neroverde Lippi respinge come può la potente conclusione del centrocampista rossoblù, si avventa sul pallone Cipolla e in posizione molto decentrata spedisce la sfera sotto la traversa. Gran gol del "funambolo" attaccante rossoblù, una rete da categorie superiori. Al 39' evidente fallo di reazione di Gemignani nei confronti di Bochu, il direttore di gara anche in questo caso non si avvede di nulla scatenando le proteste del sempre civile pubblico eugubino. Al 44' bella azione manovrata del Gubbio: Cipolla lancia in profondità Bochu che si invola in area di rigore, il francese mette in mezzo un pallone invitante per l'accorrente Panisson che tira di prima intenzione in porta, il portiere ospite Lippi si supera deviando in tuffo la sfera in angolo quando ormai sembrava destinata in fondo al sacco. Finisce così il primo tempo sul punteggio di 1-0 per il Gubbio. Nella ripresa la gara si gioca sulla stessa falsa riga dei primi 45 minuti. L'Aglianese avanza il baricentro ma non crea dei grossi pericoli in attacco, mentre il Gubbio è in palla e gioca con scioltezza ed aggressività su ogni pallone. Al 47' Mattioli esegue un tiro-cross dalla sinistra, il portiere ospite Lippi devia in angolo la sfera destinata ad infilarsi sotto il set. Al 58' il Gubbio ha la possibilità di raddoppiare: Cipolla lancia a rete Bochu che appena entrato in area solo davanti al portiere viene messo a terra da Specchia, l'arbitro non può far altro che concedere il calcio di rigore. Il difensore toscano andava anche espulso perchè era l'ultimo uomo, ma il direttore di gara preferisce non sanzionare il giocatore neroverde. Dagli undici metri calcia debolmente Orocini, il portiere Lippi intercetta il tiro e sventa il pericolo. Al 60' Mattioli effettua un nuovo tiro-cross dalla sinistra molto teso, la palla colpisce il palo interno e ritorna in campo a portiere ormai battuto. Al 65' entra in campo Zebi al posto di Panisson, e cinque minuti più tardi avviene la stessa cosa con Bartolini che sostituisce Bochu. Al 71' la prima vera occasione in attacco dell'Aglianese: Le Noci calcia un corner in mezzo, svetta sopra tutti Gemignani e gira a rete, la palla sorvola la traversa. Al 72' bella progressione di Rizzo sulla fascia destra che crossa in mezzo, velo del neo entrato Bartolini, Orocini dal limite fa partire un bolide al volo che lambisce di poco la traversa. All'80' entra anche De Pascale al posto di Orocini. All'82' Sandreani effettua un gran tiro dalla distanza, l'estremo difensore Lippi si distende in tuffo e devia la sfera in corner. All'87' Bartolini ruba palla in area a Specchia ma quando si trova solo davanti al portiere spreca tutto calciando a lato. All'89' il Gubbio rimane in dieci: il guardalinee richiama l'arbitro ed espelle l'attaccante rossoblù Cipolla. Il collaboratore di linea del direttore di gara sembra aver visto un fallo di reazione di Cipolla nei confronti di Scugugia: l'episodio è senza dubbio da rivedere per capire ciò che realmente è accaduto. Finisce così un incontro che ha visto vincere la squadra di Alessandrini in modo netto: gli eugubini in campo hanno offerto un'ottima prestazione annientando praticamente gli avversari. Gli ospiti non sono entrati mai in partita e non hanno quasi mai creato pericoli alla retroguardia eugubina. Il Gubbio chiude nel migliore dei modi l'anno in corso con una vittoria e si riavvicina ai vertici della classifica (i playoff sono ad un solo punto). Il migliore in campo per i rossoblù, a nostro modo di vedere, è stato Rizzo: sulla fascia destra ha macinato chilometri, ha lottato su ogni pallone, è stato molto efficace in copertura e molto pericoloso in avanti per tutti i novanta minuti. Buona la prestazione in difesa anche di Bruni, preciso e attento in ogni intervento, una prestazione senza dubbio impeccabile. In attacco è stato fondamentale il francese Bochu, ha svariato su tutto il fronte d'attacco ed è stato una vera spina nel fianco per la difesa avversaria. Infine segnaliamo una curiosità: l'arbitro che ha diretto la gara di oggi era toscano come la squadra dell'Aglianese. E' un fatto che lascia senza dubbio qualche perplessità. Il campionato ora osserva una sosta per le feste natalizie: si riprenderà il 5 gennaio e il Gubbio dovrà affrontare il Savona in trasferta senza Cipolla, che è stato espulso e sarà sicuramente squalificato.
Gubbio
: Fabbri, Rizzo, Mattioli, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Bochu (70' Bartolini), Sandreani, Cipolla, Orocini (80' De Pascale), Panisson (65' Zebi). All. Alessandrini (sostituito in panchina dal secondo allenatore Cicioni perchè squalificato).
Aglianese: Lippi, Gemignani, Bismark, Nofri, Specchia, Scugugia, Carnesalini (63' Sarli), Allegri, Rossi, Maretti (77' Gattari), Graziani (43' Le Noci). All. Buglio.
Rete: 29' Cipolla (G).
Arbitro: Ioseffi di Siena (Parrella di Sala Cosilina e Buonocore di Castellammare di Stabia). Ammoniti: Sandreani (G); Scugugia, Maretti, Specchia e Bismark (A). Espulsi: Cipolla (G) all'80'. Spettatori 1068.
I RISULTATI DELLA 17°GIORNATA:
Brescello - Imolese 2-0
11' Ferrari F. (B), 91' Ferrari F. (B)
Castelnuovo - Forlì 0-1
81' Tedeschi (F)
Fano - Sangiovannese 1-2
34' Roncarati (F), 67' Moscardelli (S), 85' Di Fiandra (S)
Grosseto - Rimini 0-0
Gubbio - Aglianese 1-0
29' Cipolla (G)
Montevarchi - Gualdo 1-0
18' Tarpani (M)
San Marino - Poggibonsi 0-0
Sassuolo - Fiorentina 0-1
34' Riganò (F)
Savona - Castel di Sangro 0-1
65' Federici (C)

22/12/2002
Gualdo-Savona si recupera il 15 gennaio

La Lega Professionisti di serie C ha reso noto che la partita Gualdo-Savona viene recuperata il 15 gennaio alle ore 14,30. A suo tempo la gara non si disputò per il grave lutto che ha colpito la società biancorossa per la scomparsa del suo presidente Angelo Barberini. Inoltre la gara Forlì-Fiorentina, valevole per la prima giornata di ritorno in programma il 5 gennaio, non si potrà disputare al "Morgagni". La Prefettura ha comunicato alla società romagnola l'impossibilità di svolgere la suddetta partita nello stadio forlivese "per motivi di ordine pubblico". Da Firenze ci sarebbe già una richiesta di quasi 3000 biglietti per i tifosi viola, e i circa 3500 posti dello stadio "Morgagni" di Forlì sarebbero ritenuti insufficienti.

21/12/2002
Domenica Gubbio-Aglianese alle ore 14.30

Domenica, nell'ultima giornata di andata, il Gubbio affronta al "San Biagio" la temibile Aglianese. Mister Alessandrini deve fare a meno dell'infortunato bomber Clementi (sciatalgia), per il resto sono tutti disponibili. Il tecnico rossoblù può scegliere tra due alternative: far giocare in attacco la coppia Bartolini-Cipolla, oppure mettere Cipolla di punta supportato da Bochu a svariare su tutto il fronte avanzato. Non è escluso il rientro dal primo minuto di Orocini. L'Aglianese, invece, è al completo. Il tecnico neroverde Buglio recupera l'esterno Bismark, un giocatore di assoluto valore. Le probabili formazioni: GUBBIO: Fabbri, De Pascale, Mattioli, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Bochu, Sandreani, Cipolla, Orocini, Panisson; AGLIANESE: Lippi, Gemignani, Scugugia, Giunta, Nofri, Allegri, Rondinella, Maretti, Graziani, Bismark, Sarli.

21/12/2002
Crespini: "Ci teniamo a chiudere bene l'anno con una vittoria"

Il diesse del Gubbio Claudio Crespini commenta per noi la sconfitta subita dai rossoblù a Forlì: "Tutto sommato è stata una buona gara anche se ci ha visti sconfitti. Su un campo pesantissimo, loro hanno trovato il gol subito e sono riusciti a difendere bene il risultato. Il Forlì ha la difesa più forte del campionato e dalla terza giornata, da quando ha preso dei nuovi giocatori, ha subito solo quattro gol in quattordici gare. Sapevamo che era una partita dura e non siamo stati nemmeno fortunati negli episodi cruciali". Sono tutti disponibili?: "Noi saremo quasi al completo. Dico quasi perchè non ci sarà Clementi che non si è allenato per tutta la settimana per un problema di sciatalgia. Per il resto siamo al completo". Domenica arriva al "San Biagio" l'Aglianese: " La squadra toscana ha perso solo due volte e ha il secondo miglior attacco. L'Aglianese recupera Bismark, il suo gioiello seguito anche da squadre di serie A. In più ha giocatori come Graziani e Rondinella che sono molto veloci in avanti. E' una squadra che gioca e fa giocare, noi dovremo stare attenti ed essere bravi soprattutto a ribaltare l'azione. Ci teniamo a chiudere bene l'anno, anche perchè una vittoria ci manterrebbe nelle prime cinque in classifica". Si è aggregato un nuovo giocatore nella rosa del Gubbio, il giovane di 21 anni Nicola Fumai: "Abbiamo trovato un accordo con il Bari, è un giocatore che viene qui con la formula del prestito: è molto bravo sugli esterni e soprattutto ci arricchirà in una zona quella del centrocampo dove siamo veramente troppo contati. Dal 12 gennaio sarà a disposizione della squadra".

20/12/2002
Bruni premiato come miglior giocatore rossoblù della scorsa stagione

Mercoledì sera, nella consueta "Cena degli Auguri" che si tiene ogni anno prima di Natale, è stato premiato il miglior giocatore rossoblù della stagione 2001-02: il difensore Gionata Bruni è stato il calciatore più votato per il suo rendimento nello scorso campionato. La serata è stata organizzata dallo sponsor ufficiale di questa stagione Cementerie "Aldo Barbetti". A fare gli onori di casa la dottoressa Antonella Barbetti al ristorante "Fabiani": oltre alla dirigenza al completo, erano presenti il dottor Giuseppe Colaiacovo in rappresentanza dell'altro sponsor "Colacem", il sindaco Orfeo Goracci, tutti i giocatori e i tecnici della prima squadra e delle giovanili. Intanto nella rosa del Gubbio si aggrega in prova un nuovo calciatore: si tratta di Nicola Fumai, 21 anni, di proprietà del Bari (la scorsa stagione giocava con il Lanciano in C/1). Il giocatore è un jolly, può ricoprire diversi ruoli sia a centrocampo che in difesa, e potrebbe tornare molto utile al mister Alessandrini visto che viene considerato un calciatore di grande talento. Il neo arrivato potrebbe essere tesserato dalla società rossoblù entro gennaio.

19/12/2002
Supertifo: "Ubriachi per il nostro Gubbio"

Il quindicinale "Supertifo", uscito due giorni fa in edicola, dedica due pagine ai tifosi rossoblù con il titolo: "Ubriachi per il nostro Gubbio". L'articolo mette in risalto l'attaccamento dei tifosi del Gubbio per la propria squadra: "Lanciato ai piani alti della C/2 girone B, il Gubbio è sostenuto da una tifoseria di buon spessore. Il gruppo guida, gli Ultrà, hanno superato la soglia del ventennale". All'interno c'è scritto ancora: "Ci sono tifoserie che si fanno largo nel panorama ultras senza strafare. Non hanno i mezzi, la storia e il serbatoio di tifosi delle squadre più grandi, ma garantiscono presenza costante, passione e quel pizzico di umiltà che non guasta". E' presente una foto della trasferta di quest'anno a Firenze, e Supertifo commenta così l'evento: "Questa stagione li ha visti presenti in buon numero su tutti i campi del girone. Tantissimi a Firenze: il Gubbio ha perso, ma loro hanno animato lo spicchio degli ospiti per tutti i novanta minuti".

18/12/2002
Fano, ecco il primo rinforzo

Il Fano si appresta a cambiar pelle. Dopo le partenze del centrocampista Greco (Grosseto), dell'attaccante Marcucci (Vastese), del difensore Micallo (Fermana) e del centrocampista Trionfante (Palermo), arriva il primo rinforzo: si tratta di Massimiliano Zazzetta, difensore di 23 anni, la scorsa stagione ha vinto il campionato di C/2 con la casacca del Teramo. Il neo arrivato, di proprietà della Juventus, si allena con la squadra granata ma sarà disponibile non prima del 12 gennaio. In casa Castel di Sangro, invece, si fa critica la situazione societaria. Gli attuali proprietari della squadra giallorossa hanno più volte manifestato le difficoltà nel portare avanti la gestione e si rischia la liquidazione della società. Si cerca una nuova compagine societaria capace di garantire un forte investimento economico e di sobbarcarsi la gestione societaria, e per questo si è mosso pure il sindaco della cittadina abruzzese Roberto Fiocca. Nei prossimi giorni ne sapremo di più sulla vicenda.

17/12/2002
Gli squalificati del girone B delle C/2

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone dell'A.S. Gubbio Calcio 1910. Il Poggibonsi contro il San Marino dovrà fare a meno di due giocatori: il difensore Fiasconi e l'attaccante Brunetti sono stati squalificati per una giornata. Anche la Fiorentina non potrà schierare due pedine importanti con il Sassuolo: l'attaccante Evacuo e il difensore Minieri sono stati fermati per un turno. Nello stesso girone B della C/2 non giocheranno domenica prossima i difensori Cacioli (Montevarchi), Lambrughi (Sassuolo) e Cavalcante (Castelnuovo), e il centrocampista Affatigato (Forlì): sono stati appiedati per un turno. Inoltre sono state multate queste società: Poggibonsi per 1000 euro, Grosseto 400 e Montevarchi 300. La partita di domenica Sassuolo-Fiorentina verrà giocata al "Giglio" di Reggio Emilia. Intanto l'attaccante del Fano Mirko Marcucci (30 anni), messo sul mercato dalla società granata la scorsa settimana, raggiunge l'accordo con la Vastese (Cnd).

17/12/2002
Tifosi rossoblù, striscione in memoria di Angelo Barberini

I tifosi del Gubbio presenti domenica al "Morgagni" di Forlì hanno esposto un lungo striscione bianco con scritto: "Ciao Angelo vero presidente". Gli ultrà rossoblù hanno ricordato in questo modo la scomparsa del presidente del Gualdo Barberini, deceduto venerdì mattina per un male incurabile. La redazione di Gubbiofans ringrazia inoltre, a nome di tutti gli eugubini, la famiglia Barberini per il messaggio scritto sul nostro guestbook. Senza dubbio la sua figura non sarà mai dimenticata.

15/12/2002
Il Gubbio sconfitto di misura a Forlì (1-0)

Sedicesima giornata di campionato, il Gubbio affronta in trasferta al "Morgagni" il Forlì. Mister Alessandrini ripropone il modulo 4-4-2: in difesa De Pascale gioca sulla fascia sinistra, Rizzo sulla destra mentre Mattioli si siede in panchina. Viene osservato un minuto di silenzio prima della gara per commemorare la scomparsa del presidente del Gualdo Barberini. La partita è subito vibrante e le occasioni non tardano a mancare. Al 2' Panisson crossa in mezzo, Clementi gira a rete ma il suo tiro va alto sopra la traversa. Al 6' avanzano i padroni di casa: Adani serve in area Tedeschi, l'attaccante biancorosso non riesce a concludere a rete. All'8' il Forlì passa in vantaggio: Poletti calcia in mezzo una punizione, Affatigato di testa colpisce il palo, Padovani è il più lesto di tutti e a due passi dalla porta mette in rete. La partita diventa in salita per i rossoblù colpiti dal gol a freddo dell'attaccante biancorosso e tentano di reagire. Al 16' Cipolla smarca bene in area Clementi, il "Cobra" tenta la conclusione a rete con un bel tiro rasoterra, si trova sulla traiettoria il difensore biancorosso Airoldi che riesce in extremis a salvare il pericolo deviando la sfera in angolo. Al 21' il Gubbio sfiora il pareggio: Panisson calcia in porta dalla lunga distanza un tiro ad effetto, la palla colpisce clamorosamente la traversa a portiere ormai battuto. Al 29' pregevole azione personale di Cipolla che si fa quaranta metri di campo saltando due avversari ed entra in area, chiude in extremis la difesa romagnola in calcio d'angolo. Al 35' Ghetti cerca di sorprendere di testa Fabbri, il portiere rossoblù è attento e abbranca la sfera. Al 43' gran punizione di Poletti, Fabbri blocca di nuovo la conclusione a rete. Al 44' disimpegno sbagliato della difesa rossoblù, Padovani ne approfitta e si invola in area, interviene Giacometti e sventa il pericolo fermando l'attaccante romagnolo lanciato a rete. L'episodio viene contestato dai giocatori di casa per un presunto fallo da rigore su Padovani da parte del capitano eugubino. Al 45' è ancora l'attivo Poletti che prova un tiro dalla distanza, Fabbri in tuffo intercetta la potente conclusione del centrocampista biancorosso. Si conclude così il primo tempo sul punteggio di 1-0 per il Forlì. Nella ripresa la gara si gioca sulla stessa falsa riga dei primi 45 minuti. Il Gubbio cerca il pareggio mentre il Forlì, dal canto suo, cerca di chiudere la gara alla ricerca del gol del raddoppio: la partita viene giocata a viso aperto da entrambi le squadre. Al 53' Padovani serve Poletti, gran tiro del centrocampista biancorosso in porta, para in due tempi il portiere rossoblù Fabbri. Al 57' entra in campo Orocini al posto del bomber Clementi. Al 59' va in gol Padovani lanciato da Poletti ma la rete viene annullata per un evidente fallo di mano dell'attaccante biancorosso. Al 66' ci prova Maresi dalla distanza ma il suo tiro va abbondamente alto sopra la traversa. Al 67' Sandreani serve Rizzo che tira con prontezza in porta, il portiere biancorosso Scalabrelli in tuffo devia in corner la pericolosa conclusione a rete del difensore rossoblù. Al 73' Rizzo dalla destra crossa in mezzo, Airoldi anticipa in extremis Sandreani deviando la palla in corner. Al 77' il mister rossoblù Alessandrini prova la carta Bartolini che entra in campo al posto di Panisson. Al 83' Lazzoni lancia bene in area il neo entrato Bartolini, chiude bene il portiere Scalabrelli che abbranca la palla. All'85' nuova sostituzione per il Gubbio: Marinelli subentra al posto dell'attaccante Cipolla. All'87' Tresoldi serve un passaggio invitante in area ad Agostini che viene chiuso dalla difesa rossoblù, sugli sviluppi della stessa azione Maffei prova un gran tiro dalla distanza che sfiora di poco il palo. Forcing finale del Gubbio che cerca invano il pareggio. All'88' Orocini tenta la conclusione a rete da fuori area ma il suo tiro non riesce a dare i frutti sperati. Al 90' episodio molto dubbio in area romagnola: il neo entrato Marinelli viene toccato dal difensore Calderoni e cade terra, l'arbitro inverte la decisione e concede un calcio di punizione in favore del Forlì. Nella circostanza, il difensore biancorosso sembra anche toccare la sfera con una mano. Finisce così l'incontro con il punteggio di 1-0 per i padroni di casa. La squadra rossoblù torna a casa senza punti: la partita è stata accesa e vibrante, soprattutto nel finale di gara gli eugubini hanno cercato di raggiungere il pareggio ma davanti hanno trovato un forte e aggressivo Forlì che merita senza dubbio la posizione in classifica. Questo dimostra il fatto che questo girone è difficile e molto equilibrato, e ogni domenica le squadre da affrontare sono sempre ben attrezzate e agguerrite. Il migliore in campo per i rossoblù, a nostro avviso, è stato Sandreani: instancabile motorino in mezzo al campo, ha lottato fino alla fine su ogni pallone senza risparmiarsi. Da segnalare anche la buona prestazione del francese Bochu che ha cercato di rendersi pericoloso svariando su tutto il fronte d'attacco contro l'arcigna difesa biancorossa (ha subito solo 8 gol in 16 partite). Il Gubbio in virtù di questo risultato scende al sesto posto in classifica, ma c'è tutto il tempo per rifarsi domenica prossima al "San Biagio" contro l'Aglianese, anche se la squadra toscana è un avversario di tutto rispetto e molto temibile.
Forlì: Scalabrelli, Ghetti, Tresoldi, Affatigato, Airoldi, Calderoni, Adani, Maresi, Padovani (73' Maffei), Poletti (80' Gentilini), Tedeschi (85' Agostini). All. Di Fabio.
Gubbio: Fabbri, Rizzo, De Pascale, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Bochu, Sandreani, Clementi (57' Orocini), Panisson (77' Panisson), Cipolla (85' Marinelli). All. Alessandrini (sostituito in panchina dal secondo allenatore Cicioni perchè squalificato).
Rete: 8' Padovani (F).
Arbitro: Forconi di Aprilia. Ammoniti: Panisson (G); Padovani, Poletti e Affatigato (F). Spettatori: 900 circa (una cinquantina provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 16°GIORNATA:
Aglianese - Sassuolo 2-1
20' Gemignani (A), 65' Balestri (S), 87' Graziani (A)
Castel di Sangro - Brescello 1-0
92' Marinucci (C)
Fiorentina - San Marino 2-0
41' Ripa (F), 69' Riganò (F)
Forlì - Gubbio 1-0
8' Padovani (F)
Gualdo - Savona
rinviata a data da definire
Imolese - Fano 1-1
76' Morelli (F), 87' Schiavon (I) rig.
Poggibonsi - Montevarchi 1-2
6' Gemmi (P), 15' Vigna (M), 23' Vigna (M)
Rimini - Castelnuovo 3-0
47'pt. Rachini (R), 60' Bordacconi (R) rig., 88' Luconi (R)
Sangiovannese - Grosseto 3-1
24' Moscardelli (S), 34' Marcat (S), 44' Bianconi (G), 76' Moscardelli (S)

14/12/2002
Domenica Forlì-Gubbio alle ore 14.30

Domenica il Gubbio affronta in trasferta al "Morgagni" il Forlì. Mister Alessandrini non ha problemi di formazione, tutti i giocatori sono a disposizione dell'allenatore. Anche il centrocampista Orocini sembra aver smaltito i problemi emersi durante la gara con il San Marino di tre domeniche fa e in settimana si è allenato regolarmente con la squadra. Il tecnico rossoblù, come sempre, non fa trapelare nulla e la formazione che scenderà in campo rimane top-secret. Il Forlì, invece, con ogni probabilità dovrà fare a meno in attacco di Neri e Cacciatori, entrambi acciaccati, mentre viene recuperato l'esperto "Condor" Agostini. Le probabili formazioni: FORLI': Scalabrelli, Cortini, Tresoldi, Affatigato, Ghetti, Calderoni, Adani, Maresi, Agostini, Poletti, Tedeschi; GUBBIO: Fabbri, De Pascale, Mattioli, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Bochu, Sandreani, Clementi, Panisson, Cipolla.

13/12/2002
Alessandrini: "Bisogna dare continuità a certe prestazioni"

Il mister rossoblù Marco Alessandrini commenta per noi la partita tra Gubbio e Rimini di domenica scorsa: "La squadra ha fatto il possibile per vincere contro un avversario difficile e forte. Ad un certo punto, alla fine se avessimo vinto nessuno avrebbe potuto dire niente. La prestazione della nostra squadra mi ha soddisfatto ma adesso da subito bisogna dare continuità a queste prestazioni. Non dimentichiamo che già dalla domenica prima a Gualdo la squadra è stata abbastanza tonica". Sono tutti disponibili?: "Si, eravamo abituati a convivere con diverse assenze mentre a oggi tutti i giocatori sono a disposizione". Domenica trasferta insidiosa a Forlì: "La classifica testimonia la forza di questa squadra, nelle ultime sette partite ha fatto cinque vittorie e due pareggi. Non si fanno certi risultati e non si è ai vertici della classifica, pur essendo penalizzati di due punti, se non ci sono dei valori. E' una compagine da rispettare e ci vuole il Gubbio delle ultime domeniche". E' scomparso il presidente del Gualdo Barberini: "E' una persona che avevo conosciuto ultimamente, ha dato tanto nel calcio ed era il primo tifoso della propria squadra e della propria città. Il dispiacere è grande, per cui voglio onorare la sua memoria con affetto".

13/12/2002
Gualdo-Savona rinviata

A causa della scomparsa del presidente Angelo Barberini, la prossima gara di campionato tra Gualdo e Savona è stata rinviata a data da destinarsi. Si fermano per un turno anche le altre compagini biancorosse.

13/12/2002
Gualdo, si è spento il presidentissimo Barberini

Un grave lutto ha colpito la società del Gualdo Calcio. Ieri notte, infatti, è venuto a mancare il presidente del club biancorosso, Angelo Barberini. L'amministratore delegato della Tagina Ceramiche d'Arte S.p.A. guidava la società gualdese dal 1990. Ironico, frizzante e da sempre gran tifoso, Angelo Barberini ha sempre seguito con passione le vicende della società umbra. Di lui resteranno impressi nel cuore dei tifosi gli anni straordinari in cui il Gualdo è salito dall'eccellenza alla serie C/1, fino a quella maledetta giornata in cui i biancorossi hanno visto svanire contro un palo la promozione in serie B nella finalissima playoff contro l'Avellino. Angelo Barberini, 62 anni, era malato da tempo: non ha potuto assistere nemmeno all'ultimo derby giocato due settimane fa al "Luzi". Lascia una moglie e due figli. Il sito di "Gubbiofans", in tutte le sue componenti, esprime le più sentite condoglianze alla famiglia, alla società ed a tutti i tifosi del Gualdo Calcio. Lo sport umbro - e non solo - ha perso un grande protagonista. (Si ringrazia il sito www.tuttogubbio.it)

12/12/2002
Fano, in partenza quattro giocatori

Il Fano, dopo l'ennesima sconfitta subita in casa con il Poggibonsi, decide di sfoltire la rosa in attesa del mercato di riparazione di gennaio. Il centrocampista Greco (33 anni) ha già rescisso consensualmente il contratto e passa al Grosseto. Viene messo fuori rosa anche Marcucci, 30 anni, autore di 20 reti nella passata stagione mentre quest'anno non è andato mai a segno (Rovigo e Sanremese sarebbero interessate all'acquisto dell'attaccante). La stessa sorte potrebbe toccare anche al difensore Micallo e al centrocampista Trionfante, entrambi di 20 anni, che ritornerebbero alle loro squadre di appartenenza e cioè Fermana e Palermo. La società marchigiana, inoltre, ha deciso il silenzio stampa per tutti i tesserati granata. A Brescello, invece, in queste ore è previsto un incontro tra il vecchio proprietario della squadra emiliana Ernesto Foglia e il nuovo acquirente Gianfranco Marcelli: le due parti sono praticamente d'accordo su tutto, manca solo la firma. Infine, nella rosa della Fiorentina si aggrega in prova per una settimana un nuovo calciatore: si tratta del portiere francese Michel Fabre.

10/12/2002
Cipolla: "Abbiamo giocato alla pari della capolista Rimini"

Nella trasmissione "Fuorigioco" di questa sera, in onda su Trg, hanno partecipato i giocatori Giovanni Cipolla e Alessandro Giacometti. L'attaccante Cipolla commenta così la partita pareggiata dai rossoblù contro il Rimini: "E' stata una delle più belle prestazioni del Gubbio: abbiamo giocato bene a centrocampo, sia nelle ripartenze che in copertura, e siamo stati alla pari della capolista Rimini. Se giochiamo sempre così possiamo toglierci delle grosse soddisfazioni". Il difensore Giacometti analizza il match in questo modo: "Volevamo dare una grande soddisfazione ai nostri tifosi che ci seguono sempre in massa disputando un'ottima gara. Il Rimini è molto forte e dispone di una rosa tale che non dipende da un solo giocatore. In più ha Ricchiuti che ha doti da categorie superiori, ma Lazzoni domenica gli ha lasciato pochi spazi". Il capitano si sofferma sull'episodio del rigore concesso ai romagnoli a sei minuti dalla fine: "Secondo me non c'era assolutamente. La mia sensazione è stata quella che Orocini quando è intervenuto ha preso la palla e non le gambe dell'avversario. Fortuna che poi ci ha pensato Fabbri a neutralizzare il rigore". Domenica si va a Forlì: "La squadra biancorossa è una squadra molto solida che ha subito solamente otto gol. Inoltre dispone di giocatori validi e di tutto rispetto come Tedeschi, Neri e Agostini in attacco. Noi cercheremo di affrontarli come facciamo sempre, a viso aperto, giocando sempre per vincere".

10/12/2002
Alessandrini squalificato fino al 24 dicembre dal Giudice Sportivo

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone dell'A.S. Gubbio Calcio 1910. L'allenatore del Gubbio Marco Alessandrini è stato squalificato fino al 24 dicembre. Il tecnico del Montevarchi Luciano Filippi, invece, non potrà sedersi in panchina fino il 17 dicembre. Il Sassuolo contro l'Aglianese non potrà schierare due giocatori: il difensore Fiumana e l'attaccante Suarez sono stati squalificati per una giornata. Domenica prossima non potranno giocare anche il portiere Flauto (Poggibonsi), il difensore Palazzi (Fano), l'attaccante Morello (Brescello), e i difensori Guzzo (Fiorentina) e Mastronicola (Rimini): sono stati appiedati per un turno. Inoltre sono state multate le società di Gubbio e Rimini per 400 euro. Infine il Giudice Sportivo ha squalificato per una giornata il campo del Savona per le intemperanze dei propri tifosi durante e dopo la gara di domenica scorsa con la Fiorentina, terminata 1-0 per i viola.

08/12/2002
Gubbio e Rimini finisce in parità dopo una partita mozzafiato (1-1)

Quindicesima giornata di campionato, il Gubbio affronta al "San Biagio" la capolista Rimini. Mister Alessandrini, in difesa, fa giocare centrale De Pascale al posto dello squalificato Bruni. Scendono in campo regolarmente Giacometti e Sandreani anche se non sono al meglio della condizione, mentre Orocini si siede in panchina. Il Gubbio, nonostante la non perfetta condizione fisica di diversi giocatori, cerca la vittoria. Il Rimini, però, dimostra sul rettangolo di gioco di essere una squadra ben messa in campo dall'ex tecnico rossoblù Acori, è solida in tutti i reparti e possiede diversi giocatori di grande spessore tecnico. La partita è abbastanza equilibrata e le due squadre si sfidano a viso aperto. Al 6' Clementi smarca di tacco in area Cipolla, sventa il pericolo il portiere biancorosso Bizzarri anticipando l'attaccante rossoblù. Al 10' Ricchiuti su punizione prova una conclusione direttamente a rete ma il suo tiro va abbondantemente sopra la traversa. Al 12', sull'altro fronte, Sandreani tira in porta su punizione, para senza grossi problemi il portiere Bizzarri. Al 14' il Gubbio passa in vantaggio: Cipolla lancia sulla fascia sinistra Mattioli che crossa in mezzo, Rizzo raccoglie l'invito e al volo sfodera un gran bel diagonale che si infila nell'angolino dove Bizzarri non può arrivare. E l'1-0. Al 20' Luconi mette in rete la sfera dopo essere stato servito da Ricchiuti: l'attaccante romagnolo è in fuorigioco e l'arbitro non può far altro che annullare il gol. Al 26' Giacometti ruba palla a centrocampo a Di Giulio, si invola verso l'area e prova un tiro da fuori, il portiere Bizzarri non si fa sorprendere e in tuffo intercetta la sfera. Al 28' il Rimini raggiunge il pareggio: Bordacconi si beve in velocità i difensori Giacometti e De Pascale, e appena entrato in area infila la palla nell'angolino. Si chiude così il primo tempo sul punteggio di 1-1. Nella ripresa la partita si fa ancora più avvincente, numerose le occasioni da ambo le parti e le emozioni non tardano a mancare. Al 55' il direttore di gara assegna un calcio di rigore in favore del Rimini per un presunto contatto in area eugubina tra Ricchiuti e De Pascale ma il guardalinee vede tutto ravvisando un fallo di mano dell'attaccante biancorosso e l'arbitro non può far altro che ritornare sui suoi passi. Al 63' Panisson si invola sulla fascia sinistra e crossa in mezzo, dal limite Bochu fa partire un gran tiro al volo che sfiora di poco il palo alla sinistra del portiere Bizzarri. Al 65' Cipolla serve in area Panisson, salta un avversario e tira a rete, ma la sua conclusione termina a lato sul fondo. Un minuto dopo, è il 66', Bochu ruba palla in area di rigore a Mastronicola e tira in porta, chiude in uscita il portiere ospite Bizzarri con un provvidenziale intervento. Al 67' entra in campo Orocini al posto dell'attaccante Clementi. Al 71' Luconi serve in area il neo entrato Micchi, l'attaccante biancorosso si fa chiudere da un sempre pronto Fabbri in uscita. Al 76' il duo Micchi-Luconi si rende ancora pericoloso in area eugubina, il portiere rossoblù Fabbri ancora una volta è attento e non si fa sorprendere. Al 77' il neo entrato Orocini, dopo aver saltato un avversario, prova un tiro da fuori, in tuffo Bizzarri abbranca la sfera. Al 78' Rachini, servito da Micchi, spara alto un tiro dal limite. Al 79' il francese Bochu viene sostituito da Bartolini. Nel finale la partita si fa ancora più emozionante e i colpi di scena si susseguono. All'84' viene assegnato un penalty in favore del Rimini per un contatto in area da parte di Orocini su Di Giulio. Dal dischetto calcia Luconi, il portiere Fabbri è straordinario riuscendo a respingere in tuffo la conclusione a rete dell'attaccante biancorosso. Due minuti dopo, è l'86', il direttore di gara concede un calcio di rigore al Gubbio dopo un contatto in area romagnola di Mastronicola sul neo entrato Bartolini. Dagli undici metri tira Lazzoni, Bizzarri intuisce e in tuffo intercetta la sfera. Finisce così un incontro mozzafiato, giocato da ambo le squadre a viso aperto alla ricerca dei tre punti fino all'ultimo secondo. Da elogiare la prova di tutti i giocatori rossoblù, perchè nonostante le precarie condizioni fisiche di molti di essi, hanno provato fino alla fine a vincere lottando con il coltello tra i denti. E non era facile visto che davanti c'era un Rimini molto forte e compatto. La squadra biancorossa è senza dubbio una compagine che merita il primato in classifica, ha diversi giocatori come Bordacconi, Ricchiuti, Di Giulio e Rachini che sono di assoluto valore. Domenica il Gubbio affronterà in trasferta il Forlì, reduce dal pareggio fuori casa con il Brescello (1-1).
Gubbio: Fabbri, Rizzo, Mattioli, Lazzoni, De Pascale, Giacometti, Bochu (79' Bartolini), Sandreani (92' Zebi), Clementi (67' Orocini), Panisson, Cipolla. All. Alessandrini.
Rimini: Bizzarri, Mastronicola, Mussoni (66' Galliano), D'Angelo, Di Giulio, Di Fiordio, Rachini, Di Loreto, Luconi, Bordacconi (82' Nanni), Ricchiuti (61' Micchi). All. Acori.
Reti: 14' Rizzo (G), 28' Bordacconi (R).
Arbitro: Vicinanza di Albenga (Ricci e Iacovacci di Avellino). Ammoniti: Rizzo, Bochu e Panisson (G); Ricchiuti e Mastronicola (R). Espulsi: Mister Alessandrini (G) viene allontanato dal direttore di gara al 56'. Spettatori: 1378 (245 provenienti da Rimini).
I RISULTATI DELLA 15°GIORNATA:
Brescello – Forlì 1-1

56' Tagliani (B), 69' Maffei (F)
Castelnuovo – Gualdo 0-0
Fano – Poggibonsi 0-2
11' Fogacci (P), 80' Tondo (P)
Grosseto – Castel di Sangro 1-1
70' Gastasini (G), 93' Colella (C)
Gubbio – Rimini 1-1
14' Rizzo (G), 28' Bordacconi (R)
Montevarchi – Aglianese 0-0
San Marino – Imolese 1-1

14' Maniero (SM), 60' Polidori (I)
Sassuolo – Sangiovannese 0-0
Savona – Fiorentina 0-1

21' Riganò (F)

07/12/2002
Domenica Gubbio-Rimini alle ore 14.30

Il Gubbio domenica affronta al "San Biagio" la capolista Rimini. Mister Alessandrini deve fare a meno del difensore Bruni squalificato e diversi giocatori non sono al meglio della condizione (D'Alterio, Giacometti, Sandreani e Orocini) anche se quasi tutti dovrebbero essere regolarmente in campo. Sarà quindi un Gubbio "incerottato" che dovrà incontrare un lanciatissimo Rimini. La squadra romagnola, invece, potrà contare su tutti gli elementi a disposizione. L'unico assente sarà il bomber Di Nicola che starà fermo un mese per un problema ad un polpaccio: al suo posto in attacco giocherà Luconi. Il centrocampista Di Giulio ha smaltito l'infortunio e con ogni probabilità giocherà fin dall'inizio. Le probabili formazioni: GUBBIO: Fabbri, Rizzo, Mattioli, Lazzoni, De Pascale, Giacometti, Bochu, Sandreani, Clementi, Panisson, Cipolla; RIMINI: Bizzarri, Mastronicola, Mussoni, Di Loreto, Di Fiordio, D'Angelo, Trotta, Di Giulio, Luconi, Ricchiuti, Bordacconi.

07/12/2002
Fabbri: "Il pubblico è stato strepitoso"

Il portiere del Gubbio Fabio Fabbri commenta per noi la partita pareggiata dai rossoblù a Gualdo: "Secondo me il Gubbio ha interpretato bene questa difficile gara: abbiamo dimostrato carattere, eravamo andati sotto di un gol e siamo riusciti a recuperare. Abbiamo messo in campo la grinta e la determinazione, armi che il Gubbio conosce e cerca di mettere in campo ogni domenica. Il pubblico eugubino, poi, è stato strepitoso. In una giornata così fredda i nostri tifosi ancora una volta, come sempre tra l'altro, si sono dimostrati attaccati alla squadra e fa piacere ad un giocatore vedere tanto interesse. I supporters rossoblù sono stati veramente la ciliegina sulla torta nel derby". Diversi giocatori rossoblù non sono al meglio della condizione: "Alla fine dei conti contro il Rimini è una partita importante, anche se non si è al 100% della condizione, ogni giocatore la domenica ha voglia di giocare e ci mette sempre il cuore". Domenica arriva al "San Biagio" il Rimini: "Ho fatto cinque anni nelle giovanili e ho giocato due anni in prima squadra con la compagine biancorossa, e quindi mi lega il passato anche se in tempi lontani. Il Rimini poi lo conosciamo, è la capolista e dobbiamo stare attenti perchè è una grande squadra". Il portiere non si pente di aver scelto Gubbio: "Sono molto soddisfatto, ogni giorno che passa sono contento della scelta che ho fatto e spero che duri a lungo".

06/12/2002
Il Rimini a Gubbio per vincere

Il Gubbio, dopo il derby pareggiato a Gualdo, si trova in emergenza proprio nel momento in cui deve incontrare un trittico di partite molto difficili. Bruni è squalificato e diversi giocatori sono acciaccati: proprio per questo motivo, per evitare rischi, ieri è stata annullata la consueta amichevole infrasettimanale del Gubbio che era in programma a Nocera Umbra. Il Rimini, da par suo, si presenterà al "San Biagio" per portare a casa i tre punti in modo tale da consolidare il primato in classifica. Intanto il Poggibonsi dovrà fare a meno per un mese dell'attaccante Dosi: ha subito nei giorni scorsi un intervento chirurgico al menisco. Situazione tesa in casa Fano: i tifosi granata domenica prossima eseguiranno lo sciopero del tifo dopo le prestazioni deludenti dei propri beniamini. Nella squadra marchigiana ci saranno a gennaio arrivi e partenze: sarebbe questo il piano della società adriatica per risollevare la squadra dalla precaria posizione in classifica. Infine segnaliamo un importante gesto di solidarietà da parte della società e dei giocatori del Rimini: in settimana sono stati donati agli allievi della scuola elementare di San Giuliano di Puglia colpiti duramente dal terremoto due computer portatili e due stampanti, e il relativo pacchetto office.

05/12/2002
Gubbio, tifosi che passione

Il mensile sportivo di novembre "Sportissimo" titola in questo modo la copertina del proprio giornale: "Gubbio, tifosi che passione". All'interno ci sono due articoli. Il primo è intitolato "Il grande cuore rossoblù": in primo piano si parla dei tifosi del Gubbio che, in occasione della trasferta al "Franchi" di Firenze, hanno esposto uno striscione particolarmente suggestivo e toccante in favore delle vittime del terremoto di S.Giuliano di Puglia. Il secondo riguarda una statistica fatta sulle tifoserie della nostra regione intitolato: "Spettatori in calo, in Umbria solo Gubbio sorride". Si parla che dalla serie A alle categorie inferiori è notevole e costante la diminuzione del pubblico, e l'unica piazza che si tiene in alto è quella del Gubbio dove si è registrato il record di abbonamenti e le presenze al "San Biagio" sono quasi sempre sopra le 1200 unità. L'articolo mette in risalto che anche in trasferta la squadra eugubina è spesso sostenuta da accaniti fans.

04/12/2002
"Giornata Rossoblù" per Gubbio - Rimini

Comincia il conto alla rovescia per la sfida di domenica prossima al "San Biagio" tra la compagine rossoblù e la capolista Rimini. La società, per l'occasione, ha indetto il consueto appuntamento della "Giornata Rossoblù". Ricordiamo agli abbonati che in questa occasione le loro tessere non sono valide e che pertanto dovranno munirsi di biglietto. Onde evitare spiacevoli file ai botteghini, si effettuerà la prevendita presso la sede sociale in via Parruccini con il seguente orario: venerdì e sabato dalle ore 10 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 19. Le biglietterie dei settori gradinata e tribuna/curva saranno aperte alle ore 12.30 domenica allo stadio. Si comunica, inoltre, che da Rimini è stata effettuata la richiesta di ben 500 biglietti del settore ospiti.

03/12/2002
Lazzoni: "Abbiamo raggiunto meritatamente il pareggio"

Nella trasmissione "Fuorigioco" di questa sera, in onda su Trg, hanno partecipato i giocatori Massimiliano Lazzoni del Gubbio e Roberto Balducci del Gualdo; in collegamento telefonico è intervenuto il tecnico del Rimini Leonardo Acori. Il centrocampista rossoblù Lazzoni analizza così la gara pareggiata a Gualdo: "La partita era molto sentita e un pò di tensione c'era. Avevamo grossi problemi e abbiamo cercato di affrontare la gara nel migliore dei modi. Giacometti e De Pascale erano squalificati, in più c'erano Rizzo, Sandreani, Cipolla e D'Alterio che non stavano molto bene fisicamente. Probabilmente ai punti avrebbero vinto loro, ma noi abbiamo avuto una buona reazione e siamo riusciti meritatamente a raggiungere il pareggio. Siamo stati bravi a non perdere la testa dopo il gol subìto a freddo cercando immediatamente di recuperare il risultato". Il centrocampista del Gualdo Balducci commenta in questo modo il derby: "Il pareggio è sostanzialmente giusto. Anche se il Gualdo ha avuto più occasioni, il Gubbio in campo si è dimostrato più squadra e più compatto di noi. A fine gara ci sono state affermazioni che non mi sono piaciute da ambo le parti e che non servono a nessuno. E poi sull'episodio del fuorigioco, a parte il fatto se c'era o meno, il colpo di tacco di Cipolla è valso il prezzo del biglietto". Balducci descrive così il gol realizzato al Gubbio: "La mia idea all'inizio era quella di crossare, poi ho tentato il tiro in porta e posso dire che nella circostanza mi è andata bene". Il mister del Rimini Acori presenta il match di domenica prossima: "Di Gubbio ho ricordi molto piacevoli e un pizzico di emozione ci sarà di sicuro: ho passato due stagioni altamente positive. Quella di domenica sarà sicuramente una partita bella perchè entrambe le squadre giocano aperte per vincere".

03/12/2002
Bruni squalificato per una giornata

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone dell'A.S. Gubbio Calcio 1910. Il difensore rossoblù Gionata Bruni è stato squalificato per una giornata dal Giudice Sportivo: salterà il match di domenica prossima contro il Rimini. Il Montevarchi contro l'Aglianese dovrà fare a meno di ben tre giocatori: Altamura, Cacioli e Mocarelli sono stati fermati per un turno. Non potranno giocare la quindicesima giornata anche Coppola (Castelnuovo), Traversa (Fiorentina), Bucchioni (Brescello), Scarponi (Gualdo), Batti (Sassuolo), Bellocchi (Savona), Coppola (San Marino), Carnesalini e Giunta (Aglianese), Bogi e Miano (Grosseto), Meacci e Pacini (Poggibonsi): sono stati appiedati per un turno. Sono state multate queste società: Gubbio per 500 euro, Poggibonsi 350, Sangiovannese 300 e Fiorentina 200.

02/12/2002
Il Gualdo sceglie il nuovo allenatore

Il Gualdo, dopo una settimana di riflessione dopo l'esonero del mister Ettore Donati, decide di prendere un nuovo allenatore: si tratta di Agatino Cuttone, 42 anni, ex tecnico di Cesena, Pro Vercelli e Catanzaro. Intanto l'Associazione Italiana Calciatori (Aic) comunica che tutte le partite di serie A, B, C/1 e C/2 in programma domenica prossima cominceranno con quindici minuti di ritardo. L'iniziativa è stata presa per protestare contro l'aggressione subita venerdì scorso dal giocatore del Napoli Francesco Baldini: all'inizio di ogni partita i capitani delle squadre leggeranno un messaggio contro ogni tipo di violenza.

01/12/2002
Gualdo-Gubbio, il derby finisce in parità (1-1)

Quattordicesima giornata di campionato, il Gubbio gioca in trasferta al "Luzi" contro il Gualdo. Mister Alessandrini ridisegna il reparto arretrato in mancanza degli squalificati Giacometti e De Pascale: Bruni e Mattioli giocano al centro, Rizzo sulla destra e D'Alterio sulla sinistra. A centrocampo Sandreani e Orocini non sono in perfette condizioni e proprio per questo motivo l'ex gualdese Orocini si siede in panchina: sulla fascia destra viene riproposto il francese Bochu. Il Gubbio cerca di fare risultato per consolidare il terzo posto in classifica, mentre il Gualdo vuole a tutti i costi vincere per riscattare un campionato che fino adesso è al di sotto delle aspettative. Inizia la gara. La partita è tirata e sentita come in ogni derby. Il Gualdo trova subito il vantaggio al 6' con un beffardo tiro dai trenta metri: Balducci effettua un tiro cross che sorprende il portiere eugubino Fabbri, la palla colpisce la traversa e si infila in rete. E' l'1-0 per i padroni di casa e per i rossoblù la partita si fa subito in salita. Al 13' Bochu dalla destra crossa in mezzo un pallone pericoloso, il portiere biancorosso Aiardi respinge il suo tiro, Clementi a due passi non riesce a concludere. Tre minuti più tardi il Gubbio pareggia: è il 16', Panisson tenta una conclusione a rete dalla distanza ma il suo tiro viene deviato da Pagliuchi, si impossessa del pallone Cipolla che serve in mezzo all'area l'accorrente Clementi, il bomber rossoblù raccoglie l'invito fulminando il portiere Aiardi infilando nel sacco. L'azione del gol è stata molto contestata dai giocatori locali: è sicuramente da rivedere l'azione nel momento in cui riceve palla Cipolla in sospetta posizione di fuorigioco prima di servire Clementi che era in posizione regolare, e forse il guardalinee ha ritenuto che Memè tenesse in gioco l'attaccante rossoblù. La partita è molto combattuta ed equilibrata soprattutto a centrocampo ma le conclusioni a rete sono davvero poche. Al 20' ci prova su punizione Sandreani da fuori area, il suo tiro indirizzato verso il set viene parato dall'attento Aiardi. Al 26' effettua una gran tiro da fuori Fusseini, para senza grosse difficoltà l'estremo difensore rossoblù Fabbri. Al 38' ennesima azione sulla fascia destra di Bochu che pennella un bel cross in mezzo all'area, Clementi tenta la conclusione a rete in acrobazia, salva in angolo con un provvidenziale intervento il capitano biancorosso Brescia. Al 40' Fusseini tenta un nuovo tiro dalla distanza, la palla va abbondantemente alta sopra la traversa. Al 45' sugli sviluppi di un corner calciato da Panisson, Mattioli da fuori area tenta di sorprendere il portiere Aiardi ma il suo tiro si perde sul fondo. Finisce così un primo tempo privo di vere occasioni da gol e di grosse emozioni, a parte ovviamente i due gol iniziali. Nella ripresa la musica non cambia, anche se all'inizio il Gubbio spinge sull'acceleratore cercando il gol della vittoria. Al 50' pregevole azione sulla fascia sinistra di Cipolla che salta due avversari, entra in area e serve in mezzo un invitante pallone, Clementi per un soffio non riesce a depositare la palla in rete. Al 60' intervento duro di Fusseini da tergo su Bochu non sanzionato dall'arbitro: molto probabilmente il direttore di gara ha ritenuto opportuno non intervenire visto che il giocatore biancorosso era stato ammonito in precedenza. Al 63' ci prova Campese dalla distanza ma il suo tiro va fuori. Al 68' Panisson crossa in mezzo dalla sinistra, Bruni in area aspetta troppo prima di concludere a rete e si fa chiudere da Scarponi. Al 70' esce dal campo D'alterio e al suo posto entra Zebi. Nell'ultimo quarto d'ora il Gubbio appare stanco ed il Gualdo cerca di approfittarne cercando il gol del vantaggio. Al 72' Innocenti, lanciato in area da Briano, spreca una ghiotta occasione: l'attaccante biancorosso solo davanti alla porta non riesce a concludere a rete, chiuso in uscita dal portiere Fabbri. Al 76' Rossi pennella in mezzo una punizione, Scarponi incoccia di testa, para Fabbri. All'80' entra in campo Orocini al posto del francese Bochu, e tre minuti più tardi (83') avviene la stesa cosa con Bartolini che sostituisce uno stanco Clementi. All'89' ultima occasione per il Gualdo: Rossi mette in mezzo all'area una punizione dalla sinistra, il neo entrato Testa anticipa tutti in tuffo di testa e gira a rete, il pallone va di poco fuori a portiere ormai battuto. Finisce così l'incontro sul punteggio di 1-1: il risultato è sostanzialmente giusto che accontenta sicuramente i rossoblù viste le non perfette condizioni fisiche di diversi giocatori e le assenze importanti in difesa di Giacometti e De Pascale. Era importante per il Gubbio non perdere in vista delle prossime gare molto difficili con Rimini, Forlì e Aglianese contro un Gualdo che era assetato di punti e che ci teneva molto proprio contro i "cugini" di conquistare l'intera posta in palio. Oltretutto la squadra biancorossa ha dimostrato di possedere delle individualità a livello tecnico di tutto rispetto come Balducci e Briano in mezzo al campo. Il migliore dei rossoblù, secondo il nostro punto di vista, è stato Bochu: il giocatore francese ha corso e ha lottato su ogni pallone, ha spaziato su tutto il fronte d'attacco creando qualche problema alla retroguardia biancorossa. Domenica il Gubbio affronta al "San Biagio" la capolista Rimini, reduce dal pareggio interno con il Montevarchi (0-0).
Gualdo: Aiardi, Sconziano, Memè, Campese, Scarponi, Pagliuchi (83' Testa), Fusseini (67' Rossi), Brescia, Balducci, Briano, Innocenti (74' Bellucci). All. Simoni.
Gubbio: Fabbri, Rizzo, D'Alterio (70' Zebi), Lazzoni, Mattioli, Bruni, Bochu (80' Orocini), Sandreani, Clementi (83' Bartolini), Panisson, Cipolla. All. Alessandrini.
Reti: 6' Balducci (Gua), 16' Clementi (Gub).
Arbitro: Mariuzzi di Venezia (Alessandroni e Cuomo di Roma). Ammoniti: Bruni, Lazzoni, D'Alterio e Clementi (Gub); Scarponi e Fusseini (Gua). Spettatori 1350 circa (850 circa provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 14° GIORNATA:
Aglianese – Castelnuovo 2-2
21' Rossi (C), 41' Giunta (A), 86' Cavalcante (C), 94' Gemignani (A)
Castel di Sangro – Sassuolo 0-0
Fiorentina – Fano 2-0
32' Riganò (F) rig., 55' Riganò (F)
Forlì – San Marino 1-1
77' Ghetti (F), 85' Maniero (SM)
Gualdo – Gubbio 1-1
6' Balducci (Gua), 16' Clementi (Gub)
Imolese – Grosseto 0-0
Poggibonsi – Savona 4-2

4' Bracaloni (S), 18' Nobile (P), 21' Brunetti (P), 56' Pacini (P), 65' Lamberti (S), 82' Meacci (P)
Rimini – Montevarchi 0-0
Sangiovannese – Brescello 2-0

55' Moscardelli (S), 84' Baiano (S)

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 21.10.2019 ora 13:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 10 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Fermana
Ravenna
Carpi
Vis Pesaro
Fano
Virtus Verona
Sudtirol
Gubbio
Feralpisalo
Arzignano Valc.
Imolese

10260
8810
7090
5950
5290
4750
3640
3250
2460
1800
1790
1790
1620
1280
980
980
890
830
560
490

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy