SERIE C - GIRONE B
QUATTORDICESIMA GIORNATA
DOM. 10 NOVEMBRE 2019
STADIO "LEONARDO GARILLI"
ORE 15

PIACENZA

1

GUBBIO

0

QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 17:30

GUBBIO-CESENA

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Vicenza
Padova
Sudtirol
Reggiana

Carpi
Virtus Verona
Piacenza
Feralpisalo
Sambenedettese
Triestina
Modena
Vis Pesaro
Ravenna
Cesena
Gubbio
Fermana
Rimini
Arzignano Valc.
Imolese

Fano

30
29
29
27
26
23
23
22
21
19
17
15
14
14
13
13
12
11
11

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

QUATTORDICESIMA GIORNATA
DOM. 10 NOVEMBRE 2019

Arzignano Valchiampo
Carpi

0
1

Cesena
Reggiana

0
0

Fermana
Virtus Verona

0
2

Modena
Fano

2
1

Padova
Sudtirol

0
1

Ravenna
Feralpisalo
lunedi

-
-

Sambenedettese
Rimini

2
0

Triestina
Vicenza

0
3

Vis Pesaro
Imolese

1
1

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Cernigoi Sambenedet.
Vano Carpi
Scappini Reggiana
Morosini Sudtirol

9
7
7
7
7

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Sorrentino
Zanoni

4
4
1
1
1

Scopri la nostra citta!

QUINDICESMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019

Gubbio-Cesena

Carpi-Fermana

Fano-Piacenza

Feralpisalo-Padova

Imolese-Triestina

Modena-Virtus Verona

Reggiana-Vis Pesaro

Rimini-Arzignano Valc.

Sudtirol-Sambenedet.

Vicenza-Ravenna

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

30/11/2006
Fioriti: "È un momento delicato. Bisogna invertire rotta, con il sostegno di tutti"

Dopo la "brutta figura" di Rieti, la società ha ritenuto opportuno anticipare gli allenamenti il lunedì. Tante voci di mercato si rincorrono. Per chiarire meglio la situazione, abbiamo colto l'occasione di intervistare il massimo dirigente rossoblù. "Dopo la prestazione molto negativa di Rieti - spiega Marco Fioriti, presidente dell'A.S. Gubbio 1910 - abbiamo chiesto a tutti di rimboccarsi le maniche. Dobbiamo ritrovare quella tranquillità che ad inizio stagione ci ha regalato tanti bei risultati. Dopo il colloquio che abbiamo avuto con tutti i giocatori, abbiamo capito che è solo un problema psicologico, non tanto di condizione fisica e problemi di altra natura. Vogliamo assolutamente che da domenica si cambi rotta e si riprenda quel cammino che ci ha contraddistinto all'inizio". In effetti, dopo un avvio molto positivo, la squadra ha avuto un notevole calo, soprattutto per quanto riguarda i risultati. Cinque sconfitte nelle ultime sei giornate non è un dato da sottovalutare. Se lo aspettava? "Non sono preoccupato perchè ho visto un gruppo di ragazzi che ha voglia di venirne fuori. Ci sono le giuste motivazioni e l'organico ha buone qualità. Naturamente adesso stiamo vicino alla squadra più di prima proprio perchè ne ha bisogno. In un momento delicato come questo è importante fare quadrato". Tante voci di corridoio dicono che dovrebbe arrivare un nuovo portiere. Cosa c'è di vero? "Per il momento sono solo voci. Noi abbiamo due portieri, Tosti e Pifarotti, a disposizione del mister. Questi giocatori continueranno ad essere i nostri portieri, almeno fino a gennaio quando riaprirà il mercato. Ancora ci sono quattro partite da giocare. Poi semmai faremo un'attenta valutazione. Se ci sarà bisogno di qualche ritocco siamo pronti ad intervenire sul mercato". Intende dire che fino a gennaio non ci sarà nessuna operazione di mercato sia in entrata che in uscita? "Confermo, assolutamente". Si è parlato anche di altri giocatori che sarebbero sulla via di partenza. Vero o falso? "Sono chiacchiere da bar. Certe voci destabilizzano e basta. Per il momento non si cambia nulla. Più che altro serve che la squadra sia tranquilla. Da parte nostra pretendiamo il massimo impegno da parte dei ragazzi e la serietà da parte di tutti. Chi non rispetterà questo, sarà richiamato al dovere. Tuttavia rimaniamo sereni perchè ci troviamo in una posizione di classifica che ci può appartenere. Ma vogliamo che la situazione non precipiti e degeneri. Quest'ultimo periodo negativo ci ha messo in allarme. Ma sono sicuro che ne verremo fuori. E come ripeto, a gennaio se c'è la necessità interverremo in fase di mercato". Per concludere. Ai tifosi? Cosa manda a dire? "Oggi più che mai c'è veramente bisogno di loro. Prima eravamo primi in classifica, ora ci troviamo in difficoltà. Per questo c'è bisogno del calore della città e di tutti i tifosi. Anche se ci tengo a sottolineare che l'apporto e l'incitamento del pubblico c'è sempre stato. Spero che lo stesso sostegno che ci ha accompagnato fino adesso non venga mai a mancare".

29/11/2006
Giugliano: Porta è il nuovo tecnico; Giudice Sportivo: Cervellin, stop di tre giornate

Le dimissioni di Domenico Gargiulo, all'indomani della sconfitta interna con il Rovigo, ha costretto la società del Giugliano di trovarsi un nuovo allenatore. È stato contattato in questi giorni Salvatore Di Somma (ex mister di Juve Stabia, Maceratese e Viterbese), ma non ha accettato l'incarico. Ma adesso è arrivata la fatidica fumata bianca. Ufficializzato il nuovo allenatore. Si tratta di Antonio Porta, già tecnico della formazione campana due anni fa, stagione in cui il Giugliano riuscì a centrare i playoff. Le decisioni del Giudice Sportivo: squalificato per tre giornate il difensore Cervellin del Rovigo. Per un turno sono stati fermati Marchetti (Bellaria), Del Nero (Carrarese), Belleri (Giugliano), Di Napoli (Paganese), Ingiosi (Viterbese), Manni (Foligno), Diamanti (Prato), Annoni (Reggiana) e Petrongari (Rieti). Infine ammenda alla società del Prato di 500 euro.

28/11/2006
Lazzoni è sintetico: "Sconfitta meritata. Non ci resta che guardare avanti..."

Si mastica amaro in casa rossoblù e non potrebbe essere altrimenti dopo la debacle di Rieti dove si è visto il più brutto Gubbio dell'anno. Si attendeva la prima vittoria esterna stagionale. Invece è arrivato un k.o. pesante, inaspettato e preoccupante. Il commento di Max Lazzoni: "Penso che ci sia poco da dire - afferma il mediano ligure, ormai da otto anni in maglia rossoblù - abbiamo perso con merito. I due gol iniziali ci hanno tagliato le gambe. Due reti evitabili e di conseguenza abbiamo fatto molta fatica. C'è stata una reazione confusionaria e non siamo riusciti a creare vere occasioni da gol. Forse è stata l'unica partita storta giocata fino adesso in campionato. Non ci resta che guardare avanti e pensare alla sfida di domenica". La società non ha apprezzato la prestazione opaca di Rieti e la squadra si è allenata pure di lunedì, anticipando gli allenamenti di un giorno. Che ne pensa? "Rispettiamo le direttive della società. Purtroppo è stata una giornata negativa". Nelle ultime sei partite il Gubbio ha incassato cinque sconfitte. Una cifra allarmante, vero? "È un dato pesante. Ma noi dobbiamo andare avanti e limitare al massimo i nostri difetti. Le prossime quattro partite ci diranno di che pasta siamo fatti. Dobbiamo tirare al massimo fino alla fine del girone di andata". E domenica arriva al Barbetti di Gubbio il Poggibonsi: "Pensiamo a preparare bene questa gara - conclude Lazzoni - perchè vogliamo i tre punti".

26/11/2006
Gubbio: tonfo inaspettato a Rieti (2-0)

Domenica "nera" per il Gubbio . A sorpresa, il fanalino di coda Rieti conquista l'intera posta in palio. Bastano i dieci minuti iniziali per piegare una formazione eugubina in giornata no. Due disattenzioni difensive imperdonabili (7' e 10') spianano la strada alla formazione allenata da Roberto Borrello (ex tecnico del Gualdo) che conquista sul campo un'insperata ma alquanto meritata vittoria. Ma passiamo alla cronaca di una gara totalmente da dimenticare per gli eugubini. Sono assenti per infortunio capitan Giacometti, Fiumana, Tosti e Fata. Non è presente nemmeno Campo, squalificato. Marchi si infortuna durante il riscaldamento prepartita. E mister Cuttone schiera dal primo minuto De Angelis al fianco di Balestri in attacco. L'avvio di gara per il Gubbio è terrificante. Dopo appena sette minuti infatti il Rieti è già in vantaggio. Il gol nasce da un'azione rocambolesca. Ippoliti entra in area e fa partire un tiro potente che colpisce in pieno la traversa; sulla ribattuta si impossessa della sfera Onesti che calcia in porta: la palla è destinata fuori, ma Pifarotti si fa sorprendere; il portiere eugubino tocca con una mano la sfera e la devia in modo involontario in rete. Tre minuti dopo (10') arriva il gol del raddoppio laziale per mezzo di un vero e proprio black-out difensivo eugubino. Il solito Ippoliti corre sulla fascia sinistra, crossa in mezzo, Gentile brucia in area due avversari e calcia a rete: il tiro è beffardo, prende in controtempo Pifarotti in uscita e la palla rotola in fondo al sacco. Due colpi da k.o. che stordiscono il Gubbio. Al 21' una conclusione a rete sotto la traversa di De Angelis costringe Mangiapelo a salvarsi in angolo. Al 32' il Rieti sfiora addirittura il tris: azione insistita sulla destra di Mazzei, cross in mezzo per la testa di Magnani che incorna a rete: Pifarotti questa volta è prodigioso e salva la sua porta con un tempestivo intervento, deviando la sfera in corner. Finisce praticamente qui un primo tempo insipido per il Gubbio. Nella ripresa la musica non cambia. I rossoblù sono confusionari e privi di idee. Al 52' una punizione insidiosa di Frasca dal limite costringe agli straordinari Pifarotti che si salva in angolo. La prima conclusione a rete nella ripresa degli eugubini si registra intorno alla mezzora quando Di Bonito con un fendente dalla distanza impegna in tuffo l'estremo difensore laziale Mangiapelo. Nel finale un colpo di testa di Tafani termina di poco a lato su assist di Battistelli. E domenica arriva al "Barbetti" di Gubbio il Poggibonsi, reduce dalla vittoria interna contro il Boca San Lazzaro.
Rieti: Mangiapelo, Dionisi, Mundula, Pesoli, Frasca, Mazzei (70' Melara), Petrongari, Gentile, Onesti, Ippoliti (70' Ferrazza), Magnani (82' Zarineh). All. Borrello.
Gubbio: Pifarotti, Tafani, Fusseini (64' De Maio), Lazzoni, Battistelli, Ercoli, Rodio (50' Gaggiotti), Sandreani, De Angelis, Di Bonito, Balestri. All. Cuttone.
Reti: 7' Onesti (R), 10' Gentile (R).
Arbitro: Ferraioli di Nocera Inferiore. Ammoniti: Di Bonito e De Maio (G); Petrongari, Onesti e Melara (R). Spettatori: 300 circa (una cinquantina provenienti da Gubbio).

I RISULTATI DELLA 13° GIORNATA:
Bellaria - Viterbese 2-3
8' Pippi (B) rig., 19' Ingiosi (V), 25' Giunchi (V), 68' Rossi (B), 81' Chiavarini (V)
Cisco Roma - Paganese 2-1
14' Teani (C), 43' Ibekwe (P), 81' Risi (P) aut.
Cuoiocappiano - Carrarese 0-0
Foligno - Reggiana 2-2
60' Turchi (F), 76' Cingolani (R), 78' Noviello (F), 84' Catellani (R)
Giugliano - Rovigo 1-2
36' Gasparello (R), 52' Belleri (G), 59' Rizzi (R)
Poggibonsi - Boca San Lazzaro 1-0
61' Bifini (P)
Prato - Castelnuovo 3-0
20' Diamanti (P) rig., 50' Olivetti (P), 58' Girardi (P)
Rieti - Gubbio 2-0
7' Onesti (R), 10' Gentile (R)
Spal - Sansovino 5-2
18' Del Sole (Sa), 28' Ghetti (Sp), 38' Elia (Sp), 41' Bisso (Sp), 53' Agostinelli (Sa) rig., 62' Schiavon (Sp), 84' Di Loreto (Sp)

25/11/2006
Berretti Gubbio: ko con l'Ancona; Calcetto: pirotecnico 6-6 tra Real Gubbio e Foligno

La Berretti Gubbio di mister Stefano Giammarioli perde in casa per 1-0 con l'Ancona. Rete decisiva di Mossotti nella ripresa. Negato un rigore evidente nel primo tempo al Gubbio per un mani in area di un difensore marchigiano su colpo di testa ravvicinato di Lucesoli. Calcio a cinque: il derby alla Polivalente tra Real Gubbio e Foligno finisce 6-6, dopo una partita intensa e ricca di emozioni.

25/11/2006
Rieti-Gubbio: arbitra Ferraioli

Designato l'arbitro di Rieti-Gubbio. Sarà il sig. Marco Ferraioli di Nocera Inferiore, coadiuvato dagli assistenti di linea Moscuzza di Siracusa e Valletta di Caserta. L'arbitro in questione, al secondo anno di esperienza in serie C, ha diretto gli eugubini nella scorsa stagione nalla gara Gubbio-Bellaria, terminata 0-0.

24/11/2006
Rieti e Gubbio: un ricordo che vale la B...

Corsi e ricorsi storici. Domenica è in programma Rieti-Gubbio. Ma pochi sanno che le due squadre furono avversarie addirittura nel campionato cadetto. Avete capito bene. Nel 1947, al termine di una splendida volata, il Gubbio venne promosso per la prima volta nella sua storia calcistica in serie B. Un trionfo per il presidente Virgilio Cocchi, per i giocatori (quasi tutti eugubini) e per i tifosi di Gubbio; senza dimenticare ovviamente il "grande" Guido Masetti, allora allenatore e portiere rossoblù (ex estremo difensore della Roma e della Nazionale). Una grande impresa che è rimasta storica. La stagione 1947-48 rimane tuttora un riconoscimento indelebile per l'A.S. Gubbio nata nel lontano 1910, anche se l'impatto con la serie B fu molto duro. Nel corso della stagione ci furono tre allenatori diversi: si partì con Battistoni (ex giocatore del Genoa), si proseguì con Aggradi e si terminò con Gay. Le avversarie erano di tutto rispetto, quasi tutte fuori della portata del Gubbio. Stiamo parlando del Palermo, Pisa, Lecce, Empoli, Pescara, Siena, Ancona, e le due squadre umbre Perugia e Ternana. E c'era anche il Rieti. E il Gubbio in data 22 aprile 1948 riuscì a vincere in trasferta proprio contro il Rieti per 2-0 con le reti di Bertuzzi e Tugnoli. All'andata invece, la partita giocata a Gubbio terminò 2-2. Curiosità: nei derby con il Perugia e la Ternana, la "legge" del vecchio stadio San Benedetto è stata sempre rispettata. Il Gubbio si impose per 2-1 contro il Perugia (doppietta di Tugnoli); all'andata invece finì 3-0 per i grifoni nel capoluogo umbro. I rossoblù vinsero l'incontro casalingo pure contro la Ternana per 1-0 (gol di Gambini); nel ritorno a Terni invece i rossoverdi travolsero la formazione eugubina per 4-0. A fine stagione il Gubbio ritornò in serie C, insieme a Ternana, Perugia e per l'appunto Rieti. Il campionato fu vinto dal Palermo (davanti al Pisa) e fu promosso in serie A. Prossimamente nel nostro sito daremo maggior spazio a questo capitolo storico con approfondimenti e curiosità.

22/11/2006
Campo squalificato per una giornata

I provvedimenti disciplinari. Per due gare è stato fermato il tecnico Fabbri del Bellaria. Per tre giornate è stato squalificato l'attaccante Ranalli della Cisco Roma. Per due turni è stata bloccata la punta Basilico del Prato. Stoppato per una giornata Massimo Campo: il trequartista rossoblù salta la trasferta di Rieti. Per una gara sono stati appiedati inoltre Furlan (Carrarese), Ghidotti e Ouchene (Prato), Chigou (Giugliano), Ruffini (Reggiana), Tiberi (Viterbese), Olivieri e Pacciardi (Sansovino). Ammenda per la società del Foligno di 750 euro. La Lega di serie C informa inoltre che la gara di domenica Giugliano-Rovigo si gioca a porte chiuse. Pifarotti in azzurro: Riccardo Pifarotti, classe '85, portiere del Gubbio, è stato convocato nella Nazionale Under 21 di serie C. Pullman per la trasferta di Rieti: chi intende partecipare deve iscriversi presso la sede sociale dello stadio entro le ore 18 di venerdì. Il prezzo (pacchetto con viaggio e biglietto) è di euro 17.

21/11/2006
Battistelli: "Aspettavamo questa vittoria"

Il Gubbio si scrolla di dosso un grande peso. Dopo un mese di digiuno, sia di vittorie che di punti, finalmente la situazione si è sbloccata. I rossoblù sono tornati a sorridere. Il commento di Maurizio Battistelli, tra i migliori nella gara contro la Carrarese: "Da tanto aspettavamo questa vittoria - spiega il terzino laziale a Gubbiofans - e ce la siamo goduta. Nelle ultime quattro partite precedenti siamo rimasti sempre a bocca asciutta, ma non abbiamo mai demeritato. Speriamo di riprendere quel cammino che ci aveva contraddistinto ad inizio stagione". Fino al gol del vostro vantaggio, la Carrarese vi ha messo in difficoltà con un pressing asfissiante a tutto campo e con la trappola del fuorigioco che ha funzionato con un sincronismo praticamente perfetto. "È vero - prosegue Battistelli - ma noi ci eravamo preparati per questo. Abbiamo aspettato il momento giusto, siamo stati guardinghi e siamo riusciti a sbloccare il risultato. È avvenuto ciò che volevamo". Battistelli ha realizzato il primo gol in maglia rossoblù. Contento? "È stato bello. Di Bonito ha saltato un avversario, mi ha messo una bella palla in mezzo, io ho anticipato il difensore e l'ho messa in rete. Questo è il mio quarto gol in carriera. Avevo segnato due gol quando giocavo con la Pistoiese e uno l'anno scorso con il Rieti. Ma quello che conta adesso è che abbiamo vinto". Come si è trovato da difensore centrale, visto che abitualmente gioca come terzino sinistro? "Mi sono trovato bene. Avevo giocato in questo ruolo pure a Pistoia quattro o cinque volte. Visto che eravamo in emergenza in difesa ho accettato di buon grado le direttive del mister". E domenica vi attende la trasferta a Rieti, sua ex squadra: "Ci sono rimasti solo alcuni elementi rispetto allo scorso anno - conclude Battistelli - per il resto la squadra è completamente cambiata. Da parte nostra speriamo di continuare su questa strada e cercheremo di fare risultato".

20/11/2006
Posticipo: Cisco Roma - Giugliano 2-0

Il posticipo serale al "Flaminio" di Roma se lo aggiudica la Cisco Roma (2-0 contro il Giugliano). Espulso nel primo tempo (doppia ammonizione) Ranalli per la formazione capitolina. I gol nella ripresa. Artistico apre le marcature al 56'. Chiude i conti su rigore Bruno a tempo scaduto.

19/11/2006
Il Gubbio esce dal tunnel: ritorna alla vittoria con la Carrarese di Orrico (2-0)

Dopo quattro sconfitte consecutive, il Gubbio rivede la "luce". La formazione di Cuttone ritorna alla vittoria dopo un mese. Decisivi i gol di Battistelli e Ercoli. Tuttavia la Carrarese non ha sfigurato affatto al "Barbetti", soprattutto nel primo tempo quando ha messo in sovente difficoltà i rossoblù con un pressing a tutto campo e con la trappola del fuorigico sistematico che ha funzionato alla perfezione. Non è dello stesso avviso mister Orrico che a fine gara si ritiene deluso dalla propria squadra: "Questa non è la mia filosofia - dice - ho visto un gioco approssimativo e siamo stati puniti giustamente". Il presidente del Gubbio, Fioriti, pur contento della vittoria scaccia-crisi, non le manda a dire e si lamenta: "Ennesima conduzione ostile in casa nostra - afferma - l'arbitro è stato scandaloso". Ma passiamo alla cronaca della partita. Gubbio rimaneggiato. Assenti Fiumana, Giacometti e Tosti per infortunio. Marchi viene recuperato in extremis. Al 9` rasoiata dal limite di Giraldi, la palla fa la barba al palo. Il Gubbio viene messo in difficoltà dalla ragnatela di mister Orrico, ma al 24` trova il gol del vantaggio: Campo calcia in porta una punizione, Pardini si salva respingendo in tuffo; prosegue l'azione, Di Bonito riprende la palla sulla sinistra e scodella un cross per la testa di Battistelli che incorna con precisione sotto la traversa. Al 27` gran lavoro sulla sinistra di Di Bonito, salta un avversario in dribbling, entra in area e spara a rete: Pardini compie il miracolo deviando la palla in corner. Al 30` ghiotta occasione per gli ospiti: Buglio gira a rete, la palla viene deviata da Ercoli e colpisce in pieno il palo; sulla ribattuta Giraldi si mangia un gol già fatto incespicando sulla sfera. Al 42` si rende protagonista il sig. Zonno di Bari che riduce in dieci la formazione di casa: espulso Campo (doppia ammonizione) per un fallo su Furlan. Ripresa. Di nuovo un episodio discutibile: 49`, entrata rude sulle gambe di Tafani da parte di Furlan:ma l'arbitro lo grazia estraendo solo il cartellino giallo. Il direttore di gara «rimedia» al 65`: Furlan entra deciso su Di Bonito e questa volta estrae il cartellino rosso (per doppia ammonizione). Al 66`un tiro insidioso di Cadenazzi viene deviato in angolo da Tafani. Al 68` girata pericolosa in area di Gemignani, para Pifarotti. Al 71` Di Bonito in dribbling supera alcuni avversari e spara a rete un rasoiata dal limite: la palla esce a lato di un soffio. All'85` ci prova Giraldi dal limite, ma il suo diagonale termina a lato. Il Gubbio nel finale chiude i conti (87`): Lazzoni calcia in porta da fuori, un rimpallo di Del Nero favorisce Ercoli che davanti alla porta non sbaglia e infila la palla in rete. Allo scadere (90`) De Angelis fallisce solo davanti al portiere il gol del 3 a 0 calciando addosso a Pardini. La cronaca si chiude nei minuti di recupero (95`) con una punizione di Gemignani che viene respinta in due tempi da Pifarotti.
Gubbio: Pifarotti, Tafani, Fusseini, Lazzoni, Battistelli, Ercoli, Rodio (88` De Angelis), Sandreani, Marchi (79` De Maio), Campo, Di Bonito (73` Balestri). All. Cuttone.
Carrarese: Pardini, Tedeschi, Cadenazzi, Gemignani, Gallotti (72` Venturini), Del Nero, Biggi, Furlan, Giraldi, Buglio (47` Bongiorni), Mordagà. All. Orrico.
Reti: 24` Battistelli (G), 87` Ercoli (G).
Arbitro: Zonno di Bari (Battista di Barletta e De Pinto di Bari). Espulso: 42` Campo (G). Ammoniti: Rodio, Campo e Tafani (G), Buglio, Del Nero, Furlan, Gallotti, Pardini e Gemignani (C). Spettatori: 1196 (685 abbonamenti), di cui 54 provenienti da Carrara presenti nel settore ospiti.
I RISULTATI DELLA 12° GIORNATA:
Boca San Lazzaro - Bellaria 3-0
28' Longobardi (B), 58' Chomakov (B), 79' Longobardi (B)
Cisco Roma - Giugliano
lunedì ore 20,30
Gubbio - Carrarese 2-0
24' Battistelli (G), 87' Ercoli (G)
Paganese -Rovigo 0-2
48' Gasparello (R), 56' Rizzi (R) rig.
Poggibonsi - Foligno 2-2
11' Noviello (F), 33' Iadaresta (P), 52' Turchi (F) rig., 71' Iadaresta (P)
Reggiana - Castelnuovo 2-0
82' Martinetti (R), 90' Martinetti (R)
Sansovino - Cuoiocappiano 1-3
43' Fiuzzi (C), 50' Granito (C) rig., 65' Lenzini (C), 69' Zacchei (S)
Spal - Rieti 3-1
15' Di Loreto (S), 43' Onesti (R) rig., 87' Turone (S), 90' Bisso (S)
Viterbese - Prato 1-2
43' Tiberi (V), 46' Basilico (P), 62' Diamanti (P)

18/11/2006
Berretti: Gubbio, 2-2 con la Reggiana

La Berretti Gubbio di mister Stefano Giammarioli pareggia per 2-2 con la Reggiana. A segno per gli eugubini Morjane, classe '89, autore di una pregevole doppietta personale. Gli ospiti pareggiano nella ripresa con Addona e Rondanini (su rigore allo scadere).

18/11/2006
Mercato: Prato, ingaggiato Antunes Dias; Gubbio-Carrarese: arbitra Zonno

Si rinforza il Prato. Preso il centrocampista Joao Manuel Antunes Dias, 20 anni, calciatore portoghese cresciuto nel Porto. Gubbio-Carrarese sarà diretta dal sig. Zonno di Bari. Gli assistenti di linea sono Battista di Barletta e De Pinto di Bari. L'arbitro in questione, al secondo anno di esperienza in serie C, ha già diretto gli eugubini la scorsa stagione (2005-06): Ancona-Gubbio, 0-1, gol di De Angelis.

16/11/2006
Mercato: Poggibonsi, ecco Perrotta; Gubbio: 2-1 in amichevole con il Bastia

Il Poggibonsi, dopo aver ingaggiato Varchetta (ex Gualdo e Teramo) la scorsa settimana, tessera un altro giocatore: si tratta di Francesco Perrotta, 25 anni, centrocampista, nella passata stagione nelle fila del San Marino in serie C/1. Il Gubbio intanto ha effettuato una partita amichevole contro il Bastia (Eccellenza umbra). I rossoblù si sono imposti per 2-1 con le reti di Battistelli e Fuduli. Non hanno partecipato al test infrasettimanale Giacometti (per una distrazione al primo legamento collaterale mediale), Tosti (problema ad un ginocchio), Marchi (contusione al retto femorale) e Balestri (colpito da una fastidiosa gastroenterite).

16/11/2006
Girone B sotto la lente di ingrandimento: Spal ancora imbattuta, Foligno in salita

La Spal dopo undici giornate è ancora imbattuta. Guida la classifica, non perde un colpo, ha già conquistato tre vittorie esterne e vanta pure il migliore attacco (18 reti in 11 partite per una media di 1,6 gol a gara). Notevole l'exploit del Foligno che nelle ultime quattro giornate ha totalizzato 10 punti, realizzando ben 8 reti (una media di due gol a partita), in casa è ancora imbattuto e vanta la migliore difesa del girone (solo 7 gol incassati come la Carrarese, prossimo avversario del Gubbio): la squadra c'è e può ambire tranquillamente ai playoff. Il Rovigo è la vera sorpresa, occupa il secondo posto insieme ai falchetti e possiede il secondo miglior attacco (16 gol di cui 12 segnati solo in casa). Squadra molto solida, coriacea e di spessore (soprattutto a centrocampo) si sta dimostrando un'altra neo promossa, la Paganese (14 gol fatti e 12 subiti), che può contare anche su un pubblico caldo e numeroso. Uno scalino più sotto la Cisco Roma che ha sete di risalita dopo il cambio tecnico (in classifica si trova in zona playoff insieme a Viterbese e Castelnuovo). Il Gubbio? Dopo un inizio folgorante, ma pure inaspettato, sembra essere ritornato sul "pianeta terra", dopo gli ultimi quattro scivoloni consecutivi. Dato curioso: la formazione eugubina ha segnato 13 gol e ne ha incassati altrettanti. Dove potrà arrivare? Difficile dirlo. Dipende dai risultati e dalla voglia di tirarsi fuori da questo ultimo periodo "buio". Mancano ancora 33 giornate. Di tutto ancora può succedere...

15/11/2006
Panchine scottanti, si cambia: Fratena alla Cisco Roma e Iacobelli alla Cuoiocappiano

La Cisco Roma ha scelto il sostituto di Stefano Di Chiara (esonerato sabato scorso). Guiderà la compagine laziale Fabio Fratena (ex Monterotondo). Si tratta di un ritorno: il trainer romano aveva allenato la Cisco Roma nella stagione 2003-04. Cambio in panchina anche per la Cuoiocappiano. La società toscana esonera Oliviero Di Stefano. Al suo posto è stato ingaggiato Agostino Iacobelli, l'anno scorso sulla panchina dell'Ancona (ex tecnico di Sansovino e Vis Pesaro). Il Poggibonsi ha sollevato dall'incarico il direttore sportivo Giuseppe Vellini. Per ora il tecnico Fusci rimane al suo posto. Il Rieti tessera il centrocampista Alessandro Onesti (24 anni), ex Castel di Sangro, Chieti e Fermana. Giugliano, due gare a porte chiuse: mano pesante del Giudice Sportivo nei confronti della società del Giugliano. La squadra campana dovrà giocare le prossime due partite casalinghe a porte chiuse, mentre la società dovrà sborsare una multa di 5000 euro. Non va meglio alla società del Prato: 10000 euro di multa da pagare. Ammenda anche per la società del Gubbio (1000 euro) perchè "i propri sostenitori hanno introdotto e acceso nel proprio settore diversi bengala; al termine della gara rivolgevano frasi offensive di discriminazione territoriale". Multata la società della Paganese di 400 euro. Per due giornate sono stati squalificati Lamonica del Prato, Balzano del Rieti, Sadotti e Stefani del Poggibonsi. Per un turno sono stati appiedati Flauto (Giugliano), Rinaldi (Carrarese), Di Canio (Cisco Roma), Tondo (Poggibonsi), Olivetti (Prato), Mundula (Rieti), Furlanetto (Rovigo) e Giansante (Viterbese). Fermati per una gara pure Armento, Marchetti e Pacini (Bellaria).

14/11/2006
Di Bonito: "È dura digerire l'ennesima sconfitta. Quanti falli ho dovuto subire..."

Ennesimo boccone amaro per il Gubbio. La Paganese passa al Barbetti e gli eugubini incassano la quarta sconfitta nel giro di un mese. Il commento di Luigi Di Bonito, tra i migliori contro la Paganese: "Penso che ci sia poco da dire. - afferma con evidente rammarico il centrocampista napoletano a Gubbiofans - Quattro sconfitte di seguito sono pesanti. Soprattutto per come sono maturate le ultime due, con la Spal e con la Paganese domenica. Non meritavamo di perdere assolutamente. Adesso è dura ripartire, ma siamo costretti a farlo. Dimostreremo che siamo compatti e il nostro gruppo è solido. Passiamo un periodo direi sfortunato. Niente ci sta girando a favore". Nonostante tutto il Gubbio aveva avuto un avvio di partita positivo. Poi sono arrivati questi due gol evitabilissimi che vi hanno tagliato le gambe. Non è così? "La Paganese ha vinto con il minimo sforzo. Per tutta la gara hanno tirato tre volte in porta. Dal canto nostro non abbiamo mollato, siamo riusciti a reagire anche dopo il secondo gol. Questo ci fa capire che abbiamo tutti i mezzi per tirarci fuori da questa brutta situazione". A dire il vero la partita poteva prendere un'altra piega. Nel primo tempo un fallo deciso di Tricarico da tergo ai danni proprio di Di Bonito è stato sanzionato solo con un cartellino giallo. Che ne pensa? "È incredibile. Se un giocatore non viene espulso per questo fallo, mi spiegate allora quando è giusto estrarre il cartellino rosso? Ho dovuto subire dei falli ripetuti e l'arbitro non ha mai ammonito nessuno. Ha estratto solo il cartellino giallo per Tricarico che invece meritava il rosso. Se l'arbitro avesse utilizzato il giusto metro di misura, la Paganese difficilmente avrebbe finito la partita in undici. Tra l'altro il secondo gol che abbiamo preso è partito da un fuorigioco inesistente fischiato nei miei confronti. Sono partito nettamente alle spalle di Esposito. È inspiegabile. Da qui è nato subito il raddoppio degli ospiti". Adesso, su decisione della società, la squadra parte per il ritiro. Pensa che sia la soluzione giusta? "Se riusciremo a vincere domenica proporrei di andare in ritiro tutte le settimane". E domenica nuovo impegno casalingo. Arriva al Barbetti la Carrarese di mister Orrico. "Dobbiamo assolutamente vincere - conclude Di Bonito - per noi è la partita della vita. Vogliamo i tre punti".

14/11/2006
Gubbio: squadra in ritiro a Sigillo

La società eugubina, tramite un comunicato stampa, motiva la scelta del ritiro: "Il consiglio direttivo dell'A.S. Gubbio 1910 ha comunicato all'allenatore ed alla squadra di aver deciso di organizzare una settimana di ritiro. Un provvedimento non punitivo, ma soltanto un'occasione per consentire di preparare lontano da possibili tensioni e polemiche una partita importante come quella di domenica con la Carrarese. La squadra partirà in ritiro per Sigillo. Soggiornerà al Dominus allenandosi al campo sportivo locale".

12/11/2006
Gubbio, quarto ko: 1-2 con la Paganese

Pesante ko casalingo per il Gubbio di Cuttone. I rossoblù creano, ma non graffiano. La Paganese ringrazia e con il minimo sforzo porta a casa i tre punti con i gol di Tricarico e Corallo, viziati tra l'altro da due errori madornali difensivi. Si registra la quarta sconfitta consecutiva: per il Gubbio adesso si fa notte fonda! La cronaca. Sandreani rientra dalla squalifica. Fusseini e Campo sono dirottati in panchina. Balestri affianca Marchi in attacco dal primo minuto. All'8` corner di Gaggiotti, Marchi di testa manda di poco a lato. Risponde al 9` Rega da fuori: tiro che termina a lato. Al 15` la Paganese passa inaspettatamente in vantaggio: Tricarico calcia una rasoiata da fuori che sorprende Pifarotti e la palla si infila nell'angolino. Reazione immediata del Gubbio (16`): corner di Gaggiotti, Fiumana di testa impegna Petrocco. Al 24` esce Marchi (tartassato di continuo dai difensori avversari) per infortunio; subentra De Angelis. Al 32` De Angelis smarca solo davanti alla porta Balestri, ma l'arbitro ferma tutto per un dubbio fuorigioco. Subito dopo, idem: De Angelis è stoppato per un off-side discutibile. Al 35` brutto fallo da dietro su Di Bonito di Tricarico: tutti si aspettano il cartellino rosso per il calciatore ospite, ma per l'arbitro è solo un fallo da «giallo». Il pubblico del Barbetti non ci sta e protesta vivacemente. Al 38` un tiro dal limite di Corallo termina fuori di poco. Ripresa. La Paganese segna in avvio il raddoppio (52`): Corallo calcia in porta da fuori, Pifarotti si butta in ritardo e la palla si infila in rete. Al 54` Lazzoni serve in area De Angelis che calcia incredibilmente a lato da ottima posizione. Al 59` il portiere ospite Petrocco compie il miracolo togliendo dall'incrocio un pallonetto di Balestri. Al 78` lo stesso Balestri si intrufola in area, ma calcia alto da posizione decentrata. Minuto 82, De Sanzo stende in area Balestri, è calcio di rigore: Campo dal dischetto infila la palla nel set. Si chiude praticamente qui l'incontro. E il Gubbio ingoia di nuovo un boccone amaro.
Gubbio: Pifarotti, Tafani, Battistelli, Lazzoni (77` Fusseini), Fiumana, Giacometti, Gaggiotti (55` Campo), Sandreani, Marchi (24` De Angelis), Di Bonito, Balestri. All. Cuttone.
Paganese: Petrocco, Esposito, Di Napoli, Gambi, De Sanzo, Rega (60` Guarro), Risi, Tricarico, Corallo (86` Ibekwe), Serrapica, Fummo (67` Izzo). All. Palumbo.
Reti: 15` Tricarico (P), 52` Corallo (P), 82` Campo (G) rigore.
Arbitro: Branciforte di Nuoro (Russo di Palermo e Libertino di Ostia Lido) . Ammoniti: Battistelli e Tafani (G); Di Napoli, Tricarico e De Sanzo (P). Spettatori: 1366 (685 abbonamenti); di cui 166 paganti di Pagani presenti nel settore ospiti.
I RISULTATI DELLA 11° GIORNATA:
Bellaria - Sansovino 0-0
Carrarese - Spal 0-0
Castelnuovo - Cisco Roma 0-0
Cuoiocappiano - Reggiana 0-2
28' Barbieri (R), 30' Catellani (R)
Giugliano - Foligno 0-3
15' Cavagna (F), 59' Noviello (F), 91' De Marco (G) aut.
Gubbio - Paganese 1-2
15' Tricarico (P), 52' Corallo (P), 82' Campo (G) rig.
Prato - Boca San Lazzaro 2-2
48' Ouchene (P), 54' Diamanti (P), 61' Galati (B), 94' Chomakov (B) rig.
Rieti - Poggibonsi 3-2
1' Ippoliti (R), 32' Sadotti (P), 55' Bifini (P) rig., 78' Ferrazza (R) rig., 89' Magnani (R)
Rovigo - Viterbese 2-2
31' Farris (V), 87' Tiberi (V), 82' Gasparello (R) rig., 90' Gasparello (R)

11/11/2006
Cisco Roma: esonerato Di Chiara; Berretti Gubbio corsara a Portogruaro (1-2)

Stefano Di Chiara non è più l'allenatore della Cisco Roma. Il suo posto, per il momento, viene ricoperto da Antonio Rizzolo, allenatore in seconda. Per i prossimi giorni è atteso il nome del nuovo tecnico della compagine capitolina. La Berretti di mister Stefano Giammarioli vince in trasferta per 2-1 a Portogruaro. I gol del Gubbio portano la firma di Lucesoli e Bellucci. Calcio a cinque, campionato di serie C/1: il Real Gubbio batte per 3-1 il Free Time Pontevalleceppi. A segno Nuti Bagnoli e Torcolini per i ragazzi allenati da Palazzari. Tabellino: Real Gubbio 1998: Petruzzi, Beltrami, Cacciamani, Radicchi, Bagnoli, Nuti, Fumanti, Torcolini, Cecchetti A., Moretti, Esposito, Cecchetti F.; All. Palazzari; Free Time Pontevalleceppi: Castellini, Piglia, Grazioli, Brachini, Melensi, Angeli, Staffa, Capano, Gavarini, Panfili, Buttigli, Castellini G.; All. Arcaleni
Arbitri: Perioli e Monaldi di Città di Castello. Reti: 4' Nuti (RG), 11' Bagnoli (RG), 23' Piglia (PV), 23'st Torcolini (RG).

10/11/2006
Mercato: Varchetta al Poggibonsi

Rinforzo per il Poggibonsi. Vestirà la maglia giallorossa il centrocampista Leonardo Varchetta, 29 anni, la scorsa stagione nelle fila del Gualdo in C/2. Il calciatore laziale (nativo di Civitavecchia) in passato ha giocato con il Tempio, Montevarchi, Teramo e Viareggio in serie C. Ha indossato pure le casacche di Città di Castello, Orvietana, Tivoli e Carpi. Arbitra la gara Gubbio-Paganese il sig. Branciforte di Nuoro (assistenti: Russo di Palermo e Libertino di Ostia Lido). L'arbitro in questione, al terzo anno di serie C, ha diretto gli eugubini la scorsa stagione in due occasioni: Gubbio-Castel San Pietro (3-0) e Carrarese-Gubbio (0-0).

10/11/2006
Mercato: Rossini firma per la Reggiana

Nuovo arrivo per la Reggiana. Ingaggiato (contratto fino a giugno 2007) il difensore Stefano Rossini, 35 anni, la scorsa stagione tra le fila della Cremonese in serie B. Il calciatore mantovano ha giocato in passato con Como, Ternana e Genoa sempre in B. In serie A vanta 119 presenze avendo indossato le casacche di Lecce, Atalanta, Piacenza, Udinese, Inter, Fiorentina e Parma. Diretta Rai Sat: la Lega di serie C rende noto che la partita Cisco Roma-Giugliano (12° giornata) sarà posticipata a lunedì sera 20 novembre.

09/11/2006
Cipolletti: "Ricordi indimenticabili, ho tutte le cassette. Per Gubbio la C2 è stretta..."

Ritorna il nostro album di ricordi del passato con la nostra rubrica speciale. E ora abbiamo intervistato Sabatino Cipolletti, attaccante teramano che con la maglia del Gubbio ha realizzato una ventina di reti in tre stagioni dal 1985 al 1988. "È l'esperienza più bella che ho avuto in carriera. - spiega Cipolletti a Gubbiofans - Giocavamo di frequente con lo stadio San Biagio pieno e nelle partite esterne ci seguivano sempre minimo 500 sostenitori eugubini. Sono dei ricordi indimenticabili. Ho tutte le videocassette di quei tre anni passati a Gubbio e ogni tanto le rivedo. Dopo questa esperienza ho avuto la fortuna di giocare con squadre del sud dove è rinomato che esiste un particolare calore del pubblico. Ma quelle emozioni che ho vissuto a Gubbio non le ho più provate da nessun'altra parte. Il mio secondo figlio è nato a Gubbio, l'ho chiamato Ubaldo e la dice lunga sul mio legame verso questa città. Puntualmente sono presente alla Festa dei Ceri del 15 maggio e ho avuto l'opportunità di stare sotto il Cero per pochi metri. Sono un Santubaldaro. Gubbio è in assoluto la mia seconda città". Il ricordo più bello in maglia rossoblù? "L'anno in cui salimmo in C2. A Città di Castello abbiamo vinto 3-0 e ho segnato due gol. È stata una cosa indescrivibile e non vi dico cosa è successo in serata quando siamo tornati a Gubbio. Ci fu una festa alla pari di quella del Curi. Mi ricordo che l'autista del pullman, Bellucci, sul tragitto del ritorno ogni rotonda che incontrava faceva le "tre girate" come avviene per i Ceri. Questo episodio è rimasto negli annali per chi era stato partecipe a quella trasferta". E naturalmente ritorna in mente lo spareggio del 1987 al Curi di Perugia contro il Poggibonsi davanti a 20000 persone. "Come si fa a non ricordare un simile evento? - continua Cipolletti - Tanti spettatori per una partita di dilettanti non si erano mai visti. Ma non mi hanno sorpreso. La tifoseria del Gubbio in quei periodi era veramente eccezionale. Anche nello spareggio dell'anno prima a Senigallia contro la Vis Pesaro c'era una marea di gente. Non potei giocare l'incontro del Curi, ero in tribuna e fu una sofferenza. Il Poggibonsi ci aveva battuto sia all'andata che al ritorno, ed era ancora imbattuto. Sconfiggerlo al 118esimo minuto è stata un'emozione veramente indescrivibile". Stagione successiva, primo anno in C2. Come ricorda i derby giocati con Perugia e Ternana? "Avevamo i mezzi per vincere il campionato. Potevamo riuscirci se ci avessimo creduto di più. Avevamo una grande squadra e arrivammo quarti dietro Perugia, Casarano e Andria, compagini costruite per stravincere. Ma noi eravamo alla loro altezza. Quei derby furono entusiasmanti. Tanto pubblico. A Perugia una marea di gente da Gubbio ci seguì in curva sud. Contro la Ternana però ci furono i derby più scintillanti". Il gol più bello? "Il terzo gol a Città di Castello (doppietta di Cipolletti e gol di Camborata ndr). Sono partito da centrocampo da solo in velocità e davanti al portiere feci un cucchiaio. Poi andai a festeggiare davanti ai nostri tifosi. Fu un'apoteosi. È un'immagine viva ancora oggi". Il compagno di squadra che ritiene il più forte di quei tempi? "Nei dilettanti Camborata è stato il nostro finalizzatore. Poi in C2 è facile citare Cacciatori e Di Felice. Ho avuto la fortuna di giocare con Morbiducci. Del resto ricordo volentieri Zoppis, ero particolarmente legato a Miocchi, Proietto, Di Renzo, Cocciari, Luiu, Giovannico, Ragnacci, Pugnitopo, Pompa, Baldinelli. Mi piace ricordarli tutti. Quando ci rivediamo, ci abbracciamo quasi con le lacrime agli occhi perchè è stato un periodo della nostra vita indimenticabile". Roscini e Landi? "Furono due grandi allenatori. Persone squisite e disponibili. Si era creato uno spogliatoio formidabile. Il gruppo era fantastico. Ci dividevamo tutto nella vita privata". Ci può svelare un retroscena? "Lotorio usciva con una ragazza. Noi, per dissuaderlo, ci siamo inventati la storiella che i tifosi lo avevano scoperto e se non lasciava perdere sarebbe stato aggredito. Lotorio ha abboccato e con quella ragazza poi ci è uscito un altro giocatore. Quando si è accorto della mascherata ci è rimasto male. Ma ne abbiamo combinate tante, facevamo tanti scherzi tra di noi e si accettavano con il sorriso sulle labbra". Un giudizio sul Gubbio attuale? "Ho avuto modo di vedere una parte della gara a Ferrara su Rai Sat. La prima cosa che faccio la domenica sera è guardare su Televideo cosa ha fatto il Gubbio. Sarebbe bello rivedere allo stadio in questa città 4000 persone ogni domenica. Ma ci vorrebbe una promozione in C1. Le potenze economiche ci sono: in primis mi riferisco a Barbetti e Colacem. Mi stupisco che il Gubbio non abbia raggiunto ancora la C1. A Teramo spesso vado a vedere le partite e la C1 è veramente un altro campionato. La C2 è troppo stretta per la piazza eugubina e ci sono tutti i presupposti per giocare in una categoria superiore. Forse il buon Mario Mancini già avrebbe portato il Gubbio in C1".

08/11/2006
Lazzoni: "Una sconfitta che brucia. È un periodo no: al minimo errore siamo puniti"

Il Gubbio esce sconfitto da Ferrara contro la capolista Spal nel posticipo serale in diretta su Rai Sat. Il commento di Max Lazzoni: "È inutile nasconderlo, la sconfitta brucia. - spiega il mediano ligure a Gubbiofans - Direi che la nostra prova non è per niente da buttare. Abbiamo affrontato il titolato avversario con personalità e con il nostro impianto di gioco. Per una disattenzione siamo stati puniti. Purtroppo è un periodo negativo, non raccogliamo niente rispetto a quello che creiamo. La malasorte ultimamente ci perseguita. Nelle ultime tre partite abbiamo preso gol al minimo errore. Il calcio è anche questo. Ma noi siamo fiduciosi perchè siamo consapevoli delle nostre forze, soprattutto dopo aver affrontato la capolista". I numeri adesso sono crudeli con il Gubbio. Nelle ultime tre gare sono arrivate altrettante sconfitte. Oltretutto l'attacco si è inceppato: nelle ultime tre partite non si è segnato nemmeno un gol. Prima invece il Gubbio possedeva il miglior attacco del girone. C'è una spiegazione a questa involuzione? "A Foligno abbiamo avuto due occasioni subito con Gaggiotti. Con la Cisco Roma in casa abbiamo creato un'infinità di palle gol. Contro la Spal nel primo tempo abbiamo battuto sei calci d'angolo a zero contro una squadra che avrebbe dovuto dominare la partita. Prima bastavano due tiri in porta e portavamo a casa i tre punti. Adesso invece facciamo fatica. Ma non siamo preoccupati, assolutamente. Non può andarci sempre male". L'allenatore della Spal (Rossi) a fine partita ha dichiarato davanti alle telecamere di Rai Sat che la sua squadra ha avuto un totale predominio, il Gubbio non ha mai passato la metà campo e il risultato è giusto. Che ne pensa Lazzoni? "Ho saputo che sono rimasti perplessi pure i commentatori della Rai. Si era parlato di una partita equilibrata, decisa da un episodio. Non mi piace parlare degli altri, ma prima di dire certe cose forse mi riguarderei la partita in cassetta. La Spal è capolista e doveva giocare in casa per vincere. Invece ha fatto solo un tiro in porta e non è riuscita a fare tre passaggi di seguito, soprattutto nella ripresa. Questa è la pura e semplice verità. Mi sembrano dichiarazioni eccessive e fuori luogo". E domenica arriva al Barbetti la Paganese. "È una partita molto difficile - conclude Lazzoni - contro una buona squadra. Dobbiamo spezzare questo trend negativo. Siamo sereni e dobbiamo giocare come sappiamo fare. Non bisogna fasciarsi la testa prima del dovuto. C'è tutto il tempo per riprendersi".

07/11/2006
I provvedimenti del Giudice Sportivo

I provvedimenti disciplinari. Per due giornate è stato squalificato la punta Girometta della Cuoiocappiano. Per un turno sono stati fermati Frasca e Gentile (Rieti), Vicedomini (Paganese), Barbi e Gorrini (Boca San Lazzaro). Nessuna ammenda per le società nel girone.

06/11/2006
Posticipo: il Gubbio cede immeritatamente nel finale contro la capolista Spal (1-0)

Posticipo serale su Rai Sat. La capolista Spal si aggiudica l’incontro per 1-0. Rete decisiva di Di Loreto ad un quarto d’ora dalla fine. Un risultato senza dubbio bugiardo, che penalizza troppo un Gubbio volenteroso e ordinato, contro una Spal che si è dimostrata una compagine esperta ma abbastanza fortunata. Per i rossoblù si tratta della terza sconfitta consecutiva. E domenica sarà ospite al “Barbetti” la Paganese. Ma passiamo alla cronaca di Spal-Gubbio. Assente Sandreani per squalifica. Al suo posto gioca Rodio. Rientra Battistelli dopo l’infortunio. Primo tempo piacevole. Le due squadre giocano a viso aperto. Al 7’ ci prova Rodio dalla distanza, Nordi è attento e para. Al 10’ tiro improvviso di Sesa da trenta metri, respinge con tempestività con i pugni Pifarotti. Al 28’ ci riprova ancora l’ex leccese Sesa dalla lunga distanza, ma il suo tiro termina a lato. Al 29’ Fusseini lancia Marchi che penetra in area e spara un gran tiro a rete; con la testa Turone salva in extremis in calcio d’angolo. Al 31’ un tiro a parabola di Campo dal limite sorvola di poco la traversa. Risponde subito dopo Semprini: tiro che si perde sul fondo. Si chiudono i primi quarantacinque minuti di gioco. La ripresa si apre con una girata volante dal limite di Marchi a rete, Nordi si allunga e para. Al 52’ un tiro dal limite di Campo si spegne sul fondo. Al 69’ Rodio crossa in mezzo dalla destra, mezza sforbiciata al volo di Gaggiotti, la palla va fuori di poco. Presunto mani in area al 72’ di Di Loreto in area locale: protestano i giocatori eugubini, ma l’arbitro fa proseguire l’azione. Nel migliore momento del Gubbio, la Spal trova il gol del vantaggio al 76’: Fusseini si fa anticipare da Di Loreto al limite dell’area, gran sventola, palla che si infila all’incrocio dei pali. Reazione del Gubbio: 85’, De Angelis serve Balestri, tiro dal limite, Nordi para in due tempi. Ultimi assalti in area ferrarese: nei minuti di recupero, un colpo di testa ravvicinato di Balestri costringe Nordi a compiere un prodigioso intervento. Note: l’allenatore Rossi della Spal a fine gara ha dichiarato - tramite le telecamere di Rai Sat - che la sua "squadra ha dominato la gara, l’avversario non ha mai oltrepassato la metà campo e il risultato è giusto”. Probabilmente ha visto un’altra partita!
Spal: Nordi, Gianella, Ghetti, Turone, Giorgi (89’ Mangoni), Di Loreto, Schiavon, Fonjock (65’ Gamma), Sesa, Semprini (86’ Gardella), Bisso. All. Rossi.
Gubbio: Pifarotti, Tafani, Battistelli, Lazzoni, Fiumana, Giacometti, Gaggiotti (72’ Fata), Rodio (82’ De Angelis), Marchi, Campo (74’ Balestri), Fusseini. All. Cuttone.
Rete: 76’ Di Loreto (S).
Arbitro: Palazzino di Ciampino.
Ammoniti: Rodio (G). Spettatori: 5000 circa (una trentina da Gubbio).

06/11/2006
Gubbio: la sesta volta su Rai Sat...

Scatta l'ora di Spal-Gubbio (ore 20:30), posticipo serale, in diretta sul canale satellitare della Rai. È la sesta volta che succede alla formazione eugubina dal 2003. Si cominciò il 6 ottobre 2003 (1-1 a Grosseto) e nella stessa stagione il Gubbio si trasferì a Fano (2-1 per i granata), il 1 marzo 2004. Nella stagione 2004-05 invece, precisamente il 5 aprile 2005, i rossoblù giocarono a Forlì (0-0) il 21 ottobre 2005, di venerdì. Nella scorsa stagione furono giocati due incontri in diretta televisiva. Il 21 ottobre 2005, di venerdì sera, il Gubbio subì una severa sconfitta a Benevento (4-1). L'ultimo incontro su Rai Sat risale a lunedì 13 febbraio 2006: per la prima volta si gioca a Gubbio e finisce 1-1 contro la Reggiana. Questa volta si accendono i riflettori dello stadio "Paolo Mazza" di Ferrara.

05/11/2006
I risultati della decima giornata, in attesa del posticipo serale Spal-Gubbio

La decima giornata ha visto la netta vittoria del Foligno contro il Rovigo grazie a una doppietta del bomber argentino Turchi. Vittorie esterne di Viterbese, Carrarese e Bellaria. Lunedì sera è previsto il posticipo serale Spal-Gubbio.
I RISULTATI DELLA DECIMA GIORNATA:
Boca San Lazzaro - Viterbese 1-2
6' Tiberi (V), 43' Tiberi (V), 52' Chomakov (B) rig.
Cisco Roma - Carrarese 0-1
8' Furlan (Ca)
Foligno - Rovigo 3-1
6' Cavagna (F), 29' Turchi (F), 45' Turchi (F), 55' Dal Degan (R)
Giugliano - Castelnuovo 0-0
Poggibonsi - Bellaria 0-1
31' Pippi (B)
Reggiana - Prato 2-2
18' Diamanti (P), 34' Catellani (R), 42' Girardi (P), 48' Barbieri (R)
Rieti - Cuoiocappiano 0-0
Sansovino - Paganese 1-1
51' Fummo (P), 92' Boldo (S)
Spal - Gubbio
lunedì ore 20,30

04/11/2006
Berretti Gubbio: 2-1 al Boca San Lazzaro; Calcetto: Real Gubbio corsaro a Orte (1-2)

La Berretti Gubbio di mister Stefano Giammarioli piega per 2-1 il Boca San Lazzaro. A segno per i rossoblù Pierini (37') e Panetta (90'). Il gol della bandiera degli emiliani è stato realizzato da Tonelli su rigore (91'). Campionato di calcio a cinque di serie C/1. Impresa del Real Gubbio che espugna il campo di Orte per 2-1. I rossoblù di mister Palazzari sono andati a segno nella ripresa con Cecchetti (14' st) e Bagnoli (20' st). La rete dei locali porta la firma di Pizzichini (28' st).

04/11/2006
Spal-Gubbio: arbitra Palazzino

Sarà il sig. Gennaro Palazzino di Ciampino a dirigere il posticipo serale Spal-Gubbio. L'arbitro in questione, al terzo anno di esperienza in serie C, ha già diretto la formazione eugubina nella scorsa stagione in Gubbio-Cavese (1-1; reti di Alfano e Tafani). Gli assistenti sono Fortunati di Roma e Nocera di Albano Laziale.

03/11/2006
Ex rossoblù: Acori, Galderisi, Ferraro e Magnanelli: si vola in serie B e in C/1...

Ex rossoblù alla ribalta. Leonardo Acori, 51 anni, attuale tecnico del Rimini (mister del Gubbio in due stagioni, dal '97 al '99). La squadra romagnola in serie B si trova seconda in classifica, dietro solo al sorprendente Genoa. E per adesso il Rimini può vantarsi di essere l'unica squadra che ha bloccato sul pari la Juventus (1-1 al "Romeo Neri"). Andiamo in C/1 dove troviamo Giuseppe Galderisi, 43 anni, tecnico dell'Avellino (allenatore del Gubbio nel 2004). La squadra campana vanta di avere il migliore attacco di tutta la serie C (21 reti in 9 partite disputate). L'Avellino si trova in quarta posizione nel girone B della C/1 (con due punti di penalizzazione a carico), dietro solamente a Salernitana, Foggia e Ravenna. Si stanno affermando anche alcuni calciatori. Emanuele Ferraro, classe '78, attaccante della Salernitana. Nel Gubbio ha giocato nella stagione 2000-01 (in panchina c'era Dal Fiume). La punta messinese è andata a bersaglio per sette volte in nove gare. Nella classifica cannonieri si trova dietro solo a Evacuo (Avellino) e Chianese (Ravenna), entrambi autori di 8 reti ciascuno. E la sua Salernitana si trova in terza posizione in C/1 (girone B). Sempre in C/1, ma nel girone A, il neopromosso Sassuolo guida incredibilmente la classifica, tra le cui fila c'è il centrocampista Francesco Magnanelli (ex Gubbio nella stagione 2001-02 con Alessandrini in panchina), classe '84, che vive in Umbria, a Città di Castello.

03/11/2006
Gubbio: comunicato della società per la città; Mercato: Famiano al Giugliano

Mercato nel girone. Il Giugliano ingaggia un nuovo attaccante. Si tratta di Pietro Famiano, 23 anni, proveniente dalla Casertana. Il calciatore nativo di Marcianise è cresciuto tra le fila della Juventus dove ha segnato 88 reti; la punta campana ha indossato in passato le casacche di Triestina (nella formazione Primavera alabardata ha realizzato 36 gol in due stagioni) e Nocerina (in C/2). Nella stagione 2001-02 ha giocato con il Gubbio di mister Alessandrini. Intanto la società del Gubbio diffonde un comunicato rivolto alla cittadinanza e a tutti i tifosi della Gubbio calcio, che noi pubblichiamo integralmente di seguito. "L’A.S. Gubbio 1910 S.r.l. intende sottolineare che la stagione in corso è pienamente in linea con i programmi varati nel luglio scorso. La società ribadisce con forza e convinzione che l’obiettivo principale è il raggiungimento della salvezza, attraverso un campionato dignitoso nel quale valorizzare le risorse umane con particolare riferimento ai giovani che stanno trovando ampio spazio. I risultati delle prime giornate e la buona posizione in classifica non devono distogliere l’attenzione dai programmi che sono stati definiti e concordati con lo staff tecnico. L’obiettivo di partenza, dunque, va sempre tenuto ben presente. Il positivo andamento della stagione nella sua fase iniziale è dovuto all’impegno profuso da tutte le componenti e alla crescente risposta della tifoseria che è molto presente tanto in casa quanto in trasferta trasmettendo calore ed incitamento. La società esprime un sentito ringraziamento perché l’atteggiamento costruttivo e passionale dei tifosi è uno stimolo positivo destinato ad incoraggiare il massimo impegno, nel pieno rispetto della programmazione. Il quadro economico finanziario, secondo le stime e consuntivo del primo trimestre, risulta conforme al budget previsionale del periodo. La programmazione ed organizzazione generale procede nel rispetto dei parametri prefissati: gli incaricati responsabili evidenziano un sempre maggiore rispetto sia delle regole di gestione sia a livello di relazioni interne per una efficace operatività nei settori. La gestione del settore giovanile, dopo i primi riscontri sulle linee programmatiche, risulta estremamente positiva, specie nei rapporti con le scuole calcio e nel monitoraggio di potenziali giovani talenti sui quali investire per il futuro. Tali elementi di verifica spingono la società a proseguire nel lavoro impostato nei mesi scorsi, confidando in una sempre maggiore partecipazione della città".

01/11/2006
Sandreani squalificato per un turno

Diramati i provvedimenti disciplinari. Per una gara è stato stoppato il tecnico Fabbri del Bellaria. Per due giornate viene squalificato l'attaccante Carlet della Reggiana. Per un turno è stato fermato Alex Sandreani: il centrocampista cantianese salterà la sfida di lunedì sera contro la Spal. Per una gara sono stati appiedati inoltre Pazzi (Foligno), Gallina (Boca San Lazzaro), Ibekwe e Di Napoli (Paganese), Galli (Prato), Stefani (Cuoiocappiano), Sadotti (Poggibonsi), Shakpoke (Rovigo), Locatelli (Viterbese) e Cheik Chadi (Spal). Ammende alle società di Viterbese (3000 euro), Spal (1000) e Giugliano (500). Capitolo infortuni: Reggiana in emergenza. Il difensore Fabio Caselli, uscito anzitempo nella gara di Carrara, ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore destro del ginochhio sinistro e sarà operato: si prevedono 5-6 mesi di stop. Pure il centrocampista Nicola Cingolani ha riportato un infortunio: si tratta di una lesione muscolare alla coscia che lo terrà fermo per quasi un mese. Il capitano granata Antonio Foschini è stato sottoposto ad intervento chirurgico per l'asportazione del menisco. Ad inizio stagione aveva riportato un grave infortunio pure il bomber Andrea Mussi e sta effettuando la riabilitazione.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 11.11.2019 ora 19:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 14 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Ravenna
Carpi
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Arzignano Valc.
Sudtirol
Gubbio
Virtus Verona
Feralpisalo
Imolese

10240
9260
7270
6000
5490
4780
3530
3230
2330
2320
1970
1690
1540
1400
1210
1020
910
890
870
450

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy