SERIE C - GIRONE B
DECIMA GIORNATA
SAB. 19 OTTOBRE 2019
STADIO "DRUSO"
ORE15

SUDTIROL

3

GUBBIO

0

UNDICESIMA GIORNATA
MERC. 23 OTTOBRE 2019
STADIO "PIETRO BARBETTI"
ORE18:30

GUBBIO-IMOLESE

> Calendario in pdf.: (scarica)

Clicca le immagini rossoblu!

Classifica

Padova
Vicenza
Carpi
Reggiana

Sudtirol
Sambenedettese
Piacenza
Virtus Verona
Feralpisalo
Ravenna
Triestina
Vis Pesaro
Cesena
Modena
Fano
Fermana
Rimini
Arzignano Valc.
Gubbio

Imolese

22
21
20
19
19
18
17
16
15
13
13
11
11
11
10
9
8
8
6

5

Link Banner: Risultati Calcio:

Risultati Calcio...

DECIMA GIORNATA
DOM. 20 OTTOBRE 2019

Carpi
Fano

2
0

Imolese
Feralpisalo

0
1

Modena
Fermana

1
1

Ravenna
Arzignano Valchiampo

1
2

Rimini
Cesena

1
1

Sambenedettese
Virtus Verona

1
2

Triestina
Padova

2
0

Vicenza
Reggiana

1
0

Vis Pesaro
Piacenza

1
0

-

Marcatori 2019-2020
Serie C - Girone B

Paponi Piacenza
Cernigoi Sambenedet.
Morosini Sudtirol
Odogwu Virtus Verona

8
7
6
6

Vedi lo stadio Barbetti!

Marcatori Gubbio
2019-2020

Cesaretti
Sbaffo
Munoz
Zanoni

3
3
1
1

Scopri la nostra citta!

UNDICESMA GIORNATA
MERC. 23 OTTOBRE 2019

Gubbio-Imolese

Arzignano Val.- Vicenza

Carpi-Modena

Cesena-Sudtirol

Fano-Vis Pesaro

Feralpisalò-Piacenza

Fermana-Triestina

Padova-Sambenedet.

Reggina-Rimini

Virtus Verona-Ravenna

Link Partners:

Calcio in Diretta
Risultati.it

Calcioland.forumfree.it
Tuttocampo.it

Info e pubblicita:

redazione@gubbiofans.it

[vai alle news] [vai all'archivio news]

31/01/2009
Mercato: Campagnacci è della Sangiovannese

Mercato. La Sangiovannese ottiene dal Perugia in prestito l'attaccante Alessio Campagnacci ('87) dal Perugia (ex Giulianova). La Cisco Roma invece preleva dalla Ternana il difensore brasiliano Alessandro Jonathan Alberto ('87), ex Catanzaro. Rescinde invece con i romani il centrocampista Stefano Bagalini ('81). Il Cuoiocappiano prende in prestito dall'Empoli il difensore Simone Iacoponi ('87); si trovava al Monza. In casa Gubbio invece sono attese nel fine settimana (domenica o al massimo lunedì) le ultime operazioni di mercato. In partenza tre elementi e probabile qualche entrata.

30/01/2009
Mercato: ecco Ficano alla Colligiana, via Samb

Mercato. La Colligiana preleva in prestito il difensore Nicola Ficano ('87) dalla Sambenedettese (ex Martina; cresciuto nel Palermo). Il Poggibonsi invece cede all'Alessandria l'attaccante cubano Simon Reider Rodriguez ('88), di proprietà della Juventus. Il Celano gira l'attaccante Marco Giordano ('87), figlio del più famoso Bruno Giordano, all'Alghero. Nell'estate 2007 è stato in prova con il Gubbio dell'allora mister Raimondo Marino. Girone B: Viareggio-Sangiovannese è stata posticipata a lunedi sera (diretta su Raisport Sat).

29/01/2009
Mercato: l'argentino Guaita passa al San Marino

Mercato. Il San Marino ingaggia l'ala destra argentina Leandro Guaita ('86), proveniente dall'Alghero (ex Nuorese e Vicenza). Il Bassano tenta di prelevare dal Venezia la punta Malatesta, mentre il Rovigo cerca di ottenere il difensore Gaspari dalla Spal. In casa Gubbio invece tengono ancora banco le probabili cessioni di Mannucci, Zacchei e Crispino. Si attendono sviluppi.

28/01/2009
Mercato: Melchiorri al Poggibonsi, Raimondi alla Sangiovannese; Carrarese: esonerato Firicano

Mercato in movimento. Il Poggibonsi ottiene in prestito dalla Sambenedettese l'attaccante Federico Melchiorri ('87), ex Giulianova e Siena. Mentre la Sangiovannese prende l'attaccante Andrea Raimondi ('90) dal Padova. Il Viareggio ingaggia il centrocampista Simone Semboloni ('86) dalla Valenzana (cresciuto nell'Empoli); in cambio viene ceduta ai piemontesi la punta Domenico Fumarolo ('84). Il Bassano invece preleva il centrocampista offensivo Antonio Chiopris Gori ('77) dal San Marino (ex Portogruaro, Prato e Como). Ex rossoblù: Giovanni Cipolla ('74) passa dalla Pistoiese al Foligno; Vincenzo Maisto ('82) va a Melfi dal Cassino. Intanto la Carrarese esonera il tecnico Aldo Firicano. La squadra viene così affidata a Rino Lavezzini, responsabile dell'area tecnica. Frattanto nel Gubbio si è aggregato al gruppo il nuovo acquisto Ivan Marconi ('89), difensore dalla Sampdoria, nel momento in cui è giunto in prova in rossoblù Alexandre Salep ('86), difensore laterale francese, ex Nantes. Provvedimenti disciplinari. Stop per un turno per Sicignano e Vincenzi (Carrarese), Carfora (Colligiana), Granaiola (Cuoiocappiano), Panariello (Giacomense), Torta (Rovigo), Chiopris Gori e Longobardi (San Marino). Infine ammende alle società abruzzesi di Giulianova (per 3500 euro) e Celano (1000 euro).

27/01/2009
Fuori casa, nuovo stop... ma la musica è diversa!

Se la sconfitta con la Cisco Roma ha ribadito che per vedere il Gubbio al top, non è ancora il momento... è anche vero che la sconfitta di Roma ha senz'altro il "sapore" diverso dal solito. Le precedenti trasferte (a parte qualche sporadica eccezione) avevano fatto intravedere una squadra che raggiungeva il limite dell'area di rigore con estrema agilità, ma poi si perdeva in un bicchier d'acqua quando si doveva tirare in porta. Adesso la musica sembra essere cambiata. Ci spieghiamo meglio. Il nuovo modulo, il 4-3-3, ha portato più penetrabilità in attacco e allo stesso tempo ha portato più compatezza tra i reparti di centrocampo e quello difensivo. Non a caso è arrivata la prima vittoria fuori casa (a Santa Croce sull'Arno diciassette giorni fa) e la conquista dei tre punti (meritati) anche nella domenica successiva con la Sangiovannese. Sabato scorso lo stop con la Cisco Roma in trasferta. Sulla carta ci può stare, anche se fa male perdere (e non fa piacere a nessuno). Ma c'è da considerare che questa volta si è vista un'altra mentalità. Si è creato molto, sono nate diverse azioni ficcanti e ci è voluto un super Lafuenti a "neutralizzare" delle conclusioni a rete pericolose effettuate nell'ordine da Agostinelli, Martinetti e Caleri. Insomma, lo spirito è diverso e si vede. Merito del modulo (come già detto), ma anche degli interpreti che forse hanno trovato la giusta posizione in campo. Ma più che altro ci si chiede. È forse scoccata l'ora che il gruppo abbia trovato la giusta coesione? Può essere. Tuttavia se guardiamo un dato statistico, i numeri in trasferta rimangono drammatici: 5 punti racimolati, frutto di una vittoria, due pareggi e ben sette sconfitte. Altro dato numerico non indifferente fuori casa. Il Gubbio ha perso sei volte per 1-0 e una volta per 2-0 (a Celano, prossimo avversario). Come mai quando i rossoblù sono andati sotto di un gol fuori casa, non sono poi mai riusciti a riequilibrare la partita e segnare nemmeno un gol? È un dilemma, che va risolto nel tempo più breve possibile. Ciò nonostante la classifica rimane ancora abbordabile. I playout sono distanti di tre punti, eppure i playoff sono vicini di appena due punti. Quindi? Mai dire mai. Domenica arriva a Gubbio il Celano, una delle squadre che offrono il miglior calcio del girone. Un modulo (4-3-3) di Modica spumeggiante e aggressivo. Perciò la partita va presa con le molle. Ma l'occasione è ghiotta. Battere la diretta concorrente significherebbe superarla in classifica e sperare in qualcosa di importante. Alla base di tutto però deve regnare l'umiltà e la forza di ottenere ciò che si desidera. Carattere, abnegazione e fiducia. Basta crederci, con vigore. (editoriale direttore Gubbiofans.it)

25/01/2009
Super Figline; Gubbio ancorato a metà classifica

I risultati domenicali della 20esima giornata confermano la forza della capolista Figline che sbanca Celano. Pure il Prato non scherza vincendo a Giulianova e consolida il terzo posto. Il Gubbio si trova esattamente a metà classifica, a -2 dai playoff e a +3 dai playout. Infine il San Marino batte il Bassano e si tira fuori dai playout.
Risultati - 20° giornata - 2° Divisione - Girone B:
Celano - Figline 2-3
36' Caccavallo (C), 39' Fioretti (F) rig., 49' Fioretti (F),
63' Frediani (F), 77' Caccavallo (C)
Cisco Roma - Gubbio 1-0 (giocata sabato)
2' Ciofani (C)
Giacomense - Viareggio 0-0
Giulianova - Prato 0-1
88' Silva Reis (P)
Poggibonsi - Colligiana 1-1
42' Rossi (P), 48' Tranchitella (C) rig.
Rovigo - Carrarese 0-0
San Marino - Bassano 2-0
8' Baldini (S), 69' Amodeo (S)
Sangiovannese - Bellaria 1-1
16' Ambrosini (B), 21' Bertolucci (S)
Sangiustese - Cuoiopelli C.R. 1-1
15' Di Maio (C), 87' Galli (S)

24/01/2009
La Cisco vince (1-0): il Gubbio cade a testa alta

Rossoblù davvero senza fortuna (questa volta si può dire) nell'anticipo della terza di ritorno. La Cisco Roma vince di misura; decisiva la rete in avvio di Ciofani (2'). Ma il risultato non deve trarre in inganno. La partita è stata vivace e il Gubbio avrebbe meritato il pari, con una ripresa giocata a senso unico. L'astuzia della squadra di casa l'ha fatta da padrona. Malizia, esperienza e perdite di tempo continue. Ma chi vince ha sempre ragione. La cronaca della partita. Il Gubbio è senza Corallo (squalificato) e Zacchei, infortunato. Nella Cisco Roma sono indisponibili i centrocampisti Barraco e Bellè. Pronti e via, il Gubbio va subito sotto di un gol. Scorre il 2': una punizione calciata al limite da Angeletti diventa in area ospite un assist perfetto per Ciofani; stop a seguire del centravanti capitolino e indisturbato con un destro radente al volo infila Manfredini. Nella circostanza la difesa rossoblù si è fatta trovare completamente impreparata. Partita che diventa immediatamente in salita. Al 15' la prima reazione eugubina: Gaggiotti serve in mezzo una palla, Crispino manca per un soffio la scivolata vincente. Al 25' ci prova Martinetti dalla lunga distanza, ma la sua conclusione termina davvero di poco a lato. Al 27' si rende pericoloso Agostinelli che elude la sorveglianza avversaria e calcia di sinistro a rete, intercetta però la sfera l'attento Lafuenti. Al 30' Ciofani insacca, ma il gioco viene fermato per off-side. A una manciata di minuti allo scadere del primo tempo, si fa di nuovo pericoloso Agostinelli che viene spinto in area locale, ma continua lo stesso l'azione cercando la rete, invano. Ripresa. È un monologo rossoblù. Al 49' Crispino di testa spedisce a lato. Al 51' ci prova Martinetti da buona posizione, ma la sua botta finisce sul fondo. Al 57' è Sandreani che cerca il bersaglio in diagonale, ma non ha fortuna e palla a lato. Al 58' Martinetti va a segno su servizio di Agostinelli, ma l'arbitro ferma tutto per fuorigioco. Al 61' bella azione in velocità tutta rossoblù: cross in mezzo di Anania, velo di Gaggiotti e sventola di Caleri; miracolo di Lafuenti che si salva in tuffo. Al 63' Agostinelli tenta la sforbiciata, Lafuenti c'è e para. Il portiere biancorosso è di nuovo miracoloso al 65': colpo di testa insidioso di Martinetti, ma Lafuenti si supera deviando in volo. Continua a spingere il Gubbio, ma non ha fortuna. La Cisco Roma, pur soffrendo (e parecchio), con la malizia di una squadra esperta (perdite di tempo assidue e via dicendo), riesce a strappare una vittoria salutare e si avvicina ai playoff. I rossoblù di Beoni invece dovranno rifarsi domenica 1 febbraio al "Barbetti" con il Celano.
Tabellino: Cisco Roma 1-0
Cisco Roma: Lafuenti, Balzano, Angeletti, Goretti, Di Fiordio, Lo Piccolo, Mazzarani (71' Ferri), Amadio (47' Sola), Ciofani, La Rosa, Guglielmelli (86' Cassandra). All. Lopez.
Gubbio
: Manfredini, Anania, Farina, Caleri, Fiumana, Briganti, Martinetti, Sandreani, Crispino (62' Borgogni), Gaggiotti (75' Bazzoffia), Agostinelli. All. Beoni.
Rete: 2' Ciofani (C).
Arbitro
: Benassi di Bologna (Roccasalvo di Catania e Russo di Palermo). Espulso: 88' mister Lopez (C).
Ammoniti
: Angeletti, Lo Piccolo, Sola, Mazzarani e Goretti (C); Sandreani (G). Spettatori: 600 circa.

23/01/2009
Gubbio: ecco Ivan Marconi, manca solo l'ufficialità

Mercato. Altra operazione in entrata per il Gubbio. Dalla Sampdoria ecco il difensore Ivan Marconi, classe '90, titolare e capitano della Primavera blucerchiata di mister Fulvio Pea, campione d'Italia 2008. "È un ragazzo interessante, - spiega Stefano Giammarioli, consulente di strategie di mercato dei rossoblù - è un terzino sinistro che può giocare anche nel ruolo di difensore centrale. È un tipo tosto, con tanta voglia di emergere". In pratica giunge in comproprietà con il Lumezzane (Prima divisione), di cui era già proprietaria di metà cartellino dall'estate scorsa, in compartecipazione con la Samp. In uscita invece è stata perfezionata la partenza del centrocampista Davide Lucesoli ('89) che va in prestito alla Maceratese in serie D (era nel Deruta).

22/01/2009
Mercato: bomber Savoldi alla Colligiana

Mercato. La Colligiana ingaggia l'esperto attaccante Gianluca Savoldi ('75) dal Monza. Il calciatore bolognese in carriera ha giocato in serie A una stagione con la Reggina; vanta esperienze in serie B con le casacche di Avellino, Venezia, Crotone e Napoli.

21/01/2009
Mercato, se ne vanno Bruni e Genesio; Bassano, via mister Glerean; Corallo fermato per squalifica

Mercato. Prime operazioni in uscita in casa Gubbio. Il difensore centrale Gionata Bruni ('75) si trasferisce alla Sangiovannese. Il terzino destro Valerio Genesio ('87) invece firma per la Vibonese. È finita pure la breve parentesi di Mattia Conte ('88): si è concluso il prestito con il Lecce; se ne va al Crotone. Indiscrezioni in casa rossoblù in uscita: Mannucci potrebbe prendere la via di Viareggio, mentre ci sarebbe un interessamento del Foligno nei confronti di Zacchei. In entrata potrebbe arrivare un giovane terzino da una squadra di serie A. Intanto le altre società del girone non stanno per niente a guardare. La capolista Figline si aggiudica il fantasista Roberto Bischeri ('81), proveniente dalla Carrarese (ma di proprietà del Crotone; ex Rimini). Sempre in casa Figline, l'esperto Anselmo Robbiati ('70; ex Fiorentina, Inter e Napoli) lascia il calcio giocato e diventa il nuovo allenatore in seconda del sodalizio fiorentino. Il San Marino ottiene in prestito dal Portogruaro il forte centrocampista Fabio Levacovich ('75), mentre dal Carpenedolo giunge in biancazzurro l'attaccante Giovanni Amodeo ('82; ex Ascoli). Il Prato prende il centrocampista Luigi Pagliuca ('79) dal Taranto (ex Cesena, Triestina, Verona e Catania in B). Frattanto il centrocampista Vincenzo Pellecchia ('85) rescinde il contratto con la Cuoiocappiano. Nel frattempo il Bassano esonera il tecnico Ezio Glerean. Al suo posto arriva Giorgio Roselli, perugino, 51enne, ex tecnico di Cremonese e Grosseto. Squalificati. Alessandro Corallo salta la sfida di sabato con la Cisco Roma: stop per un turno per l'attaccante rossoblù. Per una gara sono stati fermati Mugnaini (Figline), Garaffoni (Giulianova), Di Chiara (Poggibonsi), Basilico e Ouchene (Prato), e Aquino (Sangiustese). Nessuna multa alle società.

20/01/2009
L'Ago della bilancia... e la quadratura del cerchio

E sono due. Il Gubbio (finalmente) riesce a centrare la seconda vittoria consecutiva in questa stagione. L'ultimo bis risaliva a cavallo tra il 20 e il 27 aprile 2008 (3-0 con il Castelnuovo e poi 1-0 in quel di Bassano del Grappa), nella stagione scorsa. Il dolce sapore della vittoria accontenta tutti, pure i più scettici. Ma prima veniamo ai numeri. Il Gubbio in casa è un vero rullo compressore. Ottenute 6 vittorie, 4 pareggi e nessuna sconfitta. Il 2009 è iniziato per il meglio. Due partite e due vittorie, 3 reti fatte e nessuna subita. È forse arrivata la fatidica quadratura del cerchio? Lo si spera, davvero. Tuttavia, nell'editoriale di sette giorni fa, siamo stati buoni profeti. Scrivevamo: "Cambiato il modulo con nuovi interpreti: è la retta via?". E noi riprendiamo questo discorso. Con il 4-3-3, e con gli interpreti nel posto giusto al momento giusto, la musica sembra essere cambiata sul serio. Il condizionale è d'obbligo ovviamente. Ma i fatti al momento parlano chiaro. Con il tridente in attacco è aumentata l'incisività, l'imprevedibilità e la concretezza. L'ultimo arrivato Agostinelli è stato determinante in entrambe le gare, sia come goleador, sia come assist man. Diciamo a chiari lettere che è diventato senz'altro "l'Ago della Bilancia" che pende in favore dei rossoblù. Martinetti è un 37enne, ma sembra ancora un ragazzino per impegno e perspicacia. Corallo sembra rigenerato, al fianco del duo «Ago-Mar». Un trio (quasi) perfetto. Idem il trio di centrocampo. Sorprendenti le ultime due prove di questo ragazzino cresciuto in casa: Gaggiotti, di Padule, si è distinto per volontà, energia e decisione. Poi al suo fianco ci possono essere i più navigati Caleri, Sandreani o Borgogni, fa lo stesso. E la difesa sembra che abbia trovato gli equilibri giusti. Ci è bastato captare qualche commento di qualche tifoso a caldo. "Era da un po' di tempo che non vedevo un Gubbio così pimpante" qualcuno ha esclamato; altri hanno affermato: "Stavolta mi sono divertito davvero". C'è chi ha aggiunto: "Questo è giocare a calcio, non prima... avanti così". E adesso siamo noi a farci ulteriori domande. Perchè non ci si è pensato prima? Perchè la squadra giocava sempre a intermittenza, con alcuni elementi svogliati, ed ora no? Forse lo spauracchio di cedere qualche calciatore a gennaio è servito? Oppure è proprio tutto il gruppo che ha capito che per vincere bisogna avere la giusta cattiveria (sempre) e metterci l'impegno fino allo spasimo? Nel calcio non si inventa nulla. In primis serve abnegazione, spirito di sacrificio, impegno e unità di intenti. Di conseguenza vengono i moduli (appropriati per le caratteristiche dei calciatori a disposizione), con gli interpreti inseriti nei ruoli opportuni. Ora la prova del nove, soprattutto nei prossimi due difficili impegni con Cisco Roma e Celano. (editoriale direttore Gubbiofans.it)

18/01/2009
Gubbio, vince e convince: 2-0 alla Sangiovannese

Seconda vittoria consecutiva e il Gubbio si avvicina ai playoff (a -2). Il risultato è legittimo (lo ammette molto sportivamente anche il mister ospite Tazzioli a fine gara). Rossoblù determinati, dinamici e concreti. Il nuovo modulo funziona, il 4-3-3. I tre in attacco (Martinetti, Corallo, Agostinelli) dimostrano di intendersi a meraviglia. I due gol vittoria, che portano la firma di Agostinelli (5') e Corallo (68'), sono entrambi di pregevole fattura. Pure il centrocampo a tre funziona. Avanti così, quindi, senza paura.
La cronaca della partita. Assenti nel Gubbio capitan Sandreani (squalificato), Orlando, Zacchei e Vergari, tutti e tre infortunati. Nella Sangiovannese mancano lo squalificato Sacenti, oltre agli infortunati Baggio, Ferracuti e Valentini. Pronti e via, il Gubbio va subito in vantaggio. Scorre il 5’, Borgogni si porta al limite e spara un fendente in porta, respinge in tuffo Dei, ma in area in agguato c’è Agostinelli che di sinistro in spaccata ribadisce al volo in rete. All’11’ azione tutta in velocità: Borgogni mette in mezzo da sinistra un assist radente, velo di Agostinelli, Martinetti di sinistro calcia di poco alto. Al 15’ Agostinelli cade in area (spinta di un avversario?), ma niente di fatto. Si fanno vedere poi gli ospiti. Al 30’ anticipo provvidenziale di Fiumana su Dalla Costa lanciato a rete da Deinite. Al 42’ il Gubbio sfiora il raddoppio: Agostinelli serve in profondità Martinetti che di prima intenzione calcia in porta, ma coglie solo l’esterno della rete. Ripresa. Al 50’ Salvatori cerca il bersaglio di testa, la palla termina di poco a lato. Al 52’ ci prova Martinetti su punizione dai venticinque metri: parabola indirizzata all’incrocio, vola Dei e si salva in angolo. Ma il Gubbio trova il raddoppio al 68’ per mezzo di un’azione magistrale, tutta di prima: Anania recupera palla sulla destra, serve in mezzo sulla trequarti Caleri che a sua volta porge un assist a sinistra verso Agostinelli; spiovente in area della punta romagnola, Corallo si coordina e in diagonale di destro (al volo) indirizza la sfera radente nell’angolino. Stupendo. Al 74’ il neo entrato Iacoponi calcia da fuori, Dei si salva in tuffo. Al 78’ i rossoblù si “mangiano” il tris: assist di Iacoponi in area per Anania che serve Corallo, tiro secco che però fa la barba al palo. Arriva il triplice fischio finale tra gli applausi del pubblico del “Barbetti”. Il Gubbio ha vinto e convinto. Ora sotto con la Cisco Roma, nell'anticipo di sabato prossimo in quel di Roma.
Tabellino: Gubbio - Sangiovannese 2-0
Gubbio: Manfredini, Anania, Farina, Caleri, Fiumana, Briganti, Gaggiotti, Borgogni (64’ Iacoponi), Corallo (85’ Bazzoffia), Martinetti (89’ Gallozzi), Agostinelli. All. Beoni.
Sangiovannese: Dei, Vannini, Varriale, Affatigato, Di Bari, Salvatori, Cotellessa (58’ Sorrentino), Evangelisti, Dalla Costa (86’ Mennini Righini), Deinite, Bertolucci (49’ Elia). All. Tazzioli.
Reti: 5’ Agostinelli (G), 68’ Corallo (G).
Arbitro: Bindoni di Venezia (Tronci di Firenze e Raffaelli di Lucca). Ammoniti: Caleri, Fiumana e Corallo (G); Di Bari, Evangelisti e Affatigato (S). Spettatori: 1079 (716 abbonati; 45 da San Giovanni Valdarno).

Risultati - 19° giornata - 2° Divisione - Girone B:
Bassano - Sangiustese 1-2
57' Monti (S), 72' Pavesi (B), 82' Aquino (S)
Carrarese - Giacomense 1-1
40' Gherardi (G), 94' Citro (C)
Colligiana - Cuoiopelli C.R. 1-1
24' Vendrame (Cu), 52' Tranchitella (Co)
Figline - Bellaria 2-0
71' Frediani (F), 78' Frediani (F)
Gubbio - Sangiovannese 2-0
5' Agostinelli (G); 68' Corallo (G)
Poggibonsi - Cisco Roma 2-1
15' Francini (P), 30' Cardini (P), 54' La Rosa (C)
Prato - Rovigo 2-1
35' Ouchene (P), 86' Moscardi (P) rig., 92' Piemontese (R)
San Marino - Giulianova 0-0
Viareggio - Celano 1-1
21' Negro (C), 40' Massoni (V)

16/01/2009
Gubbio-Sangio, ricordi playoff. Caleri: "Meritammo noi"; gli ribatte Sandreani: "Se avevamo Cipolla..."

C'è Gubbio-Sangiovannese. Inevitabili ricordi giungono dalla semifinale playoff del 2004. Due diretti protagonisti di quelle sfide ne parlano per Gubbiofans.it: Caleri era il capitano degli azzurri toscani, mentre Sandreani era capitano del Gubbio. Ora sono compagni di squadra. Entrambi rivivono quei momenti, ma discutono anche del presente. Partiamo da Cristiano Caleri che dice: "È un ricordo sempre vivo. Incontrammo una squadra tosta e importante come il Gubbio. Ma in quegli anni eravamo veramente forti. Avevamo calciatori importanti. Gran parte di loro sono andati a giocare in C1 o in serie B. Anche se i rossoblù ci misero in seria difficoltà e vennero fuori due sfide molto vivaci". E avevate un Baiano in più, giusto? "Ciccio in quegli anni era davvero devastante. Ma accanto a lui c'era un grande gruppo e diventammo un rullo compressore". Vorrebbe dire che meritò di passare la Sangiovannese? "Certo. Eravamo talmente sicuri di noi stessi che il traguardo non poteva sfuggirci". Ora? "La Sangiovannese è un'ottima squadra. La difesa è da C1, ma pure gli altri reparti non sono da meno. Però... sono sincero. Il Gubbio mi piace. In casa abbiamo avuto un ruolino di marcia incredibile. La nostre pecche sono venute fuori in trasferta. Domenica scorsa finalmente abbiamo vinto. Tutta la squadra si è sacrificata per vincere. Così si deve fare sempre per portare a casa punti importanti". Ma la sua ex squadra in classifica sta meglio, o no? "Quindi, - controbatte Caleri - se vinciamo possiamo pure sorpassarli". La sfida è già aperta. La parola ora passa ad Alessandro Sandreani che ricorda quelle fatidiche gare playoff: "Rievocano ricordi belli, - dice - ma alla fine vivemmo un momento triste. All'andata abbiamo avuto la meglio vincendo (2-1 ndr), in trasferta invece abbiamo perso (1-0 ndr) e siamo andati fuori. Un peccato. Furono gare equilibrate. Erano altri tempi, altro calcio, altri calciatori. Tuttavia domenica mi dispiace di non essere presente per squalifica. A Santa Croce sull'Arno ho preso un'ammonizione che definirei gratuita. In campo ho avuto spesso un comportamento corretto". Dica la verità. Qualche rammarico c'è di sicuro di quel 2004? "La Sangiovannese era squadra solida e organizzata, e forse ha meritato di vincere. Ma da parte nostra in quel periodo si viveva di entusiasmo. Avevamo uno spirito garibaldino che ci permetteva di realizzare tanti gol. Riuscimmo nell'impresa di raggiungere i playoff. E ti dico la verità. Mi sarebbe piaciuto rigiocarla con tutti gli effettivi". Ossia? "Avrei voluto affrontare entrambi le sfide con Giovanni Cipolla a pieno servizio. All'andata dei playoff fu costretto ad uscire dal campo quasi subito per infortunio". E come no? Per chi non se lo ricordasse Cipolla dovette uscire dopo un'entrata molto rude di Nocentini all'11esimo minuto (e non fu nemmeno ammonito) e nel ritorno fu costretto a restare ai box. Sandreani conclude affermando: "Con Cipolla chissà come sarebbe andata a finire. Tuttavia nel return match abbiamo gestito male la gara e... siamo stati puniti".

15/01/2009
Statistiche: Gubbio, c'è ancora molto da fare...

Diciamolo chiaramente. La prima vittoria stagionale esterna ha portato serenità a tutto l'ambiente. Ma non bisogna cullarsi sugli allori proprio ora e c'è ancora molto da fare. Lo dicono le statistiche del girone. Veniamo al dunque. Il Gubbio, dopo la bella e meritata vittoria a Santa Croce sull'Arno, rimane la squadra "inferiore" fuori dalle mura amiche. Racimolati la pochezza di 5 punti in trasferta (solo la formazione di Beoni ha prodotto ciò); hanno fatto meglio pure Rovigo e Cuoiocappiano (6 punti totalizzati finora). Quindi la vittoria con la Cuoiocappiano di domenica deve essere solo l'inizio, se si vuole avere un'andatura sostenuta. Il miglior ruolino di marcia fuori casa appartiene al Figline (17 punti). In casa invece ci si può ritenere più che soddisfatti: 19 punti raccolti; meglio hanno prodotto nel girone solo Celano (20) e Viareggio, 23 punti. Il Rovigo detiene il triste primato della squadra che ha rastrellato meno punti in casa (7), anche se domenica con il Viareggio ha ottenuto la prima vittoria interna della stagione. Il Viareggio stesso invece perde l'imbattibilità dopo otto turni. Mentre il Giulianova ha raggiunto l'undicesimo risultato utile consecutivo. La Giacomense ha ritrovato il sorriso dopo otto sconfitte di seguito. L'attacco più prolifico è del Celano (32 reti); la miglior difesa è del Figline (13 gol subiti). Nella tabella della differenza reti il Gubbio scrive "zero" (18 reti fatte e subite): il Celano viaggia a +10, mentre il Rovigo a -12, in coabitazione con la Cuoiocappiano. Altri dati numerici rilevanti. Il Gubbio si trova precisamente a metà strada tra i playoff (-3) e i playout (+3). Classifica pertanto molto corta: la zona di vertice con le sabbie mobili è distanziata solo di 6 punti, con un raggruppamento formato da ben 11 compagini. Curiosità. Domenica scorsa nel girone è andato subito in rete all'esordio in rossoblù Agostinelli; la stessa cosa è successa a due calciatori del Celano, Caccavallo e Shiba, entrambi a segno alla prima apparizione in maglia biancoazzurra

14/01/2009
Mercato: Goretti alla Cisco, Servi alla Giacomense; capitan Sandreni squalificato per una giornata

Mercato. La Cisco Roma ottiene dal Perugia in prestito il centrocampista Gabriele Goretti ('85). Il Rovigo prende il portiere Enrico Rosellini ('86) dal Lanciano, ma di proprietà del Padova, mentre rescinde con i rodigini il centrocampista Marco Giovannetti ('87; ex Massese). La Giacomense preleva dalla Sambenedettese il difensore centrale Andrea Servi ('84), ex Giulianova e Salernitana. Voci di mercato: la Sangiovannese sarebbe sulle tracce dell'attaccante Campagnacci ('87) del Perugia, che sarebbe nel mirino anche dal Figline. Sempre secondo alcune indiscrezioni, il Figline avrebbe messo gli occhi anche su Cipolla ('74) della Pistoiese. Provvedimenti disciplinari
. Il capitano rossoblù Alessandro Sandreani salta la sfida di domenica con la Sangiovannese: il centrocampista cantianese è stato appiedato per un turno. Squalificato per una giornata il tecnico Iacobelli (Cuoiopelli C.R.). Due turni di stop per il difensore Ferrando del Viareggio. Per una gara sono stati fermati Giacometti (Bellaria), Caciagli e Michelotti (Cuoiopelli C.R.), Perelli (Giacomense), Croce (Giulianova), Salvadori (Poggibonsi), De Agostini (Prato), Maa Boumsong e Terni (Rovigo), Ustulin (San Marino), Sacenti (Sangiovannese) e Fiale (Viareggio). La società della Cuoiopelli C.R. rimedia una multa di 2000 euro.

13/01/2009
Sfatato il tabù trasferte: cambiato il modulo con nuovi interpreti. Un caso? Oppure è la retta via?

Tempo fa abbiamo scritto: anno nuovo, vita nuova? A quanto pare nel 2009 si è partiti con... il passo giusto. Il motivo? Più che altro sono tanti i motivi (secondo noi). E ci adoperiamo a elencarli tutti. In primis è stata centrata la prima vittoria stagionale in trasferta, cosa non da poco. Nell'anno "vecchio" fuori dalle mura amiche erano stati racimolati la miseria di due punti. L'ultimo successo esterno risaliva alla stagione passata: penultima giornata, 27 aprile 2008, Bassano-Gubbio (0-1), con rete decisiva di Corallo (86') su rigore. Altri dati confortanti. Per la prima volta in questa stagione il Gubbio è riuscito a tornare a casa indenne nel reparto arretrato (nessun gol incassato). In precedenza almeno una rete è stata sempre subita (10 in totale finora). In più si proveniva da tre sconfitte consecutive esterne (tutte per 1-0 tra l'altro). Quindi era necessario, se non doveroso, cambiare rotta. Ma adesso ci si chiede. Questa vittoria è venuta per caso? Oppure c'è dell'altro? Finora alcuni addetti ai lavori avevano parlato che in trasferta non arrivavano i risultati principalmente per un unico motivo: era questione di sfortuna. Ma noi non siamo per niente d'accordo, lo abbiamo detto (e scritto) più volte e i fatti lo dimostrano. Ci spieghiamo meglio. Alla fine del girone di andata la squadra ha avuto un egregio ruolino di marcia in casa (5 vittorie, 4 pareggi e zero sconfitte), ma disastroso in trasferta (zero vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte). Qualcosa non andava quindi. E si è notato (checchè se ne dica) che la squadra in trasferta, spesso e volentieri, si è espressa con poca personalità (di alcuni elementi, è chiaro) e con una mentalità "imperfetta". Per chi se lo fosse scordato: non è stato frutto del caso quando il presidente Marco Fioriti, dopo l'ultima gara del 2008 giocata con la Carrarese, aveva esternato quanto segue: "Non ho nessuna intenzione di mantenere una rosa composta da alcuni calciatori che non meritano questa maglia". Parole chiare, esplicite, senza sottintesi. E allora ecco servito il cambiamento. Mister Beoni ha modificato il modulo. Si è passati dal 4-2-3-1 al più offensivo 4-3-3. Oltretutto sono cambiati gli interpreti. È stato impiegato in attacco fin dall'inizio il neo acquisto Agostinelli in un tridente inedito con Corallo e Martinetti. Morale della favola: Agostinelli è andato subito in gol all'esordio (rete che è valsa la vittoria): impeccabile e perentorio colpo di testa calibrato, su assist eccellente di Corallo. E il ragazzo romagnolo ha colpito persino un palo esterno; per dovere di cronaca pure Sandreani ha centrato in pieno la traversa. Anche a centrocampo è stato schierato un inconsueto trio: gli onnipresenti Caleri e Sandreani sono stati affiancati dall'intraprendente e disinvolto Gaggiotti, giovane eugubino (classe '88), che è risultato alla fine tra i migliori in campo per volontà e abnegazione. Insomma. Sono state spostate le pedine, alcune sono state modificate, e in più è stato variato lo schieramento tattico. Pertanto è arrivata la vittoria (la prima in trasferta). Si è forse trovata la retta via? Può darsi. L'imponderabile responso sarà lasciato al campo. La giusta rotta però sembra che sia stata imboccata. Ma che si prosegua... con la massima calma, umiltà e con spirito di sacrificio. (editoriale direttore Gubbiofans.it)

11/01/2009
Gubbio, prima vittoria in trasferta con il tridente; la Cuoiopelli Cappiano Romaiano si arrende (0-1)

Dopo oltre otto mesi il Gubbio ritorna ad assaporare una vittoria fuori casa. In questa stagione non c'era mai riuscito. La svolta in questo inizio di anno nuovo. Era ora. Risolutore dell'incontro proprio il neo arrivato, Marco Agostinelli, professione attaccante, match winner con un bel colpo di testa al 30' del primo tempo. Quello che ci voleva. E nell'occasione mister Beoni ha provato il tridente in attacco. Test che è andato a buon fine. La cronaca. Per il Gubbio mancano gli infortunati Borgogni, Orlando e Zacchei. Nei toscani non ci sono gli squalificati Agnorelli, Flauto e Macelloni, oltre agli infortunati Napolioni e Nocciolini. Cambio di modulo quindi. Schierato il 4-3-3. Ci si affida al tridente in attacco: Martinetti, Corallo e appunto il neo acquisto Agostinelli. Centrocampo inedito basato sul trio Caleri, Sandreani e l'eugubino Gaggiotti (tra i più positivi). Primi venti minuti in verità al piccolo trotto. Si registra infatti solo una conclusione a rete (al 15'). È ad opera del neo arrivato Agostinelli che cerca il bersaglio da fuori, ma calcia alto. Al 22' invece ci prova dal limite Arnulfo, ma la palla sorvola sopra la traversa. Risponde al 29' Gaggiotti dal limite, ma la conclusione è alta. Eppure al 30' arriva la svolta in favore del Gubbio: Sandreani lancia sulla destra Corallo che si aggiusta il pallone e dal fondo lo scodella in mezzo all'area toscana: Agostinelli è ben appostato e di testa colloca la palla in rete che si insacca a fil di palo. Esordio e prima rete in rossoblù per il neo arrivato attaccante romagnolo. La partita sale di tono e nel finale di primo tempo fioccano le emozioni. Al 40' tiro insidioso di Lenzini dal limite, ma con prontezza intercetta la sfera Manfredini. Al 44' assist di Agostinelli per Sandreani che calcia un bolide in porta dal limite: la palla colpisce in pieno la traversa e ritorna in campo. Al 45' Sandreani ricambia il favore porgendo un assist pregevole per Agostinelli che dall'altezza del dischetto calcia a botta sicura a rete, ma questa volta non è fortunato: la sfera picchia sulla parte esterna del palo e finisce fuori. Ripresa. Non succede praticamente nulla fino al 62' quando un tiro cross su punizione di Farina per poco non sorprende il portiere locale Bercigli (palla che termina di poco a lato). Al 78' pericolo in area eugubina: tiro a rete di Caciagli, para però a terra Manfredini. All'82' Corallo fa tutto bene (su invito di Martinetti), ma una volta trovatosi davanti alla porta calcia alto con il portiere in uscita ormai fuori causa. All'83' Granito calcia prontamente a rete, si salva Manfredini; sulla respinta ci riprova Pellecchia ma per fortuna del Gubbio calcia di poco fuori. L'ultima occasione degna di nota capita sui piedi del nuovo entrato Granaiola (85') con un tiro che sorvola il montante. Il Gubbio festeggia la prima vittoria esterna di campionato, ma domenica al "Barbetti" arriva un brutto cliente, la Sangiovannese, che ha battuto per 4-0 il malcapitato San Marino. Quindi calma e sangue freddo.
Tabellino: Cuoiopelli C.R. - Gubbio 0-1
Cuoiopelli C.R.: Bercigli, Sales, Passera (77' Vendrame), Conti, Di Maio, Michelotti, Lenzini (59' Galli), Caciagli, Granito, Arnulfo (60' Granaiola), Pellecchia. All. Iacobelli.
Gubbio
: Manfredini, Anania, Farina, Caleri, Fiumana, Briganti, Gaggiotti, Sandreani, Corallo (84' Bazzoffia), Martinetti (90' Mannucci), Agostinelli. All. Beoni.
Rete: 30' Agostinelli (G).
Arbitro
: Peretti di Verona (Colella di Padova e Regazzo di Treviso). Espulso: 31' mister Iacobelli (C). Ammoniti: Arnulfo, Michelotti, Caciagli e Pellecchia (C); Briganti, Martinetti e Sandreani (G). Spettatori: 400 circa (una trentina provenienti da Gubbio).
Risultati - 18° giornata - 2° Divisione - Girone B:
Bellaria - Bassano 2-2
12' Fabiano (Ba), 15' Marchi (Be) rig., 43' Berrettoni (Ba), 51' Marchi (Be)
Celano - Poggibonsi 3-0
59' Caccavallo (C), 62' Dionisi (C), 84' Shiba (C)
Cisco Roma - Figline 0-0
Cuoiopelli C.R. - Gubbio 0-1
30' Agostinelli (G)
Giacomense - Prato 2-1
30' Ferrario (P), 67' Poletti (G), 93' Errico (G)
Giulianova - Carrarese 1-1
28' Lisi (G), 75' Bigazzi (C)
Rovigo - Viareggio 1-0
40' Piemontese (R) rig.
Sangiovannese - San Marino 4-0
2' Dalla Costa (Sg), 18' Sacenti (Sg), 32' Dalla Costa (Sg) rig., 61' Evangelisti (Sg)
Sangiustese - Colligiana 2-0
37' Gentili (S), 39' Iazzetta (S)

10/01/2009
Mercato: attive Sangiustese e Poggibonsi

Mercato. La Sangiustese ottiene in prestito dal Siena la punta Marco Di Crescenzo ('89). Si trovava nel Poggibonsi. La Cuoiopelli Cappiano prende in prestito dall'Empoli il giovane centrocampista Marco Granaiola ('90). Scambio di portieri invece tra Poggibonsi e San Gimignano: ritorna in giallorosso Federico Bini ('88); in cambio si reca in serie D con i neroverdi Valerio Mollo ('90). Si parla inoltre che il San Marino abbia cercato l'attaccante eugubino Ettore Marchi ('85; ex Gubbio). Sembrava fatta, ma il Bellaria sembra che ci abbia ripensato e non vuole assolutamente privarsene.

09/01/2009
Mercato: altre operazioni definite nel girone

Mercato nel girone dei rossoblù. Il Celano prende in prestito dal Lecce l'attaccante Giuseppe Caccavallo ('87; era al Sorrento) e il centrocampista Stefano Mandorino ('87; si trovava a Manfredonia). Il Viareggio ottiene dall'Ascoli il giovane centrocampista Davide Raffaello ('88). Il trequartista Giovanni Furlanetto ('80; ex Gubbio, Sangiovannese e Spal) lascia l'Itala San Marco e si trasferisce al Rovigo. La Colligiana consegue in prestito due calciatori dalla Ternana: sono l'attaccante argentino Andres Gurrieri ('89) e il centrocampista francese Samir Amar Lacheheb ('88). Il Bellaria cede in comproprietà l'attaccante marocchino Adil Mezgour ('83) al Cassino. La Cuoiopelli Cappiano dirotta (prestito) il difensore Alessandro Francone ('90) verso la Lucchese in serie D.

08/01/2009
Agostinelli: "Nuova avventura, non vedo l'ora di iniziare"; Iacoponi: "Gubbio, chance imperdibile"

Presentati in maniera ufficiale i due neo rossoblù, in compagnia del d.g. Giuseppe Pannacci e del consulente delle strategie di mercato Stefano Giammarioli, oltre a Luciano Ramacci che è diventato proprio ieri un nuovo collaboratore dell'A.S. Gubbio 1910. Marco Agostinelli, attaccante, classe '78, romagnolo, giunto in prestito dalla Spal, ha subito spiegato: "Non vedo l'ora di iniziare. Adesso non contano le parole, ma solo i fatti. Sono pronto per questa nuova avventura, in una piazza importante con un pubblico caloroso. Ringrazio la Giacomense perchè si è comportata con grande signorilità. Non volevano assolutamente privarsi di me, ma hanno capito le mie intenzioni e mi hanno dato questa opportunità". Breve e conciso l'altro nuovo arrivato Roberto Iacoponi, centrocampista, classe '88, marchigiano, venuto in prestito dalla Sambenedettese: "È una chance imperdibile. A San Benedetto del Tronto ho avuto poco spazio quest'anno e a Gubbio ho tanta voglia di rifarmi dimostrando le mie qualità. Le mie caratteristiche? Sono principalmente un centrocampista centrale, ma posso adattarmi anche come mancino".

07/01/2009
Gubbio: Agostinelli e Iacoponi sono neo rossoblù; Altre di mercato: Bisso a Bassano, Shiba a Celano

Inizia a spron battuto il mercato invernale. Il Gubbio parte subito in quarta; le altre contendenti del girone non sono da meno. Partiamo dai rossoblù. Definitive già due operazioni in entrata dal duo Giammarioli-Pannacci. Dalla Sambenedettese (prima divisione) giunge in prestito il centrocampista Roberto Iacoponi (20 anni). Il giovane calciatore di Macerata in passato ha vestito le casacche di Martina (C1) e Tolentino (in D). Dalla Spal invece è stato definito un altro prestito. Trattasi di Marco Agostinelli, 30 anni, attaccante, proveniente dalla Giacomense dove ha realizzato 4 reti in 13 gare in questo primo scorcio di stagione. La punta di Cesenatico in passato ha giocato con la Spal dal gennaio 2007 a giugno 2008 (12 gol; 44 presenze), Sansovino (11 gol da gennaio 2006 a giugno 2007), Ravenna in C1 (1 rete, 13 presenze, stagione 2005-06) e in C2 (7 reti, 21 presenze, nel 2004-05). Entrambi i calciatori sono a disposizione di mister Beoni per la trasferta di domenica a Santa Croce sull'Arno. In uscita a breve si dovrebbe definire il passaggio del centrale difensivo Bruni ('75) alla Giacomense. In entrata in stanb by la situazione di Boldrini ('85, dal Perugia): sembrava quasi fatto il passaggio (in prestito) del centrocampista offensivo grifone, ma la trattativa sembra che si sia arenata all'improvviso. Si attendono sviluppi (e il Gubbio potrebbe orientarsi altrove). Altre di mercato. Si cambia in casa Bassano. Se ne vanno le punte Zubin ('77; verso Carpenedolo) e Cesca ('80; ceduto al Portogruaro). Ma il Bassano fa il colpo di mercato aggiudicandosi dalla Spal il centravanti Nicola Bisso (27 anni), 41 reti tra i prof nelle ultime tre stagioni. Il Celano prende l'attaccante albanese Henry Shiba (21 anni) dalla Cavese. La Giacomense ha prelevato dall'Altoadige il centrocampista Lorenzo Di Loreto (30 anni, ex Spal e Rimini). Il Giulianova ottiene dal Centobuchi il centrocampista Domenico Del Grande ('86; ex Teramo, Juve Stabia e Arezzo). La Carrarese cede la punta Chiaria ('83) alla Valenzana, mentre il San Marino dirotta l'attaccante Cossu ('86) verso Alghero.

05/01/2009
Scatta il mercato invernale: al via i cambiamenti...

Il mercato di gennaio, o per meglio dire il mercato di "riparazione" è alle porte. Il duo Giammarioli-Pannacci si sta muovendo per inserire alcuni nuovi innesti. Ma non mancheranno le uscite. È stato ribadito un concetto, come ha spiegato apertamente il neo consulente delle strategie di mercato Stefano Giammarioli: "Arriveranno nuovi elementi che devono equivalersi con delle uscite. Bisogna tenere conto del budget; in giro in tutta Italia i soldi non ci sono più. Bisogna ringiovanire la rosa perchè i regolamenti della Lega ce lo impongono e in futuro saranno ancora più ferrei. E possibilmente, se sarò in futuro il direttore sportivo di questo Gubbio, bisognerà riportare un po' di eugubinità in questa squadra che manca da un po' di anni". Si attendono già i primi movimenti dal 7 gennaio. Per adesso invece circolano solo voci. In entrata si parla che giungeranno in rossoblù quanto meno un nuovo attaccante, un centrocampista e un difensore. Ma non si escludono ulteriori colpi in entrata. A centrocampo viene dato per certo l'arrivo del giovane Iacoponi proveniente dalla Sambenedettese. In attacco sono venuti fuori una girandola di nomi: Galli della Sangiustese, Agostinelli della Giacomense, Cipolla della Pistoiese e Savoldi del Monza, ma non è escluso che verrà fuori una sorpresa. In partenza invece ci sarebbero almeno quattro o cinque elementi. Si attende ora l'apertura ufficiale del mercato.

02/01/2009
Subentrato il 2009... anno nuovo, vita nuova?

Anno nuovo, vita nuova? È l'augurio di tutti gli sportivi eugubini. Il 2008 ha lasciato più ombre che luci e la tifoseria ha dovuto di nuovo masticare amaro. In verità sono quattro anni che ingoia amaro, ormai è diventata normale consuetudine. Purtroppo anche il 2008 ha lasciato il segno. La scorsa estate è stato chiamato un nuovo allenatore (Loris Beoni, l'ottavo dal 2004), sono arrivati diversi calciatori nuovi (ben 11) e se ne sono andati 15, ma nulla è variato e i risultati non mutano. La classifica per il Gubbio risulta costantemente deficitaria. Cambiano le stagioni, ma la musica è sempre la stessa. In pratica si registrano sistematicamente annate tribolate o anonime (quando è andata bene). Adesso comincia un anno nuovo e ci si aspetta un'inversione di tendenza. Dopo la partenza del diesse Bignone (a dicembre), proprio ultimamente è stato riorganizzato l'assetto dello staff tecnico-dirigenziale. Il Gubbio potrà contare sul tandem Giuseppe Pannacci (promosso a direttore generale) e Stefano Giammarioli (nuovo consulente nelle strategie di mercato). E proprio il mercato invernale (che parte ufficialmente il 7 gennaio) sarà cruciale per la fase di ritorno di questa stagione. Per salvare il salvabile, per così dire. La situazione attuale è la seguente: il Gubbio viaggia al di sotto delle aspettative (senza dubbio), è in zona playout e deve tirarsi fuori assolutamente dalle sabbie mobili, senza se e senza ma. Che l'anno nuovo porti dietro con sè una ventata di aria nuova! Ce n'è davvero tanto bisogno.

[vai a inizio pagina] [vai alle news] [vai all'archivio news]

Ultimo aggiornamento - Last update
data 21.10.2019 ora 13:00

Info: > Privacy e Cookie Policy

MAIN SPONSOR WITH PAGE LINKS:
(CLICCABILI CON FINESTRA GRANDE)

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

SPONSOR WITH PAGE LINKS:

MASSIMA TRASPARENZA, SCRIVERCI:

ART.13 REGOLAMENTO UE n.2016/679
D.LGS. ART. 122 DL 196/03
G.U. ART. n.229/14:

Media Spettatori
Lega Pro - Girone B
Stagione 2019/2020

Dopo 10 giornate:

Cesena
Vicenza
Modena
Reggiana
Triestina
Padova
Sambenedettese
Piacenza
Rimini
Fermana
Ravenna
Carpi
Vis Pesaro
Fano
Virtus Verona
Sudtirol
Gubbio
Feralpisalo
Arzignano Valc.
Imolese

10260
8810
7090
5950
5290
4750
3640
3250
2460
1800
1790
1790
1620
1280
980
980
890
830
560
490

Media spettatori:
>
La scheda

Dati media:
La Gazzetta dello Sport

Lega Pro
Girone B - 2019/2020

Emilia-Romagna (8)
Carpi, Cesena, Imolese, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini
Friuli (1)
Triestina
Lombardia (1)
Feralpisalo
Marche (4)
Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Trentino Alto Adige (1)
Sud Tirol
Umbria (1)
Gubbio
Veneto (4)
Arzignano Valchiampo, Padova, Vicenza, Virtus Verona

Amarcord rossoblu


Anno 2011-2012 Serie B:

MATCH CLOU:

1 ottobre 2011:

Gubbio-Verona 1-1
Spettatori: 3911

24 ottobre 2011:
Gubbio-Torino 1-0
Spettatori: 4173

6 gennaio 2012:
Gubbio-Bari 2-2
Spettatori: 3821

28 gennaio 2012:
Gubbio-Sampdoria 0-0
Spettatori: 3977

28 aprile 2012:
Gubbio-Pescara 0-2
Spettatori: 4434

Info: > Privacy e Cookie Policy