SERIE C - GIRONE B
QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 17:30

GUBBIO

0

CESENA

2

SEDICESIMA GIORNATA
DOM. 24 NOVEMBRE 2019
STADIO "BRUNO BENELLI"
ORE 17:30

RAVENNA-GUBBIO

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Vicenza
Sudtirol
Reggiana
Carpi

Padova
Feralpisalo
Piacenza
Virtus Verona
Sambenedettese
Modena
Triestina
Cesena
Vis Pesaro
Arzignano Valc.
Ravenna
Gubbio
Fermana
Rimini
Imolese

Fano

33
32
30
29
29
28
26
23
21
20
19
17
15
14
14
13
13
12
11

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

QUINDICESIMA GIORNATA
DOM. 17 NOVEMBRE 2019

Carpi
Fermana

4
0

Fano
Piacenza

2
4

Feralpisalo
Padova

1
0

Imolese
Triestina
rinviata

-
-

Modena
Virtus Verona

1
0

Reggiana
Vis Pesaro

2
1

Rimini
Arzignano Valchiampo

0
2

Sudtirol
Sambenedettese

3
0

Vicenza
Ravenna

1
0

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Morosini Sudtirol
Butic Cesena
Cernigoi Sambenedet.
Vano Carpi
Scappini Reggiana
Mazzocchi Sudtirol

10
8
7
7
7
7
7

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Sorrentino
Zanoni

4
4
1
1
1

Scopri la nostra citta!

SEDICESMA GIORNATA
DOM. 24 NOVEMBRE 2019

Ravenna-Gubbio

Cesena-Modena

Fermana-Reggiana

Padova-Rimini

Piacenza-Imolese

Sambened.-Feralpisalo

Triestina-Sudtirol

Vicenza-Fano

Virtus Verona-Carpi

Vis Pesaro-Arzignano V.

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

30/09/2007
Il Gubbio non va oltre l'1-1 contro il Portogruaro ridotto in "otto": vantaggio di Bellucci; beffa finale di Favret

Gubbio-Portogruaro finisce 1-1. I rossoblù non riescono a centrare la prima vittoria stagionale. L'occasione è stata ghiotta: tre espulsioni per gli ospiti, Madaschi (16'), Giardina (27') e Locatelli (70'). Il vantaggio del giovane Bellucci (di testa al 64') non è bastato; un eurogol del nuovo entrato Favret (88') spegne i sogni di gloria dei rossoblù. C'è da fare solo il «mea culpa». Undici contro otto si doveva vincere, anche se l'avversario si è dimostrato davvero tonico e ben organizzato.
La cronaca di questa incredibile partita. Per il Gubbio sono assenti per infortunio Farina, Placentino, Gibbs e Urbinati; per squalifica mancano Genesio e Manzo, oltre a mister Alessandrini (in panchina siede Giammarioli). Al 2’ è capitan Sandreani a cercare la porta avversaria con un tiro volante dal limite, la palla termina di poco a lato. All’8’ Corallo in dribbling semina alcuni avversari, entra in area e tira in porta, salva in extremis in anticipo Madaschi. All’11’ si fanno pericolosi gli ospiti con Levacovich che serve al limite dell’area Abate: tiro a girare del centravanti granata che sfiora l’incrocio. Al 15’ azione in velocità dei rossoblù impostata da Varchetta e proseguita sulla destra da Sandreani, assist di Zacchei per Corallo che da pochi passi gira di poco a lato. Al 16’ il Portogruaro rimane in dieci: il difensore Madaschi viene espulso (su segnalazione del collaboratore di linea) per un fallo di reazione su Zacchei. Al 25’ Levacovich serve in area Cuffa, conclusione da posizione favorevole ma tiro debole, si accartoccia e para senza problemi Groppioni. Al 27’ viene espulso anche Giardina per gli ospiti: l’arbitro interrompe il gioco ed estrae il cartellino rosso nei confronti del centrocampista granata per proteste. Il Gubbio a questo punto ci prova inserendo una nuova punta (Bellucci). Al 40’ una punizione dal limite di Corallo termina alta. Al 42’ spiovente da destra di Zacchei, sbuccia la palla Corallo, Marcon si salva in uscita sull’accorrente Bellucci. Al 46’ del primo tempo il Gubbio sfiora il vantaggio: spiovente di Chiarotto, Marino svetta sopra tutti e di testa schiaccia a rete: la palla colpisce in pieno il palo. Ripresa. Si fa subito pericoloso il Portogruaro (2’): cross dalla sinistra in area di Levacovich, raccoglie l’invito Cunico che al volo calcia sotto la traversa, Groppioni è provvidenziale e in volo devìa in angolo. Al 7’ tiro dal limite di Tatomir deviato dalla schiena di Corallo in area, palla che fa la barba al palo. All’11’ è “giallo”: cross da destra di Zacchei in area, mezza sforbiciata di Corallo, palla che termina in fondo al sacco. Gol? Macchè! L’arbitro ferma tutto per un presunto fuorigioco. Al 13’ gli ospiti si fanno pericolosi in contropiede con due conclusioni ravvicinate in rapida sequenza di Cunico (prima) e Abate (poi): Groppioni è strepitoso respingendo la sfera in entrambe le circostanze. Al 15’ il Gubbio raccoglie i frutti sperati: corner di Chiarotto in area, perentorio colpo di testa di Bellucci con la palla che rotola in fondo al sacco, nonostante l’ultimo tentativo di salvataggio sulla linea di porta di Gargiulo. Al 21’ terza espulsione per il Portogruaro: Locatelli commette un fallo deciso su Chiarotto, doppia ammonizione, sotto la doccia. Al 23’ Corallo calcia in bocca al portiere, su assist di Bellucci. Al 24’ è Tatomir a sfiorare la segnatura con una girata dal limite che lambisce il palo. Al 29’ Corallo impegna di testa Marcon, su cross di Hovhannisyan. Lo stesso Corallo ci prova al 30’ dal limite, ma Marcon gli dice ancora di no. Al 39’ incornata del solito Corallo, Marcon salva sulla linea. Al 40’ la doccia gelata: il nuovo entrato Favret indovina il set con un destro liftato dal vertice sinistro. Vittoria rinviata quindi per i ragazzi di Alessandrini, in data da destinarsi... ma intanto il pubblico rumoreggia (dopo il triplice fischio finale) e con stizza applaude "ironicamente" la formazione ospite.
Tabellino: Gubbio-Portogruaro 1-1
Gubbio: Groppioni, Ercoli, Varchetta (37’ Bellucci), Tatomir (92’ Vispi), Ballanti, Fiumana, Zacchei (65’ Hovhannisyan), Sandreani, Corallo, Chiarotto, Marino. All. Alessandrini.
Portogruaro: Marcon, Locatelli, Federici, Cuffa, Gargiulo, Madaschi, Levacovich (57’ Favret), Giardina, Abate (72’ Deinete), Cunico, Mortelliti (23’ Gardin). All. Domenicali.
Reti: 64’ Bellucci (G), 88’ Favret (P).
Arbitro: Carbone di Napoli (Ciampa di Torre del Greco e Auriemma di Napoli). Ammoniti: Fiumana, Ballanti, Bellucci (G); Locatelli (P). Espulsi: 16’ Madaschi (P), 27’ Giardina (P), 70’ Locatelli (P). Spettatori: 1138 (716 abbonati).

I RISULTATI DELLA SESTA GIORNATA:
Bassano - Carrarese 2-4
8' Berrettoni (B), 13' Mussi (C), 29' Concas (C), 42' Zaniolo (C), 44' Zubin (B), 62' Biggi (C)
Cuoiocappiano - Castelnuovo 1-1
15' Agnorelli (Cu), 41' Micchi (Ca)
Giulianova - Rovigo 1-1
92' D’Aniello (G) rig., 94' Paterna (R)
Gubbio - Portogruaro 1-1
64' Bellucci (G), 88' Favret (P)
Prato - Teramo 1-1
55' Marolda (T), 81' Ferrario (P)
Reggiana - Bellaria 2-1
33' Pelatti (R), 46'pt Pelatti (R), 62' D’Andria (B)
Sansovino - San Marino 1-2
22' Carruezzo (SM), 46'pt Longobardi (SM), 86' Perrone (S)
Spal - Viareggio 4-0
7' La Grotteria (S), 31' La Grotteria (S), 53' Sesa (S) rig., 87' Bisso (S)
Viterbese - Poggibonsi 0-1
88' Sadotti (P)

29/09/2007
Campionato Berretti: Gubbio - Reggiana 0-0; si recrimina per la conduzione della terna arbitrale folignate

Nella seconda giornata del campionato nazionale "Berretti", il Gubbio pareggia in casa contro la Reggiana (0-0). Ma la gara, nonostante il risultato ad occhiali, ha riservato diversi colpi di scena e non sono mancate le recriminazioni. La Reggiana poteva passare in vantaggio su rigore (dubbio). Per fortuna ci ha pensato il portiere Marinelli a togliere ogni dubbio parando il rigore calciato da Spadaccini dagli undici metri. I ragazzi allenati da Montresor inoltre hanno dovuto giocare per metà gara in dieci uomini per l'espulsione di Caiano. Nel finale grandi contestazioni per un rigore non concesso al Gubbio (presunto fallo su Bertinelli in area ospite non sanzionato, che all'apparenza sembrava abbastanza evidente). Regna il malcontento e un grande sconforto a fine partita tra gli addetti ai lavori per alcune decisioni intraprese dalla terna arbitrale di Foligno.

28/09/2007
Gubbio - Portogruaro: arbitra Carbone di Napoli

Designato il direttore di gara di Gubbio-Portogruaro. Si tratta del signor Ciro Carbone di Napoli. Sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Fabrizio Auriemma di Napoli e Gerardo Ciampa di Torre del Greco. L'arbitro in questione è al secondo anno di esperienza in C, ma non ha mai diretto una partita in campionato del Gubbio.

27/09/2007
Amarcord: 20 anni fa la prima vittoria tra i "prof" dopo 38 anni di dilettanti; 20 anni dopo, in cerca dei 3 punti...

27 settembre 1987. Sono passati venti anni esatti da quando il Gubbio, allenato allora da mister Landi, si aggiudicò la prima vittoria nel campionato di serie C2, dopo 38 anni vissuti nel dilettantismo. In quella data i rossoblù superarono al Polisportivo San Biagio il Riccione (1-0). Rete decisiva dello stopper Giovannico (1 metro e novanta di altezza) al 16° minuto. Un evento storico e fu l'inizio di una stagione straordinaria con la spettacolare cavalcata della «matricola» umbra di Di Felice & company che concluse il campionato al quarto posto in classifica, dietro solamente a Fidelis Andria (terza), Casarano e Perugia (entrambe prime in classifica e salirono in C1). Venti anni dopo... il Gubbio è di nuovo in C2. Dopo nove anni tra i professionisti, si trova ultimo in classifica dopo cinque giornate di campionato. Si cerca la prima... vittoria. Lo scoglio è il peggiore che poteva capitare, il Portogruaro (secondo in classifica). Sarà la volta buona? Il pareggio di Teramo sarà il trampolino di lancio per vedere un nuovo Gubbio? Tutto il popolo rossoblù se lo augura e attende la svolta, quella vera.

27/09/2007
Girone B della C2: viaggiano a mille le squadre di testa...

È proprio così... dopo cinque giornate di campionato ci sono le due squadre in testa che viaggiano a forte velocità! Bassano e Reggiana, per la precisione, sono a +4 in media inglese, entrambe appaiate a 13 punti in classifica. Sono seguite a ruota dalla corazzata Portogruaro, 12 punti in classifica e +1 di media inglese. La formazione veneta sarà la prossima avversaria del Gubbio. Ad inseguire Viareggio (10 punti) e San Marino (8 punti). Il miglior attacco è del Bassano (14 reti realizzate), seguito dal Portogruaro (11). Lo stesso Bassano detiene la miglior difesa (solo due reti subìte), in coabitazione con il Portogruaro. Il peggior attacco è della Viterbese (2 reti soltanto); la peggior difesa è del Rovigo (12 reti incassate). Bassano, Reggiana e Portogruaro hanno ottenuto le maggiori vittorie (4); il Gubbio invece detiene il «triste» primato della maggiori sconfitte (4). Bassano e Reggiana sono ancora imbattute in campionato. Il Gubbio, a digiuno di gol fatti nelle prime quattro giornate di campionato, è andato a bersaglio dopo 417 minuti in quel di Teramo, dove è riuscito a mettere a segno tre reti nel giro di 31 minuti. Il Viareggio invece non prende più gol da 286 minuti.

26/09/2007
Squalifiche: stoppati mister Alessandrini, Genesio e Manzo; Gubbio: in prova un attaccante straniero

A Teramo è stata una battaglia (8 ammoniti, 5 espulsi) e il Giudice Sportivo ha lasciato il segno. Il Gubbio, già «beffato» da tre rigori a sfavore nel giro di 44 minuti, deve far fronte per domenica ad alcune defezioni per squalifica. Mister
Alessandrini è stato squalificato per una giornata e non sarà in panchina contro il Portogruaro. Per due turni è stato stoppato il giovane centrocampista eugubino Manzo. Mentre il terzino destro rossoblù Genesio è stato fermato per una giornata. Gli altri squalificati. Il fantasista Borgogni del Teramo prende due giornate di squalifica. Per una gara sono stati appiedati Francini (Poggibonsi), Di Fatta (Sansovino), Cascone e Voria (Teramo), Maggini (Viterbese). Ammende alle società abruzzesi Teramo (1500 euro) e Giulianova (500 euro). Gubbio, in prova Jeoboam: Jean Dimmy Jeoboam, classe 1986, attaccante haitiano, naturalizzato francese, si è aggregato al gruppo di mister Alessandrini per un periodo di prova. Il calciatore straniero ha militato in precedenza nel campionato francese di seconda divisione con il Laval e Paris Fc.

25/09/2007
Gubbio, ingaggiato Ballanti: "Felice di essere a Gubbio"

È ufficiale. Alessio
Ballanti, classe '74, è diventato a tutti gli effetti un calciatore del Gubbio, dopo una settimana in prova. Si è raggiunto un accordo valevole fino a giugno 2007. Il difensore laziale ha militato in passato nel Catanzaro (C2) nella passata stagione; in precedenza ha vestito le casacche di Ravenna (C2 e C1), Lodigiani (C2), Rimini (C2 e C1 per sette stagioni), Forlì (C2), Pistoiese (C1), Trapani (C1), Modena (C1) e Triestina (C1). Ecco le prime parole del neo acquisto: "Ho fatto questa scelta e sono felice di essere a Gubbio. - spiega Ballanti per Gubbiofans - Conosco l'ambiente perchè ci ho giocato contro quando vestivo le casacche di Rimini e Ravenna. È una piazza ideale per giocare e il pubblico è abbastanza caloroso. Conoscevo già mister Alessandrini e la società è seria e ambiziosa. Capisco che ci sia stata una falsa partenza. Ma ancora niente è perduto. Dobbiamo rialzarci al più presto e guardare avanti con fiducia. Il mio ruolo? Sono un difensore centrale, ma ho giocato pure come esterno destro difensivo. Adesso sono a disposizione del mister. Sono pronto per questa nuova avventura".

23/09/2007
Teramo-Gubbio: esce un pirotecnico 3-3; tre rigori (!) in favore dei locali... non piegano un Gubbio mai domo

Arriva il primo punto in campionato per il Gubbio, ma quanta fatica... a Teramo succede veramente di tutto. Tre rigori contro (non capita tutti i giorni!) e un rigore non dato potevano stendere pure un «bisonte». Ma il Gubbio, nonostante le avversità e la classifica deficitaria, ha dimostrato di esserci mostrando gli artigli e porta a casa un prezioso punto. Ma c'è tanto rammarico (eccome) perchè poteva scapparci pure una vittoria esterna, ma evidentemente - come è avvenuto spesso nella passata stagione - il Gubbio «non è assolutamente simpatico» alle terne arbitrali. E il Teramo si salva di... rigore. Ma passiamo in dettaglio alla cronaca. Assenti per il Gubbio: Farina, Placentino, Gibbs, Urbinati (infortunati) e Marino (squalificato). Il primo tempo regala poche emozioni e si gioca su un sostanziale equilibrio, interrotto al 34' da Margarita che si procura e trasforma un rigore. Al 7' tiro cross di Margarita dopo una scambio in velocità con Capodaglio, ma Groppioni fa buona guardia e respinge la sfera. Al 18' si fa pericoloso in area ospite la punta Marolda, tempestivo l'intervento in uscita di Groppioni che sventa il pericolo. Al 34' il Teramo però passa in vantaggio: Margarita, dopo un contatto in area ospite con Sandreani, cade a terra e si procura un rigore da rivedere di certo alla moviola. Dal dischetto trasforma lo stesso Margarita che insacca in rete spiazzando Groppioni. Al 36' risponde il Gubbio con Sandreani con un tiro dalla distanza: il portiere biancorosso Nordi è ben piazzato e in tuffo abbranca la sfera. Al 39' ci prova Corallo con un tiro da fuori, ma la palla termina di poco a lato. Non si segnala più nulla fino al 45'. Ripresa al cardiopalma. Ma andiamo per ordine. Pressing del Gubbio che si procura subito due occasioni. Al 51' tenta una conclusione a rete Tatomir dalla distanza, ma niente di fatto e palla sul fondo. Al 53' Zacchei si libera di alcuni avversari in area biancorossa e calcia a rete: Nordi non si fa sorprendere e in tuffo sventa il pericolo. Nel giro di 120 secondi succede di tutto e il Gubbio ribalta addirittura il risultato. Al 58' arriva il pareggio: sugli sviluppi di un corner calciato da Zacchei si forma una mischia in area teramana, Fiumana è il più lesto di tutti e sotto porta spedisce la palla di piede in rete. Due minuti più tardi (60'), su capovolgimento di fronte, Bellucci si lancia verso la porta locale e calcia a rete: il suo tiro però viene respinto corto da Nordi; sulla ribattuta capitan Sandreani non si fa pregare e ribadisce la palla in rete con una zampata vincente in diagonale a fil di palo. La partita si infiamma. Espulsi sulla panchina rossoblù mister Alessandrini e il giovane centrocampista Manzo. Più tardi, al 67', il difensore Cascone del Teramo viene espulso per proteste. Ma la gioia eugubina dura davvero poco perchè il Teramo raggiunge il pareggio, sempre su calcio di rigore (molto contestato) al 70': contatto in area tra Marolda ed Ercoli; l'arbitro concede il penalty tra le proteste vibranti del difensore eugubino che viene ammonito. Dal dischetto Margarita è implacabile e dagli undici metri fa di nuovo centro. Poco più tardi viene espulso per doppia ammonizione Genesio per il Gubbio. Al 78' succede l'incredibile perchè il Teramo usufruisce dell'ennesimo calcio di rigore (il terzo per l'esattezza in un solo match) per un fallo del nuovo entrato Hovhannisyan su Margarita: dal dischetto lo stesso Margarita infila il set (tripletta personale sempre dagli undici metri). Poco più tardi è il Gubbio a reclamare un rigore per un evidente fallo di mani in area di Voria: questa volta l'arbitro non se la sente di decretare un penalty che sembrava legittimo. Ma il Gubbio non ci sta e al fotofinish pareggia. Allo scadere (89') un siluro radente su punizione dal limite di Fiumana piega le mani al portiere Nordi con la palla che si insacca a fil di palo. E i rossoblù portano a casa un meritatissimo pareggio. Domenica arriva al "Pietro Barbetti" il lanciatissimo Portogruaro, vittorioso per 4-0 sulla Sansovino.
Tabellino: Teramo - Gubbio 3-3
Teramo: Nordi, Priolo, Gardella, Andreulli, Voria, Cascone, D'Alessandro (64' Momentè), Capodaglio (68' Di Fuzio), Marolda (79' Cerchia), Borgogni, Margarita. All. Rossi.
Gubbio: Groppioni, Genesio, Varchetta, Tatomir, Fiumana, Ercoli, Zacchei (63' Hovhannisyan), Sandreani, Corallo (93' Bellafante), Chiarotto, Bellucci. All. Alessandrini.
Reti: 34' Margarita (T) rigore, 58' Fiumana (G), 60' Sandreani (G), 70' Margarita (T) rigore; 78' Margarita (T) rigore, 89' Fiumana (G).
Arbitro: Calzolari di Forlì (Perrotta di Tivoli e Guiducci di Rimini).
Ammoniti: Voria, Borgogni (T); Genesio, Corallo, Tatomir, Zacchei, Ercoli, Groppioni (G). Espulsi: 60' mister Alessandrini e Manzo (G); 67' Cascone (T); 73' Genesio (G); 79' Borgogni (T). Spettatori: 900 circa.
I RISULTATI DELLA QUINTA GIORNATA:
Bellaria - Prato 1-1
45' Chiavarini (B) rig., 91' Sangiovanni (P)
Carrarese - San Marino 1-2
35' Del Nero (C), 82' Longobardi (S), 90' Carruezzo (S)
Castelnuovo - Spal 2-2
8' Franchini (S), 19' Negro (C), 59' Fommei (C), 70' Chadi (S)
Poggibonsi - Giulianova 1-3
11' Gerbino (G), 16' Porricelli (P) rig., 30' Bettini (G), 64' Ranalli (G)
Portogruaro - Sansovino 4-0
22' Cunico (P) rig., 55' Cunico (P), 67' Mortelliti (P), 73' Favret (P)
Rovigo - Bassano 0-4
2' Mazzoleni (B), 23' Berrettoni (B), 72' Berrettoni (B), 75' Zubin (B)
Teramo - Gubbio 3-3
34' Margarita (T) rig.,
58' Fiumana (G), 60' Sandreani (G), 70' Margarita (T) rig., 78' Margarita (T) rig., 89' Fiumana (G)
Viareggio - Reggiana 0-0
Viterbese - Cuoiocappiano 0-0


22/09/2007
Esordio della Berretti: Gubbio - Cittadella 1-1

È iniziato il campionato Berretti. Il Gubbio di mister Marco Montresor ha pareggiato all'esordio in casa contro il Cittadella per 1-1. A segno per primi gli ospiti con Zordan (12'); al inizio ripresa (46') pareggia i conti Battistini.

22/09/2007
Gubbio: Corbucci è il nuovo responsabile medico

Dopo le dimissioni del dottor Brunetti, che tuttavia si recherà a Teramo (sarà la sua ultima partita in rossoblù), sarà il dottor Giacomo
Corbucci il neo responsabile del settore medico del Gubbio. Corbucci è stato già collaboratore di mister Alessandrini e del preparatore atletico Mengoni a La Spezia (in C1) e nella precedente avventura a Gubbio, nella stagione 2002-03.

21/09/2007
Gubbio: si è dimesso il responsabile medico Brunetti; Teramo-Gubbio: arbitra il signor Calzolari di Forlì

Gubbio: si registrano ulteriori dimissioni. I
l responsabile del settore medico dottor Giuliano Brunetti lascia il suo incarico. Era subentrato appena un mese fa dopo l'addio del dottor Mario Ceccarelli. Insiema a Brunetti se ne va pure il medico sociale, dottor Lazzarini. Intanto è stata designata la terna arbitrale che dirige Teramo-Gubbio. L'arbitro sarà il signor Giovanni Calzolari di Forlì, al primo anno di esperienza in serie C. Sarà coadiuvato dagli assistenti Perrotta di Tivoli e Guiducci di Rimini.

21/09/2007
C2/B: Viareggio-Reggiana match clou; Gubbio a Teramo

Quinta giornata, il match clou è Viareggio-Reggiana. Il club bianconero di Aglietti, in caso di vittoria, può superare la Reggiana in classifica. Ne potrebbe approfittare il Bassano che potrebbe finire in testa, anche se deve far visita al Rovigo che ha appena cambiato allenatore (è arrivato Bardi al posto di Garuti). Sullo stesso piano il Portogruaro che ospita la Sansovino. L'altre sfide interessanti sono Castelnuovo-Spal e Carrarese-San Marino. In programma pure Bellaria-Prato, Poggibonsi-Giulianova e Viterbese-Cuoiocappiano. Il Gubbio invece andrà a far visita al Teramo che è imbattuto tra le mura amiche, avendo ottenuto una vittoria (3-2 alla Spal) e un pari (1-1 con il Bassano). Fuori casa invece, gli abruzzesi allenati da Rossi (ex Spal) sono fermi al palo avendo subìto due sconfitte (a Poggibonsi e domenica scorsa a San Marino a tempo ampiamente scaduto). Ma per il Gubbio c'è la necessità di cancellare fin da subito uno «zero» in classifica, oltre allo «zero» dei gol fatti. Sarà la volta buona?

20/09/2007
Gubbio, il valzer degli allenatori: sette in quattro anni...

A Gubbio la panchina... scotta! Dal 2003 sono cambiati ben 7 allenatori. Partiamo dalla stagione 2003-04: dopo la parentesi molto positiva di Alessandrini conclusasi a giugno con la finale playoff di Rimini, arriva a guidare la squadra eugubina Ruggero Cannito. Il suo operato dura fino alla 27esima giornata. Subentra Giuseppe Galderisi e conduce il Gubbio ai playoff. Ma nella stagione successiva (2004-05) si cambia di nuovo: arriva sulla panchina rossoblù Ezio Castellucci, portato dal nuovo diesse Antonio Frasca (arrivato al posto di Claudio Crespini). La sua posizione vacilla alla settima e alla 16esima giornata, ma salva la panchina con due vittorie esterne (rispettivamente con Cisco Roma e Massese); il Gubbio a fine stagione sfiora per un punto i playoff. Ma nel 2005-06 Ezio Castellucci non va oltre la 17esima giornata. Al suo posto subentra Agatino Cuttone e il Gubbio si salva. Finisce l'era Frasca e come diesse viene chiamato Nario Cardini; stagione 2006-07: parte bene il Gubbio con Cuttone al timone, ma dopo un grosso calo arriva l'esonero del tecnico cesenate dopo la 16esima giornata. Ecco l'arrivo di Alessio De Petrillo che salva in extremis i rossoblù dopo diversi risultati altalenanti. Stagione in corso... arriva un altro direttore sportivo (Alvaro Arcipreti) e con sè arriva un nuovo tecnico (Raimondo Marino). Ma la storia è nota a tutti. Marino salta dopo appena tre giornate, mentre il diesse Arcipreti ha rassegnato le dimissioni domenica scorsa. Dal 2003 quindi si sono avvicendati ben 7 allenatori e 4 direttori sportivi. Ora tocca di nuovo ad Alessandrini a riportare a galla un Gubbio che affonda all'ultimo posto in classifica.

19/09/2007
Rovigo: esonerato mister Garuti, arriva Bardi; Gubbio: due giocatori in prova, Marino squalificato per un turno

Stefano
Garuti non è più l'allenatore del Rovigo. Costa cara la sconfitta di Monte San Savino (2-1). Al suo posto sulla panchina rodigina siederà Attilio Bardi, la passata stagione alla guida del Boca San Lazzaro. In casa Gubbio invece arrivano due calciatori in prova. Trattasi di Alessio Ballanti, difensore centrale ('74; ex Catanzaro, Ravenna e Rimini), e di Hose Cuenca, centrocampista offensivo francese ('86, ex Lione). L'attaccante Marco Giordano, che era stato in prova a Gubbio, figlio del più famoso Bruno (ex bomber di Lazio e Napoli), è stato ingaggiato dal Celano (C2, girone C). I provvedimenti disciplinari: il calciatore Marino del Gubbio è stato stoppato per un turno e salta la trasferta di Teramo. Gli altri squalificati. Il difensore Di Giorgio della Cuoiocappiano è stato fermato per due giornate. Per una gara sono stati appiedati il centrocampista Fusi (Viareggio) e il difensore Sadotti (Poggibonsi). Nessuna ammenda alle società.

18/09/2007
Gubbio, la situazione è assai delicata: e adesso...?

Sembra proprio una stagione «disgraziata». Quattro giornate di campionato, zero punti in classifica e zero gol fatti. Mai era successo nelle precedenti stagioni da quando il Gubbio è ritornato tra i professionisti nel 1998. Stagione travagliata iniziata con i tanti infortuni, a partire da Farina (che si è dovuto operare; rientrerà a gennaio), fino ad arrivare a Sandreani, Placentino, Gibbs, Urbinati, Marino, Fiumana, Zacchei, Corallo (quest'ultimi quattro rientrati solo da poco a pieno ritmo tra le fila rossoblù). Tanti, troppi infortuni che hanno portato all'esonero dei preparatori atletici La Marca-Guadagno. Indice puntato su una preparazione estiva considerata poco efficace. Di conseguenza ne ha fatto le spese il trainer Marino dopo appena tre giornate per la mancanza assoluta di risultati. Al loro posto sono arrivati rispettivamente Mengoni e mister Alessandrini. Dopo la sconfitta interna con il Viareggio sono arrivate anche le dimissioni (irrevocabili) del direttore sportivo Arcipreti, deluso e amareggiato per il rendimento poco redditizio di alcuni calciatori (portati a Gubbio dallo stesso Arcipreti) in questo inizio di stagione. La situazione è senza dubbio assai delicata. Troppi avvicendamenti, troppi cambi in corsa e sono passate appena quattro giornate. Per adesso c'è solo un dato di fatto che fa «notizia»: il Gubbio è ultimo in classifica, da solo. Ma ora è inutile piangersi addosso e si riparte da zero. Per riemergere ci vuole una netta reazione da parte dei calciatori, tutti, indistintamente. Mancano ancora 30 giornate. E adesso? Fuori gli attributi...!


16/09/2007
Gubbio, post Viareggio: si dimette il diesse Arcipreti

L'inizio «catastrofico» del Gubbio in campionato ha fatto un'altra vittima. Dopo l'esonero del preparatore atletico La Marca (al suo posto è arrivato Mengoni) e del tecnico Marino (è giunto Alessandrini alla guida rossoblù), arrivano le dimissioni del direttore sportivo Alvaro
Arcipreti. Lo ha comunicato lo stesso Arcipreti - scuro in volto - in sala stampa a fine gara a tutti i dirigenti e ai giornalisti.

16/09/2007
Gubbio, di nuovo ko: il Viareggio passa al Barbetti (0-1)

Quarta giornata di campionato, quarto stop consecutivo. Il Gubbio «cade» di nuovo, questa volta in casa allo stadio "Barbetti" contro un coriaceo Viareggio. Rete decisiva di Costantino al 35'. Il pubblico eugubino si spazientisce e copre di fischi i propri beniamini. Ma passiamo alla
cronaca dell'ennesima sconfitta. Per il Gubbio sono assenti per infortunio Farina, Placentino, Gibbs, Sandreani e Urbinati. Tra i bianconeri ospiti mancano Briglia e Basha, entrambi infortunati. Al 10’ Reccolani smarca in area Bonuccelli, Groppioni è tempestivo con un intervento in uscita. Al 12’ è Zacchei a pennellare un cross pericoloso da sinistra in area ospite, né Corallo, né Varchetta, ne approfittano. Al 18’ tiro cross insidioso di Zacchei da destra, Russo si salva in due tempi intercettando la sfera sulla linea di porta. Al 24’ Di Paola serve al limite Bonuccelli che calcia a rete: palla a lato. Ma dopo dieci minuti, al 35’, il Viareggio passa in vantaggio: stop perfetto di Bonuccelli in area eugubina e passaggio smarcante per Costantino che si libera di Ercoli: destro fulmineo del neo entrato con la palla che si infila nel set. Reazione del Gubbio al 37’: Corallo resiste alla carica di due avversari e spara a rete da distanza ravvicinata: Russo c’è e in tuffo para. Al 42’ spiovente pericoloso da sinistra di Varchetta: Russo è ben appostato e riesce a deviare la palla da sotto la traversa. Finisce qui il resoconto dei primi quarantacinque minuti. Ripresa. Al 7’ Reccolani prova a tirare una punizione dalla distanza direttamente in porta: la palla termina a lato. Al 10’ è Capone a calciare da fuori, ma il suo tiro di sinistro si spegne sul fondo. Al 13’ destro radente dal limite di Zacchei, palla che termina a lato di poco. Al 18’ Fusi si fa beccare mentre commette un fallo deciso da tergo su Genesio e viene espulso per doppia ammonizione. Al 23’ l’arbitro contraccambia e sventola il cartellino rosso diretto sotto la faccia di Marino, dopo un fallo da dietro su Costantino. Al 26’ Zacchei pennella una punizione in mezzo, Fiumana salta bene di testa ma colpisce male e la palla rotola a lato. Al 43’ il Gubbio sfiora il pareggio: sponda di Bellucci per Corallo che calcia a botta sicura a rete: sulla linea di porta sventa il pericolo Massoni. E il Gubbio termina la partita tra i fischi del pubblico del "Barbetti" che non gradisce l’ennesima brutta figura.
Tabellino: Gubbio-Viareggio 0-1
Gubbio: Groppioni, Genesio, Capone (86’ Vispi), Tatomir, Fiumana, Ercoli, Zacchei (76’ Manzo), Marino, Corallo, Chiarotto, Varchetta (60’ Bellucci). All. Alessandrini.
Viareggio: Russo, Gemignani, Barsotti, Reccolani, Massoni, Fiale, Stobbia (20’ Costantino), Ceciarini, Bonuccelli (91’ Rovella), Fusi, Di Paola (66’ Sabatini). All. Aglietti.
Rete: 35’ Costantino (V).
Arbitro: Viti di Campobasso (Pignotti di Ascoli Piceno e Olivieri di Pescara). Ammoniti: Corallo, Genesio (G); Fusi, Barsotti (V). Espulsi: 65’ Fusi (V); 70’ Marino (G). Spettatori: 1140 (725 abbonati).

I RISULTATI DELLA QUARTA GIORNATA:
Bassano - Castelnuovo 3-0
68' Cesca (B), 72' Berrettoni (B), 85' Staiti (B)
Giulianova - Viterbese 0-0
Gubbio - Viareggio 0-1
35' Costantino (V)
Poggibonsi - Bellaria 0-0
Prato - Cuoiocappiano 1-1
19' Silva Reis (P), 84' Nieto (C)
Reggiana - Portogruaro 1-0
72' Alessi (R) rig.
San Marino - Teramo 2-1
55' Andreulli (T), 89' Meloni (S), 93' Di Maio (S)
Sansovino - Rovigo 2-1
18' Garba (S), 55' Pietranera (R) rig., 63' Perrone (S)
Spal - Carrarese 2-0
34' Chadi (S), 91' Bisso (S)

15/09/2007
Gubbio - Viareggio: arbitra Viti di Campobasso

Designato il direttore di gara di Gubbio-Viareggio. Sarà il sig. Marco Viti di Campobasso. Sarà coadiuvato dai collaboratori di linea Pignotti di Ascoli Piceno e Olivieri di Pescara. L'arbitro in questione è al secondo anno di esperienza in serie C. Nella passata stagione ha diretto il Gubbio in due occasioni: Gubbio-Poggibonsi (1-0), rete di Lazzoni; Reggiana-Gubbio (1-0), con rete «contestata» sul finire di gara di Ruffini e ne fece le spese Marchi (ora alla Sangiovannese) che venne espulso allo scadere.

14/09/2007
Abbonamenti "rossoblù": superata quota 700

Nonostante l'avvio tutt'altro che promettente, il pubblico eugubino dimostra attaccamento alla squadra. Superata la soglia dei 700 abbonamenti. La quota si aggirerebbe su 710 circa, in base ai dati che ci ha fornito l'A.S. Gubbio 1910. Tuttavia il dato numerico è ancora provvisorio. La campagna abbonamenti infatti termina a fine mese, per la precisione il 30 settembre, ci informa la società.

12/09/2007
Gubbio, Alessandrini presentato ufficialmente; Coppa Italia: San Marino, 5-0 ai "giovani" rossoblù e passa

È stato presentato ufficialmente il nuovo tecnico rossoblù Marco
Alessandrini, classe '54, allo stadio "Pietro Barbetti". Già si è messo al lavoro con il team rossoblù. Coppa Italia: Il San Marino «passeggia» sul Gubbio formato giovane: 5-0 il risultato finale. I rossoblù sono scesi in campo con la formazione Berretti (tranne Scarabattola); in panchina è andato Stefano Giammarioli. L'altro incontro del girone M ha visto il Perugia vincere per 6-0 sull'Ancona. Il San Marino passa il turno.
Gubbio: Scarabattola, Cecchetti, Cerbella (13’ st Felici), Battistini, Mazzoncini, Marchi, Fioriti (1’ st Bertinelli), Manzo (25’ st Coresi), Vispi, Lucesoli, Bellafante. All. Giammarioli.
San Marino: Dei (19’ st Bicchiarelli), D’Aniello, Corradi, Paoli, Di Maio (1’ st Chiappa), Taccola, Chiopris Gori (1’ st Mortaro), Mottola, Longobardi, Turchetta, Meloni. All. Tazzioli.
Arbitro: Vallesi di Ascoli.
Reti: 17’ pt Turchetta, 36’ pt Meloni, 7’ st Longobardi, 11’ st Mortaro, 38’ st Meloni.

12/09/2007
Alessandrini, è il nuovo tecnico: "A Gubbio ho passato due stagioni bellissime. Ora mi rimetto in discussione"

Dopo l'esonero annunciato di Marino, inizia l'avvento di Marco
Alessandrini. Si tratta di un ritorno dopo quattro anni. Il tecnico piemontese era già stato allenatore dei rossoblù per due stagioni (dal 2001 al 2003); proprio nel giugno 2003 il Gubbio sfiorò la C1 perdendo la finale playoff con il Rimini. Dopo l'esperienze vissute con lo Spezia (C1) e l'Ancona, ecco il clamoroso ritorno. Insieme a lui arriva il preparatore atletico Romano Mengoni (già collaboratore in passato di Alessandrini). Corrado Cerafischi invece sarà il vice allenatore. Ecco le prime parole del nuovo tecnico: "Non sarà facile, - incalza Alessandrini - sono partito da Gubbio avendo perso una finale playoff, quindi mi porto dietro dei bei ricordi di due stagioni emozionanti ed intense. Adesso si ricomincia e mi rimetto in discussione. Però adesso le circostanze sono totalmente diverse. C'è una situazione delicata, per fortuna non gravissima, ma non sarà semplice. La realtà è sotto l'occhio di tutti, il Gubbio è a zero punti e si trova in fondo alla classifica. Quindi c'è la necessità di risollevare la squadra. Bisogna cercare fin da subito quelle soluzioni per ridare vigore e maggiore entusiasmo a tutto l'ambiente". I problemi che incontra sono molteplici. Dovrà fare i conti con una condizione atletica deficitaria e c'è una lunga lista di infortunati. Preoccupato? "Non sono assolutamente preoccupato. Semmai va capito bene perchè si è arrivati a questa situazione. E da quì bisogna ripartire". Cosa chiede ai calciatori? "Chiedo solo la massima disponibilità e tanto impegno. Bisogna essere tutti uniti. Solo così si potrà risorgere e andare avanti".

12/09/2007
Il saluto di Marino: "Auguro al Gubbio di centrare gli obiettivi sperati. Dispiace di non averne avuto il tempo"

Raimondo
Marino, appena dopo il suo esonero, dichiara con rammarico quanto segue: "Mi dispiace, questo è il calcio. - dice - Quando i risultati non vengono si cambia allenatore. La squadra non è quella determinata dai risultati; abbiamo alternato prestazioni poco positive ad altre molto positive: in questo momento ci è mancata solo la continuità ma penso che sia solo una questione di tempo. Auguro alla società, ai giocatori e soprattutto ai tifosi che mi sono stati sempre vicino nei momenti di sconforto, di raggiungere gli obiettivi desiderati". E conclude: "Mi dispiace per non aver avuto il tempo di raggiungerli io".

11/09/2007
Giudice Sportivo: Hovhannisyan squalificato un turno

I provvedimenti del Giudice Sportivo. Il centrocampista Ara
Hovhannisyan del Gubbio è stato squalificato per una giornata: salta la partita con il Viareggio. Per due turni è stato stoppato il centrocampista Schiavon della Spal. Per una gara sono stati appiedati Piovezan (Prato), Zaniolo (Carrarese) e Maschio (Reggiana). Ammende alle società di Carrarese (500 euro) e Spal (300 euro).

11/09/2007
Gubbio: Marino a rischio; arriva Alessandrini?

La sconfitta di Rovigo, la terza consecutiva in campionato dopo appena tre giornate disputate, ha messo a serio repentaglio la panchina di mister Marino. Si attendono gli sviluppi dell'ultimo CdA svoltosi a notte inoltrata (lunedì sera). Sembra segnata la partenza del tecnico siciliano, salvo clamorosi colpi di scena. Nel caso in cui ci sarà un cambiamento, chi arriverà al posto di Marino? Sembra che ci siano stati dei brevi contatti con tre tecnici. In ordine alfabetico sono Alessandrini, Galderisi e Pagliari. Sembra più difficile la pista che porterebbe in rossoblù gli ultimi due: Galderisi e Pagliari infatti starebbero aspettando qualche offerta dalla C1. In vantaggio, a questo punto, c'è Marco Alessandrini. Per ora sono solo ipotesi. In giornata si attendono lumi sulla vicenda.

09/09/2007
Gubbio, ko anche a Rovigo (2-0): adesso è vera crisi

Gubbio, nel segno del 3-0-0: tre gare disputate, zero punti in classifica, zero reti fatte. Numeri a dir poco preoccupanti. Il Rovigo ottiene la prima vittoria in campionato, contro un Gubbio che al momento sa rimediare solo sconfitte. Gol decisivi di Sciannamè (al 28') e Macchia (85'). La cronaca. Assenti per il Gubbio per infortunio Farina, Fiumana, Gibbs, Placentino, Sandreani e Urbinati. In avvio (6') Corallo resiste alla carica di Dal Degan e cerca il bersaglio, ma non trova fortuna davanti al portiere veneto Dossena. Al 20' un tiro di Cortesi dal limite dell'area sorvola di poco la traversa. Al 22' lo stesso Cortesi verticalizza servendo Pietranera che si gira bene e in diagonale calcia di poco a lato. Sale di tono il Rovigo. Al 24' Rossi taglia in due la difesa ospite e crossa in mezzo dal fondo: Pietranera raccoglie l'assist e gira prontamente a rete, provvidenziale è l'intervento di Groppioni che sventa il pericolo. Ma il gol dei locali è rimandato solo di pochi minuti. Al 28' si concretizza il vantaggio della formazione di mister Garuti. Punizione un metro fuori dall'area, si incarica del tiro l'esterno sinistro Sciannamè: esecuzione esemplare, perfetta, con la palla che si insacca all'altezza dell'incrocio, alla sinistra dell'incolpevole Groppioni. La prima reazione del Gubbio arriva al 35': un tiro potente dalla distanza di Marino junior sibila vicino al set, ma niente di fatto. Al 37', però, è il Rovigo che si fa di nuovo pericoloso in area umbra: Cortesi, tutto solo davanti a Groppioni, di testa non inquadra di poco lo specchio della porta. Termina praticamente così la prima frazione di gioco. La ripresa si apre con una percussione in avanti dei rodigini con Cortesi che serve Paselli che a sua volta crossa in mezzo: colpo di testa di Vincenzi che termina a lato di poco. Il Gubbio tuttavia ci prova, cercando di pressare l'avversario. Azioni, però, che non creano grandi difficoltà ai biancazzurri. Su una di queste, al 65', Bellucci cerca il bersaglio con un tiro di sinistro che termina di poco a lato. Poco più tardi Corallo si libera di alcuni avversari e prova un tiro dalla distanza, ma la palla non trova lo specchio della porta. L'armeno Hovhannisyan rimedia due ammonizioni nel giro di pochi minuti con due falli e viene espulso. E su un altro calcio piazzato (85') arriva il raddoppio del Rovigo: spiovente di Rossi, Macchia è il più lesto di tutti e di testa spedisce la sfera in fondo al sacco (palla che scheggia il palo e termina in rete). Due a zero, partita chiusa. Per il Gubbio si apre una vera e propria crisi. Domenica è ospite al "Barbetti" il Viareggio.
Tabellino: Rovigo - Gubbio 2-0
Rovigo: Dossena, Salviato (72' Adami), Stocco, Dal Degan, Sciannamè (52' Di Giulio), Macchia, Rossi, Paselli, Cortesi (64' Catalano), Vincenzi, Pietranera. All. Garuti.
Gubbio: Groppioni, Hovhannisyan, Varchetta, Tatomir, Capone, Ercoli, Zacchei (82' Vispi), Marino D., Corallo, Chiarotto, Bellucci. All. Marino D.
Reti: 28' Sciannamè (R), 85' Macchia (R).
Arbitro: Di Pilato di Bergamo (Ranghetti di Chiari e De Bortoli di Conselve). Ammoniti: Pietranera, Dossena, Catalano (R); Tatomir, Hovhannisyan (G). Espulso: 85' Hovhannisyan (G). Spettatori: 800 circa.
I RISULTATI DELLA TERZA GIORNATA:
Bellaria - Spal 3-2
18' Gomez (B), 35' Tasso (B), 51' Giorgi (S), 56' D'Andria (B), 85' Agostinelli (S) rig.
Carrarese - Reggiana 1-2
12' Alessi (R), 37' Del Nero (C), 92' Alessi (R) rig.
Castelnuovo - Giulianova 4-0
29' Micchi (C) rig., 37' Redomi (C), 45' Bruccini (C), 69' Vignola (C)
Cuoiocappiano - Sansovino 2-2
22' Garba (S), 34' Granito (C), 47' Nolè (S), 68' Macelloni (C)
Portogruaro - Poggibonsi 4-0
9' Sadotti (Pog) aut., 82' Giardina (Por), 87' Favret (Por), 92' Abate (Por)
Rovigo - Gubbio 2-0
28' Sciannamè (R), 85' Macchia (R)
Teramo - Bassano 1-1
4' Gardella (T), 86' Lorenzini (B)
Viareggio - Prato 4-0
45' Bonuccelli (V) rig., 47' Di Paola (V), 58' Bonuccelli (V), 62' Di Paola (V)
Viterbese - San Marino 1-1
8' Grassi (S), 59' Piemontese (V)

08/09/2007
Rovigo - Gubbio: arbitra il signor Di Pilato

Designato il direttore di gara di Rovigo-Gubbio. Si tratta del signor Di Pilato di Bergamo, al primo anno di esperienza nei campionati di C. Sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Ranghetti di Chiari (provincia di Brescia) e De Bortoli di Conselve (provincia di Padova).

07/09/2007
C2 girone B, il punto: Bassano, Portogruaro e Reggiana già protagoniste; Carrarese e Poggibonsi le sorprese

Sono passate appena due giornate di campionato. Quindi è ancora difficile fare pronostici o stilare quali saranno le protagoniste del campionato. Ma se il buon giorno si vede dal mattino... Bassano, Portogruaro e Reggiana stanno dimostrando con i risultati (due vittorie consecutive in due gare) che hanno tutte le credenziali per disputare un campionato di vertice. Le formazioni guidate rispettivamente da Glerean, Domenicali e Pane possiedono organici di prim'ordine per primeggiare fino alla fine della stagione. Le sorprese, per adesso, sono Carrarese e Poggibonsi, entrambe anch'esse a punteggio pieno in classifica. La compagine apuana di mister Beoni, a dir la verità, si è rinforzata parecchio nel mercato estivo, anche se in ritardo. I "leoni" poggibonsesi invece, allenati dall'emergente Caramelli, è un'autentica outsider, ma ha tutte le credenziali per dare fastidio a chiunque. Spal, Teramo e il neopromosso Viareggio stanno alla finestra, posizionandosi al secondo posto in classifica. Le vere delusioni, per il momento, sono il San Marino di Tazzioli (fermo ad un solo punto in penultima posizione) e il Gubbio di Marino (fanalino di coda a zero punti in coabitazione con Prato e Viterbese). E domenica ci sono proprio due sfide al "vertice" di grande interesse: Carrarese-Reggiana e Portogruaro-Poggibonsi. Ma c'è un'altra partita che promette battaglia in quel di Teramo dove sarà ospite il forte Bassano. In primo piano ovviamente Rovigo-Gubbio. I rossoblù di Marino sono attesi nella "partita del riscatto", nell'intento di voltare pagina dopo una falsa partenza inaspettata. Un altro passo falso invece sarebbe inammissibile e dannoso. Domenica, la prova del nove... o la và o la spacca!

05/09/2007
Coppa Italia: Ancona - Gubbio 2-0

Coppa Italia: il Gubbio perde per 2-0 ad Ancona. I rossoblù sono scesi in campo con la formazione Berretti (tranne il portiere Scarabattola), guidati dalla panchina da Stefano Giammarioli. I dorici sono andati a segno nella ripresa. Prima ci ha pensato Diotallevi (55') e poi Staffolani (67') su rigore. Nell'altro incontro del girone M, San Marino e Fano pareggiano 1-1. Ospiti in vantaggio con Bartolini (41'); allo scadere (90') i titani riequilibrano il risultato con Longobardi su rigore. Classifica: San Marino 7, Ancona 6, Perugia 4, Fano 3, Gubbio 1.
Tabellino: Ancona - Gubbio 2-0
Ancona: Zomer, Polenta, Lacrimini, Schiattarella, Olivieri (19' Giovagnoli), Langella, Staffolani, Magi (29' Caremi), Piergallini, De Sousa (46' Cazzola), Diotallevi. All. Monaco.
Gubbio: Scarabattola, Cecchetti, Cerbella, Manzo, Mazzoncini, Marchi, Fioriti (29' Felici), Lucesoli, Vispi (38' Chiarucci), Battistini, Bellafante. All. Giammarioli.
Reti: 55' Diotallevi (A), 67' Staffolani (A) rigore.

05/09/2007
Gubbio: Cerafischi affianca Marino; Fiumana operato

Le due sconfitte consecutive in avvio di campionato pesano come macigni. L'umore è a terra e la tifoseria "rumoreggia" esprimendo tutto il suo malcontento. Intanto, dopo l'allontanamento del preparatore atletico La Marca e il suo stretto collaboratore Guadagno, è rimasto un posto vacante nello staff tecnico rossoblù. E allora Corrado Cerafischi affiancherà mister Marino nella veste di preparatore atletico (ruolo già ricoperto in passato nella sua carriera), ma farà la parte anche di consulente tecnico. Riconfermata quindi la fiducia al trainer, in attesa però di riscontri a livello di risultati sul campo sin da domenica contro il Rovigo. Nel frattempo è stato operato lunedì scorso Fiumana per "rimettere a posto" la frattura all'arcata zigomatica. L'intervento è perfettamente riuscito. Previsti circa dieci giorni di stop per il difensore romagnolo per rivederlo in campo.

04/09/2007
Squalificati: Borghese, stop di due giornate

I provvedimenti disciplinari. Squalificato per due giornate il difensore Martino Borghese della Viterbese. Per un turno invece sono stati fermati i calciatori Gemignani (Viareggio), Moscardi (Prato), Taccola (San Marino), Fusco (Carrarese) e Aliboni (Castelnuovo). Inflitta un'ammenda alla società del Giulianova di 300 euro.

04/09/2007
Ercoli è laconico: "Abbiamo giocato male. Ci dispiace per i tifosi. Il momento è difficile. Dobbiamo rialzarci..."

Dopo la desolante sconfitta interna subìta contro la Cuoiocappiano, tra l'altro maturata dopo una sconcertante prestazione, nessuno ha voglia di parlare. Una sconfitta inspiegabile, oltre che preoccupante. Il difensore centrale rossoblù Angelo Ercoli, eugubino doc, è telegrafico: "Non ci sono parole, - dice per Gubbiofans - abbiamo giocato proprio male. Non ci sono attenuanti. Dopo il derby contro il Perugia in Coppa Italia avevamo ritrovato un po' di smalto, grazie anche all'apporto del pubblico che ci ha incitato sempre e ci ha galvanizzato. Invece abbiamo avuto una nuova ricaduta. Abbiamo commesso degli errori madornali. Ci dispiace di aver perso così malamente davanti ai nostri sostenitori. Dobbiamo rimboccarci le maniche. Dobbiamo rialzarci e abbiamo il dovere di riscattarci. Il momento è difficile, è inutile nasconderlo. Tira un'aria pesante. E proprio per questo motivo abbiamo bisogno soprattutto adesso del calore dei nostri tifosi. Faremo di tutto per non deluderli più in futuro. Non se lo meritano, assolutamente".

02/09/2007
Gubbio, post ko al "Barbetti": via La Marca e Guadagno

Lo ha comunicato a fine partita direttamente il presidente Marco Fioriti in sala stampa. La sconfitta interna con il Cuoiocappiano è costata il posto a due elementi dello staff tecnico rossoblù. Per la precisione. Il preparatore atletico Giuseppe La Marca e il suo stretto collaboratore Giuseppe Guadagno sono stati sollevati dall'incarico.

02/09/2007
Gubbio, tonfo casalingo: la Cuoiocappiano passa (0-1)

Brutto stop casalingo del Gubbio. L'esordio in campionato al "Barbetti" non è dei migliori. Rossoblù abulici, spenti e senza mordente. Ne approfitta la Cuoiocappiano che passa segnando il gol vittoria a pochi minuti dal termine. Rete decisiva di Mazzoli (87'). La cronaca. Assenti per infortunio Farina, Placentino, Sandreani, Gibbs e Urbinati. Al 7’ Zacchei mette in mezzo dalla sinistra, velo di Corallo, Chiarotto gira al volo a rete di sinistro, salva Mazzoli ad un passo dalla porta a portiere battuto. All’11’ risponde pericolosamente la Cuoiocappiano: spiovente da sinistra di Vettori, Granito spizzica di testa, palla che termina di un soffio a lato. Al 12’ Corallo ci prova dal limite su calcio piazzato: Conti intercetta in volo plastico. Al 14’ Michelotti mette i brividi alla retroguardia rossoblù con un tiro radente dal limite che costringe Groppioni a salvarsi in angolo. Gli ospiti sfiorano clamorosamente il vantaggio al 25’: scambio in velocità tra Granito e Nieto, quest’ultimo entra come un coltello nel burro in area, ma solo davanti alla porta calcia incredibilmente a lato. Al 42’ è il Gubbio a sfiorare il gol: Zacchei lancia alla perfezione Varchetta sulla sinistra che dal fondo crossa in area: Corallo gira al volo di sinistro, Conti compie il miracolo deviando in tuffo la palla in corner. Termina così la prima frazione di gioco. Ripresa. Al 3’ la Cuoiocappiano sfiora subito il gol. Caciagli in area serve sul vertice sinistro Granito che calcia prontamente a rete, Groppioni vola e salva il risultato: palla che tocca la parte alta della traversa e termina in angolo. Al 6’ si rifanno vedere i rossoblù con Zacchei che si libera di un avversario e crossa in mezzo: stacca Marino di testa, sfera che sorvola di poco sopra il montante. Al 15’ è ancora Marino di testa a cercare la porta su calcio piazzato di Chiarotto, ma Conti è ben piazzato e intercetta la sfera. Al 26’ cross di Chiarotto dal fondo, Corallo si gira di testa ma la palla termina a lato. Al 27’ il neo entrato Lenzini taglia la difesa con un cross dalla destra, Granito cerca la porta di testa, ma incorna debolmente e la palla termina adagio tra le braccia di Groppioni. Il Gubbio nel giro di tre minuti viene “graziato” dagli ospiti. Al 31’ Stefani dal limite calcia quasi indisturbato, la palla sibila vicino al palo e finisce sul fondo. Al 33’ lo stesso Stefani entra in area dalla destra e smarca Granito che calcia di sinistro a rete: palla radente che fa la barba al palo. Al 35’ pregevole spunto di Bellucci che una volta entrato in area sembra essere toccato da Vettori: l’attaccante eugubino cade a terra, ma per l’arbitro è simulazione e sventola il cartellino giallo.Al 41’ arriva la doccia gelata: spiovente dalla destra di Vettori, Mazzoli in area si ritrova da solo davanti alla porta e con un sinistro in diagonale di prima intenzione infila la palla in fondo al sacco. Subito dopo (42’) il Gubbio “pareggia” di testa con Corallo di testa, ma il gol è viziato con un tocco di mano. L’arbitro ammonisce ferma tutto e annulla, ammonendo il calciatore pugliese. Finisce così la sfida tra i fischi giustificati del pubblico eugubino presenti al "Barbetti".
Tabellino: Gubbio-Cuoiocappiano 0-1
Gubbio: Groppioni, Genesio (65’ Bellucci), Varchetta, Tatomir, Fiumana, Ercoli, Zacchei, Marino D., Corallo, Chiarotto, Hovhannisyan. All. Marino R.
Cuoiocappiano: Conti, Vettori, Mazzoli, Stefani, Macelloni, Di Giorgio, Granito, Agnorelli, Nieto (67’ Lenzini), Caciagli (77’ Girometta), Michelotti. All. Iacobelli.
Rete: 87’ Mazzoli (C).
Arbitro: La Mura di Nocera Inferiore (Pavesi di Pescara e Dioletta di Teramo). Ammoniti: Chiarotto, Ercoli, Bellucci, Corallo (G); Michelotti, Agnorelli (C). Spettatori: 954, di cui 652 abbonati (dato provvisorio).
I RISULTATI DELLA SECONDA GIORNATA:
Bassano - Viareggio 2-0
64' Berrettoni (B) rig., 74' Cesca (B)
Giulianova - Bellaria 0-0
Gubbio - Cuoiocappiano 0-1
87' Mazzoli (C)
Poggibonsi - Teramo 1-0
62' Gardella (T) aut.
Prato - Carrarese 1-3
21' Morelli (C), 28' Ferrario (P), 49' Mussi (C), 58' Concas (C)
Reggiana - Rovigo 4-2
6' Ingari (Re), 22' Catellani (Re), 34' Rossi (Ro), 44' Ingari (Re), 49' Ingari (Re), 90' Paterna (Ro)
San Marino - Portogruaro 1-2
15' Evangelisti (SM), 32' Giardina (P), 85' Giardina (P) rig.
Sansovino - Castelnuovo 0-0
Spal - Viterbese 1-0
33' Rossi (S)

01/09/2007
Mercato: colpo della Carrarese, preso Zaniolo; poker di arrivi a Teramo; Gubbio-Cuoiocappiano: arbitra La Mura

Ultimi colpi di mercato. La Carrarese su di giri. Ingaggiato l'attaccante Igor Zaniolo ('73) proveniente dalla Cisco Roma. Il calciatore genovese ha giocato in precedenza nel Genoa, Salernitana, Messina, Ternana, Spezia e Sampdoria. La stessa Carrarese prende il centrocampista Andrea Ciani ('85) dal Genoa. La scorsa stagione militava nel Gela (C2); ex Pergocrema e Primavera della Lazio. Quattro nuovi arrivi a Teramo. Sono l'attaccante Bidre'Ce Azor ('88) proveniente dalla Sampdoria, il centrocampista Domenico Del Grande ('86) dall'Arezzo (ex Juve Stabia), il terzino sinistro Matteo Mangoni ('84) dalla Spal e la punta Matteo Momentè ('87) dal Venezia (ex Samb). Il Rovigo preleva dal Gela l'attaccante Fabio Ceccarelli ('83). Il Portogruaro ottiene dall'Atalanta il giovane centrocampista Stefano Mauri ('88). Il San Marino tessera il difensore Pasquale D'Aniello ('85) proveniente dalla Torres Sassari (ex Bologna). La Viterbese riceve dal Verona con la formula della comproprietà l'attaccante Giovanni Foderaro ('84), ex Biellese e Vigor Lamezia. Scambio di centrocampisti tra Bassano e Venezia. Arriva in giallorosso Alessandro Piovesan ('75; ex Genoa, Padova e Pisa); in cambio si trasferisce a Venezia Marcelo Aparicios Mateos ('80). L'attaccante albanese Florjan Myrtaj ('76) lascia Teramo per andare a giocare in C1 con l'Arezzo. Intanto è stato designato il direttore di gara di Gubbio-Cuoiocappiano. Sarà il sig. La Mura di Nocera Inferiore. L'arbitro campano sarà coadiuvato allo stadio "Barbetti" dagli assistenti di linea Pavesi di Pescara e Dioletta di Teramo.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 20.11.2019 ora 21:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 15 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Ravenna
Carpi
Fermana
Vis Pesaro
Fano
Arzignano Valc.
Sudtirol
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Imolese

10240
9160
7150
6050
5490
4780
3530
3230
2240
2220
1870
1690
1540
1330
1210
990
970
920
890
450

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy