SERIE C - GIRONE B
QUINTA GIORNATA
DOM. 22 SETTEMBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE15

GUBBIO

0

VICENZA

3

SESTA GIORNATA
MERC. 25 SETTEMBRE 2019
STADIO "ROMEO NERI"
ORE18:30

RIMINI-GUBBIO

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Padova
Vicenza
Carpi
Reggiana

Piacenza
Sambenedettese
Feralpisalo
Cesena
Fermana
Sudtirol
Ravenna
Vis Pesaro
Modena
Rimini
Triestina
Virtus Verona
Arzignano Valc.
Gubbio
Fano

Imolese

13
11
11
11
8
8
8
7
7
7
7
6
5
5
4
4
3
3
3

2

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

QUINTA GIORNATA
DOM. 22 SETTEMBRE 2019

Arzignano Val.
Sudtirol

0
1

Carpi
Rimini

2
1

Cesena
Piacenza

1
1

Fano
Reggiana

0
0

Fermana
Sambenedettese

1
1

Modena
Feralpisalo

1
1

Ravenna
Imolese

1
0

Virtus Verona
Triestina

3
2

Vis Pesaro
Padova

0
2

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Vano Carpi
Giovinco Ravenna
Cernigoi Sambenedet.
Granoche Triestina
Odogwu Virtus Verona

5
4
4
4
4

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Sbaffo
Cesaretti
Munoz

2
2
1

Scopri la nostra citta!

SESTA GIORNATA
MERC. 25 SETTEMBRE 2019

Rimini-Gubbio

Feralpisalo-Fano

Imolese-Virtus Verona

Padova-Cesena

Piacenza-Ravenna

Reggiana-Carpi

Sambened.-Modena

Sudtirol-Fermana

Triestina-Arzignano V.

Vicenza-Vis Pesaro

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

29 LUGLIO 2016
Test: Gubbio, 2-2 in rimonta con lo Spezia. Doppietta di Candellone. E le foto del match

Secondo test amichevole stagionale per il Gubbio del trainer Magi. A Norcia, i rossoblù affrontano il quotato Spezia e la gara finisce 2-2. Tutto nella ripresa. Liguri in vantaggio con Nenè di testa e poi c'è il raddoppio di Iemmello. Nel finale ci pensa Candellone con una pregevole doppietta a ristabilire la parità. Il trainer Magi ha usato il consueto 4-3-3, schierando dal primo minuto subito l'ultimo arrivato Zanchi (come terzino sinistro). A centrocampo proposto Croce playmaker, con ai lati Giacomarro e Valagussa. Come centravanti ha esordito Musto, supportato sugli esterni da Ferretti e Ferri Marini. Nella ripresa girandola di sostituzioni, con l'innesto di Candellone che si toglie la gioia di segnare due gol. La partita raccontata con le foto (15 immagini), a cura di Simone Grilli. Mercato. Il centrocampista Alessandro Cuccia, la scorsa stagione in rossoblù, si è trasferito al Poggibonsi (in serie D). Per quanto riguarda invece le giovanili del Gubbio, in previsione è pronto un colpo di mercato: dal Vivialtotevere Sansepolcro ecco il giovane promettente Camillo Tavernelli, classe 1999, ruolo trequartista, ma vanta già diverse presenze in prima squadra e promette assai bene.
Tabellino: Spezia - Gubbio (2-2):
Spezia (4-3-3): A. Valentini; Galli (5' st De Col), N. Valentini (24' st Maigini), Ceccaroni (24' st Terzi), Tamas (24' st Migliore); Errasti (24' st Vignali), Pulzetti (24' st Awua), Bastoni (1' st Acampora); Ciurria (24' st Okereke), Nenè (24' st Iemmello), Piccolo (24' st Mastinu). All. Di Carlo.
Gubbio (4-3-3): Volpe; Kalombo (24' st Genghini), Marini, Rinaldi, Zanchi (24' st Maggioli); Giacomarro (1' st Costantino), Croce (1' st Romano), Valagussa (15' st Bergamini); Ferretti (24' st Koci), Musto (14' st Conti), Ferri Marini (1' st Candellone). All. Magi.
Arbitro: Proietti di Terni.
Reti: 2' st Nenè (S), 31' st Iemmello (S), 38' st Candellone (G), 41' st Candellone (G).


28 LUGLIO 2016
Pannacci: "Tanti biennali? Si è cambiato strategia. Arrivati dieci volti nuovi, ma non è finita"

Parla il direttore sportivo Giuseppe Pannacci. Lo fa in conferenza stampa dopo le ultime operazioni di mercato. Ma prima di tutto fa una precisazione, su un comunicato stampa giunto nella giornata di mercoledì: "Pollace non ha firmato un biennale, bensì c'è un accordo annuale per un prestito dalla Lazio". Tuttavia il diesse rossoblù annuncia: "Hanno firmato altri tre calciatori, cioè i centrocampisti Valagussa e Giacomarro che hanno firmato un biennale, mentre con l'attaccante Musto abbiamo formulato un accordo annuale con il Bologna". Questa è una notizia. In pratica si è arrivati a nove contratti biennali, compreso l'allenatore Magi, perchè si è scoperto che pure il calciatore Kalombo ha firmato fino al 2018. Ma come mai questa scelta? "Da parte nostra è cambiata strategia. Puntiamo molto sul futuro e quindi cerchiamo di costruire una base solida che ci permetta di proseguire con calciatori che ci diano affidabilità e puntiamo su dei giovani". E aggiunge: "Con questi calciatori ultimi arrivati, sono per ora dieci i volti nuovi. Ma il mercato non finisce qui: arriverà pure un portiere (forse esperto), un difensore centrale e una punta. Per avere un organico completo il prima possibile". In poche parole Caio Secco è in prova a Gubbio e si vedranno i prossimi test per verificare se resterà o meno a Gubbio. Il Ds Giuseppe Pannacci tuttavia si ritiene soddisfatto del mercato effettuato e lo dice apertamente: "Una soddisfazione per le trattative portate a termine fino a questo momento, siamo in linea con quelle che erano le linee tecniche tracciate e piena fiducia nel nuovo Gubbio che affronterà il campionato di Lega Pro". Ma non è tutto. Il diesse Pannacci ha svelato anche alcuni retroscena sulle operazioni fin qui svolte: "Volevamo De Santis della Roma, ma dalla capitale si stava tentennando troppo. Perciò abbiamo virato su Zanchi, che poi ha firmato con noi. Cercavamo pure Zappa della Juventus, ma la società bianconera ha preferito mandarlo a Pontedera perchè aveva altri discorsi in ballo". Uscito il calendario della Coppa Italia di Lega Pro. Il Gubbio inizia domenica 7 agosto (ore 20:30) al Barbetti contro la Sambenedettese. Nel girone c'è anche la Viterbese. Mercato. Ex rossoblù: Salvatore Sandomenico, dopo l'esperienza di L'Aquila, si trasferisce alla Juve Stabia.

27 LUGLIO 2016
Firmano altri tre: il portiere Volpe, arriva il terzino Zanchi e fumata bianca pure per Pollace

Il Gubbio cala il tris. Di biennali. Ufficiali. Lo comunica la società. Rinnovato il contratto con il portiere Giacomo Volpe, classe '96, la scorsa stagione estremo difensore indiscusso dei rossoblù in serie D: il calciatore piemontese nella stagione passata era arrivato in prestito dalla Juventus, quest'anno invece diventa definitivamente del Gubbio con un contratto fino al 2018. Come già anticipato, ingaggiato pure il terzino sinistro Andrea Zanchi, classe '91, la scorsa stagione si trovava al Matera: il calciatore romano in passato ha giocato con la Tuttocuoio, Perugia, Reggiana e Carrarese, e a sorpresa anch'egli con il Gubbio ha sottoscritto un contratto fino al 2018. Idem il neo arrivato terzino destro Gianluca Pollace, classe '95, che a questo punto non arriva più in prestito dalla Lazio perchè ha sottoscritto un contratto per due anni. Un record di biennali che si aggiungono a quelli già sottoscritti con Ferretti, Ferri Marini, Croce e con il tecnico Magi. Si attendono tuttavia ancora le firme del centrocampista Giacomarro (che proviene dal Palermo) e della punta Musto (proveniente dal Bologna), già presenti nel ritiro. In uscita. L'attaccante Lorenzo Crocetti, l'anno scorso a Gubbio, si sta allenando con la Sangiovannese del tecnico Ciro Ginestra nel ritiro a Benevento e la firma con la società valdarnese è prevista a breve. Un altro ex attaccante, Liborio Zuppardo, ha diverse soluzioni, ma rimane sempre calda la pista Forlì. Ex rossoblù: l'attaccante Riccardo Cocuzza '93 (ex Renate e Sud Tirol) si trasferisce adesso con l'Almas Juventus Fano. Un altro ex rossoblù, il centrocampista Simone Guerri, classe '82, firma un biennale con il Robur Siena. Intanto un colpo di scena: avevamo scritto che il Como era stato dichiarato fallito e quindi i calciatori si troverebbero svincolati (compreso il neo arrivato Briganti): in realtà la società lombarda ha ottenuto un esercizio provvisorio e quindi può partecipare al prossimo campionato di Lega Pro e la stessa società sta dando battaglia ad un provvedimento di fallimento che viene ritenuto ingiusto. Proprio in questi giorni è scaduto il termine della domanda per fare ripescaggio in Lega Pro: si tornerà a 60 squadre perchè ci sono state 15 domande di ripescaggio ed anche una rigettata di riammissione (quella del Lecco). Praticamente certe del ripescaggio Albinoleffe, Melfi, Lupa Roma, Racing Roma (ex Castelli Romani) e il Monza. Nel prossimo consiglio federale (che è previsto per il 4 agosto) si discuteranno le domande di Fano, Olbia, Forlì, Cavese, Taranto, Reggina e Vibonese.

26 LUGLIO 2016
Probabilità: girone e difensore centrale: dopo Conson, possibile un ritorno. Pollace in ritiro

Ipotesi che possono rivelarsi concrete, ma per ora nulla è niente di definitivo. Partiamo dai gironi. In questa estate si è parlato molto di stravolgimenti geografici e di possibili assi verticali (anzichè di assi orizzontali). Si parla addirittura di un possibile taglio verticale geografico nel centro nord: ovvero delle squadre piemontesi, lombarde, toscane (con esclusione di Arezzo e Siena), emiliane e laziali; l'altro invece potrebbe essere composto da squadre romagnole, venete, marchigiane, abruzzesi, umbre (e c'è il Gubbio) e l'unica del Trentino-Alto Adige (cioè il Sud Tirol). Scrive così il portale it.blastingnews.com e se fosse così il Gubbio si troverebbe di fronte squadre come Arezzo e Siena, ma anche Venezia, Samb, Ancona, Maceratese e Fano (che sarà ripescato). Al sud non cambierebbe nulla. Invece un altro portale web, ultimamente, ha messo il Gubbio con squadre toscane (su cui spiccano Arezzo, Livorno, Siena e Lucchese), con le marchigiane (già elencate prima), una romagnola (Santarcangelo), due laziali (Fondi e Viterbese), una squadra abruzzese (Teramo) e una squadra sarda (Olbia). E si azzarda pure quali potrebbero essere gli altri gironi, il tutto sul sito Seriecsenzasegreti.altervista.org e lo riportiamo di seguito. Ovviamente i gironi (e rispettivi calendari) saranno resi noti in maniera ufficiale il 4 agosto. Per ora sono solo supposizioni. Altre ipotesi, questa volta di mercato. É risaputo che il Gubbio cerca un difensore centrale, di categoria e di esperienza. Il nome più gettonato in questi ultimi tempi, come abbiamo già scritto in maniera ampia, è quello di Diego Conson, classe '90, che per ora non ha rinnovato con la Samb (dove ha vinto un campionato di serie D), ma a quanto pare piace anche al Cosenza. Nelle ultime ore spunta un'altra idea. E potrebbe rivelarsi un clamoroso ritorno. Ci riferiamo ad un calciatore che con il Gubbio ha vinto due campionati di fila (di serie C2 e di C1), ha giocato pure in serie B con la maglia rossoblù, poi si era trasferito alla Cremonese e in questa estate era stato ingaggiato dal Como. Adesso però il Como è stato dichiarato fallito. In pratica quando una società fallisce, tutti quei calciatori facenti parte vengono dichiarati svincolati. Stiamo parlando di Marco Briganti, classe 1982, di Città di Castello. Per il momento è solo un'idea, ma un riavvicinamento verso casa del calciatore umbro non è una possibilità sgradita. In uscita il giovane difensore Lorenzo Schiaroli (è un classe '98) che va al Bologna. Intanto, come già abbiamo annunciato ieri, è arrivato il terzino destro Gianluca Pollace (della Lazio) nel ritiro ed è già a disposizione del tecnico Magi (ora si attende la firma). Altre di mercato. Altro colpo dell'Arezzo in attacco: dopo l'arrivo di Moscardelli dal Lecce (ex Bologna e Chievo Verona), viene ingaggiato Alessandro Polidori che si trovava al Rimini (era seguito dal Gubbio). La Sambenedettese invece punta ad un ritorno e si pensa al centrocampista Massimo Loviso (ex Gubbio) in uscita dopo l'esperienza di Alessandria: lo rivela in esclusiva la collega Marrone per Tuttolegapro.com. Abbonamenti: la segreteria dell'A.S. Gubbio 1910 ci ha comunicato che finora sono state vendute 250 tessere circa; in sede sono già pronte le tessere del tifoso.

25 LUGLIO 2016
Pollace, ora ci siamo. Va verso l'epilogo la telenovela. Atteso a Gubbio per le visite mediche

In dirittura d'arrivo un altro tassello per la difesa. Alla fine il terzino destro Gianluca Pollace ha scelto Gubbio e si aggregherà al gruppo tra poche ore. Il calciatore romano, classe 1995, di proprietà della Lazio, svolgerà le visite mediche martedì mattina e poi dovrebbe firmare in giornata. Salvo imprevisti, ovviamente. Visto che in questa campagna di mercato non sono davvero mancati. Vedasi conferme e trasferimenti di alcuni calciatori dati per fatti, con tanto di comunicato ufficiale: rispettativamente ci riferiamo a Degrassi, che è destinato al Siracusa, e a Ramzi, che ha rinnovato con la Fidelis Andria. Pollace in verità doveva già raggiungere il ritiro la scorsa settimana, ma poi qualcosa si era inceppato. Infatti si era rifatta sotto la Salernitana che voleva riscattarlo per questo campionato, nonostante la passata stagione fosse stato utilizzato veramente con il contagocce. Una situazione che è rimasta in stand by, finchè è arrivato l'epilogo e alla fine l'esterno laziale ha scelto di trasferirsi a Gubbio perchè potrà avere più spazio e quindi ha delle possibilità per riscattarsi. Gianluca Pollace è cresciuto proprio nelle giovanili della Lazio, è un terzino destro, ma all'occorrenza può giocare anche sulla mancina. In pratica oltre a quella di Pollace, si attendono le firme di Giacomarro, Musto e Valagussa (quest'ultimo ha ben figurato come playmaker nel Memorial Mancini contro la Ternana). Ovviamente il mercato non finisce qui. Il patron Notari, dopo il match di domenica scorsa, ha specificato che giungeranno altri quattro o cinque calciatori. Ovvero sul taccuino servono ancora un terzino sinistro (si segue la pista Zanchi, ex Matera), un difensore centrale (si è parlato di Conson) e una punta di esperienza come centravanti (ruolo rimasto vuoto dopo la non riconferma sia di Zuppardo che di Crocetti). Tant'è che contro la Ternana ha giocato punta centrale Ferri Marini, ma non è il suo ruolo naturale. Curiosità: nel Memorial con la Ternana, la formazione base iniziale schierata dal trainer Giuseppe Magi era formata da sette undicesimi da uomini della passata stagione. Ci riferiamo in ordine di ruoli a Volpe, Kalombo, Marini, Petti, Romano, Ferretti e Ferri Marini. Mentre i nuovi, per intenderci, erano Rinaldi, Valagussa, Candellone e Lunetta. Altre di mercato. L'Ancona prende l'esperto difensore centrale Davide Moi dal Siracusa: in passato era stato seguito dal Gubbio quando in panchina c'era Andrea Sottil. Storia di ex: il centrocampista rumeno Sergiu Suciu (in rossoblù ai tempi di Torrente per il salto in serie B), è in procinto a trasferirsi al Pordenone, come riporta il portale web informativo Tuttolegapro.com.

24 LUGLIO 2016
Gubbio: vince il Memorial Mancini contro la Ternana (1-0). Decide Ferretti. Le foto del match

Primo test probante per il Gubbio e per il trainer Giuseppe Magi. Rossoblù che si aggiudicano il 23° Memorial Mario Mancini battendo la quotata Ternana per 1-0. Il tecnico pesarese schiera il 4-3-3, ma in fase di possesso diventa un 4-2-4. Volpe in porta (che ancora però deve firmare). In difesa spazio a Kalombo, Marini, Petti e pure al nuovo Rinaldi. Centrocampo inedito con Valagussa playmaker, quindi Ferretti e Romano ai lati. Ferretti in fase di possesso fungeva da quarta punta. In attacco Ferri Marini posizionato centrale, sugli esterni i giovani Candellone e Lunetta. Nella ripresa invece spazio agli altri calciatori della rosa, compreso Fumanti, anche se si trasferisce al Torino. Rete risolutoria al 4' del primo tempo con Ferretti che decide una situazione in mischia. Il portiere Mazzoni tuttavia viene pure impegnato da Ferri Marini e Candellone. Il portiere locale Volpe viene impegnato solo al 41' con un tiro di Surraco. Nella ripresa occasioni per La Gumina, ma niente di fatto. Il Gubbio di fatto si prende una bella soddisfazione battendo i rossoverdi di Panucci che affronteranno la serie B. Ovviamente è calcio d'estate, che va preso con le molle. D'altronde si aspettano altri colpi di mercato per completare la rosa. A breve si attendono poi le firme di Musto, Valagussa e Giacomarro. Si attendono sviluppi. E intanto ecco le foto del match Gubbio-Ternana a cura di Simone Grilli.
Tabellino: Gubbio - Ternana (1-0):
Gubbio (4-3-3): Volpe (1' st Secco); Kalombo (10' st Fumanti), Marini (32' st Schiaroli), Rinaldi (1' st Croce), Petti (21' st Maggioli Clemente); Ferretti (10' st Conti), Valagussa (1' st Bergamini), Romano (10' st Costantino); Candellone (21' st Koci), Ferri Marini (10' st Camilli), Lunetta (30' st Genghini). All. Magi.
Ternana (4-2-3-1): Mazzoni; Zanon (24' st Sernicola), Valjent, Meccariello (1' st Cason), Chouchoumis; Tascone (1' st Palumbo), Petriccione (1' st Zampa); Surraco (21' st Dugandzic), Falletti (37' st Taurino), Furlan (30' st Russini); Avenatti (15' st La Gumina). All. Panucci.
Arbitro: Grezzini di Siena.
Rete: 4' pt Ferretti.
Spettatori: paganti 744, con 221 tifosi della Ternana, per un incasso di 5.050,00 euro. Ammoniti: Surraco, Croce. Angoli: 7-6 per la Ternana. Recupero: 0' pt; 3' st.


23 LUGLIO 2016
In dirittura d'arrivo Musto. Fumanti verso Torino. Pollace, il tutto può sbloccarsi. E Degrassi...

Dopo Valagussa e Giacomarro, ecco pronto l'attaccante Lorenzo Musto, classe 1996, attaccante, la scorsa stagione alla Torres, dove ha segnato 16 reti in serie D (ma è di proprietà del Bologna). Tutti e tre sono pronti alla firma a breve. Ma non è finita. Infatti il Gubbio è alla ricerca di un terzino destro, di un terzino sinistro, un centrale difensivo e un attaccante (punta centrale). Sui terzini è tutto da vedere con la situazione Pollace che è ancora tutta da verificare: tuttavia il calciatore laziale potrebbe scegliere l'opzione Gubbio perchè vuole giocare, mentre con la Salernitana (la scorsa stagione) ha avuto poche presenze. Infatti il sito web Lalaziosiamonoi.it scrive: "Pollace ha scelto Gubbio e la Lega Pro per la sua rivincita personale". Si vedrà come finirà questa telenovela. In auge poi il terzino sinistro Andrea Zanchi, ex Matera. Come centrale difensivo è uscito il nome di Diego Conson, l'anno scorso alla Sambenedettese. Come punta centrale si cerca un calciatore di peso: in questi giorni ne sono girati di nomi, ma sono tutti fuori portata del Gubbio e quindi poco plausibili per la causa, perciò si attendono sviluppi. In uscita invece ci sono delle novità: il difensore Gabriele Fumanti, classe 1998, si trasferirà al Torino con la Primavera del trainer Coppitelli. La notizia viene data per ufficiale dal portale granata Toronews.net, che è il più importante sito informativo del Torino. Intanto il terzino sinistro Alessandro Degrassi, classe '96, era finito nel mirino del Matelica dopo che a Gubbio ha trovato i portoni chiusi: adesso si è fatto sotto il Siracusa (neopromosso in Lega Pro) dell'ex allenatore rossoblù Andrea Sottil, con la trattativa che è in dirittura d'arrivo e manca solo l'ufficialità, salvo imprevisti. E domenica c'è il primo test amichevole contro la Ternana (Memorial Mario Mancini) alle ore 20:30: per il Gubbio dell'allenatore Giuseppe Magi si tratta della prima partita dopo una settimana di ritiro.

23 LUGLIO 2016
In ritiro c'è Giacomarro. Per la difesa sondaggio per Conson. Filippini sfuma, rebus Pollace

Dopo l'arrivo di Valagussa, è arrivato in ritiro per allenarsi nella giornata di venerdì, un nuovo calciatore: si tratta di Dario Giacomarro, classe 1995, centrocampista del Palermo, la scorsa stagione al Melfi. Manca solo l'ufficialità, ma a questo punto Valagussa e Giacomarro firmeranno a breve. Sembra poi vicina la pista che porta a prendere il terzino sinistro Andrea Zanchi, classe 1991, del Perugia: la scorsa stagione era al Matera, in passato ha giocato proprio con il Perugia, Tuttocuoio e Reggiana. Infatti si è complicata la situazione con Gianluca Pollace, terzino destro, che sembrava destinato in rossoblù e invece il calciatore potrebbe firmare un quadriennale con la Salernitana. Mentre un altro papabile, il terzino sinistro Lorenzo Filippini, sempre di proprietà della Lazio, è finito in prestito in maniera ufficiale al Cesena, in serie B. Tuttavia nel reparto difensivo esce fuori un nome nuovo. Infatti è dichiarato che il Gubbio cerca un nuovo difensore centrale. Si parla di un sondaggio su Diego Conson, classe 1990, la scorsa stagione alla Sambenedettese: in passato aveva giocato con la Lupa Roma, Viareggio e Pomezia. Il calciatore napoletano sarebbe in una fase di rottura con il club adriatico, anche se la società marchigiana sta facendo il tutto per tutto per ricucire lo strappo: frattanto però proprio su Conson sono piombate altre due società, Cosenza e Gubbio. Così scrive Tuttosamb.it riportando un articolo del Corriere Adriatico. Tant'è che per sostituirlo si sta pensando al difensore Paolo Rozzio, classe '92, del Pisa. La Samb, tra l'altro, sta cercando di portare in riviera anche l'esterno di attacco Giuseppe Caccavallo, appena acquistato dalla Salernitana (potrebbe però finire in prestito direttamente dalla società campana). Le altre di mercato. Colpo grosso del Prato: preso il terzino sinistro Luca Antonini, classe 1982, con trascorsi in serie A, ex calciatore di Milan, Genoa e Sampdoria.

21 LUGLIO 2016
Valagussa è in ritiro. Intrigo Pollace, lo rivuole la Salernitana. E Rinaldi elogia il Gubbio

Si è aggregato al gruppo. Si tratta per la precisione del centrocampista Paolo Valagussa, classe 1993, che è della Virtus Entella, ma la scorsa stagione si trovava al Renate (con 25 presenze ed un gol). Calciatore che si è allenato con la truppa di Magi nella giornata di giovedì. Si parla dell'imminente arrivo dell'attaccante Lorenzo Musto, classe 1996, una punta, la scorsa stagione alla Torres (è del Bologna). Ma anche di Dario Giacomarro, classe 1995, centrocampista di proprietà del Palermo (è un ex Melfi). Mentre a quanto pare si complica la situazione del terzino destro Gianluca Pollace, classe 1995, che è di proprietà della Lazio (è un ex Salernitana). Veniva dato per fatto il suo passaggio al Gubbio. Ma la situazione è questa: con il Gubbio c'è un accordo con il calciatore, la Lazio ha dato il suo assenso, ma il momento della firma è stato rinviato. Ma il motivo è stato svelato: la Salernitana adesso vuole Pollace a titolo definitivo, che a tutti gli effetti è una mossa a sorpresa perchè in maglia granata nella passata stagione ha collezionato poche presenze: invece il nuovo tecnico Sannino lo vorrebbe, tant'è che sarebbe pervenuta una vera e propria offerta per il calciatore laziale con un contratto quadriennale. Il Gubbio intanto aspetta il calciatore in ritiro ma la situazione è bloccata. Così scrive a chiare lettere il sito web Lalaziosiamonoi.it, tra i più importanti portali di informazione biancoceleste. Insomma si può definire un intrigo Pollace: si attende ora come si svilupperà la vicenda. In conferenza stampa invece hanno parlato i difensori Alessio Petti e Michele Rinaldi. Petti in breve ha specificato: "Sono contento della riconferma in rossoblù. Questo gruppo ha la fortuna di ripartire da un'ossatura molto importante come quella passata stagione". Il nuovo arrivato Rinaldi invece in sintesi ha detto: "La scelta di venire a Gubbio è nata dal fatto che quella rossoblù è una società sana, si può fare calcio in una maniera giusta e c'è piena disponibilità di tutti nel gruppo". Altre di mercato. Colpo del Teramo: preso Marco Sansovini, classe 1980, bomber di razza, ex Pescara, Spezia, Novara e Cremonese.

20 LUGLIO 2016
Di Maio: "La mia una scelta di vita, e mi dispiace che il patron...". E in difesa, idea Zanchi

Non è più un calciatore del Gubbio. Era arrivato la scorsa stagione in inverno e poi ha vinto il torneo con il gruppo di Magi. In estate veniva dato per confermato, in realtà, di seguito, si è trasferito in serie D, a Matelica. Stiamo parlando del difensore centrale Roberto Di Maio. Il diretto interessato ci spiega come è andata: "Diciamo che è stata una scelta di vita. Capisco che qualcuno ci è rimasto male. E poi capisco che il presidente (Notari ndr) ci è rimasto male e mi dispiace: ma con il tempo spero gli passerà. Posso solo dire che ho ricevuto una offerta vantaggiosa a cui non potevo proprio rinunciare, anche perchè quando si fanno certe scelte, lo si fa in famiglia. Infatti io ho dovuto pensare anche alla mia famiglia. D'altronde non si può andare indietro alle favole. La serie C l'ho già disputata per dieci anni (pure la serie B ndr), conosco già questa categoria e poi ho 34 anni: è vero che avevo dato la parola al presidente, però ad un certo punto ho dovuto fare una scelta e in questi casi non si può sempre decidere sempre con il cuore. Anche perchè in passato quando ho fatto scelte di cuore poi non mi è andata bene. Tuttavia voglio ribadire che con il Gubbio sono stato benissimo, anzi sono stato da Dio. Quando sono stato chiamato a Gubbio mi era stato chiesto di vincere il campionato e così è stato, ed io, personalmente, ho dato il massimo per raggiungere questo traguardo. Ho passato momenti molto belli a Gubbio, ho degli amici, posso aggiungere che tornerò a vedere il Gubbio ed io tiferò sempre il Gubbio perchè come dicevo mi sono trovato benissimo con tutti". A Matelica tuttavia si sta costruendo una squadra di grande spessore e con lei è arrivato pure il difensore Cacioli che era a Parma. Non è così? "Sì, siamo arrivati insieme al Matelica. D'altronde si sta costruendo una squadra molto competitiva, sono arrivati dei calciatori importanti e penso che ci sono tutte le credenziali per fare un campionato di ottimo livello". Ma Di Maio ci tiene a chiudere con una frase: "Mi auguro che a Gubbio si faccia bene pure nel prossimo campionato. E come dicevo, verrò a trovarvi, verrò a vedere qualche partita". Notiziario. La società del Gubbio informa che per la partita amichevole (valevole per il 23° Memorial Mario Mancini) di domenica 24 luglio (ore 20:30) contro la Ternana, saranno aperti due settori: la tribuna e la curva. Ecco i prezzi: tribuna 10 euro, curva 5 euro, donne 5 euro in entrambi i settori. Biglietti che sono disponibili già in prevendita presso la Tabaccheria 2000. Mercato. L'ex: il centrocampista offensivo Lorenzo Marchionni passa dal Modena alla Pro Piacenza. Arezzo, altro colpo grosso: dopo l'arrivo dell'attaccante Moscardelli dal Lecce, viene ingaggiato il centrocampista Paolo Grossi dalla Ternana. Intanto c'è un nome nuovo in casa Gubbio: secondo quanto riporta il sito web Tuttomercatoweb.com, la società eugubina è sulle tracce del terzino sinistro Andrea Zanchi, classe 1991, del Matera; l'ex calciatore del Perugia, tuttavia, è conteso anche dal Catania.

19 LUGLIO 2016
Ferri Marini: "La mia grande chance". Lunetta: "Qui per fare gavetta". Attacco, pista Tortolano

Parte il duello. Il cannonniere del Gubbio della passata stagione, con 18 reti segnate (poule scudetto compresa), e il giovane talento proveniente dall'Atalanta. Stiamo parlando di Daniele Ferri Marini, che è un classe '90, contro Gabriel Lunetta, classe 1996. La parola ai protagonisti. Ferri Marini dice: "Dico finalmente. Finalmente mi rigioco le mie chance in Lega Pro dopo aver vinto dei campionati in serie D e non vedo l'ora di iniziare. Mi auguro che ce la possiamo lottare con tutti e voglio che le altre squadre ci devono temere. Questa è una squadra giovane, ma siamo partiti bene: i ragazzi nuovi sono bravi, ci rispettano e vogliono imparare da noi. Magi? É vero che è nuovo in Lega Pro, ma conoscendo il mister si darà sempre il massimo. Vedo Venezia, Piacenza o Parma, con nomi che giocavano in A o in B. D'altronde sarà il campo a dire qual è la squadra più forte, solo con i nomi non si vince. Basta vedere l'anno scorso: se non si era formato un buon gruppo, non si vinceva il campionato. E credo che sia stato importante confermare l'ossatura del gruppo passato: su questo punto di vista possiamo partire avvantaggiati perchè già chi conosciamo. Se farò ancora tanti gol? Ma io lo spero, ma dipenderà dalla squadra come mi assisterà. Un centravanti ideale? Come Zuppardo l'anno scorso, perchè lavorava molto per noi esterni, si muoveva molto e pure a mister Magi è sempre piaciuta una punta centrale di movimento. Lunetta? Un buon giovane, possiede un bel sinistro, ma soprattutto è un ragazzo molto bravo ed è un grande uomo. É il mio sostituto naturale? Ma noi lo sappiamo, non c'è nessun titolare. Il lavoro? Ho visto un nuovo preparatore atletico (Bruno ndr) molto preparato e stiamo lavorando molto bene". Passiamo quindi a parlare con l'altro esterno d'attacco, Lunetta, che afferma: "Provengo dalla Primavera che è un campionato molto tosto, veloce e ritmato, ma c'è anche tecnica: mi porto dietro tanti consigli da gente esperta, tipo mister Bonacina che mi ha aiutato molto, e poi i consigli che mi davano i più grandi in prima squadra. Questo è un buon punto di partenza per fare gavetta e sperare di arrivare a certi livelli. Dico che sono rimasto sorpreso per come ci hanno accolto in ritiro tutti: pensavo molto peggio, invece qui il gruppo è bellissimo, i più anziani ti aiutano molto. Gruppo coeso e forte. Ma si vede che questo gruppo non ha vinto per caso l'anno scorso. Tuttavia ho scelto Gubbio perchè si vive di calcio ed è un posto ideale per un giovane perchè si vive tranquillamente. Si lavora bene e il mister a mio avviso è molto bravo. Giocarmi il posto? Ma si lavora per questo. Se giocavo con il 4-3-3 a Bergamo? Sì, ma abbiamo fatto anche il 4-4-2. L'obiettivo? Non ce lo poniamo, mi auguro solo che la squadra dia tutto in campo come è avvenuto l'anno scorso: così mi è stato raccontato". Mercato. Esce un nome nuovo per l'attacco: Emiliano Tortolano, classe 1990, in uscita dal Catania, secondo quanto riporta Tuttolegapro.com potrebbe finire al Gubbio: è un ex Latina, Catanzaro, Cosenza e Melfi. Sorpresa a Viterbo. Esonerato il tecnico Federico Nofri Onofri, dopo aver vinto il campionato di serie D, ed era stato confermato anche per questa stagione. Il presidente Camilli ha chiamato al suo posto il tecnico Giovanni Cornacchini, reduce dall'esperienza di Ancona, e l'allenatore fanese si porta con sè come collaboratore (vice allenatore) l'eugubino Renzo Tasso (ex tecnico della Berretti rossoblù). Un eugubino alla ribalta su Tuttosport. Si chiama Giovanni Filippetti: per una tesina a scuola sul "Grande Torino" riceve i complimenti direttamente dal presidente granata Urbano Cairo. Tra l'altro Giovanni è un giocatore delle giovanili del Gubbio, figlio del giornalista Roberto Filippetti.

19 LUGLIO 2016
Rinforzi: pronti Pollace, Musto e Valagussa. Gli ex: Marchi alla Reggiana, Briganti al Como

Allenamenti con doppia seduta all'ordine del trainer Magi. Un lavoro quotidiano che si protrarrà per tutta la settimana, prima del test probante contro la Ternana (domenica 24 luglio in notturna). Due volti nuovi si sono aggregati nel gruppo. Il centrocampista Marco Barbacci (già la scorsa stagione nel Gubbio), mentre in prova c'è Lorenzo Camilli, classe 1997, punta, ex Rieti ed ex Primavera del Brescia. Tiene banco però sempre il mercato. A breve potrebbero arrivare tre volti volti in casa Gubbio. Si tratta in primo luogo del terzino destro Gianluca Pollace, classe 1995, che è di proprietà della Lazio (è un ex Salernitana). Si parla poi dell'attaccante Lorenzo Musto, classe 1996, una punta, la scorsa stagione alla Torres (è del Bologna). Inoltre c'è Paolo Valagussa, classe 1993, centrocampista, della Virtus Entella (ex Renate). Questi sono i nomi più gettonati pronti ad approdare a Gubbio. Poi si aspettano ancora un difensore centrale e una punta centrale, entrambi di esperienza. Capitolo portieri. Giacomo Volpe si sta allenando con il gruppo, ma ancora non ha firmato. Nel fine settimana, o al massimo ad inizio della prossima settimana, ci sarà un incontro risolutore: si parla che potrebbe essere proposto un contratto biennale all'estremo difensore piemontese. Invece Caio Gobbo Secco (ex portiere della Lupa Roma) è in prova e si sta valutando se potrebbe fare parte per la causa Gubbio. Intanto il terzino sinistro Alessandro Degrassi, che non rientra ormai più nei piani del Gubbio, potrebbe finire al Matelica dove si è accasato un altro ex rossoblù, Di Maio. L'ex attaccante Liborio Zuppardo invece è finito nel mirino del Forlì. Adesso è ufficiale: il difensore centrale Aya Ramzi ha rinnovato con la Fidelis Andria e si è aggregato con la squadra azzurra a Norcia: durante la scorsa settimana veniva dato per fatto il suo trasferimento al Gubbio con un accordo biennale. Ex rossoblù. Il difensore Marco Briganti passa dalla Cremonese al Como. L'attaccante eugubino Ettore Marchi dalla Pro Vercelli passa alla Reggiana, per sostituire il partente Rachid Arma, finito al Pordenone. Il punto sulla Lega Pro: Martinafranca e pure lo Sporting Bellinzago non hanno presentato la domanda di iscrizione (quest'ultima sarà sostituita dalla Caronnese). Inoltre tre società come Pavia, Rimini e Virtus Lanciano non hanno presentato il ricorso per l'iscrizione e quindi sono fuori. Si tornerà al format di 60 squadre, rispetto alle 54 dell'anno scorso. Perciò si attendono dieci ripescaggi: il prossimo 26 luglio si sapranno le società aventi diritto.

18 LUGLIO 2016
Ecco le foto del ritiro. Ecco volti nuovi e allo staff. Lega Pro: si chiamerà ancora così

Iniziato il ritiro e lo raccontiamo con le immagini. Dai volti nuovi, come Lunetta, Candellone e Rinaldi. Novità nello staff con Magi che è alle prese con Cioffi e Bruno. Prime fasi di allenamento allo stadio Pietro Barbetti, con il pubblico che assaggia al primo impatto la nuova squadra che dovrà affrontare la Lega Pro. Tutto quanto raccontato con le foto a cura di Simone Grilli. Altre news. Era finito nel mirino del Gubbio e anche della Lucchese. Però alla fine il difensore centrale portoghese Vasco Manuel Texeira Faisca, reduce dal campionato disputato con la Maceratese, si trasferisce alla Virtus Francavilla, neopromossa in Lega Pro. Intanto il sito web Tuttolegapro.com, ha interpellato in maniera esclusiva il presidente della Lega, Gabriele Gravina, che anticipa: "Se si chiamerà serie C? Non per quest'anno, in questa stagione sarà ancora denominata Lega Pro. Poi farò rispettare il format di 60 squadre, per colmare i vuoti ci vorranno almeno dieci ripescaggi. Per il 4 agosto indirò un consiglio di Lega per la composizione dei gironi e l'8 agosto spero di poter presentare anche i calendari. Tutte le squadre giocheranno con i nomi dei giocatori sul retro della maglia".

17 LUGLIO 2016
Magi: "Vogliamo solo gente motivata". Pannacci: "Pronti altri cinque calciatori. E Ramzi..."

Inizia il ritiro in maniera ufficiale in casa Gubbio. Prima dell'inizio c'è stata una conferenza stampa. Parlano in quattro. Il diesse, il trainer, il confermato Ferretti e il neo arrivo Candellone. Andiamo per ordine. L'allenatore Giuseppe Magi spiega: "Alcune trattative non sono andate in porto perchè altre società hanno più appeal. Ma tutto ciò non ci deve scoraggiare. Tuttavia sono soddisfatto del mercato finora fatto, in quanto in questa squadra voglio gente motivata e vogliosa di indossare questa maglia e sposare la causa Gubbio". Prende la parola il direttore sportivo Giuseppe Pannacci che dice: "Ora arriveranno altri cinque elementi. Ci auguriamo che già da lunedì sera concludiamo con almeno tre calciatori". In pratica si parla di un terzino, due centrocampisti, un centrale difensivo e una punta centrale. Per forza di cose si parla del caso Ramzi, e il diesse Pannacci a riguardo afferma: "Con Ramzi c'era stato un accordo in sede per un biennale. Però poi il calciatore si è tirato indietro. Nei prossimi giorni spiegheremo come è andata in maniera più approfondita la vicenda, per non creare strane interpretazioni sull'accaduto". Sul caso Ramzi interviene pure il tecnico Magi che spiega: "Per una parte è andata bene così. Non avrei voluto un calciatore che poi non sarebbe stato motivato e non si sarebbe messo a disposizione come volevamo. Non avrebbe avuto senso integrare un calciatore così. Chi viene qua deve essere orgoglioso di giocare con il Gubbio". Il neo acquisto dal Torino, ovvero Leonardo Candellone, afferma: "Ho avuto modo di fare parte pure della prima squadra, quindi a livello mentale so già cosa significa vivere l'aria di uno spogliatoio in prima squadra. Ruolo? Sono una punta centrale, ma la scorsa stagione in Primavera con Longo ho giocato pure da esterno di attacco". Si chiude con l'ala destra Daniele Ferretti che in maniera concisa dice: "Sono ancora più stimolato a giocarmi le mie carte in Lega Pro. La squadra ha un'identità e si prosegue con il bel gruppo che si era creato l'anno scorso. Con un vantaggio: quest'anno siamo partiti prima con la fase di preparazione. E da parte nostra cercheremo di fare integrare al meglio i più giovani in questo gruppo". (Resoconto della conferenza a cura di Roberto Barbacci di Infopress). Notiziario. Amichevole contro la Ternana al "Pietro Barbetti" (fischio d'inizio alle ore 20:30), domenica 24 luglio, per il Memorial Mario Mancini.

16 LUGLIO 2016
Ramzi: Gubbio sì, anzi no. Ufficializzato Candellone. In più c'è Secco. La lista dei convocati

Un giallo? No. Questo sembra un film thriller. La notizia è rimbalzata nelle ultime ore tra lo stupore generale. Un calciatore viene dato come acquisto ufficiale (precisamente il 13 luglio), addirittura si parla di un contratto biennale. Invece lo stesso calciatore non ha firmato (ancora) con il Gubbio e non risulta tra i convocati per il ritiro che parte in sede proprio sabato 16 luglio. Stiamo parlando di Aya Ramzi, difensore italo-tunisino, classe 1990, che veniva dato come acquisto fatto dall'organo ufficiale dell'ufficio stampa della società eugubina. L'indiscrezione clamorosa viene raccontata da un portale di informazione di Andria, ovvero il sito Andria.news.24.city, come si può vedere nel link. In pratica si dice che Ramzi vestirà ancora la maglia azzurra della Fidelis Andria e andrà in ritiro a Norcia. Il portale web pugliese aggiunge inoltre che "l'accordo con il calciatore è arrivato dopo lunghe giornate di trattative e Aya era vicinissimo alla firma con il Gubbio". La società eugubina invece ribatte nella serata di venerdì e sulla questione ha scritto così: "La società nei prossimi giorni comunicherà la situazione del calciatore: Aya Ramzi non parte per il ritiro con la squadra". Un capitolo curioso, o per meglio dire grottesco. La stessa società tuttavia comunica un nuovo acquisto: si tratta dell'attaccante Leonardo Candellone, classe 1997, arrivato in prestito dal Torino. Sono per la precisione 22 i calciatori convocati per il ritiro di Gubbio all'ordine del trainer Giuseppe Magi. Tra i convocati (come avevamo annunciato) c'è il portiere Giacomo Volpe (ma si deve trovare ancora un accordo tra le parti) e in più c'è un nuovo volto tra i pali: Caio Gobbo Secco, classe 1995, brasiliano, la scorsa stagione alla Lupa Roma Castelli (ex Crotone, San Marino, in Brasile ex Botafogo, Vitoria e Coritiba). Ma ecco tutta la lista dei calciatori che partirà in ritiro. Novità anche nello staff tecnico. Al fianco del riconfermato allenatore Giuseppe Magi, ci sarà come vice Antonio Cioffi (ex allenatore di San Gimignano e Pianese); la scorsa stagione c'era Bachiocchi ora finito al Fano del nuovo allenatore Cusatis (la società marchigiana spera nel ripescaggio in Lega Pro). Il nuovo preparatore atletico invece è Francesco Bruno (ex Martina). Confermato come preparatore dei portieri, Giovanni Pascolini.

14 LUGLIO 2016
Lunetta: "Contento di Gubbio. Mi hanno parlato bene della piazza". Volpe va in ritiro, ma...

Operazione portiere, è tutto in fase di stallo. Stiamo parlando di Giacomo Volpe, classe 1996, l'anno scorso al Gubbio, dove arrivò in prestito dalla Juventus. La notizia è la seguente. L'estremo difensore piemontese partirà nel ritiro che comincerà sabato 16 luglio, ma il calciatore non ha ancora firmato nessun rinnovo. Perciò inizierà la preparazione senza un contratto in mano. Infatti ci sarà un incontro risolutivo la prossima settimana tra le due parti, ma non è poi così certo che ci sarà la fumata bianca. Anzi, è tutto da stabilire. Tra l'altro Volpe, per essere contrattualizzato, spetta al Gubbio acquistare il cartellino, in quanto è terminato (salvo ripensamenti) lo scorso 30 giugno il legame con la società bianconera di Torino. Pertanto la questione portiere è ancora in fase di stand by. In pratica se non si troverà un accordo con Giacomo Volpe, il Gubbio sarà costretto a prendere altre strade. Intanto noi parliamo con un neo acquisto, l'italo-francese Gabriel Lunetta, proveniente dall'Atalanta. Ecco cosa ci dice: "La mia scelta? La società del Gubbio ci crede in me, il direttore (Pannacci ndr) mi ha chiamato 4 volte, mi ha chiamato spesso pure il mister (Magi ndr) e il presidente (Notari ndr) l'ho conosciuto, in quanto sono venuti tutti e tre ad incontrarmi. Nonostante altre compagini mi stavano seguendo, ho scelto Gubbio perchè mi hanno parlato bene di Gubbio e il mister è persona seria. Ci sono insomma tutti i presupposti per fare bene. Il mio ruolo? Sono un esterno sinistro d'attacco, ma anche destro, negli Allievi avevo giocato anche come punta centrale e pure terzino. Nessun problema dove giocare perchè mi adatto a tutto, l'ho detto pure all'allenatore. A chi calciatore mi ispiro? Come personaggio e intelligenza al francese Evra. Mentre come calciatori per come giocano in campo mi piacciono molto il gallese Bale e il brasiliano Douglas Costa de Souza". Alcune curiosità su Gabriel Lunetta: parla tre lingue, ha conseguito l'IB (International Baccalaurate) e studia pure Economics and Management alla Cattolica di Milano. Insomma è un calciatore un po' "atipico" rispetto agli standard classici. Notiziario. Ufficializzate le prime amichevoli estive. Venerdì 29 luglio si giocherà con lo Spezia. Giovedì 4 agosto invece si giocherà a Gubbio contro la Juve Stabia con fischio d'inizio alle ore 20:30. Partite del resto che anticiperanno la Coppa Italia che inizia il 7 agosto. Altre di mercato: la Sambenedettese prende il centrocampista Minotti, giunto in prestito dall'Atalanta, e nel frattempo la società adriatica ingaggia in maniera ufficiale il difensore (ex Gubbio) Alessandro Radi, dopo l'esperienza di Ancona. L'ex esterno rossoblù Emanuele D'Anna firma per il Cosenza (reduce dall'esperienza con la Maceratese).

13 LUGLIO 2016
Degrassi, giallo. Ufficializzati altri quattro acquisti: Lunetta, Bergamini, Costantino e Ramzi

Colpo di scena. Alessandro Degrassi non è un calciatore del Gubbio. Il terzino sinistro piemontese, la scorsa stagione al Gubbio, che fu prelevato nel dicembre 2015 dal Delta Rovigo (via Juventus), non rientra più nei piani della società. La cronistoria. Degrassi la scorsa settimana aveva fatto (insieme agli altri confermati) la visita medica per poi recarsi in sede per firmare il rinnovo. Un rinnovo che veniva dato per fatto, tant'è che nel giorno di sabato (9 luglio) è stato ufficializzato con un comunicato stampa della società eugubina, nella lista dei confermati. Ma in realtà è successo qualcosa di diverso. Infatti l'esterno difensivo non aveva ancora messo la firma sul contratto, tant'è che un incontro è stato poi rimandato a questa settimana. Un incontro che non ha dato i suoi frutti, infatti non è arrivata nessuna fumata bianca, anzi la trattativa si è proprio arenata e Degrassi adesso si guarda attorno per cercare una nuova destinazione. La situazione tuttavia si tinge di giallo: un comunicato dell'A.S. Gubbio 1910 (come si diceva) lo dava per confermato, ma in pratica c'è stata solo una fumata nera. Per questo motivo ora il Gubbio sta cercando un nuovo terzino e nelle ultime ore è uscito il nome di Gianluca Pollace, classe 1995, della Lazio (ex Salernitana). Intanto però vengono ufficializzati quattro acquisti dalla società rossoblù. In primis arriva l'esterno d'attacco italo-francese Gabriel Lunetta, classe 1996, in prestito dall'Atalanta. Notizia questa che avevamo anticipato (vedi articolo precedente). Giunge poi in rossoblù il centrocampista Rosario Costantino, classe 1997, in prestito dal Palermo. Dal Bologna invece arriva in prestito il centrocampista Francesco Bergamini, classe 1994, la scorsa stagione alla Virtus Lanciano (ex Paganese e Arezzo). Infine ecco Aya Ramzy, classe 1990, italo-tunisino, è un difensore centrale (all'occorrenza può ricoprire il ruolo di terzino) e firma con il Gubbio un biennale: la scorsa stagione si trovava alla Fidelis Andria (29 presenze), mentre in passato ha vestito le casacche di Torres, Rimini e Reggiana. Questi acquisti si aggiungono a quello del difensore centrale Michele Rinaldi, classe 1987, ex Cuneo. Ex rossoblù: l'attaccante Mattia Bortolussi va al Sansepolcro.

12 LUGLIO 2016
Gubbio, obiettivo baby: pronti Lunetta e Costantino. Inoltre si parla pure del terzino Pollace

Un nome nuovo, un probabile nuovo arrivo, da parte dei giovani, da valorizzare da un club di serie A, è il seguente: Gabriel Lunetta, classe 1996, di proprietà dell'Atalanta. É un'ala sinistra che all'occorrenza può giocare anche ala destra, nazionalità italo-francese. Ha giocato nella formazione Primavera della squadra bergamasca. É tecnico e fisicamente ben dotato. É seguito da altri club di Lega Pro ed anche uno dalla serie B, ma il calciatore è candidato a vestire il rossoblù: un talento per farsi le ossa in un ambiente che può essere ideale come quello di Gubbio. Salvo colpi di scena, Gabriel Lunetta arriverà in prestito, via Atalanta. Ma ecco un vademecum per capire meglio di quale calciatore si parla, come lo descrive il sito Atalanta.it. Un altro nome pressochè vicino ai colori rossoblù è quello di Rosario Costantino, classe 1997, di proprietà del Palermo. É un centrocampista centrale e proviene proprio dalla Primavera rosanero. In questa operazione potrebbe rientrare il trasferimento del portiere Michele Monti, classe 1990, del Gubbio: per ora è in prova al Palermo, appunto. Ma c'è da capire pure cosa succederà in porta. Si pensa di confermare il portiere Giacomo Volpe, classe 1996. In realtà tra i pali stanno uscendo altri nomi. Nei giorni scorsi si è fatto quello di Gianluca Micale, classe 1996, l'anno scorso al Foggia. Si è pensato anche ad Alessandro Piacenti, classe 1992, di Narni, che è in forza al Perugia. É uscito anche il nome di Giovanni Zandrini, classe 1989, di Umbertide, ex L'Aquila, ma potrebbe essere fuori portata a livello economico. Comunque sia va sciolto questo nodo piuttosto importante dell'estremo difensore. Come è da sciogliere il ruolo del centravanti. Ormai appare sicura la non riconferma di due attaccanti, di Lorenzo Crocetti (pronto a trasferirsi al Varese) e poi di Liborio Zuppardo (sono giunte offerte da alcuni clubs si serie D), come del resto ha fatto capire il trainer Magi nella conferenza stampa di lunedi (vedi articolo precedente). Si cerca un attaccante di esperienza e di categoria, e per questo si potrebbero attendere tempi migliori (forse agosto). Ma non è tutto: secondo quanto riporta Tuttolegapro.com, potrebbe arrivare a Gubbio un terzino della Lazio: si tratta di Gianluca Pollace, classe 1995, ex Salernitana. Altre news di mercato. L'attaccante Marco Guidone (era al Santarcangelo) firma con la Reggiana. Invece l'attaccante Davide Moscardelli (reduce da una stagione a Lecce) è pronto a sbarcare ad Arezzo, rifiutando le offerte di Juve Stabia e la neo promossa Virtus Francavilla, che poi ha virato su Gianluca De Angelis, l'anno scorso alla Casertana (ex Gubbio) ed è pronto alla firma. Il Parma pensa al colpo grosso: si punta tutto sull'attaccante Gianluca Sansone della Sampdoria; la società crociata infatti sarebbe pronta a sborsare 300mila euro annui per un contratto biennale. La punta Alessandro Polidori (ex Rimini) è finito nel mirino del Matera che è pronta chiudere la trattativa, mentre il centravanti Stefano Scappini firma con la Cremonese del neo allenatore Tesser. Notiziario. Ci si chiede, ma come sarà la nuova maglia? Svelato l'arcano. Ancora è solo un campione, priva di sponsor. Tuttavia la maglia principale (la prima maglia per intenderci) sarà classica con strisce rosso e blù con bande larghe, pure nel retro. Ecco il prototipo in esclusiva.

11 LUGLIO 2016
Magi: "Emozionato, ma guardiamo in faccia la realtà. Dal mercato mi sarei aspettato di più..."

Si presenta in conferenza stampa il tecnico Giuseppe Magi. Si parte proprio parlando per il rinnovo con un biennale con il Gubbio e di questa nuova avventura chiamata Lega Pro (o serie C, visto che è molto probabile che cambierà nome). Dice l'allenatore pesarese: "Dico che ho avuto un periodo di una certa emozione. Una emozione scaturita dal fatto che posso giocarmi le mie carte nei professionisti. Ma nell'ultimo periodo abbiamo guardato in faccia la realtà, pensando al lavoro e a costruire la squadra. Ho trovato un presidente Notari determinato e infatti stiamo mettendo sotto torchio il direttore sportivo Pannacci. Questo mercato non è assolutamente semplice". Intanto però sono arrivate delle conferme importanti della passata stagione: "Ma certamente. Un passaggio importante. Un passo fondamentale per poter proseguire un certo discorso e un progetto. Del resto ho avuto anche altre sirene, però ho sposato questa causa: il Gubbio mi ha fortemente voluto, come nella passata stagione. Avremmo voluto confermare più calciatori, ma il regolamento della Lega Pro per le valorizzazioni ci costringe di muoverci in una certa maniera in questo mercato soprattutto per quanto riguarda i giovani". Con l'arrivo di Rinaldi, è arrivato un calciatore esperto al posto di Di Maio. Ma al centro dell'attacco arriverà un altro calciatore di esperienza? "Innanzitutto devo fare una premessa. Rinaldi è arrivato perchè ci serviva. La rinuncia a Di Maio che ha preferito di andare altrove (Matelica ndr) è venuta dopo. Pertanto al centro della difesa mi aspetto un nuovo calciatore di categoria. Con Marini, Rinaldi e Petti, ci occorre un'altra pedina: mi riferisco agli over per intenderci. In attacco invece ci servirà un calciatore con delle stesse caratteristiche che avevano Crocetti e Zuppardo l'anno scorso". Sì, ma è soddisfatto finora di questo mercato? "Sì e no". Cioè? "Sono contento che ho firmato un biennale. Ma per il mercato sinceramente mi aspettavo di più. Nel senso che alcune trattative pensavo che andassero in porto e invece si sono arenate. Purtroppo abbiamo dovuto competere con società blasonate che stanno facendo degli sforzi economici enormi, perciò non è stato semplice. Tuttavia ci abbiamo provato e quindi non esiste su questo punto di vista del rammarico". Ma ci può fare un esempio? "Sì, ma certo. Volevamo infatti Giuseppe Maimone (centrocampista, classe '94, dal Melfi), ma è finito al Lecce (con un biennale ndr). Tuttavia stiamo lavorando per poter avere un organico già numeroso per il ritiro che partirà sabato (in sede ndr) e mi aspetto che arrivi già in settimana un attaccante di categoria. Ma in attacco ci serviranno due pedine importanti. Per la seconda possiamo aspettare anche i primi di agosto, quando le pretese di qualche calciatore scenderanno". Ultima domanda, resterà fedele al suo 4-3-3? "Penso di sì, proprio nel segno della continuità. Poi è chiaro che dipenderà molto anche dalle caratteristiche della squadra che andiamo ad allestire". Insomma il trainer Magi è già pronto per l'avventura. Presentato anche il nuovo addetto stampa, Lorenzo Billi. Notizie flash. Il ritiro inizia sabato pomeriggio presso l'Hotel Villa Montegranelli e gli allenamenti di precampionato si terranno presso lo stadio Pietro Barbetti. Primo orientamento amichevoli. Si inizia con la prima partitella in famiglia il 23 luglio, poi test di lusso contro lo Spezia il 29 luglio (con ogni probabilità si giocherà a Norcia). Date tuttavia da ufficializzare.

10 LUGLIO 2016
Ufficiale: Magi firma un biennale, Rinaldi è il primo acquisto. Da sciogliere però altri nodi

Arrivano altre due ufficialità. La prima, la più attesa. L'allenatore Giuseppe Magi rinnova con il Gubbio e firma un biennale. Questo rinnovo è stato salutato così dall'A.S. Gubbio 1910: "Soddisfazione per il proseguimento del rapporto con il tecnico Magi, in funzione di una continuità programmatica che sta alla base del progetto della società". Una conferma che si aggiunge agli otto confermati ufficializzati un giorno fa: ovvero hanno firmato Croce, Ferretti, Ferri Marini (tutti e tre accordo per un biennale), e poi Romano, Degrassi, Marini, Petti e Kalombo. Che si aggiungono ai già presenti Conti e Schiaroli, che già erano del Gubbio, ma nella lista sarà di nuovo presente anche Fumanti. Sempre nella giornata di sabato è giunta anche l'ufficialità del primo acquisto del Gubbio edizione 2016-2017: si tratta del difensore centrale Michele Rinaldi, è un classe '87, la scorsa stagione al Cuneo (30 presenze e due gol). Il calciatore bresciano in passato ha giocato nel Rimini, ma anche con Udinese, Parma, Bari, Prato e Benevento (cresciuto nell'Atalanta). Da sciogliere il nodo portiere. La situazione di Giacomo Volpe è infatti tutta da definire. E nelle ultime ore è uscito il nome di un nuovo portiere accostato al Gubbio: si tratta di Gianluca Micale, classe '93, ex Foggia. Abbonamenti. La società della Gubbio Calcio precisa che prosegue a buon riltmo la campagna abbonamenti, a tale proposito sono arrivate in sede le card di Sportube con le quali vedere le trasferte del Gubbio all'interno del canale telematico della Lega Pro. Perciò per chi ha già sottocritto l'abbonamento, per i quali è previsto l'omaggio delle card, si possono ritirare recandosi presso la segreteria dell'A.S. Gubbio allo stadio Pietro Barbetti. Altre news di mercato. L'attaccante Davis Curiale del Trapani (ex Frosinone) è finito nel mirino della Reggiana. Il centrocampista Roberto Ranieri dell'Atalanta finisce al Cosenza. Ex rossoblù: il difensore Alessandro Radi, dopo l'esperienza di Ancona, è in procinto a finire alla Sambenedettese.

09 LUGLIO 2016
Ufficiale, otto confermati: ed ecco la lista. E per la difesa spunta il nome di Michele Rinaldi

Nel segno della continuità. Ora è ufficiale. Otto calciatori vengono confermati. Ecco l'elenco. In primis si era parlato di Marco Croce (accordo per un biennale) e a ruota ora hanno firmato anche l'ala destra Daniele Ferretti e l'attaccante Ferri Marini (entrambi sempre con un biennale), come del resto era stato preventivato. Invece con un contratto annuale vengono confermati il centrocampista Alfredo Romano, il difensore centrale Alex Marini, il terzino sinistro Alessandro Degrassi, il jolly difensivo Alessio Petti e il terzino destro Sedrick Kalombo. Tutti quanti i calciatori elencati hanno già fatto le visite mediche di rito. In pratica sarebbero dieci i confermati perchè faranno parte della rosa dei rossoblù in Lega Pro anche il centrocampista Massimo Conti e il difensore Lorenzo Schiaroli, che vengono dal vivaio del Gubbio. A questo punto manca l'ufficialità per il tecnico Giuseppe Magi, ma è solo una formalità, visto che la lista dei confermati è per mano dell'allenatore pesarese, ovvero sono ritenuti gli uomini di fiducia: si parla anche per lui di un accordo biennale. Ora da definire la posizione del portiere. Tutta da chiarire la situazione di Giacomo Volpe, scuola Juventus, cioè se resterà o meno al Gubbio. E a tal proposito nelle ultime ore è uscito il nome di un nuovo portiere: si tratta di Gianluca Micale, classe '93, che si è svincolato dal Foggia. Ma un altro nodo da sciogliere è quello del difensore centrale, ovvero il posto lasciato vuoto da Di Maio che si è trasferito al Matelica. E notizia delle ultime ore, c'è un nome nuovo: si tratta di Michele Rinaldi, è un classe '87, la scorsa stagione al Cuneo (30 presenze e due gol). Il calciatore bresciano in passato ha giocato nel Rimini, ma anche con Udinese, Parma, Bari, Prato e Benevento (cresciuto nell'Atalanta). Scendono al momento pertanto le quotazioni di Vasco Faisca, anche perchè è appetito da diversi clubs: Lucchese, Foggia, ma anche Perugia. Si aspettano quindi anche alcune new entry e nei prossimi giorni potrebbero arrivare le prime notizie certe. Altre news di mercato. Il terzino sinistro Mickael Varutti (seguito dal Gubbio) si è accasato alla Viterbese con un accordo biennale. Sempre alla Viterbese potrebbe arrivare un ex rossoblù: il portiere Antony Iannarilli, dopo l'esperienza alla Pistoiese, sta chiudendo con il patron Camilli (lo scrive Tuttolegapro.com).

08 LUGLIO 2016
Ora spunta un nuovo nome per la porta: Gianluca Micale. E per il mercato tutte le trattative

Adesso spunta un nuovo nome per la porta. Un possibile arrivo tra i pali in rossoblù. Si tratta per la precisione del portriere Gianluca Micale, classe '93, che si è appena svincolato dal Foggia. Questa è una notizia che viene riportata in esclusiva da Tuttomercatoweb.com e si parla che l'estremo difensore è finito nel mirino del Gubbio. Il calciatore foggiano, precisamente è di Torremaggiore, è cresciuto a livello calcistico proprio nel Foggia dove ha militato nelle ultime quattro stagioni. Micale ha difeso la porta rossonera pugliese dopo l'infortunio al portiere Antonio Narciso (tra l'altro ex rossoblù), proprio nell'ultima parte di campionato. Poi lo stesso Narciso è rientrato nei playoff. A questo punto, c'è da verificare la posizione di Giacomo Volpe, classe '96, di proprietà della Juventus. Ovvero non è poi così certo che potrebbe restare a Gubbio, anche se la sua conferma viene data per imminente. Altre news. L'attaccante Alessandro Polidori (ex Rimini), che piace al Gubbio, era finito nel mirino dell'Arezzo, ma ora si è fatto sotto nelle ultime ore di mercato il Matera dove è finito il neo allenatore Auteri. Invece il Piacenza ingaggia in maniera ufficiale il bomber Mario Titone proveniente dalla Sambenedettese (la scorsa estate a Gubbio). Mentre il Livorno in questo momento è in vantaggio per portare ai labronici l'attaccante Stefano Scappini dopo l'ottima esperienza al Pontedera. Si apre un'asta poi per il terzino sinistro Mickael Varutti dopo l'esperienza di Rimini: come avevamo già scritto, piace a Gubbio e Prato, ma si è inserita con forza nella trattativa pure la Robur Siena: lo riporta il sito web Tuttolegapro.com nell'articolo a cura di Claudia Marrone. In casa Gubbio invece nei prossimi giorni si attendono altre ufficializzazioni per quanto riguarda i confermati. Finora l'ufficialità è arrivata solo per il playmaker di centrocampo Marco Croce che si è accordato con la società eugubina con un contratto biennale. Un biennale che potrebbe essere firmato nelle prossime ore anche dal tecnico Giuseppe Magi e per il trainer pesarese sarebbe la prima volta in Lega Pro, dopo però due campionati vinti di seguito in serie D prima con la Maceratese e poi con il Gubbio. L'appuntamento. Venerdi 8 luglio è prevista la "Festa della Curva 2016" organizzata dai Gubbio Supporters. Si inizierà alle ore 18 presso l'impianto di Zappacenere (Luciano Cambiotti) con una partita tra tifosi e le vecche glorie. Poi appuntamento allo stadio Pietro Barbetti a partire dalle ore 20 dove verrà offerta pizza per tutti (l'ingresso è libero).

07 LUGLIO 2016
Altre caselle da definire. A partire dalle fasce laterali. E con Degrassi previsto un incontro

La matematica certezza della promozione in Lega Pro ha portato la firma di Alessandro Degrassi, nel famoso derby vinto contro il Foligno. Il laterale sinistro arrivò dal Delta Rovigo nel dicembre 2015, entrò in sordina ma poi finì il campionato in crescendo, tant'è che realizzò il gol risolutivo contro i falchetti, con un tiro al volo di sinistro in mischia in area ospite. Ancora la posizione del difensore torinese è in via di definizione. Tuttavia è previsto un incontro con la società eugubina a giorni. Un segnale che fa pensare che potrebbe esserci la possibilità di una conferma, come per altri calciatori della passata stagione. Se si raggiungerà l'accordo, ci potrebbe essere la fumata bianca tra la società rossoblù e il terzino sinistro scuola Juventus, classe '96. Situazione fattibile visto che un altro terzino sinistro, Mickael Varutti, dopo l'ultima stagione al Rimini, potrebbe seguire le orme del trainer Acori che si è accasato a Prato, nonostante il calciatore friuliano era finito nel mirino del Gubbio. Si cerca in qualche maniera di confermare lo zoccolo duro della passata stagione a partire da Croce (un rinnovo già ufficializzato con un biennale), per proseguire con Ferretti, Ferri Marini, Petti e Marini. Da sciogliere i nodi su altri calciatori, come Volpe, Bartoccini e Zuppardo. Ma in particolar modo c'è da colmare il vuoto lasciato da Di Maio al centro della difesa: non sarà di certo operazione facile. Torna in auge Lorenzo Burzigotti, classe '87, reduce dall'esperienza di Messina, ma era finito nel mirino del Gubbio ai tempi del Grosseto. Per non parlare di quei giovani che devono arrivare da squadre di serie A (vedi Roma, Atalanta, Juventus o Palermo) che sono tutti da identificare e sicuramente non saranno di prima fascia. A tal proposito riportiamo proprio una notizia di mercato di queste ultime ore. Il Sud Tirol si aggiudica il capitano della Primavera della Roma (campione d'Italia): si tratta del centrocampista Lorenzo Vasco, classe 1997 (come riporta il sito LaRoma24.it). La curiosità: c'è stato un interesse del Gubbio. Mentre un'altra pedina seguita sempre dal Gubbio, ovvero il giovane centrale difensivo Ivan De Santis del Milan, è in trattativa per passare alla Pistoiese (come riporta il sito web MilanNews24.com). Mentre si sta parlando di una trattativa avviata per portare in rossoblù il centrocampista Rosario Costantino (classe '97) dal Palermo (scrive così il portale web Palermo24.net). Intanto è previsto un anticipo nel ritiro precampionato che si effettuerà in sede (alloggio all'Hotel Villa Montegranelli): non si partirà più lunedì 18 luglio, ma la data del raduno è stata anticipata di due giorni, il sabato, il 16 luglio. Il fulcro degli allenamenti sarà sempre lo stadio Pietro Barbetti di Gubbio.

05 LUGLIO 2016
Adesso è ufficiale. Croce si lega con il Gubbio con un biennale. In attesa di altre conferme

Ora è ufficiale. Marco Croce rinnova con il Gubbio con un accordo per un biennale. Questa è la prima comunicazione ufficiale della società eugubina per quanto riguarda un calciatore e la sua conferma. Un comunicato che è arrivato nella mattinata di martedì (alle ore 10:01) con una frase stringata: "L'A.S. Gubbio 1910 comunica che è stato siglato l'accordo che lega il calciatore Marco Croce alla società rossoblù anche per la stagione 2016-2017". Si rinnova così il rapporto (come già preventivato) con il playmaker abruzzese, dopo la vittoria del campionato nella passata stagione. Nel dettaglio, Marco Croce è un classe 1987, la stagione precedente aveva vinto un altro campionato di serie D con la Maceratese. Nel suo curriculum anche esperienze in serie C2 con Poggibonsi, Aprilia e Giulianova (in giallorosso ha giocato pure in serie C1). Croce è un punto fermo del trainer Magi. Ora, nel segno della continuità, si attendono gli altri rinnovi ufficiali (in primis quelli di Ferretti, Ferri Marini, Romano e Petti), come quello che al momento è il più importante, cioè dell'allenatore. Tuttavia viene data per fatta la conferma di Giuseppe Magi, non ci resta che attendere la fatidica fumata bianca. Ma soprattutto si aspettano con una certa attesa le prime operazioni in entrata, sia per quanto riguarda i giovani (cioè quei calciatori che poi garantiscono dei gettoni per le casse rossoblù), sia per quanto riguarda qualche calciatore esperto per la categoria. Altre news. Adesso il difensore centrale Vasco Faisca, dopo l'addio alla Maceratese, è diventato un oggetto del desiderio per diverse società. Per il Gubbio è un sogno (per sostituire Di Maio che si è accasato al Matelica), ma il calciatore portoghese è finito nel mirino anche della Lucchese da alcuni giorni. Nelle ultime ore però su Faisca c'è stato un sondaggio di due società blasonate, come quella della Foggia (reduce dalla finale playoff di Lega Pro contro il Pisa) e quella del Perugia, che si trova in serie B. Si è aperta un'asta pure per l'attaccante Stefano Scappini, capocannoniere del girone B di Lega Pro. Secondo quanto riporta Tuttolegapro.com, infatti il calciatore perugino piace anche al Livorno e al Parma, ma è finito nel mirino di Brescia e pure dell'Hellas Verona (nelle ultime ore) in serie B. Il Parma invece si prepara al colpo da novanta: individuato l'attaccante Felice Evacuo, che ha rescisso con il Novara (dalla serie B), ex Nocerina e Benevento, ed è pronto a legarsi con la squadra crociata guidata da Apolloni (si parla di un accordo biennale).

04 LUGLIO 2016
Petti: "In Lega Pro servirà concentrazione e costanza". Gubbio, ufficializzato lo staff sanitario

In attesa delle prime ufficializzazioni, ci sono le notizie ufficiose che man mano vengono a trapelare. E tra le conferme c'è un altro tassello che si incasella nel puzzle del Gubbio edizione 2016-2017, anche se ancora manca il nero su bianco. Stiamo parlando del jolly difensivo Alessio Petti che spiega come è la situazione al momento. Dice: "Diciamo che già mi sono incontrato con la società tempo fa e tra noi c'è già l'accordo per proseguire l'avventura a Gubbio. Non c'è ancora la firma, questo è vero, ma anche per me vale lo stesso discorso che si è fatto con altri calciatori. Ho parlato con il presidente, c'è stata una stretta di mano e per me vale molto: del presidente (Notari ndr) ci fidiamo, basta vedere la passata stagione. Quindi adesso non ci resta che definire il tutto e penso che lo faremo già in questa settimana". Insomma, sembra un disco già registrato, ma le parole di Petti si orientano sulla stessa falsa riga delle dichiarazioni rilasciate in questo portale da Ferretti, Ferri Marini e Croce. Tuttavia per Petti sicuramente ha influito il parere di Magi che lo considera un uomo insostituibile nell'organico dei rossoblù: "Ma sì, ormai sono due anni che il mister mi conosce, quindi sa cosa posso dare e sa cosa possono dare gli altri calciatori, pertanto posso dare ancora il mio contributo anche per la prossima stagione. Tuttavia anche la società si è dimostrata propensa e vogliosa di proseguire il rapporto pure per la prossima annata". Allora adesso sorge spontanea una domanda, cosa servirà per affrontare una Lega Pro in maniera dignitosa? "Ovviamente l'obiettivo è la salvezza e l'obiettivo non va dimenticato. Chiaro che è un campionato diverso dove servirà concentrazione e costanza. D'altro canto aggiungo che servirà una certa maturità e una certa esperienza non guasta di sicuro". Con il calciatore Petti tuttavia non si è parlato nei dettagli del contratto, come invece è avvenuto per altri elementi (Ferretti, Ferri Marini e Croce) dove è probabile un rinnovo con un biennale. E lo stesso discorso vale per il trainer Magi che a giorni dovrebbe firmare: da stabilire se sarà biennale o solo un annuale. Notiziario. Primo comunicato ufficiale della Gubbio Calcio. Eccolo: "L'A.S. Gubbio 1910 comunica che è stata definita la composizione dello staff sanitario. Il responsabile è il dottor Aldo Bettelli, che si avvale delle collaborazioni di Giangiacomo Corbucci e Pierluigi Piergentili. I fisioterapisti sono Andrea Rosetti e Loris Camoni, mentre il massaggiatore è Fabrizio Gambini". Mercato: con l'arrivo del trainer Acori a Prato, dopo l'esperienza di Rimini, il terzino sinistro Varutti (seguito dal Gubbio) è finito proprio nel mirino della squadra pratese, che ha già prelevato il difensore centrale Martinelli dal Rimini.

04 LUGLIO 2016
Settimana decisiva. Si attendono le prime fumate bianche. Da sciogliere il nodo di Volpe

Gubbio, si ricomincia da Zoff. Non è un eufemismo. Questa è la settimana cruciale dove si comincia a capire che forma può avere il Gubbio visto che sarà possibile firmare i contratti e quindi potrebbero arrivare le prime ufficializzazioni. E si comincia dal portiere, uno dei tanti nodi da sciogliere, ancora irrisolti in questo momento. Partiamo perciò a parlare di Giacomo Volpe che ha ben difeso la porta dei rossoblù durante il campionato di serie D appena concluso: l'estremo difensore piemontese tuttavia è desideroso di restare ancora a Gubbio per proseguire la sua crescita pure tra i professionisti. Prima però c'è da capire se la Juventus rinnoverà il contratto con il calciatore oppure lo lascerà libero. Nel primo caso il Gubbio potrebbe ottenerlo in prestito dalla società bianconera, nel caso contrario invece sarà il Gubbio che deve accollarsi tutto l'ingaggio del calciatore e quindi accollarsi pure il cartellino di proprietà. Perciò prima dovrà essere risolta questa questione, poi si potrà parlare del resto e in tal senso proprio i prossimi giorni potrebbero diventare decisivi. Come saranno decisivi per tutto il resto: si vedrà chi realmente verrà confermato per la prossima stagione perchè per ora (come abbiamo già scritto in precedenti articoli) ci sono solo voci di corridoio. L'unica cosa certa al momento invece è la partenza del difensore centrale Roberto Di Maio che ha scelto di vestire la maglia del Matelica (si parla di un contratto oneroso): a 34 anni, il calciatore napoletano, si è trovato ad un bivio, è alla fine ha accettato il progetto della società marchigiana. Ora il Gubbio sarà costretto a tappare questo buco. Sarà necessario. Come sarà necessario costruire una squadra competitiva per non incorrere in quegli errori (madornali) che furono fatti due stagioni fa: sappiamo tutti poi come è andata a finire, con quella retrocessione drammatica: per fortuna che c'è stata una immediata risalita, altrimenti sarebbero stati dolori. Anche se in verità una retrocessione del genere, ancora oggi, è difficile da digerire, da capire e da comprendere. Sarà un compito non facile allestire una rosa all'altezza della situazione. Un compito che in primis sarà guidato dal trainer Giuseppe Magi, atteso alla firma in settimana, perchè ad oggi non c'è niente di ufficiale di una sua conferma. Perciò tutta la piazza attende sviluppi, in questa fase molto delicata del mercato che in questo preciso momento è entrato nel vivo. Si attendono le prime fumate bianche. Altre news. Mercato. Ex rossoblù: il trainer Leonardo Acori è in procinto a sedersi sulla panchina del Prato, dopo l'esperienza vissuta a Rimini. L'estremo difensore Antony Iannarilli, dopo l'esperienza alla Pistoiese, è finito nel mirino di un'altra società toscana: piace all'Arezzo.

02 LUGLIO 2016
Ora è ufficiale. Di Maio sceglie l'opzione Matelica. E adesso si cerca un difensore centrale

Ora è notizia ufficiale. Il difensore Roberto Di Maio non è più un calciatore del Gubbio. Alla fine è stata scelta l'opzione Matelica dove è arrivata un'offerta onerosa. La squadra marchigiana punta a fare un ottimo campionato di serie D, tant'è che ha ingaggiato anche il centrale difensivo Cacioli (proveniente dal Parma), con cui farà coppia nel reparto arretrato (avevano giocato insieme già a Rimini). La notizia viene riportata a chiare lettere anche dal sito ufficiale del Matelica (Ssmatelicacalcio.com). Il calciatore napoletano, classe '82, era arrivato a Gubbio nella passata stagione nel mercato invernale proveniente dal Rimini. Di Maio in passato aveva giocato in serie B con la Nocerina, in serie C con L'Aquila, San Marino, Catanzaro e Lecce. Insomma, il mese di luglio inizia subito con il botto per il mercato. Adesso il Gubbio sarà costretto a cercare un altro difensore centrale, possibilmente di esperienza per la nuova categoria che si andrà facendo. E come possibile sostituto si parla di Vasco Faisca, reduce dall'ottima esperienza alla Maceratese, ma ha chiuso in maniera repentina l'avventura in terra marchigiana: ma in verità lo segue con un certo interesse anche la Lucchese del tecnico Nanu Galderisi. Altre di mercato: ufficiale il passaggio del difensore Tiritiello del Gavorrano alla Tuttocuoio. Poi l'attaccante La Gumina del Palermo è finito nel mirino anche del Carpi, oltre del Cesena. Un altro giovane del Palermo, cioè il centrocampista Bentivegna, piace all'Ascoli, sempre in serie B. L'attaccante Parigi dell'Atalanta inoltre è molto vicino al Teramo. Mentre invece pare che ci sia un interesse del Gubbio verso il giovane terzino Giuseppe Pezzella, classe '97, sempre del Palermo. Capitolo iscrizioni: per il momento escluse solo Bellinzago e Martinafranca perchè non hanno presentato domanda di iscrizione al campionato.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 22.09.2019 ora 17:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 5 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Triestina
Reggiana
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Fermana
Carpi
Rimini
Ravenna
Vis Pesaro
Fano
Sudtirol
Virtus Verona
Gubbio
Feralpisalo
Imolese
Arzignano Valc.

10280
8400
7210
5250
4970
4590
3770
3120
1990
1940
1890
1860
1750
1300
1000
950
930
790
630
480

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy