SERIE C - GIRONE B
QUINDICESIMA GIORNATA
SAB. 8 DICEMBRE 2018
STADIO "NEREO ROCCO"
ORE 14:30

TRIESTINA

2

GUBBIO

2

SEDICESIMA GIORNATA
MART. 11 DICEMBRE 2018
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE 14:30

GUBBIO-VICENZA

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Pordenone
Triestina (-1)
Ternana
Vis Pesaro
Feralpisalo
Vicenza
Fermana
Ravenna
Imolese
Monza
Sudtirol
Rimini
Sambenedettese
Teramo
Fano

Giana Erminio
Gubbio
Renate
Albinoleffe

Virtus Verona

29
26
26
25
25
24
24
23
22
20
19
18
18
16
15

15
14
12
11

10

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

QUINDICESIMA GIORNATA
SAB. 8 DICEMBRE 2018

Imolese
Virtus Verona

3
1

Monza
Giana Erminio

3
0

Pordenone
Ravenna

2
1

Renate
Fano

0
1

Rimini
Albinoleffe

3
2

Sambenedettese
Sudtirol

1
0

Ternana
Fermana

2
0

Vicenza
Teramo

1
1

Vis Pesaro
Feralpisalo

1
0

-

Marcatori 2018-2019
Serie C - Girone B

Giacomelli Vicenza
Marilungo Ternana
Perna Giana Erminio
Candellone Pordenone
Nocciolini Ravenna

9
6
6
6
6

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

Marchi
Plescia
De Silvestro
Casiraghi
Casoli
Schiaroli

4
3
2
1
1
1

Scopri la nostra citta!

SEDICESIMA GIORNATA
MAR. 11 DICEMBRE 2018

Gubbio-Vicenza

Albinoleffe-Sambened.

Fano-Vis Pesaro

Feralpisalo-Imolese

Fermana-Triestina

Giana Erminio-Renate

Ravenna-Virtus Verona

Rimini-Monza

Sudtirol-Ternana

Teramo-Pordenone

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]


30/04/2004
Imolese: il capitano Borsa carica i suoi

L'Imolese, dopo il cambio dell'allenatore effettuato in settimana, con l'arrivo di Rumignani al posto di Azzali, si prepara per la partita di Gubbio. Il capitano della squadra, Andrea Borsa, carica i suoi: "Ognuno si prenda le proprie responsabilità e tutti giochino anche per Azzali - afferma il giocatore sul "Corriere di Romagna" - Se Azzali non è più il nostro allenatore la colpa è soprattutto nostra perché non siamo riusciti a fare quello che ci aveva chiesto. Noi dobbiamo assolutamente ottenere questa salvezza senza passare dai playout. Rumignani non si discute, è un personaggio e lo ha dimostrato immediatamente. Ha grande esperienza e ci può tirare fuori dai guai. Abbiamo dimostrato nel corso dell'anno di potercela giocare alla pari con tutte le rivali. Non vedo perché dovremmo avere paura del Gubbio". Intanto, nel pomeriggio, il mister del Gubbio Galderisi ha fatto svolgere una partitella in famiglia a ranghi contrapposti: per la cronaca sono andati a segno Spagnolli, che ha realizzato una doppietta, e Lazzoni.

30/04/2004
Imolese: il capitano Borsa carica i suoi

L'Imolese, dopo il cambio dell'allenatore effettuato in settimana, con l'arrivo di Rumignani al posto di Azzali, si prepara per la partita di Gubbio. Il capitano della squadra, Andrea Borsa, carica i suoi: "Ognuno si prenda le proprie responsabilità e tutti giochino anche per Azzali - afferma il giocatore sul "Corriere di Romagna" - Se Azzali non è più il nostro allenatore la colpa è soprattutto nostra perché non siamo riusciti a fare quello che ci aveva chiesto. Noi dobbiamo assolutamente ottenere questa salvezza senza passare dai playout. Rumignani non si discute, è un personaggio e lo ha dimostrato immediatamente. Ha grande esperienza e ci può tirare fuori dai guai. Abbiamo dimostrato nel corso dell'anno di potercela giocare alla pari con tutte le rivali. Non vedo perché dovremmo avere paura del Gubbio". Intanto, nel pomeriggio, il mister del Gubbio Galderisi ha fatto svolgere una partitella in famiglia a ranghi contrapposti: per la cronaca sono andati a segno Spagnolli, che ha realizzato una doppietta, e Lazzoni.

30/04/2004
Gubbio-Imolese affidata a Gandolfi

La partita di domenica prossima al "San Biagio", Gubbio-Imolese, con inizio alle ore 16, sarà diretta da Gandolfi di Cremona. L'arbitro lombardo sarà coadiuvato dagli assistenti di gara Ronga di Salerno e Petti di Nocera Inferiore.

29/04/2004
"Gubbio, ambiente giusto per il calcio"

Riceviamo settimanalmente un'infinità di e-mail, che ci segnalano l'importante lavoro che svolgiamo, sommata alla trasparenza e l'imparzialità che rende il sito piacevole e attendibile anche a coloro che non ci seguono da Gubbio. In sostanza il sito è nato proprio per questo, un portale di informazione calcistico che cerca di essere accessibile a tutti. I tanti frequentatori del sito ne sono la conferma e noi ringraziamo tutti, senza escludere nessuno, i nostri affezionati navigatori. Poi è ovvio, siamo persone umane, e tutti possono sbagliare. E' normale che non si può accontentare tutti, ma il fatto che ci sono arrivate diverse e-mail da opposte tifoserie ci riempe di gioia. Ma quello che più ci ha sorpreso, è il fatto che sono diventati assidui frequentatori di questo sito anche persone che sono estranee a questo campionato, appartenenti a diverse città d'Italia, per non parlare dei tanti eugubini che ci seguono dall'estero. Senza dimenticare i giocatori, anche di altre squadre, e di tante altre persone che appartengono al mondo del calcio, che ci seguono quotidianamente. E proprio per questo motivo vogliamo rendere pubblica almeno per una volta un e-mail che ci è pervenuta al nostro sito in questi giorni, che ci è arrivata da Milano: "Ciao Ragazzi, innanzitutto complimenti per il vostro sito: avete fatto davvero un lavoro fantastico...! Da quanto è interessante, comprensibile e graficamente bello, ho navigato nel sito in lungo e in largo, leggendo e guardando ogni sezione. Ci sono tantissime fotografie, statistiche, e tanto altro ancora... direi uno dei pochi siti di tifosi di calcio su cui puoi fare vero affidamento per conoscere ed essere aggiornato sulla squadra! Ho conosciuto la splendida città di Gubbio l'estate scorsa quando sono venuto in Umbria per visitare questa meravigliosa terra ed ho voluto vedere lo stadio: da qui ho capito che Gubbio ha l'ambiente giusto per giocare al
calcio. Vi saluto dicendovi che mi avete conquistato e che da oggi avete un tifoso in più".

27/04/2004
Zebi: "Un'emozione bellissima"

Nella trasmissione "Fuorigioco", in onda ogni martedì sera su Trg, hanno partecipato i giocatori rossoblù Moreno Zebi e Fausto Ferrari, e Marco Fioriti, dirigente del Gubbio. "La partita si è incanalata subito bene - ha esordito il centrocampista Zebi in riferimento alla vittoria contro il Gualdo - Il calcio è fatto di episodi, questa volta ci è andata bene a noi. Abbiamo ottenuto una vittoria molto importante contro un Gualdo molto forte. Sono molto contento per i nostri tifosi. Da eugubino, posso solo dire che ho provato un'emozione bellissima, da riprovare. Adesso incontreremo l'Imolese, un avversario molto difficile da affrontare". Il commento dell'attaccante Ferrari: "Siamo stati molto bravi nel sfruttare al meglio i due episodi che ci hanno permesso di portarci in vantaggio per 2-0. La partita era tutt'altro che facile, ma fortunatamente ha preso una buona piega per noi. Adesso pensiamo subito all'Imolese, un avversario molto ostico da superare". Per concludere il dirigente rossoblù Fioriti: "Dopo una prestazione del genere di tutta la squadra, l'entusiasmo è alle stelle. Una formazione che ha dimostrato in campo una certa tranquillità e sicurezza che ci fanno ben sperare per il futuro. Se manteniamo questa concentrazione, da quando è arrivato Galderisi, abbiamo tutte le carte in regola per superare il prossimo ostacolo, l'Imolese. Una vittoria ci permetterebbe di avvicinarci ulteriormente ai playoff".

27/04/2004
Bruni squalificato per una giornata

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Gionata Bruni è stato squalificato per una giornata: il centrale difensivo salterà la gara di domenica prossima contro l'Imolese. Non potrà giocare l'incontro al "San Biagio" nemmeno l'attaccante Negrini dell'Imolese, fermato per un turno. Il giocatore greco Sapanis della Cuoiopelli Cappiano è stato squalificato per quattro giornate. Per due turni sono stati fermati Bordiga e Melzi del Sansovino. La Sangiovannese, contro il Fano, dovrà fare a meno di Caleri, Calori e Nocentini. Stessa sorte per Lodi Rizzini, Affatigato e Pizzolla del Ravenna che non potranno scendere in campo a Castelnuovo Garfagnana. Non potranno giocare la prossima gara di campionato nemmeno Gentili del Gualdo, Pandolfi e Vitali del Tolentino, Ruscio e Pagliucoli del Sansovino, Anselmi del Grosseto, Fattori del Bellaria e Santarelli della Rosetana: sono stati tutti appiedati per un turno. La società del Gualdo, dopo la partita contro il Gubbio, è stata multata di 750 euro per "ripetuti cori offensivi verso l'opposta tifoseria e lancio di petardi, bengala e aste di plastica che, al termine, erano indirizzate verso l'arbitro, senza colpire". Sono state multate anche le società della Cuoiopelli Cappiano (200 euro) e del Ravenna (150 euro).

27/04/2004
Imolese: il nuovo allenatore è Rumignani

La società romagnola ha scelto il nuovo mister: si tratta di Giorgio Rumignani, 64 anni, ex trainer di Arezzo, Lucchese, Messina, Palermo, Pescara, Piacenza, Ravenna, Reggiana, Sambenedettese e Teramo. L'esperto allenatore friuliano, nella sua lunga carriera, ha ottenuto sette promozioni. Il nuovo tecnico sostituisce in panchina l'esonerato Romeo Azzali e farà il suo esordio domenica prossima al "San Biagio" contro il Gubbio.

27/04/2004
Ferrari: "Gubbio ha un pubblico incredibile"

L'attaccante rossoblù Fausto Ferrari, prelevato a gennaio dalla Rosetana, è stato l'autore del secondo gol nel derby vinto contro il Gualdo. Il giocatore modenese, dalle colonne del "Corriere dell'Umbria" di oggi, ha affermato: "Gubbio mi ha rilanciato dopo i problemi che ho avuto a Roseto degli Abruzzi. Per me questa città e questi tifosi sono stati come un colpo di fulmine. Gubbio ha un pubblico incredibile che ci sostiene con grande entusiasmo. A Gualdo erano in tanti a spingerci verso il successo. Il mio sogno è rimanere anche nella prossima stagione con questa squadra. L'avvento di Galderisi ha fatto scattare in noi una molla. E adesso daremo battaglia fino all'ultimo per guadagnarci i playoff".

27/04/2004
Carrarese e Imolese: via Baroni e Azzali

Due panchine del girone B della C/2 sono saltate a due giornate dalla fine. La Carrarese ha esonerato il trainer Marco Baroni. Al suo posto subentra Renzo Gobbo, 43 anni, ex giocatore della Carrarese dal 1993 al 1995 in serie C/1. Anche l'Imolese ha deciso di mandar via il tecnico Romeo Azzali. Si deve scegliere ora il suo sostituto.

26/04/2004
Tifosi: striscione in memoria di Mirko

I tifosi del Gubbio presenti domenica al "Luzi" di Gualdo Tadino hanno esposto un commovente striscione con scritto: "Quando te ne sei andato ha piovuto tutto il giorno, anche il cielo ha pianto per te". Gli ultrà rossoblù hanno ricordato in questo modo la scomparsa del giovane tifoso eugubino, deceduto sabato mattina per un incidente stradale. Al ritorno a Gubbio gli stessi supporters hanno reso omaggio a Mirko Matteucci, nel luogo dove è avvenuto il fatale incidente in cui ha perso la vita, dove hanno deposto dei fiori e hanno lasciato alcune sciarpe e vessilli rossoblù. Anche i tifosi gualdesi hanno ricordato la sua memoria con uno striscione che riportava: "Onore a Mirko".


25/04/2004
Il Gubbio espugna Gualdo (1-3)

Trentaduesima giornata di campionato, al "Luzi" di Gualdo Tadino è in scena il 42° derby tra il Gubbio e il Gualdo. Davanti ad un pubblico numeroso, grazie anche alla folta presenza di tifosi del Gubbio (oltre 600 solo nel settore ospiti e un centinaio in tribuna), inizia un gara che promette scintille come avviene in ogni derby. Prima della gara viene ricordata la memoria del giovane tifoso eugubino deceduto ieri mattina dopo un incidente stradale: scrosciano gli applausi di tutto lo stadio. Il Gualdo sogna di avvicinarsi al primo posto, il Gubbio punta ai playoff. Mister Galderisi sostituisce lo squalificato Lazzoni impiegando Zebi a centrocampo. La partita all'inizio stenta a decollare in una giornata fredda, piovosa e con forti raffiche di vento. Al 7' un tiro dalla distanza di Balducci viene neutralizzato in tuffo da Fabbri. Al 16' ci prova Cipolla dal limite su punizione, la sua conclusione a rete termina a lato di poco. Al 25' Chisena cerca il set dalla distanza e sfiora di poco il montante. Un minuto più tardi Cipolla serve sulla destra Antonazzo che crossa in mezzo all'area biancorossa, nell'occasione è tempestivo l'intervento di Fusco che anticipa per un soffio Ferrari pronto a scoccare un tiro a rete e spedisce la palla in corner. E' il preludio al gol che arriva proprio dagli sviluppi del calcio d'angolo. Cipolla pennella in mezzo un bel cross a girare in area, Bruni è il più lesto di tutti e di testa insacca la palla in rete. Passano nemmeno due minuti e il Gubbio raddoppia al 29': Antonazzo corre sulla fascia destra e crossa in mezzo, Ferrari si gira bene e con un bel diagonale di piatto destro infila la palla nell'angolino. Esplode l'esultanza dell'attaccante modenese che sfoga tutta la sua gioia davanti al settore occupato dai sostenitori eugubini. Il Gualdo sembra stordito e non riesce a reagire dopo questo uno-due micidiale. Al 40' tenta una conclusione a rete Farrugia dalla distanza, ma il suo tiro sorvola la traversa. Il primo tempo si chiude con una bella azione in velocità impostata da Maisto e proseguita da Antonazzo che dalla destra serve un invitante pallone per Cipolla che dal limite non riesce a trovare lo specchio della porta dopo un bel tiro. Nella ripresa ci si aspetta una reazione improvvisa del Gualdo che invece tarda ad arrivare. Al 52' Memè tenta di impensierire Fabbri dalla distanza, ma il portiere rossoblù è attento e in tuffo agguanta la sfera. Al 57' ci prova anche Fusseini dal limite, ma la sua potente conclusione termina di poco a lato. I rossoblù sono sempre pericolosi nelle ripartenze e al 64' dilagano portandosi sul 3-0. Cipolla porta a spasso alcuni avversari, entra in area e viene steso da Fusseini: è calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso Cipolla realizza infilando la palla nell'angolino. Un gol che pesa come un macigno per i padroni di casa che comunque nel finale cercano almeno di trovare il gol della bandiera. Al 72' una punizione di Balducci dal limite viene respinta con i pugni dal portiere Fabbri. Al 76' Di Lillo spara alto un tiro dalla distanza. Al 78' il Gubbio rischia di segnare il quarto gol. Sandreani serve in profondità Ferrari che si libera di un avversario e solo davanti alla porta calcia a rete: il portiere Formica si salva in tuffo respingendo la pericolosa conclusione a rete. All'89' si fanno espellere Gentili e Bruni per reciproche scorrettezze. Passano i minuti e il Gualdo trova il gol della bandiera al 94' su rigore, per un fallo di De Pascale che stende Di Lillo in area ospite. Il fantasista biancorosso Balducci trasforma il penalty portandosi a quota 17 nella classifica cannonieri. Al triplice fischio finale, apoteosi del pubblico eugubino e dei giocatori che festeggiano la vittoria tuffandosi davanti ai propri tifosi presenti nella gradinata ovest. Al ritorno a Gubbio segnaliamo un bel gesto di alcuni tifosi eugubini che hanno reso omaggio a Mirko Matteucci, nel luogo dove è avvenuto il fatale incidente in cui ha perso la vita, dove hanno deposto dei fiori e hanno lasciato alcune sciarpe e vessilli rossoblù. E questa vittoria ci permettiamo di dedicarla proprio a lui perchè sappiamo quanto ci teneva a questo derby e quanto era grande la sua passione per i colori di questa maglia. E' una vittoria molto importante che vale molto, non solo ai fini della classifica, ma anche perchè il Gubbio è riuscito a sconfiggere una squadra che non aveva mai perso in questo campionato tra le mura amiche, una compagine composta da fior di giocatori, in primis il fuoriclasse Balducci, e allenata da un allenatore esperto e preparato come Cuttone. Proprio per questo motivo è da considerare ottima la prestazione degli uomini di mister Galderisi che hanno affrontato la partita con raziocinio, aspettando all'inizio l'avversario per poi punirlo al momento opportuno. A tratti è sembrata una formazione autoritaria, che ha ottenuto quello che voleva e che ha sfruttato al meglio le potenzialità dei singoli, come ad esempio Cipolla che è stato incontenibile. Domenica al "San Biagio" il Gubbio affronterà l'Imolese.
Gualdo: Formica, Patti, Memè, Fusseini, Pagliuchi (75' Locatelli), Fusco, Chisena (59' Calcagno), Di Lillo, Farrugia (62' Gentili), Balducci, Rossi. All. Cuttone.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, De Pascale, Zebi, Bruni, Giacometti, Maisto (77' Birolini), Sandreani, Ferrari, Turchetta (85' Spagnolli), Cipolla (84' Iezzi). All. Galderisi.
Reti: 27' Bruni (Gub), 29' Ferrari (Gub), 64' Cipolla (Gub) rigore, 94' Balducci (Gua) rigore.
Arbitro: Banti di Livorno. Ammoniti: Zebi e Bruni (Gub); Di Lillo e Chisena (Gua). Espulsi: Bruni (Gub) e Gentili (Gua) all'89'. Spettatori 2600 circa (700 circa provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 32° GIORNATA:
Aglianese - Castelnuovo 0-0
Carrarese - Tolentino 0-2
31' Vitali (T), 75' Tomassini (T)
Cuoiopelli Cappiano - Fano 1-0
57' Grassi (C)
Gualdo - Gubbio 1-3
27' Bruni (Gub), 29' Ferrari (Gub), 64' Cipolla (Gub) rig., 94' Balducci (Gua) rig.
Imolese - Montevarchi 0-2
29' Tarpani (M) rig., 62' Tarpani (M)
Ravenna - Grosseto 1-1
38' Roncarati (R), 76' Sardelli (G)
Rosetana - Bellaria 0-0
San Marino - Forlì 2-2
24' Bernardi (F) rig., 37' Pagano (SM) rig., 49' Ghetti (F), 92' Pagano (SM) rig.
Sangiovannese - Sansovino 0-0


24/04/2004
Gubbio: tifosi in massa a Gualdo Tadino

E' prevista una folta rappresentanza di sostenitori eugubini al "Luzi" di Gualdo Tadino per assistere al derby. Nonostante il concomitante pranzo dei ceraioli di "San Giorgio", si prevedono circa 700-800 supporters rossoblù al seguito. Forse un po' meno numerosi rispetto alle ultime due stagioni precedenti, anche se, solo in prevendita, in sede sono stati venduti 607 biglietti destinati per il settore ospiti. Altri sostenitori, che hanno preferito non comprare il biglietto anticipatamente, si recheranno ugualmente a Gualdo Tadino per assistere alla gara. E' da verificare, adesso, se questi tifosi che acquisteranno il biglietto in altri settori potranno accedere lo stesso nella gradinata ospite, oppure troveranno posto nella tribuna di fronte alla gradinata ovest, come è avvenuto in occasione dei precedenti derby.

24/04/2004
Berretti: Gubbio-Ravenna 1-1; Calcio a 5: Victoria Mocaiana, per poco niente playoff

Nel campionato "Berretti", il Gubbio di mister Enrico Sannipoli ha pareggiato per 1-1 contro il Ravenna. La rete dei rossoblù porta la firma di Ettore Marchi. Nel campionato di serie C/1 di calcio a cinque, invece, svaniscono nell'ultima giornata i sogni di gloria della matricola Victoria Mocaiana. I rossoverdi sono stati sconfitti per 6-3 a Pontevalleceppi e per un solo punto sono rimasti fuori dalla zona playoff. E' comunque stata ottima la stagione della squadra allenata da mister Pierpaolo Mariotti, che dopo due promozioni consecutive, è riuscita a disputare un sorprendente campionato anche in C/1.

24/04/2004
Ciao Mirko

Un grave lutto ha colpito la tifoseria eugubina. Andandosene così, a 31 anni, Mirko Matteucci lascia un grande vuoto dentro tutti noi. Un tributo, e un saluto, tutti noi, Mirko, te lo dobbiamo. Chi ti ha conosciuto non vedrà mai spegnersi il sorriso sul tuo viso. Una passione per il Gubbio che non aveva confini, sempre presente in numerose trasferte. Ti sarebbe piaciuto in prima persona vivere questo derby contro il Gualdo. Vorrà dire che lo seguirai insieme a noi e lo vedrai da lassù, perchè il tuo ricordo rimarrà sempre vivo nei nostri cuori. La redazione di Gubbiofans porge le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.

24/04/2004
Galderisi: "E' un derby che farà divertire il pubblico sugli spalti"

Nella consueta conferenza stampa di fine settimana dell'A.S. Gubbio Calcio 1910, il tecnico rossoblù Giuseppe Galderisi ha presentato così il derby contro il Gualdo: "Ci siamo preparati bene perchè sappiamo che incontreremo un avversario molto forte sotto tutti i punti di vista. Essendo un derby sono sicuro che verrà fuori una grandissima partita. Si affronteranno in campo due squadre che giocano a calcio. Mi piace tenere tutti sulla corda: per questo motivo ho fatto allenare tutti i ragazzi con la stessa medesima intensità. Mi aspetto sempre di più da tutti i giocatori che ho a disposizione perchè ancora dobbiamo dimostrare tutto il nostro valore e sono dell'avviso che nello spogliatoio si costruiscono le grandi vittorie. I tifosi, sia del Gualdo che quelli del Gubbio, avranno modo di divertirsi sugli spalti. Poi spero che alla fine riusciamo a fare risultato e rendere felici i nostri tifosi. Chi sarà più bravo vincerà, e se l'avversario si dimostrerà più forte di noi, tanto di cappello".

24/04/2004
Gualdo-Gubbio su... "Alè Gubbio"

Un numero speciale di "Alè Gubbio", periodico rossoblù d'informazione sportiva, sarà distribuito nel settore ospiti dello stadio "Angelo Luzi" di Gualdo Tadino prima del derby tra Gualdo e Gubbio. "Per l'onore di una città", titola il giornale. All'interno la parola passa ai protagonisti di entrambi le squadre che raccontano il derby che arriva e la storia di quelli precedenti.

23/04/2004
Gualdo-Gubbio, storie di derby...

Le due compagini umbre si sono affrontate, in campionato, in tutto 41 volte. Il computo delle sfide vede gli eugubini in vantaggio con 23 vittorie, 15 pareggi e 3 sole affermazioni in casa per il Gualdo, considerando anche gli incontri di Coppa Italia. Per la prima volta, nel campionato 2000-01, il derby si è giocato tra i professionisti. A Gubbio finì 2-1 in favore dei rossoblù, a Gualdo le due squadre pareggiarono per 1-1. Nella stagione 2001-02, il derby di andata fu vinto dal Gubbio per 2-1 al "Luzi" di Gualdo (doppietta di Clementi). Nel ritorno, l'incontro al "San Biagio" davanti a tremila persone si concluse 1-1. La scorsa stagione, la gara a Gualdo terminò 1-1, con le reti di Balducci, per i biancorossi, e di Clementi per il Gubbio. Medesimo risultato (1-1) anche al "San Biagio": andò a segno di nuovo Balducci per il Gualdo; nel finale Sandreani pareggiò i conti.

22/04/2004
Gualdo: Brescia squalificato, salta il derby

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del recupero Bellaria-Gualdo. Il tecnico dei romagnoli Angelini è stato squalificato per una giornata. Stessa sorte è toccata al secondo allenatore biancazzurro Zannoni, anch'egli espulso per proteste. Il capitano del Gualdo Brescia è stato fermato per un turno e quindi salterà il derby con il Gubbio.

22/04/2004
Gualdo-Gubbio, prove di derby

Il mensile "Sportissimo", nel numero di aprile in edicola, dedica l'intera copertina al derby di domenica prossima tra Gualdo e Gubbio. Suggestiva l'immagine dei due tecnici che si sfidano a duello come due cavalieri medioevali. Per Cuttone e Galderisi sarà un derby nel derby: Agatino con la maglia del Torino e Nanu con quella della Juventus si sono affrontati più volte nel derby della Mole. Parla della sfida Mario Nofri, un ex giocatore e allenatore di entrambi le squadre. Ampio spazio viene dedicato anche al vivaio rossoblù con immagini e interviste ai protagonisti della squadra "Berretti" e degli "Allievi".

21/04/2004
Recupero: il Bellaria stoppa il Gualdo (2-2)

Si è giocato nel pomeriggio il recupero della 30° giornata Bellaria-Gualdo. La partita è finita in parità, 2-2. Il Gualdo è passato in vantaggio al 31' con Fusseini. I romagnoli hanno raggiunto il pareggio al 41' con Viroli. Nella ripresa i padroni di casa hanno ribaltato il risultato al 57' con Medri che ha trasformato un calcio di rigore, causato da un fallo di mani di Brescia (il centrocampista gualdese è stato ammonito, era in diffida e salterà il derby con il Gubbio). I biancorossi hanno riagguantato il risultato al 70' con Farrugia. Annullato un gol al Bellaria di Medri al 92': nella circostanza è stato espulso il tecnico dei romagnoli Angelini. La partita di domenica prossima tra Gualdo e Gubbio sarà diretta da Banti di Livorno, coadiuvato dagli assistenti di linea Avella di Salerno e Cassese di Nola.

21/04/2004
Grosseto: via i due tecnici; arriva Specchia

E' costata cara al tandem Magrini-Mancini la sconfitta di domenica scorsa del Grosseto in casa contro il Gualdo. Il presidente biancorosso Camilli non ha digerito la seconda sconfitta consecutiva della propria squadra che è capolista del girone. E' stato ingaggiato un nuovo tecnico: si tratta di Paolo Specchia, 56 anni, ex allenatore di Benevento, Catanzaro, Foggia, Livorno, Lodigiani, Spezia, Torres Sassari e Vicenza.

20/04/2004
Bruni: "Andremo a Gualdo per vincere: i tifosi sono la nostra arma in più"

Nella trasmissione "Fuorigioco" - in onda ogni martedì sera su Trg - ha partecipato il giocatore rossoblù Gionata Bruni. Il centrale difensivo ha commentato così il pareggio al "San Biagio" contro la solida Sangiovannese: "Domenica è stata una grande gara. Fondamentale è stato l'apporto del nostro pubblico. Conosco molto bene da anni i tifosi eugubini e nei momenti importanti si fanno sempre sentire. Questo dipende anche da noi che sappiamo trascinarli. Ora entriamo in campo decisi, più tranquilli e siamo più convinti nei nostri mezzi e ce la possiamo giocare con tutti. Bisogna però continuare a lavorare sodo, perchè il nostro calendario è davvero difficile". Il derby a Gualdo? "E' una partita che fa storia a sè, come avviene in tutti i derby. Noi ci stiamo preparando al meglio, stiamo bene fisicamente e moralmente, come abbiamo dimostrato contro la Sangiovannese. Posso solo assicurare che andremo a Gualdo per vincere, anche se loro sono molti forti e non hanno mai perso in casa in questa stagione. Non voglio aggiungere altro e fare pronostici. L'assenza di Lazzoni per squalifica non ci voleva, ma chi lo sostituirà non lo farà rimpiangere".

20/04/2004
Lazzoni squalificato per una giornata

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Massimiliano Lazzoni salterà il derby di Gualdo: il centrocampista rossoblù è stato squalificato per una giornata. La società del Gubbio è stata multata di 1200 euro per "lancio in direzione di un assistente arbitrale di aste di bandiera e bottigliette che lo colpivano provocandogli momentaneo dolore". Salteranno il prossimo turno di campionato Calvaresi e Recchi della Rosetana, Pennucci del Castelnuovo, Tolomei (Cuoiopelli), Vespignani e Viviani (Sansovino), Castorina e Polidori (Imolese), Orlandi (Fano), Bolzan e Scugugia (Sangiovannese): sono stati tutti appiedati per un turno. Sono stati squalificati per una giornata anche Valeri del Bellaria, e Balducci e Memè del Gualdo: questi giocatori, però, sconteranno la giornata di squalifica nel recupero che si giocherà a Bellaria tra la formazione locale e il Gualdo mercoledì 21 aprile. Infine sono state multate le società della Carrarese per 1000 euro, del Grosseto di 350 euro, del Fano (300 euro) e del Gualdo (200 euro).

20/04/2004
Spagnolli: "Spero di giocare nel derby..."

Massimo Spagnolli, ex attaccante del Gualdo, ora giocatore del Gubbio, è rientrato sul rettangolo di gioco contro la Sangiovannese dopo l'infortunio alla coscia che lo ha tenuto fermo per un mese. L'attaccante spera di giocare domenica nel derby a Gualdo Tadino... "Ci tengo a giocare, anche nel corso della gara - ha dichiarato Spagnolli dalle colonne del "Corriere dell'Umbria" - Voglio recitare un ruolo da protagonista in questo finale di campionato con il Gubbio. A Gualdo dovremo fare una grande partita, come contro la Sangiovannese, e restare concentrati fino alla fine perchè loro ti puniscono subito. Noi scenderemo in campo per vincere, magari con un mio gol". Quanto saranno importanti i tifosi? "Tanto, sia a Gualdo che a Gubbio ci tengono molto. Credo che sarà tutto esaurito". Quali saranno i due giocatori determinanti del derby? "Balducci per il Gualdo e Cipolla per il Gubbio".

20/04/2004
Gualdo-Gubbio: è obbligatorio premunirsi del biglietto in prevendita in sede

Si comunica che per la gara di Gualdo, che si disputerà domenica 25 aprile (ore 16), saranno inviati a Gubbio circa 800 biglietti in prevendita. Si ricorda che qualsiasi tifoso eugubino che vorrà recarsi a Gualdo Tadino dovrà munirsi obbligatoriamente del biglietto prima della gara, tagliandi che saranno disponibili e in vendita in sede, al Polisportivo "San Biagio", a partire dalle ore 9,30 di giovedì fino e non oltre le ore 18,30 di sabato. Il tagliando costa 10 euro. Quindi, qualunque tifoso che vorrà seguire il Gubbio a Gualdo dovrà munirsi di biglietto anticipatamente, altrimenti troverà il botteghino degli ospiti chiuso e non potrà accedere senza tagliando al settore riservato ai tifosi del Gubbio.


18/04/2004
Gubbio e Sangiovannese danno spettacolo dopo una partita al cardiopalma (2-2)

Trentunesima giornata di campionato, il Gubbio affronta al "San Biagio" la più quotata e solida Sangiovannese. I rossoblù devono fare a meno di Antonazzo, squalificato. Mister Galderisi ripropone il consueto modulo, il 4-2-3-1. Fabbri si posiziona tra i pali. In una difesa schierata a quattro, Bruni e Giacometti giocano centrali, De Pascale a destra e Amadio a sinistra. I due stantuffi di centrocampo sono Lazzoni e Sandreani. Più avanti giocano altri tre centrocampisti in linea: Iezzi funge da ala destra, Maisto si posiziona a sinistra, mentre Turchetta supporta al centro l'unica punta, Ferrari. Cipolla e Spagnolli, che rientra dopo l'infortunio alla coscia, si siedono in panchina. Il Gubbio, dopo la sorprendente prova di San Marino, cerca punti importanti anche contro la Sangiovannese per sperare nel sogno playoff. I toscani, reduci dalla vittoria di Ravenna, vogliono riconfermarsi anche in terra umbra. La compagine di Baiano & C. è una delle migliori squadre del girone con una difesa compatta che ha subìto solo 13 reti in tutto il campionato e proviene da 15 risultati consecutivi. Gli azzurri dispongono di un collettivo di prim'ordine, da categorie superiori, quindi il Gubbio è chiamato agli straordinari contro un avversario del genere. E' una partita che promette scintille e non tradirà le attese: le due squadre si affronteranno a viso aperto su un campo appesantito dalla pioggia incessante. Al 5' ci provano gli ospiti con Stamilla: la sua conclusione dal limite termina alta sopra la traversa. Al 9' Galli pennella in area eugubina una punizione, Scugugia in mezza rovesciata indirizza la palla a rete: Fabbri è attento e con i pugni respinge la sfera. Al 10' stop volante al limite dell'attaccante azzurro Gennari che gira prontamente in porta, ma la sua conclusione termina abbondantemente sopra il montante. Rispondono i rossoblù al 13' con Iezzi che mette in mezzo un cross invitante per Ferrari che gira di testa a rete, il portiere toscano Pierini si accartoccia e abbranca la sfera. Al 18' ci prova ancora Ferrari, su assist di Maisto, ad impensierire di testa l'estremo difensore azzurro, Pierini anche questa volta è pronto e blocca la conclusione a rete dell'attaccante modenese. Al 20' una rasoitata di Ferrari su punizione dal limite costringe il portiere ospite agli straordinari: Pierini in tuffo riesce a deviare come può la sfera in angolo. Al 30' si rendono pericolosi i toscani con Galli che su punizione smarca al limite Tognozzi che spara a rete, è provvidenziale l'intervento di capitan Giacometti che riesce a deviare con una coscia la palla in corner. Un minuto più tardi è la difesa della Sangiovannese che si salva in extremis su un potente tiro dal limite calciato da Lazzoni. Al 37' Ferrari, lanciato a rete da Iezzi, viene fermato per un fuorigioco molto dubbio. Al 39' una sassata di Stamilla dalla distanza indirizzata in porta fa la barba al palo. Capovolgimento di fronte, Giacometti tenta una conclusione dalla distanza, il tiro è potente ma impreciso e termina a lato. Finisce così un primo tempo ben giocato dalle due squadre. La prima frazione di gioco ha riservato una partita maschia e avvincente, senza esclusioni di colpi da entrambi le parti. E il secondo tempo riserverà ulteriori emozioni, da mozzafiato. Parte subito forte il Gubbio che al 47' va in gol con Ferrari, ma l'arbitro ferma tutto per un presunto fuorigioco che in realtà sembra non sussistere. Infatti l'attaccante modenese, lanciato a rete da Sandreani, era tenuto in gioco da Capecchi. Al 51' entra in campo Cipolla al posto di Maisto. Al 56' Sandreani cerca di sorprendere il portiere toscano con una splendida punizione a girare dal limite: Pierini gli risponde da campione e devia miracolosamente la palla in corner. Il centrocampista di Cantiano si rifarà più tardi. Al 59' Ferrari stoppa alla perfezione un pallone al limite dell'area toscana e tira in porta, il portiere Pierini blocca la sfera. La partita si fa sempre più incandescente. Al 61' Ferrari viene fermato di nuovo per un fuorigioco inesistente. Al 62' De Pascale subisce un fallo da tergo da Bolzan, ma il calciatore ospite, già ammonito, non viene sanzionato dal direttore di gara con il cartellino rosso. Al 64' Galli crossa in mezzo per Gennari che di testa gira a rete, Fabbri in due tempi blocca la sfera. Al 65' Galli calcia a rete dal limite, Fabbri respinge con i pugni la palla che viene raccolta da Tognozzi che calcia di nuovo in porta: la palla sorvola di poco la traversa deviata in angolo da un difensore eugubino. Al 67' Tognozzi, ben smarcato in area da Baiano, calcia a botta sicura a rete all'altezza del dischetto, Fabbri è strepitoso e in tuffo intercetta la pericolosa conclusione del calciatore valdarnese. Un minuto più tardi un colpo di testa di Baiano fa la barba al palo. Al 70' Iezzi effettua un cross velenoso in area ospite a spiovere, Pierini anticipa per un soffio Ferrari pronto a scoccare la sfera in rete. Al 71' esce dal campo anche Iezzi, sostituito da Coresi. Al 73' un gran tiro di Caleri dal limite termina di poco a lato. E nel finale di gara succederà di tutto. Al 77' gli ospiti sbloccano il risultato con Gennari che sugli sviluppi di un corner, a pochi passi dalla porta risolve una mischia depositando la palla in rete. Ma passano appena due minuti e il Gubbio pareggia. E' il 79', punizione dal limite per i rossoblù, è perfetta l'esecuzione in porta di Sandreani che con un tiro a girare insacca la sfera sotto l'incrocio dei pali e il centrocampista cantianese esplode tutta la sua gioia correndo verso i propri tifosi della gradinata. Ma non finisce qui. All'81' il Gubbio sfiora clamorosamente il raddoppio, Cipolla si invola sulla fascia sinistra, entra in area e crossa in mezzo per Turchetta che davanti alla porta calcia a botta sicura a rete, la palla colpisce incredibilmente il palo interno, attraversa tutto lo specchio della porta, ma non entra in rete. Sfortunatissimo nell'occasione l'ex centrocampista fiorentino. Gol mancato, gol subìto. All'84' Baiano pennella un perfetto assist in area eugubina per l'accorrente Proietti che al volo di sinistro deposita la palla in fondo al sacco, bel gol anche questo, segnato tra l'altro da un ex rossoblù. Mister Galderisi corre subito ai ripari e fa entrare la terza punta Spagnolli, che rientra dopo l'infortunio, al posto di Amadio. All'86' Sandreani cerca di ripetetersi da calcio di punizione sempre dalla stessa posizione del gol, il suo tiro questa volta viene intercettato dalla barriera azzurra. Ma passano pochi minuti e il Gubbio pareggia. All'89' De Pascale svetta sopra tutti in area ospite e incorna a botta sicura a rete, Pierini respinge con i pugni la sfera, si avventa sul pallone Cipolla che viene messo giù da dietro dal portiere ospite: è il calcio di rigore. Dal dischetto trasforma il penalty lo stesso Cipolla che insacca la palla in fondo all'angolino. E' un tripudio sugli spalti, per aver raggiunto in extremis un risultato ormai insperato. Prima del triplice fischio finale vengono espulsi un giocatore per parte per somma di ammonizioni, Lazzoni per il Gubbio e Bolzan per la Sangiovannese. Finisce così una gara avvincente, spettacolare, mozzafiato, che non ha deluso sicuramente il pubblico giunto al "San Biagio". Due squadre che si sono date battaglia dal primo minuto fino all'ultimo istante. La Sangiovannese ha dimostrato tutta la sua forza, sicuramente la migliore squadra vista al "San Biagio", una squadra spavalda, autoritaria e che ha sciorinato un buon calcio. Ma anche il Gubbio non è stato da meno rispondendo colpo su colpo, lottando per tutto l'arco della gara senza arrendersi mai, nemmeno quando si è trovato sotto di un gol per due volte. La squadra di Galderisi ha sempre cercato di mettere in difficoltà il più quotato aversario, ha sfiorato il gol della vittoria sull'1-1 con il clamoroso palo colpito da Turchetta e soprattutto ha fatto intravedere una caratteristica fondamentale, che prima forse mancava: di giocarsela con chiunque, con grande determinazione e grande carattere, e di non demordere mai. La lotta per l'ultimo posto per disputare i playoff rimane sempre aperta e incandescente. Il Gubbio mantiene per il momento il quinto posto solitario in classifica a quota 43 punti, tallonato dal Fano e dal Forlì che si trovano a 42 punti. Il Ravenna si è rifatto sotto portandosi a 41 punti. E domenica per il Gubbio si prospetta un'altra battaglia. I rossoblù affronteranno il Gualdo di mister Cuttone al "Luzi" di Gualdo Tadino, che ha espugnato il campo della capolista Grosseto (0-2).
Gubbio: Fabbri, De Pascale, Amadio (85' Spagnolli), Lazzoni, Bruni, Giacometti, Iezzi (71' Coresi), Sandreani, Ferrari, Turchetta, Maisto (51' Cipolla). All. Galderisi.
Sangiovannese: Pierini, Calori, Capecchi, Scugugia, Caleri, Farris (25' Bolzan), Stamilla (90' Morelli), Tognozzi, Gennari, Baiano, Galli (75' Proietti). All. Sarri.
Reti: 77' Gennari (S), 79' Sandreani (G), 84' Proietti (S), 89' Cipolla (G) rigore.
Arbitro: Brunialti di Trento (D'Ambrosi di Viterbo e Ferrante di Formia). Ammoniti: Lazzoni e Giacometti (G); Bolzan (S). Espulsi Lazzoni (G) e Bolzan (S) al 90'. Spettatori: 1540 (164 provenienti da San Giovanni Valdarno): nella somma non sono stati considerati i biglietti gratis distribuiti per i ragazzi delle scuole.
I RISULTATI DELLA 31° GIORNATA:
Bellaria - Aglianese 0-2
45' Taschini (A), 77' Chicco (A)
Castelnuovo - Cuoiopelli Cappiano 1-1
51' Cavalcante (Ca), 51' Grassi (Cu)
Fano - Imolese 1-1
51' D'Aloisio (F) rig., 89' Castorina (I)
Forlì - Rosetana 2-1
15' Rondina (F), 32' Piccioni (R), 49' Bernardi (F)
Grosseto - Gualdo 0-2
9' Farrugia (G), 83' Balducci (G)
Gubbio - Sangiovannese 2-2
77' Gennari (S), 79' Sandreani (G), 84' Proietti (S), 89' Cipolla (G) rig.
Montevarchi - San Marino 2-2
15' Tarpani (M), 39' Suprani (S) aut., 51' Pizzi (S), 60' Maniero (S)
Sansovino - Carrarese 1-0
94' Vespignani (S)
Tolentino - Ravenna 0-2
52' Moscelli (R), 82' Moscelli (R)

17/04/2004
Berretti: Spal-Gubbio 1-5; Calcio a cinque: Victoria Mocaiana ad un passo dai playoff

Nel campionato "Berretti", il Gubbio di mister Enrico Sannipoli ha travolto per 5-1 la Spal a Ferrara. Le reti dei rossoblù sono state realizzate da Radicchi e Bedini, entrambi autori di una doppietta, e da Gaggiotti. Nel campionato di serie C/1 di calcio a cinque, invece, il Victoria Mocaiana ha sconfitto per 5-2 il Pattol Club Pontepattoli. I gol dei rossoverdi portano la firma di Carubini e Naticchi, che hanno realizzato una doppietta ciascuno, e di Fabrizio Calzuola. La squadra del trainer Pierpaolo Mariotti rimane saldamente in terza posizione in classifica e si giocherà la matematica certezza di disputare i playoff sabato prossimo, ultima giornata di campionato: i rossoverdi si giocheranno il tutto per tutto a Pontevalleceppi.

17/04/2004
Galderisi: "Voglio vedere sempre la maglia dei miei giocatori sporca e sudata"

Nella consueta conferenza stampa di fine settimana dell'A.S. Gubbio Calcio 1910, il tecnico del Gubbio Giuseppe Galderisi ha presentato così la difficile sfida al "San Biagio" contro la solida Sangiovannese: "Incontreremo un avversario fortissimo e dovremo affrontarli con lo spirito giusto. E' una squadra molto quadrata, che ha qualità in ogni reparto. Baiano davanti fa la differenza in queste categorie. Inoltre dispongono di altri giocatori di esperienza come Rocco a centrocampo e Scugugia in difesa. C'è poco da stare allegri, per noi sarà una partita durissima. E' l'occasione per confrontarci con una grande squadra. Da parte nostra, stiamo lavorando per cercare di trovare una certa identità. La nostra mentalità e la nostra filosofia rimane sempre la stessa, e cerchiamo di ottenere sempre il massimo. Si gioca sempre per vincere, poi si può anche perdere, ma l'importante è provarci sempre. Si lavora per noi stessi per ottenere i risultati, ma soprattutto lo si fa per la città e i tifosi. Voglio vedere sempre la maglia dei miei giocatori sporca e sudata a fine gara, per poter andare sotto la curva dei nostri tifosi e applaudirli per quello che fanno in ogni partita. Lo spirito deve essere questo e credo che i ragazzi lo hanno capito perfettamente. Non siamo migliori di nessuno, ma siamo una squadra che lavora e fa tanti sacrifici". L'ex Bignone ha dichiarato che sarà "una partita da tripla"... "Ha perfettamente ragione - afferma "Nanu" Galderisi - La Sangiovannese è tignosa, molto aggressiva e può vincere con chiunque. Ma domenica non troverà di fronte un avversario molle. Cercheremo in tutti i modi per metterli in difficoltà, se poi loro in campo si dimostreranno più bravi di noi, tanto di cappello".

17/04/2004
L'ex Bignone: "E' una partita da tripla"

Marco Bignone, ex giocatore rossoblù, ora team manager della Sangiovannese presenta la gara che si terrà domenica al "San Biagio": "E' una partita da tripla - ha dichiarato Bignone in sintesi sul "Corriere dell'Umbria" - Si affrontano due squadre valide, speriamo che le due forze non si annullino. Ci giocheremo la partita come del resto faranno i rossoblù. Oggi come oggi la Sangiovannese è tra le migliori squadre del girone per il gioco espresso e fa dell'organizzazione la propria forza. Conosco bene Gubbio: è un ambiente che riesce a caricare in modo particolare la squadra, temo l'atmosfera che riesce a trasmettere questa città. Bisogna viverci a Gubbio per capirlo, dove ho passato tre anni molto intensi e positivi. Sono affezionato a questo ambiente e a questa bellissima città perchè è fuori dagli schemi e mi ha dato molto. Ho ancora molti amici, a partire dai dirigenti, ai calciatori fino ad arrivare al pubblico e agli stessi ultras. Proprio per questo motivo auguro al Gubbio di arrivare ai playoff".

16/04/2004
Amarcord rossoblù: sedici anni fa il Gubbio espugnò per 4-1 il "Liberati" di Terni...

Sedici anni fa, precisamente il 16 aprile 1988, il Gubbio si aggiudicò il derby contro la Ternana espugnando il "Liberati" di Terni nel campionato di serie C/2 girone C. Grande impresa della squadra eugubina che all'epoca era allenata da Giampaolo Landi. I rossoblù sbloccarono il risultato con Cocciari all'8' su punizione. Il raddoppio arrivò al 26' con Zoppis che di testa finalizzò in rete una stupenda azione in velocità impostata da Di Felice e proseguita da Ciucarelli. Nella ripresa il risultato diventò più rotondo. Al 73' Di Felice siglò il terzo gol: stupenda fu l'esecuzione al volo a rete del fantasista abruzzese che piegò le mani del portiere rossoverde Foti. Fu avvincente il duello tra i due ex laziali Massimo Cacciatori, portiere del Gubbio, e Vincenzo D'Amico, trequartista dei rossoverdi: l'estremo difensore rossoblù fu determinante nel respingere da grande campione alcune conclusioni a rete su calcio piazzato dello specialista D'Amico: Cacciatori si arrese solo su rigore al 77'. Ma tre minuti più tardi, all'80', ci pensò di nuovo Zoppis che di testa ristabilì le distanze e fissò il risultato sul 4-1 per i rossoblù. In quella stagione il Gubbio, all'esordio in C/2 dopo il memorabile spareggio del "Curi" vinto con il Poggibonsi, concluse il campionato in quarta posizione. Il Casarano e il Perugia, che aveva nelle sue file Ravanelli e Di Livio, arrivarono entrambi appaiate in testa alla classifica e si aggiudicarono l'accesso alla C/1 davanti alla Fidelis Andria che si posizionò terza. La formazione del Gubbio di quella gara: Cacciatori, Ragnacci, Pugnitopo, Luiu, Giovannico, Magrini (73' Bonifazi), Ciucarelli (81' Cipolletti), Cocciari, Morbiducci, Di Felice, Zoppis.

16/04/2004
Turchetta: "C'è un entusiasmo nuovo tra noi giocatori e tra i tifosi"

Alessandro Turchetta, uno dei protagonisti della sorprendente vittoria di San Marino, ha festeggiato il secondo gol contro i titani esponendo una maglietta con la scritta: "Le so tutte...". L'ex centrocampista di Fiorentina e Lazio ha spiegato le motivazioni che lo hanno portato a sfoggiare questa scritta simpatica: "E' stata un'idea che mi è venuta in mente nel ritiro prepartita mentre stavamo guardando "Zelig" su Italia Uno - ha dichiarato Turchetta dalle colonne del "Corriere dell'Umbria" - Sono molto contento per come si è espressa la squadra e credo che sia evidente la nostra trasformazione: c'è un entusiasmo nuovo tra noi giocatori ma anche tra i tifosi, che sono venuti in massa a San Marino. Mi hanno sorpreso e per questo ho sentito di ringraziarli, andando a esultare sotto la curva. Spero che continuino ad essere così calorosi fino alla fine del campionato".

15/04/2004
Gubbio: domenica allo stadio con 1 euro per donne e ragazzi

"Tutti allo stadio": è lo slogan semplice ma d'effetto che l'A.S. Gubbio Calcio 1910 ha voluto coniare per la partita di domenica quando al "San Biagio" arriverà la Sangiovannese in una gara che diventa decisiva in proiezione dei playoff. La società rossoblù lancia così l'operazione "Tutti allo stadio" con la quale ha disposto per domenica prossima l'ingresso gratuito a tutti i ragazzi delle scuole elementari e medie del comune e un biglietto simbolico di 1 euro per le donne e i ragazzi fino ai 18 anni, valido per tutti i settori dello stadio "San Biagio" (esclusa area poltroncine vip). Un'iniziativa con la quale il sodalizio rossoblù intende consolidare la presenza di tifosi allo stadio in una domenica molto attesa che potrebbe ulteriormente lanciare la squadra di Galderisi nelle zone alte della classifica, dopo la splendida vittoria esterna sul campo di una delle favorite del torneo, il San Marino.

15/04/2004
Gubbio: Galderisi mescola le carte

Mister Giuseppe Galderisi ha fatto svolgere nel pomeriggio una partitella amichevole a ranghi contrapposti che ha visto schierati in campo i giocatori della rosa della prima squadra integrata da alcuni ragazzi della "Berretti". Il tecnico "Nanu" Galderisi ha mescolato le carte schierando in campo, tra il primo e secondo tempo, due formazioni completamente diverse con l'innesto di diversi giovani. Nella prima frazione di gioco è andato a segno Cipolla su rigore. Nella seconda parte della partitella, sono andati in gol Spagnolli e il giovane Gaggiotti. Quindi rimane top secret la formazione che scenderà in campo domenica prossima contro la Sangiovannese, anche perchè rispetto a San Marino rientreranno Bruni e Cipolla, reduci da una squalifica, e Spagnolli, che ritorna a disposizione del mister dopo l'infortunio alla coscia. Il tecnico salernitano sarà costretto a dirottare qualcuno di questi giocatori in panchina, anche se il modulo dovrebbe rimanere lo stesso delle ultime vincenti partite.

14/04/2004
Gubbio-Sangiovannese: arbitrerà Brunialti

La partita di domenica prossima al "San Biagio" tra Gubbio e Sangiovannese verrà diretta dal sig. Brunialti di Trento, coadiuvato dai collaboratori di linea D'Ambrosi di Viterbo e Ferrante di Formia. Intanto, a disposizione di mister Galderisi, è tornato ad allenarsi a pieno ritmo l'attaccante Spagnolli, completamente ristabilito dopo l'infortunio alla coscia (stiramento di secondo grado femorale) che lo ha tenuto lontano dal rettangolo di gioco per almeno un mese. Infine, la Lega di serie C ha deciso che il recupero Bellaria-Gualdo, valevole per la 30° giornata di campionato del girone B della C/2, verrà disputato mercoledì 21 aprile al Comunale "Enrico Nanni" di Bellaria Igea Marina con inizio alle ore 16.

13/04/2004
Galderisi: "La squadra si è espressa come volevo"

Nella trasmissione "Fuorigioco" - in onda nell'occasione in differita su Trg, dalla sala stampa del "San Biagio" - hanno partecipato il tecnico rossoblù Giuseppe Galderisi, e i calciatori Vincenzo Maisto e Fausto Ferrari. Mister Galderisi ha commentato così la vittoria di San Marino: "La squadra si è espressa come volevo e abbiamo raccolto quello che non siamo riusciti a prendere nella trasferta di Santa Croce sull'Arno contro la Cuoiopelli Cappiano. I ragazzi hanno entusiasmo e gambe, e tutti quanti hanno voglia di recepire e di tramutare sul rettangolo di gioco una mentalità vincente. Poi credo che la fortuna se la vai a cercare, prima o poi arriva. E ogni calciatore deve sapere quello che deve fare quando gioca e deve tirare fuori tutte le proprie capacità. Noi non facciamo conti e pensiamo già al prossimo avversario, la Sangiovannese, una delle migliori squadre del girone. Dobbiamo migliorare ancora, soprattutto sui sincronismi, e non dobbiamo abbassare mai la guardia e mantenere sempre la massima determinazione in ogni gara". E' la volta del centrocampista Maisto: "Abbiamo dimostrato di essere vivi. C'era un rigore anche su di me nel primo tempo: il mio avversario si è aggrappato alla mia maglia. Ma ora guardiamo avanti, ci aspetta un calendario molto duro: affronteremo quattro finali negli ultimi quattro incontri. La Sangiovannese è un avversario molto tosto da superare". Per concludere l'attaccante Ferrari: "Con questo nuovo modulo i due esterni di centrocampo mettono sempre in difficoltà gli avversari. I playoff? Partita dopo partita vedremo dove possiamo arrivare. Ma se manteniamo questo spirito, tutto può succedere. Domenica dobbiamo stare attenti perchè incontreremo un avversario molto difficile, una squadra che può ambire ancora al primo posto, dopo il passo falso del Grosseto a Carrara".

13/04/2004
Antonazzo squalificato per una giornata

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Il difensore rossoblù Angelo Antonazzo salterà la gara in programma domenica contro la Sangiovannese: il terzino pugliese è stato squalificato per un turno. Non potrà giocare al "San Biagio" nemmeno Nocentini della Sangiovannese: il difensore azzurro è stato fermato per una giornata. Salteranno il prossimo turno di campionato anche Luconi (Castelnuovo), Lovatin (Imolese), Lauro (San Marino), Berdini (Tolentino), Anselmi e Venturi (Grosseto): sono stati tutti appiedati per un turno. Inoltre è stata multata la società della Carrarese per 500 euro. Infine, in riferimento alla partita Bellaria-Gualdo, sospesa al primo minuto della ripresa, il Giudice Sportivo ha preso atto che in "una situazione che appariva di sicura eccezionalità, equiparata ad una causa di forza maggiore che si è frapposta tra l'impegno sportivo e la forte partecipazione al drammatico evento da tutti vissuto, la colpa non è attribuibile a nessuno. In tale prospettiva, dunque, si delibera di non provvedere disciplinariamente in ordine all'accaduto e dispone il pronto recupero della gara".

12/04/2004
Montevarchi: esonerato Graziani

E' costata cara la sconfitta del Montevarchi, in casa contro la Sansovino per 2-0, per il tecnico Francesco Graziani. La squadra valdarnese, dopo questo passo falso casalingo, è scivolata all'ultimo posto in classifica e il CdA del Montevarchi ha deciso di esonerare l'ex campione del mondo degli Azzurri nel 1982. Al posto di Graziani è arrivato Gianluca Gallorini.

12/04/2004
Bellaria: sospesa la gara contro il Gualdo per un malore del giocatore Fiumana

La partita Bellaria-Gualdo, valevole per la 30° giornata di campionato del girone B della C/2, è stata sospesa al 1' della ripresa, sul risultato fermo sullo 0-0. Un giocatore del Gualdo, precisamente il difensore Andrea Fiumana, di 29 anni, dopo essere rimasto coinvolto in uno scontro di gioco, allo scadere della prima frazione di gara, si è sentito improvvisamente male al rientro dagli spogliatoi. Il calciatore biancorosso si è accasciato al suolo per un arresto cardiaco: è stato immediatamente soccorso dai massaggiatori e trasportato, poi, presso l'ospedale di Rimini per ulteriori accertamenti. I giocatori del Gualdo, a questo punto, di comune accordo con la società romagnola, hanno deciso di non riprendere il gioco. Una decisione che poi è stata avallata dal direttore di gara Beretta di Treviglio. Fortunamente, in serata, Fiumana ha ripreso conoscenza e gli accertamenti hanno dato esito negativo. La redazione di Gubbiofans, in tutte le sue componenti, augura al giocatore una pronta guarigione e di rivederlo al più presto sul rettangolo di gioco.

10/04/2004
Un grande Gubbio espugna il campo del San Marino (1-2)

Trentesima giornata di campionato, il Gubbio affronta in trasferta il San Marino allo stadio "Olimpico" di Serravalle. Importanti assenze nelle file rossoblù. Mancano gli attaccanti Cipolla, che deve scontare la seconda giornata di squalifica, e Spagnolli, in via di guarigione dopo lo stiramento di secondo grado femorale. Non gioca nemmeno il difensore Bruni, anch'egli squalificato. Mister Galderisi ripropone il consueto modulo, il 4-2-3-1. Fabbri si posiziona tra i pali. In una difesa schierata a quattro, De Pascale e Giacometti giocano centrali, Antonazzo a destra e Amadio a sinistra. I due stantuffi di centrocampo sono Lazzoni e Sandreani. Più avanti giocano altri tre centrocampisti in linea: Iezzi funge da ala destra, Maisto si posiziona a sinistra, mentre Turchetta supporta al centro l'unica punta, Ferrari. Sono oltre 200 i tifosi eugubini a San Marino che si faranno sentire e inciteranno la propria squadra per tutta la gara. Il Gubbio, dopo la buona prova contro l'Aglianese, cerca punti importanti anche a San Marino per sperare nel sogno playoff. La squadra di casa, ex capolista del torneo, reduce da alcune prestazioni non proprio esaltanti, cerca il riscatto tra le mura amiche. La squadra di mister Morgia ha praticamente dominato il campionato fino alcune giornate fa, poi è stata risucchiata dalle inseguitrici in piena zona playoff. Ma i biancazzurri dispongono di un collettivo di prim'ordine, da categorie superiori, quindi il Gubbio è chiamato agli straordinari contro un avversario del genere. Iniziano le ostilità. Le due squadre si affrontano a viso aperto, la partita è piacevole e si susseguono i capovolgimenti di fronte. Al 3' cross pericoloso in area biancazzurra dalla destra di Iezzi, il portiere di casa Mandrelli smanaccia la sfera: si avventa sul pallone Maisto che di testa incorna a rete: la palla sfiora di poco il palo. All'8' Pagano mette in mezzo un cross insidioso in area eugubina: la difesa rossoblù è attenta e anticipa in extremis il bomber di casa Pietranera, pronto a calciare a rete. Al 10' ci prova dalla distanza Sandreani: la sua conclusione termina tra le braccia di Mandrelli. Al 14' Pagano corre sulla fascia sinistra a grande velocità e crossa in mezzo: Maniero stacca di testa a rete, ma la palla non inquadra per poco lo specchio della porta; provvidenziale, nella circostanza, la deviazione del difensore rossoblù De Pascale. Al 20' ci prova su punizione Turchetta dai venti metri: il tiro del centrocampista rossoblù viene smorzato dalla barriera e termina la sua corsa tra le braccia dell'estremo difensore biancazzurro Mandrelli. Al 24' episodio dubbio in area sammarinese: Antonazzo viene strattonato vistosamente da un giocatore biancazzurro, ma l'arbitro fa proseguire l'azione. Al 25' Pietranera, ben appostato in area eugubina, viene anticipato con autorità da capitan Giacometti che sbroglia il pericolo. La partita è vivace, le due squadre si affrontano senza ostruzionismi. Al 29' Sandreani lancia alla perfezione sulla destra Iezzi che crossa immediatamente in mezzo: prima Ferrari e poi Turchetta non riescono a sfruttare al meglio l'assist del tornante romano. Capovolgimento di fronte: Pagano si introduce in area eugubina, dopo un bel contropiede orchestrato dai biancazzurri, ma spreca tutto spedendo la sfera a lato. Al 31' Pietranera salta un difensore eugubino, entra in area e spara a botta sicura a rete: la sua conclusione sfiora di poco il palo. Rispondono subito i rossoblù con Maisto, molto ispirato in questo incontro, che al 32' fa partire dal limite una rasoiata al volo che termina di poco a lato. Al 41' Sandreani crossa in mezzo, velo di Turchetta per Maisto che viene strattonato in area biancazzurra: ancora una volta il direttore di gara preferisce far proseguire l'azione. Al 42' il Gubbio sfiora la segnatura con Sandreani che, ben servito da Ferrari, effettua un gran tiro dal limite che sfiora di pochissimo la traversa: il pallone sibila clamorosamente a un centimetro dal legno. E' sfortunato nell'occasione il centrocampista di Cantiano. E dopo un minuto di recupero si conclude un primo tempo che non ha tradito le attese, giocato a viso aperto da entrambi le squadre: il San Marino ha cercato il gol, ma ha trovato davanti un Gubbio pimpante che non si è lasciato intimorire e ha risposto colpo su colpo creando non pochi pericoli alla retroguardia sammarinese. Nella ripresa la musica non cambia. Il Gubbio vuole vincere e sfiora di nuovo la segnatura subito dopo alcuni minuti della seconda frazione di gioco. Al 48' Iezzi serve in mezzo alla perfezione Sandreani che di sinistro piazza la palla nell'angolino più lontano: sulla linea di porta, a portiere ormai battuto, salva il difensore biancazzurro Lauro che sbroglia il pericolo spedendo la palla sopra la traversa. Continua il pressing del Gubbio e al 58' si porta meritatamente in vantaggio: Turchetta serve sulla destra Iezzi che serve in mezzo Ferrari che non si fa pregare e di testa insacca la palla in rete, trafiggendo inesorabilmente il portiere sammarinese Mandrelli. Non c'è nemmeno il tempo per gioire perchè dopo appena tre minuti il San Marino pareggia i conti: Bolla, favorito da un rimpallo rocambolesco della retroguardia eugubina, davanti alla porta spedisce la palla in fondo al sacco. Il Gubbio non si arrende, reagisce bene dopo il gol dell'immediato pareggio e si affaccia di nuovo verso la porta difesa dal portiere Mandrelli. Maisto è incontenibile e mette in ansia i giocatori biancazzurri che sono costretti a fermarlo con ripetuti falli. Al 67' Turchetta, servito proprio da Maisto, tira in porta ma Mandrelli è attento e abbranca la sfera. Ma il Gubbio è in palla e al 71' arriva il meritato raddoppio. Iezzi serve Ferrari in area ospite, sembra l'azione fotocopia del gol del primo vantaggio: l'attaccante modenese al momento di incornare a rete viene messo giù da Coppola, è calcio di rigore. Dal dischetto trasforma il penalty Turchetta che spiazza l'estremo difensore biancazzurro Mandrelli. L'ex centrocampista fiorentino esulta mostrando una maglietta con scritto una simpatica frase: "Le so tutte...!". E' incontenibile anche la gioia dei numerosi tifosi eugubini sugli spalti. Al 78' Iezzi si fa ancora pericoloso sulla destra e serve al limite Turchetta che cerca il gol, ma la mira è imprecisa. All'81' il neo entrato biancazzurro Lugnan fa partire un tiro improvviso e pericoloso dalla distanza indirizzato sull'incrocio: Fabbri non si fa sorprendere e con un prodigioso intervento devia in tuffo la sfera in angolo. All'86' il Gubbio rimane in dieci: Antonazzo viene espulso dal direttore di gara per somma di ammonizioni dopo un fallo commesso dal terzino pugliese nei confronti di un giocatore sammarinese. Al 90' il San Marino sfiora il pareggio: Bolla calcia alla perfezione una punizione in porta dai trenta metri, la palla si stampa sul palo. Doppia sostituzione per i rossoblù: entra Zebi al posto di Iezzi e un minuto più tardi, al 91', lascia il campo anche Maisto che viene sostituito da Coresi. Si fa veemente il ritorno del San Marino che cerca disperatamente il pareggio. Al 92' Coppola cerca il gol della domenica dalla lunga distanza, la palla però sorvola il montante. I rossoblù, nel finale, a denti stretti e in inferiorità numerica riescono a portare a casa un'importantissima vittoria che vale doppio su un campo difficilissimo come quello di San Marino. Festeggiano a fine gara gli oltre 200 tifosi eugubini che gioiscono per questo risultato insperato e applaudono i propri beniamini insieme al tecnico Galderisi, visibilmente soddisfatto. E non potrebbe essere altrimenti: Galderisi, da quando siede sulla panchina rossoblù, ha conquistato 7 punti in 3 gare. E' stata memorabile la prova della squadra eugubina che ha dimostrato contro un avversario più quotato e molto più forte, di giocarsela alla pari. I rossoblù non si sono mai tirati indietro, hanno cercato fin dal primo minuto di vincere e non si sono accontentati nemmeno un istante del pareggio. La lotta per l'ultimo posto per disputare i playoff rimane sempre aperta e incandescente. Il Gubbio mantiene per il momento il quinto posto solitario in classifica a quota 42 punti, tallonato dal Fano che si trova a 41 punti. Il Forlì è distanziato di tre punti e si trova a quota 39. Ritornando all'incontro di San Marino, è stata ottima la prova di tutta la squadra ma in particolare dobbiamo citare la superlativa prestazione dei due esterni di centrocampo. Straripante Maisto sulla fascia sinistra che con le sue veloci e imprevedibili giocate ha creato grossi grattacapi alla retroguardia biancazzurra. Stesso discorso vale per Iezzi, devastante sulla fascia destra. Immarcabile anche Turchetta che ha svariato per tutto il fronte d'attacco. Buona la prova anche di Ferrari che si è reso protagonista in entrambi i gol. Infaticabili Lazzoni e Sandreani, i veri trascinatori del centrocampo. Buona la prova anche di De Pascale, che ha sostituito al centro della difesa lo squalificato Bruni. Domenica il Gubbio è atteso da un'altra battaglia: i rossoblù affronteranno al "San Biagio" la Sangiovannese di "Ciccio" Baiano, reduce dalla vittoria esterna di Ravenna (0-1).
San Marino: Mandrelli, Berardi, Lauro, Coppola, Suprani, Esposito, Pagano (75' Lugnan), Bolla, Pietranera (46' Pizzi), Mauro (61' Bracaletti), Maniero. All. Morgia.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, Amadio, Lazzoni, De Pascale, Giacometti, Iezzi (88' Zebi), Sandreani, Ferrari, Turchetta, Maisto (91' Coresi). All. Galderisi.
Reti: 58' Ferrari (G), 61' Bolla (S), 71' Turchetta (G) rigore.
Arbitro: Vicinanza di Albenga. Ammoniti: Antonazzo, Ferrari e Amadio (G); Lauro e Pizzi (S). Espulsi: Antonazzo (G) all'86'. Spettatori: 500 circa (oltre 200 provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 30° GIORNATA:
Aglianese - Fano 1-2
9' Pierobon (F), 16' Fogacci (A) aut., 54' Chicco (A)
Bellaria - Gualdo
(sospesa al 1' s.t. per un malore ad un giocatore gualdese)
Carrarese - Grosseto 2-1
12' Nappi (C), 44' Micco (C), 71' Anselmi (G)
Cuoiopelli C. - Forlì 1-1
37' Adani (F) aut., 75' Adani (F)
Imolese - Tolentino 0-0
Montevarchi - Sansovino 0-2
35' Pagliucoli (S), 70' Bongiorni (S)
Ravenna - Sangiovannese 0-1
85' Morelli (S)
Rosetana - Castelnuovo 2-1
5' Calvaresi (R) rig., 18' Luconi (C), 85' Bizzarri (R)
San Marino - Gubbio 1-2
58' Ferrari (G), 61' Bolla (S), 71' Turchetta (G) rig.

09/04/2004
Galderisi: "Dobbiamo migliorare ancora: pretendo la massima concentrazione"

Nella consueta conferenza stampa pre-partita dell'A.S. Gubbio Calcio 1910, il tecnico rossoblù Giuseppe Galderisi ha presentato così la difficile trasferta di San Marino: "Incontreremo una grande squadra, molto aggressiva, brava tecnicamente, che ha malizia, che sa giocare a calcio e che va a duemila all'ora. Quindi antenne alte e grande concentrazione da parte nostra. Loro sono più forti di noi, lo dimostra la classifica e anche i giocatori che compongono questa squadra. In attacco, poi, ci sono calciatori di qualità come Pietranera, Maniero e Lugnan che sono di categoria superiore. Proprio per questo motivo dovremo essere molto determinati e aggressivi. Se poi l'avversario si dimostrerà più bravo di noi in campo, tanto di cappello. La formazione che scenderà in campo sarà quasi praticamente la stessa di domenica scorsa. L'unico dubbio riguarda Bruni, che è squalificato: il sostituto potrebbe essere De Pascale oppure Orocini. La squadra ha lavorato bene in settimana, ma tutti i ragazzi sanno che pretendo molto di più sotto certi aspetti. L'attenzione, la concentrazione e l'applicazione in tutto quello che si fa deve essere di qualità e di spessore superiore se vogliamo ambire a qualcosa di più importante. Spagnolli? E' tornato ad allenarsi ma non è ancora disponibile. Da martedì vedremo meglio le sue condizioni. L'esordio del giovane Radicchi? Gioca chi mi da affidabilità e chi merita. In quel momento mi serviva un giocatore che appoggiasse Ferrari solo in avanti. Questi giovani giocatori sanno che se c'è bisogno di loro, giocano e sanno che mi aspetto molto dalle loro capacità".

09/04/2004
Gubbio: provino per due "Allievi" a Modena

Continua il momento positivo per il settore giovanile della A.S. Gubbio Calcio 1910. Per Pinazza e Cesaroni, classe 1987, che militano nella squadra "Allievi nazionali" rossoblù allenata dal tecnico Maurizio Tassi, è arrivata la convocazione da parte del Modena, club di serie A. I calciatori rossoblù, accompagnati dal responsabile del settore tecnico Stefano Giammarioli, stanno disputando con il club emiliano un torneo di calcio giovanile che si terrà fino al 10 aprile a Modena. Si aprono con l'occasione, importanti opportunità di future collaborazioni tra l'A.S. Gubbio Calcio 1910 e la società emiliana.

08/04/2004
Giovani rossoblù alla ribalta

Importante momento di visibilità per i ragazzi della "Berretti" Gubbio, grazie alle ottime prestazioni di questa stagione. L'attenzione degli osservatori di club di serie A e B, sta portando conferme e sta aprendo nuove possibilità per i calciatori eugubini. Il portiere Riccardo Pifarotti, classe 1985, è stato chiamato dal Perugia di Gaucci a sostenere un allenamento di prova. Dal fronte marchigiano giunge da Ancona la convocazione ad un provino per i giovani Tiziano Bedini, Daniele Martinelli e Riccardo Panetta (classe 1986). Mentre Gaggi nei prossimi giorni verrà esaminato dal Brescia. Dopo l'acquisto del giovane attaccante rossoblù Francioni da parte del Brescia a gennaio, e dopo la convocazione nella Nazionale di serie C del promettente centrocampista eugubino Gnagni, altri giocatori del vivaio rossoblù sono appetiti da club prestigiosi.

08/04/2004
San Marino-Gubbio affidata a Vicinanza

La partita tra San Marino e Gubbio sarà diretta da Vicinanza di Albenga. L'arbitro ligure ha già arbitrato i rossoblù allenati da Marco Alessandrini nella scorsa stagione in due circostanze in campionato, sempre al "San Biagio". Nella prima occasione per Gubbio-Rimini, terminata 1-1, con le reti di Rizzo, che realizzò un gran gol volo, e di Bordacconi per i biancorossi. Lo stesso direttore di gara ha diretto anche la gara Gubbio-Grosseto (1-0): il "Cobra" Claudio Clementi realizzò il gol della vittoria all'82', su assist smarcante di Orocini.

07/04/2004
Radicchi: "Sono emozioni vere"

Matteo Radicchi, 19 anni, capitano della "Berretti" rossoblù ha esordito in prima squadra domenica scorsa contro l'Aglianese. Il giovane attaccante ha giocato per una ventina di minuti, buttato nella mischia dal tecnico Giuseppe Galderisi, nel momento in cui il Gubbio era in vantaggio per 1-0. "Sono contento - afferma il giovane Radicchi, come riporta in sintesi il "Corriere dell'Umbria" di oggi - anche se sono consapevole che potevo fare di più, ma l'emozione di giocare davanti a 1300 persone si è fatta sentire. In settimana il tecnico mi aveva detto di stare pronto e di allenarmi bene perchè era sua intenzione farmi giocare. Cercherò di impegnarmi al massimo per migliorare e spero di avere altre chances in prima squadra". Mister Galderisi elogia il giovane calciatore cresciuto nel vivaio rossoblù: "Credo nelle capacità di questo ragazzo che, con la sua velocità, in quel momento di gara poteva tornarci veramente utile". Un vivaio rossoblù, quindi, che è in continua crescita, e che gode della stima e della considerazione di club professionistici prestigiosi.

06/04/2004
Bruni squalificato per una giornata

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Gionata Bruni è stato squalificato per un turno: il difensore centrale rossoblù salterà la gara di San Marino. Il Gubbio dovrà fare a meno anche di Cipolla, che deve scontare la seconda giornata di squalifica, e di Spagnolli, infortunato. Il San Marino, invece, non potrà schierare due giocatori: il centrocampista Procopio ha preso due giornate, mentre il difensore Fortini salterà un turno. Il trainer Iacobelli della Sansovino è stato squalificato per un turno. Provvedimento pesante del Giudice Sportivo nei confronti di Garba del Fano: l'attaccante nigeriano è stato stoppato per quattro giornate. Salteranno il prossimo turno di campionato Meacci e Ruscio della Sansovino, Medri e Libassi del Bellaria, Batti e Gallina dell'Imolese, Barucca e Bogani del Tolentino, Epifani e Giglio del Grosseto, Chisena del Gualdo, Conficconi del Ravenna e Baiano della Sangiovannese: sono stati tutti appiedati per un turno. Infine sono multate queste società: Ravenna per 1500 euro; Fano di 1000 euro; Carrarese 800; Bellaria e Tolentino 600; Montevarchi 500; Sangiovannese 200.

06/04/2004
Forza Gubbio da... Milena Miconi

Milena Miconi tifa... Gubbio. La famosa attrice ha posato per "Alè Gubbio", periodico rossoblù, organo ufficiale dell'A.S. Gubbio Calcio 1910, nel numero distribuito allo stadio "San Biagio" prima della gara di domenica scorsa contro l'Aglianese. La bellissima attrice è stata fotografata in esclusiva da Matteo Gavirati mentre indossa la maglia rossoblù.

04/04/2004
Galderisi: esordio al "San Biagio" con una vittoria, mancava da due mesi

Ventinovesima giornata di campionato, il Gubbio affronta in casa l'Aglianese. I rossoblù devono fare a meno di due pedine fondamentali in attacco: Cipolla è squalificato (salterà anche la gara di San Marino) e Spagnolli è infortunato (dovrebbe rientrare non prima della gara interna contro la Sangiovannese). Esordio al "San Biagio" per il neo allenatore Giuseppe Galderisi che schiera un modulo inedito e offensivo, il 4-2-3-1. Fabbri si posiziona tra i pali. In una difesa schierata a quattro, Bruni e Giacometti giocano centrali, Antonazzo a destra e Amadio a sinistra. I due propulsori di centrocampo sono Lazzoni e Sandreani. Più avanzati giocano a sinistra Maisto e Iezzi a destra, mentre Turchetta supporta al centro l'unica punta che è Ferrari. Orocini e De Pascale si siedono in panchina. Il difensore campano, in settimana, aveva preso due giorni di permesso per assistere suo padre gravemente ammalato. Ma torniamo a parlare di calcio giocato. Per il Gubbio è obbligatorio vincere per credere ancora nelle residue speranze per i playoff. Una vittoria che manca da più di un mese: l'ultima risale al 1 febbraio. Iniziano le ostilità. Il Gubbio parte subito in avanti e cerca di sorprendere gli ospiti. Al 1' Maisto si invola sulla sinistra, dopo aver saltato un avversario, e crossa in mezzo: Ferrari, ben appostato in area di rigore, viene anticipato in extremis dal difensore Michele Camillini che sventa il pericolo. Al 5' ci prova Turchetta dalla distanza, ma il suo tiro viene intercettato da un attento Caglioni che abbranca la sfera. Al 12' Turchetta lancia in profondità Ferrari, ma l'attaccante modenese viene fermato dall'arbitro per un dubbio fuorigioco. I rossoblù cercano di portarsi in avanti, ma trovano alcune difficoltà e si rendono poco pericolosi sotto porta. Al 15' Maisto serve in profondità Turchetta che da posizione decentrata cerca una conclusione a rete: il portiere neroverde Caglioni in tuffo abbranca la sfera. Al 18' si fa vedere per la prima volta in avanti l'Aglianese: un perfetto corner calciato in area eugubina da Matteo Camillini non viene raccolto a dovere da nessun compagno. L'azione del Gubbio comincia a farsi più incisiva e crea seri pericoli alla retroguardia ospite. Al 30' Turchetta di testa impegna in tuffo il portiere Caglioni. Al 36' Iezzi pennella un cross dalla destra in area ospite, Turchetta gira a botta sicura di testa a rete: Carnesalini in tuffo riesce a respingere come può la sfera destinata in porta. Si impossessa della palla Lazzoni che tira prontamente in porta: in tuffo, Caglioni, devia la palla in angolo. Maisto calcia il corner sulla testa di Antonazzo che incorna a rete: sulla linea di porta salva di nuovo Carnesalini che sbroglia il pericolo. Al 39' gran sventola di Maisto dal limite: il portiere neroverde Caglioni si supera e devia la palla in angolo. E' il preludio al gol che arriva sugli sviluppi del corner stesso: è il 40', Maisto pennella un cross in mezzo, sponda di Ferrari per Antonazzo che in mezza rovesciata insacca la palla in rete. Esplode la gioia del giovane terzino pugliese per il suo primo gol tra i professionisti: pregevole la sua esecuzione a rete. Al 45' i rossoblù reclamano per un contatto in area ospite tra Bangura e Ferrari, ma l'arbitro preferisce sorvolare. Prosegue l'azione con Iezzi che dal limite calcia in porta: la palla sfiora di poco il montante. Finisce così il primo tempo sul punteggio di 1-0 in favore dei rossoblù. Nella ripresa la musica non cambia. Il Gubbio cerca il gol della tranquillità: ci si aspetta una reazione dell'Aglianese che invece tarda ad arrivare. Al 52' Iezzi serve in profondità Ferrari: l'attaccante modenese tentenna troppo, si decentra e cerca comunque una conclusione a rete: il suo tiro termina la sua corsa tra le braccia di Caglioni. Al 55' Turchetta serve Lazzoni che al volo fa partire un tiro dal limite: la sfera sfiora di poco l'incrocio dei pali. Al 65', una bella azione di contropiede, vede protagonista Turchetta che apre sulla destra per Iezzi che a sua volta crossa un perfetto assist in area ospite: Maisto, a pochi passi dalla porta, in scivolata spedisce la sfera sopra il montante. Due minuti più tardi, è il 67', Ferrari conquista un pallone sulla trequarti, entra in area e spara a botta sicura a rete: è prodigioso l'intervento del portiere neroverde Caglioni che riesce a deviare la sfera che comunque sembra rotolare in fondo al sacco: sulla linea di porta Carnesalini sbroglia il pericolo. Al 71' grande azione di Maisto che porta a spasso due avversari e lancia in profondità Turchetta: il portiere Caglioni, in uscita, ancora una volta salva la propria porta. Girandola di sostituzioni per il Gubbio per far rifiatare alcuni giocatori visibilmente stanchi. Al 73' escono i terzini Antonazzo e Amadio, e al loro posto subentrano rispettivamente De Pascale e Birolini. Al 74' esce Iezzi e fa il suo esordio con la prima squadra Radicchi, un giovane promettente della "Berretti" rossoblù. E all'81' arriva il gol del raddoppio eugubino che chiude praticamente l'incontro. Gran lavoro di Turchetta sulla fascia destra che salta un avversario, si accentra verso l'area e serve un assist invitante per l'accorrente Maisto ben appostato davanti alla porta: il centrocampista napoletano non si fa pregare e con un piatto morbido deposita la palla in rete. L'unico tiro in porta degli ospiti avviene all'85': Basso dalla distanza cerca di impegnare Fabbri che in due tempi fa sua la sfera. Al 90' il giovane Radicchi si invola verso l'area di rigore ospite, ma viene fermato per un dubbio fuorigioco. Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio finale. Sospiro di sollievo tra il pubblico eugubino che dopo due mesi ha rivisto la propria squadra ritornare alla vittoria e applaude a fine gara i propri beniamini. Facce più distese anche in sala stampa, non solo per i tre punti, ma anche perchè la salvezza è quasi praticamente acquisita e perchè il Gubbio raggiunge per la prima volta in questo campionato il quinto posto solitario in classifica. Quinto posto, però, che non deve ingannare o illudere nessuno: il calendario è proibitivo perchè domenica i rossoblù si recheranno a San Marino, poi arriverà al "San Biagio" la Sangiovannese, immediatamente dopo ci sarà il derby a Gualdo. Le ultime due giornate vedranno il Gubbio scontrarsi con l'Imolese tra le mura amiche e il Ravenna in terra romagnola. Senza dimenticare, poi, la classifica che è abbastanza corta e la lotta per i playoff diventa incandescente. Il Gubbio, al momento, occupa il quinto posto con 39 punti. Subito dietro ci sono Fano, Forlì e Ravenna che si trovano a quota 38. Il Castelnuovo si colloca a 37 punti. E ancora più dietro stazionano la Cuoiopelli Cappiano e il Tolentino, a 36 punti. La zona playout si allontana: i rossoblù sono distanziati di otto punti dalla zona calda della classifica. E per il momento, come è giusto che sia, i rossoblù si godono questo ritorno alla vittoria che mancava ormai da troppo tempo, precisamente dal 1 febbraio. Nota lieta della giornata è da segnalare la positiva prova della squadra, nonostante le importanti assenze in attacco di Cipolla e Spagnolli. La compagine rossoblù fino alla fine dell'incontro ha cercato di proporsi in attacco. Non a caso è andato a segno Antonazzo che si è riproposto in più di un'occasione in avanti e anche Amadio ha avuto l'opportunità di segnare. Molto positiva la prova di Maisto: il "folletto" napoletano ha creato non pochi pericoli agli avversari, per le sue giocate veloci e imprevedibili: si è meritato di segnare il gol del raddoppio. Lo stesso Turchetta ha tenuto sempre in ansia la retroguardia neroverde, svariando su tutto il fronte avanzato. Avvisaglie che fanno ben sperare per il futuro, come ha sottolineato il tecnico Giuseppe Galderisi in sala stampa: "Sono ottimista perchè la squadra sa proporsi in avanti, ha voglia di giocare, anche se ancora c'è molto da migliorare. Voglio sempre vincere, poi possiamo anche perdere, ma non mi piace mai giocare per il pareggio". Sabato 10 aprile, il giorno prima di Pasqua, il Gubbio giocherà in trasferta contro il San Marino. Partita difficile contro una squadra forte e attrezzata per la C/1. I rossoblù, poi, saranno ancora privi di Cipolla che dovrà scontare la seconda giornata di squalifica, e di Spagnolli che è in via di recupero dopo lo stiramento di secondo grado femorale.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo (73' De Pascale), Amadio (73' Birolini), Lazzoni, Bruni, Giacometti, Iezzi (74' Radicchi), Sandreani, Ferrari, Turchetta, Maisto. All. Galderisi.
Aglianese: Caglioni, Camillini Michele, Carnesalini, Bangura, Taschini, Fogacci, Viscido (58' Basso), Guerri, Porfido (70' Chicco), Saccani, Camillini Matteo. All. Allegri.
Reti: 40' Antonazzo (G), 81' Maisto (G).
Arbitro: Iannone di Napoli (Loffredo di Potenza e Fiore di Frosinone). Ammoniti: Bruni e Iezzi (G); Bangura (A). Spettatori: 1271.
I RISULTATI DELLA 29° GIORNATA:
Castelnuovo - Imolese 3-0
52' Grassi (C), 53' Grassi (C), 93' Cavalcante (C)
Fano - Bellaria 0-0
Grosseto - Cuoiopelli Cappiano 1-0
39' Anselmi (G)
Gualdo - Forlì 5-0
12' Chisena (G), 60' Chisena (G), 72' Fusseini (G), 79' Farrugia (G), 94' Maciocca (G)
Gubbio - Aglianese 2-0
40' Antonazzo (G), 81' Maisto (G)
Ravenna - Montevarchi 1-0
42' Moscelli (R)
Sangiovannese - Carrarese 0-0
Sansovino - Rosetana 2-1
15' Bongiorni (S), 41' Calvaresi (R) rig., 76' Fatone (S)
Tolentino - San Marino 2-1
12' Pagano (S), 20' Mammarella (T), 75' Nicolini (T)

03/04/2004
Berretti: Gubbio-Ancona 2-0; Calcio a cinque: il Real Gubbio ritorna a vincere

Nel campionato "Berretti", il Gubbio di mister Enrico Sannipoli ha battuto per 2-0 l'Ancona. Le reti dell'incontro sono state realizzate da Bedini, autore di una doppietta. Nel campionato di serie B di calcio a cinque, il Real Gubbio allenato da Marco Bettelli ha sconfitto per 9-7 la Jesina. Gli eugubini sono andati a segno con Cecchetti e Cacciamani, entrambi autori di una tripletta, e con Argentina, Rogari e Traversini. In serie C/1, invece, il Victoria Mocaiana ha ceduto in trasferta per 5-1 contro la capolista Buskers Perugia. Il gol rossoverde è stato siglato da Carubini. Battuta d'arresto quindi, dopo sei vittorie consecutive, per la squadra del trainer Pierpaolo Mariotti, che comunque rimane saldamente in piena zona playoff.

03/04/2004
Galderisi, una storia con tanti successi

Ripercorriamo la carriera di un grande centravanti, che ha girato le squadre più prestigiose. Dagli esordi con la Juventus fino all'esperienza americana, tre scudetti e tante reti. Riportiamo in sintesi l'articolo di Simone Zaccagli presente sul periodico "Alè Gubbio", organo ufficiale dell'A.S. Gubbio 1910: "Nato a Salerno il 22 marzo 1963, Giuseppe Galderisi inizia la carriera sotto i riflettori nella stagione 1980-81. Dopo 3 anni in cui uno (il secondo) in grande evidenza con ben 16 presenze, il passaggio a Verona: una regione, il Veneto, che sarebbe diventata la sua terra d'adozione. Sotto la guida di Osvaldo Bagnoli, "Nanu" da il meglio di sè: nel 1985 può festeggiare il primo e unico, finora, scudetto della squadra scaligera: con il danese Elkjaer forma la più entusiasmante coppia d'attaccanti che il "Bentegodi" abbia mai visto. In quegli anni conquista anche la Nazionale e nel 1986 è uno degli attaccanti a disposizione di Enzo Bearzot per il mondiale del Messico: Galderisi ai mondiali giocò tutte e quattro le partite, poi l'Italia fu eliminata agli ottavi di finale dalla Francia di Michel Platini. Dopo tre stagioni in gialloblù, giocò nel Milan a due riprese ('86-'87 e '89-'90). Nell'ottobre 1989 la discesa in serie B (nei cadetti aveva già trascorso una stagione, nella Lazio '87-'88) con il Padova, dove concluse la carriera italiana dopo ben 7 stagioni, le ultime due in serie A. L'allenatore era Mauro Sandreani (ora Galderisi allena suo figlio Alessandro nel Gubbio) e "Nanu" è costretto a sgomitare con gente del calibro di Maniero e Vlaovic. Quel Padova verrà ricordato, oltre che per il bel gioco, anche perchè schierava Alexi Lalas, primo giocatore degli Stati Uniti d'America della serie A. La carriera di calciatore di Galderisi finisce in U.S.A.: prima giocò nel New England Revolution e poi con il Tampa Bay Mutiny, segnando in due stagioni 44 gol. Nel 1997 inizia la sua carriera di allenatore sempre in America: per due stagioni è stato l'assistente di Walter Zenga, allenatore del New England Revolution; poi torna in Italia ed allena Cremonese, Mestre e Giulianova. Ricapitoliamo: 10 presenze in Nazionale, due scudetti con la Juventus, uno storico con il Verona e il piacere di aver giocato assieme a campioni assoluti come Boniek, Scirea, Platini, Baresi, Zenga, Briegel, e allenato da gente del calibro di Trapattoni, Sacchi e Bearzot. Le soddisfazioni da calciatore se le è tolte, ora aspettiamo quelle da allenatore...".

02/04/2004
Gubbio: le prove di Galderisi; Ravenna: per donne e ragazzi allo stadio con 1 euro

Sono assidui e molto intensi gli allenamenti effettuati da mister Galderisi. Il nuovo tecnico rossoblù, che esordirà al "San Biagio" domenica 4 aprile contro l'Aglianese, sta sperimentando le mosse da apportare al modulo per sopperire le assenze forzate dei due attaccanti di spicco della squadra: i rossoblù, infatti, dovranno fare a meno di Cipolla che è squalificato e di Spagnolli che è infortunato. Proprio per questo motivo Galderisi potrebbe optare per un 4-4-2 inedito e offensivo, improntato soprattutto nello sfruttare al meglio le fasce laterali. Dietro, quindi, verranno schierati i soliti quattro difensori in linea. Bruni è stato messo precauzionalmente a riposo per un problema muscolare, ma per domenica la sua presenza è scontata, salvo imprevisti. De Pascale è ritornato a far parte del gruppo dopo i due giorni di permesso per problemi familiari. A centrocampo i due stantuffi di centrocampo saranno Lazzoni e Sandreani, con due esterni molto avanzati, Maisto a sinistra e Iezzi a destra. Le novità più consistenti investiranno l'attacco: Ferrari non sarà solo in avanti, ma verrà supportato da Turchetta che è in gran forma. Dovrebbe essere questa la formazione che scenderà in campo domenica contro l'Aglianese. Segnaliamo, inoltre, una singolare iniziativa intrapresa dalla società del Ravenna Calcio. In occasione della prossima gara di campionato al "Benelli" contro il Montevarchi, la società giallorossa lancia una speciale promozione destinata al pubblico femminile. Le donne e i ragazzi fino ai 14 anni potranno accedere allo stadio al prezzo simbolico di 1 euro. Tale iniziativa è stata raccolta in modo positivo da due tifose d.o.c. del Ravenna: Mascia Ferri, lanciata dal "Grande Fratello", e Luce Caponegro, conosciuta con il nome di Selen, hanno dichiarato a tal proposito: "Troviamo lodevole questa iniziativa in questo momento cruciale della stagione, per spingere il club giallorosso verso traguardi importanti". Un'iniziativa veramente interessante, da prendere da esempio.

01/04/2004
Gubbiofans e... il pesce d'aprile

Per una volta, da quando è nato il sito di Gubbiofans, abbiamo voluto scherzare anche noi. E perchè non approfittarne proprio il 1 aprile? E' così è stato. Ringraziamo il nostro amico che si è prestato allo scherzo, che insieme a noi di Gubbiofans ha voluto creare questa simpatica "sceneggiata" fingendo una "fantomatica" intervista con tanto di foto con la maglia del Gubbio. Chissà, qualcuno avrà pensato che era tutto vero, che il Gubbio aveva comprato veramente un calciatore olandese. Chissà, forse un giorno la società eugubina comprerà veramente un talento fuori dai confini della nostra penisola. Comunque l'episodio ha suscitato buon umore nella città, tra i tifosi eugubini e questo è stato fatto anche per sdrammatizzare un po'. Il mondo del calcio infatti, soprattutto in Italia, viene preso spesso troppo seriamente da parte di tutti, dai tifosi, dagli addetti ai lavori e dai mezzi di informazione. Ma il calcio è e deve rimanere uno splendido gioco, un momento di distrazione e di divertimento. Ma torniamo alle notizie vere: il tecnico rossoblù Galderisi, nel pomeriggio al "San Biagio", ha fatto svolgere una partita a ranghi contrapposti, che ha visto da una parte schierata la formazione "titolare" e dall'altra quelle delle riserve integrata da alcuni ragazzi della Berretti. La partitella si è conclusa 3-1 in favore dei titolari che sono andati a segno con Turchetta, autore di una doppietta, e con Ferrari: per le riserve ha segnato Cipolla, domenica prossima assente per squalifica.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 10.12.2018 ora 16:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 15 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Monza
Rimini
Teramo
Vis Pesaro
Pordenone
Ravenna
Fermana
Fano
Albinoleffe
Gubbio
Sudtirol
Feralpisalo
Imolese
Virtus Verona
Giana Erminio
Renate

8280
4400
3320
2530
2160
2120
1780
1740
1710
1590
1010
980
920
900
790
710
630
670
550
270

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy