GUBBIO 2019-2020
Serie C - Mercato

ACQUISTI:

Cesaretti (a) Paganese
Bacchetti (d) Monopoli
Sbaffo (c/a) Albinoleffe
Zanoni (d) Atalanta
Cenciarelli (c) Viterbese
Konate (d) Fano
Rafa Munoz (d) Marbella
Filippini (d) Lazio
Zanellati (p) Torino
Ravaglia (p) Bologna
De Silvestro (a) rinnovo
Malaccari (c) rinnovo

SOTTO CONTRATTO:

Marchegiani (p)
Tofanari (d)
Schiaroli (d)
Maini (d)
Benedetti (c)
Conti (c)
Ricci (c)
Battista (a)
Tavernelli (a)

TRATTATIVE:

Hadziosmanovic (d) Samp
Bordin (c) Roma
Sarao (a) Monopoli
Bianchimano (a) Perugia
Danti (a) Virtus Verona

CESSIONI:

Casiraghi (c/a) Sudtirol
Chinellato (a) Lecco
Espeche (d) Reggiana
Cattaneo (c/a) Novara
Plescia (a) Renate
Battaiola (p) Fiorenzuola

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA 2018-2019

Pordenone
Triestina (-1)
Imolese
Feralpisalo

Monza
Sudtirol
Ravenna
Vicenza
Sambenedettese
Fermana
Ternana
Gubbio
Teramo
Albinoleffe
Vis Pesaro
Giana Erminio
Renate
Rimini
Virtus Verona

Fano

73
67
62
62
60
55
55
51
50
47
44
44
43
43
42
42
39
39
38

38

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

Verdetti:

Pordenone in serie B
Virtus Verona e Fano retrocesse in serie D

-

Marcatori 2018-2019
Lega Pro - Girone B

Granoche Triestina
Perna Giana Erminio
Lanini Imolese
Candellone Pordenone

17
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

De Silvestro
Casiraghi
Marchi
Chinellato
Plescia
Casoli
Battista
Campagnacci
Espeche
Maini
Malaccari
Schiaroli

8
7
5
4
3
2
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

30/11/2004
Ravenna: stop per Affatigato e Gennari

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone dell'A.S. Gubbio 1910. Al "San Biagio" il Ravenna, prossimo avversario del Gubbio, dovrà fare a meno di due giocatori: il centrocampista
Affatigato e la punta Gennari sono stati squalificati per una giornata. Per un turno sono stati appiedati anche Onorato (Tolentino), Perrulli (Viterbo), Tarpani (Sansovino), Corucci (Aglianese), Fommei (Castelnuovo), Pisciotta (Lodigiani), Girardi (Fano), Bresciani (Gualdo), Zaccanti (Imolese), Mastrapasqua (Montevarchi) e Fiore (San Marino). Nessuna ammenda alle società.

30/11/2004
Coresi: "Venderemo cara la pelle..."

Risulta attualmente il più in forma della compagine eugubina: Matteo
Coresi (tre gol nelle ultime due gare) esamina il pari di Castelnuovo Garfagnana: "Abbiamo ottenuto un pareggio molto importante su un campo molto difficile - dichiara il tornante folignate a Gubbiofans - Pochissime squadre riusciranno a raccogliere punti contro il Castelnuovo; noi siamo riusciti a fermarli in casa loro stringendo i denti. Al momento stiamo bene fisicamente e stiamo trovando una certa identità. D'ora in avanti sarà dura per tutte le squadre incontrarci: venderemo cara la pelle. Stiamo trovando un'organizzazione di gioco e si è creato un gruppo molto affiatato. Ci sono tutti i presupposti per fare bene e magari passare un bel Natale". Ancora una volta Coresi è andato a segno... "Un gol scaturito da uno schema che proviamo spesso negli allenamenti. Chafer ha fatto la sponda per Maisto: io mi sono inserito sul filo del fuorigioco mentre lui mi lanciava la palla; di conseguenza ho dribblato il portiere e con il sinistro ho calciato in rete. Spero di continuare a segnare, anche se non sarà facile: questi gol mi aiutano molto a livello morale, anche perchè adesso gioco con più tranquillità". Si poteva anche vincere a Castelnuovo? "Penso che il pareggio sia il risultato più giusto. I toscani ci hanno pressato molto. Abbiamo trovato anche un ambiente abbastanza ostile: tutti che urlavano contro l'arbitro, che si è fatto un po' condizionare". Dopo il pareggio dei padroni di casa, il Gubbio ha sofferto molto. Merito del Castelnuovo o demerito vostro? "Non ci sono stati nè meriti, nè demeriti. Era naturale che loro volevano vincere a tutti i costi dopo la gara persa a Imola, ma noi abbiamo ribattuto colpo su colpo". Il Castelnuovo è la migliore squadra incontrata? "In assoluto. E' una grande squadra che gioca insieme da tre anni. Anche se mi è rimasta da vedere la Massese". Adesso vi aspettano quattro gare tutte difficili, a cominciare da domenica quando arriverà a Gubbio il Ravenna: "Ci attendono quattro scontri durissimi. Ma noi ce la giocheremo con tutti. Come dicevo prima, adesso non c'è più il Gubbio di inizio stagione: si è formato un gruppo solido, molto attaccato a questa città e fino all'ultimo minuto suderà per i colori di questa maglia".

29/11/2004
Lega di serie C: riconfermato Macalli

Per la terza volta consecutiva
Mario Macalli è stato rieletto presidente della Lega di Serie C. Durante l'assemblea delle società a Coveciano, Macalli ha ottenuto 75 preferenze (34 in C/1 e 41 in C/2) su 93 voti disponibili. Delle restanti preferenze, Fausta Bergamotto (presidente della società del Castel di Sangro) ha preso tre voti. Nominati anche i consiglieri di Lega: del girone B della C/2 sono stati eletti Cionci (amministratore delegato della Cisco Lodigiani), Sili (amministratore delegato del Montevarchi) e Cornieti (presidente del San Marino).

28/11/2004
Il Gubbio blocca la terza forza del campionato: pari a Castelnuovo (1-1)

Importante e beneaugurante punto esterno conquistato dal Gubbio al "Nardini", sul difficile campo di Castelnuovo Garfagnana. I rossoblù sono riusciti a bloccare sull'1-1 i padroni di casa toscani, terza forza del campionato. Il Gubbio, in verità, era passato in vantaggio per primo (ancora in gol
Coresi, dopo la doppietta personale realizzata domenica scorsa). Il Castelnuovo è riuscito a raddrizzare la gara nella ripresa (rete di Magnani) dopo una gara intensa e ricca di episodi. Ma andiamo per ordine e passiamo alla cronaca. I rossoblù devono fare a meno di Tresoldi (squalificato), Baciocchi e Gaggiotti, entrambi infortunati. Ritornano a disposizione i difensori Ercoli (dirottato in panchina) e Tafani, reduci dalla squalifica. Mister Castellucci schiera una sola punta (Chafer), coadiuvato dagli esterni (Coresi e Maisto), con un centrocampo più folto (Travaglione che affianca Lazzoni e Sandreani); il giovane Marchi, dopo l'ottima prova di domenica scorsa contro l'Aglianese, parte dalla panchina. Il Gubbio parte forte e al 9' si porta a sorpresa in vantaggio. Black-out difensivo dei gialloblù (errata posizione del fuorigioco) su un lancio filtrante di Maisto: ne approfitta Coresi che taglia la retroguardia toscana involandosi verso l'area di rigore, scarta il portiere Careri e infila la palla in rete. I padroni di casa cercano di reagire, ma non trovano lo specchio della porta prima con Martelloni e poi con Malventi. Ma il Gubbio è attento e sempre reattivo nelle ripartenze. La partita è accesa e vibrante, si lotta su ogni pallone e non mancano alcuni scontri di gioco molto decisi. Al 21' Magnani non trova la porta su passaggio filtrante di Martelloni. Al 29' Fabbri è prodigioso su un tiro ravvicinato scagliato in porta pericolosamente da Laner (sugli sviluppi di un corner). Il Castelnuovo preme e sfiora la segnatura al 35': un tiro improvviso di Biggi dal limite, deviato da Montemurro, scheggia la traversa. Al 37' Coresi, con caparbietà, ruba palla a Cavalcante e spara prontamente a rete: il suo tiro termina di poco a lato. Al 39' Fommei, dopo una veloce percussione sulla sinistra, tenta di sorprendere la retroguardia eugubina: Fabbri è attento e abbranca la sfera. Al 41' l'attivo Biggi con un tiro improvviso dalla distanza calcia di poco a lato. Finisce così un primo tempo che non ha deluso le attese. La ripresa si gioca sulla stessa falsa riga della prima frazione di gioco. Al 49' spettacolare sforbiciata di Grassi (assist di Biggi) indirizzata in porta: Fabbri non si fa sorprendere intercettando la pericolosa conclusione a rete del calciatore toscano. Al 55' il Castelnuovo trova il pareggio: Magnani, su cross dalla destra di Grassi, schiaccia la palla in rete; nell'occasione la difesa eugubina non è impeccabile. Al 58' entra in campo Ercoli al posto di Coresi. La gara è molto intensa con toni agonistici molto alti. Al 64' Maisto calcia una punizione direttamente in porta dalla distanza: è provvidenziale l'intervento del portiere di casa Careri che intercetta con difficoltà la sfera sulla linea di porta. Ma il Castelnuovo è sempre pericoloso in avanti: lo sgusciante Biggi mette in apprensione l'intera retroguardia eugubina con le sue folate veloci e improvvise. Al 69' esce dal campo Maisto; subentra Marchi. Al 70' Macelloni, sugli sviluppi di un corner, decolla in area eugubina e di testa gira pericolosamente a rete: Fabbri abbranca la sfera. Lo stesso Fabbri si ripete al 74' chiudendo alla grande su Biggi. Subito dopo una punizione di Grassi termina di poco fuori. Al 79' sponda di Grassi per Biggi (una vera furia) che calcia a botta sicura a rete: abbranca la sfera con autorità l'ottimo Fabbri. Al 84' Chafer per poco non sorprende il portiere di casa Careri; nella stessa azione si segnala un brutto fallo di Macelloni sul giovane Marchi: il difensore toscano non viene nemmeno sanzionato dall'arbitro. Biggi crea scompiglio in area rossoblù (84'): prima Ercoli e poi Tafani riescono a sbrogliare la matassa. Continuano le folate offensive dei garfagnini in un finale di gara molto concitato, ma il Gubbio pur soffrendo difende il risultato a denti stretti fino all'ultimo secondo. Gli eugubini escono indenni da un campo, come quello di Castelnuovo Garfagnana, che difficilmente sarà terra di conquista per gli avversari: la formazione toscana si è dimostrata solida, coriacea, sempre pericolosa con un gioco arioso e filtrante. Dagli addetti ai lavori, la squadra garfagnina viene segnalata per il bel gioco che sa esprimere in campo, che possiede inoltre un organico di assoluto valore, con elementi che fanno sempre la differenza (Biggi su tutti). Punto importante, quindi, che proietta la compagine rossoblù a quota 14 punti (in coabitazione con Fano e Ravenna). E domenica al "San Biagio" il Gubbio dovrà vedersela con il Ravenna.
Castelnuovo: Careri, Nincheri, Cavalcante (46' Pennucci), Fommei, Fanani, Macelloni, Martelloni, Laner (46' Grassi), Malventi, Biggi (87' Mariotti), Magnani. All. Tazzioli.
Gubbio: Fabbri, Tafani, Montemurro, Travaglione, Aloisi, Giacometti, Coresi (58' Ercoli), Lazzoni, Chafer, Sandreani, Maisto (69' Marchi). All. Castellucci.
Reti: 9' Coresi (G), 55' Magnani (C).
Arbitro: La Rocca di Ercolano. Ammoniti: Malventi, Magnani, Laner e Grassi (C); Fabbri, Montemurro e Travaglione (G). Spettatori: 500 circa.
I RISULTATI DELLA 12° GIORNATA:
Aglianese - Cuoiopelli Cappiano 4-1
15' Cenci (A), 39' Ferretti (A), 57' Fiuzzi (C), 75' Damiano (A), 91' Barbini (A)
Carrarese - Forlì 0-0
Castel San Pietro - Montevarchi 1-0
22' Del Rio (C)
Castelnuovo - Gubbio 1-1
9' Coresi (G), 55' Magnani (C)
Fano - Gualdo 2-0
30' Garba (F), 62' Barni (F)
Ravenna - Ancona 0-0
San Marino - Massese 0-0
Sansovino - Bellaria 0-1
67' Liberti (B)
Tolentino - Imolese 1-0
42' Maggi (T)
Viterbo - Cisco Lodigiani 2-1
23' Zazzetta (V), 71' Parisi (L), 75' Del Degan (V)

27/11/2004
Calcio a 5: Real Gubbio: pari in trasferta; Victoria Mocaiana ancora sconfitto

Campionato di serie C/1 di calcetto. Il Real Gubbio pareggia a Norcia per 3-3 contro il Nursia calcio a cinque. I rossoblù sono andati a segno con
Cecchetti, che ha realizzato una doppietta, e con Traversini. La formazione di mister Federico Mariotti sale a quota 26 punti (secondo posto in classifica). Ancora una giornata amara, invece, per il Victoria Mocaiana. I rossoverdi cedono in casa contro i Grifoni (4-5). A segno per gli eugubini Ghirelli (doppietta), Giorgio Olmi e Moretti. Il bomber rossoverde Urbani, assente ormai da tempo per infortunio, sarà disponibile non prima di gennaio. La compagine di mister Pierpaolo Mariotti rimane ancorata a 9 punti, nelle zone calde della classifica.

25/11/2004
Ancona: nuovi calciatori in prova

La società dorica ha aggregato alla rosa tre nuovi giocatori in prova. Sono il difensore francese
Ablancourt (21 anni; ex Monaco), l'esterno difensivo Traversa (30 anni; ex Lecce e Fiorentina) e il giovanissimo centrocampista Vallelonga (17 anni; ex Genoa). Notiziario Gubbio: Recuperati alcuni giocatori infortunati. Sono ritornati a lavorare a pieno ritmo nel gruppo AloisiAmadio; per domenica ritorneranno disponibili Ercoli e Tafani, entrambi reduci rispettivamente dalla squalifica di una e due giornate. Per Castelnuovo Garfagnana sarà assente invece il laterale sinistro Tresoldi (squalificato). Sono in dubbio Baciocchi, che deve fare i conti ancora con una fastidiosa tendinite, e Gaggiotti (stiramento ai legamenti di un ginocchio): entrambi i calciatori si sono allenati a parte. Intanto, nel pomeriggio, si è giocata una partitella amichevole a ranghi contrapposti (risultato finale 3-2): sono andati a segno Marchi, Chafer e Lazzoni (su rigore) da una parte; Radicchi e il giovane Pasciullo, gli autori dei due gol dell'altro schieramento.

25/11/2004
Coresi: "Che gioia segnare per la prima volta in C2: gol che mi danno fiducia..."

Matteo
Coresi segna i suoi primi gol tra i professionisti. E contro l'Aglianese non ci è andato leggero: ha realizzato addirittura una doppietta... "Mi aspettavo prima o poi di fare un gol - dichiara il tornante folignate a Gubbiofans - invece ne ho fatti due tutti insieme. Mi mancavano dai tempi del Foligno in Eccellenza. Appena ho segnato il primo gol non sapevo nemmeno cosa fare: ero incredulo e invece di esultare ho fatto il giro intorno alla porta. Il secondo gol sono andato a festeggiarlo sotto la curva, verso quei tifosi che ci incitano sempre. E' stata una gioia doppia perchè ho segnato per la volta in C/2 e perchè ho siglato delle reti molto importanti ai fini della vittoria. Gol che mi ripagano e mi danno molta fiducia per il futuro". Coresi si è presentato con uno strano look al "San Biagio" domenica scorsa, con la testa completamente rasata... "In settimana mi ero presentato agli allenamenti con i capelli color biondo platinato - confessa - perchè avevo perso una scommessa con Amadio. Poi sabato, il giorno prima della partita, li ho rasati a zero e ha portato bene". Domenica trasferta a Castelnuovo: "E' una partita difficile contro una squadra ostica che ha mantenuto un organico molto forte. Ma noi adesso siamo in buone condizioni, sia a livello fisico che di mentalità. Pertanto andiamo a Castelnuovo per giocarcela e ce la metteremo tutta per vincere. Poi sarà il campo a dare il responso finale".

24/11/2004
Castelnuovo-Gubbio: arbitra La Rocca

Per la gara Castelnuovo-Gubbio di domenica prossima è stato designato
La Rocca di Ercolano (Assistenti: Celentano di Livorno e Romano di Pisa). Gli arbitri delle altre gare: Aglianese-Cuoiopelli Cappiano: Musolino di Taranto; Carrarese-Forlì: Brunialti di Trento; Castel San Pietro e Montevarchi: Dattrino di Torino; mentre per Fano-Gualdo: Balsamo di Tivoli; Ravenna-Ancona: Damato di Barletta; San Marino-Massese: Celi di Campobasso; Sansovino-Bellaria: La Mura di Nocera Inferiore; Tolentino-Imolese: Imparati di Foggia; Viterbo-Cisco Lodigiani: Didato di Agrigento.

23/11/2004
Giudice Sportivo: Valdifiori fuori due turni

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Nevio
Valdifiori, tecnico del Castel San Pietro, è stato squalificato per due giornate. Per una gara sono stati stoppati i seguenti calciatori: Lantignotti e Marta (Bellaria), D'Aloisio (Fano), Negrini (Imolese), Anzalone (Ravenna), Turi (Carrarese), Pulzetti (Castelnuovo), Corazzini (Cisco Lodigiani), Tolomei (Cuoiopelli Cappiano), Poletti (Forlì), Berardi e Suprani (San Marino). Nessuna multa per le società.

22/11/2004
Marchi: "Che emozione uscire tra gli applausi del pubblico del San Biagio..."

Ci sembra quantomeno doveroso parlare di Ettore
Marchi, promettente attaccante eugubino, venuto alla ribalta nelle ultime gare di campionato. Il giovane calciatore (classe '85) analizza la vittoria sull'Aglianese: "Abbiamo ottenuto tre punti molto importanti per la classifica - dichiara Marchi a Gubbiofans - E quello che conta di più è il fatto che il risultato è arrivato anche grazie al bel gioco. I gol stessi sono nati da belle azioni ben manovrate. E anche dopo il doppio vantaggio non abbiamo mai smesso di giocare, rischiando praticamente nulla". Marchi, attivissimo contro i toscani, ha propiziato il primo e il terzo gol, e ha sfiorato una rete personale in almeno tre circostanze. Dispiaciuto di non aver segnato? "Sinceramente si, perchè mi sarebbe piaciuto molto segnare al San Biagio. Ma se ogni partita finisce con questo risultato, mi va benissimo anche fare solo degli assist. Quando sono uscito dal campo tra gli applausi del pubblico ho provato una certa emozione: per me che sono eugubino fa un certo effetto. Devo ringraziare i miei compagni di squadra, tra cui quelli della 'vecchia guardia', insieme al mister e alla società, perchè stanno aiutando noi giovani a crescere e maturare. E sono contento che ha esordito in prima squadra un altro giocatore giovanissimo, Pasciullo (classe '87 ndr)". Il Gubbio sta crescendo anche a livello di gioco. Rispetto a prima cosa è avvenuto? "Da quando siamo riusciti a vincere qualche partita, crediamo di più nei nostri mezzi. Giochiamo con più tranquillità e non abbiamo più quell'apprensione che avevamo nelle prime partite". Anche Coresi si è sbloccato realizzando una magnifica doppietta: "Matteo è riuscito a segnare i suoi primi gol in C/2: ci era andato molto vicino anche a Santa Croce sull'Arno; stavolta gli è andata meglio segnando due grandi bei gol". Anche sul primo gol Marchi ha fornito un bel assist a Chafer: "Con Daniel sono molto legato - dice - E' un ragazzo bravissimo, tiene palla, prende le botte, rincorre, contrasta e fa anche gol adesso. Ha passato un periodo negativo all'inizio di stagione, mentre ora si sta integrando gradualmente". E domenica difficile trasferta contro il Castelnuovo: "La formazione toscana è una realtà, attrezzata per puntare direttamente ai playoff. Hanno perso a Imola e proprio per questo motivo vorranno rifarsi contro di noi. Purtroppo la classifica al momento non ci vede ancora protagonisti, anche se siamo distanti solo 4 punti dai playoff. Ma noi guardiamo avanti e cercheremo di fare più punti possibili per risollevarci".

22/11/2004
Castelnuovo: trasferta in pullman

In redazione è arrivato un comunicato che riporta quanto segue: "Si
organizza un pullman per coloro che domenica volessero seguire la squadra in Garfagnana. Il prezzo della trasferta, comprensivo del biglietto d'ingresso allo stadio, è di 18 euro. Prenotazioni presso la segreteria (stadio San Biagio, tel. 075 9221828) entro e non oltre le ore 12 di venerdì 26 novembre".

21/11/2004
Gubbio travolgente con l'Aglianese (3-0)

Il Gubbio ritorna alla vittoria, dopo la pesante sconfitta di Santa Croce sull'Arno. I rossoblù giocano bene mettendo sempre in difficoltà l'avversario, anche se di fronte trovano una squadra tutt'altro che irresistibile, piena zeppa di giovani (molti dei quali classe '85 e '86). E' stata una partita senza storia, finita con un eloquente 3-0: risultato che non fa una grinza. Con questa vittoria la formazione eugubina lascia la zona calda della classifica e sale a quota 13 punti (in coabitazione con Imolese e Ravenna), in attesa della difficilissima trasferta di Castelnuovo Garfagnana. Passiamo alla cronaca. E' un Gubbio in emergenza quello che scende in campo contro l'Aglianese. Sono assenti per squalifica
Ercoli, Tafani e Tresoldi; per infortunio non giocano Baciocchi e Gaggiotti. Vengono recuperati in extremis, seppur acciaccati, Aloisi e Giacometti, che si posizionano al centro della difesa. Marchi viene impiegato dal primo minuto: non deluderà le attese. Nel primo tempo a menare le danze è solo il Gubbio. Al 7' una bella azione in velocità iniziata da Sandreani viene proseguita da Marchi che a sua volta serve in area l'accorrente Panarello: il tiro del terzino siciliano termina di poco alto sopra la traversa. E' il preludio al gol che arriva al 12' per mezzo di un'azione ben manovrata: Marchi pennella alla perfezione un cross in area dalla destra, Chafer di collo pieno al volo spedisce la sfera sotto l'incrocio. Al 25' Montemurro effettua un passaggio filtrante da sinistra, ma Chafer manca a due passi dalla porta la stoccata vincente. Al 39' Maisto crossa in mezzo, Marchi svetta sopra tutti e con un colpo di testa volante sfiora il montante. E sul finire del primo tempo (45') arriva il gol del raddoppio: Sandreani lancia in profondità Chafer, il portiere ospite Zahalka (originario della Repubblica Ceca) chiude la strada all'argentino respingendo la sfera; ne approfitta Coresi che dal limite, di prima intenzione, insacca la palla in rete con un pregevole pallonetto di esterno sinistro. Nella ripresa la musica non cambia: il Gubbio gioca in scioltezza con gli ospiti che non entrano mai in partita. Al 53' un cross al bacio di Coresi dalla destra non viene sfruttato al meglio da Marchi che di testa incorna in bocca al portiere. Al 55' si vede per la prima volta l'Aglianese dalle parti di Fabbri: Cenci spara alto a pochi passi dalla porta. Un minuto più tardi il giovane Marchi, con una fiondata dalla lunga distanza (da circa 40 metri), costringe il portiere Zahalka agli straordinari (palla deviata in corner da sotto la traversa con la punta delle dita). Al 57' lo stesso Marchi, sugli sviluppi di un corner, sfiora la segnatura con una volèe improvvisa in area (palla che sibila vicino al palo). Passano i minuti e arriva il terzo gol: corre il 76', Marchi smarca al limite dell'area Coresi: rasoiata al volo del tornante folignate con la palla che rotola in fondo al sacco. Sul finire di gara si registra l'unico intervento di tutta la gara di Fabbri: il portiere marchigiano para in tuffo una punizione calciata dal limite da Ferretti. Da segnalare l'esordio in prima squadra, a pochi minuti dal termine, del giovanissimo trequartista Pasciullo (classe '87) e il ritorno in campo di Amadio dopo il lungo infortunio. Migliore in campo, senza ombra di dubbio, l'attaccante Marchi: il giovane calciatore eugubino ha propiziato il primo e il terzo gol con due pregevoli assist; ha sfiorato la segnatura in due circostanze e si è reso protagonista in tutte le azioni da gol costruite dalla squadra eugubina. Il Gubbio incamera tre punti importanti: una boccata di ossigeno che permette ai rossoblù di risalire in classifica, in attesa di una serie di impegni consecutivi da brividi: domenica trasferta a Castelnuovo e conseguente partita al "San Biagio" contro il Ravenna; subito dopo trasferta a Fano; a seguire sarà ospite a Gubbio il Forlì e poi i rossoblù dovranno far visita alla capolista Massese (vero rullo compressore del campionato). 
Gubbio: Fabbri, Panarello, Montemurro, Giacometti, Aloisi, Lazzoni (79' Travaglione), Maisto, Chafer, Marchi (88' Pasciullo), Sandreani, Coresi (83' Amadio). All. Castellucci.
Aglianese: Zahalka, Briglia, Barbini, Maretti, Lotti, Cappelli, Cortese (61' Nardi), Berretti (82' Ganassin), Falchini, Ferretti, Cenci. All. Rossi.
Reti: 12' Chafer (G), 45' Coresi (G), 76' Coresi (G).
Arbitro: Spadaccini di Vasto (Montineri e Antonelli di Terni). Ammoniti: Briglia (A). Spettatori: 1059.
I RISULTATI DELLA 11° GIORNATA:
Ancona -Fano 0-0
Bellaria - San Marino 2-2
15' Medri (B), 45' Procopio (SM), 46' Pierobon (SM), 85' Lantignotti (B)
Cuoiopelli Cappiano - Carrarese 2-0
7' Sapanis (C), 61' Ruscitti (C) rig.
Forlì - Viterbo 2-1
39' Polani (V), 49' Bernardi (F), 92' Bernardi (F)
Gualdo - Castel San Pietro 0-1
18' Pastorino (C)
Gubbio - Aglianese 3-0
12' Chafer (G), 45' Coresi (G), 76' Coresi (G)
Imolese - Castelnuovo 3-1
34' Selleri (I), 48' Magnani (C), 62' Piovan (I), 85' Esposito (I)
Lodigiani - Ravenna 2-1
13' Banchelli (L), 40' Banchelli (L), 61' Moscelli (R) rig.
Massese - Tolentino 2-1
12' Bonuccelli (M), 18' Maggi (T), 32' Buzzegoli (M)
Montevarchi - Sansovino 1-0
34' De Gori (M)

20/11/2004
Tafani: ridotta la squalifica

La Commissione Disciplinare della Lega Professionisti di serie C ha accolto il reclamo della società eugubina. Dopo i "fatti e misfatti" ormai noti di due domeniche fa (Gubbio-Viterbo),
Tafani si è visto ridurre una giornata di squalifica (da tre a due giornate): pertanto il difensore marchigiano ritornerà disponibile per la trasferta di Castelnuovo. E' stata ridotta anche la multa inflitta alla società eugubina (1500 euro, anzichè 2250 euro). Il ricorso era stato formulato e stilato dall'Avvocato Mario Monacelli.

20/11/2004
Calcio a 5: il Real Gubbio fa suo il derby

Derby tutto eugubino alla "Polivalente" di Gubbio nel campionato di serie C/1 di calcetto. Il Real Gubbio ha sconfitto il Victoria Mocaiana per 6-4. Partita avvincente che non ha deluso le attese. I rossoverdi sono passati in vantaggio per primi con un gol di
Beltrami; la prima frazione di gioco si è conclusa con la rimonta dei rossoblù di casa (2-1) con i gol di Nuti e Cecchetti. Nella ripresa il Real Gubbio ha messo in cantiere la vittoria grazie ai gol di Traversini, che ha realizzato una tripletta personale, e con una seconda rete di Cecchetti (doppietta odierna). I rossoverdi, mai domi fino alla fine, hanno risposto con i gol di Ramacci, Ghiandoni e Moretti, in attesa che rientri in prima linea il bomber Urbani, infortunato ormai da tempo. Il Real Gubbio di mister Federico Mariotti sale a 25 punti in classifica; il Victoria Mocaiana allenato da Pierpaolo Mariotti rimane ancorato a quota 9 punti.

20/11/2004
Gubbio: ribaditi i programmi societari

Si è svolta ieri sera (venerdì) un'assemblea pubblica indetta dall'A.S. Gubbio 1910; un incontro conviviale con la presenza di una frangia della tifoseria eugubina. A rappresentare la società in primis il presidente Umberto
Bedini, che ha preso principalmente la parola, coadiuvato da Marco Pannacci, Massimo Lupini, Marco Fioriti, Giovanni Urbani, Filippo Barbetti e Federico Regni. Sono stati ribaditi i concetti essenziali di programmazione della società sia a livello tecnico (un campionato tranquillo con l'auspicio di raggiungere la salvezza il prima possibile) e sia a livello economico (un occhio attento al bilancio e al budget). Si è ribadito anche un progetto di rilancio dei giovani. Qualche tifoso, intervenuto al dibattito, ha esternato un po' di malcontento a riguardo del gioco espresso fino a questo momento dalla formazione eugubina e per la classifica non proprio esaltante. La società, in tal senso, ha ribadito che ci sarà una ulteriore verifica a gennaio (quando si aprirà il calciomercato invernale) e in quella data non è escluso che ci potrebbero essere dei ritocchi e nuovi movimenti di mercato.

18/11/2004
Ancona: in partenza Buonocore

Come già preannunciato la scorsa settimana, il fantasista campano Enrico
Buonocore (ex Messina e Ternana) lascia la squadra dorica: ci sarà una rescissione consensuale del contratto. Intanto, due ex rossoblù hanno trovato "casa". Lamberto Magrini (ex tecnico del Grosseto) è il nuovo allenatore della Cagliese. Il portiere Claudio Giustolisi è stato ingaggiato dal Città di Castello. Notiziario Gubbio: formazione ridotta all'osso. Sono out per infortunio Aloisi, Amadio, Baciocchi, Curcio e Giacometti; da aggiungere gli squalificati Ercoli, Tafani e Tresoldi. Da inventare tutta la difesa, sperando in qualche recupero dell'ultimo minuto. Nel pomeriggio, si è giocata una partitella amichevole a ranghi contrapposti (risultato finale 3-2): sono andati a segno Coresi e Marchi (doppietta) da una parte; Tafani e il giovane Casoli, gli autori dei due gol dell'altro schieramento. Curiosità: Coresi si è presentato con un nuovo look agli allenamenti al "San Biagio": il tornante folignate ha sfoggiato una capigliatura color "biondo ossigenato".

18/11/2004
Il passato che ritorna: dal 1987 al 1992...

Nuovo appuntamento con la rubrica di Gubbiofans "
Lo sapevate che...": questa volta parliamo degli anni in cui il Gubbio ritornò tra i professionisti (dal 1987 al 1992). E lo facciamo con Mario Baldinelli (attuale allenatore degli Allievi Regionali), una vera bandiera all'epoca della formazione rossoblù. "Ho avuto la fortuna di vivere a Gubbio cinque anni bellissimi - spiega l'ex terzino rossoblù a Gubbiofans - Aver giocato i derby contro il Perugia e la Ternana non si dimenticano facilmente. Con la Ternana vincemmo quasi sempre. Anche con il Perugia disputammo delle ottime gare ma non eravamo mai riusciti a vincere. Era una squadra molto forte: alcuni giocatori importanti poi fecero carriera (Bia, Di Livio e Ravanelli ndr)". Baldinelli ricorda volentieri l'unico gol messo a segno con la maglia rossoblù: "Perdevamo 1-0 contro il Castel di Sangro dopo 7 risultati utili consecutivi. Segnai il pareggio con un bel gol al volo. Poi realizzò una doppietta l'altro eugubino Zoppis e vincemmo anche quella partita per 3-1. Ma diversi gol li ho fatti anche fare, come ad esempio quello di Ciucarelli a Perugia". Proprio al "Curi", Baldinelli è stato il diretto protagonista sul rigore molto discusso decretato a favore dei grifoni... "Era stato bravo Di Livio a cercarlo - dice - e l'arbitro aveva abboccato". Un elogio particolare va al pubblico eugubino: "Ho un ricordo bellissimo dei tifosi. Da sempre il Gubbio ha avuto un seguito considerevole. E si nota la differenza quando vai in altri stadi quasi sempre semi deserti. Ma in quegli anni il pubblico di Gubbio è stato particolarmente caloroso e numeroso. Non si dimentica il derby giocato a Perugia con la curva sud tutta piena di tifosi eugubini. E poi anche in casa, con Perugia e Ternana, lo stadio era stracolmo. La gente mi ha voluto sempre bene perchè ho dato sempre tutto in campo". Tanti giocatori importanti sono passati a Gubbio: "Su tutti Candido Di Felice: a livello tecnico era straordinario. Ma abbiamo avuto anche Cocciari, Zoppis, Luiu e Pugnitopo, tanto per citarne alcuni. In quegli anni abbiamo avuto sempre squadre molto forti". Che ricordi hai degli allenatori? "Landi fece due ottimi campionati: come persona era un signore. Giorgini ci ha insegnato il calcio spettacolo: quando abbiamo acquisito quello che ci aveva insegnato, ci siamo veramente divertiti". Infine ci svela una curiosità... "Dovevamo giocare una partita molto importante a Pesaro e partivo dalla panchina. Luiu perdeva sangue dal naso durante il riscaldamento. Giorgini mi disse che dovevo giocare io e dovevo indossare la maglia numero 10. Tutti i miei compagni mi prendevano in giro perchè agonisticamente ero considerato un giocatore valido, ma con il 10 sulle spalle nessuno mi ci vedeva. Invece proprio in quella gara procurai il rigore della vittoria e conquistammo il primo posto in classifica"

17/11/2004
Gubbio: arbitra Spadaccini di Vasto

Sono state designate le terne arbitrali. Gubbio-Aglianese sarà diretta da
Spadaccini di Vasto (assistenti: Montineri e Antonelli di Terni). Gli arbitri delle altre gare: Ancona-Fano: Ciancaleoni di Foligno; Bellaria-San Marino: Valeri di Roma; Cuoiopelli-Carrarese: Corletto di Castelfranco Veneto; Forlì-Viterbese: Nicodano di Milano; Gualdo-Castel San Pietro: Tasso di La Spezia; Prato di Lecce per Imolese-Castelnuovo; Lodigiani-Ravenna: Russo di Nola; Massese-Tolentino: Stallone di Foggia; Montevarchi-Sansovino: Bernardoni di Modena.

16/11/2004
Due giornate a Tresoldi e una a Ercoli

Sono stati pubblicati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Anche questa settimana il Giudice Sportivo ha usato di nuovo la "mano pesante" nei confronti del sodalizio eugubino. Il terzino rossoblù
Tresoldi è stato squalificato per due giornate; il centrale difensivo Ercoli è stato stoppato per un turno. Multata anche la società del Gubbio per 750 euro perchè "un gruppo di propri sostenitori in campo avverso rivolgevano ad un assistente arbitrale ripetute frasi di contenuto pesantemente offensivo". Nel girone, per un turno sono stati appiedati anche Bova (Imolese), El Kamch (Montevarchi), Koffi (Carrarese) e Niccolini (Fano). Per concludere, ammende per le società del Viterbo (1250 euro), Fano (1000), Ancona (400) e Castelnuovo (300).

16/11/2004
Gubbio: indetta un'assemblea pubblica

La società del Gubbio, tramite un comunicato stampa, fa sapere quanto segue: "
Venerdì 19 novembre alle ore 21, presso il Centro Servizi Santo Spirito, l'A.S. Gubbio 1910 terrà un'assemblea pubblica nella quale verranno presentati i programmi e gli obiettivi per la stagione in corso e la nuova struttura societaria. Essendo l'assemblea aperta a tutti, si invitano tutti quanti si sentono vicini alle sorti del Gubbio a partecipare".

16/11/2004
Lazzoni: "Abbiamo dei limiti, ma..."

Massimiliano
Lazzoni fa il punto della situazione dopo la sconfitta in terra toscana contro la Cuoiopelli Cappiano: "E' stata una sconfitta dettata dagli episodi - dichiara il mediano ligure a Gubbiofans - Chi non ha visto la partita e legge il risultato (3-1) può pensare che è stata una batosta. Invece non è affatto così. Abbiamo incassato due reti incredibili dopo venti minuti di gioco che ci hanno penalizzato. Due eurogol con la palla che si è infilata all'incrocio con l'aiuto del vento. Abbiamo reagito trovando il 2-1, con il loro portiere che ha fatto tre autentici miracoli, prima su di me e poi altre due volte su Coresi. Poi il vento ha peggiorato ulteriormente la situazione, la palla non si riusciva a controllare. Siamo rimasti anche in nove. Prima è stato espulso Ercoli per un fallo da ultimo uomo e ci poteva stare. Ma poi è stato buttato fuori anche Tresoldi perchè ha spinto con il petto Sapanis: l'attaccante greco ha fatto una sceneggiata clamorosa. L'arbitro, un esordiente non all'altezza della situazione, lo ha espulso subito. Anche il gol del 2-0 è stato viziato da un fallo netto a centrocampo. Ma ormai su certe designazioni non dobbiamo farci più caso". A proposito di arbitri: gli episodi del finale convulso contro il Viterbo di due domeniche fa, ancora oggi fanno discutere... "Se ne sono dette tante in questi giorni. A mio avviso l'arbitro ha perso la concentrazione perchè una volta che si inizia un'azione devi vedere almeno come va a finire; se non voleva far continuare il gioco doveva non far battere nemmeno la punizione. Se invece l'arbitro è convinto di quello che ha fatto, deve farlo di nuovo anche in altre situazioni. Ma sarei curioso di vedere se rifarà le stesse medesime cose in una partita di C1, oppure in campi caldi come al sud. Poi ci accorgeremo cosa potrebbe accadere". Troppi cartellini rossi: come mai? "E' difficile spiegarlo. E' vero comunque che quando le cose non vanno per il verso giusto, cresce in noi una certa tensione. Di certo dobbiamo stare più tranquilli. Anche perchè domenica ci mancheranno cinque difensori tra infortuni e squalifiche". La classifica al momento piange: terzultimo posto in piena zona playout... "Abbiamo avuto una partenza lenta rispetto agli altri, ma la classifica è molto corta e i conti si fanno alla fine. Sono fiducioso perchè una volta raggiunti certi equilibri possiamo veramente dire la nostra in questo campionato, considerando anche il fatto che al momento ci mancano diversi titolari. Siamo consapevoli dei nostri limiti, ma posso dire tranquillamente che la squadra è compatta. Domenica avremo una partita molto importante da vincere a tutti i costi"

14/11/2004
Trasferta amara contro la Cuoiopelli Cappiano: Gubbio sconfitto per 3-1

Dopo tre risultati utili consecutivi (7 punti in tre gare), il Gubbio rivede la sconfitta. Una giornata nera per la formazione rossoblù, costretta sin dall'inizio a rincorrere una gara che si era messa subito in salita. Sotto di due gol il Gubbio è riuscito a riportarsi in carreggiata con
Marchi (primo gol in campionato) con un gran gol di testa. Nella ripresa gli eugubini rimangono prima in dieci (espulso Ercoli per fallo da ultimo uomo) e poi in nove nel finale (cartellino rosso per Tresoldi per un fallo di reazione), con i toscani che ne approfittano subito segnando il gol del definitivo 3-1. I rossoblù avranno da recriminare su entrambi le espulsioni. Ma andiamo per ordine e passiamo alla cronaca. Si gioca al "Libero Masini" di Santa Croce sull'Arno, con i rossoblù che ritornano in campo dopo una settimana travagliata e ricca di polemiche dopo il finale convulso di domenica scorsa al "San Biagio" contro il Viterbo. E' ancora un Gubbio in emergenza quello che affronta i padroni di casa della Cuoiopelli Cappiano. Sono assenti per infortunio Aloisi, Amadio, Baciocchi e Gaggiotti; per tre giornate è indisponibile anche Tafani, squalificato dopo i "fatti e misfatti" della gara precedente contro il Viterbo. Partita condizionata dalle forti raffiche di vento. Avvio di gara bruciante con i toscani che si portano subito in vantaggio al 5'. Una fucilata su punizione dalla distanza di Gemignani si insacca all'incrocio dei pali. Colpo a freddo per la formazione eugubina che cerca di reagire, si porta in avanti e prende il pallino del gioco; i toscani, dal canto loro, tentano alcune sortite in contropiede. Lazzoni, dalla distanza, costringe agli straordinari il portiere di casa Polzella. Al 19' Sandreani, su punizione, cerca di imitare il difensore toscano Gemignani senza successo: la conclusione a rete del centrocampista cantianese su calcio piazzato termina di poco a lato. La Cuoiopelli Cappiano è sempre reattiva e pericolosa sulle ripartenze e al 27' trova il raddoppio. Ruscitti corre sulla fascia sinistra e serve in mezzo un pallone invitante per Graziani che non si fa pregare e con un tiro di collo pieno segna un eurogol: palla che colpisce il palo e si insacca all'incrocio. Dopo il doppio svantaggio, mister Castellucci corre ai ripari e fa entrare il giovane attaccante eugubino Marchi al posto di Travaglione. Al 31' il Gubbio si rende pericoloso con un colpo di testa di Coresi che impegna in tuffo il portiere locale Polzella. I rossoblù pressano e accorciano le distanze al 41' proprio con il nuovo entrato Marchi che con un perentorio stacco di testa insacca la palla nell'angolino sugli sviluppi di una punizione calciata in mezzo da Sandreani. Termina così la prima frazione di gioco, sul punteggio di 2-1 in favore dei padroni di casa. Nella ripresa il Gubbio si porta in avanti alla ricerca del pareggio, ma gli attacchi sono piuttosto velleitari, nonostante una evidente supremazia territoriale. Solo Coresi riesce a rendersi pericoloso a metà ripresa con un tiro fulmineo dalla distanza che impegna severamente il portiere toscano Polzella. Al 78' il Gubbio rimane anche in dieci per l'espulsione del centrale difensivo Ercoli per un fallo - ritenuto da ultimo uomo - nei confronti del centravanti greco Sapanis. Il difensore Gemignani (81') cerca il bis su punizione: la palla sorvola il montante. Nel finale i rossoblù rimangono pure in nove: Tresoldi si fa espellere per un fallo di reazione nei confronti di un attaccante avversario (protagonista di questo episodio è di nuovo il calciatore greco Sapanis, che accentua oltremodo la caduta dopo il fallo del terzino emiliano, scatenando le proteste dei giocatori eugubini a fine gara). E la Cuoiopelli Cappiano al 90' coglie il gol del 3-1. L'azione inizia dal nuovo entrato Granito che serve in profondità Ruscitti che fulmina il portiere Fabbri. Dopo questa sconfitta il Gubbio scivola al terzultimo posto in classifica (in coabitazione con Fano e Imolese). Alle spalle rimangono solo il Castel San Pietro, il Viterbo e l'Aglianese, fanalino di coda, che sarà ospite domenica prossima al "San Biagio". E i rossoblù dovranno affrontare questa gara con gli uomini contati, perchè oltre alla lunga lista degli infortunati, saranno assenti per squalifica Ercoli e Tresoldi.
Cuoiopelli Cappiano: Polzella, Tolomei, Michelotti, Fiuzzi (90' De Cristofano), Gemignani, Ruscitti, Flamini, Ceciarini, Rebecca (72' Collini), Sapanis, Graziani (79' Granito). All. Pane.
Gubbio: Fabbri, Panarello, Tresoldi, Giacometti, Ercoli, Lazzoni, Maisto, Chafer, Coresi, Sandreani (64' Radicchi), Travaglione (28' Marchi). All. Castellucci.
Reti: 5' Gemignani (C), 27' Graziani (C), 41' Marchi (G), 90' Ruscitti (C).
Arbitro: Alderuccio di Milano. Ammoniti: Gemignani, Sapanis, Graziani e Fiuzzi (C); Giacometti e Travaglione (G). Espulsi: Ercoli (G) al 78' e Tresoldi (G) al 89'. Spettatori: 200 circa.
I RISULTATI DELLA 10° GIORNATA:
Aglianese - Montevarchi 0-0
Carrarese - Imolese 1-0
69' Di Fiandra (C)
Castel San Pietro - Ancona 2-3
5' Bettini (C), 52' Berardi (A), 67' Ferraro (A), 90' Bettini (C), 93' Tiberi (A)
Castelnuovo - Bellaria 1-0
84' Biggi (C)
Cuoiopelli Cappiano - Gubbio 3-1
5' Gemignani (C), 27' Graziani (C), 41' Marchi (G), 90' Ruscitti (C)
Fano - Cisco Lodigiani 1-3
18' Gioacchini (L), 31' Banchelli (L), 43' Banchelli (L), 72' Chicco (F)
San Marino - Gualdo 2-0
87' Fiore (S), 90' Pierobon (S)
Sansovino - Forlì 0-0
Tolentino - Ravenna 1-1
78' Galuppi (R), 93' Pietrella (T)
Viterbo - Massese 1-2
6' Bonuccelli (M) rig., 64' Bonuccelli (M), 77' Polani (V) rig., 85' Perrulli (V), 88' Bonuccelli (M)

13/11/2004
Calcio a 5: le eugubine entrambi vincenti

Giornata favorevole per le formazioni eugubine nel campionato di serie C/1 di calcetto. Il Real Gubbio espugna il campo del Ponte Pattoli: 5-2 il risultato finale contro il Pattol Club. I rossoblù sono andati a segno con
Cacciamani, autore di una doppietta, Rogari, Cecchetti e Traversini. La formazione di mister Federico Mariotti sale a 22 punti in classifica. Il Victoria Mocaiana ritorna alla vittoria (6-5 contro il Calcetto Foligno). I gol dei rossoverdi portano la firma di Giorgio Olmi (doppietta), Ghirelli, Andrea Calzuola, Fabrizio Calzuola e Ghiandoni. La compagine di mister Pierpaolo Mariotti raggiunge quota 9 punti in classifica.

13/11/2004
Viterbo: arriva un brasiliano

Il Viterbo Calcio avrà a disposizione un nuovo calciatore: si chiama 
Branco, un terzino sinistro brasiliano. Intanto scoppia il caso Buonocore ad Ancona. Il fantasista campano (ex Messina e Ternana) sembra deciso di lasciare la squadra dorica. Sembra inevitabile a questo punto la rescissione del contratto. Staremo a vedere come andrà a finire la vicenda.

12/11/2004
San Marino: lungo stop per Pietranera

Tegola per il San Marino: Michele
Pietranera è stato operato. Il bomber biancazzurro è dovuto ricorrere all'intervento chirurgico per risolvere il problema al tendine che lo affliggeva. L'esperto attaccante sammarinese ritornerà a disposizione di mister Buglio non prima di due mesi: dopo la riabilitazione ritornerà a giocare il prossimo anno, a gennaio, salvo imprevisti. In casa Gubbio, invece, rimane ancora affollata l'infermeria. Sono fuori causa per infortunio Aloisi, Amadio, Baciocchi e Gaggiotti; in aggiunta mancherà per tre giornate anche il difensore Tafani, squalificato dopo i fatti e misfatti avvenuti domenica scorsa al "San Biagio" contro il Viterbo.

12/11/2004
Approfondimenti sul "giallo" di domenica

Si è detto di tutto e di più in questi giorni, dopo l'episodio finale di Gubbio e Viterbo che ha lasciato sbigottiti tutti i tifosi, la stampa e gli addetti ai lavori. Per approfondire la vicenda ci siamo permessi di consultare degli ex arbitri. Il regolamento dice che per fischiare la fine della gara non è importante la posizione del pallone, ma quando a giudizio insindacabile dell'arbitro il tempo regolamentare - più il recupero concesso - sono scaduti, lui decreta la fine.
L'arbitro è l'unico cronometrista ufficiale da regolamento. E' chiaro che si deve comunicare l'entità dei minuti di recupero: una volta fatto ciò, l'arbitro non potrà più non osservarli e alla scadenza dell'ultimo secondo indicato fischierà la fine, senza dover considerare nè dove si trova il pallone e nè se l'azione è finita. Ma è anche vero che il regolamento del calcio non è un regolamento "rigido", ma "elastico", nel senso che l'arbitro adotta le decisioni attenendosi alle disposizioni contenute nelle regole, ma nello stesso tempo deve usare la sua personale discrezionalità e quindi in base "al suo giudizio" stabilisce se si determina o meno un fallo e di conseguenza stabilisce anche quando il tempo per giocare è terminato dopo il recupero. Detto ciò, sta all'arbitro non interrompere un'azione che nella sua immediatezza si capisce che può essere segnata una rete. Tanto più che l'arbitro, trascorso anche il recupero, può concedere sempre a sua discrezione e sempre a suo insindacabile giudizio un ulteriore tempo di recupero per perdite di tempo che si sono venute a verificare durante il recupero stesso; (al 92' pareggia il Viterbo con Perrulli che si toglie la maglia, corre verso il settore dei propri tifosi, per di più viene ammonito e si perde più di un minuto di tempo). In questo lasso di tempo si dovrebbe far finire un'azione che magari nella sua immediatezza comporti un tiro a rete. Per concludere, coloro di questi ex arbitri che si sono trovati ad assistere alla partita contro il Viterbo al "San Biagio", hanno palesato e manifestato forti perplessità e stupore sull'accaduto.

10/11/2004
Gubbio e arbitri: i precedenti clamorosi

Non si placano le polemiche in città e nell'ambiente rossoblù dopo i fatti incredibili che sono avvenuti nel finale di gara Gubbio-Viterbo di domenica scorsa. Ma il Gubbio non è nuovo a certi episodi, a dir poco eclatanti; i rapporti con le terne arbitrali sono stati talvolta poco idilliaci. Basta tornare indietro solo di un anno: settembre 2003, si gioca al "San Biagio" Gubbio-Tolentino. Dopo un rigore molto dubbio concesso agli ospiti, a due minuti dal termine
Bruni segna indisturbato il gol del 3-2 di testa: l'arbitro annulla per un presunto fallo del difensore rossoblù (mai rilevato nemmeno con l'ausilio delle immagini televisive da bordo campo), mentre il segnalinee correva verso il centrocampo per convalidare il gol. Stagione 2000-01: il Gubbio gioca a Imola. I padroni di casa usufruiscono di due rigori nel giro di un minuto (un vero record) peraltro inesistenti. Morale della favola: il Gubbio perde 2-0 con i gol di Gabbriellini (dagli undici metri) e Actisdato (che segna sulla respinta del rigore). Se andiamo indietro nel tempo si ricorda un Gubbio-Cattolica della stagione 1985-86: la partita si sta incanalando sul punteggio di 1-1 quando sul finire il centravanti ospite Callà fa fallo su un difensore eugubino: l'arbitro fischia il rigore tra l'incredulità generale, quando lo stesso attaccante del Cattolica si era già trasferito a centrocampo. Quella partita si ricorda per gli incidenti avvenuti a fine gara causati dai tifosi eugubini: venne squalificato il campo per una giornata. Nel frattempo altri episodi controversi sono capitati, anche se di minore rilevanza; il più incredibile rimarrà senza dubbio quello avvenuto domenica scorsa contro il Viterbo. Resterà impresso nella memoria di tutti gli sportivi di Gubbio e con ogni probabilità verrà trascritto negli annali della storia del calcio eugubino.

10/11/2004
Gubbio: arbitra Alderuccio di Milano

La partita di domenica prossima tra Cuoiopelli Cappiano e Gubbio sarà diretta da
Alderuccio di Milano. Gli arbitri designati per le altre gare del girone: Aglianese-Montevarchi: Lupo di Matera; Carrarese-Imolese: Andolfatto di Bassano; Castel San Pietro-Ancona: Benedetti di Viterbo; Zanardo di Conegliano per Castelnuovo-Bellaria; Fano-Cisco Lodigiani: Zanchin di Biella; San Marino-Gualdo: Palazzino di Ciampino; Sansovino-Forlì: Baratta di Salerno; Tolentino-Ravenna: Burdin di Cormons; infine Viterbo-Massese: Fugante di Macerata.

10/11/2004
Tafani incredulo: "E' il mio primo cartellino rosso in tutta la carriera..."

Pesante sanzione per Federico
Tafani, espulso dall'arbitro dopo il burrascoso fine gara tra Gubbio e Viterbo: il Giudice Sportivo gli ha inflitto ben tre giornate di squalifica. Il referto parla chiaro: "spinta da tergo all'arbitro". Tafani non se la sente di ingoiare questo boccone amaro: "Con l'arbitro nemmeno ci ho parlato - afferma con fermezza il difensore rossoblù a Gubbiofans - figuriamoci se mi sono permesso di dargli pure una spinta. Sono arrivato per ultimo vicino all'arbitro quando gli altri miei compagni erano già tutti addosso a lui. Nel momento in cui sono arrivato io, l'arbitro si è girato e mi ha espulso. Ma nemmeno mi ero accorto di nulla. I miei compagni più tardi mi hanno spiegato che il direttore di gara aveva estratto il cartellino rosso nei miei confronti. Si tratta della prima espulsione in tutta la mia carriera. E per questo sono molto dispiaciuto". A mente fredda, ritornando sull'episodio incriminato (palla in rete mentre l'arbitro fischia la fine), cosa hai da dire? "Non mi è mai capitata una cosa del genere. Non credo che sia mai successo che si decreta la fine delle ostilità mentre un calciatore sta tirando in porta. E tutto il resto della squadra la pensa allo stesso modo".

09/11/2004
Giudice Sportivo: mazzata per il Gubbio

Dopo la beffa pure il danno. Il Gubbio, dopo gli episodi controversi avvenuti nel finale convulso contro il Viterbo, che ha sollevato recriminazioni e polemiche infinite, è stato "castigato" anche dal Giudice Sportivo. La società eugubina è stata multata per
2250 euro (motivazione: "Perchè al termine della gara propri tesserati non identificati accerchiavano l'arbitro e lo strattonavano senza altri danni". Il difensore Tafani prende tre giornate "perchè al termine della gara dopo aver accerchiato unitamente ad altri suoi compagni non identificati il direttore di gara, lo colpiva da tergo con una spinta". Gli altri provvedimenti nel girone B della C/2: Corucci dell'Aglianese è stato squalificato per due giornate. Per un turno sono stati fermati Saccani (Aglianese), Fusco (Gualdo), Noviello (Tolentino), Cangini (Cisco Lodigiani), Fiale (Forlì), D'Aloisio (Fano) e Sorbini (Montevarchi).

08/11/2004
Chafer: "Quello che è successo è assurdo"

Daniel Alberto
Chafer analizza per Gubbiofans il pareggio interno contro il Viterbo e i clamorosi episodi che hanno caratterizzato il finale di gara: "Abbiamo disputato una bella partita creando diverse occasioni con belle azioni e al momento giusto ci siamo difesi bene - dichiara l'attaccante argentino - Peccato per il risultato finale: dovevamo chiudere prima la partita, ma non siamo riusciti a fare gol. Anche se in verità un gol era stato fatto, ma mi è stato tolto nel finale dall'arbitro". Un gran gol quello di Lazzoni di tacco: "Era di spalle alla porta e ha preso la decisione giusta. E' stato molto bravo". Focalizziamo bene cosa è avvenuto nel finale: il gol del pareggio del Viterbo (viziato da un fallo di mano) e il gol annullato subito dopo al Gubbio mentre la palla rotolava in rete... "Il fallo di mano c'era, ma l'arbitro può anche non aver visto. Poi è successo tutto in quella fatidica punizione: la palla non era lontana dall'area, ma era in gioco addirittura nell'area piccola di rigore ospite e l'arbitro ha fischiato la fine quando stavo tirando in porta. Non mi era mai successa una cosa del genere. E' strano fermare un'azione quando il pallone è ancora in gioco in una situazione di pericolo". Subito dopo è scoppiata la contestazione contro l'arbitro... "Eravamo tutti arrabbiati. E' scaturita una situazione insolita, tutti attorno all'arbitro per chiedere spiegazioni e lui che non ci diceva niente. Almeno per quanto ho potuto vedere io: non so se poi ai miei compagni ha dato spiegazioni esaudienti". L'espulsione di Tafani? "L'arbitro ha detto che lo aveva spinto, ma non è vero. Nessuno lo ha spinto. Tafani era soltanto lì insieme a noi nell'intento di ricevere spiegazioni dall'arbitro. Invece nella confusione ha espulso una persona a caso per difendersi. Tutti noi volevamo far capire all'arbitro che aveva sbagliato, però oramai la decisione era stata presa. E' veramente assurdo quello che è successo". Per Tafani si tratta della prima espulsione in carriera. E domenica in trasferta contro la Cuoiopelli Cappiano il Gubbio cerca la riscossa... "Siamo dispiaciuti - prosegue Chafer - questa vittoria ci avrebbe proiettato nelle zone alte della classifica. La squadra in queste ultime gare sta dimostrando di essere compatta e di stare bene. Andremo a Santa Croce sull'Arno per vincere".

07/11/2004
Gubbio-Viterbo finisce 1-1 tra le polemiche: arbitro nel mirino...

Al "San Biagio" succede l'inverosimile. Partiamo subito dagli episodi avvenuti nel finale di una gara che fino a quel punto vedeva il Gubbio in vantaggio per 1-0 (gran gol di tacco di
Lazzoni). Il Viterbo segna l'1-1 a tempo scaduto (92') con un preciso diagonale di Perrulli che si insacca in rete, su assist di Polani (azione viziata però da un evidente fallo di mano). Ma di lì a poco succederà l'incredibile. Sugli sviluppi di una punizione calciata da Tresoldi, Chafer si impossessa della palla in piena area di rigore ospite e la infila in rete, con l'arbitro che fischia la fine mentre la sfera si insacca sotto l'incrocio. A questo punto si scatena il putiferio, con i giocatori eugubini che inseguono l'arbitro e lo accerchiano: i collaboratori di linea lo difendono con difficoltà; ne fa le spese Tafani che viene espulso. Lo stadio "San Biagio" è una polveriera: la terna arbitrale entra negli spogliatoi a fatica, sotto le vibranti proteste del pubblico eugubino incredulo e sconsolato. Il tecnico eugubino in sala stampa è sarcastico: "Non mi era mai capitato di vedere una cosa del genere nel calcio - commenta Ezio Castellucci - La palla entra in rete e si fischia la fine. Forse è stato stravolto il regolamento. Cose mai viste...!". Parole che non hanno bisogno di ulteriori commenti. E non è la prima volta che accadono a Gubbio episodi clamorosi: ad esempio si ricorda un Gubbio-Tolentino della passata stagione (dopo un dubbio rigore concesso agli ospiti, l'arbitro annullò inspiegabilmente un gol di Bruni al Gubbio a due minuti dal termine). Ma andiamo per ordine e passiamo alla cronaca. I rossoblù devono fare a meno degli infortunati Aloisi, Amadio, Baciocchi e Gaggiotti; in extremis viene recuperato Marchi che si siede in panchina. Il Gubbio parte forte alla ricerca del gol. Al 6' Coresi sfiora di poco il palo, su assist di Sandreani. Gli risponde Polani con un tiro a girare che sfiora il montante. Al 10' Maisto si beve alcuni avversari sulla trequarti, entra in area, ma spara in bocca al portiere Fimiani, che si salva respingendo la sfera con i piedi. Il Gubbio pressa e trova il gol del meritato vantaggio al 23'. Cross di Tresoldi dalla sinistra, sponda di Chafer per Lazzoni che con un colpo di tacco volante e preciso infila la palla in fondo all'angolino. Gol da antologia. Il Viterbo si fa vedere solo al 30' con una punizione di Faieta che impegna Fabbri in angolo. I rossoblù continuano a macinare gioco e sfiorano il raddoppio. Al 34' prima Chafer e poi Coresi non trovano la zampata vincente su un perfetto cross di Tresoldi dalla sinistra. Al 42' Sandreani, sugli sviluppi di un corner, calcia a botta sicura in porta dal limite: la palla si stampa clamorosamente sulla traversa. Si chiude così il primo tempo; nella ripresa il Gubbio arretra troppo il baricentro, ma gli attacchi degli ospiti sono velleitari. E i rossoblù si rendono pericolosi in contropiede. Al 61' Chafer sfiora il palo dopo una travolgente azione personale sulla sinistra. Al 63' Coresi, lanciato in profondità da Tresoldi, si mangia un gol quasi fatto a tu per tu con il portiere. Passano i minuti finchè non si arriva agli episodi sopra citati e che non hanno bisogno di ulteriori commenti. Finale con giallo, quindi, che non viene risolto nemmeno dopo aver visto e rivisto più volte l'episodio incriminato anche con l'ausilio delle immagini televisive. Il Gubbio, adesso, è costretto a digerire questo duro colpo per una vittoria legittima, conquistata sul campo, ma svanita nel finale, che avrebbe proiettato la formazione rossoblù in sesta posizione (in coabitazione con l'Ancona) a soli due punti dai playoff. Invece i rossoblù si ritrovano appaiati a quota 10 punti con Fano e Imolese. Di positivo, comunque, c'è da segnalare la crescita continua della formazione di mister Castellucci che sembra aver trovato una certa identità e una giusta fisionomia, dopo un avvio stentato in campionato. Il primo tempo dei rossoblù contro il Viterbo è stato esemplare, sia sul piano tecnico che caratteriale: è mancato solo il gol del raddoppio. Nella ripresa, invece, è calato il ritmo e si è visto un Gubbio forse troppo chiuso nella propria metà campo. Ma ancora siamo alla nona giornata e c'è tutto il tempo per limare certi errori e mantenere sempre la massima attenzione e concentrazione per tutto l'arco dei novanta minuti. Imprevisti permettendo ovviamente, come è avvenuto nel finale burrascoso contro il Viterbo. Prossimo appuntamento: domenica prossima in trasferta contro la Cuoiopelli Cappiano a Santa Croce sull'Arno.
Gubbio: Fabbri, Tafani, Tresoldi, Giacometti, Ercoli, Lazzoni, Maisto, Chafer, Coresi (76' Panarello), Sandreani (83' Montemurro), Travaglione. All. Castellucci.
Viterbo: Fimiani, Tursi, Armenise, Gattari (51' Perrulli), Savio, Santos, Iezzi, Paonessa, Polani, Faieta, Filosi (75' Martoni). All. Susini.
Reti: 23' Lazzoni (G), 92' Perrulli (V).
Arbitro: Calvarese di Teramo (Sepe di Torre Annunziata e Evangelista di Caserta). Ammoniti: Coresi e Montemurro (G); Savio (V). Espulsi: Tafani (G) al 94'. Spettatori: 1198 (50 provenienti da Viterbo).
I RISULTATI DELLA 9° GIORNATA:
Ancona - Tolentino 0-0
Carrarese - Bellaria 4-1
28' Lantignotti (B) rig., 39' Koffi (C), 49' Aurelio (C) rig., 72' Di Fiandra (C), 79' Caruso (C)
Castel San Pietro - Sansovino 1-1
3' Cantoro (S), 19' Bettini (C) rig.
Cisco Lodigiani - Massese 0-3
35' Buzzegoli (M), 36' Rossi (M), 84' Chadi (M)
Forlì - Castelnuovo 0-3
13' Luconi (C), 65' Magnani (C), 72' Nincheri (C)
Gualdo - Aglianese 2-2
38' Falchini (A), 72' Berretti (A), 81' Bresciani (G) rig., 83' Bresciani (G) rig.
Gubbio - Viterbo 1-1
23' Lazzoni (G), 92' Perrulli (V)
Imolese - San Marino 0-0
Montevarchi - Cuoiopelli Cappiano 0-0 Ravenna - Fano 2-1
13' Gennari (R), 55' Gianella (R), 91' De Luca (F)

06/11/2004
Calcio a 5: il Real Gubbio torna a vincere

Campionato di serie C/1 di calcio a cinque. Il Real Gubbio batte per 6-2 il Monteleone Orvieto.
Cecchetti e Traversini hanno realizzato una doppietta ciascuno; Bagnoli e Fumanti sono stati gli autori degli altri due gol. La formazione di mister Federico Mariotti consolida il secondo posto in classifica (19 punti). Il Victoria Mocaiana, invece, è stato sconfitto per 4-2 in trasferta contro il Montecastelli. Per i rossoverdi ha segnato Giorgio Olmi (doppietta). La compagine allenata da Pierpaolo Mariotti rimane ancorata a quota 6 punti in classifica.

06/11/2004
Gubbio: infermeria piena

Sarà un Gubbio decimato quello che affronterà il Viterbo. Il centrale difensivo
Aloisi ne avrà ancora per almeno venti giorni (stiramento alla coscia). Sono indisponibili anche il terzino di fascia sinistra Amadio (risentimento muscolare) e il centravanti Baciocchi (infiammazione al tendine della caviglia). Per almeno un mese starà fermo anche il giovane Gaggiotti (sospetto interessamento del menisco). Infine il giovane attaccante Marchi è in dubbio per un duro colpo ricevuto in allenamento al collo del piede. Convocato in prima squadra il giovanissimo attaccante Casoli (classe '88) degli Allievi Nazionali del Gubbio.

05/11/2004
Il Gubbio contro il Brasile...

Nuovo appuntamento con la rubrica di Gubbiofans "
Lo sapevate che...": 14 anni fa, precisamente il 24 maggio 1990, il Gubbio giocò una partita amichevole del tutto speciale. I rossoblù affrontarono al "San Biagio" la Nazionale del Brasile del commissario tecnico Lazaroni, che si stava preparando a Gubbio in prossimità del Mondiale che si svolgeva in Italia nel 1990. Stadio gremito nei settori riservati al pubblico (la gradinata era rimasta chiusa a disposizione dei giornalisti, provenienti anche dal Sudamerica). La partita finì 14-1 per i brasiliani, ovviamente. Goleada della nazionale verdeoro: a segno Careca e Muller, autori di una doppietta ciascuno, Branco, Alemao e Silas; nella ripresa si scatenarono i due gemelli del gol, Bebeto (poker di reti per lui) e Romario (tripletta). Il gol del Gubbio fu realizzato da Gori. Il Brasile, poi, al Mondiale di Italia '90 fu eliminato e sconfitto per 1-0 (gol di Caniggia) agli ottavi di finale dall'Argentina di Maradona (poi finalista contro la Germania che divenne Campione del Mondo). Le formazioni: Gubbio: Riommi (Di Addezio), Franceschini, Fantini, Pugnitopo, Ulivi, Rossi, Ciucarelli, Giunchi (Marrazzo), Morbiducci (Giordani), Luiu, Zoppis (Gori). All. Giorgini; Brasile: Taffarel (Acacio), Jorginho (Tita), Mauro Galvao, Mozer, Ricardo Rocha (Mazinho), Branco, Dunga (Renato), Alemao, Silas, (Bismarck), Muller (Romario), Careca (Bebeto). C.T. Lazaroni. (Dal libro "Rossoblù" di Gianluca Sannipoli).

04/11/2004
Gubbio: arbitra Calvarese di Teramo

La gara di domenica prossima al "San Biagio" tra Gubbio e Viterbo sarà diretta da
Calvarese di Teramo (assistenti: Sepe di Torre Annunziata e Evangelista di Caserta). Gli arbitri delle altre gare del girone B della C/2: Ancona-Tolentino: Forconi di Aprilia; Carrarese-Bellaria: Candussio di Cervignano del Friuli; Castel San Pietro-Sansovino: Pinzani di Empoli; Cisco Lodigiani-Massese: Marzaloni di Rimini; Forlì-Castelnuovo: Gervasoni di Mantova; Gualdo-Aglianese: La Mura di Nocera Inferiore; Imolese-San Marino: Di Fiore di Aosta; Montevarchi-Cuoiopelli Cappiano: Manna di Isernia; infine Ravenna-Fano: Herberg di Messina.

03/11/2004
Gubbio: rimane Bedini come presidente

Il presidente Umberto
Bedini ritorna in sella. Sarebbe questa la novità dell'ultima ora: un comunicato della società eugubina riporta quanto segue: "Si è svolto lunedì sera il CdA dell'A.S. Gubbio 1910. Le dimissioni del presidente Ing. Umberto Bedini sono state rifiutate all'unanimità. Si è quindi proceduto ai chiarimenti necessari, che vertevano essenzialmente in questi due livelli: Comportamento: si è richiesto, da parte di tutti, il rispetto delle regole e dei ruoli definiti ad inizio stagione; Rifocalizzazione sugli obiettivi per questo campionato: quello tecnico (un campionato tranquillo con l'auspicio di raggiungere la salvezza il prima possibile) e quello economico (un occhio attento al bilancio). Quando si è trovato un accordo unanime su questo progetto, l'ing. Bedini ha ritenuto opportuno ritirare le proprie dimissioni e tornare in seno alla società".

02/11/2004
Garba e Grassi squalificati per due turni

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. L'allenatore del Castelnuovo
Tazzioli non potrà sedersi in panchina per due domeniche. L'attaccante Garba del Fano e il centrocampista Grassi del Cuoiopelli Cappiano sono stati squalificati per due giornate. Per un turno sono stati appiedati Tolaini (Castelnuovo), Vitali (Fano), Giunchi (Forlì), Di Lillo (Gualdo), Gessa e Saraceno (Montevarchi). Ammende alle società di Fano (1250 euro), Carrarese (750 euro), Ancona e San Marino (400), Viterbo (250). La Commissione Disciplinare della Lega ha inoltre sospeso per via cautelare il difensore Pagliucoli della Sansovino deferito ai sensi del codice della giustizia sportiva e del regolamento antidoping: il calciatore era stato trovato positivo alle prime analisi per la presenza di benzoylecgonine (un metabolita della cocaina) dopo la gara a Roma contro la Lodigiani del 18 settembre.

02/11/2004
Ercoli: "Adesso pensiamo a fare più punti possibili; il bel gioco arriverà..."

Angelo
Ercoli, uno dei migliori in campo da titolare nelle ultime due gare vinte dal Gubbio, analizza per Gubbiofans l'ultimo successo casalingo contro l'Imolese: "Il primo tempo ha regalato poche occasioni da entrambi le parti - dichiara il difensore eugubino - nella ripresa invece, subito dopo il gol loro, ci siamo svegliati e siamo riusciti in poco tempo a ribaltare il risultato. Fondamentale è stata la reazione della squadra". Dopo un inizio di campionato stentato, adesso sono arrivate queste due vittorie consecutive: "E' stata una grande soddisfazione vincere al Flaminio perchè ci ha permesso di cambiare rotta. Ci tenevamo a vincere anche domenica scorsa in casa e sono felice che ci siamo riusciti. Speriamo che il periodo negativo sia solo un brutto ricordo". C'è stata un'inversione di tendenza? "Speriamo di si. Da questa estate non riuscivamo a vincere una partita, a parte quella contro la Sambenedettese che aveva schierato dei giovani. La partita di Roma ci ha sbloccato". Sembra essersi sbloccato anche Chafer e in più c'è Tresoldi che è in gran forma, implacabile sui calci piazzati: "Chafer non è una novità: l'argentino si impegna sempre e gli mancava solo il gol. Tresoldi ha calcato in passato i campi della serie A e sta confermando le sue potenzialità; sui rigori oltretutto è molto bravo a spiazzare il portiere". Il Gubbio è ritornato a vincere, ma al momento ancora non convince... "Prima non riuscivamo a giocare bene e non facevamo punti. Adesso giochiamo un pochino meglio e in compenso portiamo a casa il risultato. L'obiettivo nostro attualmente è quello di fare più punti possibili e dopo speriamo che arriverà anche il bel gioco". Domenica nuovo impegno casalingo contro il Viterbo: "I laziali provengono da un brutto periodo, verranno a Gubbio molto arrabbiati e ci daranno del filo da torcere. Quindi sarà una partita molto difficile: incontreremo una squadra abbastanza tosta".

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 15.07.2019 ora 21:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 38 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Rimini
Monza
Pordenone
Vis Pesaro
Teramo
Ravenna
Sudtirol
Albinoleffe
Fermana
Fano
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Giana Erminio
Imolese
Renate

8070
4420
2550
2470
2120
2110
1790
1650
1630
1410
1000
1000
990
940
880
860
690
680
550
290

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy