GUBBIO 2019-2020
Serie C - Mercato

ACQUISTI:

Cesaretti (a) Paganese
Bacchetti (d) Monopoli
Sbaffo (c/a) Albinoleffe
Zanoni (d) Atalanta
Cenciarelli (c) Viterbese
Konate (d) Fano
Rafa Munoz (d) Marbella
Filippini (d) Lazio
Zanellati (p) Torino
Ravaglia (p) Bologna
De Silvestro (a) rinnovo
Malaccari (c) rinnovo

SOTTO CONTRATTO:

Marchegiani (p)
Tofanari (d)
Schiaroli (d)
Maini (d)
Benedetti (c)
Conti (c)
Ricci (c)
Battista (a)
Tavernelli (a)

TRATTATIVE:

Hadziosmanovic (d) Samp
Bordin (c) Roma
Sarao (a) Monopoli
Bianchimano (a) Perugia
Danti (a) Virtus Verona

CESSIONI:

Casiraghi (c/a) Sudtirol
Chinellato (a) Lecco
Espeche (d) Reggiana
Cattaneo (c/a) Novara
Plescia (a) Renate
Pedrelli (d) Vis Pesaro
Battaiola (p) Fiorenzuola

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA 2018-2019

Pordenone
Triestina (-1)
Imolese
Feralpisalo

Monza
Sudtirol
Ravenna
Vicenza
Sambenedettese
Fermana
Ternana
Gubbio
Teramo
Albinoleffe
Vis Pesaro
Giana Erminio
Renate
Rimini
Virtus Verona

Fano

73
67
62
62
60
55
55
51
50
47
44
44
43
43
42
42
39
39
38

38

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

Verdetti:

Pordenone in serie B
Virtus Verona e Fano retrocesse in serie D

-

Marcatori 2018-2019
Lega Pro - Girone B

Granoche Triestina
Perna Giana Erminio
Lanini Imolese
Candellone Pordenone

17
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

De Silvestro
Casiraghi
Marchi
Chinellato
Plescia
Casoli
Battista
Campagnacci
Espeche
Maini
Malaccari
Schiaroli

8
7
5
4
3
2
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

23 luglio 2012
Prima partita in famiglia mentre il mercato bolle ma di incognite. E le foto inedite del 1987...!

Se il buon giorno si vede dal mattino, qualcosa si è visto nella partitella in famiglia durata 35 minuti per tempo davanti a 200 curiosi giunti sugli spalti del "Barbetti". Due formazioni schierate con due moduli diversi. Con la casacca gialla (5-3-2): Venturi in porta; quintetto difensivo con Grea, Regno, Bartolucci, Briganti e Farina; trio di centrocampo Sandreani, Malaccari e Palermo; duo in attacco con Nappello e Galabinov. Con la casacca rossa (4-3-3): Farabbi in porta; quartetto difensivo con Semeraro, Gelli, Giovannini e Pacheco; trio di centrocampo Procacci, Boisfer e Guerri; tridente d'attacco con Dieme, Khribech e Manzoni. Per la cronaca hanno vinto i gialli per 4-0: in rete Galabinov (14'), un gran gol di Sandreani di destro (10'st.), staffilata di Dieme (18'st.) nella ripresa con la pettorina gialla e poi Guerri (27'st.), anch'egli schierato nella ripresa con i gialli. Gli unici assenti Baccolo e Balotelli junior. Mister Andrea Sottil dopo la prima sgambatura ha sottolineato: "Del primo test posso dire che di più non potevo chiedere. L'importante è che ci sia stata la tenuta atletica. Ho provato il 5-3-2? Può essere una variante del 4-3-3, ci stiamo lavorando sopra anche perchè ancora la squadra è incompleta e mi aspetto almeno quattro nuovi innesti. Quali? Oltre a Improta che spero arrivi a giorni mi serve un uomo di peso in attacco. E poi altri innesti in altri reparti. Sandreani? Devo dire che per me è stata una gradita sorpresa: è un calciatore forte che cerca la profondità come piace a me. Ma perchè l'ho fatto giocare così avanti? Voglio che i centrocampisti si inseriscano e da lui mi aspetto almeno sette gol! E nello spogliatoio è un vero leader". Ma intanto si continua a parlare di mercato. Pure l'ultimo incontro (e sarebbe il quarto per la serie) tra la società e il procuratore del difensore Gianluca Giovannini ('83) non è andato a buon fine: se non arriva la firma a breve potrebbe saltare il suo approdo a Gubbio. La situazione dell'attaccante Riccardo Improta ('93) invece potrebbe già sbloccarsi da questa settimana. Il centrocampista Davide Baiocco ('75) è tornato in Sicilia e si è preso qualche giorno di tempo prima di decidere (fino a mercoledì): non c'è ancora l'accordo economico. Mentre il fantasista Adrian Ricchiuti ('78) del Catania al momento sembra un sogno (quasi) irraggiungibile. Salta la pista che portava a due calciatori ex Siracusa: il centrocampista Marco Mancosu ('88) infatti si è trasferito a Benevento mentre il difensore Davide Moi ('85) ha raggiunto già il ritiro della Cremonese dove ha trovato l'accordo con i grigiorossi. Per concludere, però, Gubbiofans.it fa una sorpresa a tutti quei tifosi che hanno vissuto certi momenti. Abbiamo ricevuto delle foto inedite che riguardano lo spareggio di Perugia tra Gubbio e Poggibonsi nel 1987. Quattro foto tutte da gustare. Una sorpresa per tutti i tifosi eugubini. Per questo motivo ringraziamo il fotografo Gerolamo Calcagno di Genova: ci ha fatto un bel regalo...!

21 luglio 2012
Baiocco sbarca a Gubbio ma per adesso niente firma. Il giallo Improta. E la presentazione...

Allenamento del pomeriggio di venerdì. Mentre tutti i calciatori si allenano sul campo dell'antistadio, da una parte si scorgono il diesse Stefano Giammarioli e il fantasista Davide Baiocco che osservano gli allenamenti. Dopo di chè lo stesso Baiocco (che è apparso in perfetta forma fisica) è stato fermato da alcuni tifosi con strette di mano ed è stato pure avvicinato dal dirigente Roberto Vispi che gli domanda: "Hai iniziato a Gubbio. Ora finisci la carriera a Gubbio?". E il calciatore sorride rispondendo così: "Non sarebbe male". E prosegue dicendo: "Se sono qua un motivo ci sarà. Avrò un incontro con il presidente e spero che la trattativa si chiuda presto. Del resto c'è gente che conosco, Sottil e pure Coppola che avrete modo di apprezzare con cui abbiamo intenzione di aprire una scuola calcio. Ci sarà il derby con il Perugia? Lo so, faremo questo derby. Lo stadio di Gubbio? É veramente cambiato da quando c'ero io. Davvero una grande struttura. Si è fatto davvero un grande lavoro". Insomma, il tutto faceva presagire al meglio. Fumata bianca? Per adesso assolutamente no. Il primo incontro è andato a vuoto. Ci sono da limare alcuni aspetti economici ma la trattativa proseguirà pure oggi (sabato) e nel week end. Intanto però si apre il "giallo" Riccardo Improta: il calciatore era atteso mercoledì nel primo giorno di ritiro perchè risultava nella lista dei convocati però fino a venerdì sera non si è notata la sua presenza. Esistono dei problemi con il Genoa? O c'è un terzo incomodo (e si parla della Pro Vercelli)? Anche se trapela che il giovane talentuoso attaccante dei genoani potrebbe andare in comproprietà con la Roma prima di essere girato in prestito al Gubbio. Ma per il momento di Improta non c'è traccia, in attesa che si sciolga anche questo nodo spinoso. Infine la società eugubina comunica che è stata spostata la data della presentazione: si terrà lunedi 30 luglio in serata (ore 21) presso lo stadio "Pietro Barbetti", anzichè presso il Teatro Romano come era previsto. Mercato: ora è ufficiale. L'ex centrocampista rossoblù Silvano Raggio Garibaldi ('89) va a giocare alla Virtus Entella nella sua città di nascita (Chiavari). Un altro ex rossoblù, l'attaccante Daniele Ragatzu ('91) del Cagliari, potrebbe essere girato al Lumezzane. Si apre la caccia sull'ex difensore siracusano Davide Moi ('85): oltre all'interesse del Gubbio è corteggiato da Cremonese e pure Trapani. Colpo della Nocerina: preso l'attaccante Fabio Mazzeo ('83) che proviene dal Barletta (ex Perugia e Frosinone) che raggiunge così mister Auteri.

20 luglio 2012
Coppola: "Le mie strumentazioni per lo stimolo del calciatore". Mercato: in arrivo Galimberti

Una pedina importante nello staff tecnico di Andrea Sottil che utilizza anche dei macchinari "innovativi" durante gli allenamenti. Si tratta di Teodoro Coppola, il vice allenatore dei rossoblù. Chi meglio di lui ci può spiegare chi è l'uomo Sottil? "La parola magica è proprio quella che è stata detta: è un uomo e lo posso dire chiaramente perchè ho un'eta avanzata rispetto a lui. Del resto ha esperienza e vuole trasmetterla ai calciatori: è un allenatore emergente con grandi capacità e con tutte le carte in regola per essere prospero per questo mestiere". Ma adesso invece parliamo direttamente di Coppola perchè in campo sono stati notati dei macchinari particolari, alcune gabbie reticolari e pure un tappeto circolare sospeso in verticale che viene usato come sponda quando un calciatore calcia: "Queste attrezzature rientrano nei canoni di una scuola che io ho a Torino da nove anni dove esiste un trapezionamento tecnico individuale e poi avrete modo di vedere anche durante l'anno questa metodologia di lavoro. Lo farò con i calciatori come lo sto facendo nella scuola e come l'ho fatto nel Torino per tanti anni. Sono di grande stimolo per tutti i calciatori per migliorare una tecnica di base che sicuramente è stata abbandonata da tanti anni". Risulta al vero che queste sono strumentazioni che lei ha fatto costruire appositamente in Inghilterra? "Sono marchingegni che sono stati elaborati da un mio amico in Inghilterra. Queste reti rimbalzanti come altre strutture allenano il metodo dello stimolo, delle motivazioni e dell'attenzione di ogni calciatore. Quelle presenti sono solo di approccio. Tra un po' arriveranno altre strumentazioni che sono in giro nei miei campi estivi". Il primo impatto a Gubbio: come è andata? "A prescindere dalla città e dal paesaggio che è spettacolare, è bellissimo. Sono motivato tantissimo e per ora ho incontrato dei ragazzi straordinari. C'è un'azienda societaria di grande rispetto con poche parole ma tanti fatti. Credo che siamo sulla strada giusta per intraprendere un cammino piacevole". Mercato. Gubbio alla ricerca di altri elementi. Ed oggi potrebbe essere il giorno della fumata bianca con Davide Baiocco. Mentre per la difesa spunta il nome di Jacopo Galimberti ('93), difensore, in comproprietà tra Inter e Parma: il passaggio viene dato per fatto con i rossoblù. Sul fronte avanzato sfuma invece Vincenzo Pepe ('88) che si accasa alla Paganese. Intanto il portiere ex Siracusa, Paolo Baiocco ('89), che Andrea Sottil voleva portare a Gubbio, è finito in serie B: giocherà con la Reggina. Un altro ex Siracusa, ma anche ex Gubbio, ovvero l'attaccante Emanuele Testardi ('90) giocherà sempre in B ma con la Virtus Lanciano. Gironi della Lega Pro? "Tutto rinviato", spiega il presidente della Lega, Mario Macalli, a Tuttolegapro.com. Lo stesso Macalli poi ha aggiunto: "
Abbiamo deciso di far slittare la stesura dei gironi e noi abbiamo tempo fino al 30 luglio 2012 per comunicarli alle società secondo regolamento. Se proprio avverranno dei ripescaggi (quattro squadre ndr) saranno dalla Seconda Divisione alla Prima Divisione per formare due gironi da 18 squadre. E non cambierà nulla rispetto agli anni passati come ho letto e si retrocederà anche dalla Prima Divisione".

19 luglio 2012
Reportage fotografico del primo giorno di ritiro. La cresta di Balotelli e le ultime di mercato!

Primo giorno. Cronologia di una giornata. Tutti i calciatori si presentano al "Barbetti" in silenzio puntuali come succede quando i militari entrano in caserma come avviene nel primo giorno di "Naja". Nessuno può parlare e nessuno può essere fotografato. In mattinata può parlare solamente mister Sottil (vedi intervista articolo precedente). Prima chiacchierata del mister con i propri calciatori "per conoscersi meglio", spiegherà lo stesso Sottil in sala stampa. E prima sgambatura mattutina. Nel pomeriggio primo allenamento nell'antistadio con allenamenti a gruppi sotto gli occhi del preparatore atletico Enrico Busolin coadiuvato da Michele Barilari da una parte e Andrea Sottil coadiuvato dal suo vice Teodoro Coppola dall'altra. E poi una partitella con degli schemi sul campo di gioco del "Barbetti" con un manto erboso perfetto nonostante il caldo afoso di queste settimane. Si nota subito la cresta di Balotelli che fisicamente assomiglia molto al fratello più famoso (Mario). Ma si scorge anche il taglio tattico di capitan Sandreani (un look inusuale per il centrocampista cantianese). Vecchi amici si incontrano: Briganti è spesso insieme con Guerri, ma c'è anche Farina che trova da subito un buon feeling con Giovannini. Un allenamento pomeridiano che è iniziato alle ore 17 ed è poi finito all'incirca alle ore 18,45. "Le partite durano un'ora e mezza circa, - spiegherà mister Sottil - quindi i ragazzi non vanno troppo caricati. Ci saranno anche degli allenamenti specifici". Ma al di là del ritiro tiene banco sempre il mercato e il Gubbio non si ferma. Si cerca di chiudere la trattativa che porta a Davide Baiocco ('85). Ma si punta anche su un altro ex Siracusa: Vincenzo Pepe ('88), mezza punta. Si cerca di percorrere anche altre strade su altri calciatori ex Siracusa come il difensore Davide Moi ('85) e il centrocampista Marco Mancosu ('88), ma entrambi i calciatori hanno richieste sul mercato. Il sogno è rappresentato da Adrian Ricchiuti ('78), un sogno anche per Sottil che ci ha giocato insieme e "fa davvero la differenza", come ha spiegato lo stesso tecnico piemontese. Ma nell'attualità sembra un sogno abbastanza proibito accaparrarsi il forte fantasista argentino. E intanto il centrocampista Luca Tremolada ('91) dell'Inter, accostato al Gubbio nel mercato estivo, si è accasato al Como dove trova l'ex attaccante rossoblù Alfredo Donnarumma ('90). Ecco il riepilogo delle amichevoli. Domenica 22 luglio (ore 17) partitella in famiglia. Mercoledì 17 luglio (ore 17) partita con una rappresentativa locale. Sabato 28 luglio (ore 20,45) Pierantonio-Gubbio. Mercoledì 1 agosto al "Pietro Barbetti" (ore 20,45): Gubbio-Juve Stabia. Mercoledì 8 agosto Memorial Mario Mancini al "Barbetti" (ore 20,45): triangolare tra Gubbio, Foligno e Fano. Domenica 2 settembre invece è previsto l'inizio del campionato 2012-2013.
••••••
18 luglio 2012
Sottil: "Contento delle operazioni di mercato, ma non è finita così ". Flavoni nello staff tecnico

É un Andrea Sottil disteso in volto nel primo giorno di ritiro. Tra l'altro, è un dato puramente statistico, è l'allenatore più giovane che c'è stato a Gubbio da quando i rossoblù sono ritornati tra i professionisti nel 1998. É un Andrea Sottil deciso nell'esprimere le sue opinioni. E si parla subito di mercato: "Quei 22 calciatori che ho a disposizione? Sono contento delle operazioni fin qui effettuate. C'è qualità ma i calciatori devono capire che devono avere la maglia attaccata alla pelle, altrimenti non si va lontano. Galabinov per me è un bel attaccante e può solo esplodere perchè può abbinare la sua fisicità con la profondità. Giovannini lo abbiamo voluto fortemente. Adesso mi aspetto che arrivino almeno due o tre pedine per completare il quadro. Stiamo pensando a Baiocco e a Del Core: con loro già ci abbiamo parlato. Ma ci sono anche le carte Mancosu e Pepe. Ricchiuti? Magari. Con lui ci ho giocato insieme ed è ancora un calciatore integro". Sul campionato dice: "A me piace sempre osare, intendo che mi piace un calcio propositivo. Credo nel 4-3-3 perchè a mio avviso è un modulo che non dà dei punti di riferimento, ma si può anche cambiare strada in corso. Il derby con il Perugia? Non vedo l'ora... e poi conosco Battistini ma non aggiungo altro. Queste sfide mi piacciono e mi caricano. L'obiettivo? Fare un campionato di alta classifica". E sulla fascia di capitano dice la sua: "Sandreani è un capitano che è ormai consolidato per questa piazza. Perciò sarà lui il capitano anche se in campo possono essere diversi i capitani, non conta avere la fascia. E quando Sandreani non gioca, per forza di cose ci sarà un altro capitano. Di giocatori esperti ce ne sono diversi, a partire da Bartolucci e Briganti per citare poi Guerri o Baiocco se arriverà". Intanto è stato ufficializzato lo staff tecnico. Insieme all'allenatore Andrea Sottil, il vice allenatore Teodoro Coppola, ci sarà il preparatore atletico Enrico Busolin. Come preparatore dei portieri è stato nominato Fulvio Flavoni, ex portiere dei rossoblù.

18 luglio 2012
Guerri: "A Gubbio perchè esiste un progetto". Ecco la lista dei convocati: sono in ventidue...

Un calciatore di esperienza approda alla corte dei rossoblù. Stiamo parlando di un centrocampista. Si tratta di Simone Guerri, classe '82, che proviene dal Barletta. Come è nata questa scelta di venire a Gubbio? Lo stesso Guerri per Gubbiofans.it risponde così a questa domanda: "Con il Barletta ero in scadenza e il presidente voleva smantellare la squadra dell'anno scorso. Così a giugno sono stato contattato dal diesse (Giammarioli ndr). Ho avuto altre richieste ma il direttore mi ha seguito e mi ha voluto. Ho parlato pure con il mister (Sottil ndr) e sinceramente ho visto Gubbio come una garanzia soprattutto per quanto riguarda il progetto". Tanti giovani e qualche esperto in squadra: "Sì, è proprio così. La forza di una squadra è rappresentata dal gruppo. Pertanto noi più anziani dobbiamo essere bravi a far integrare subito i giovani e farli crescere. Ma soprattutto dobbiamo facilitare il compito al mister nelle scelte". Mister Sottil dovrebbe giocare con un centrocampo a tre: lei dove si trova meglio? "Sono destro, perciò mi integro come mezzala di destra. Però in questi anni ho ricoperto tutti i ruoli, pure da centrale e sono stato utilizzato anche più avanti, alla Perrotta per intenderci". Cosa si aspetta da questa nuova esperienza? "Innanzitutto sono contento perchè riabbraccio dei miei ex compagni come Briganti e pure Bartolucci. Lo stesso Briganti comunque sia mi ha portato a questa scelta. Per il resto non mi piace fare proclami. L'importante è costruire un buon gruppo e lavorare giorno per giorno. Poi da metà anno in poi si possono stabilire degli obiettivi. Però è chiaro che nella mia mente c'è la volontà di vincere". Intanto è stata ufficializzata la lista dei convocati che partono in ritiro in sede dal 18 luglio. Sono 22 calciatori, quattro in prova. Due portieri: Farabbi e Venturi (dal Bologna). Nove difensori: Bartolucci, Briganti, Farina, Giovannini (dall'Ascoli), Grea (dal Genoa), Regno (dal Livorno), il portoghese Pacheco (dal Portimonense), Pergolizzi (dal Palermo) e Semeraro (dal Forli), ma quest'ultimi tre sono in prova. Sei centrocampisti: Baccolo (dal Parma), Boisfer, Guerri (dal Barletta), Malaccari (dall'Atalanta), Sandreani e Palermo (dal Piacenza, ma è in prova). E cinque attaccanti: sono Balotelli junior (ex Stoke City), il franco-senegalese Dieme (ex Roma), Galabinov (dal Livorno), Improta (dal Genoa) e Nappello (dal Palermo). Ma la squadra può essere completata con altri nomi. Si attende adesso l'incontro che ci sarà tra Davide Baiocco (ex Siracusa) e la società eugubina: alla fine della settimana si spera nella fumata bianca. Intanto il Gubbio è pronto per iniziare a lavorare.

17 luglio 2012
Ritiro countdown: la presunta lista dei convocati. Intanto firma Guerri e potrebbe rispuntare...

Si avvicina il ritiro (si parte il 18 luglio) ma la lista dei convocati è "top secret" perchè finora non c'è stato nessun comunicato ufficiale della società, compreso per quanto riguarda i nuovi acquisti. Però il compito del giornalista è quello di "indagare" per poter informare nella maniera più "chiara" soprattutto in situazioni come queste dove non trapela nulla (o quasi). E allora stiliamo per ora la lista dei nomi certi per il ritiro. Capitolo confermati. Sono sicuri di esserci da mercoledì a Gubbio il portiere Farabbi, i difensori Bartolucci e Briganti, e i centrocampisti Boisfer e Sandreani. Sarà nel gruppo pure il terzino sinistro Simone Farina che a quanto pare è propenso a rimanere in rossoblù anche se vuole sapere che futuro lo attende con la maglia del Gubbio e quindi vorrà sapere quale sono le intenzioni della società nei suoi confronti. Alla finestra tuttavia ci sono proposte di squadre di serie B. Intanto lo stesso Farina proprio oggi (cioè martedì) è stato invitato direttamente dal presidente della Lega di serie B Andrea Abodi alla presentazione del pallone ufficiale 2012-2013: il calciatore romano sarà quindi a Milano dove sarà presente pure il presidente della Figc, cioè Giancarlo Abete. Altra vicenda: Alberto Gerbo è dei rossoblù ma è entrato nel mirino di Modena, Virtus Lanciano e Latina; però se in queste ultime ore non si concretizzerà nulla inizierà il ritiro con il Gubbio. Intanto nella giornata di lunedì è arrivata la firma sul contratto del centrocampista Simone Guerri (ex Barletta) e si può considerare così il quarto acquisto ufficiale fino ad ora. Anche se si parla che abbiano firmato altri elementi (Baccolo, Nappello, Grea e Dieme). Mentre in uscita c'è l'ufficialità (ha firmato già sabato scorso) per la cessione del giovane attaccante Simone Smacchia ('94) al Parma: già due mesi fa avevamo riportato la notizia che c'era un forte interesse dei parmensi. Casi Giovannini e Galabinov: si cerca di risolvere il problema. Per quanto riguarda la questione del difensore Gianluca Giovannini l'intesa sembrava lontana, ma adesso potrebbe risolversi il tutto in poche ore, tant'è che il calciatore (ex Ascoli) sarà presente in ritiro. Più complicata la questione Andrej Galabinov: per giungere all'attaccante bulgaro si pensa al terzo incomodo, ovvero Smacchia (che è appena approdato al Parma) potrebbe essere girato in prestito al Livorno che a sua volta è proprietario del cartellino di Galabinov. Però si apre un'altra vicenda all'improvviso: il Siracusa ufficialmente non si è iscritto al campionato di Lega Pro e quindi ritorna percorribile la strada che porta al fantasista Davide Baiocco. Nel fine settimana è previsto un incontro tra le due parti e così potrebbe verificarsi un clamoroso ritorno in rossoblù. Alla fine di tutto questo resoconto, perciò coloro (calciatori) che inizieranno il ritiro dovrebbero essere in 20: tra i pali Farabbi, Venturi e Adanti (in prova); in difesa Bartolucci, Briganti, Farina, Grea, Regno con l'aggiunta di Giovannini, Semeraro e Pacheco, che sulla carta sono in prova perchè ancora non hanno firmato; a centrocampo Sandreani, Boisfer, Malaccari, Guerri, Baccolo e Palermo (classe '88, ex Piacenza, in prova). In attacco Nappello, Dieme e Balotelli junior (in prova). E nella lista si potrebbe aggiungere la punta Improta ('93, di proprietà del Genoa, ex Virtus Lanciano). Tra poche ore saranno sciolti tutti i nodi. Manca poco. Non ci resta che attendere...

16 luglio 2012
La sfida tra i pali. Farabbi: "C'è tanta voglia di riscatto". Venturi: "Contento della scelta fatta..."

Si profila una linea verde? Visti i primi tre acquisti ufficiali (cioè Malaccari, Regno e Venturi) sembra sia proprio così. Soprattutto tra i pali dove si dovranno contendere il posto due portieri giovani che sono Marco Farabbi (classe '91) che sulla carta dovrebbe partire titolare e poi Giacomo Venturi (classe '92), il neo arrivato dal Bologna (la scorsa stagione al Bellaria, in Seconda Divisione). Sentiamo allora cosa dicono i diretti interessati, ovvero coloro che dovranno difendere la porta del Gubbio. Partiamo dal perugino Farabbi che dice: "Sono carico e ho tanta voglia di tornare a lavorare. Soprattutto c'è tanta voglia di riscatto dopo la stagione passata in serie B che è andata male. Credo che il nostro valore sia un altro e noi stessi dobbiamo riconquistare i tifosi. L'arrivo di Venturi? Non temo la concorrenza: è una normale competizione. L'importante che ci sia una competizione sana e rispetto reciproco, poi sul campo si dimostrerà chi meriterà la maglia da titolare. Tuttavia ho la piena fiducia e stima della società". Cosa dice invece il nuovo arrivato? L'estremo difensore nativo di Faenza, ovvero Venturi, afferma quanto segue per Gubbiofans.it: "La scelta di Gubbio? A dir la verità prima mi ha cercato la Reggiana. Poi all'improvviso non si è fatto più nulla. Poi si è fatto sotto il Gubbio con il diesse Giammarioli. Diciamo che ho detto fin da subito sì. Il Gubbio proviene dalla serie B, perciò è una bella piazza. L'anno scorso ho avuto una esperienza positiva con il Bellaria in Seconda Divisione dove però abbiamo affrontato squadre blasonate come Rimini, Mantova e Treviso su tutte. Diciamo che è stata una tappa di crescita importante per il sottoscritto. Ma adesso ho bisogno di venire in un posto dove ci sono più pressioni ma anche maggiori ambizioni. Sono qui per giocarmi il posto. Sono consapevole che c'è Farabbi ma da parte mia ci metterò il massimo impegno per mettere in difficoltà il mister per poter giocare. Ho una grande voglia di iniziare gli allenamenti e sono molto contento della scelta fatta". Mercato. Sistemata quindi la questione portiere, si pensa ora a completare la difesa, il centrocampo ma soprattutto l'attacco. Si attendono ulteriori ufficialità a riguardo anche perchè il 18 luglio inizia il ritiro (dalle ore 10). Altre notizie. L'attaccante Gianmarco Zigoni ('91) del Milan, accostato al Gubbio in questo mercato estivo, è stato ingaggiato dalla Pro Vercelli (neopromossa in serie B) dove è appena giunto Giacomo Casoli ('88) dallo Spezia. L'ex portiere rossoblù Eugenio Lamanna ('89) resta di nuovo al Bari (via Genoa) con Torrente e da quest'anno pure con i preparatori Mengoni e Pascolini.

14 luglio 2012
Ecco i primi nomi ufficiali: sono Regno, Malaccari e Venturi. Bazzoffia invece passa al Parma

Prime tre ufficialità per il mercato in entrata per il Gubbio. Prima, un difensore: si tratta di Riccardo Regno ('92) del Livorno, la scorsa stagione 23 presenze al Portogruaro. Arriva pure un centrocampista: Nicola Malaccari ('92) dell'Atalanta, la scorsa stagione 23 presenze e una rete in forza all'Avellino. Insieme a lui giunge pure un nuovo portiere: è Giacomo Venturi ('92) dal Bologna, la scorsa stagione 36 presenze in C2 nel Bellaria Igea Marina. L'ala di centrocampo Umberto Miello ('92) del Torino (l'anno scorso con la casacca di Como prima e Casale poi) è entrato nel mirino del Gubbio. In uscita l'attaccante Daniele Bazzoffia ('88) che passa definitivamente al Parma: il calciatore umbro con ogni probabilità andrà in prestito dalla società emiliana al Crotone, ovvero in serie B. L'attaccante eugubino Giacomo Casoli ('88) si trasferisce dallo Spezia alla Pro Vercelli, neo promossa in serie B. Mentre l'ex attaccante rossobllù Emanuele Testardi ('90) della Sampdoria sta approdando in serie B: il calciatore romano, la scorsa stagione con il Pergocrema e poi a Siracusa, lo vuole la Virtus Lanciano. Invece il fluidificante destro Alberto Almici ('93) sta invece effettuando la preparazione estiva con la prima squadra dell'Atalanta di mister Colantuono: il calciatore bergamasco in questa fase di mercato è stato contattato da Spezia, Empoli, Reggina e Cittadella. Infine il Perugia vuole stringere i tempi per trovare un centravanti boa che sia basilare per il gioco di Battistini e pensa a Daniel Ciofani ('85) del Parma. Il centravanti Luigi Castaldo ('82; ex Nocerina) si è accordato con l'Avellino. Infine il Vicenza, appena retrocesso dalla B, ha scelto il nuovo allenatore: si tratta di Roberto Breda, ex Reggina e Salernitana.

13 luglio 2012
Si parla di otto firme sul contratto avvenute (manca solo l'ufficialità). E le prime amichevoli...

Sarebbero otto i calciatori che hanno messo già la firma sul contratto nelle ultime 24 o 48 ore. Però mettiamo il condizionale perchè manca solo l'ufficialità. Tuttavia sono nomi noti, cioè nomi già citati. Andiamo per ordine partendo dalla difesa: il terzino destro Alessio Grea ('90) del Genoa (prestito), il terzino sinistro portoghese Bruno Pacheco ('92) del Portimonense (parametro zero) e poi il difensore centrale Riccardo Regno ('92) del Livorno (comproprietà). A centrocampo: Pietro Baccolo ('90) del Parma (prestito), Nicola Malaccari ('92) dell'Atalanta (in comproprietà), Umberto Nappello ('91) del Palermo (prestito) e Simone Guerri ('82) del Barletta (parametro zero). In attacco l'attaccante franco senegalese Louis Jerome Dieme ('92) della Roma (parametro zero). Entro il fine settimana dovrebbe chiudersi la trattativa con il difensore centrale Gianluca Giovannini ('83) dell'Ascoli. Giocatori che vanno ad aggiungersi ai riconfermati Marco Farabbi ('91), Marco Briganti ('82), Alessandro Sandreani ('79), il francese Rodrigue Boisfer ('81) e Giovanni Bartolucci ('83). Ma la rosa sicuramente deve essere per forza infoltita perchè così siamo a 14 elementi (in toto). Senza considerare i calciatori che verranno in prova come Umberto Semeraro ('92) ex Forlì e Enock Barwuak Balotelli ('93). Un punto interrogativo è ancora la vicenda Simone Farina ('82) richiesto dall'Ascoli. Ma una notizia della ultim'ora dice che l'attaccante bulgaro Andrej Galabinov ('88) del Livorno dovrebbe arrivare in prestito in rossoblù. Mentre un'altra voce di mercato parla di un interessamento del Gubbio verso il centrocampista avanzato Marco Mancosu ('88) del Cagliari (era a Siracusa) anche se si è fatto sotto anche il Trapani. Intanto un altro calciatore che era nel mirino del Gubbio è finito al Sud Tirol: si tratta dell'attaccante Riccardo Bocalon ('89), la scorsa stagione alla Cremonese. Mentre l'attaccante Alfredo Donnarumma ('90) dal Catania passa ufficialmente al Como. Intanto è stato ufficializzato il calendario delle amichevoli con il ritiro che parte ufficialmente mercoledì 18 luglio. Si parte con una partitella in famiglia per il 22 luglio. Poi il 25 luglio gara tra il Gubbio e una rappresentativa locale. Mercoledì 1 agosto: Gubbio-Juve Stabia (alle ore 20,30). Domenica 5 agosto esordio in Coppa Italia. Mercoledì 8 agosto c'è il "Memorial Mario Mancini": torneo triangolare che si tiene a Gubbio ma ancora da organizzare.

11 luglio 2012
Informazioni su una "presunta formazione" per il tecnico Sottil. E quel tridente invidiabile...

Dopo Lebran (al Perugia), pure l'attaccante Thiam Mame Baba di proprietà dell'Inter (ex Avellino) non verrà a Gubbio ma si trasferirà al Sud Tirol. Mentre l'attaccante Alfredo Donnarumma (del Catania), nel 2010-2011 in maglia rossoblù, è destinato al Como. Però continuano le trattative e il quadro comincia a cambiare rispetto a pochi giorni fa. E allora stiliamo una possibile formazione, reparto per reparto, in base alle informazioni che abbiamo in maniera ufficiosa (per togliere ogni dubbio). In porta Farabbi ('91) ma manca un altro tassello tra i pali: si pensa ad un giovane portiere per poterlo affiancare all'estremo difensore perugino che dovrebbe partire titolare. In difesa manca qualche pedina ma la situazione è la seguente: come centrali ci sono Marco Briganti ('82) e al suo fianco (sfumato Lebran) si sta pensando a Gianluca Giovannini ('83) dell'Ascoli (ex Foligno, Padova e Lucchese in C1); come fluidificanti sulla destra c'è Giovanni Bartolucci ('83) mentre sulla sinistra si punta sul portoghese Bruno Pacheco ('92) che è del Portimonense. Per chiudere con il reparto arretrato ci sarà l'arrivo del terzino destro Alessio Grea ('90) del Genoa (ex Sud Tirol e Ravenna in C1), del difensore Riccardo Regno ('92) del Livorno (ex Bologna e Portogruaro), e c'è da definire la situazione di Simone Farina ('82), se andrà oppure no all'Ascoli in B. A centrocampo si passa ai confermati Alessandro Sandreani ('79) e il francese Rodrigue Boisfer ('81), con l'appoggio nel trio di centrocampo del giovane Nicola Malaccari ('92) dell'Atalanta (ex Avellino e Rimini in C1). A completare il reparto ci sono Pietro Baccolo ('90) del Parma (ex Frosinone, Sud Tirol e Padova), Umberto Nappello ('91) del Palermo (ex Monza e Potenza) che può fungere da ala destra, Umberto Semeraro ('92) del Forlì (ex Cesenatico) che può ricoprire anche il ruolo di fascia e l'esperto Simone Guerri ('82) del Barletta (ex Pistoiese e Fiorentina). Capitolo attacco, quel reparto ancora da completare. L'unico nome certo che è nella lista degli arrivi ufficiosi è Riccardo Improta ('93) del Genoa (ex Virtus Lanciano) con l'aggiunta di Enock Barwuah Balotelli ('93), fratello di Mario Balotelli. Perciò sarà il reparto avanzato dove bisognerà battere il ferro finchè è caldo. Sono usciti tanti nomi (Del Core, Bocalon, Franchini, Infantino, Germinale tra i tanti), ma molto probabilmente i nomi "reali" non sono usciti allo scoperto. E visto che si parla di attacco, vi sveliamo questa curiosità che fa riflettere. Nella stagione 2009-2010, in C2, il Gubbio aveva un tridente d'attacco formato da Casoli, Marotta e Gomez Taleb dove insieme segnarono ben 31 reti in campionato. Nei playoff Casoli realizzò 3 reti, Gomez Taleb 2 gol e Marotta segnò il rigore nella finale a San Marino con il cucchiaio alla Totti, o alla Pirlo come agli Europei 2012. Questo tridente "invidiabile" quest'anno sarà in serie B: Gomez Taleb gioca nell'Hellas Verona, Giacomo Casoli gioca nello Spezia mentre Alessandro Marotta (di proprietà del Bari) è stato richiesto dal Grosseto per sostituire Sforzini. Giovanili Gubbio: è stato definito il quadro degli allenatori con Renzo Tasso che guiderà la Berretti, Mauro Borioni sarà il mister degli Allievi e Lucio Bove farà parte dei Giovanissimi. Il responsabile tecnico invece è Riccardo Tumiatti. Mentre il coordinatore dell'ufficio stampa della Gubbio Calcio sarà Renzo Amanzio Regni.

11 luglio 2012
Il patron Fioriti: "Ci stiamo muovendo in linea con i programmi". Lebran sfuma: va al Perugia

Facciamo il punto della situazione con il patron del Gubbio, Marco Fioriti, a capo della dirigenza rossoblù dal 2006. E dall'intervista escono fuori delle sorprese. Ma non vi sveliamo altro. Passiamo alle domande. Primo quesito, ovvio. Come giudica questo mercato del Gubbio? "Ci stiamo muovendo in linea con i programmi della società. Innanzitutto stiamo inserendo un gruppo di giovani di qualità e con diverse presenze in Prima Divisione. Inoltre stiamo cercando di inserire qualche calciatore di una certa esperienza. Adesso sia il mister Sottil che il diesse Giammarioli si stanno muovendo in sincronia per fare delle scelte condivise. Direi che sono molto soddisfatto per come si stanno muovendo". Ci sono stati dati alcuni giorni fa (come del resto hanno riportato alcune testate regionali e nazionali) almeno 10 nomi di calciatori che fanno parte già del nuovo Gubbio della prossima stagione. Lei può confermare? "Fino a che non si firma... chiaramente di ufficiale non c'è niente. Ci sono degli impegni presi e credo che alla fine la maggior parte dei nomi citati saranno calciatori del Gubbio". Questa è una notizia! Perciò, al 10 luglio 2012, nessun nuovo calciatore ha firmato! Nel frattempo Lebran è passato al Perugia: "C'è stata un trattativa con questo calciatore e poi si è fatto sotto il Perugia. Se non c'è Lebran... ci sarà un altro Lebran! Noi vogliamo solamente quei calciatori che sono convinti di sposare la causa Gubbio. Quei calciatori che non hanno questi requisiti e magari vanno a giocare al rilancio per 10 o 20 mila euro in più con altre società, sono liberi di farlo. Coloro, però, non appartengono alla missione Gubbio". Solo quattro riconfermati (Bartolucci, Briganti, Sandreani e Farabbi) con Bazzoffia che va al Parma. Boisfer invece è ancora dei nostri? "É sotto contratto con il Gubbio. Pertanto è uno dei calciatori del Gubbio. Sulla riconferma credo che ci saranno delle valutazioni tecniche. L'affare si definirà nei prossimi giorni e penso che resti". Per quanto riguarda Farina? "Anch'egli è un calciatore del Gubbio. Ci sono delle richieste di squadre di categoria superiore per lui. Noi di certo non saremo quelli che gli impediremo di decidere su eventuali proposte concrete. Se Farina desidera di andare via, la società farà in modo di accontentarlo. Nel caso contrario farà parte della rosa del Gubbio". E Raggio Garibaldi? "Non penso: è di proprietà del Genoa e credo che non rientri nei piani della società". In attacco invece ci si aspetta qualche colpo da novanta? "É proprio così. Giocatori di alto livello. Ma non abbiamo fretta. Vediamo quali saranno gli eventi nei prossimi giorni e vediamo quali società non si potranno iscrivere. Ormai lo zoccolo duro della squadra è stato fatto. Ci mancano solo due o tre calciatori. Li stiamo cercando e nel momento in cui troveremo i ragazzi giusti per la nostra causa proveremo a portarli con noi". Per il giorno del ritiro (il 18 luglio) squadra al completo? "Ci sarà già una squadra. Non sarà completa, però ci sarà già un gruppo pronto per iniziare a lavorare. Mancheranno solo due o tre elementi, ma ci sarà tutto il tempo per individuare le pedine giuste". Si parla che il Ds Giammarioli si è interessato di due calciatori portoghesi. Sono i difensori Bruno Pacheco ('92) del Portimonense e Josè Pedro Cepeda Espinhosa Texeira ('91), detto Ze Pedro, del Leixoes. Cosa c'è di vero? "Sono calciatori di qualità che verranno in ritiro, probabilmente anche senza contratto, ma saranno osservati dallo staff per valutare se potranno essere inseriti in rosa". Mercato: come già detto sfuma il difensore Fabio Lebran ('87) che dal Parma passa al Perugia. A questo punto salgono le quotazioni per ingaggiare il difensore Tiziano Mucciante ('82) dell'Andria Bat (come già scritto alcuni giorni fa). Intanto il Corriere della Sera parla del Gubbio con Enock Balotelli. Titolo: "Reality? No grazie. Balotelli junior va al Gubbio".

10 luglio 2012
Cacciatori: "Seguo sempre il Gubbio. La B? É stato un sogno. Ma prendere atto della realtà..."

Per quattro stagioni ha vestito la maglia del Gubbio (dal 1985 al 1989), dopo aver difeso la porta di Lazio, Sampdoria, Inter, Cagliari e Ascoli (città natale). Dopo aver vissuto delle esperienze anche da allenatore (tra cui con Ascoli e Ancona), da diversi anni è docente di tecnica del portiere alla scuola allenatori della Figc di Coverciano. Stiamo parlando di Massimo Cacciatori e a riguardo ci dice: "Fare il docente è un lavoro che mi gratifica". Inevitabile una domanda sulla sua ex squadra, il Gubbio. Quindi: che idea si è fatto di questo ultimo campionato di serie B? "Il Gubbio l'ho seguito e penso che essere in B è stato un sogno che si è realizzato. Poi mantenere la categoria non è mai facile, soprattutto in una città così piccola e le risorse sono quelle che sono. Il Gubbio ci ha provato e ci ha provato fino alla fine. Però visto dall'esterno, se devo essere sincero, tutto quel tourbillon con gli allenatori non mi ha proprio entusiasmato. All'inizio si era scelto un allenatore giovane (Pecchia ndr) e pure promettente secondo me. Poi c'era sempre il supporto tecnico del maestro Gigi Simoni. Ma tutta questa girandola di tecnici è stato un chiaro segno: diciamo che il finale era scontato". Per come si sta muovendo ora nel mercato invece, cosa ne pensa? "Ho letto che sono stati presi una decina di calciatori perchè c'è la necessità di attrezzarsi nella Prima Divisione. A mio avviso adesso il discorso diventa opposto: da retrocesso il Gubbio potrebbe essere sulla carta una delle pretendenti per tornare in serie B. Prima bisognava aggrapparsi alla categoria mentre ora si vorrà riprovare a fare un altro miracolo". Del suo Ascoli invece cosa ci può dire? "Credo che è stato fatto l'ennesimo miracolo. Anzi, credo che è stato fatto un qualcosa in più. Nelle condizioni in cui si è ritrovato l'Ascoli, è stato fatto un lavoro incredibile. Non pensavo proprio che ce la potesse fare e invece! Quello che non è riuscito al Gubbio, magari per altri motivi è invece riuscito all'Ascoli". C'è inoltre una voce di mercato in cui si parla che l'Ascoli è interessato a Simone Farina del Gubbio... "Una notizia che non mi è nuova. Qualcosa ho sentito. Ma non c'è solo l'Ascoli ma anche altre due squadre ma non so dirvi il nome". A Gubbio, pochi giorni fa, è scomparso Antonio Farneti (detto "Cioceri"), grande tifoso rossoblù. Cacciatori rimane spiazzato: "Che brutta notizia che mi date. Non lo sapevo. Mi dispiace tanto. Posso solo dire alcune cose su Antonio: oltre ad essere un personaggio e una maschera caratteristica di Gubbio, era anche un amico. Tutto il tempo che sono stato a Gubbio l'ho sempre rivisto con piacere. Gli volevo bene perchè sono legato a tanti ricordi simpatici, insieme agli altri ragazzi dell'epoca. Quasi tutti i giorni era con noi e veniva pure a cena. Era uno di noi, era la nostra mascotte. Provo un doppio dispiacere". Ultima domanda: ai tifosi cosa può dire? "Capisco gli eugubini che conosco molto bene. Una retrocessione a qualsiasi livello è sempre amara. Ma bisogna prendere atto della realtà in cui si vive. Perciò ora si può ripartire sempre da una categoria importante. E se poi si riuscisse a fare il secondo miracolo... ". Mercato: la vicenda Angelo Antonazzo. Il terzino destro tarantino (può ricoprire anche il ruolo di centrocampista di fascia) è entrato nel mirino del Gubbio ma da un po' di giorni non si sa più nulla. Dopo l'incontro che c'è stato con la società rossoblù la scorsa settimana, la trattativa ha avuto una brusca frenata. In questo caso, a quanto pare, non c'è un problema economico (anzi, le parti erano molto vicine), ma un problema che è legato alla durata del contratto. Il Gubbio propone un contratto annuale, dall'altra parte si pensa ad un biennale. Per la cronaca Antonazzo è entrato nel mirino di più squadre: si sono fatte sotto sia il Trapani che la Salernitana (dove c'è Galderisi) ma pure due formazioni di serie B, Grosseto e Reggina.

09 luglio 2012
Un grande punto interrogativo dell'estate: Farina resta oppure no? E intanto spunta Pacheco

Gioca nel Gubbio dal 2007 vivendo in prima persona le due straordinarie promozioni, prima in C1 nel 2010 (anche se non ha potuto partecipare alle finali playoff per un infortunio) e poi quella in serie B nel 2011. In serie B è stato un anno travagliato (però lo è stato per tutti), anche se rimane un'esperienza indelebile per qualsiasi calciatore. Ma più che altro si è contraddistinto per un gesto che rimarrà nei libri di storia non solo del calcio eugubino, ma del calcio italiano e internazionale. Grazie a lui è nata l'ultima inchiesta sul calcioscommesse rifiutando una proposta di combine e denunciando tutto alle autorità competenti. Stiamo parlando ovviamente di Simone Farina, classe '82, romano, che si può riconoscere in campo per la sua chioma bionda. In questa fase di mercato ancora non si sa quale sarà il suo futuro. Da fonti societarie ci viene ribadito continuamente quanto segue: Farina è sotto contratto con il Gubbio, pertanto è del Gubbio. Ma non si sa nulla di più. Anzi, forse è meglio dire che se ne è parlato un po' poco di lui. Un ragazzo che ha avuto il coraggio di metterci la faccia per sconfiggere il gioco sporco del calcio. Un ragazzo che dovrebbe diventare una pietrà miliare per una società di calcio e per lo sport in genere. Farina ha ricevuto diversi premi per il suo nobile gesto. Ma non solo. E così sveliamo pure una curiosità: quando Simone Farina è stato invitato ufficialmente dalla Fifa alla finale di Kiev in Ucraina per vedere la partita tra Italia e Spagna, è stato accompagnato direttamente con un aereo privato dell'Interpol da Istanbul (in Turchia). Prima della finale tutti i mass media mondiali hanno parlato della presenza di Farina agli Europei 2012. Perciò, chiudendo questa parentesi, la domanda è la seguente: quale futuro ci sarà per Farina? Veniamo al dunque. Farina potrebbe lasciare Gubbio: non mancano le offerte nei suoi confronti. Secondo alcune indiscrezioni si è fatta avanti pure una società di serie B (Ascoli?). A tutti gli effetti potrebbe essere una proposta alletante rigiocando nella cadetteria. Per ora (però) non c'è nulla di certo. In attesa che venga sciolto il nodo, il Gubbio sembra che voglia correre subito ai ripari. E così spunta un nome che proviene dal campionato lusitano: si tratta di Bruno Pacheco, classe '92, terzino sinistro portoghese, in forza al Portimonense, considerato un vero talento. Sul fronte arretrato esce un nome anche di un difensore centrale: Tiziano Mucciante ('82) dell'Andria Bat (ex Chieti e Pescara). Capitolo Raggio Garibaldi: continua la trattativa per riportare in rossoblù (via Genoa) il centrocampista di Chiavari, ma al momento l'operazione si è come bloccata per motivi economici. Se non si trova un accordo la trattativa potrebbe pure saltare, mentre sul calciatore c'è anche l'interesse della Virtus Entella. Ex rossoblù: il tecnico Giuseppe Galderisi, dopo l'esperienza alla Triestina, è stato prescelto per guidare la Salernitana appena neopromossa in Seconda Divisione.

07 luglio 2012
Mercato: Gubbio, ecco l'undicesimo uomo che si inserisce in rosa. Caracciolo va al Brescia

Altra operazione del direttore sportivo Giammarioli che si va ad aggiungere ai nove calciatori già arrivati, ovvero Grea, Regno, Malaccari, Nappello, Thiam, Baccolo, Improta, Guerri e Lebran. Giunge in rossoblù il terzino sinistro Umberto Semeraro, classe '92, la scorsa stagione al Forlì (ex Cesenatico). L'ex calciatore biancorosso sia aggregherà in prova al sodalizio rossoblù (come avverrà per Enock Balotelli, fratello del più famoso Mario), anche se i media romagnoli scrivono che Semeraro avrebbe firmato addirittura un biennale. Dopo queste operazioni però il mercato del Gubbio non si ferma e si proseguirà con altre pedine da inserire nell'organico di Sottil prima del ritiro estivo che partirà ufficialmente il 18 luglio in sede. La squadra alloggerà prima al Park Hotel "Ai Cappuccini" e di conseguenza presso il "Faro Rosso" di Montanaldo. Ex rossoblù: il Brescia preleva il difensore Antonio Caracciolo ('90) dal Genoa; l'attaccante eugubino Luca Bellucci ('87), che militava nella Vis Pesaro (28 presenze e 14 reti in serie D), è stato ingaggiato dal Teramo, neo promosso in Seconda Divisione. In Umbria intanto il Perugia fa proprio sul serio: dopo aver preso calciatori del calibro di Koprivec, Jeffersson, Rantier e Fabinho, si aggiudica le prestazioni del forte centrocampista Gennaro Esposito ('85) che proviene così dall'Hellas Verona in prestito. E lo stesso Perugia preleva dal Gualdo il centrocampista Alessandro Salvucci ('94).

05 luglio 2012
Gubbio, mercato in entrata: i primi nomi per la squadra di Sottil (sono sette). Ma non solo...

Arriva così la tanto attesa fumata bianca per diverse operazioni di mercato in entrata. Ma non è la sola notizia del giorno. Però andiamo per ordine. Elenchiamo in primis i calciatori tesserati per la stagione 2012-2013: arrivano il terzino destro Alessio Grea ('90) dal Genoa (ex Sud Tirol e Ravenna in C1); il difensore Riccardo Regno ('92) dal Livorno (ex Portogruaro e Bologna), poi il centrocampista Nicola Malaccari ('92) dall'Atalanta (ex Avellino e Rimini in C1), il centrocampista Pietro Baccolo ('90) dal Parma (ex Frosinone, Sud Tirol e Padova), il centrocampista avanzato Umberto Nappello ('91) dal Palermo (ex Monza e Potenza), l'attaccante senegalese Thiam Mame Baba ('92) dall'Inter (ex Avellino) e l'attaccante Riccardo Improta ('93) dal Genoa (ex Virtus Lanciano). A questi sette acquisti (sono tutti giovani) che sono praticamente ufficiali vanno aggiunte due operazioni praticamente fatte (perciò siamo a nove ingaggi): stiamo parlando del difensore centrale Fabio Lebran ('87) che proviene dal Parma (la scorsa stagione tra le fila dell'Albinoleffe) e del centrocampista Simone Guerri ('82) che così viene prelevato dal Barletta (ex Pistoiese e Fiorentina). A questi nove calciatori verranno aggiunti i riconfermati, cioè Farabbi, Bartolucci, Briganti, Boisfer, Sandreani e Raggio Garibaldi: su quest'ultimo è ben avviata la trattativa per trattenerlo in rossoblù, una ipotesi che ci è stata confermata dal diesse Giammarioli. In pratica ci sono già 15 calciatori in rosa. Ma non è finita qui. Trattative in atto con altri sei calciatori. Ecco l'ordine dei nomi: sono l'attaccante bulgaro Andrej Galabinov ('88) del Bassano (ex Sorrento), il terzino destro Angelo Antonazzo ('81) del Taranto, la mezza punta Vincenzo Pepe ('88) del Siracusa (è un ex Salernitana, Avellino e Cremonese), l'attaccante Domenico Germinale ('87) dell'Albinoleffe (ex Como), il centrocampista portoghese Judilson Mamadu Tuncarà Gomes ma meglio conosciuto come Pelè ('91) del Milan e l'attaccante Umberto Del Core ('79) dell'Andria Bat (ex Perugia, Foggia, Cesena, Catania). Fatto curioso di tutto questo mercato è il seguente. Il Gubbio con la cessione di Mario Rui al Parma che si va ad aggiungere alla vendita di Bazzoffia allo stesso Parma (mancano solo i dettagli), e con le valorizzazioni dei calciatori giovani appena ingaggiati, incasserà circa un milione e duecentomila euro per affrontare il prossimo campionato. Da considerare inoltre che per il mercato in entrata si attende ancora una risposta dell'esperto fantasista Davide Baiocco ('75) che ancora non ha rinnovato con il Siracusa. Nel caso in cui il calciatore perugino non verrà a Gubbio, dal cilindro può uscire fuori una ulteriore operazione: si sta pensando di riconfermare il trequartista Tomas Andres Guzman ('82). E ci sarà in prova la punta Enock Balotelli ('93) con esperienze allo Stoke City.

05 luglio 2012
Raggio Garibaldi: "Il futuro? Per ora non so nulla, ma a Gubbio...". L'ex Benedetti allo Spezia

Ha partecipato alla storica promozione del Gubbio in serie B nel 2011 dove aver disputato un grande torneo con la maglia rossoblù. Ha partecipato nell'ultimo campionato nella cadetteria dove si è concretizzata un'amara retrocessione. Stiamo parlando di Silvano Raggio Garibaldi, centrocampista, che è rientrato alla corte del Genoa, ma che ancora non sa di preciso quale sarà il suo futuro. Tuttavia alcune voci di mercato non sono mancate. E chissà che potrebbe venire fuori pure una sorpresa? E il motivo è molto semplice. Ecco cosa ci ha detto lo stesso Silvano Raggio Garibaldi: "Cosa mi riserverà il futuro? Dico la verità: ancora non so nulla di certo. Sono solo venuto a conoscenza che mi seguono alcune squadre di cui una di serie B, delle quali non posso fare il nome. Però per il momento è solo un parlare, niente di concreto". E il Gubbio le ha fatto sapere nulla? "A me personalmente, no. Però sta seguendo tutta la mia vicenda il mio procuratore e mi ha fatto sapere che un contatto con il Gubbio c'è stato. Ma al momento non so dirvi altro". Quindi c'è un'eventuale possibilità che rimanga pure a Gubbio? "Ribadisco: il mio procuratore mi ha riferito che c'è stato un contatto con il direttore sportivo (Giammarioli ndr). Dipendesse da me, sarei molto contento di restare. In questa piazza sto bene e non nego che non mi dispiacerebbe affatto di restare in rossoblù. Tuttavia adesso sto alla finestra e vediamo cosa succede". La voce di mercato che proveniva dalla Puglia in cui si parlava di un interesse nei suoi confronti del Barletta, risulta vera? "Non ho saputo niente e non mi è stato riferito nulla di un interessamento del Barletta. Almeno, direttamente nessuno mi ha contattato". C'è stata una voce di mercato in cui si parlava di un interesse verso suo fratello gemello, Stefano Raggio Garibaldi, classe 1989, ruolo portiere. Su questa vicenda cosa ci può dire? "Qualcosa c'è stato. Ma poi la vicenda si è chiusa e non se n'è più parlato". Di quei nomi papabili accostati al Gubbio in questa fase di mercato, cosa ci può dire? "Ho letto proprio sul vostro portale (Gubbiofans.it ndr) diversi nomi che possono essere interessanti per il Gubbio. Tuttavia conosco in particolar modo Grea e Improta (entrambi del Genoa ndr): vi posso garantire che sono dei ragazzi assai validi e possono fare solo bene a Gubbio". Morale della favola: ma stai a vedere che dopo Sandreani e Boisfer rimane pure Raggio Garibaldi? Vuoi vedere che si riforma il trio vincente di centrocampo che portò la promozione in serie B nel 2011 con Torrente? Anche perchè la notizia trova conferma a Gubbio: infatti sembra che è in atto una trattativa di riavvicinamento tra il calciatore di Chiavari e la società eugubina, e il diesse Giammarioli ha confermato questa ipotesi: "Ci stiamo lavorando, vediamo". A questo punto non si esclude nulla. Vediamo cosa succederà nei prossimi giorni. Intanto l'attaccante Daniele Bazzoffia ('88) è sul mercato: è notizia delle ultime ore che si è fatto sotto il Parma e il Gubbio potrebbe fare cassa come è successo con Rui. Mentre nella giornata di mercoledì c'è stato un incontro tra la società rossoblù e il difensore Angelo Antonazzo ('81): tra le parti per ora non si è trovato un accordo e la situazione al momento è in stand by. Gli ex rossoblù: Simone Benedetti ('92) si trasferisce in prestito dall'Inter allo Spezia dove ritrova il portoghese Mario Rui Silva Duarte ('91) che viene dal Parma e la punta eugubina Giacomo Casoli ('88), cresciuto nel Gubbio.

04 luglio 2012
Alcuni fallimenti in Lega Pro possono cambiare il mercato: il Ds Giammarioli tenta altre vie...

Un mercato che non decolla ma allo stesso tempo è un mercato che può sorprendere. In questi giorni girano tanti nomi (quelli che abbiamo già scritto), molti dei quali sono in procinto a giocare nel Gubbio nella prossima stagione (si parla addirittura di 12 contratti pronti per essere depositati). Ma il mercato sarà condizionato sicuramente dalle società fallite oppure che si trovano in difficoltà economiche nella Lega Pro. Dopo Triestina e Piacenza infatti, non si sono iscritte al campionato Pergocrema, Taranto e Giulianova. A rischio esclusione altre undici società: Andria, Como, Foggia, Latina, Siracusa e Treviso in Prima Divisione; Campobasso, Casale, Chieti, Spal e Vallè d'Aoste. Quindi ora cosa succederà? E' presto detto: il diesse Stefano Giammarioli sta pensando di battere altre strade per convincere altri calciatori che militano nelle squadre che si trovano al momento in difficoltà economiche. Quindi prima di contrattualizzare in maniera definitiva quei calciatori dove esiste già un accordo di massima, il Ds Giammarioli sta sondando il terreno di pedine che potrebbero accettare dei compensi che rispecchiano gli standard del budget a disposizione dei rossoblù. Allora torna in auge il nome di Angelo Antonazzo ('81) che gioca nel Taranto: è un terzino destro, vecchia conoscenza dei rossoblù, con esperienze in serie B con Bologna, Modena, Frosinone ed Empoli. Il calciatore tarantino, proprio in un'intervista al nostro portale web poco tempo fa', aveva manifestato l'interesse di tornare a Gubbio anche se strada facendo la pista si era raffreddata. A questo punto si potrebbe riaprire la vicenda Davide Baiocco ('75): l'esperto fantasista perugino, proprio dalle nostre colonne, aveva fatto capire che l'interesse del Gubbio era da valutare in maniera positiva ma prima voleva aspettare il Siracusa. In verità l'eventuale possibilità di rivederlo a Gubbio sono piuttosto minime (al trequartista è stata proposta la panchina del Siracusa). Ma se lo stesso Siracusa non riuscirà ad iscriversi, Baiocco cosa farà? Un bel dilemma. Per l'attacco è uscito un altro nome: si tratta di Saveriano Infantino ('86) del Barletta. Mentre un altro pallino del Gubbio, Antonio Schetter ('82), è stato ingaggiato dalla Nocerina. Intanto la notizia che Enock Balotelli si trasferirà al Gubbio in ritiro dal 18 luglio ha fatto il giro dei media nazionali. Il portale web Tempi.it usa pure un po' di ironia con il titolo: "Il fratello di Balotelli va al Gubbio. Difficile faccia peggio di Hugo Maradona". Non ci resta che aspettare l'inizio del ritiro per vedere da vicino il fratello di Mario Balotelli.

03 luglio 2012
Boisfer: "Pronto a restare: sono legato a questa città". Mercato: ecco i nomi pronti per la firma

Chi stava pensando che stava lasciando Gubbio viene subito smentito. Rodrigue Boisfer, il mediano francese che ha vissuto in prima persona la scalata dei rossoblù dalla C2 alla serie B, e nonostante l'ultima annata non positiva a livello di risultati, è pronto a restare a Gubbio. Il centrocampista lo dice chiaramente per Gubbiofans.it: "Non è assolutamente vero che volevo andare via. Anzi, questa credo che sia l'occasione giusta per specificare che ho intenzione di rimanere a Gubbio. Sono molto legato a questa città: sono quasi tre anni che sono a Gubbio e mi trovo bene, come si è trovata benissimo la mia famiglia. Pertanto non ho nessuna intenzione di cambiare aria". Il calciatore transalpino conclude affermando: "La società è contenta che rimango. Altrettanto il sottoscritto. Sono sotto contratto con il Gubbio e quindi sono pronto per ricominciare. Questa città mi è rimasta dentro". A conferma di ciò, Boisfer ha già avuto un colloquio preliminare con il Ds Giammarioli. L'intenzione è univoca: Boisfer farà parte del Gubbio edizione 2012-2013. Come è consolidato che restano Farabbi, Bartolucci, Sandreani e Briganti. Da definire la situazione di Bazzoffia ma in realtà è sul mercato. Mentre ancora non risulta risolta la questione Farina: da capire quale sarà il suo futuro, anche se c'è il forte interessamento del Perugia. Sul fronte acquisti c'è una lista di nomi che sono pronti solo a mettere nero su bianco. Eccoli: il difensore Riccardo Regno ('92) che arriva in comproprietà dal Livorno (ex Portogruaro); il difensore Alessio Grea ('90) del Genoa (ex Sud Tirol); il centrocampista Nicola Malaccari ('92) dall'Atalanta (ex Avellino e Rimini); l'esterno d'attacco Luca Tremolada ('91) dell'Inter (ex Pisa); l'attaccante Riccardo Improta ('93) del Genoa (ex Virtus Lanciano). Questi sono i nomi dei giovani dove le trattative sono in dirittura d'arrivo. Per quanto riguarda invece i calciatori più anziani sono in via di definizione l'arrivo del mediano Simone Guerri ('82) dal Barletta mentre in difesa potrebbe essere il turno di Fabio Lebran ('87) del Parma (si trovava all'Albinoleffe) che così verrà preferito ad Andrea Mengoni ('83) del Barletta (ex Pescara e Cesena) che tuttavia il Gubbio ha contattato. Lo conferma nel portale web Barlettalife.it il suo procuratore, Stefano Guercini: "
C'è stato l'interesse del Gubbio, ma probabilmente i parametri del team umbro saranno gli stessi che vorrà avere il Barletta". Ma la vera notizia del giorno è la seguente: il fratello di Balotelli sarà in prova a Gubbio. Infatti Enock Balotelli, attaccante, classe '93, con esperienze in Inghilterra allo Stoke City, partirà con la prima squadra per il ritiro che inizierà il 18 luglio in sede. Verrà visionato e se supererà la prova sarà tesserato con i rossoblù di mister Sottil.

02 luglio 2012
Briganti: "Bisogna riavvicinare i tifosi e ricreare l'atmosfera...". Farina a Kiev invitato speciale

Si riparte verso una stagione nuova. Per ora tanti interrogativi, certezze poche. Una di queste poche certezze porta il nome di Marco Briganti, pilastro in difesa dei rossoblù dal 2008. Allora Marco, per ora lei è uno dei pochi sotto contratto con il Gubbio. C'è da preoccuparsi oppure no in questa fase? "Ho piena fiducia di quello che farà la società. Probabilmente la società sta valutando tutte le situazioni con i piedi di piombo perchè l'anno scorso evidentemente si è un po' scottata. Pertanto cercherà di sbagliare il meno possibile. Poi credo che si guarderà quello che chiederà il neo allenatore (Sottil ndr). Però alla fine sono convinto che verrà allestita una buona squadra". Dei nomi papabili che girano cosa ci può dire? "Personalmente conosco bene Guerri (del Barletta ndr) perchè ci ho giocato insieme (con la Pistoiese e Imolese ndr): è un ragazzo serio che ha molta voglia di fare, si impegna molto e quindi potrebbe integrarsi benissimo nel nostro gruppo, oltre che essere un valido calciatore a livello tecnico e tattico". Marco Briganti riparte con questa nuova avventura lasciando alle spalle lo scorso campionato di serie B. Ma che strascichi può lasciare una stagione così negativa culminata con la retrocessione? "Al di là della stagione negativa a livello generale, pure a livello personale per me è stata un'annata assai sfortunata: ho avuto diversi infortuni, diversi problemi e non è stato facile. Perciò ripartirò con molta voglia di riscatto. Ho tanta voglia ancora di dimostrare perchè penso che posso dare ancora tanto al Gubbio". Tuttavia una voce di mercato che riguarda Briganti è venuta fuori. Da Bari si è parlato di un interessamento dei pugliesi nei suoi confronti: lei ha saputo niente? "In maniera diretta non ho saputo assolutamente niente. Nè dal Bari, nè dal Gubbio. Perciò ribadisco che non ho sentito nessuno". Ed ora, per concludere, vuole dire qualcosa ai tifosi? "Non so quale campionato disputeremo, però ci sono buone intenzioni da parte di tutti, dalla società e da noi calciatori. C'è voglia di riscatto e soprattutto di riavvicinarsi a questi tifosi che purtroppo hanno avuto solo delle delusioni e giustamente si sono un po' allontanati da noi. Con le caratteristiche che ci hanno contraddistinto, cioè con la fame e con la passione, cercheremo di riavvicinarsi ai nostri tifosi e possibilmente sarebbe bello ricreare quella simbiosi che negli anni scorsi ci ha fatto passare degli anni piacevoli a Gubbio. Sarebbe proprio bello ricreare quell'atmosfera". Notizia flash: Simone Farina, terzino sinistro rossoblù, ha vissuto da vicino la finale di Kiev tra Spagna e Italia (vinta dagli iberici per 4-0). Il calciatore era in tribuna su invito speciale del presidente della Fifa, Joseph Blatter. Mentre in casa rossoblù c'è attesa per i primi colpi di mercato e questa sarà una settimana decisiva per chiudere diverse operazioni.


[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 19.07.2019 ora 16:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 38 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Rimini
Monza
Pordenone
Vis Pesaro
Teramo
Ravenna
Sudtirol
Albinoleffe
Fermana
Fano
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Giana Erminio
Imolese
Renate

8070
4420
2550
2470
2120
2110
1790
1650
1630
1410
1000
1000
990
940
880
860
690
680
550
290

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy