SERIE C - GIRONE B
QUATTORDICESIMA GIORNATA
DOM. 10 NOVEMBRE 2019
STADIO "LEONARDO GARILLI"
ORE 15

PIACENZA

1

GUBBIO

0

QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 17:30

GUBBIO-CESENA

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Vicenza
Padova
Sudtirol
Reggiana

Carpi
Virtus Verona
Piacenza
Feralpisalo
Sambenedettese
Triestina
Modena
Vis Pesaro
Ravenna
Cesena
Gubbio
Fermana
Rimini
Arzignano Valc.
Imolese

Fano

30
29
29
27
26
23
23
22
21
19
17
15
14
14
13
13
12
11
11

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

QUATTORDICESIMA GIORNATA
DOM. 10 NOVEMBRE 2019

Arzignano Valchiampo
Carpi

0
1

Cesena
Reggiana

0
0

Fermana
Virtus Verona

0
2

Modena
Fano

2
1

Padova
Sudtirol

0
1

Ravenna
Feralpisalo
lunedi

-
-

Sambenedettese
Rimini

2
0

Triestina
Vicenza

0
3

Vis Pesaro
Imolese

1
1

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Cernigoi Sambenedet.
Vano Carpi
Scappini Reggiana
Morosini Sudtirol

9
7
7
7
7

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Sorrentino
Zanoni

4
4
1
1
1

Scopri la nostra citta!

QUINDICESMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019

Gubbio-Cesena

Carpi-Fermana

Fano-Piacenza

Feralpisalo-Padova

Imolese-Triestina

Modena-Virtus Verona

Reggiana-Vis Pesaro

Rimini-Arzignano Valc.

Sudtirol-Sambenedet.

Vicenza-Ravenna

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

31/10/2007
Prato - Gubbio: arbitra Manna di Isernia; Giudice Sportivo: Bellucci squalificato per un turno

Prato-Gubbio sarà diretta dal sig. Vincenzo Manna di Isernia. Assistenti di linea saranno Enrico Gotti e Sergio Amati di Bologna. L'arbitro in questione, al quarto anno di esperienza in serie C, ha diretto il Gubbio nella stagione 2004-05 nella partita Aglianese-Gubbio (0-1; rete scaturita su autogol di Corucci). Provvedimenti disciplinari. L'attaccante Luca Bellucci è stato squalificato per una giornata: il calciatore eugubino salta la trasferta di Prato. Stoppato per una gara l'allenatore Rambaudi della Viterbese. Per un turno sono stati appiedati i calciatori Lazzoni (Carrarese), Carusio (Castelnuovo), Sadotti (Poggibonsi), Berardi e Taccola (San Marino), Specchia (Spal), Andreulli (Teramo), Ceciarini e Di Paola (Viareggio), Armento (Viterbese).

30/10/2007
Placentino: "Il mio gol? Alla palla ho dato un effetto strano; ora cerco solo più spazio..."

Primo gol in maglia rossoblù per Rocco Placentino, classe '82. Appena entrato in campo, l'estroso calciatore canadese ha fatto subito «centro». Un gol che vale la prima vittoria in trasferta del Gubbio in campionato. "Sono contento, - spiega Placentino - perchè il mio gol ci ha permesso di conquistare tre punti molto importanti. Diciamo che sono stato fortunato e il portiere (Chessari ndr) ci ha messo del suo, ma io sono abituato a fare dei tiri un po' particolari. Ho calciato in porta dando alla palla un effetto strano e l'estremo difensore giuliese è rimasto ingannato. Questo gol voglio dedicarlo ad Alvaro Arcipreti perchè mi ha portato a tutti i costi a Gubbio nonostante la concorrenza e a Stefano Fiorucci, fisioterapista di Umbertide, che mi ha rimesso a posto la gamba infortunata. D'ora in avanti spero solo di giocare fin dall'inizio e di avere più spazio. Solo così posso riprendere il ritmo partita e solo così posso regalare delle nuove emozioni alla gente di Gubbio che se lo merita. Ci seguono sempre, sarei contento di ripagarli ancora sul campo a suon di gol, come ho sempre fatto altrove in passato. Adesso però non dobbiamo fermarci. Ogni partita va giocata sempre per vincere. Ed io sono pronto e voglio fare veramente bene con questi colori".

28/10/2007
Gubbio, prima "gioia" fuori casa: 0-1 a Giulianova

Prima vittoria in trasferta in campionato per il Gubbio. Decide tutto nella ripresa Rocco Placentino, appena entrato a metà ripresa sul rettangolo di gioco. Il calciatore canadese si è fatto trovare subito pronto e dal suo piede è nato il gol vittoria (74') in diagonale. La cronaca di tutta la partita. Assenti per il Gubbio Marino (pubalgia) e Ballanti (tendinite). Per i giallorossi manca Ciminà, squalificato. Le squadre si affrontano a viso aperto, anche se le occasioni da rete degne di nota si contano sulla punta delle dita. Al 2' si fanno pericolosi i giallorossi con Chaib che dalla sinistra serve in area Ranalli: conclusione a rete radente della punta giuliese, ma Groppioni fa buona guardia e para in due tempi. Al 10' i rossoblù si catapultano in avanti con Varchetta che da sinistra serve insidiosamente Bellucci in area locale, tempestivo l'intervento di Garaffoni che sbroglia il pericolo. Subito dopo, al 12', è attivo Macrì sulla fascia destra, si libera e mette in mezzo un assist velenoso sul primo palo, Genesio è ben appostato e salva in extremis in angolo. Al 33' Chiarotto esce per un risentimento muscolare; al suo posto fa il suo esordio in maglia rossoblù il nuovo acquisto Anania. La pressione dei locali si effettua maggiormente sulle fasce, con Macrì e Chaib attivi e dinamici, ma si registra un nulla di fatto fino alla fine del primo tempo, complice un Gubbio attento e concentrato. Si segnalano solo tiri da lontano da parte dei giallorossi che non inquadrano lo specchio della porta. Ripresa. Il Gubbio cresce alla distanza e fa sua la gara. In avvio, nemmeno un giro di lancette, si fa subito pericoloso Corallo: tiro potente del centravanti leccese dal limite, palla che sfiora l'incrocio. Al 51', altra tegola in casa Gubbio. Esce dal campo proprio il nuovo acquisto Anania per un infortunio fortuito: subentra il giovane Orlando. Poco più tardi (53') è ancora Corallo a rendersi pericoloso con un tiro dal limite che sorvola sopra la traversa (assist di Sandreani). Al 59' punizione dal vertice di sinistra di Zacchei: tiro insidioso dell'ala toscana che costringe Chessari ad una difficile parata in volo plastico sul primo palo. Poco più tardi si portano in avanti i giallorossi: sugli sviluppi di un corner calciato da Macrì si forma una mischia, Genesio salva sulla linea di porta. Al 63' D'aniello di testa cerca la porta, ma la palla termina sul fondo. Mister Alessandrini gioca la carta Placentino e gli porta fortuna (entra al posto di Bellucci al 72'). Passano solo due minuti. È il 74', l'estroso calciatore canadese si accentra e dal vertice destro fa partire con il piede sinistro un diagonale efficace a mezza altezza che sorprende un incerto portiere Chessari. Al 79' è Zacchei a cercare il gol da fuori, ma il suo tiro termina alto. Al 90' Puddu cerca il rigore ma non lo trova. La partita termina (93') con un tiro di D'Aniello che si spegne tra le braccia di un attento Groppioni. Giovedì 1 novembre il Gubbio va a Prato.
Tabellino: Giulianova - Gubbio 0-1
Giulianova: Chessari, Sosi, Piva, Bettini, Garaffoni, Croce, Macrì, D'Aniello, Gerbino, Chaib, Ranalli (62' Puddu). All. Bitetto.
Gubbio: Groppioni, Genesio, Varchetta, Tatomir, Fiumana, Ercoli, Zacchei, Sandreani, Corallo, Chiarotto (33' Anania) (51' Orlando), Bellucci (72' Placentino). All. Alessandrini.
Rete: 74' Placentino (Gub).
Arbitro: Stallone di Foggia (Pampirio di Ancona e Savelli di Pesaro). Ammoniti: Macrì, Bettini (Giu); Bellucci, Fiumana, Genesio, Varchetta (Gub). Spettatori: 1200 circa.
Risultati della decima giornata:
Bassano - Spal 2-2
2' Berrettoni (B) rig., 11' Zubin (B), 79' Franchini (S), 91' La Grotteria (S)
Carrarese - Poggibonsi 2-2
18' Dall'Ara (P), 48' Zaniolo (C) rig., 54' Concas (C), 85' Mugnaini (P)
Castelnuovo - San Marino 1-1
8' Longobardi (S), 90' Aliboni (C)
Cuoiocappiano - Teramo 2-0
24' Granito (C) rig., 57' Granito (C)
Giulianova - Gubbio 0-1
74' Placentino (Gub)
Reggiana - Sansovino 4-3
13' Garba (S) rig., 30' Martinetti (R), 45' Alessi (R) rig., 69' Ruffini (R), 75' Rodio (S), 77' Grieco (R), 80' Fiuzzi (R) aut.
Rovigo - Prato 3-2
6' Paterna (R) rig., 41' Ceccarelli (R), 46' Basilico (P), 52' Ghidotti (P), 87' Macchia (R)
Viareggio - Bellaria 1-1
27' Rovella (V), 84' Gomez (B) rig.
Viterbese - Portogruaro 0-2
43' Abate (P), 82' Abate (P)

27/10/2007
Berretti: Gubbio-Portogruaro, rocambolesco 2-2

Campionato nazionale Berretti. Il Gubbio di Montresor sfiora la quarta vittoria consecutiva, ma due espulsioni (di Cerbella e Antonini) nella ripresa pregiudicano la gara dei rossoblù. Il Gubbio si è trovato in vantaggio di due gol realizzati entrambi su rigore da Lucesoli (4' e 61'), decretati per falli netti in area ai danni di Moscetti in tutte e due le circostanze. Ma il Portogruaro prima ha accorciato le distanze per mezzo di un'autorete di Mazzoncini (72'). Poi, a tempo scaduto (93'), i veneti sono riusciti a riagguantare il risultato per mezzo di un gol di Guglielmini, viziato però da un presunto fuorigioco. Vibranti le proteste che ne sono conseguite contro la terna folignate. Ironia del caso: pure nella partita interna con la Reggiana, ci furono delle recriminazioni da parte del Gubbio nei confronti della conduzione della terna arbitrale, proveniente allora sempre da Foligno. Il Gubbio adesso si trova a quota 12 punti in classifica: 3 vittorie e 3 pari in sei partite.

26/10/2007
Giulianova - Gubbio: arbitra Stallone di Foggia

Designato il direttore di gara di Giulianova-Gubbio. Si tratta del sig. Giuseppe Stallone di Foggia. Gli assistenti di linea sono Simone Pampirio di Ancona e Marco Savelli di Pesaro. Si gioca al "Fadini" alle ore 14,30.

26/10/2007
Mercato: Carrarese, ceduto Menconi

Mercato. La Carrarese ufficializza il passaggio di Alessio Menconi (attaccante del 1987) in prestito al Castellarano (serie D). Cambio di decisione in casa Teramo. Era data per fatta la cessione del centrocampista Mauro Bosco ('87) al Centobuchi (serie D). Dietrofront del calciatore campano: resta alla corte di mister Rossi. Intanto la società del Gubbio - tramite un comunicato stampa - comunica quanto segue: "L'A.S. Gubbio 1910 precisa che la figura del Direttore Sportivo, ad oggi vacante, sarà attentamente valutata all’interno del Consiglio di Amministrazione in tutte le sue componenti, esprimendo tale organo direttivo, come sempre la massima e più serena collegialità; è cosa non rispondente al vero il fatto che si siano fatte esclusioni a priori, prescindendo da nomi e cognomi; tutte le posizioni saranno frutto di valutazioni che solo all’interno dello stesso organo direttivo saranno oggetto di confronto e riflessione".

25/10/2007
Girone B: Bassano, è fuga? Incalzano Portogruaro e San Marino; Gubbio all'esame Giulianova

Il Bassano non si ferma più. Con la vittoria di Monte San Savino (la terza consecutiva) la formazione di Glerean distanzia di tre punti la Reggiana (seconda) e il resto del gruppo. Il cammino: sette vittorie, un pari e una sconfitta, 22 gol fatti (miglior attacco), media inglese +5 e Berrettoni (ex Perugia) capocannoniere del girone (8 centri). E domenica c'è l'esame Spal per la prova del nove. La Reggiana rimane ancora imbattuta. Esce indenne da Gubbio, anche se per la prima volta in campionato si è trovata momentanamente in svantaggio (non era mai successo ai granata nelle precedenti gare). Gli undici di Pane vantano la difesa più granitica del girone (solo 6 reti subite, come il Portogruaro). Incalzano Portogruaro e San Marino. Si dividono l'ultimo posto disponibile per i playoff Carrarese e Spal. Nei bassifondi della classifica la Viterbese e il Giulianova hanno il peggiore attacco (6 reti fatte). Si dividono la difesa peggiore Prato, Sansovino e Rovigo (16 reti incassate). Domenica la gara di spicco è Bassano-Spal. Interessante pure il derby toscano Carrarese-Poggibonsi e a Castelnuovo si presenta il San Marino di Tazzioli nelle vesti dell'ex. Il Gubbio invece è atteso da due trasferte consecutive. Domenica si va a Giulianova. Giovedì 1 novembre la truppa di Alessandrini sarà ospite del Prato. Due prove importanti per verificare se il Gubbio è davvero in crescendo come sembra aver dimostrato nelle ultime due partite, oppure se si è trattato solo di un fuoco di paglia. Al campo il responso.

24/10/2007
Gubbio, nuovo acquisto: arriva il terzino Anania

Nuovo arrivo in casa Gubbio. Ingaggiato il terzino destro Matteo Anania, classe '84, la scorsa stagione tra le fila del Portogruaro (C2). Il calciatore milanese in passato ha vestito le casacche di Latina (C2) e Carpi (per due stagioni in serie D). Intanto è avvenuta la rescissione consensuale con il centrocampista Gianluca Urbinati ('87). Dovrebbe finire al Fano (serie D). Mauro Bosco ('87), centrocampista, viene ceduto dal Teramo al Centobuchi (serie D). Squalificati nel girone: stoppati per due giornate il centrocampista Sabatini (Viareggio), il difensore Ciminà (Giulianova) e il centrocampista Gamma (Poggibonsi). Per un turno sono stati appiedati Perrone (Sansovino), Vettori (Cuoiocappiano), Moscardi e Ouchene (Prato), Rossi (Rovigo), Ingiosi e Zazzetta (Viterbese). Nessun ammenda alle società.

23/10/2007
Groppioni: "Potevamo vincere, ma il pari è giusto; adesso sta uscendo il vero Gubbio, risaliremo..."

Intervista di Gubbiofans.it all'estremo difensore rossoblù
Federico Groppioni. Il Gubbio ha sfiorato il «colpaccio» contro una grande Reggiana. Dica la verità. A quel punto ci speravate, vero? "Potevamo assolutamente vincere, - spiega Groppioni, classe '84 - ma davanti abbiamo trovato una squadra composta da undici elementi di categoria superiore. Tutto sommato credo che il pareggio sia stato il risultato più giusto. Anche se sull'azione del corner che poi ha dato il via al gol del pareggio ospite c'era un fuorigioco (di Ingari ndr) di almeno tre metri. Ma adesso è inutile recriminare. Bisogna guardare avanti. Sono rimasto molto contento per l'apporto dei tifosi che è stato sempre costante. Con il sole, con la pioggia o con il freddo ci sono sempre e non ci lasciamo mai soli. Un doveroso grazie". Gubbio pimpante nel primo tempo; Reggiana super nella ripresa. È d'accordo? "Direi di sì, anche se nella ripresa da parte nostra è subentrata la stanchezza. Fino a quel momento avevamo spinto tanto e avevamo giocato bene. Forse adesso sta uscendo il vero Gubbio. Abbiamo dei giocatori validi; nessuno si aspettava una partenza così falsa in campionato". Groppioni si è prodigato in diversi interventi decisivi. Nulla ha potuto fare sul gol di Ingari. Ma questa rete era evitabile? "Dico la verità. Tutta la nostra retroguardia era rimasta disorientata perchè - come ho già detto - nell'azione precedente tutti noi pensavamo che l'arbitro avesse fischiato quel fuorigioco abbastanza netto. Così non è stato. Questo è il calcio". Però il Gubbio nella ripresa ha tirato i remi in barca e la sostituzione di Zacchei non ha giovato. O no? "Che abbiamo sofferto dopo l'uscita di Filippo credo che sia stata solo una coincidenza. Siamo calati alla distanza. La Reggiana ci ha creduto e ci ha castigato. Nel primo tempo invece abbiamo avuto la possibilità di fare almeno due o tre gol". Questo Gubbio dove può arrivare? "Sicuramente oltre i 42 punti. Poi quello che verrà sarà tutto di guadagnato. L'importante è uscire da questa situazione anomala di classifica. È brutto da vedersi sia per noi, sia per la città, per i tifosi e per tutto l'ambiente che non se lo merita. Ma risaliremo perchè tutti i ragazzi si stanno allenando con il massimo della grinta. Mister Alessandrini è un grande motivatore, il lavoro lo fa con il cuore e sa trasmettere una grande carica. Punto su un calciatore: Zacchei. Sta ritornando in forma e farà la differenza". La Reggiana invece? "È attrezzata per vincere il campionato. Ma deve stare attenta alle altre. Pure a Gubbio ha trovato pane per i suoi denti. Niente è scontato in questo girone".

21/10/2007
Match double face al "Barbetti": primo tempo, Gubbio pimpante; ripresa, è super Reggiana (1-1)

Si è vissuta una partita piacevole tra Gubbio e Reggiana, giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Prima parte di chiara marca rossoblù che merita il gol del vantaggio del solito Corallo (a segno al 34' di testa). Ripresa tutta di marca ospite e meritato pareggio pervenuto al 74' con il nuovo entrato Ingari. Anche se a fine partita - in casa Gubbio in sala stampa - si protesta per un presunto fuorigioco (di un metro e mezzo?) di Ingari nell'azione che ha scaturito il corner che ha dato il via al gol del pari granata. Episodio da rivedere meglio alla moviola. La cronaca della partita. Assenti per il Gubbio Marino (pubalgia) e Farina (ritornerà a gennaio dopo l’operazione al crociato). Al 2’ il Gubbio è pericoloso: cross di Varchetta dalla sinistra, tiro al volo di sinistro di Bellucci, Ambrosio compie il miracolo e in tuffo devìa la palla in corner. Al 5’ è ancora Varchetta che deposita in area un assist vellutato, tempestivo è l'intervento in rovesciata di Zini che anticipa alla disperata su Bellucci pronto a calciare a rete. Al 7’ Martinetti ci prova dalla distanza, palla che termina a lato. Al 10’ tiro teso dal limite di Pelatti, Groppioni vola in tuffo e devìa in angolo. Al 18’ Bellucci si invola verso la porta, Zini è strepitoso in anticipo e mette in corner in spaccata. Al 23’ Zacchei aggancia la palla sulla trequarti e fa partire un gran tiro di sinistro che sfiora di poco l'incrocio. Al 34’ il Gubbio passa in vantaggio: Zacchei pennella in area da destra un cross millimetrico per la testa di Corallo che anticipa Mallus e insacca la palla sotto la traversa. Gol di pregevole fattura. Ripresa: la Reggiana; il Gubbio invece cala vistosamente. Al 1’ tiro radente dal limite di Grieco, Groppioni si accartoccia e para. Pressing degli ospiti. Al 14’ Ruffini al limite serve Caselli che spara a rete: provvidenziale Groppioni in tuffo a respingere la sfera. Al 23’ tiro di Ruffini, para in tuffo Groppioni. Al 26’ la Reggiana raccoglie i frutti sperati: corner di Alessi che serve Grieco che mette in mezzo, il nuovo entrato Ingari in mischia si gira e di destro deposita la palla in rete. I granata a questo punto ci credono e cercano addirittura la vittoria. Al 33’ un tiro di Ruffini termina di poco a lato. Poco più tardi è Catellani a farsi pericoloso in area umbra, ma questa volta è Ballanti a compiere un autentico miracolo intervenendo in anticipo, in scivolata, sull'estroso attaccante ospite. La partita si conclude con alcune scaramucce in gradinata tra i tifosi del Gubbio e alcuni rappresentanti ospiti in divisa "granata". Mentre in campo avviene un acceso scambio di "battute" tra Corallo e alcuni calciatori della Reggiana. Vecchie ruggini. Lo scorso giugno infatti, la Paganese (ex squadra di Corallo) aveva superato nella finale playoff proprio la formazione emiliana di mister Pane e furono i campani a salire in C1. Prossimo turno. Domenica il Gubbio di Marco Alessandrini è atteso a Giulianova.
Tabellino: Gubbio-Reggiana 1-1
Gubbio: Groppioni, Genesio, Varchetta (69’ Orlando), Tatomir (80’ Manzo), Ballanti, Fiumana, Zacchei (55’ Ercoli), Sandreani, Corallo, Chiarotto, Bellucci. All. Alessandrini.
Reggiana: Ambrosio, Mallus (80’ Ponzo), Caselli, Grieco, Zini, Stefani, Martinetti (69’ Ingari), Maschio, Pelatti (85’ Catellani), Alessi, Ruffini. All. Pane.
Reti: 34’ Corallo (G), 74’ Ingari (R).
Arbitro: Liotta di Lucca (Orlandi di Arezzo e Gambini di Lucca). Ammoniti: Bellucci, Varchetta (G); Mallus (R). Spettatori: 1343 (720 abbonati; di cui 180 tifosi della Reggiana presenti nel settore ospiti).

Risultati della nona giornata:
Bellaria - Carrarese 2-1
43' Gomez (B), 56' Chiavarini (B), 67' Biggi (C)
Gubbio - Reggiana 1-1
34' Corallo (G), 74' Ingari (R)
Poggibonsi - Viareggio 1-0
55' Porricelli (P) rig.
Portogruaro - Giulianova 2-1
45' Mortelliti (P), 51' Macrì (G), 67' Mortelliti (P)
Prato - Spal 1-1
41' Bisso (S), 67' Ghidotti (P)
Rovigo - Castelnuovo 1-1
42' Contadini (C) aut., 92' Micchi (C) rig.
San Marino - Cuoiocappiano 2-1
31' Grassi (S), 42' Caciagli (C), 91' Mottola (S)
Sansovino - Bassano 0-2
8' Zubin (B), 82' Berrettoni (B)
Teramo - Viterbese 1-1
32' Margarita (T) rig., 88' Piemontese (V) rig

20/10/2007
Berretti: Gubbio, terza vittoria consecutiva: 1-2 a San Marino con le reti di Lucesoli e Bertinelli

Nuovo exploit della formazione Berretti. I ragazzi di mister Montresor vincono in trasferta per 2-1 a San Marino e si aggiudicano la terza vittoria consecutiva. A segno per primi i titani con Sacchi (18'). Al 24' il pareggio di Lucesoli con una punizione calibrata a girare dal limite. Il gol del sorpasso nella ripresa, al 77': il bomber eugubino Bertinelli va ancora a segno (quarto sigillo personale stagionale in 5 gare) con un preciso diagonale. Il Gubbio sale a quota 11 punti in classifica.

19/10/2007
Gubbio - Reggiana: arbitra Liotta di Lucca

Designato il direttore di gara di Gubbio-Reggiana. Sarà il sig. Luca Liotta di Lucca. Gli assistenti di linea sono Lorenzo Orlandi di Arezzo e Adriano Gambini di Lucca. L'arbitro in questione, al terzo anno di esperienza in serie C, ha diretto il Gubbio in una sola circostanza in campionato. Risale alla stagione 2005-06, in data 30 ottobre 2005: Gubbio-Foligno (3-0) nel derby al San Biagio (reti di Ercoli, De Angelis e Gaggiotti).

19/10/2007
Girone B: Giulianova, il nuovo allenatore è Bitetto; Castelnuovo Garfagnana penalizzato di due punti

Il Giulianova ha scelto definitivamente il suo nuovo allenatore. Si tratta di Leonardo Bitetto, 48 anni, la scorsa stagione sulla panchina del Monopoli. Subentra al posto di Massimiliano Favo, tecnico che si è dimesso domenica scorsa dopo il derby perso in casa contro il Teramo. Intanto la Commissione Disciplinare ha inflitto due punti di penalizzazione per "violazione negli adempimenti" al Castelnuovo Garfagnana da scontare nella stagione attuale (2007-08). La formazione toscana così sarà la terza squadra penalizzata nel girone B della C2. Infatti sia il Cuoiocappiano, sia la Viterbese, stanno già scontando un punto in meno per questioni analoghe.

18/10/2007
Girone B: Bassano vola, Reggiana imbattuta

Bassano go-go. Mister Glerean e la sua band si confermano un'autentica macchina del gol. Venti reti segnate fino adesso. Liquidato pure il forte San Marino per 2-1. Ora i veneti sono primi. La Reggiana, nonostante il mezzo passo falso interno contro il Prato, rimane l'unica squadra imbattuta del girone. I granata vantano anche la miglior difesa (solo 5 reti incassate, come il Portogruaro). Incalzano nella zona playoff pure il Portogruaro, la sorprendente Carrarese (vittoriosa a Viareggio) e il San Marino, che si trova a pari punti della Spal di Sesa & company. Nei bassifondi della classifica il Gubbio ha recuperato due posizioni togliendosi dall'ultimo posto in classifica (per la prima volta in questo avvio di campionato). La peggior difesa è del Prato (15 reti incassate, come quella del Rovigo) e si trova penultima. Il peggior attacco è della Viterbese (5 gol) che attualmente è fanalino di coda. Domenica sono attese tante sfide interessanti. La capolista Bassano fa visita alla Sansovino, in cerca di riscatto dopo la batosta di Gubbio. Il Portogruaro ospita il Giulianova. La Carrarese invece farà visita al Bellaria, mentre la Spal si recherà in quel di Prato. Un match tutto da vedere è Gubbio-Reggiana: impegno altamente difficile per gli uomini di Alessandrini contro la blasonata corazzata granata di mister Pane. Da gustare il derby toscano Poggibonsi-Viareggio. Le altre gare in programma domenica: Rovigo-Castelnuovo; Teramo-Viterbese; San Marino-Cuoiocappiano. E la nona giornata è servita.

17/10/2007
Gli squalificati del girone: Tiberi, stop di due turni

Emanati i provvedimenti disciplinari nel girone B della C2. L'attaccante Tiberi della Viterbese è stato stoppato per due giornate. Per un turno sono stati fermati Barsotti del Viareggio e Berardi del San Marino. Multate le società di San Marino (1500 euro) e Viterbese (300 euro). Nessun provvedimento contro il Gubbio.

16/10/2007
Corallo: "La mia tripletta? Che bello, la prima tra i prof; La Reggiana? Hanno il dente avvelenato..."

Alessandro Corallo in un solo colpo ha realizzato tre gol, tutti di pregevole fattura. Una tripletta alla malcapitata Sansovino che ha scaturito la prima vittoria in campionato per il Gubbio. "È proprio quello ci voleva, sono contento, - spiega il centravanti pugliese - adesso sono più tranquillo e sto meglio fisicamente. Mi riesce meglio giocare e segnare. Mi auguro di ripetermi, anche se fare una tripletta non capita tutti i giorni. Tre gol tutti insieme in una partita non li avevo mai siglati tra i professionisti; nei dilettanti invece ci sono riuscito due anni fa con il Varese dove abbiamo vinto il campionato. Ancora la strada è lunga e bisogna tirarsi fuori prima possibile da questa classifica deficitaria. Sono rimasto contento degli applausi che mi hanno riservato i tifosi eugubini all'uscita dal campo. Un grazie doveroso per l'incitamento. Daremo il massimo per ricambiarli ancora sul campo". Prima della gara contro la Sansovino c'è da ribadire che il cammino è stato deludente e i tifosi lo hanno esternato apertamente: "È giusto. Erano delusi come lo siamo stati anche noi. Questa squadra non merita la classifica che occupa. Ce la metteremo tutta". Domenica sarà ospite a Gubbio la blasonata Reggiana: "Un bell'avversario, ma mi porta bene - conclude Corallo - e con me in particolare hanno il dente avvelenato per via della finale promozione a Pagani... ma è sempre un partita di calcio: speriamo di ripetere la prestazione contro la Sansovino, solo così potremo fare risultato".

14/10/2007
Gubbio, ecco la prima vittoria: 4-0 alla Sansovino

Finalmente... il Gubbio riesce a conquistare la sua prima vittoria di campionato e per la prima volta riesce a convincere. Travolta la Sansovino per 4-0. Corallo superlativo: ha messo a segno tre reti tutte di pregevole fattura (3', 29' e 83'). Varchetta nel finale ha chiuso i conti (89'). La cronaca della partita. Assenti per il Gubbio Gibbs per infortunio e Tatomir per squalifica. Al 1’ tiro telefonato su punizione di Zacchei, para Saviano. Al 3’ il Gubbio passa in vantaggio: Marino lancia in profondità Bellucci, rimpallo di Di Fatta che favorisce Corallo: tiro secco rasoterra del centravanti salentino dal limite, palla che si infila dritta nell’angolino. Al 7’ i rossoblù sono ancora pericolosi: Bellucci si gira bene in area servendo Zacchei smarcato, in extremis salva in anticipo Parisi. Al 17’ pericolo in area eugubina: perde palla Sandreani a centrocampo, Moracci serve Garba solo davanti al portiere, provvidenziale intervento di Varchetta in anticipo. Al 29’ il Gubbio raddoppia: gran lavoro sulla sinistra di Chiarotto, dribbling su Olivieri e cross in mezzo, splendida semi-rovesciata al volo di sinistro di Corallo, palla in fondo al sacco. Al 32’ i rossoblù sfiorano pure il tris: dalla sinistra Chiarotto serve un pallone su un piatto d’argento per Bellucci che da posizione favorevole non riesce a girare a rete. Al 39’ Marino serve Corallo che sferra un “cucchiaio” di sinistro dal limite, palla che sfiora di un niente la traversa a portiere ormai battuto. Al 43’ brivido in area umbra: Perrone si ritrova solo davanti alla porta, tiro angolato, Groppioni compie il miracolo in tuffo e devìa la palla in corner dopo che la stessa aveva scheggiato il palo. Ripresa. Al 7’ palla filtrante di Zacchei per Bellucci che tenta la conclusione a rete da posizione decentrata: para Saviano. Al 22’ tiro potente su punizione dal limite di Battistelli: Groppioni non si fa sorprendere e in volo si accartoccia per arpionare la sfera. Al 37’ Corallo confeziona il tris personale: al limite stop di petto del centravanti leccese, tiro di destro al volo, palla che incoccia sul palo e termina a pelo d'erba in rete. Al 40' Bellucci si libera in area di un avversario e fa partire un bolide che si stampa sulla traversa. Al 44’ arriva il poker e porta la firma di Varchetta: da sinistra tiro cross teso dal fondo del laterale sinistro rossoblù, il portiere Saviano si fa trovare impreparato e la palla rotola al di là della linea bianca. È il 4-0 finale. Domenica sarà ospite al "Barbetti" di Gubbio la blasonata Reggiana.
Tabellino: Gubbio-Sansovino 4-0
Gubbio: Groppioni, Genesio, Varchetta, Marino (69' Manzo), Ballanti, Fiumana, Zacchei (75' Ercoli), Sandreani, Corallo (87' Placentino), Chiarotto, Bellucci. All. Alessandrini.
Sansovino: Saviano, Olivieri (86' Jusufi), Battistelli, Rodio (88' Bardelli), Di Fatta, Parisi, Nolè, Quinto, Garba, Perrone, Moracci (74' Rrhudo). All. Fiorucci.
Reti: 3' Corallo (G), 29' Corallo (G), 83' Corallo (G), 89' Varchetta (G).
Arbitro: Zonno di Bari (Savella di Barletta e Scarano di Taranto). Ammoniti: Sandreani, Ballanti, Fiumana (G); Moracci, Di Fatta, Perrone, Quinto (S). Spettatori: 1128 (720 abbonati).

Risultati della ottava giornata:
Bassano - San Marino 2-1
15' Longobardi (S), 16' Berrettoni (B) rig., 20' Zattarin (B)
Castelnuovo - Bellaria 0-0
Cuoiocappiano - Portogruaro 0-0
Giulianova - Teramo 0-1
37' Margarita (T)
Gubbio - Sansovino 4-0
3' Corallo (G), 29' Corallo (G), 83' Corallo (G), 89' Varchetta (G)
Reggiana - Prato 1-1
80' Anderson (R) rig., 93' Moscardi (P) rig.
Spal - Poggibonsi 2-0
34' Specchia (S), 47' Sesa (S) rig.
Viareggio - Carrarese 0-2
45' Zaniolo (C), 61' Fiale (V) aut.
Viterbese - Rovigo 1-3
18' Ceccarelli (R), 30' Ingiosi (V), 63' Catalano (R), 89' Rossi (R)

13/10/2007
Berretti: Gubbio, 1-0 alla capolista Sassuolo

Campionato nazionale Berretti. Il Gubbio batte la capolista Sassuolo per 1-0 e la supera in classifica. Rete decisiva al 59' di Bertinelli (preciso rasoterra da fuori area) su assist di Lucesoli. Terzo sigillo consecutivo per il giovane attaccante eugubino (classe '90). La formazione allenata da Montresor dopo quattro giornate di campionato ha ottenuto due pareggi e due vittorie (consecutive), salendo a quota 8 punti in classifica.

12/10/2007
Gubbio - Sansovino: arbitra Zonno di Bari

Designato il direttore di gara di Gubbio-Sansovino. Si tratta del sig. Gaetano Zonno di Bari. Gli assistenti di linea sono Decio Savella di Barletta e Lorenzo Scarano di Taranto. L'arbitro in questione, al terzo anno di esperienza in serie C, ha diretto il Gubbio in due occasioni. La scorsa stagione in data 19 novembre 2006: Gubbio-Carrarese 2-0, con le reti di Battistelli (ora alla Sansovino) e di Ercoli. La stagione precedente il 22 gennaio 2006: Ancona-Gubbio 0-1, rete di De Angelis.

12/10/2007
Battistelli: "Vedere il Gubbio ultimo è strano"; Rodio: "C'è emozione, ma ce la giocheremo..."

Due ex rossoblù saranno presenti domenica al "Barbetti" tra le fila della Sansovino. "Per come è vissuto il calcio nella città dei Ceri - spiega il terzino Maurizio Battistelli - suona strano vederlo ridotto così. Significa che qualcosa è stato sbagliato. Se una squadra è stata costruita per vincere il campionato e poi si ritrova in fondo alla classifica, un motivo ci deve pur essere. Ci vuole tempo e fortuna prima che si trovi l'assetto giusto quando si cambiano minimo 15 giocatori. Mi dispiace per Fiumana, Ercoli e Sandreani per il momento difficile che stanno attraversando con la propria squadra. Da parte nostra faremo la nostra partita. Siamo un gruppo giovane e stiamo lavorando bene. Giocare a Gubbio mi farà sicuramente effetto". Il centrocampista Gianmarco Rodio invece dice: "Non nascondo che ci sarà l'emozione dell'ex e mi dispiace che il Gubbio stia attraversando un momentaccio. Ho passato dei mesi molto belli in rossoblù e mi farà piacere rivedere Fiumana, Ercoli e Sandreani. In campo ci daremo battaglia, ma alla fine ci stringeremo la mano. Visti i programmi estivi, non mi sarei mai aspettato un Gubbio così in difficoltà. Ci sono «nomi» importanti in squadra. Forse sono stati fatti degli sbagli. L'anno scorso c'era uno spogliatoio solido e a mio avviso quest'anno si è cambiato troppo. Se fosse rimasto gran parte di quel gruppo penso che il Gubbio adesso non si sarebbe trovato in questa situazione nagativa. Da parte nostra domenica verremo a Gubbio rispettando l'avversario e faremo la nostra partita".

11/10/2007
Amarcord: vent'anni fa... Gubbio-Perugia

Sono passati esattamente 20 anni. 11 ottobre 1987. Era in programma Gubbio-Perugia. Stadio "San Biagio" gremito in ogni ordine di posti. Quasi settemila spettatori presenti. Per la precisione 6364, per un incasso record equivalente alle 48300 euro attuali (all'epoca c'era ancora la lira). Il Gubbio di mister Giampaolo Landi fermò sull'1-1 il "super" Perugia di Ravanelli, Di Livio e Bia. Andarono in vantaggio i grifoni con Nofri al 35', che aveva raccolto una punizione di Manfrin. Nella ripresa, a pochi minuti dal termine, precisamente all' 86', i rossoblù riacciuffarono un meritato pareggio per mezzo di un perentorio colpo di testa dello stopper Giovannico, su assist millimetrico dell'indimenticato Di Felice. La partita era stata caratterizzata da una pioggia molto intensa e il terreno era molto allentato. Il Gubbio a fine stagione arrivò quarto, dietro solamente a Fidelis Andria (terza), Casarano e Perugia (entrambe prime a pari punti; salirono in C1). Altri tempi, altro calcio, altri periodi, che i tifosi eugubini ricordano molto volentieri, per chi - soprattutto - ha avuto la fortuna di assistere a quei momenti indimenticabili e forse irripetibili. Le formazioni di quella partita: Gubbio: Cacciatori, Ragnacci, Baldinelli (61' Sbrega), Luiu, Giovannico, Pugnitopo, Ciucarelli (73' Cipolletti), Cocciari, Zoppis, Di Felice, Di Renzo. All. Landi; Perugia: Vinti, Nofri, Gori, Bia, Bettinelli, Conforto, Di Livio, Benedetti, Pagliari (74' Provitali), Manfrin (61' Valentini), Ravanelli. All. Colautti.

10/10/2007
Gubbio: Tatomir squalificato per una giornata

Resi noti i provvedimenti disciplinari. Il centrocampista Alessandro Tatomir è stato squalificato per una giornata: il calciatore rossoblù salta così la partita di domenica contro la Sansovino. Per un turno sono stati appiedati anche Vettori (Cuoiocappiano), Ingari (Reggiana) e Fusco (Carrarese). Ammende alle società di Castelnuovo (1500 euro) e Spal (300 euro).

09/10/2007
Gubbio, cercasi... disperatamente

È un Gubbio che ancora «non c'è» assolutamente in questo campionato. Sette giornate sono passate e ancora nulla di fatto. La prima vittoria è rimandata (a quando ancora?), le sconfitte invece si susseguono. Quella di San Marino è diventata la quinta stagionale. Ultimo posto in classifica solitario nel girone, solo due punti racimolati (frutto di due pareggi), 5 gol fatti, 13 subiti, media inglese -11! Tutti numeri che lasciano esterrefatti e che lasciano ben poca speranza per il futuro. È inutile nascondersi dietro un dito. E allora? Cosa di deve fare? Semplice. Per salvare il salvabile si deve cambiare rotta radicalmente, sin da subito, altrimenti per la truppa di Alessandrini sarà difficile evitare i playout. L'inizio di campionato è stato sconcertante, per non dire avvilente. Squadra con problemi di tenuta fisica, mentale e caratteriale. Pure a San Marino sono venuti fuori i problemi di sempre. Disattenzioni imperdonabili in difesa, centrocampo lento e prevedibile, attacco evanescente. E mentre il Gubbio «dorme» le altre corrono. Capovolgiamo la classifica e vediamo che la Reggiana mantiene l'imbattibilità (e primato) in campionato pareggiando sul temibile campo di Teramo. Cinque vittorie, due pareggi, 17 punti in classifica, 4 reti subite (miglior difesa del girone), media inglese +4. Il miglior attacco appartiene al Bassano (18 reti fatte) cha ha vinto a Poggibonsi e insegue di una sola lunghezza al secondo posto. Il Portogruaro incalza al terzo posto, raggiunto dal San Marino. A seguire le sorprendenti Carrarese e Viareggio, tallonate dalla Spal. Queste squadre si contenderanno la C1 fino alla fine, statene certi. Il Gubbio invece guarda tutti dal basso, pietosamente, in attesa che si dia una svegliata. Prima che sia troppo tardi. (editoriale Direttore Gubbiofans.it)

08/10/2007
Sentite condoglianze al presidente Fioriti

Il sito web Gubbiofans.it esprime le più sentite condoglianze al presidente dell'A.S. Gubbio 1910, Marco Fioriti, per la scomparsa della cara mamma.

07/10/2007
Gubbio, ancora un desolante ko: 3-1 a San Marino

Gubbio, quinta sconfitta in campionato e ultimo posto in classifica solitario. Il San Marino rifila tre gol ai rossoblù e porta a casa l'intera posta in palio. A segno in ordine Longobardi (16'), Florindo (40') e l'ex Turchetta (66') per i padroni di casa. La rete della bandiera rossoblù porta la firma di Corallo (68'). La cronaca. Per il Gubbio sono assenti Farina, Placentino e Gibbs, infortunati. Per il San Marino mancano Taccola e Aragao, entrambi per infortunio, e non c'è nemmeno il bomber Carruezzo. Primo tempo quasi a senso unico. Passa un quarto d'ora e il Gubbio è già sotto. Scorre il 16', Grassi serve Longobardi che non si fa pregare, salta un avversario (Capone) e batte l'incolpevole Groppioni con un tiro secco. I rossoblù si fanno vedere solo con due tiri di Genesio e Sandreani, che terminano alti sopra la traversa. Al 26' Capece cerca il raddoppio, ma risponde alla grande Groppioni. Ma il gol del 2-0 è solo rimandato. Al 40' il solito Longobardi pennella in area da sinistra una punizione calibrata, raccoglie l'invito Florindo che a pochi passi dalla porta sorprende una disattenta difesa rossoblù e di testa non può far altro che infilare la palla in rete. Un primo tempo veramente sottotono da parte del Gubbio. Nella ripresa invece i rossoblù reagiscono e mister Alessandrini inserisce un'altra punta (Bellucci). Gli eugubini sfiorano il gol in due occasioni. Al 60' una punizione calciata da Chiarotto dal limite si stampa sulla traversa. Al 62' tiro velenoso in porta di Fiumana da fuori area, il portiere Dei non trattiene la sfera, ma sulla linea salva in extremis Capece. Il Gubbio non centra il bersaglio, ma il San Marino sì. Al 66' infatti i padroni di casa portano a tre le segnature. Diagonale preciso al volo di Turchetta e palla che termina in fondo al sacco. Poco più tardi arriva il primo gol in campionato di Corallo (finalmente): è il 68', cross di Chiarotto, Corallo svetta sopra di tutti e di testa gira la palla indirizzandola nell'angolino più lontano. Al 74', però, il Gubbio rimane in dieci: Tatomir viene ammonito dopo un fallo commesso ai danni di Evangelisti: secondo cartellino giallo e conseguente espulsione per il centrocampista romano. Al 79' Evangelisti tenta una pericolosa conclusione a rete, Groppioni in tuffo para. All' 84' pericolo in area eugubina: Grassi libera il nuovo entrato Meloni che spara a rete, provvidenziale un grande intervento di Groppioni che salva in uscita. All' 86' è invece Corallo che impegna Dei, su assist di Chiarotto. Ennesima giornata amara per il Gubbio in questo inizio «sconcertante» di campionato. Domenica arriva al "Pietro Barbetti" la Sansovino. Sarà il caso di cominciare a vincere. Non c'è più tempo da perdere! Altri passi falsi e sarebbe la fine!
Tabellino: San Marino - Gubbio 3-1
San Marino: Dei, Berardi, Florindo, Paoli (57' D'Aniello), Tafani, Di Maio, Turchetta (79' Meloni), Capece, Longobardi (92' Mortaro), Grassi, Evangelisti. All. Tazzioli.
Gubbio: Groppioni, Ercoli, Capone (56' Varchetta), Tatomir, Ballanti, Fiumana, Genesio (46' Bellucci), Sandreani, Corallo, Chiarotto (87' Marino), Zacchei. All. Alessandrini.
Reti: 16' Longobardi (S), 40' Florindo (S), 66' Turchetta (S), 68' Corallo (G).
Arbitro: Affinito di Frattamaggiore (Eminente di Legnago e Bordini di Faenza). Ammoniti: Florindo (S); Tatomir, Capone, Ercoli (G). Espulsi: 74' Tatomir (G). Spettatori: 500 circa.
I risultati della settima giornata:
Bellaria - Viterbese 2-2
3' Chiavarini (B), 22' Di Gennaro (V), 73' Moretti (B), 79' Piemontese (V) rig.
Carrarese - Giulianova 1-0
71' Zaniolo (C)
Castelnuovo - Viareggio 1-3
34' Bonuccelli (V) rig., 46' Bonuccelli (V), 71' Micchi (C) rig., 77' Rovella (V)
Poggibonsi - Bassano 1-2
18' Lentini (P) aut., 46'pt Sadotti (P), 69' Cesca (B)
Portogruaro - Spal 2-2
6' Bisso (S), 8' Mortelliti (P), 81' Cunico (P) rig., 92' Bisso (S)
Rovigo - Cuoiocappiano 2-1
5' Macelloni (C), 7' Paterna (R), 21' Ceccarelli (R)
San Marino - Gubbio 3-1
16' Longobardi (S), 40' Florindo (S), 66' Turchetta (S), 68' Corallo (G)
Sansovino - Prato 3-1
58' Battistelli (S), 72' Perrone (S), 78' Moracci (S), 83' Moscardi (P)
Teramo - Reggiana 0-0


06/10/2007
Berretti: Gubbio corsaro a Venezia (1-2)

Ottimo risultato nel settore giovanile. Nel campionato nazionale Berretti, il Gubbio di mister Marco Montresor vince per 2-1 a Venezia. I lagunari sono andati in vantaggio con Faggian (31'). Gli eugubini hanno prima subito pareggiato (32') e poi hanno realizzato il gol del sorpasso (70') grazie a Mattia Bertinelli, classe '90, che ha siglato una pregevole doppietta personale. Il portiere William Marinelli ha parato un rigore ai lagunari.

05/10/2007
Gubbio: scelto il nuovo responsabile sanitario; San Marino-Gubbio: arbitra Affinito

L'A.S. Gubbio 1910
comunica che il nuovo responsabile del settore sanitario è la Dott.ssa Claudia Ambrogi. Intanto è stato designato il direttore di gara che dirige San Marino-Gubbio. Si tratta del sig. Michele Affinito di Frattamaggiore. Sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Bordini di Faenza ed Eminente di Legnago. L'arbitro in questione, al primo anno di esperienza in serie C, non ha mai diretto una partita del Gubbio in campionato.

04/10/2007
Abbonamenti Gubbio: raggiunta quota 720

L'A.S. Gubbio 1910 ha comunicato che si è conclusa in maniera definitiva la campagna abbonamenti per la stagione 2007/08. Le tessere di abbonamento vendute sono 720 per un importo complessivo di 77450 euro

04/10/2007
Turchetta: "Ho un bel ricordo di Gubbio. Dispiace vederlo soffrire così. La piazza merita ben altro"

Alessandro
Turchetta ('82), l'ex di turno contro il San Marino. Il centrocampista offensivo racconta il suo passato a Gubbio (l'indimenticabile annata 2003/04) culminata con la semifinale playoff contro la Sangiovannese (vinta per 2-1 e Turchetta realizzò la rete decisiva). Al ritorno però ebbero la meglio i toscani che riuscirono a salire di categoria. "Ricordo molto bene quell'annata, - spiega Turchetta - meritavamo noi di salire di categoria. Avevamo una squadra molto forte e un allenatore importante come Galderisi. Ricordo volentieri i vari Fabbri, Giacometti, Bruni, Cipolla e Sandreani, l'unico rimasto tutt'ora a Gubbio. Sandreani è un ragazzo d'oro e merita di giocare in categorie superiori. Sono convinto che se nella stagione successiva fosse rimasto ancora Galderisi e fosse stata riconfermata la stessa squadra del 2004, c'era la concreta possibilità di vincere di sicuro il campionato. Ho vissuto veramente una bella parentesi e i colori rossoblù me li porto sempre nel cuore". Quel 2004 adesso è solo un bel ricordo. Ora il Gubbio è ultimo in classifica. "Di certo fa un certo effetto, - prosegue Turchetta - ma il Gubbio si salverà. Alessandrini è un allenatore molto preparato. Dispiace vedere i rossoblù ridotti così. La piazza e i tifosi eugubini meritano ben altri risultati". Il San Marino invece è terzo in classifica e sogna il primato. "Proveniamo da tre vittorie consecutive molto positive dopo un avvio a rilento, - conclude Turchetta - è stata costruita una squadra per vincere e come minimo vogliamo i playoff. Vogliamo riprenderci quella categoria (la C1) che abbiamo perso sul campo nella sfortunata stagione passata". Insieme a lui a San Marino c'è un altro ex, il difensore Federico Tafani ('81).

03/10/2007
Madaschi e Giardina si "prendono" due turni

I provvedimnti disciplinari. Squalificato per due giornate il tecnico Favo del Giulianova. Il centrocampista Giardina e il difensore Madaschi del Portogruaro (entrambi espulsi a Gubbio) sono stati stoppati per due turni. Per una gara sono stati appiedati invece Di Paola (Viareggio), Lauteri e Croce (Giulianova), Lazzoni (Carrarese), Agnorelli (Cuoiocappiano), Dobrijevic (Poggibonsi), Locatelli (Portogruaro), Cacioli (Bellaria), Rodio (Sansovino) e Lolli (Viterbese). Ammenda alla società della Reggiana di 500 euro. Nessun provvedimento contro il Gubbio.

02/10/2007
Le due "facce" del girone: la Reggiana vola in testa a +3; Gubbio desolante: non sa vincere

Girone B della C2. I numeri dopo 1/5 di campionato. La Reggiana, costruita per «primeggiare» in estate, non fa sconti a nessuno e vola in testa alla classifica a quota 16 punti con 5 vittorie e un solo pari (nessuna sconfitta). Il Bassano, dopo la netta sconfitta casalinga contro una sorprendente Carrarese, scivola al secondo posto raggiunto dal Portogruaro che ridotto in «otto» a Gubbio riesce a strappare un punto con pieno merito, dimostrando di essere una delle principali candidate per disputare un campionato di prim'ordine. San Marino e Spal non stanno a guardare e incalzano al terzo e al quarto posto. Le formazioni allenate rispettivamente da Pane, Glerean, Domenicali, Tazzioli e Buglio stanno dimostrando sul campo che i buoni propositi estivi possono poggiare su solide fondamenta. Reggiana, Bassano, Portogruaro, San Marino e Spal possono contare su organici ben collaudati e assortiti. Basti pensare (per fare un esempio) che il Portogruaro si è permesso il lusso di «lasciare» in tribuna nella sfida contro il Gubbio un certo Ibekwe, protagonista assoluto la scorsa stagione di un grande campionato di C2 a Pagani, autore tra l'altro di tre reti decisive nei playoff per la promozione in C1 della compagine campana. Il Portogruaro vanta la difesa meno perforata (3 reti subìte). Il Bassano invece ha il miglior attacco (16 reti realizzate). Guardando la classifica dal fondo, la vera delusione (fino ad ora) è senz'altro il Gubbio: solo 2 punti conquistati, frutto di quattro sconfitte e degli ultimi due pareggi (4 reti fatte e 10 subìte). Tuttavia il peggior attacco appartiene alla Viterbese (solo due volte a bersaglio) e la peggior difesa è del Rovigo (13 reti incassate). Ma questi ultimi numeri non devono trarre in inganno. Il Gubbio, sulla carta, e in base alle aspettative estive, doveva trovarsi in altre posizioni di classifica e non ultimo! Manca ancora la prima vittoria in campionato. L'occasione c'è stata con il Portogruaro, con il vantaggio di un gol e di una triplice superiorità numerica. Ma il Gubbio di questi tempi ci sta abituando al peggio e si è fatto raggiungere lo stesso, inspiegabilmente, nel finale di gara. Mister Alessandrini era una «furia» dopo il novantesimo e non le ha mandate a dire a nessuno. Ma adesso è inutile guardarsi indietro. Non c'è via di scampo: fuori gli «attributi»! Altrimenti sarà dura togliersi dalle sabbie mobili.
(editoriale Direttore Gubbiofans.it)

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 11.11.2019 ora 19:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 14 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Ravenna
Carpi
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Arzignano Valc.
Sudtirol
Gubbio
Virtus Verona
Feralpisalo
Imolese

10240
9260
7270
6000
5490
4780
3530
3230
2330
2320
1970
1690
1540
1400
1210
1020
910
890
870
450

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy