GUBBIO 2019-2020
Serie C - Mercato

ACQUISTI:

Cesaretti (a) Paganese
Bacchetti (d) Monopoli
Sbaffo (c/a) Albinoleffe
Zanoni (d) Atalanta
Cenciarelli (c) Viterbese
Konate (d) Fano
Rafa Munoz (d) Marbella
Filippini (d) Lazio
Zanellati (p) Torino
Ravaglia (p) Bologna
De Silvestro (a) rinnovo
Malaccari (c) rinnovo

SOTTO CONTRATTO:

Marchegiani (p)
Tofanari (d)
Schiaroli (d)
Maini (d)
Benedetti (c)
Conti (c)
Ricci (c)
Battista (a)
Tavernelli (a)

TRATTATIVE:

Hadziosmanovic (d) Samp
Bordin (c) Roma
Sarao (a) Monopoli
Bianchimano (a) Perugia
Danti (a) Virtus Verona

CESSIONI:

Casiraghi (c/a) Sudtirol
Chinellato (a) Lecco
Espeche (d) Reggiana
Cattaneo (c/a) Novara
Plescia (a) Renate
Battaiola (p) Fiorenzuola

Clicca le immagini rossoblu!

CLASSIFICA 2018-2019

Pordenone
Triestina (-1)
Imolese
Feralpisalo

Monza
Sudtirol
Ravenna
Vicenza
Sambenedettese
Fermana
Ternana
Gubbio
Teramo
Albinoleffe
Vis Pesaro
Giana Erminio
Renate
Rimini
Virtus Verona

Fano

73
67
62
62
60
55
55
51
50
47
44
44
43
43
42
42
39
39
38

38

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

Verdetti:

Pordenone in serie B
Virtus Verona e Fano retrocesse in serie D

-

Marcatori 2018-2019
Lega Pro - Girone B

Granoche Triestina
Perna Giana Erminio
Lanini Imolese
Candellone Pordenone

17
15
14
14

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2018-2019

De Silvestro
Casiraghi
Marchi
Chinellato
Plescia
Casoli
Battista
Campagnacci
Espeche
Maini
Malaccari
Schiaroli

8
7
5
4
3
2
1
1
1
1
1
1

Scopri la nostra citta!

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

29/02/2004
Morganti, allenatore del Fano: "Con il Gubbio sarà la partita dell'anno"

Non usa mezzi termini il trainer del Fano Gabriele Morganti: "Con il Gubbio sarà la partita dell'anno". Titola in questo modo un articolo apparso sul quotidiano "Il Messaggero" di oggi. Morganti, più carico del solito, afferma: "E' la partita dell'anno. Dentro o fuori". L'articolo stesso, a grandi linee, riporta: "Dovremo essere più forti di tutto, compreso il Gubbio, rassicurato da cinque risultati utili consecutivi e da una continuità di rendimento che i numerosi punti di contatto con la squadra che l'anno scorso centrò la finale playoff giustificano ampiamente. Solo battendo il Gubbio il Fano si guadagnerebbe una prospettiva che un risultato diverso precluderebbe. Forse definitivamente". Intanto continuano le iscrizioni dei tifosi eugubini nella sede sociale (via Paruccini) che si protrarranno fino alle ore 12 di lunedì: al momento sono circa 120 le persone che si sono segnate per partire con i pulmann. Si informa, inoltre, che prima della partita Fano-Gubbio verranno aperti i botteghini del settore ospiti in quanto i biglietti in prevendita sono andati totalmente esauriti. Infine, nel campionato "Allievi", il Gubbio è stato sconfitto per 4-2 nel derby con la Ternana: per i rossoblù ha segnato Pasciullo, autore di una doppietta.

28/02/2004
Berretti: il Gubbio batte il Bellaria; Calcio a cinque: cinquina del Victoria Mocaiana

Nel campionato "Berretti", il Gubbio di mister Bernardini ha sconfitto tra le mura amiche per 2-0 il Bellaria: i gol della vittoria portano la firma di Ghirelli e Bedini. Nel campionato di serie B di calcio a cinque, il Real Gubbio è stato sconfitto in trasferta per 10-4 dalla capolista Pescara Sport Five: i rossoblù sono andati a segno con Cecchetti, autore di una doppietta, Fiorucci e Mariucci. In serie C/1, invece, il Victoria Mocaiana di mister Mariotti ha travolto per 5-1 il Monteleone di Orvieto. Le reti dei rossoverdi sono state segnate da Urbani, Giorgio Olmi, Beltrami e Ghiandoni, che ha siglato una doppietta.

28/02/2004
Gubbio, volatizzati i biglietti in prevendita: aperti per l'occasione i botteghini a Fano

Sono andati a ruba i biglietti in prevendita riservati ai supporters eugubini. La società del Fano aveva mandato 90 biglietti alla società del Gubbio che si sono esauriti in breve tempo. Un po' pochi, a dir la verità: in mattinata, infatti, alcuni tifosi rossoblù si sono recati in sede per acquistare il biglietto senza trovarlo. Ma proprio a tal proposito, secondo quanto ci hanno riferito in sede, la società granata ha assicurato che prima della gara di lunedì sera verranno aperti i botteghini del settore ospiti. Sono stati riempiti già due pulmann e sono aperte ancora le iscrizioni nella sede sociale fino alle ore 12 di lunedì per allestire un altro pulmann. La quota d'iscrizione è di 15 euro e prevede un apposito pacchetto (viaggio in pulmann e biglietto per il settore ospiti). Per ulteriori informazioni rivolgersi in sede in via Paruccini (Polisportivo "San Biagio", tel. 075-9221828). Il programma della trasferta in pullman prevede partenza da piazza 40 Martiri, lunedì, ore 18.40.

27/02/2004
Fano si mobilita: contro il Gubbio biglietti omaggio per i ragazzi delle scuole

Il Fano si sta preparando per la sfida di lunedì sera contro il Gubbio. Si stanno prendendo delle iniziative per portare più gente possibile allo stadio. "Il club granata chiede un risultato importante anche fuori dal campo, con tanta gente e anche tanto entusiasmo sugli spalti - riporta il quotidiano "Il Messaggero" di giovedì - Già decisa una campagna di penetrazione nelle scuole della città con ingressi gratuiti per medie e superiori, ma anche le aziende partners saranno mobilitate e una poderosa azione di sensibilizzazione, con altri ingressi in omaggio, è scattata anche in radio". Fano, quindi, è in grande mobilitazione per l'evento per cercare di battere a tutti i costi il Gubbio. Un articolo sul "Corriere Adriatico", infatti, titola in questo modo: "Morganti pensa all'aggancio". All'interno dell'articolo stesso, il tecnico granata sprona la squadra a dare il tutto per tutto in campo. Morganti, a grandi linee, ha dichiarato: "I giocatori dovranno dare il massimo anche se rimarranno in dieci in campo, visto che nelle ultime partite in diverse circostanze siamo rimasti spesso in inferiorità numerica. Le assenze che ci saranno non dovranno costituire un'alibi perchè chi giocherà dovrà lottare e combattere fino all'ultimo minuto della gara".

26/02/2004
Fiorentina: il giovane Magnanelli promosso in prima squadra

Importante riconoscimento per Francesco Magnanelli, 19 anni, ex giocatore del Gubbio, da questa stagione in prestito alla Fiorentina. Il giovane centrocampista ha ben figurato nel Torneo di Viareggio con la maglia viola e grazie alle sue positive prestazioni è stato promosso dal trainer Emiliano Mondonico in prima squadra. Magnanelli si aggregherà alla rosa di capitan Di Livio a partire da lunedì prossimo. Il talentuoso centrocampista ha collezionato alcune presenze nella stagione 2001-02 nel Gubbio di Marco Alessandrini. L'anno dopo è passato al Chievo Verona in prestito. In estate si è fatta viva la società del patron Della Valle, prelevandolo in prestito dal Gubbio per rinforzare la Primavera della Fiorentina. Intanto, per la partita di lunedì sera 1 marzo Fano-Gubbio, è stato designato l'arbitro Salati di Trento.

25/02/2004
Ravenna: si dimette il presidente Ferlaino

Il presidente del Ravenna Luca Ferlaino ha rassegnato le dimissioni. Lo ha comunicato con una conferenza stampa la stessa società. Le dimissioni del presidente non alterano comunque la proprietà del club che rimane alla famiglia Ferlaino. In veste di direttore generale del sodalizio giallorosso entra a far parte Italo Castellani. Per lui si tratta di un ritorno: Castellani ebbe la sua prima esperienza con il Ravenna nel 1998 quando la squadra militava in serie B. Successivamente, nell'estate 2001, fu lo stesso Castellani che cercò di salvare la squadra romagnola dal fallimento e di iscriverlo in C/1. (seriec.datasport.it).

24/02/2004
Gubbio, ammenda di 450 euro

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. La società del Gubbio è stata multata di 450 euro per "lancio di bottigliette, aste di plastica e un sasso, senza colpire". Ammende anche alle società del Ravenna (750 euro), Tolentino (500 euro) e Grosseto (450 euro). Il Fano, lunedì sera contro il Gubbio, dovrà fare a meno del difensore Niccolini e del centrocampista Biagianti: entrambi i calciatori sono stati squalificati per una giornata. La Sansovino, contro il Gualdo, non potrà schierare due calciatori: Fatone e Borgogni sono stati fermati per un turno. Stessa sorte per il Grosseto che non avrà a disposizione Miano e Venturi contro il Montevarchi, e per la Rosetana che avrà squalificati Bisello Ragno e Bresciani contro la Carrarese. Salteranno la prossima gara di campionato anche Medri (Bellaria), Bellotti (Carrarese), Maretti (Aglianese) e Maresi (Forlì): sono stati tutti appiedati per un turno.

24/02/2004
Bruni: "La palla era entrata, era gol. Quest'anno sono proprio sfortunato"

Il difensore rossoblù Gionata Bruni - come riporta il Corriere dell'Umbria di oggi - ritorna sull'episodio del suo colpo di testa indirizzato a rete che aveva varcato la linea di porta. "Ho colpito di testa in mischia - precisa Bruni - anticipando la difesa del Grosseto, poi sono caduto per terra e, sinceramente, non ho visto più nulla. Negli spogliatoi il d.s. Crespini, che ha visto il filmato televisivo, mi ha detto che la palla era entrata. Quest'anno sono sfortunato. Dalla stessa posizione avevo fatto gol con il Tolentino nei minuti di recupero e l'arbitro l'annullò senza motivo. Potevo essere a quota due reti e, invece, mi ritrovo ancora fermo a zero". Dallo stesso quotidiano regionale abbiamo estrapolato anche alcune dichiarazioni dell'allenatore del Grosseto Lamberto Magrini, indimenticato centrocampista di fine anni '80 del Gubbio: "Dopo l'espulsione mi sono recato in gradinata e diversi tifosi eugubini mi sono venuti addosso ma non è successo niente. Io sono un tipo sanguigno, i tifosi del Gubbio lo sono più di me. Ricordo quando giocavo a Gubbio e preparavamo partite importanti. Penso a sfide storiche come quelle con Perugia e Ternana, durante la settimana tutta la città si stringeva attorno a noi e faceva sentire la sua voce. Poi, la domenica al campo era una bolgia. Ecco, forse domenica mi sarei aspettato un po' più di pubblico. Ai miei tempi una gara come quella tra Gubbio e Grosseto avrebbe fatto il pieno di spettatori sugli spalti".

24/02/2004
Pulmann per Fano: è obbligatorio munirsi del biglietto in prevendita in sede

Si comunica che per la gara di Fano, che si disputerà in notturna lunedì 1 marzo (ore 20.30), sono in allestimento dei pulmann. E' possibile usufruire del pacchetto completo "biglietto+pulmann". E' già possibile fin da ora a dare la propria adesione presso la sede sociale dell'A.S. Gubbio 1910 in via Parruccini (Polisportivo "San Biagio"). Si ricorda che chiunque si trasferirà con mezzi propri a Fano dovrà lo stesso munirsi obbligatoriamente del biglietto prima della gara, tagliandi che saranno disponibili sempre in sede. Quindi, qualunque tifoso che vorrà seguire il Gubbio a Fano dovrà munirsi di biglietto anticipatamente, altrimenti troverà il botteghino degli ospiti chiuso e non potrà accedere senza tagliando al settore riservato ai tifosi del Gubbio.

22/02/2004
Il miglior Gubbio della stagione stoppato da un cinico Grosseto: i rossoblù recriminano per un gol fantasma di Bruni

Sesta giornata di ritorno, il Gubbio affronta al "San Biagio" il Grosseto. Sulla panchina dei grifoni siede Lamberto Magrini, indimenticato centrocampista rossoblù di fine anni '80. La squadra eugubina deve fare a meno dei difensori De Pascale e Birolini, entrambi squalificati. Mister Cannito schiera Fabbri tra i pali. In difesa giocano Antonazzo a destra, Amadio a sinistra, con Bruni e Giacometti centrali. In un centrocampo a rombo Lazzoni viene schierato davanti alla difesa, Turchetta e Sandreani sulle fasce, con Orocini che giostra dietro le punte. In attacco giocano Cipolla e Spagnolli. Il Gubbio vuole fare risultato per sperare di agganciare il treno dei playoff distanti solo due punti. Il Grosseto, squadra costruita per vincere il campionato e composta di giocatori di assoluto valore (tra cui Cicconi, Giglio, Mocarelli e l'ex rossoblù Epifani), tenta il colpaccio per agganciare il vertice della classifica. Ma in campo non si vedrà il divario tra le due squadre. Anzi è il Gubbio che fa la partita, disorienta l'avversario e negli spogliatoi avrà da recriminare su alcuni episodi a sfavore. Un episodio sicuramente dubbio riguarda il colpo di testa di Bruni al 52' deviato poi dal portiere grossetano Tosti sulla traversa: la palla è entrata o no? E' gol? Le immagini televisive da bordo campo visionate a fine gara toglieranno ogni dubbio: la palla entra quando il portiere deve ancora respingerla e tocca addirittura la rete sotto la traversa. E nel finale la gara regalerà emozioni a non finire. Ma andiamo per ordine. Il Gubbio parte subito forte. I rossoblù scendono in campo motivati e molto determinati rendendo vita difficile ai più titolati avversari, che per fermare le trame offensive degli eugubini sono costretti in maniera sistematica a ricorrere al fallo. Al 4' una bomba su punizione dal limite di Orocini termina alta di poco sopra la traversa. Al 5' Turchetta dalla sinistra pennella un perfetto cross in area ospite, Cipolla di testa sbaglia la mira spedendo la palla sul fondo. Al 7' brutto fallo di Sardelli su Cipolla non sanzionato dall'arbitro. Al 9' grande azione sulla fascia destra di Cipolla che salta un avversario, entra in area e crossa in mezzo: velo di Spagnolli per l'accorrente Lazzoni che tira a rete dal limite: la difesa biancorossa respinge come può la pericolosa conclusione del mediano rossoblù. All'11' una punizione a girare di Orocini dalla distanza termina di poco alta sopra il montante. E' un monologo rossoblù. Al 16' splendida progessione sulla fascia sinistra di Amadio che crossa in mezzo: Cipolla, posizionato sul dischetto del rigore, spedisce alta una favorevole occasione. Al 18' ci prova Lazzoni dal limite: il suo tiro termina ancora alto. La prima timida azione degna di nota del Grosseto avviene al 24': Sardelli tenta un tiro da posizione decentrata, Fabbri si accartoccia e abbranca la sfera. Nell'occasione si infortuna il calciatore grossetano che viene sostituito da Scarlato. Al 30' Amadio è inarrestabile e dalla fascia sinistra pennella un cross in area biancorossa: Turchetta dal limite fa partire un tiro al volo che sfiora di poco il palo alla sinistra della porta difesa da Tosti. Al 35' assist invitante di Orocini in area per Cipolla solo davanti alla porta: l'azione viene fermata per un presunto fuorigioco, molto dubbio. Al 40' episodio dubbio in area ospite: Turchetta sembra essere messo giù da Miano. L'arbitro è a due passi e fa proseguire l'azione. Al 41' gran stop di Spagnolli in area biancorossa, si gira bene e smarca sulla destra Sandreani: il centrocampista marchigiano scaglia un diagonale a rete ma Tosti in tuffo salva il risultato respingendo con i pugni la sfera. Un ennesimo fallo di Epifani su Lazzoni a centrocampo non viene sanzionato dall'arbitro. Prima della fine del primo tempo si conteranno diversi falli commessi dagli ospiti nei confronti dei giocatori eugubini, alcuni molto duri, ma il primo ad essere ammonito risulterà Orocini! Al 45' Giglio mette paura al Gubbio con una bella girata al volo in area indirizzata a rete: Fabbri è prodigioso e in tuffo devia la pericolosa conclusione dell'attaccante maremmano. Finisce così un primo tempo dove si è vista solo una squadra in campo, quella del Gubbio, che avrebbe meritato senza dubbio di sbloccare il risultato. Nella ripresa la musica non cambia, anche se il Grosseto sembra più accorto e soprattutto comincia in qualche occasione a portarsi in avanti. Ma al 52' arriva l'episodio del gol fantasma sopra citato. Bruni svetta sopra tutti e di testa scaglia la palla a rete: il portiere Tosti compie un autentico miracolo deviando la sfera sulla traversa anche se a molti risulta che la stessa fosse già entrata in porta. L'arbitro e il suo collaboratore di linea non si avvedono di nulla e fanno proseguire l'azione. Le immagini televisive dal basso, però, dimostrano il contrario: era gol. Gli eugubini non demordono e cercano il gol del vantaggio. Al 55' Cipolla serve sulla sinistra Amadio che effettua un cross velenoso in area ospite: Tosti di pugno anticipa di un soffio Spagnolli pronto a depositare la palla in rete. Raccoglie il pallone Sandreani che al volo fa partire un gran tiro dal limite: la palla fa la barba al palo con il portiere ospite ancora a terra. Sembra una giornata stregata: il pallone non vuole entrare. Al 59' un timido attacco del Grosseto non viene finalizzato al meglio da Giglio, che su assist di Mocarelli, spedisce la palla fuori dallo specchio della porta. Al 60' fucilata di Spagnolli su punizione direttamente in porta: Tosti con i pugni respinge la potente conclusione del centravanti trentino. Al 65' c'è un fallo su Orocini a centrocampo ma l'arbitro fa proseguire l'azione: la palla arriva al nuovo entrato Baciocchi solo davanti al portiere e tira in porta: Fabbri in tuffo abbranca la sfera. Al 66' esce dal campo uno stanco Spagnolli sostituito da Ferrari. Al 74' lo stesso Baciocchi spedisce a lato un tiro dal limite. Al 77' il Gubbio raggiunge il meritato vantaggio grazie a un gol di pregevole fattura. Grande azione di Cipolla sulla destra, salta due avversari e serve in mezzo Turchetta: l'ex centrocampista fiorentino è il più lesto di tutti, si gira bene e con un bel diagonale al volo piazza la palla in fondo al sacco, nell'angolino più lontano. Esplode la gioia sia in campo che sugli spalti ma durerà poco. Anzi, da lì a poco succederà l'incredibile. A dieci minuti dal termine, all'80', Giglio pareggia i conti approfittando di una disattenzione della difesa eugubina che lo lascia praticamente indisturbato a calciare in porta: il suo diagonale radente colpisce prima il palo interno per poi finire in rete. All'83' Sandreani tenta di ristabilire le distanze con un bel tiro da fuori: il portiere biancorosso Tosti è attento e intercetta la sfera. E al 91' avviene quello che non ti aspetti: un affondo degli ospiti porta solo davanti al portiere Baciocchi che a due passi dalla porta insacca in rete il gol dell'1-2. Nell'occasione viene allontanato dal rettangolo di gioco il mister del Grosseto Lamberto Magrini. Il Gubbio non ci sta e cerca di portare a casa almeno un pareggio. Mister Cannito fa entrare Iezzi al posto di Turchetta: questa mossa risulterà decisiva. Girano veloci le lancette dell'orologio, si arriva al 94' e il Gubbio costruisce il gol del pareggio. Caparbia azione di Cipolla sulla destra che difende il pallone, salta un avversario e crossa in mezzo: colpo di testa di Iezzi e la palla viene stoppata da una mano di Venturi, è calcio di rigore. Dal dischetto, con freddezza, Cipolla trasforma il penalty. Finisce così un incontro che soprattutto nel finale ha regalato al pubblico presente emozioni a non finire. Il Gubbio raggiunge quindi uno strameritato pareggio a tempo scaduto. Ma, per le cose che si sono viste in campo, i rossoblù avrebbero meritato senza dubbio la vittoria. Il calcio è anche questo. Gli eugubini hanno offerto un'ottima prestazione per grande parte della gara, ad eccezione di quegli episodi sfortunati nel finale, l'uno-due del Grosseto, che avrebbero messo k.o. chiunque. Invece il Gubbio ha reagito e ha raggiunto un meritato pareggio, che in definitiva sta anche stretto agli uomini di Cannito. Per non parlare di quel gol e non gol di Bruni che avrebbe probabilmente cambiato le sorti della partita. Il difensore rossoblù è senza dubbio sfortunato in questa stagione: lo stesso calciatore, contro il Tolentino al "San Biagio", realizzò un gol regolarissimo nel finale che fu annullato dal direttore di gara. Evidentemente questa è un'annata particolare, dove la fortuna sembra aver voltato le spalle alle compagine rossoblù. Comunque, c'è da sottolineare la grande prova della squadra, che ha disputato un ottimo incontro giocato ad alti livelli per tutto l'arco dei novanta minuti. E la squadra eugubina, vista in campo oggi al "San Biagio", a nostro avviso, non è seconda a nessuno in questo girone. La prova offerta dai rossoblù fa ben sperare per il futuro, anche perchè la zona playoff si è avvicinata di solo un punto. E adesso, i ragazzi di Cannito dovranno affrontare lunedì sera 1 marzo, nel posticipo serale, al "Mancini" il Fano di mister Morganti.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, Amadio, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Turchetta (90' Iezzi), Sandreani, Spagnolli (66' Ferrari), Orocini, Cipolla. All. Cannito.
Grosseto: Tosti, Venturi, Gutili, Epifani, Miano, Anselmi, Ambrosino (80' Di Rita), Mocarelli, Cicconi (60' Baciocchi), Sardelli (24' Scarlato), Giglio. All. Magrini-Mancini.
Reti: 77' Turchetta (Gu), 80' Giglio (Gr), 91' Baciocchi (Gr), 94' Cipolla (G) rigore.
Arbitro: Celi di Campobasso (Passalacqua di Catania e Fort di Roma). Ammoniti: Orocini (Gu); Venturi, Gutili, Miano e Sardelli (Gr). Espulsi: allontanato dal direttore di gara al 91' l'allenatore Magrini (Gr). Spettatori: 1353 (171 provenienti da Grosseto).
I RISULTATI DELLA 23° GIORNATA:
Carrarese - Cuoiopelli Cappiano 1-1

41' Micco (Ca), 78' Masi (Cu) rig.
Castelnuovo - Fano 2-1
19' Fommei (C), 73' Ghidini (F), 91' Grassi (C)
Gualdo - Sangiovannese 0-0
Gubbio - Grosseto 2-2

77' Turchetta (Gu), 80' Giglio (Gr), 91' Baciocchi (Gr), 94' Cipolla (Gu) rig.
Imolese - Forlì 3-1
6' Recchi (I), 20' Lantignotti (F), 60' Polidori (I), 69' Schiavon (I) rig.
Montevarchi - Bellaria Igea 2-1
3' Biserna (B), 28' Di Matteo (M), 74' Tarpani (M) rig.
Ravenna - Rosetana 0-1
93' Calvaresi (Ro)
San Marino - Aglianese 1-0
81' Pagano (SM)
Tolentino - Sansovino 1-1
19' Bongiorni (S), 45' Pandolfi (T) rig.


21/02/2004
Berretti: Gubbio k.o. a Forlì; Calcio a 5: vincono Real Gubbio e Victoria Mocaiana

Nel campionato "Berretti" il Gubbio è stato sconfitto per 4-1 dal Forlì. Per i rossoblù ha segnato Ortali. Mister Lucio Bernardini ha preferito tenere a riposo diversi giocatori reduci dal Torneo di Viareggio e ha schierato alcuni giovani classe '86. Nel calcio a cinque, invece, le formazioni eugubine hanno ottenuto importanti vittorie. Il Real Gubbio, in serie B, ha battuto nel derby per 7-6 la squadra dello Spoleto. I rossoblù, allenati da Marco Bettelli, sono andati a segno con Cecchetti (autore di una tripletta), Cacciamani, Rogari, Argentina e Alunno. Il Victoria Mocaiana di mister Pierpaolo Mariotti, in serie C/1, ha vinto per 5-4 espugnando il campo di Orte. Le reti dei rossoverdi sono state realizzate da Giorgio Olmi, Stefano Olmi, Urbani e Naticchi, quest'ultimo autore di una doppietta.

21/02/2004
Bruni: "Febbraio e marzo, mesi decisivi per le sorti di questo Gubbio..."

Nella consueta conferenza stampa di fine settimana dell'A.S. Gubbio 1910, il difensore rossoblù Gionata Bruni ha presentato così la delicata sfida contro il Grosseto: "Ci siamo preparati in settimana come facciamo sempre per ogni partita. Abbiamo lavorato molto e vogliamo far bene contro una delle formazioni più organizzate del campionato che lotterà per il primo posto fino all'ultima giornata. Sarà quindi una partita difficilissima contro una squadra blasonata. Noi cercheremo di fare del nostro meglio per portare a casa un risultato utile". Questa partita arriva prima di incontrare il Fano e il Forlì: un trittico di gare che potrebbero segnare la svolta del cammino rossoblù: "I mesi di febbraio e marzo sono decisivi per sapere quale saranno le sorti e le ambizioni della nostra squadra. Adesso ci aspetta il Grosseto. Le altre partite cercheremo di prepararle come sempre nel miglior modo possibile". Il commento di mister Ruggiero Cannito: "Affrontiamo un Grosseto che ha un organico attrezzato per la C/1. L'arma migliore per affrontare certi avversari è una sola: di correre, di non lasciar spazi, di aggredirli in tutte le zone del campo. La nostra squadra è comunque motivata, ha equilibrio e sta crescendo. Anche i nuovi acquisti di gennaio (Ferrari, Iezzi e Spagnolli ndr) si stanno inserendo alla perfezione in questo gruppo. Sono convinto che possiamo fare un grande finale di campionato. Infine voglio sottolineare che il pubblico a Gubbio è molto attaccato alla squadra e ci tiene a vincere. E io voglio ringraziare apertamente i tifosi per questo".

20/02/2004
Gubbio: i precedenti al "San Biagio" contro il Grosseto

Tradizione abbastanza favorevole per il Gubbio negli incontri in casa contro il Grosseto: l'ultima vittoria dei rossoblù risale alla scorsa stagione grazie ad una deviazione sotto misura di Clementi su perfetto assist di Orocini nella ripresa. Ma se torniamo indietro nel tempo, l'ultima partita con i grifoni al "San Biagio" risale al 1987. Il Gubbio, in quell'occasione allenato da Giampaolo Landi, pareggiò in casa contro i biancorossi toscani (1-1): Bagnoli segnò il gol del momentaneo vantaggio per gli ospiti; Ragnacci, di testa, raggiunse il pari nel finale. Fu una stagione indimenticabile: i rossoblù, infatti, nel famoso spareggio contro il Poggibonsi allo stadio "Curi" di Perugia conquistarono la C/2 davanti a 20000 spettatori. A quei tempi, nelle file del Gubbio giocava Lamberto Magrini, un vero polmone di centrocampo: ora siede sulla panchina del Grosseto. Intanto si comunica che per la gara di Fano, che si disputerà in notturna lunedì 1 marzo, sono in allestimento dei pulmann. Da martedì sarà possibile dare la propria adesione presso la sede sociale dell'A.S. Gubbio 1910 in via Parruccini (Polisportivo "San Biagio"). Si ricorda che chiunque si trasferirà con mezzi propri a Fano dovrà lo stesso munirsi obbligatoriamente del biglietto prima della gara, tagliandi che saranno disponibili in sede a partire dalla prossima settimana.

19/02/2004
Gubbio: partitella in famiglia al "San Biagio" aspettando il Grosseto

Nel pomeriggio, gli uomini di mister Cannito si sono allenati come di consueto al Polisportivo "San Biagio". Si è giocata una partita a ranghi contrapposti, che ha visto da una parte schierata la formazione titolare e dall'altra quelle delle riserve integrata da alcuni ragazzi della Berretti. I "titolari" hanno vinto per 7-0: sono andati a segno Cipolla, che ha realizzato una tripletta, Spagnolli, Antonazzo, Sandreani e c'è stata anche un'autorete. Nella ripresa sono scesi in campo anche Orocini e Zebi reduci dall'influenza che li ha colpiti in settimana. L'arbitro Celi di Campobasso dirigerà la partita di domenica prossima Gubbio-Grosseto che si giocherà al "San Biagio" (ore 14.30).

18/02/2004
Sfrappa a Sportissimo: "Gubbio ai playoff"

Il mensile "Sportissimo", nel numero in edicola a febbraio, dedica ampio spazio alla "Berretti" del Gubbio, unica formazione di C/2 che ha partecipato al Torneo di Viareggio per la prima volta. In esclusiva viene riportata un'intervista ai nuovi acquisti di gennaio del Gubbio Ferrari, Iezzi e Spagnolli. Ampio spazio al giovane Beltrami, portiere del Real Gubbio calcio 5 che è finito in Nazionale, e l'eugubino Bartocci racconta Totti. Ma molto interessante risulta un'intervista a ruota libera sul football umbro all'ex diesse del Gubbio Domenico Sfrappa. Abbiamo estrapolato alcune frasi che parlano della squadra e dell'ambiente eugubino: "Il Gubbio con l'arrivo di Spagnolli potrà rientrare nei playoff. Giocatori come Fabbri, Bruni, Giacometti, Lazzoni, Sandreani e Cipolla non li ha nessuno in C/2! Per non parlare della società e del pubblico". Una società e un pubblico che meritano altri palcoscenici? "Ma certo. Neanche in serie A ci sono società che hanno alle spalle due gruppi imprenditoriali come Barbetti e Colacem. Inoltre sono entrate forze nuove, imprenditori locali desiderosi di far bene. Una società in regola per puntare a traguardi prestigiosi. Poi sarò di parte, visto che a Gubbio ho lasciato tanti amici, ma penso che l'attaccamento dei tifosi ai colori rossoblù sia straordinario. Quest'anno hanno sottoscritto 700 abbonamenti (755 ndr). Certo è un pubblico esigente che vuol vedere la squadra giocar bene, e ha ragione. Ma se si vince Gubbio ti dà tutto. E' una piazza straordinaria, ospitale, ideale per un calciatore".

17/02/2004
Antonazzo: "Vogliamo centrare i playoff"

Nella trasmissione "Fuorigioco", in onda ogni martedì sera su Trg, ha partecipato il difensore rossoblù Angelo Antonazzo. In diretta telefonica sono intervenuti il diesse del Gubbio Claudio Crespini e l'allenatore del Grosseto Lamberto Magrini. Il terzino pugliese ha commentato così il pareggio a Monte San Savino: "Visti i risultati di domenica si può considerare un buon punto quello conquistato con la Sansovino - ha sottolineato Antonazzo - perchè ci siamo avvicinati a soli due punti dai playoff. Non è stata una bella partita e potevamo fare di più. Volevamo vincere ma non è stato facile. Loro si sono chiusi molto bene dietro, è stato difficile imporre il nostro gioco. Alla fine potevamo anche vincere: Orocini ha preso un palo ed io ho sfiorato di poco il gol. Il Grosseto? E' un'ottima squadra, una delle migliori del campionato. Sarà dura affrontarli. Ma noi vogliamo centrare i playoff perchè ci crediamo e perchè per tutti noi sarebbe una vetrina molto importante". Essenziale è stato il d.s. Crespini: "E' stata una partita difficile e dura. Non bisogna sottovalutare questo pareggio perchè ci siamo lo stesso avvicinati ai playoff. E' ovvio che si poteva fare qualcosa di più con la Sansovino. Ma è anche vero che quest'anno il budget è stato ridotto e i ragazzi ce la stanno mettendo tutta e meritano un plauso, dopo i vari problemi che hanno caratterizzato l'inizio di stagione. Dobbiamo pensare solo a salvarci tranquillamente e sperare in una continuità dei risultati. Adesso bisogna stare tutti compatti intorno alla squadra. E a maggio tireremo le somme". Il trainer del Grosseto Magrini, ex mediano del Gubbio dal 1984 al 1988, ritornerà al "San Biagio" da avversario: "Proverò sicuramente una grande emozione una volta sceso in campo. In questa piazza ho passato momenti bellissimi. Noi vogliamo vincere, ma ci vorrà il miglior Grosseto per superare il Gubbio, soprattutto a livello agonistico. Questo è una campo difficilissimo perchè conosco l'incitamento e il calore che i tifosi eugubini sanno trasmettere alla propria squadra".

17/02/2004
Birolini e De Pascale fermati per un turno

Sono stati resi noti i provvedimenti disciplinari del girone dell'A.S. Gubbio 1910. I difensori Roberto Birolini e Maurizio De Pascale non potranno scendere in campo domenica prossima contro il Grosseto: entrambi sono stati fermati per un turno dal Giudice Sportivo. Salterà la gara al "San Biagio" anche Dalle Nogare del Grosseto: l'attaccante è stato stoppato per due giornate. Fermato per due turni anche l'attaccante De Luca del Fano. Squalificati per due giornate Gabriele Morganti, trainer del Fano, e Maurizio Londi, ormai ex allenatore del Castelnuovo, esonerato (al suo posto è arrivato Tazzioli). Non potranno giocare la prossima gara di campionato Gazzoli (Castelnuovo), Pelliccia (Fano), Ferronato (Ravenna), Sordo (Aglianese), Bernardi (Forlì), Fusco (Gualdo), Maccari e Morbidoni (Tolentino): sono stati tutti appiedati per un turno. Ammenda alla società del Grosseto multata di 500 euro.

17/02/2004
Castelnuovo: via Londi, arriva Tazzioli

E' saltata una nuova panchina nel girone B della C/2. La società del Castelnuovo ha deciso di esonerare Maurizio Londi, dopo la sconfitta esterna contro il Gualdo. Lo stesso allenatore, la scorsa stagione, aveva portato la squadra gialloblù ai playoff e fu eliminata proprio dal Gubbio nei due scontri diretti di semifinale (2-2 a Lucca e 2-0 in favore dei rossoblù al "San Biagio"). La squadra garfagnina, in questo momento, ricopre il quart'ultimo posto in classifica. Al suo posto è stato chiamato Gino Tazzioli, ex allenatore del Poggibonsi.

16/02/2004
Torneo di Viareggio: il Torino travolge il Gubbio (5-1)

Si è disputata la terza ed ultima giornata del girone 7 del Torneo di Viareggio. Il Gubbio di mister Bernardini è stato sconfitto per 5-1 dal blasonato Torino. Un folto pubblico, circa 500 spettatori, ha assiepato gli spalti del campo di Zappacenere di Gubbio. I granata sono passati in vantaggio al 35' con Campo che ha infilato il giovane portiere eugubino Vergari con un bel tiro al volo di sinistro. Ad inizio ripresa, al 47', ha raddoppiato di nuovo Campo con una splendida girata al volo. Due minuti più tardi, al 49', Battaglia ha segnato il terzo gol di testa sugli sviluppi di un corner. Al 59' Bongiovanni si è involato sulla fascia sinistra e ha servito in mezzo Campo che a due passi dalla porta ha depositato di nuovo la palla in rete. Al 74' il Gubbio ha accorciato le distanze su calcio di rigore concesso per un atterramento in area di Ghirelli da parte di Marchese: dal dischetto ha trasformato il penalty Gaggiotti. Ultimo gol all'88' con Emiliano che ha risolto in rete, sulla linea di porta, una mischia in area eugubina. Per il Gubbio, unica squadra di C/2 presente al Torneo di Viareggio, rimane comunque una bella esperienza vissuta nella principale manifestazione calcistica giovanile su scala mondiale. Nell'altro incontro del girone, Partizan Belgrado e Ternana hanno pareggiato 0-0 al "Liberati" di Terni: nel finale i rossoverdi hanno fallito un calcio di rigore. Si qualificano agli ottavi di finale il Partizan Belgrado e il Torino, come migliore seconda classificata. Gubbio: Vergari, Romanini, Fronduti (75' Saldi), Gnagni, Martinelli, Cicognola (25' Radicchi), Gaggi, Panetta, Bedini (55' Ghirelli), Gaggiotti, Marchi. All. Lucio Bernardini. Torino: Pinelli, Emiliano, Marchese, Colombo, Vailatti, Piroli, Campo (69' Bellucci), Battaglia (79' De Stefano), Schettino, Cundari, Bongiovanni (75' Canavese). All. Giacomo Ferri.

15/02/2004
Il Gubbio non va oltre il pareggio a Monte San Savino (0-0)

Ventiduesima giornata di campionato, il Gubbio affronta in trasferta il Sansovino. I rossoblù devono fare a meno del terzino sinistro Amadio, squalificato. Per il resto non ci sono problemi di formazione per mister Cannito che ripropone dal primo minuto Orocini, che rientra dopo l'infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi di gioco, e dirotta Iezzi e Turchetta in panchina. Tra i pali scende in campo Fabbri. In difesa giocano Bruni e Giacometti centrali, Antonazzo sulla destra e De Pascale sulla sinistra. In un centrocampo schierato a rombo, Orocini si posiziona dietro le punte, supportato da Sandreani decentrato sulla destra e Birolini sulla sinistra, e Lazzoni centrale davanti la difesa. Il duo di attacco è formato da Cipolla e Spagnolli. Buona la presenza dei tifosi rossoblù, un centinaio circa, giunti a Monte San Savino. Il Gubbio vuole centrare la vittoria per avvicinarsi ulteriormente e per riagganciare i playoff, ma trova davanti un Sansovino attento e mai domo che usa come arma l'entusiasmo che caratterizza tutte le squadre neopromosse. Non a caso, in casa, la squadra toscana ha ottenuto fino a questo momento 19 punti dei 25 accumulati in tutto il torneo. Pronti e via. Al 2' ci provano subito i padroni di casa con un tiro di Vespignani dalla distanza che finisce di poco alto sopra la traversa. Al 12' tenta una conclusione a rete dal limite anche Fara: Fabbri è attento e in tuffo abbranca la sfera. Al 24' Orocini lancia solo in area Cipolla, ma l'arbitro ferma tutto per un presunto fallo commesso dall'attaccante eugubino nei confronti di un difensore arancioblù. Al 32' una fucilata di Meacci su punizione dal limite impegna Fabbri che in due tempi è costretto a fermare la potente conclusione a rete del centrocampista toscano. La prima azione degna di nota costruita dal Gubbio nei primi quarantacinque minuti avviene al 35' quando Orocini sfiora il palo con una bella punizione a girare calciata dal limite. Un minuto più tardi, è il 36', Cipolla protesta per un presunto fallo in area commesso nei suoi confronti da un difensore arancioblù. L'arbitro non ha esitazione e ammonisce l'attaccante napoletano che rimane incredulo per l'accaduto. Passa pochissimo tempo e non ci resta che segnalare un'entrata decisa di Fara su Cipolla che rotola a terra dolorante sotto gli occhi dell'arbitro e del suo collaboratore di linea. Nessuna sanzione viene presa nei confronti del giocatore toscano comportando le vibranti proteste dei calciatori eugubini. Prima del riposo, al 43', Orocini pennella in area un pallone da un calcio piazzato dal limite, Spagnolli di testa cerca la via gol ma la palla termina alta sopra la traversa. Finisce così un primo tempo dove si è visto un Gubbio troppo rinunciatario in fase offensiva, che ha pensato più a non prenderle che creare delle vere e proprie occasioni da gol in avanti. Anche nella ripresa la partita stenta a decollare, anche se i rossoblù sembrano più convinti e vogliosi di sbloccare il risultato. Al 55' Spagnolli serve al limite Cipolla che al volo spara in porta: il suo tiro, però, termina alto sopra il montante. Al 60' si rendono pericolosi in avanti i padroni di casa. Fatone corre sulla fascia sinistra e crossa in mezzo: Ruscio in spaccata devia a botta sicura la palla in porta. E' prodigioso l'intervento di Fabbri che in tuffo riesce a bloccare la sfera. I toscani ci riprovano al 75' con il nuovo entrato Luzi che con un bella rasoiata dal limite colpisce l'esterno della rete dando l'illusione del gol. Tre minuti più tardi, al 78', il Gubbio costruisce l'occasione più ghiotta della partita per portarsi in vantaggio. Orocini scarica un bel tiro dalla distanza: la palla colpisce clamorosamente il palo in pieno. Sulla ribattuta Spagnolli viene anticipato di un soffio dal portiere arancioblù Benassi. Nei minuti finali i rossoblù sembrano più decisi a portare a casa i tre punti e spingono sull'acceleratore. All'81' Antonazzo dalla destra crossa in mezzo, De Pascale da posizione decentrata gira a rete: Benassi in tuffo abbranca la sfera. Nell'occasione, De Pascale avrebbe potuto servire in mezzo Spagnolli, meglio appostato di lui e solo davanti al portiere. All'83' entra in campo Turchetta al posto di Orocini. E all'85' il nuovo entrato Turchetta si incunea in area, salta un avversario e tira in porta: Benassi in tuffo intercetta come può il diagonale del centrocampista rossoblù anticipando anche Spagnolli che era in agguato. Ma in contropiede si fa pericoloso anche il Sansovino. All'87' Fara fa partire un gran tiro dalla distanza: Fabbri vola sotto l'incrocio dei pali per deviare in angolo la potente conclusione a rete del centrocampista arancioblù. Un minuto più tardi, è l'88', assist di Bongiorni per Ruscio che dal limite cerca la via della rete: il suo diagonale termina a lato di poco. All'89' mister Cannito effettua la seconda ed ultima sostituzione dell'incontro con Ferrari che sostituisce uno stanco Spagnolli. Prima del triplice fischio finale, il Gubbio ha l'opportunità di segnare il gol della vittoria: al 91' un tiro dal limite di Antonazzo sibila vicino al palo alla destra della porta difesa dall'ex portiere del Poggibonsi Benassi. Finisce così l'incontro, a reti bianche. Risultato sostanzialmente giusto per quello che si è visto in campo. Sinceramente ci aspettavamo un Gubbio diverso, più spregiudicato e più convinto di centrare l'intera posta in palio fin dall'inizio della partita. Invece la squadra rossoblù, per almeno un'ora di gara, non è riuscita a costruire occasioni limpide da gol, giocando praticamente con il freno tirato. Soltanto nel finale, gli uomini di Cannito hanno cercato di essere più ficcanti e più decisi in attacco a sbloccare il risultato. Troppo tardiva, secondo noi, è stata la reazione della squadra per cercare la vittoria. Questo Gubbio può e deve fare di più, perchè ha i mezzi e le potenzialità per farlo. Infatti, quando la squadra eugubina ha spinto sull'acceleratore, ha dimostrato che poteva segnare in più di una circostanza. Se si vuole riprendere il treno dei playoff è giusto che la squadra cominci a cambiare registro e cercare fin dall'inizio di fare la partita, altrimenti sarà difficile riprendere le dirette avversarie. Anche se c'è da dire, che un pareggio fuori casa è sempre da considerare un risultato positivo contro una squadra, il Sansovino, che ha dimostrato di essere un avversario ostico e rognoso da superare tra le mura amiche. Nonostante il pareggio, il Gubbio si ritrova lo stesso a soli due punti dal Forlì, squadra che ricopre il quinto posto in classifica, ultimo posto utile per riagganciare i playoff. E i rossoblù, nei prossimi tre incontri, si giocheranno il tutto per tutto per verificare dove realmente potrà arrivare questa squadra. Ci saranno tre partite difficili da affrontare: domenica arriverà al "San Biagio" il Grosseto, lunedì sera 1 marzo trasferta a Fano e la domenica dopo arriverà nella Città dei Ceri il Forlì. Partite determinanti che decideranno il futuro e le ambizioni di questo Gubbio in questo campionato.
Sansovino: Benassi, Quondamatteo, Rossi, Marmorini, Viviani, Fatone, Ruscio, Fara, Bongiorni, Meacci (85' Borgogni), Vespignani (74' Luzi). All. Iacobelli.
Gubbio: Fabbri, Antonazzo, De Pascale, Lazzoni, Bruni, Giacometti, Birolini, Sandreani, Spagnolli (89' Ferrari), Orocini (83' Turchetta), Cipolla. All. Cannito.
Arbitro: Di Cintio di Bergamo (Reali e De Angelis di Frosinone). Ammoniti: De Pascale, Birolini, Orocini e Cipolla (G); Fara (S). Spettatori: 700 circa (un centinaio provenienti da Gubbio).
I RISULTATI DELLA 22° GIORNATA:
Aglianese – Ravenna 0-0
Cuoiopelli Cappiano – Bellaria 2-1

49' Graziani (C), 78' Masi (C) rig., 87' Agostinelli (B)
Forlì – Montevarchi 1-2
8' Di Matteo (M), 9' Lantignotti (F), 43' Scalise (M)
Grosseto – Fano 2-1
15' Giglio (G), 27' Garba (F), 78' Di Pietro (G)
Gualdo – Castelnuovo 2-1
57' Memè (G), 81' Martelloni (C), 88' Campese (G)
Rosetana – Imolese 1-0
51' Nunziato (R)
San Marino – Carrarese 2-0
25' Pietranera (SM), 38' Maniero (SM)
Sangiovannese – Tolentino 1-0
41' Morandini (S)
Sansovino – Gubbio 0-0

14/02/2004
Calcio a 5: Real Gubbio ancora sconfitto; pari nel derby per il Victoria Mocaiana

Nel campionato di serie B di calcio a cinque, il Real Gubbio di mister Marco Bettelli è stato sconfitto alla Polivalente per 8-6 dal Palextra Fano. Le reti dei rossoblù portano la firma di Cecchetti, che ha realizzato una tripletta, Fiorucci (doppietta) e Traversini. Nel campionato di serie C/1, invece, il Victoria Mocaiana ha pareggiato per 5-5 nel derby con il Terni. Per la squadra eugubina, allenata da Pierpaolo Mariotti, sono andati a segno Giorgio Olmi, Urbani, Ghirelli e Beltrami, autore di una doppietta.

14/02/2004
Fabbri: "Ho paura solo del Gubbio..."

Nella consueta conferenza stampa del sabato dell'A.S. Gubbio 1910, il portiere rossoblù Fabio Fabbri ha presentato così la sfida di Monte San Savino: "Sarà una partita difficile contro una neo promossa che gioca con tanto entusiasmo. Sarà importante per noi mantenere la giusta concentrazione, attenzione e determinazione. L'arrivo di Iezzi, Ferrari e Spagnolli? Sono tre professionisti seri. Ne abbiamo beneficiato sia a livello tecnico che all'interno dello spogliatoio. Se temo di più il Fano o il Forlì in prospettiva dei playoff? Sinceramente temo di più il Gubbio: bisogna pensare a noi e affrontare ogni avversario concentrati perchè a questo punto della stagione ogni partita sarà determinante". Questo il commento di mister Ruggiero Cannito: "E' una partita molto importante contro una squadra che ha conquistato 19 punti in casa. Dovremo affrontare il Sansovino con molta attenzione e i ragazzi si sono allenati molto in questi 15 giorni proprio in funzione di questa partita. Abbiamo provato diversi moduli ma questo non rappresenta il problema principale. E' una questione di testa. Quello che conta è la cattiveria, la determinazione e l'aggressività nell'affrontare ogni partita. Tutto questo sarà importante perchè dopo la trasferta con il Sansovino avremo degli scontri diretti molto duri e difficili. Ritornerà in campo Orocini dopo l'infortunio, e anche Spagnolli e Iezzi, che in settimana hanno avuto qualche problemino fisico, sono completamente ristabiliti. Dopo la partita con la Carrarese ci siamo autocriticati. Vogliamo e possiamo fare di più, soprattutto dal punto di vista del gioco. Questo per far capire che il gruppo è compatto e c'è tanta voglia di fare bene".

13/02/2004
Torneo di Viareggio: il Gubbio cede solo nella ripresa al Partizan Belgrado (0-1)

Si è giocata la seconda giornata del girone 7 del Torneo di Viareggio. Il Gubbio è stato sconfitto per 1-0 dal Partizan Belgrado a Valfabbrica. I rossoblù di mister Bernardini hanno disputato un ottimo primo tempo sfiorando il gol in tre circostanze con Gaggiotti, Radicchi e Gaggi. A venti minuti dal termine, al 70', la squadra jugoslava ha siglato il gol della vittoria con Grubiesic che di testa ha risolto una mischia in area scaturita da un calcio d'angolo. Nell'altro incontro del girone giocato a Fossato di Vico, il Torino ha piegato nel finale per 3-2 la Ternana. La terza e ultima giornata si disputerà lunedì 16 febbraio: la squadra eugubina giocherà contro il Torino al campo di Zappacenere di Gubbio (ore 15), mentre la Ternana affronterà il Partizan Belgrado al "Liberati" di Terni. Formazione Gubbio: Pifarotti, D'Arienzo, Brunelli (Mattioli), Ortali, Fronduti, Martinelli, Gaggi (Panetta), Gnagni, De Maio, Gaggiotti (Ghirelli), Radicchi. All. Bernardini.

12/02/2004
Gubbio, test amichevole a Umbertide

La squadra di Cannito, nel pomeriggio, ha disputato una partita amichevole a Umbertide. I rossoblù hanno sconfitto per 2-0 i padroni di casa della Tiberis. Le reti sono state messe a segno da Ferrari che ha realizzato una doppietta. Intanto, per la partita di domenica prossima Sansovino-Gubbio è stato designato l'arbitro Di Cintio di Bergamo. Inoltre segnaliamo un nuovo importante riconoscimento per la sezione A.I.A. Carlo Angeletti di Gubbio: domenica 15 febbraio Matteo Passeri dirigerà al "Romeo Neri" la gara Rimini-Novara valevole per il campionato di serie C/1 girone A. Per il giovane arbitro eugubino si tratta del debutto in C/1 e si potrebbero aprire, in futuro, delle buone prospettive per una prestigiosa carriera arbitrale.

11/02/2004
Torneo di Viareggio: il Gubbio sconfitto di misura all'esordio con la Ternana (0-1)

Si è disputata la prima giornata del Torneo di Viareggio del girone in cui gioca la squadra Berretti allenata da Lucio Bernardini. Il Gubbio è stato sconfitto per 1-0 dalla Ternana al "San Biagio". La squadra eugubina non ha sfigurato contro il più quotato avversario. I rossoverdi sono passati in vantaggio al 26' con Fanasca che ha tramutato in rete un calcio piazzato dalla distanza. I rossoblù hanno avuto una ghiotta occasione per pareggiare al 33': D'Arienzo solo davanti alla porta ha sparato sopra la traversa. Nella ripresa gli eugubini hanno sfiorato la segnatura in altre due circostanze: al 55' un tiro da fuori di De Maio è finito di poco a lato e al 58' Gaggioli ha sfiorato di testa il palo. I ternani, al 60', hanno colpito un palo con Perna di testa dopo un'azione di contropiede. Presenti sugli spalti un discreto pubblico e alcuni osservatori, tra cui Mauro Sandreani (ex allenatore di Padova e Torino, ora commentatore sportivo della Rai) e Walter Nicoletti (ex allenatore di Cesena, Gualdo, Pistoiese e Vis Pesaro). Nell'altro incontro del girone, disputato al "Luzi" di Gualdo Tadino, il Partizan Belgrado ha sconfitto per 2-1 il Torino. Gubbio: Pifarotti, D'Arienzo, Brunelli (60' Cicognola), Gaggi, Romanini, De Maio, Martinelli, Gnagni (79' Migliorati), Marchi (71' Bedini), Radicchi, Gaggiotti. All. Bernardini. Ternana: Tazza, Succhiarelli (46' De Francesco), Costantino, Cirilli, Di Dio, D'Astolfo, Cossu (12' Perna), Panico, Fanasca, Fiumicelli, Lauria. All. Pierini.

10/02/2004
Gubbio, per la prima volta al Torneo di Viareggio

C'è attesa per la prima partecipazione della società eugubina al Torneo di Viareggio. La formazione Berretti del Gubbio, allenata da Lucio Bernardini, disputerà per la prima volta la 56° edizione del torneo e la città avrà anche l'onore di ospitare un intero girone della celebre manifestazione conosciuta in tutto il mondo. Un girone composto da Torino, Partizan Belgrado, Ternana e Gubbio. Mercoledì 11 febbraio (ore 18) la squadra rossoblù ospiterà al "San Biagio" la Ternana; alle 15 allo stadio "Luzi" di Gualdo Tadino si affronteranno Partizan Belgrado e Torino. La seconda giornata, programmata per venerdì 13, vedrà di fronte il Gubbio contro il Partizan Belgrado (ore 15, a Valfabbrica) e Torino-Ternana (ore 15, a Fossato di Vico). La terza e ultima giornata del girone si giocherà lunedì 16 (si affronteranno Torino-Gubbio e Ternana-Partizan). E intanto proprio ieri, in occasione della cerimonia inaugurale del torneo a Viareggio, gli Sbandieratori di Gubbio si sono esibiti prima e durante l'intervallo dell'incontro vinto dalla Juventus per 2-0 con il Werder Brema. I giovani rossoblù, accompagnati dallo staff del settore giovanile, hanno seguito la partita dalla tribuna dello Stadio dei Pini.

09/02/2004
Gubbio: quattro punti in meno rispetto alla scorsa stagione

Tracciamo un bilancio della squadra di mister Cannito prima della prossima trasferta di Sansovino. Dopo 21 giornate di campionato il Gubbio ha totalizzato 30 punti (7 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte). Nella scorsa stagione, alla 21° giornata, la squadra rossoblù aveva ottenuto 34 punti, quattro in più rispetto al campionato in corso: 9 vittorie, 7 pareggi e 5 sconfitte. I gol realizzati sono stati 17, contro i 25 della scorsa stagione (ben 8 gol in meno). La retroguardia eugubina ha incassato 15 gol, contro i 20 dell'anno scorso (5 gol in meno subìti nel campionato in corso). La difesa, quindi, si è dimostrata più ermetica mentre l'attacco è risultato più sterile. E' stato concesso solo un rigore a favore del Gubbio, peraltro sbagliato da Caracciolese (ora alla Pro Sesto) contro il Cuoiopelli Cappiano. Sono 3, invece, i rigori fischiati contro. I calciatori della squadra rossoblù, fino a questo momento, hanno racimolato 49 cartellini gialli. La scorsa stagione furono 45 le ammonizioni. I cartellini rossi sono stati 6 (la scorsa stagione ci furono 8 espulsioni). Cipolla è il cannoniere della squadra con 7 reti realizzate (un gol in più segnato rispetto allo scorso anno).

08/02/2004
Recupero: il Montevarchi espugna il campo di Agliana (1-2)

Nel recupero della 20° giornata di campionato, gara che era stata rinviata per neve, il Montevarchi ha vinto in trasferta contro l'Aglianese (1-2). I neroverdi di casa si sono portati in vantaggio su rigore al 10' con Andreotti. Gli ospiti sono riusciti a pareggiare a fine primo tempo, al 47', per mezzo di un'autorete di Sordo che ha deviato involontariamente nella propria porta una punizione calciata dal Montevarchi. Al 65' la squadra valdarnese ha ribaltato il risultato: Arcadio viene atterrato in area dal portiere neroverde Vicini, è calcio di rigore. Dal dischetto trasforma il penalty Tarpani. In virtù di questo risultato l'Aglianese rimane a quota 25 punti in classifica; il Montevarchi, invece, si porta a 19 punti ad una sola lunghezza dalla Rosetana.

07/02/2004
Calcio a 5: Real Gubbio e Victoria Mocaiana entrambi sconfitte

Nel campionato di serie B del calcetto, il Real Gubbio del trainer Marco Bettelli è stato sconfitto in trasferta per 10-8 dal Daewoo Montesicuro Ancona. Le reti dei rossoblù portano la firma di Torcolini, Traversini, Rogari, Argentina, Fiorucci e Cecchetti (questi ultimi due autori di una doppietta ciascuno). Non va meglio al Victoria Mocaiana in serie C/1. I rossoverdi, allenati da mister Pierpaolo Mariotti, non sono riusciti a portare a casa nemmeno un punto dalla trasferta di Casaglia. La squadra perugina si è imposta per 3-0.

06/02/2004
C/2 girone B: il punto dopo ventuno giornate di campionato

Approfittando della sosta di campionato, stiliamo i momentanei verdetti del girone B della C/2 quando mancano ancora 13 gare da disputare. Il San Marino è la squadra che ha conquistato più volte l'intera posta in palio in questo campionato (11 vittorie) e che ha realizzato più reti (33). A ruota seguono Gualdo e Grosseto (10 vittorie), e Sangiovannese e Forlì (9). Il secondo attacco del girone appartiene al Fano (29 reti realizzate), seguito dal Grosseto (28 gol). La difesa meno battuta è quella della Sangiovannese (appena 10 gol subìti); il Grosseto è secondo avendo incassato 12 reti; il Gubbio è quarto con 15 reti subìte, preceduto dall'Aglianese (14 gol) ma con una partita ancora da recuperare. Il Gualdo è la squadra meno battuta con 3 sole sconfitte: seguono San Marino, Grosseto e Sangiovannese che hanno perso 4 incontri. Ravenna e Rosetana hanno il peggior attacco (14 reti realizzate), mentre la difesa più perforata è quella del Tolentino con 35 gol incassati (il Fano è secondo con 28 reti subìte). Carrarese e Montevarchi sono le compagini più battute: per 10 volte sono tornate a casa senza punti (seconda è la Rosetana con 9 sconfitte). Il Montevarchi è la squadra che ha ottenuto meno vittorie (3), ma deve recuperare ancora una partita; la Rosetana è subito dietro con sole 4 vittorie. Il primato dei pareggi appartiene al Bellaria: la squadra adriatica per 10 incontri ha diviso la posta in palio con gli avversari.

05/02/2004
Ravenna: i giocatori si autosospendono lo stipendio

Singolare iniziativa dei calciatori del Ravenna. Su proposta dell'ex giocatore di Fiorentina e Juventus Gianluca Luppi, attuale capitano della squadra giallorossa, i calciatori ravennati hanno deciso di non percepire nessun stipendio fino alla prossima vittoria. Dopo i risultati che non arrivano e un campionato che vede il Ravenna nei bassifondi della classifica, i giallorossi stanno cercando di risalire la china e non sono mancati ulteriori rinforzi nel calciomercato invernale. Ma il momento è delicato e difficile anche in virtù delle ultime contestazioni dei tifosi giallorossi verso la propria squadra. Ne da notizia il sito della serie C di datasport.it.

04/02/2004
Gubbio: comincia il conto alla rovescia per il "Torneo di Viareggio"

Continua senza sosta il lavoro di preparazione tecnica ed atletica della "Berretti" Gubbio in vista del fischio d'inizio della Coppa Carnevale, girone 7, previsto per l'11 febbraio 2004. La prestigiosa rassegna sportiva approda a Gubbio per il secondo anno consecutivo. L'orario d'inizio degli incontri è fissato per le ore 15, salvo rare eccezioni e si giocheranno, in contemporanea, una partita sul campo del Viareggio e 9 partite sui campi esterni. Si parte con la fase eliminatoria il giorno 11, si prosegue il 18 febbraio con gli ottavi di finale, il 19 con i quarti, il 21 con le semifinali (ore 14.30), mentre la grande finale è fissata per il 23. Rammentiamo che le squadre vincitrici delle ultime tre edizioni sono state Milan (2001), Inter (2002) e Juventus (2003). Intanto i rossoblù di Lucio Bernardini, che non hanno giocato lo scorso fine settimana, hanno recuperato l'incontro contro il Fano in trasferta vincendo 1-0 con una rete di Gaggiotti realizzata direttamente da calcio di punizione. E' stata questa l'ultima partita di calendario per i giovani calciatori eugubini, poi il campionato, in occasione della manifestazione, osserverà una sosta di quindici giorni.

03/02/2004
De Pascale: "Tre punti importanti per noi"

Nella trasmissione "Fuorigioco", in onda ogni martedì sera su Trg, ha partecipato il giocatore rossoblù Maurizio De Pascale. Il jolly difensivo ha commentato così la vittoria sulla Carrarese: "Sono arrivati tre punti molto importanti per noi. Volevamo vincere a tutti i costi e ci siamo riusciti. Ci sono state delle recriminazioni da parte loro su alcuni episodi della gara ma, come si vede anche con l'ausilio delle immagini televisive, le decisioni prese dall'arbitro sono state giuste". In effetti, guardando attentamente le immagini, si intravede bene che il primo gol del Gubbio era senza ombra di dubbio regolare, non esiste nessun fuorigioco e giustamente l'arbitro ha fatto proseguire l'azione. Anche nell'occasione del gol annullato alla Carrarese, si nota chiaramente che c'è un giocatore toscano in fuorigioco che copre anche la visuale del portiere eugubino Fabbri. "Nel secondo tempo - continua De Pascale - ci è mancata una certa fluidità di manovra. Ma c'è da dire che la Carrarese si è dimostrata una grande squadra, ben organizzata, molto migliorata rispetto all'andata e ci ha messo in grande difficoltà. Questa sosta di campionato arriva nel momento giusto, ci serve per recuperare appieno le forze e ricaricare le pile. Poi ci attenderà la trasferta di Sansovino, una partita che non sarà assolutamente facile, ma cercheremo di fare la nostra partita. Con loro ho un conto in sospeso. All'andata non segnai per un soffio ma più che altro per sfortuna. Spero di rifarmi nel ritorno".


03/02/2004
Amadio squalificato per una giornata

Sono stati diramati i provvedimenti disciplinari del girone B della C/2. Il giocatore rossoblù Patrick Amadio salterà, dopo la sosta, la trasferta di Sansovino in programma il prossimo 15 febbraio: il terzino sinistro è stato squalificato per una giornata. Anche il Sansovino dovrà fare a meno di un giocatore: il difensore Pagliucoli è stato fermato per un turno. La Carrarese a San Marino non potrà schierare Agazzone e Castorina, entrambi stoppati per una giornata dal Giudice Sportivo. Stessa sorte per il Forlì che non potrà disporre contro il Montevarchi di Bosi e Bellocchi. Salteranno la prossima gara di campionato anche Mammarella (Tolentino), Biggi (Castelnuovo), Magnani (Cuoiopelli Cappiano), Colombaretti (Fano), Bogi (Grosseto), Fusseini (Gualdo), Recchi (Imolese), Procopio (San Marino), Sbaccanti (Rosetana) e Caleri (Sangiovannese): sono stati tutti appiedati per un turno. Infine è stata multata la società del Tolentino per 2250 euro.

02/02/2004
Montevarchi: si dimette il CdA

Dopo la gara Montevarchi-Cuoiopelli Cappiano, terminata in parità (1-1), il Consiglio di Amministrazione della società valdarnese ha deciso che metterà in vendita l'intero pacchetto azionario. Per questa stagione il CdA onorerà gli impegni, ma al termine del campionato in corso ha confermato la volontà di andarsene. Lo ha reso noto lo stesso CdA con un comunicato stampa dopo alcuni screzi con alcuni sostenitori della squadra rossoblù. Ne da notizia proprio il sito ufficiale della squadra toscana (www.montevarchicalcio.com).

01/02/2004
Vittoria sofferta del Gubbio al "San Biagio" contro una coriacea Carrarese (2-0)

Ventunesima giornata di campionato, il Gubbio affronta al "San Biagio" la Carrarese. I rossoblù devono fare a meno di Orocini (infortunato), Lazzoni (squalificato) e all'ultimo momento di Iezzi (influenzato). Mister Cannito schiera Fabbri tra i pali; in difesa giocano Bruni e Giacometti centrali, De Pascale a destra e Amadio a sinistra, riproposto nel suo ruolo naturale; a centrocampo vengono schierati Sandreani e Zebi in mezzo al campo, Coresi come ala destra e Turchetta sulla fascia sinistra; il duo di attacco è Cipolla-Spagnolli. Per il Gubbio è obbligatorio vincere per sperare ancora di agganciare i playoff; la Carrarese vuole riscattare il passo falso interno contro il Fano, dopo otto risultati utili consecutivi. Nei primi venti minuti la partita viene giocata a viso aperto da entrambi le squadre. Al 7' ci prova Langone con una girata dal limite: la sua conclusione termina a lato. Al 10' stupendo stop a seguire di Cipolla sulla trequarti, che serve in profondità Spagnolli: Castorina anticipa di un soffio l'attaccante di Rovereto, pronto a scoccare un tiro a rete. Al 12' Raggi serve in area Micco che spara prontamente a rete: il suo tiro finisce di poco a lato. Al 13' Cipolla serve un pallone delizioso per Spagnolli che entra in area e solo davanti al portiere spara a botta sicura a rete: l'estremo difensore toscano Bremec, in uscita, riesce a respingere la sfera che termina in corner. Al 15' cross invitante di Coresi dalla destra in area, Spagnolli si gira molto bene e calibra un bel tiro al volo in porta: Bremec si supera deviando in tuffo con i pugni la palla di nuovo in angolo. Al 16' Spagnolli è lanciato a rete, ma l'arbitro ferma tutto per un dubbio fuorigioco. Al 24' tenta una conclusione a rete dalla distanza Consumi, ma Fabbri è pronto e in presa plastica intercetta la sfera. Da questo momento in poi, il Gubbio trova difficoltà a costruire pericoli in avanti, imbrigliato da un'attenta e coriacea Carrarese. E non mancano alcune sortite in avanti degli ospiti. Al 32' Agazzone, con un tiro dal limite, cerca di sorprendere Fabbri: il portiere rossoblù, però, è attento e abbranca la sfera. Al 34' Sanguinetti pennella un cross in mezzo per la testa di Di Fiandra che gira a rete: in tuffo Fabbri intercetta di nuovo il pallone. E al 42' arriva il gol del vantaggio rossoblù. Sandreani serve sulla destra Coresi che pennella in area un perfetto cross per la testa di Turchetta: l'ex centrocampista fiorentino schiaccia alla perfezione e insacca la palla in rete. Iniziano le contestazioni dei giocatori ospiti verso il direttore di gara perchè, a loro modo di vedere, l'azione era viziata da un fuorigioco passivo di Spagnolli. In verità, il guardalinee aveva prima alzato la bandierina e poi, subito dopo, l'aveva riabbassata. L'arbitro ha giustamente fatto proseguire l'azione accorgendosi dello sbaglio del suo collaboratore di linea. E anche Spagnolli, pur in fuorigioco passivo, non sembrava assolutamente in posizione di off-side. Quindi gol assolutamente regolare. Di lì a poco finirà il primo tempo ma gli animi non si placano: all'uscita dal campo alcuni giocatori ospiti continuano le proteste verso il direttore di gara. Nella ripresa la musica non cambia: la Carrarese vuole assolutamente recuperare il gol di svantaggio; il Gubbio, da par suo, si difende come può cercando di mantenere il risultato di 1-0. Al 51' il nuovo entrato Mariotti ci prova a pareggiare subito i conti: il portiere Fabbri abbranca la sua conclusione a rete. Al 56' è lo stesso Mariotti che crea scompiglio in avanti, ma il suo tiro dal limite termina alto sopra la traversa. Il Gubbio arretra troppo il baricentro e soffre oltremodo il ritorno della Carrarese che spinge sull'acceleratore alla ricerca del gol del pari. Al 58' Agazzone mette in mezzo un pallone invitante per la testa di Mandorlini che incorna a rete: è provvidenziale l'intervento di Fabbri che con i pugni toglie la palla dall'incrocio dei pali e la devia in corner. Al 59' viene annullato un gol a Di Fiandra per una chiara posizione di fuorigioco di Mariotti che si trova a pochi passi dalla porta e disturba la visuale del portiere rossoblù Fabbri. Per consolidare questa ipotesi, infatti, il collaboratore di linea aveva già sbandierato il fuorigioco prima che la palla entrasse in possesso di Di Fiandra. Al 61' entra in campo Maisto al posto di Coresi. Al 62' slalom in area dell'attivissimo Mariotti che tira a rete: Fabbri gli dice ancora di no e abbranca la sua conclusione. Al 65' gran tiro di Di Fiandra dal limite, Fabbri si salva in due tempi riuscendo ad intercettare la potente conclusione dell'attaccante toscano. Al 67' esce dal campo anche Turchetta sostituito da Birolini. Al 77' grande recupero di Giacometti che riesce a chiudere in extremis su Di Fiandra lanciato pericolosamente a rete. Cresce il nervosimo e nel giro di otto minuti gli ospiti rimangono in nove. Al 79' Castorina, già ammonito, viene espulso per un fallo da tergo. All'87' cartellino rosso anche per Agazzone, già ammonito anche lui, che riceve il secondo cartellino giallo per proteste. Nel frattempo il Gubbio effettua l'ultima sostituzione: esce Spagnolli e subentra Ferrari che sarà protagonista. Infatti al 94' l'attaccante modenese realizza il gol del raddoppio eugubino. Il Gubbio concretizza al meglio un contropiede ben orchestrato da Cipolla per Maisto che a sua volta lancia a rete Ferrari. L'attaccante rossoblù è il più lesto di tutti, attende l'uscita del portiere e insacca la palla in rete prima del triplice fischio che sancirà la fine della gara. Tre punti importanti e sofferti per i rossoblù che si avvicinano alla zona playoff che dista solo tre punti per la concomitante sconfitta del Forlì a Bellaria. Partita sofferta perchè il Gubbio, soprattutto nella ripresa, ha subito oltremodo il forcing della Carrarese che in più di una circostanza ha rischiato di segnare il gol del pareggio e ha dimostrato di non meritare la posizione di classifica attuale che occupa. E' venuta fuori una prova di orgoglio e di carattere della squadra, che nonostante le difficoltà, ha stretto i denti ed è riuscita a portare a casa l'intera posta in palio. Tre punti pesanti che potrebbero permettere ai rossoblù di sperare in qualcosa di più di una tranquilla salvezza, anche per la concomitante assenza di giocatori importanti come Orocini, Lazzoni e Iezzi. Adesso il campionato osserverà un turno di riposo e i rossoblù hanno tutto il tempo per ricaricare le pile e per prepararsi al meglio per questo rush finale di campionato. Si ricomincerà il 15 febbraio quando il Gubbio giocherà in trasferta contro il Sansovino.
Gubbio: Fabbri, De Pascale, Amadio, Zebi, Bruni, Giacometti, Coresi (61' Maisto), Sandreani, Spagnolli (87' Ferrari), Turchetta (67' Birolini), Cipolla. All. Cannito.
Carrarese: Bremec, Mandorlini, Micco, Castorina, Bellotti, Raggi (87' Laner), Langone (46' Mariotti), Consumi, Sanguinetti (90' Magnani), Agazzone, Di Fiandra. All. Baroni.
Reti: 42' Turchetta (G), 94' Ferrari (G).
Arbitro: Scoditti di Bologna (Galli di Parma e Pirazzini di Lugo di Romagna). Ammoniti: Amadio, Cipolla e Birolini (G); Castorina e Agazzone (C). Espulsi: Castorina (C) al 79'; Agazzone (C) all'87'. Spettatori: 1252 (39 provenienti da Carrara).
I RISULTATI DELLA 21° GIORNATA:
Bellaria – Forlì 2-0

7' Agostinelli (B), 90' Medri (B) rig.
Castelnuovo – San Marino 2-2
12' Pizzi (SM), 28' Coppola (SM) aut., 53' Pizzi (SM), 91' Luconi (C)
Fano – Tolentino 6-1
9' Pierobon (F), 16' Onorato (T) rig., 44' Garba (F), 47'pt Ghidini (F), 49' Calanchi (F), 63' Garba (F), 83' Ghidini (F)
Grosseto – Aglianese 1-0
15' Giglio (G)
Gubbio – Carrarese 2-0
42' Turchetta (G), 94' Ferrari (G)
Imolese – Sansovino 1-0
8' Recchi (I)
Montevarchi – Cuoiopelli Cappiano 1-1
9' Masi (C), 61' Cellini (M)
Ravenna – Gualdo 1-1
18' Balducci (G), 31' Roncarati (R)
Rosetana – Sangiovannese 0-0

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 15.07.2019 ora 21:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2018/2019

Dopo 38 giornate:

Vicenza
Triestina
Ternana
Sambenedettese
Rimini
Monza
Pordenone
Vis Pesaro
Teramo
Ravenna
Sudtirol
Albinoleffe
Fermana
Fano
Gubbio
Feralpisalo
Virtus Verona
Giana Erminio
Imolese
Renate

8070
4420
2550
2470
2120
2110
1790
1650
1630
1410
1000
1000
990
940
880
860
690
680
550
290

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2018/2019

Abruzzo (1)
Teramo
Emilia-Romagna (3)
Imolese, Ravenna, Rimini
Friuli (2)
Pordenone, Triestina
Lombardia (5)
Albinoleffe, Feralpisalo, Giana Erminio, Monza, Renate
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (2)
Gubbio, Ternana
Veneto (2)
Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy